61313–61328 di 68366 risultati

Il signore della magia

Sulle rive di Crydee, un tranquillo avamposto di frontiera di Midkemia, nel Regno delle Isole, Pug apprende i segreti della magia dal grande Mago Kulgan. Il giovane non ha ancora grande dimestichezza con le arti magiche consuete, ma quando la pace viene sconvolta da misteriosi nemici che minacciano il Regno, non può sottrarsi al conflitto. Da questo momento dovrà affrontare un’odissea che lo porterà ad acquistare il controllo di una magia più potente, mai vista prima eppure presentita. E, con essa, Pug scoprirà il segreto dei nemici e della battaglia che si è scatenata fra Midkemia e l’oscuro regno di Kelewan.

Il signore del tempo

Sir Sandford Fleming, il Signore del tempo, inventò un tempo di riferimento per tutti gli abitanti della Terra. Era il 1883 e prima di allora il mondo viveva in una sorta di caos temporale, in cui ciascuna regione del mondo si muoveva in un tempo autonomo, con conseguenze disastrose, spesso paradossali, sul commercio, sulla navigazione e sulla vita quotidiana. Con tocco da romanziere, Blaise racconta la storia delle resistenze incontrate da Fleming e del suo successivo trionfo.
**

Il signore del caos

Mentre la ruota del tempo gira, i venti del destino spazzano le terre. Rand al ‘Thor lotta strenuamente per riunire le nazioni in vista dell’ultima battaglia, contro le forze del Tenebroso-, mentre altri oscuri poteri tentano di assumere il controllo delle sue azioni. Dalla Torre Bianca di Tar Valon, guidata dall’Amyrlin Elaida, è stato stabilito che Rand deve essere frenato immediatamente. La siccità e il calore estivo continuano a ritardare l’inizio della stagione invernale, cosí Nynaeve al’Meara e Elayne, l’erede di Andor, cominciano una disperata ricerca del leggendario ter’angreal, che potrebbe conferire loro la facoltà di ripristinare le normali condizioni climatiche.

Il Signore del Caos

Questo è il primo libro del ciclo di Corum, il principe dal mantello scarlatto, ultimo superstite del popolo dei Vadhagh, un tempo padroni e signori della Terra. Adesso che tutta la sua gente è stata distrutta dalla bestiale razza dei Mabden, adesso che è stato orbato di un occhio e che la mano sinistra gli è stata mozzata dal crudele Glandyth Kane, capo dei Mabden di cui egli è caduto prigioniero ed al quale, facendo appello alle capacità magiche della sua razza di spostarsi negli altri “piani”, è riuscito per un soffio a sfuggire, Corum non vive che per la vendetta. Dopo fantastiche avventure giungerà nell’antro di Shool, il dio ingordo, situato nell’isola delle leggende. Shool, in cambio del suo aiuto contro il Signore del Caos, gli prometterà la vendetta e lo doterà di doni meravigliosi e malefici: l’occhio e la mano di due Dei misteriosamente scomparsi. Corum muoverà così verso questa estrema missione. Primo di tre volumi in cui si compendiano le straordinarie avventure del principe Corum dal mantello scarlatto, questa saga è opera della penna di uno dei più grandi, se non il più grande, scrittore di fantasia eroica (Eroic Fantasy & Sword and Sorcery): Michael Moorcock, i cui libri stanno godendo, in questo momento, di un immenso successo in Inghilterra e negli Stati Uniti. Moorcock, che è di nazionalità britannica, abita a Londra in una casa piena di magici oggetti. Siamo certi che la pubblicazione di questo libro susciterà entusiasmo tra tutti i cultori di “Eroic Fantasy”.

Il signore dei vampiri

Ecco una storia di sangue, di amore e di morte, della quale è protagonista assoluto il Principe delle Tenebre, che continua a esercitare sui lettori di ogni età e di ogni censo un fascino incredibile. In questo romanzo, il Signore dei Vampiri riesce ad asservire a sé tutta una serie di vittime e, nonostante sia stato individuato e fatto oggetto di una caccia spietata, sembra che debba continuare all’infinito nella sua opera di morte e di distruzione, finché…

Il signore dei vampiri

Ecco una storia di sangue, di amore e di morte, della quale è protagonista assoluto il Principe delle Tenebre, che continua a esercitare sui lettori di ogni età e di ogni censo un fascino incredibile. In questo romanzo, il Signore dei Vampiri riesce ad asservire a sé tutta una serie di vittime e, nonostante sia stato individuato e fatto oggetto di una caccia spietata, sembra che debba continuare all’infinito nella sua opera di morte e di distruzione, finché…

Il signore dei diamanti

Un geniale inventore riesce a produrre diamanti perfetti, che lasciano senza parole i maggiori esperti. Presto, i più importanti gioiellieri americani si trovano di fronte a un dilemma: se non verseranno all’inventore una grossa cifra, egli getterà sul mercato una quantità spropositata di pietre preziose, così da ridurre a nulla il valore dei loro diamanti…

Il signore dei Deryni

Il trono del giovane Re Kelson si è consolidato, grazie al suo coraggio e alla determinazione dei suoi sostenitori, ma la congiura e il tradimento covano nell’ombra. Il Clero degli Undici Regni sente il proprio potere minacciato dall’ascesa del giovane sovrano, specie ora che tutta Gwynedd sa che Kelson è per metà Deryni! Il conflitto finale per il potere sta per esplodere in tutta la sua drammaticità e la Chiesa intende gettare tutto il suo peso sul piatto della bilancia, ma sia tra i Vescovi, sia tra i Deryni, Kelson conta amici fedeli, decisi a battersi per lui sino alla fine.

Il signore degli incantesimi

Il signore degli incantesimi: La saga di Ulldart by Markus Heitz
Mai più: è questa la solenne promessa che Lodrik fa a se stesso. È stato grazie all’aiuto del dio Tzulan che il giovane principe è riuscito a sventare una rivolta e a riportare la pace nella remota provincia di Granburg. Tuttavia la potenza del dio ha altresì scatenato una spaventosa forza distruttiva, convincendo Lodrik a rinunciare per sempre a un simile stratagemma. Almeno fino al giorno in cui un messaggero non gli comunica la notizia della morte del padre, sovrano di Tarpol, e l’ordine di tornare subito nella capitale per essere incoronato re. Una volta giunto a palazzo, infatti, Lodrik non solo deve affrontare l’ostilità dei nobili – che lo considerano troppo giovane e inesperto -, ma anche fare i conti con un’antica profezia, secondo cui l’ascesa al trono del principe farà ripiombare il mondo nel caos dell’Epoca buia. E qualcuno sta tramando nell’ombra per organizzare un attentato, ed evitare così che quella terribile predizione si avveri. Schiacciato dalle responsabilità del suo incarico e dalla paura di cadere vittima dei suoi nemici, Lodrik non ha scelta: se vuole governare su Tarpol – e salvarsi la vita -, deve chiedere di nuovo l’intervento di Tzulan?

Il Signore degli enigmi

La terra di Hed, è risaputo, non è mai stata una fucina di eroi. Tutti i suoi abitanti – compresi i principi che la reggono – sono contadini, ed anche Morgon, Signore di Hed, è un contadino. Ma non solo questo. Perché in un mondo da cui la magia è misteriosamente scomparsa in un remoto passato, e nel quale il sapere esoterico è affidato ai Signori degli indovinelli, Morgon può essere considerato un adepto, il miglior allievo della scuola di Caithnard, unico risolutore di un indovinello rimasto inspiegabile per oltre settecento anni. E poi Morgon ha tre stelle in fronte, identiche a quelle incise su un’arpa che solo lui può suonare e sull’elsa di una spada che solo lui può impugnare. Così, senza volerlo, il principe di Hed viene coinvolto in un viaggio fantastico e in un’avventura misteriosa, nel viaggio verso la montagna di Erlenstar assieme all’arpista del Supremo, per cercare risposta a una domanda che neppure lui ancora conosce. La trilogia de Il Signore Degli Enigmi è composta dai romanzi: Il Signore Degli Enigmi Di Hed, L’Erede Del Mare E Del Fuoco, L’Arpista Del Vento.

Il signor Zero e il manoscritto medievale

Vorrebbe dedicarsi alla messa a dimora dei suoi pomodori, nell’orto della sua casa in Sardegna, il capitano Florindo Flores, ma deve precipitosamente tornare a Torino per un’indagine davvero singolare: un tentativo di truffa legato alla falsificazione di manoscritti medievali. Ma chi può avere l’ardire di mettere sul mercato un falso del perduto manoscritto originale dei *Nibelunghi*, il noto poema scritto agli inizi del XIII secolo?
Incapace di resistere alla malia della contessa Roxilda, Florindo Flores si metterà sulle tracce di un’organizzazione internazionale senza scrupoli e dal grilletto facile. L’affascinante contessa infatti si è incautamente lasciata coinvolgere in questo imbroglio, costringendo il capitano Flores a rincorrerla fino al castello di Challant, in cui sarà poi trattenuto contro la sua volontà. Intermediario di quest’operazione criminale, il fantomatico Herr Null: misterioso personaggio che consegna alla sprovveduta contessa Roxilda uno dei manoscritti da rivendere.
Tra rapimenti e omicidi, puzzole provvidenziali e truffatori che si scoprono truffati, Florindo Flores riuscirà a svelare l’identità del «Signor Zero», risalendo al vertice stesso dell’organizzazione malavitosa. Ancora una volta fondamentale per lo scioglimento del mistero il prezioso aiuto della cara amica germanista, alter ego dell’autrice di questa storia in cui passato e presente si amalgamano come i sapori e gli aromi su una tavola imbandita.

Il signor Norris se ne va

Parrucchino, passaporto falso, talento da affabulatore: Arthur Norris colpisce immediatamente l’alter ego di Christopher Isherwood, il giovane William Bradshaw, che lo incontra nello scompartimento di un treno diretto in Germania. Col tempo Norris si rivelerà un avventuriero incline al misfatto e allo sperpero, un simpatizzante comunista che folleggia disinvolto nel basso ventre della Berlino dei primi anni Trenta, persuaso che il suo mantenimento sia “un privilegio dei più ricchi, ma meno intellettualmente dotati, membri della comunità”, e che la vita sarebbe “ben triste se ogni tanto non ci concedessimo qualche ricompensa”. In pratica l’amico perfetto per William, approdato a Berlino per vivere una vacanza prolungata, lontana dalle costrizioni della famiglia e della madrepatria, con l’ausilio di qualche lezione privata di inglese. Finché, nell’inverno del 1933, il gioco inizierà a farsi troppo serio, la commedia cederà il passo alla spy story, e bisbigli e paura, arresti e sparizioni cominceranno ad accompagnarsi a un improvviso, diffuso orgoglio di “essere biondi”.
**

Il sigillo di ametista

Una bicicletta corre nella notte e mira dritta alla solitudine di un piccolo appartamento in periferia. Ha fatto tardi anche stasera, Amethyst, servendo ai tavoli di un piccolo pub di Burley e ora è ansiosa di raggiungere il suo rifugio vuoto d’affetti. Improvvisamente però, proprio nel cuore della New Forest, un daino le taglia la strada e la ragazza finisce rovinosamente in terra; poi è un susseguirsi di eventi confusi, un soccorso immediato, due voci possenti, roche e severe che si ringhiano contro, “non ho sentito il suo odore!” e ancora, mani calde che come un balsamo miracoloso alleviano il dolore, il silenzio, il buio, il risveglio nel suo letto, le medicazioni…
**