61073–61088 di 75864 risultati

La vergine eterna

**PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA 1994**
**Altri premi:
Premio Akutagawa 1958
Premio letterario Shinchosha 1964
Premio Tanizaki 1967
Premio Noma 1973
Premio Yomiuri 1982
Premio Jiro Osaragi (Asahi Shimbun) 1983
Legion d’onore 2002**
La pioggia cessa e il cielo diventa sereno all’improvviso, mentre qualche goccia continua a cadere. L’erba di un verde sfolgorante accarezza i piedi nudi di una bellissima fanciulla dai lunghi e lucidi capelli neri. Fin dalla sua prima giovinezza Kenzaburō Ōe è rimasto incantato dalla scena di questo film. Ma quello che più l’ha folgorato è stata lei, Sakura, attrice al suo debutto di fronte alla macchina da presa. La ragazza è poi diventata una stella del cinema hollywoodiano, specializzata nel ruolo di bellezza orientale, acclamata e adorata da registi e produttori famosi. Molti anni sono passati. Le proteste politiche degli anni Settanta a favore dei diritti dell’uomo stanno infiammando le piazze e le aule universitarie giapponesi. Sakura è ormai un’affermata artista internazionale, sposata a un professore di letteratura americano. Ma il Giappone e le cupe foreste dello Shikoku le sono rimaste nell’anima, insieme al desiderio di celebrarle in un film che la veda insieme protagonista e produttrice. Grande è la sorpresa di Kenzaburō Ōe nell’apprendere che è proprio lui, scrittore emergente, che la donna vuole come sceneggiatore della pellicola, ispirata a un famoso romanzo di Heinrich von Kleist. Un impegno prestigioso e lusinghiero, ma che diventa invece una discesa agli inferi per tutti coloro che vi lavorano. Prima fra tutte Sakura, che tra gli alberi della foresta è costretta a fronteggiare i fantasmi del suo passato. Un passato misterioso e buio, che anche lei credeva di aver dimenticato, ma che affonda le radici proprio in quel lontano giorno di primavera, mentre il suo cuore fremeva dall’emozione per il primo ciak della sua vita… **Kenzaburō Ōe**, **premio Nobel per la letteratura**, ci regala, con questa sua ultima fatica, una piccola perla. **La vergine eterna** è un romanzo di fronte al quale non ci si può che inchinare per la sublime maestria e la profonda commozione che esalano da ogni sua pagina.
(source: Bol.com)

Verdure crude e insalate (I libri del Cucchiaio verde)

I libri del cucchiaio Verde: una serie di monografie illustrate interamente dedicate allì’universo della cucina vegetariana: piatti fantasiosi ed equilibrati che portano in tavola una ventata di freschezza e salute, senza rinunciare al piacere della buona tavola.
**
### Sinossi
I libri del cucchiaio Verde: una serie di monografie illustrate interamente dedicate allì’universo della cucina vegetariana: piatti fantasiosi ed equilibrati che portano in tavola una ventata di freschezza e salute, senza rinunciare al piacere della buona tavola.

Verdi colline d’ Africa.

Diario narrativo di un safari che lo scrittore americano fece in Africa nel 1932; l’opera, pur registrando fedelmente la realtà, ha tutta la forza e il fascino delle opere di fantasia.

Verdetto: commedia in due atti più due racconti inediti

“Verdetto” è una commedia che la Christie scrisse nel 1958 e, come racconta nell’autobiografia, “il miglior lavoro teatrale che ho scritto… il significato profondo che avevo voluto comunicare era che un idealista è una persona pericolosa in grado di distruggere quelli che lo amano..”
“Il servizio da tè Arlecchino” appartiene alla serie che vede protagonista Harley Quin, l’ineffabile detective che sembra sempre “svanire” quando incombono guai o tragedie. E che qui è coinvolto in una storia di amore e di morte.
“Il secondo gong” ha per protagonista Hercule Poirot, convocato da un miliardario perché indaghi su un caso di appropriazione indebita nell’ambito di una stretta cerchia familiare.

La vera storia di Capitan Uncino

La vera storia di Capitan Uncino by Pierdomenico Baccalario, Matteo Piana
Il 28 aprile del 1829 una delle amanti segrete di Giorgio IV, re d’Inghilterra, dà alla luce un bambino, che viene immediatamente mandato a vivere in Oriente con la madre. Cresciuto sulla costa occidentale dell’India, davanti al mar di Malabar, infestato dai pirati, James Fry prende il mare a soli tredici anni: lo aspettano avventure, naufragi, lotte con i coccodrilli, ammutinamenti e una carriera da pirata che ne faranno l’uomo più ricercato di tutte le Indie Orientali, riconoscibile da un inconfondibile uncino al posto della mano sinistra. La sua ossessione resteranno sempre l’Inghilterra, l’isola che non può esistere senza di lui, e il suo più acerrimo nemico, il giovane principe che gli ha usurpato il trono, il suo Peter Pan.

La vera storia dei miei capelli bianchi

”Esiste un prima e un dopo nella vita di un omosessuale. All’inizio giochi a nascondino con te stesso e con gli altri. Ma non è un gioco piacevole: la penitenza è la pubblica gogna, o almeno questo è quello che ti fanno credere. Poi cambi pelle. È il momento della rivelazione.”
In questo memoir aperto e appassionato, Paola Concia racconta con grande sincerità il suo percorso verso il coming out, la dolorosa doppiezza di quel ”prima” e le difficoltà e gli ostacoli del ”dopo”, ma anche la possibilità di combattere le proprie battaglie a viso aperto. Dai Dico al disegno di legge contro l’omofobia e transfobia fino alle discusse campagne contro il razzismo e la violenza sulle donne, Paola – deputata del PD e unico parlamentare italiano dichiaratamente omosessuale – si muove in politica con una pratica orgogliosamente femminile, fatta di intuito, inventiva e capacità di dialogare anche con chi la pensa in modo molto diverso da lei. Con un obiettivo chiaro: costruire, in Parlamento ma soprattutto nel Paese, uno schieramento e un tessuto sociale disponibili a condividere le nuove, fondamentali battaglie sui diritti civili.
Diritti all’amore e alla felicità che in Italia sono tutt’altro che riconosciuti, tanto che il matrimonio oltre frontiera di Paola con la sua compagna Ricarda ha fatto clamore, sollevandole contro l’aspra critica di promuovere modelli contrari alla morale e ai valori della famiglia. Eppure, nel ripercorrere gli anni che l’hanno portata alla maturità conquistata e serena dei suoi capelli bianchi, Paola ci racconta esattamente l’opposto, svelandoci un’infanzia e un’adolescenza assolutamente normali, vissute in una famiglia cattolicissima e tollerante, dove più di ogni cosa è sempre contato il rispetto delle opinioni altrui. Cresciuta a ”pane, libertà e rigore” in una piccola cittadina di provincia dell’Abruzzo, sposatasi in gioventù con un uomo per desiderio di normalità, per poi divorziare e risposarsi lo scorso anno con Ricarda fuori dalle leggi italiane ma nel nome dell’amore, con la sua storia personale e pubblica Paola ci riporta alle contraddizioni stesse del nostro Paese, ai suoi sorprendenti spazi di libertà e autonomia di pensiero e d’azione, ma evidenzia anche quel groviglio di ipocrisia, convenienze e pregiudizi, di cui l’Italia è più che mai chiamata a spogliarsi se vuole entrare a pieno titolo nella modernità, se vuole rendersi conto che gli anni Cinquanta sono finiti da un pezzo.

(source: Bol.com)

La Vera Cucina Italiana

La Vera Cucina Italiana by Donaldo Soviero
In *La Vera Cucina Italiana*, Donaldo Soviero shares his fifty years of professional experience and love for Italian cooking. Beginning, naturally, with the basics, in the first chapter he explains all the techniques integral to *la cucina italiana*, from roasting to frying to seasoning, giving his secrets for excellent results.
The recipes–more than 200–follow, and each chapter begins with a detailed introduction to the food–*antipasti*, sauces, poultry, pasta, salads–and its place in Italian cuisine. The recipes include those most basic to and classically associated with Italian cooking–*Zuppa di Vongole* (Clams in White Wine), *Bagna Cauda* (Hot Oil and Truffle Dip), *Aglio e Olio* (Garlic and Oil), Carciofi alla Romana (Artichokes Roman Style), *Pollo alla Cacciatora* (Chicken Hunter Style), *Osso Buco di Vitello* (Veal Shanks). Soviero also includes many regional specialties–*Pernice alla Perugina* (Partridge in the Manner of Perugia), *Stufatino d’Agnello alla Romana* (Roman Lamb Stew), *Caciucco alla Toscana* (Fish Soup Tuscan Style). In each recipe, method is emphasized and explained and classic mistakes pointed out.

Il Vento Dell’oceano

###
Il vento dell’oceano by Sergio Bambarén
Un uomo cammina su una scogliera e guarda l’oceano cercando di ritrovare la serenità di quando, da piccolo, passeggiava in quel magico luogo accompagnato dalla mamma. Improvvisamente s’imbatte in un libriccino abbandonato su un sasso: è il diario scritto da un accanito surfista come lui… Ecco l’inizio di una storia che sa di mare, di ore passate tra il surf e una lettura ricca d’incontri ed esperienze interiori. Dodici giorni e dodici notti passati da solo a “sentire” e “capire” aiuteranno il protagonista a rintracciare il linguaggio scomparso della Verità, i cui riflessi iridescenti sono visibili in un tramonto sul mare, nel ricordo vivissimo della propria madre o nel primo amore, a patto però di far uscire il bambino che è dentro ciascuno di noi, giocherellone e un po’ perdigiorno come i delfini…

Il Vento Dal Nulla

Fra gli innumerevoli flagelli che possono colpire il nostro pianeta – dal diluvio al fuoco atomico – mancava (nessuno finora ci aveva pensato) il vento. Ma basta porsi il problema per capire che anche il vento potrebbe essere un nemico mortale per l’umanità. Su questa ipotesi semplice e terrificante l’autore, l’ultima rivelazione della science-fiction inglese, ha costruito questo naufragio del nostro mondo in una tempesta di straordinario realismo.

Vento & flipper

Un giorno, a ventinove anni, Murakami Haruki era allo stadio a guardare una partita di baseball quando, osservando la traiettoria della palla finire nel guantone di un giocatore, ha come un’illuminazione: lui, un giorno, diventerà uno scrittore. Tornato a casa, lo racconta lui stesso nell’introduzione inedita di questo volume, sul tavolo della cucina inizia a scrivere un romanzo e poi un altro ancora, nei ritagli di tempo mentre gestisce il suo jazz bar a Tokyo (il famoso ‘Peter the cat’). I romanzi sono Ascolta la canzone del vento (uscito in Giappone nel 1979) e Flipper, 1973 (arrivato in libreria un anno dopo). Fino a oggi Murakami si era sempre rifiutato di farli uscire dal Giappone, tanto da costringere gli appassionati a versioni non autorizzate in inglese dalla circolazione semiclandestina. Eppure l’universo di Murakami è tutto già presente qui, concentrato in due storie delicate, misteriose, incredibilmente moderne (ai tempi, in patria, furono accolte come romanzi dirompenti, che rivoluzionavano la lingua e l’immaginario della narrativa tradizionale giapponese). Ascolta la canzone del vento è la storia di uno studente che ammazza il tempo al Jay’s Bar – un locale tenuto da un cinese di mezza età – in compagnia del Sorcio, un ragazzo ricco ma profondamente solo e disilluso. I pomeriggi e le serate passano così, bevendo e fumando troppo, ascoltando jazz, confidandosi col vecchio Jay, che fa quasi da fratello maggiore per questi giovani malinconici, già delusi dalla vita. Finché un giorno, nei bagni del locale, il narratore non incontra una ragazza misteriosa. La riporta a casa, scopre che lavora nel vicino negozio di dischi, inizia a frequentarla: ma quando, senza dare spiegazioni, la ragazza cambierà lavoro e sparirà dalla sua vita, il protagonista capirà che fino ad allora era stato lui a confessarsi, a parlare delle sue ferite, di una ex che si è suicidata, senza mai penetrare il mistero di quell’affascinante fanciulla. Flipper, 1973 si svolge qualche anno dopo: il narratore è lo stesso, non è piú uno studente ma lavora in una piccola agenzia di traduzioni e convive con due gemelle arrivate nella sua vita da chissà dove. Ha perso i contatti col Sorcio, che invece passa ancora le sue serate al Jay’s Bar. Insomma, tutto sembra scorrere pacificamente, almeno fino all’arrivo di un misterioso flipper e alla partenza del Sorcio…
‘Un inedito distillato del maestro giapponese che vi scalderà il cuore. Questi libri vecchi e nuovi allo stesso tempo sono brevi ma non per questo esili’.
**’The Economist’**
‘La scrittura e, soprattutto, l’immaginazione di Murakami restano miracolosamente freschi dopo trentotto anni’.
**’London Evening Standard’**
‘Pubblicare questi due romanzi in un unico volume funziona perfettamente: sembrano i due lati di una stessa musicassetta. E quando un lato giunge al termine, l’altro è pronto per cominciare’.
**’The Huffington Post’**
(source: Bol.com)

Venti Di Passione

Serie The Florida
Divisi dalla guerra, uniti dal cuore.
Rhiannon ha fatto un sogno spaventoso: ha visto l’ufficiale sudista Julian McKenzie cadere sul campo di battaglia, compito a morte. Non le importa se è un nemico, è l’uomo che ama più di ogni altra cosa.
Che emozione il loro primo incontro, sotto il fuoco dei cannoni, e le avventure vissute insieme… Dolcissimi ricordi. Ma ora, affinchè la premonizione non si avveri, Rhiannon deve combattere per salvare il suo amore.

Venti di morte: Prima parte

L’impero Letherii — in mano alla corruzione e agli interessi personali — si sta sgretolando. L’imperatore Rhulad Sengar, circondato da delatori e agenti del suo venale cancelliere, precipita nella follia. Le cospirazioni abbondano e la polizia segreta imperiale conduce una campagna di terrore contro il suo stesso popolo. L’Errante è improvvisamente cieco riguardo al futuro, mentre forze orribili fiutano il caos e si avvicinano da ogni lato. Intanto, la grande flotta Edur è quasi giunta a casa con i suo carico di guerrieri reclutati in varie terre; tra essi ci sono Karsa Orlong e Icarium, entrambi destinati a incrociare la spada con lo stesso imperatore. Ma, attraversando mezzo, mondo i Tiste Edur hanno lasciato dietro di sé una lunga scia di sangue, e questa immane brutalità non può restare senza risposta. Per qualcuno ci deve essere una resa dei conti e il tutto è ben lontano dall’essere concluso. Anche il famoso Quattordicesimo malazan sta facendo vela verso il continente Edur…

I venti di Eartsea

La moglie di Alder il guaritore è morta, ma ogni notte invoca il marito dalle terre oltre il muro e tenta di attraversarne la soglia proibita. Nonostante il suo dolore, Alder comincia a temere che i trapassati cercheranno di entrare in massa in Earthsea, e per scongiurare il pericolo cerca l’aiuto di tre straordinari personaggi: Tehanu la donna bruciata, Tenar la sacerdotessa e il giovane Lebannen, apprendista re nel regno di Havnor. Insieme al drago Irian, capace di trasformarsi in donna, questo piccolo gruppo di eroi affronterà la rischiosa missione che ha come meta il Bosco Immanente di Roke, il luogo più sacro dell’arcipelago…
*Supplemento al n. 1484*

Venir giù

Attentato o cedimento strutturale? La causa è ignota, ma quel che è certo è che Lorenzo sta precipitando da altissima quota dopo che l’aereo su cui volava è andato in pezzi. Accanto a lui, dispersi nel cielo azzurro, fra valigie, sedili, bottigliette di Coca-cola e cinture di sicurezza, precipitano altri passeggeri. In Lorenzo, il terrore e il disorientamento lasciano a poco a poco spazio alla presa di coscienza di questo nuovo stato: venir giù. Mentre la vita di prima si allontana, e la morte pare avvicinarsi inesorabile, Lorenzo afferra al volo un impermeabile, che rallenta la sua caduta. Quando fa conoscenza con Serena, che precipita con compostezza e un certo stile, è istintivo per lui invitarla a condividere quel mezzo di fortuna. Insieme capiranno che fra il precipitare occasionale e quello quotidiano non corre poi grande differenza. E che nell’intervallo, comunque, c’è un mondo da scoprire. Dall’autore del bestseller *Adesso Basta*, un racconto inedito, leggero come il vento ma pregno come una nuvola, capace di trasportare il lettore molto lontano. Contiene degli estratti del nuovo romanzo di Simone Perotti, *Un uomo temporaneo*.
**
### Sinossi
Attentato o cedimento strutturale? La causa è ignota, ma quel che è certo è che Lorenzo sta precipitando da altissima quota dopo che l’aereo su cui volava è andato in pezzi. Accanto a lui, dispersi nel cielo azzurro, fra valigie, sedili, bottigliette di Coca-cola e cinture di sicurezza, precipitano altri passeggeri. In Lorenzo, il terrore e il disorientamento lasciano a poco a poco spazio alla presa di coscienza di questo nuovo stato: venir giù. Mentre la vita di prima si allontana, e la morte pare avvicinarsi inesorabile, Lorenzo afferra al volo un impermeabile, che rallenta la sua caduta. Quando fa conoscenza con Serena, che precipita con compostezza e un certo stile, è istintivo per lui invitarla a condividere quel mezzo di fortuna. Insieme capiranno che fra il precipitare occasionale e quello quotidiano non corre poi grande differenza. E che nell’intervallo, comunque, c’è un mondo da scoprire. Dall’autore del bestseller *Adesso Basta*, un racconto inedito, leggero come il vento ma pregno come una nuvola, capace di trasportare il lettore molto lontano. Contiene degli estratti del nuovo romanzo di Simone Perotti, *Un uomo temporaneo*.

Venere privata

Le piccole dee della società dei consumi muoiono nei prati di periferia, ed è quasi sempre inutile indagare. L’omertà salva gli sfruttatori. Ma Duca Lamberti pensa che sia necessario insistere, comunque: ‘Più ne schiacci e più ce ne sono. E va bene, tenerezza mia, ma forse bisogna schiacciarli lo stesso’. Venere privata, pubblicato per la prima volta nel 1966, è il primo romanzo della serie dedicata a Duca Lamberti. ‘Il mondo di Scerbanenco è un mondo completamente nero e immobile. I romanzi di Scerbanenco non conoscono nessun movimento, nessuno svolgimento. L’unico svolgimento riguarda il lettore, cui Scerbanenco somministra la realtà dei fatti a piccole dosi, poco per volta. Ma la realtà, l’orribile nera realtà c’è da sempre, è sempre quella e continuerà ad essere quella dopo che il teatrino del bene avrà chiuso il sipario. A chi, cittadino di questo disperatissimo mondo, non abbia propensione al suicidio, non restano che due vie: o la completa distrazione o l’assuefazione. La vita è una droga, o la combatti con altre droghe o l’assumi fino in fondo’. (dalla Prefazione di Luca Doninelli)

(source: Bol.com)