61249–61264 di 74503 risultati

Il pianeta Berserker

Un pianeta, un intero pianeta… Non si era mai visto niente di simile, neppure ai tempi dell’antichissima guerra che aveva partorito i berserker, le macchine assassine lanciate nello spazio con il compito di distruggere ogni forma di vita, e incuranti del fatto che la loro missione si fosse esaurita qualche millennio addietro… Ma se esisteva davvero un pianeta dei berserker, se la minaccia poteva raggiungere dimensioni così vaste, quale strumento si sarebbe potuto opporre al frenetico programma delle macchine omicide? Ecco un capitolo inedito dell’appassionante saga cibernetica che oggi URANIA è lieta di offrire ai suoi lettori.

Il piacere della vendetta

L’ennesimo affare concluso positivamente. Anche se in circostanze che definire particolari sarebbe poco…
Jack Maguire, pecora nera della famiglia, è stato buttato fuori casa dalla matrigna, interessata solo al patrimonio di suo padre. Ma non ha mai dimenticato quel giorno… così come Sally, la sua sorellastra.
Ora, dieci anni dopo, Jack è tornato per prendersi la rivincita che aspetta da sempre. È un uomo molto diverso da allora: ricco, affascinante e determinato a ottenere ciò che vuole, così come Sally non è più la ragazzina che ricordava, ma una donna fatta, bella e fin troppo desiderabile. Anche per un uomo di mondo come lui.
(source: Bol.com)

Il piacere della conquista

William Tanner è un uomo che ottiene sempre ciò che vuole. E ora desidera trovare una moglie degna di lui e della posizione sociale che è riuscito a conquistare a Vista del Mar. Il suo occhio predatore si posa su Margaret Cole, la nuova assistente. Lei sembra la donna perfetta: bella, elegante e di classe e William è sicuro che, grazie al potere e al denaro di cui dispone, presto cadrà ai suoi piedi. Mai avrebbe pensato che dietro quel viso d’angelo si nascondesse una perfetta tentatrice: il suono di quella voce lo cattura inesorabilmente e William ormai si sente perduto.
**
### Sinossi
William Tanner è un uomo che ottiene sempre ciò che vuole. E ora desidera trovare una moglie degna di lui e della posizione sociale che è riuscito a conquistare a Vista del Mar. Il suo occhio predatore si posa su Margaret Cole, la nuova assistente. Lei sembra la donna perfetta: bella, elegante e di classe e William è sicuro che, grazie al potere e al denaro di cui dispone, presto cadrà ai suoi piedi. Mai avrebbe pensato che dietro quel viso d’angelo si nascondesse una perfetta tentatrice: il suono di quella voce lo cattura inesorabilmente e William ormai si sente perduto.

Phobia

Londra, una fredda notte di dicembre nell’elegante quartiere di Forest Hill. Sarah sta dormendo quando sente rientrare il marito, che sarebbe dovuto restare via per lavoro ancora qualche giorno. Ma l’uomo che trova in cucina intento a prepararsi un panino non è Stephen. Eppure indossa gli abiti di Stephen, ha la sua valigia, ed è arrivato fin lì con l’auto di Stephen, parcheggiata come al solito davanti alla casa. Sostiene di essere Stephen, e conosce particolari della loro vita che solo lui può conoscere. Elemento ancora più agghiacciante, l’uomo ha il volto deturpato da orribili cicatrici. Per Sarah e per Harvey, il figlio di sei anni, incomincia un incubo atroce, anche perché lo sconosciuto scompare così come era apparso e nessuno crede alla sua esistenza. Anche la polizia è convinta che Sarah sia vittima di un forte esaurimento nervoso e che non voglia accettare che il marito sia andato via di casa volontariamente e che presto tornerà. Sola e disperata, Sarah si rivolge all’unica persona che, forse, può aiutarla, il suo amico d’infanzia Mark Behrendt, psichiatra che conosce gli abissi dell’animo umano. Insieme Mark e Sarah iniziano a indagare, mentre il misterioso sconosciuto è sempre un passo avanti a loro e sembra divertirsi a tormentarli, a lasciare piccoli segnali e scomparire. Chi è l’uomo sfigurato? Che cosa vuole da Sarah?

Peyton Place (Versione Italiana)

Peyton Place (versione italiana) by Grace Metalious
Una piccola città del New England, negli anni Quaranta. Gente perbene, famiglie solide, religione e lavoro, educazione e rispetto reciproco. Il volto pulito del sogno americano, una facciata pronta a crollare. Violenza familiare, tradimenti, moralismo e intransigenza, le speranze e le disillusioni degli adolescenti, le sconfitte degli adulti: niente è come sembra, a Peyton Place. Un romanzo che è stato letto di nascosto, scandalizzando milioni di persone e vendendo milioni di copie, e che ha dato vita all’industria dei sequel e degli adattamenti, con due serie televisive e due film leggendari. Tra incesto, morte e passione, oscenità e pettegolezzi, Grace Metalious – «Pandora in blue jeans», come veniva chiamata – ha lasciato un’opera che è al tempo stesso pop e trash, rivoluzionaria e imprescindibile.

Peyton Place

Una piccola città del New England, negli anni Quaranta. Gente perbene, famiglie solide, religione e lavoro, educazione e rispetto reciproco. Il volto pulito del sogno americano, una facciata pronta a crollare. Violenza familiare, tradimenti, moralismo e intransigenza, le speranze e le disillusioni degli adolescenti, le sconfitte degli adulti: niente è come sembra, a Peyton Place. Un romanzo che è stato letto di nascosto, scandalizzando milioni di persone e vendendo milioni di copie, e che ha dato vita all’industria dei sequel e degli adattamenti, con due serie televisive e due film leggendari. Tra incesto, morte e passione, oscenità e pettegolezzi, Grace Metalious – «Pandora in blue jeans», come veniva chiamata – ha lasciato un’opera che è al tempo stesso pop e trash, rivoluzionaria e imprescindibile.

Petrolio

“Ho iniziato un libro che mi impegnerà per anni, forse per il resto della mia vita. Non voglio parlarne, però: basti sapere che è una specie di ‘summa’ di tutte le mie esperienze, di tutte le mie memorie” – Pier Paolo Pasolini, 10 gennaio 1975.
Iniziato durante i primi anni Settanta, durante le crisi petrolifera mondiale, e portato avanti fino alla morte, nel novembre 1975, «Petrolio» è un gigantesco frammento di quello che avrebbe dovuto essere un romanzo-monstruum di circa duemila pagine. Una enciclopedia del racconto, che comprende tutti i registri, bassi e alti, della scrittura. Appunti, annotazioni, una lettera a Alberto Moravia, schizzi e specchietti che compongono un libro «nero», pubblicato, con fedeltà all’autografo, solo nel 1992. Risulta da questi frammenti una disperata archeologia umana, un’esplorazione dei misetri della sessualità e insieme uno spaccato dell’Italia del boom tra oscuri complotti di potere e stragi di stato rimaste impunite.

Petrademone 1. – Il Libro Delle Porte

Petrademone 1. – Il libro delle porte by Manlio Castagna
«Per scrivere un romanzo come questo non basta aver trascorso una vita a leggere, vedere e amare romanzi, film e serie televisive che raccontano il fantastico mondo dell’adolescenza.
Per scrivere un romanzo come questo, così avvincente e ricco, così magico, ci vuole un grande talento da narratore. E Manlio Castagna dimostra di averlo sin dalla prima pagina di questa saga.» IVAN COTRONEO

La peste

Orano è colpita da un’epidemia inesorabile e tremenda. Isolata con un cordone sanitario dal resto del mondo, affamata, incapace di fermare la pestilenza, la città diventa il palcoscenico e il vetrino da esperimento per le passioni di un’umanità al limite tra disgregazione e solidarietà. La fede religiosa, l’edonismo di chi non crede alle astrazioni, ma neppure è capace di “essere felice da solo”, il semplice sentimento del proprio dovere sono i protagonisti della vicenda; l’indifferenza, il panico, lo spirito burocratico e l’egoismo gretto gli alleati del morbo. Scritto da Camus secondo una dimensione corale e con una scrittura che sfiora e supera la confessione, La peste è un romanzo attuale e vivo, una metafora in cui il presente continua a riconoscersi.

Peste

Napoli, 1655. Varcando la soglia di palazzo Guzmán con la sua famiglia di saltimbanchi, per intrattenere gli ospiti del conte, Cecilia non immaginava che la sua vita sarebbe cambiata per sempre. Dopo aver ricevuto gli applausi divertiti degli astanti, si ritrova nel parco del palazzo e assiste, impotente e terrorizzata, a un incontro segreto. Il conte Guzmán e un altro uomo stanno parlando del destino di Napoli e di una congiura che potrebbe riportare la città nelle mani dei francesi. Cecilia non sa nulla di politica, ma comprende subito il pericolo in cui si trova: è l’unica testimone dell’atroce tradimento. Quella stessa notte, infatti, la sua famiglia viene assalita da tre sicari. Lei è la sola a sfuggire al massacro, grazie al provvidenziale intervento di un uomo che le permette di nascondersi in un palazzo deserto e misterioso. Sebastiano Filieri non ha più nulla nella vita, se non la sua pittura. Ha perso la famiglia e gli ideali in pochi giorni, durante la breve, sfortunata rivolta di Masaniello. Quando scopre il segreto di Cecilia, Sebastiano sa che il conte Guzmán non riposerà finché non l’avrà uccisa. La ragazza potrebbe riportarlo a combattere per la sua patria, per i valori che un tempo guidavano la sua esistenza, ma la città di Napoli è minacciata da un nemico più pericoloso della Francia, più infido dei governanti spagnoli: la peste.
(source: Bol.com)

Pessimo fidanzato cercasi

Sua madre. Il suo migliore amico. La barista del pub. Tutti sono decisi a trovare a Nathan Moffatt un compagno. Peccato che sia l’ultima cosa che vuole lui! Ogni giorno, al lavoro, il wedding planner del Granshire Hotel fa in modo che i suoi clienti vivano il loro sogno romantico, ma quando torna a casa, vuole solo stare in pigiama sul divano a guardare serie poliziesche in televisione e mangiare pizza.
Purtroppo non gli crede nessuno, e tutti gli ricordano di continuo che, se andrà avanti così, morirà da solo. Un giorno, però, gli viene un’idea: per essere lasciato in pace ha bisogno che anche i suoi amici e conoscenti comincino a desiderare che resti single. Per convincerli ha bisogno di un pessimo fidanzato, e c’è un solo uomo adatto a quel compito.
A Flynn Delaney non importa che gli abitanti di Ceremony pensino il peggio di lui, ma non sa se vuole anche fregiarsi del discutibile titolo di peggior fidanzato dell’isola. D’altro canto, però, se starà al gioco potrà uscire con il bel Nathan e far arrabbiare i proprietari del Granshire Hotel. È una situazione che gioverebbe a entrambi.
C’è solo un problema. Flynn si rivela un bravo fidanzato, e ora Nathan comincia a chiedersi se abbandonare il divano ogni tanto sia davvero la cosa più brutta del mondo.

Pessimi segnali

Angelo svolge il servizio civile in un paesino del Valdarno, presso la Croce Rossa. È a pochi chilometri da casa, eppure fin dal primo momento gli sembra di essere stato catapultato in un altro mondo, alieno e inquietante. I volontari sono gente rozza e violenta, che passa il tempo a guardare cassette porno e si eccita alla vista del sangue. I vecchi parlano confusamente di riti antichissimi che si celebrano nei boschi circostanti. Perfino le suore del convento si comportano in modo strano. Angelo coglie indizi e segnali che paiono alludere a uno spaventoso complotto. Una rete avvolge tutti, una rete al cui centro sembra essere Augusto, un bambino reso sordo, muto e cieco da un incidente. Solo se capirà cosa sta succedendo, Angelo riuscirà a salvarsi.
**

Pessime scuse per un massacro (best BUR)

Un senatore della Repubblica, eroe della Resistenza, viene macellato nella propria auto a colpi di mitragliatrice in una zona collinare attorno a Fontainebleau, nell’Île de France. I vetri che esplodono, la carrozzeria fatta a pezzi, il sangue che si spande sul terreno mischiandosi alla polvere. E una statuina di Babar, l’elefantino dei cartoni animati, abbandonata dal killer sul luogo del delitto. Un caso tanto efferato quanto spinoso, soprattutto perché il passato della vittima non è limpido come ci si sarebbe aspettati.
È l’indagine perfetta per il commissario Jean-Pierre Mordenti, che non ha paura di ficcare il naso dove non si deve: insieme alla sua squadra di audaci poliziotti, soprannominati dai colleghi Les italiens, è pronto a inseguire la preda senza lasciarle un attimo di respiro.
**
### Recensione
**Pandiani, un senatore nella trappola nazista Noir. Tornano «Les italiens»: l’elefantino Babar, una strana ricchezza e un remoto complotto**
*Sergio Pent*, Tuttolibri – La Stampa
Sembrava un temporaneo divertissement emerso dalla folla sgomitante dei protagonisti in nero di casa nostra, quello raccontato con brio e istintivo senso del ritmo da **Enrico Pandiani** nel suo esordio di qualche anno fa, *Les italiens*: una squadra della Brigata Criminale di Parigi assiepata chiassosamente attorno all’eroe di turno, il dongiovannesco commissario Jean-Pierre Mordenti. Caratteristiche del gruppo? Tutti sono di origine italiana – da qui l’appellativo non sempre fraterno – e come i loro parenti dello stivale vantano fantasia, coraggio e ostinazione.
**Pandiani**, torinese classe 1956, teneva invece a galla la sua ispirazione per altri due romanzi: *Troppo piombo* e *Lezioni di tenebra*, quest’ultimo un po’ in stallo e gratuito, tanto da far pensare a un epilogo zoppicante dell’epopea. Eccoci invece qui a plaudire il primo solido intrigo di stagione, *Pessime scuse per un massacro*, nel quale non solo Mordenti – protagonista quasi assoluto – offre il meglio delle sue doti investigative, ma il tracciato narrativo risulta corposo, complesso e ben articolato, senza sbavature: il miglior episodio di serie della squadra italo-parigina di **Pandiani**.
Diciamo subito che l’autore ha pescato a man bassa in un terreno fertile e redditizio: il nazismo, la seconda guerra mondiale, i tradimenti e le rese dei conti. Ma lo ha saputo fare con arguzia e intensità.
Siamo ai giorni nostri quando, davanti al cancello della sua tenuta di Fontainebleau, l’ottantasettenne senatore Vigoreaux è falciato da una mitragliatrice Browning calibro 50 insieme alla figlia e alla guardia del corpo. Una statuina di Babar, l’elefantino dei cartoni animati, viene trovata accanto alla micidiale – e vetusta – arma della strage. Follia e mistero, tracce difficili da seguire per Mordenti e per la gendarmeria locale, diretta dall’avvenente capitano di origini orientali Mai Linh Trang, della quale ovviamente il nostro eroe si invaghisce, peraltro invano. Una vendetta politica, forse, se non fosse che altri tre delitti riconducono a Babar e all’età non più fresca dei defunti, tutti coetanei e amici intimi del senatore. Chi ha interesse, sessant’anni dopo la guerra, a vendicarsi di persone ormai a poche stagioni dall’addio naturale alla vita?
Ma a questo punto la trama si è già dilatata in una carrellata di ipotesi sulle quali Mordenti – e il lettore – trovano ampi spazi d’ipotesi: da dove proviene la ricchezza dei quattro amici, ex-eroi della Resistenza ma – a quanto pare – collusi in un remoto complotto per far espatriare in Sud America gruppi di nazisti al termine del conflitto? Cosa c’entra l’equipaggio dell’aereo americano Blue Vertigo, da cui uscirono indenni – nel 1944 – solo tre soldati, con il sospetto di aver eliminato a sangue freddo i commilitoni? La rete è a maglie larghe, ma è assai bravo **Pandiani** a tirare le fila del gioco, a rendere avvincente e credibile un’indagine afosa di provincia, in cui la resa dei conti della Storia trova un altro punto a suo favore, con la logica amarezza lasciata da simili circostanze e un finale solcato da una sincera commozione.
«Les italiens» – in questo caso soprattutto Mordenti, al quale *Pandiani* dovrebbe forse regalare qualche connotazione più marcata – sono più vivi che mai, e la bella riuscita di questo romanzo pone quindi un inatteso tassello nell’ampia casistica del noir italiano, che talvolta segna il passo per inerzia o sovraffollamento, ma quando scatta fa ancora la sua porca figura.
### Sinossi
Un senatore della Repubblica, eroe della Resistenza, viene macellato nella propria auto a colpi di mitragliatrice in una zona collinare attorno a Fontainebleau, nell’Île de France. I vetri che esplodono, la carrozzeria fatta a pezzi, il sangue che si spande sul terreno mischiandosi alla polvere. E una statuina di Babar, l’elefantino dei cartoni animati, abbandonata dal killer sul luogo del delitto. Un caso tanto efferato quanto spinoso, soprattutto perché il passato della vittima non è limpido come ci si sarebbe aspettati.
È l’indagine perfetta per il commissario Jean-Pierre Mordenti, che non ha paura di ficcare il naso dove non si deve: insieme alla sua squadra di audaci poliziotti, soprannominati dai colleghi Les italiens, è pronto a inseguire la preda senza lasciarle un attimo di respiro.

Il peso dello zaino

Questo romanzo è la naturale integrazione e l’indispensabile complemento di “Centomila gavette di ghiaccio”. Rientrati dal fronte russo, gli alpini superstiti tornano ai loro reparti e vengono schierati nei territori jugoslavi occupati dove li coglierà l’armistizio dell’8 settembre con le scelte che ciascuno di loro dovrà fare e le conseguenti decisioni che dovrà prendere. In questo libro viene affrontata soprattutto la grande tragedia individuale che sconvolge l’animo di questi soldati già duramente provati.
**

Il peso della grazia

Giuseppe è un giovane ricercatore di fisica, lavora da anni a uno studio sulle fiamme che minaccia di rivelarsi un fallimento. Nel frattempo ha perso il contatto con la realtà. Ha diradato i rapporti con gli amici e con la famiglia, ormai dispersa in quattro città diverse. L’unica compagnia che frequenta è un barbone polacco che lo chiama per qualunque emergenza, vera o presunta. E anche la recente conversione al cattolicesimo somiglia sempre più pericolosamente a una bizzarra ossessione. Sarà per questo che quando una sera d’estate incontra Fiora, Giuseppe si accorge di aver trovato “una kryptonite che riesce a disinnescare la sua capacità di distrazione”. Eppure niente sembra più difficile che decidere di affidarsi a un’altra persona. Smettere di difendersi è un gesto estremo, una pratica desueta e misteriosa. “Ma come si fa a sapere che non si va da nessuna parte se non si percorre una via fino in fondo?” Un romanzo vivo, esasperante e inaspettato come gran parte delle nostre giornate. Capace di raccontare, per una volta, quella cosa sfuggente e nevrastenica che chiamiamo contemporaneità.
**

Il peso dell’odio (Leggereditore)

Il giorno in cui la giornalista Katherine James, una donna dalle radicate convinzioni e dai forti valori morali, incontra Gabriel Rossiter le manca letteralmente la terra sotto i piedi. Quasi uccisa in una frana durante un’escursione, trova la salvezza tra le braccia dell’affascinante ranger. Sebbene quell’uomo non le sia indifferente, è convinta che non lo rivedrà mai più.
Gabe, appassionato di sport estremi e alla costante ricerca di adrenalina, dopo una forte delusione sentimentale si è ripromesso di non farsi più coinvolgere dalle donne, meno che mai da quella giornalista dai lunghi capelli scuri e dagli occhi grandi che sembrano in grado di leggergli dentro. Eppure, fin dal loro primo incontro, l’interesse che prova per Kat è innegabile. Ci penserà il destino a farli rincontrare. Ma la passione per la verità e l’intensa attrazione che provano l’uno per l’altra renderanno il ranger e la giornalista dei facili bersagli nella fitta trama di corruzione, furti di reperti archeologici e omicidi in cui si ritroveranno coinvolti. A volte la minaccia non conosce limiti…
**
### Sinossi
Il giorno in cui la giornalista Katherine James, una donna dalle radicate convinzioni e dai forti valori morali, incontra Gabriel Rossiter le manca letteralmente la terra sotto i piedi. Quasi uccisa in una frana durante un’escursione, trova la salvezza tra le braccia dell’affascinante ranger. Sebbene quell’uomo non le sia indifferente, è convinta che non lo rivedrà mai più.
Gabe, appassionato di sport estremi e alla costante ricerca di adrenalina, dopo una forte delusione sentimentale si è ripromesso di non farsi più coinvolgere dalle donne, meno che mai da quella giornalista dai lunghi capelli scuri e dagli occhi grandi che sembrano in grado di leggergli dentro. Eppure, fin dal loro primo incontro, l’interesse che prova per Kat è innegabile. Ci penserà il destino a farli rincontrare. Ma la passione per la verità e l’intensa attrazione che provano l’uno per l’altra renderanno il ranger e la giornalista dei facili bersagli nella fitta trama di corruzione, furti di reperti archeologici e omicidi in cui si ritroveranno coinvolti. A volte la minaccia non conosce limiti…