61169–61184 di 66978 risultati

Diario in Bolivia

Il Che, questa figura singolare che diventa stimolo universale di lotta rivoluzionaria persino nelle metropoli imperialistiche e colonialiste, sorge da un continente oppresso in passato dalle potenze coloniali ed oggi sfruttato e costretto dall’imperialismo yankee alla miseria e al sottosviluppo più iniquo. Il Che considerava la sua morte come naturale e probabile nel corso del processo rivoluzionario, e non mancò mai di sottolineare, specialmente nei suoi ultimi scritti, che questa eventualità non avrebbe impedito la marcia inevitabile della rivoluzione nell’America latina. Nel diario del Che possiamo constatare quanto reali fossero le sue possibilità di successo e quanto straordinario il potere catalizzatore della guerriglia, da lui puntualizzati nei suoi appunti. Una volta, davanti ai sintomi evidenti di debolezza e rapido deterioramento del regime boliviano, annotò: “Il governo si disintegra rapidamente; peccato non avere altri cento uomini in questo momento.”
Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni epoca e in ogni circostanza, ma mai, senza la lotta, si potrà avere la libertà.

Il Che non è sopravvissuto alle sue idee, ma ha saputo fecondarle col suo proprio sangue.

(Dalla prefazione)

Diario di una donna pubblica

La coraggiosa decisione di pubblicare nel 2003 “Diario di una ninfomane” ha trasformato Valérie Tasso in una celebrità. Ma il passaggio da prostituta di lusso a scrittrice di successo e poi a ospite dei programmi televisivi non è indolore, e condiziona fortemente le sue relazioni con il sesso e con gli uomini. Valérie incomincia così a tenere un altro diario, in cui descrive, in totale libertà, la sua vita di “donna pubblica”: l’ansia di provare nuove esperienze e insieme il bisogno di rimanere se stessa a ogni costo, anche di fronte alle telecamere e nei talk show. Le avventure che vive sono tanto eccitanti quanto pericolose, e sfociano inevitabilmente in una girandola di relazioni fallimentari: dal ricco imprenditore bugiardo che la vuole legare a sé allo scrittore francese con cui intrattiene un perverso rapporto via mail, dalle goffe profferte di un’anziana giudice lesbica che si innamora di lei agli squallidi tentativi di seduzione dei produttori televisivi. Con il suo stile diretto e disinibito, Valérie ci riporta nel suo mondo di trasgressione, ansiosa come sempre di oltrepassare i limiti, a letto e nei suoi libri.
**

Diario di un’apprendista astronauta

“Quando i motori del razzo si sono accesi, si è realizzato il grande sogno della mia vita.” Per quasi sette mesi, Samantha Cristoforetti è stata in orbita attorno alla Terra sulla Stazione Spaziale Internazionale. In queste pagine ci racconta l’intensa vita di bordo con gli occhi meravigliati di chi diviene, giorno dopo giorno, un essere umano spaziale: dalla scienza alla riparazione della toilette, dall’arrivo di astronavi cargo alle passeggiate nello spazio dei colleghi, dagli allarmi alla routine, dai grandi avvenimenti alle piccole scoperte, dai rituali al taglio dei capelli. Ma il viaggio per arrivare fin lassù è stato lungo. Anni di dedizione assoluta nati dal suo sogno di bambina, anni passati con le valigie in mano fra tre continenti, tra circostanze fortuite e altre ostinatamente cercate, tra incontri, lingue e culture, natura e tecnologia, fatiche e attese, gioie e delusioni: tutto per imparare a essere un’astronauta. Questa è la storia della lunga strada che ha portato Samantha Cristoforetti alla rampa di lancio e dei giorni trascorsi a bordo delle Stazione Spaziale, accompagnati dalla prepotente bellezza della Terra e dallo stupore profondo suscitato dal firmamento.
**

Diario di un seduttore

Nel Diario di un seduttore, pubblicato per la prima volta nel 1843 all’interno dell’opera Aut Aut, il filosofo danese Soren A. Kierkegaard espone sotto forma di romanzo epistolare alcuni aspetti del suo pensiero filosofico, mettendo in scena l’astuto ed elegante gioco estetico del seduttore, che conquista la sua preda incantandola con le armi dello spirito. Johannes, il seduttore, è una figura demoniaca, che arriva a possedere la donna, Cordelia, rapita dalla musica ammaliante della sua arte, per poi abbandonarla in una logorante disperazione. Perché il vero seduttore esaurisce il proprio piacere nell’attimo della conquista e postula ogni volta un nuovo oggetto di desiderio.
**

Diario Di Un Naturalista Giramondo

“Diario di un naturalista giramondo”, pubblicato in Italia anche con i titoli “Viaggio di un naturalista intorno al mondo” e “Il viaggio meraviglioso di Charles Darwin” (The Voyage of the Beagle) è un libro scritto da Charles Darwin, pubblicato nel 1839 che gli conferì notevole fama e rispetto. Il titolo è riferito alla seconda spedizione della nave HMS Beagle, che salpò da Plymouth, il 27 dicembre 1831 sotto il comando del capitano Robert Fitzroy.
Inizialmente la durata della spedizione fu prevista per due anni, ma in realtà ne durò quasi cinque; infatti il Beagle non ritornò a Plymouth, fino al 2 ottobre1836. Darwin trascorse la maggior parte del suo tempo ad esplorare il terreno. Il libro, noto anche come “Darwin’s Journal of Researches”, è un vivido ricordo di un emozionante viaggio, nonché una dettagliata ricerca scientifica nei diversi campi della biologia, della geologia, e dell’antropologia. Era la dimostrazione che Darwin era dotato un notevole spirito di osservazione, scritto in un momento in cui gli europei occidentali avevano dato inizio ad una massiccia esplorazione del pianeta.
I capitoli del libro sono ordinati per luoghi e località, piuttosto che per ordine cronologico. Le osservazioni trascritte da Darwin in questo libro sarebbero state usate per sviluppare, in seguito, la sua teoria sulla selezione naturale e sull’evoluzione delle specie.
Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare.
Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

Diamante grezzo

Kenna Dean era la segretaria di Denny Cole, giovane avvocato di Atlanta. Segretaria molto efficiente, ma poco apprezzata come donna. Ed era questo il cruccio di Kenna.
Involontariamente le venne in aiuto Regan, fratello di Denny, che cominciò a corteggiarla. Ma quell’aiuto si rivelò un’arma a doppio taglio.
Kenna aveva provato una profonda avversione per Regan, fin dal primo momento, ma aveva accettato la sua corte perché in tal modo avrebbe potuto attrarre l’attenzione di Denny.
Solo più tardi si rese conto che fra le braccia di Regan lei stava provando delle sensazioni inedite e improvvisamente capì che era quello l’uomo che desiderava veramente…

Dialogo nel quale la Nanna insegna alla Pippa

Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.
È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l’epoca).
Il “Dialogo nel quale la Nanna insegna alla Pippa” è il dialogo fra due donne, la madre (Nanna) e la figlia (Pippa). Il primo giorno la Nanna insegna alla Pippa sua figlia a esser puttana, il secondo gli racconta i tradimenti che fanno gli uomini alle sventurate che gli credono, il terzo giorno la Nanna e la Pippa ascoltano la comare e la balia che ragionano di ruffiania.
Un classico italiano della letteratura erotica, spesso dimenticato e trascurato.
**
### Sinossi
Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.
È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l’epoca).
Il “Dialogo nel quale la Nanna insegna alla Pippa” è il dialogo fra due donne, la madre (Nanna) e la figlia (Pippa). Il primo giorno la Nanna insegna alla Pippa sua figlia a esser puttana, il secondo gli racconta i tradimenti che fanno gli uomini alle sventurate che gli credono, il terzo giorno la Nanna e la Pippa ascoltano la comare e la balia che ragionano di ruffiania.
Un classico italiano della letteratura erotica, spesso dimenticato e trascurato.

Diabolik: L’ora del castigo

Una trappola mortale sta per chiudersi su Diabolik, su Eva Kant e sull’uomo che da anni da loro caccia, l’ispettore Ginko. L’esca è un leggendario meteorite precipitato sulla Terra secoli fa, dentro il quale è racchiuso il più grosso diamante nero del mondo: una tentazione irrinunciabile per i due criminali e un’occasione irripetibile per catturarli o ucciderli. Ma chi è il vero artefice del piano? Chi, dall’altra parte del mondo, ha deciso di sostituirsi a Diabolik, realizzando spettacolari furti di gioielli che sembrano portare la sua firma? Ci sono solo due alternative. Affrontare l’avversario faccia a faccia. O morire nell'”ora del castigo”.
**

Di scherzi si muore

Si può scherzare col denaro? A quanto pare sì. Ce lo insegna questo originale romanzo del grande maestro del brivido, in cui interi patrimoni vengono distrutti in una sola mattina. Eppure il più grande degli scherzi, il più terribile scherzo in assoluto deve ancora venire… Solo la penna di Edgar Wallace poteva abbinare giallo e humor in un romanzo tanto intrigante da essere considerato un classico nel suo genere.

Di odio si muore

Un assassino fantasioso, ma alquanto maldestro, sta tentando di sterminare la triade al vertice della Keane Drug Company: i due fratelli Keane, Roland ed Herbert, e il loro socio, Bevan MacDonald. Il primo a subire un attentato è Roland che non rimane illeso, ma si salva. Poi è la volta di MacDonald che sopravvive a una superdose di barbiturici. E infine c’è il terzo attentato… e la vittima muore. Nel clima burrascoso creato dai mancati omicidi, e logicamente aggravato dalla tragedia, salta fuori un groviglio di piccoli e grandi segreti familiari ed extra-familiari, amori, odii e sordidi interessi. Vi si trova involontariamente coinvolto uno spassoso investigatore dilettante, Hiram Potter… Tanto coinvolto, da guadagnarsi anche lui il suo bell’attentato che non lo lascia incolume, anche se non gli impedisce di offrirci la sconcertante conclusione di una vicenda aggrovigliata, ma rigorosamente logica.

Di nuovo Weird Tales

Questa serie dedicata a WEIRD TALES è ormai diventata una caratteristica distintiva della nostra casa Editrice, e costituisce indubbiamente un filone d’importanza primaria nell’economia di questa prestigiosa collana. Le richieste che ci giungono da parte degli appassionati perchè intensifichiamo il ritmo di uscite dei volumi dedicati a WEIRD TALES sono ormai quasi unanimi. Abbiamo infatti constatato che, non solo molti dei vecchi lettori hanno accolto entusiasticamente questi racconti, ma tantissimi nuovi se ne sono aggiunti. A tutti vogliamo dire che, fatto salvo il principio che nell’ENCICLOPEDIA DELLA FANTASCIENZA devono trovare accoglimento diversi filoni, faremo comunque il possibile per venire incontro a questo loro desiderio, e il quarto volume dedicato a WEIRD TALES che vi annunciamo ne è la concreta riprova. Un ulteriore gruppo di storie affascinanti che viene ad incrementare la fama e la leggenda di WEIRD TALES. Jack Williamson: ”Il terrore di Plutone”; Seabury Quinn: ”Il rosso pugnale di Hassan”; Edmond Hamilton: ”I sei dormienti”; Jack Williamson: ”Gli invasori del mondo di ghiaccio”; Manly Wade Wellman: ”Il terzo pianto per Legba”; Greye La Spina: ”Il Grande Dio Pan e qui”; Seabury Quinn: ”La mummia rediviva”; Robert Bloch: ”Il totem”; Clifford Ball: ”Dual il Maledetto”; G.C. Pendarves: ”Abd Dulma, Signore del Fuoco”; Seabury Quinn; ”La casa dei tre cadaveri”; Edmond Hamilton: ”La valle degli assassini”; Frank Owen: ”L’orecchio del Mandarino”; Jack Williamson: ”Il marchio del mostro”; Henry Kuttner: ”L’orrore di Salem”; Edmond Hamilton: ”Il mondo dei giganti neri”; G.C. Pendarves: ”Il lupo mannaro del Sahara”; Arlton Eadie: ”Il figlio di Satana”; E. Hoffmann Price: ”La ragazza di Samarcanda”; August Derleth & Mark Schorer: ”Risorgeranno”; Edmond Hamilton: ”La porta nell’infinito”; Robert Bloch: ”Il giudizio dei Druidi”; E. Hoffmann Price: ”Il dono del Rajah”.

Di niente e nessuno

Brancaccio, periferia di Palermo. Rosario è un adolescente solitario con la passione per la mitologia classica e il mare. Il padre, cinico e bugiardo, ha un negozio di integratori per sportivi in cui gestisce lo smercio illecito di sostanze stupefacenti; la madre, accudente e remissiva, dedica tutto il proprio tempo alla cura della casa e della famiglia. Solo di tanto in tanto, la donna si concede una pausa per lucidare il trofeo vinto come miglior portiere da nonno Rosario, morto prematuramente nel terremoto del Belice del 1968. Quando, per accontentare un inconfessato desiderio della madre, il ragazzo decide di giocare in quello stesso ruolo con la squadra di quartiere, il percorso che lo condurrà all’età adulta ha inizio: tra i pestaggi, la scoperta dell’amore e il disincanto, Rosario troverà la forza di emanciparsi dalla violenza e dalla menzogna che da sempre hanno oppresso la sua vita.
Un’intensa storia di formazione condotta con la voce, spietata e dolcissima, di un adolescente che lotta per sovvertire i morbosi equilibri di una famiglia infelice. Un giovane autore dalla scrittura agile e peculiare capace di raccontare la paura e l’audacia di un ragazzo che, nel Sud passionale e violento delle periferie, ha il coraggio di diventare un uomo.
**
### Sinossi
Brancaccio, periferia di Palermo. Rosario è un adolescente solitario con la passione per la mitologia classica e il mare. Il padre, cinico e bugiardo, ha un negozio di integratori per sportivi in cui gestisce lo smercio illecito di sostanze stupefacenti; la madre, accudente e remissiva, dedica tutto il proprio tempo alla cura della casa e della famiglia. Solo di tanto in tanto, la donna si concede una pausa per lucidare il trofeo vinto come miglior portiere da nonno Rosario, morto prematuramente nel terremoto del Belice del 1968. Quando, per accontentare un inconfessato desiderio della madre, il ragazzo decide di giocare in quello stesso ruolo con la squadra di quartiere, il percorso che lo condurrà all’età adulta ha inizio: tra i pestaggi, la scoperta dell’amore e il disincanto, Rosario troverà la forza di emanciparsi dalla violenza e dalla menzogna che da sempre hanno oppresso la sua vita.
Un’intensa storia di formazione condotta con la voce, spietata e dolcissima, di un adolescente che lotta per sovvertire i morbosi equilibri di una famiglia infelice. Un giovane autore dalla scrittura agile e peculiare capace di raccontare la paura e l’audacia di un ragazzo che, nel Sud passionale e violento delle periferie, ha il coraggio di diventare un uomo.