61025–61040 di 68366 risultati

Koko

Sono trascorsi ormai molti anni dalla fine della guerra in Vietnam quando quattro reduci appartenenti allo stesso plotone si ritrovano a Washington. Il motivo del loro incontro è legato proprio al passato che hanno in comune, improvvisamente rievocato da un agghiacciante fatto di cronaca. A Singapore si sta verificando un’efferata catena di inspiegabili delitti firmati da un misterioso killer che lascia su ogni vittima, orribilmente sfigurata, una carta da gioco sulla quale è scarabocchiato il nome Koko. Ed è questo particolare che convince i quattro amici di poter identificare l’assassino. Koko, infatti, richiama con chiarezza alle loro menti il volto di un ex commilitone, Tim Under-hill, rimasto in Oriente dopo la conclusione del conflitto e diventato scrittore. Decidono quindi di partire immediatamente per tornare laggiù e ritrovare quello che sembra essere soltanto un fantasma. Inizia così una tormentata avventura, che diventa ben presto un viaggio dalle tappe allucinanti, capace di illuminare le zone oscure della loro coscienza in cui si annida un tremendo episodio, la strage di un gruppo di bambini vietnamiti. Koko si trasforma perciò in qualcosa di più e di diverso da Underhill, diventa parte di loro, incarna atroci ricordi, traumi laceranti, ossessionanti sensi di colpa e desideri di espiazione.

Kiss

Proprio nei giorni in cui si sta celebrando il processo per l’uccisione di suo padre, il detective Steve Caralla dell’87° distretto è alle prese con una donna, Emma Bowles, scampata per miracolo a due tentativi di omicidio. E tutto fa pensare che il Killer ci riproverà. Dopo pochi giorni, però ,l’uomo accusato da Emma viene trovato ucciso e numerosi indizi fanno pensare a Martin Bowles. Ma Martin è un assassino o è il mandante dei falliti tentativi? Oppure è, a sua volta, il capro espiatorio di un piano diabolico? Per capirlo, per arrivare all’insospettabile colpevole, Carella deve trovarsi di fronte a una nuova e ancor più insospettata vittima. Nell’intrigo poliziesco di Ed McBain gli innocenti e i colpevoli, i morti e i vivi sono sempre e comunque i protagonisti di una tragedia senza fine. Alta tensione e grande umanità: lo stile nuovo dei thriller.

Kisaeng

Sono giovani, belle, ignare del loro fascino e lui le strappa alle famiglie. Lui è Park Song, detto “Sorriso”, un signore del crimine, un uomo di rara ferocia, di grande potere e di immense ricchezze. Le toglie alle famiglie e le addestra nell’antica arte dell’amore perché diventino delle perfette kisaeng, le gheishe coreane, il suo unico ideale di donna. Ma ancora di più, per Park Song queste ragazze toccano la perfezione nel momento della morte… l’affascinante Towny DaSilva sta per seguire questa funesta sorte. A meno che il detective della Polizia di New York, Manny Decker, non riesca a penetrare nel torbido mondo della tratta delle bianche e delle devianze sessuali per salvarla. Parallelamente deve indagare su un traffico internazionale di valuta che coinvolge i servizi segreti coreani. Le due indagini si intrecciano e Manny scoprirà che Song è un nemico pericolosissimo e disposto a tutto pur di poter continuare i suoi loschi affari e i suoi riti mortali.

Kintsugi L’arte segreta di riparare la vita

Il libro che tenete tra le mani vi invita a scoprire e a esplorare l’arte del kintsugi in tutte le sue sfumature. Questa antica tecnica, sviluppata in Giappone a partire dal quindicesimo secolo, consiste nell’utilizzare un metallo prezioso per riunire i pezzi di un oggetto di ceramica rotto, rendendolo così un’opera d’arte unica ed evidenziandone le crepe anziché nasconderle. La filosofia profonda del kintsugi, però, va ben oltre la semplice pratica artistica, e ci parla di guarigione e resilienza. Riparato con cura, l’oggetto danneggiato pare accettare e riconoscere i propri trascorsi e paradossalmente diventa più forte, più bello, più prezioso di quanto non fosse prima di andare in frantumi. Una metafora che, dipanandosi, illumina di nuova luce ogni processo di guarigione, riguardi esso una ferita fisica o emotiva. Così come la ceramica prende vita attraverso le linee di frattura, così anche noi possiamo imparare l’importanza della fragilità per crescere attraverso le nostre esperienze dolorose, valorizzarle e capire che sono proprio queste a renderci unici e preziosi.
**
### Sinossi
Il libro che tenete tra le mani vi invita a scoprire e a esplorare l’arte del kintsugi in tutte le sue sfumature. Questa antica tecnica, sviluppata in Giappone a partire dal quindicesimo secolo, consiste nell’utilizzare un metallo prezioso per riunire i pezzi di un oggetto di ceramica rotto, rendendolo così un’opera d’arte unica ed evidenziandone le crepe anziché nasconderle. La filosofia profonda del kintsugi, però, va ben oltre la semplice pratica artistica, e ci parla di guarigione e resilienza. Riparato con cura, l’oggetto danneggiato pare accettare e riconoscere i propri trascorsi e paradossalmente diventa più forte, più bello, più prezioso di quanto non fosse prima di andare in frantumi. Una metafora che, dipanandosi, illumina di nuova luce ogni processo di guarigione, riguardi esso una ferita fisica o emotiva. Così come la ceramica prende vita attraverso le linee di frattura, così anche noi possiamo imparare l’importanza della fragilità per crescere attraverso le nostre esperienze dolorose, valorizzarle e capire che sono proprio queste a renderci unici e preziosi.

KING

Assist. Tiro. Goal. Palla al centro.
La vita di Alexander King è tutta qui, perlomeno adesso. Il suo mondo è andato in frantumi da poco tempo e, nonostante il successo, vive ogni giorno con un unico obiettivo: essere un bravo papà e giocare al meglio delle proprie possibilità. Non può, non deve lasciare spazio a nessun altro sentimento. Eppure, il destino non sempre tiene conto dei buoni propositi. Thea, la nuova e bizzarra tata di Sophie, scatena in King uno sconvolgimento destabilizzante, tanto da incrinare del tutto le sue certezze.
Ma è possibile ricominciare a sperare?
Alexander è pronto a fidarsi di nuovo?
E se il passato tornasse, presentando conti troppo alti?
Novanta minuti di gioco a volte sono sufficienti per portare a casa una partita, ma spesso si rischia tutto ai rigori. E quelli fanno male, un male terribile se non si è preparati.
Sport Romance
CONCLUSIVO
**
### Sinossi
Assist. Tiro. Goal. Palla al centro.
La vita di Alexander King è tutta qui, perlomeno adesso. Il suo mondo è andato in frantumi da poco tempo e, nonostante il successo, vive ogni giorno con un unico obiettivo: essere un bravo papà e giocare al meglio delle proprie possibilità. Non può, non deve lasciare spazio a nessun altro sentimento. Eppure, il destino non sempre tiene conto dei buoni propositi. Thea, la nuova e bizzarra tata di Sophie, scatena in King uno sconvolgimento destabilizzante, tanto da incrinare del tutto le sue certezze.
Ma è possibile ricominciare a sperare?
Alexander è pronto a fidarsi di nuovo?
E se il passato tornasse, presentando conti troppo alti?
Novanta minuti di gioco a volte sono sufficienti per portare a casa una partita, ma spesso si rischia tutto ai rigori. E quelli fanno male, un male terribile se non si è preparati.
Sport Romance
CONCLUSIVO

Killer on-line

Peter Hobson è un esperto in ingegneria biomedica, quarantenne, affascinato dai problemi della vita dopo la morte e dalle possibilità di sopravvivenza che la tecnologia offre alla personalità umana. E infatti tutto comincia quando Hobson realizza un coraggioso esperimento per verificare le sue teorie sull’immortalità, creando tre simulazioni elettroniche di se stesso.
Al primo alter ego di Hobson è stata cancellata la memoria della sua esistenza fisica: è una simulazione dell’anima.
Al secondo è stata tolta la consapevolezza di invecchiare e di morire: è una simulazione dell’immortalità.
Il terzo invece è un alter ego normale, non modificato.
Ma i tre simulacri di Hobson non si accontentano di vivere nei ristretti confini della memoria di un computer e sono già fuggiti nell’universo sconfinato delle reti informatiche globali. Ma anche un’esistenza virtuale può non bastare, se la prospettiva è quella di interagire con il mondo vero e proprio…
Anzi, uno di loro ha già scoperto la propria vocazione: diventare un killer.

Kill?: romanzo di fantapolitica

Roma Centro, ore 12. L’esplosione è assordante. La grossa auto nera ha tamponato un camioncino. Subito esplode una granata. Da tre auto saltano giù quattro uomini armati, ma crollano a terra falciati da raffiche di mitra. Sono in due a sparare. Hanno il volto coperto da passamontagna grigi. Ma un passante interviene. Giacomo Elliot, promotore finanziario, blocca così un’azione terroristica e salva la vita al Presidente del Consiglio nonché uomo più ricco d’Italia, Silvio Berlusconi. Come accettarne però adesso l’imbarazzante gratitudine? Come difendersi dall’inevitabile vendetta che i terroristi cercano? E, soprattutto, come non pentirsi di non aver lasciato il Presidente al suo destino?

Kaspar, Il Bravo Soldato

Kaspar è un soldato che si attiene rigidamente al codice di regole militaresche. Un giorno il colonnello Krud gli affida l’incarico di sorvegliare un mulino in cima a un monte. Kaspar parte entusiasta per la missione, ma il mulino è solo un edificio diroccato. Il soldato costruisce una postazione esterna radunando certe casse di legno trovate sul posto. Si mette quindi di sentinella, ma durante la notte si addormenta. La mattina dopo viene svegliato da un ometto in compagnia di una mucca, già incontrati durante l’arrampicata al monte. L’ometto vince la resistenza di Kaspar e a poco a poco gli diviene amico. Scoppia la guerra: Kaspar vorrebbe recarsi a dar manforte ai suoi commilitoni, ma non può farlo senza un ordine preciso. Resta così sul monte, a sorvegliare la mucca, visto che l’ometto ha deciso di andare in battaglia. La città cade in mano nemica e l’ometto fa ritorno. Kaspar ritrova il suo amico e solo quando questi muore lascia il monte per trasferirsi nella sua catapecchia. Età di lettura: da 11 anni.
**

Karate killer

Questa volta, la Counter Force, la super-squadra che accetta le missioni di cui perfino la CIA ha paura, deve impedire l’assassinio del Premier cinese in visita negli Stati Uniti. A quanto pare, gli anticomunisti cinesi residenti in USA vogliono ucciderlo. Tre agenti spediti a Chinatown per indagare vengono massacrati a colpi di karatè. Qualcuno tenta anche di uccidere Adam Crown, il leggendario capo della Counter Force. E in città gira un grande esperto in arti marziali, Kan Mu, un uomo capace di uccidere con le mani nude, trasformandole in armi micidiali.

Kalki

Alter-ego femminile dell’autore, la bellissima Theodora Ottinger, asso dell’aria e autrice di Kalki best seller, riceve una strana offerta: recarsi nel Nepal a intervistare un misterioso personaggio carismatico che si fa chiamare Kalki e annuncia la fine del mondo. L’intrepida e bisessuale Teddy parte per Katmandu e in aereo incontra un bizzarro individuo, il dottor Ashok, indiano dell’India, il quale si proclama agente della CIA e afferma che Kalki è a capo di un colossale traffico di droga e possiede una grossa società. Religione, droga, affari, politica: Teddy si trova al centro di una enor me ragnatela d’interessi e intrighi. Allora è un ROMANZO GIALLO? In un certo senso… Secondo la mitologia indù, la comparsa del dio Kalki, ultima incarnazione di Visnù, significherà la distruzione dell’umanità e l’inizio dell’età dell’Oro. Ma il Kalki di Vidal non è certo quello delle antiche scritture indù. Se non altro, è americano, si chiama Kelly, è un ex esperto di guerra batteriologica; è anche molto bello, come del resto la dea Lakshmi, sua moglie, e Teddy s’innamora pazzamente anche di loro: ROMANZO EROTICO? C’è anche questo, ma non basta. L’inchiesta che Teddy conduce la porta a scoperte singolari, sempre più sconcertanti e divertenti. Cronista scanzonata dell’intera vicenda, la bella americana diventa a sua insaputa lo strumento materiale per realizzare quella fine del mondo che — sul serio — rientra nei piani divini (o diabolici) di Kalki-Kelly-Visnù. E la fine si verifica puntuale alla data prevista: il 3 aprile dell’anno prossimo. Ma non tutti scompaiono: ROMANZO DI FANTASCIENZA? Certo, ma anche avveniristico sul tipo di 1984, e altro ancora. Prima della fine del mondo, la nostra investigatrice ha modo di scoprire alcuni altarini della politica USA, di lanciare frecciate vidalliane a senatori e presidenti, di ironizzare su usi e costumi della società del benessere e dello spettacolo: non per niente la dea televisione non è meno ubiqua del dio Visnù, in questa singolare narrazione. Dunque: ROMANZO SATIRICO? Da un certo punto di vista, sì; ma qual è quel testo di Gore Vidal che non trasudi ironia e irrisione? Kalki è un riuscitissimo amalgama di tutti questi ingredienti, a edificazione e spasso del lettore. Ma la fine del mondo non segna la fine di questo affascinante romanzo. Tutt’altro! … Il bello viene dopo, in toni fra apocalittici e frivoli: d’una frivolezza agghiacciante e d’una rovinografia allegrissima, fino alla grande trovata finale che lascia sgomenti e… soddisfatti.

Kairos (Italiano)

A volte, il giorno più bello della tua vita è quello che non avresti mai potuto immaginare.
Joe Cohen ha dedicato gli ultimi due anni a una cosa sola: accudire e nutrire Kade Bosa, suo socio nella loro agenzia investigativa, coinquilino e migliore amico. Per lui Kade rappresenta il mondo, anche se alla loro relazione manca ciò che Joe desidera di più. Ma non vuole fare pressioni: Kade ha un passato travagliato, e Joe è abbastanza certo di essere l’unica cosa che gli impedisce di crollare.
Allontanato dalla sua stessa famiglia, Joe sa bene quanto sia importante tenere strette le persone a cui si vuole bene, ma non si sarebbe mai aspettato che il suo passato e il suo presente si scontrassero, e che la stessa cosa succedesse a Kade. La prova in cui si sono imbattuti potrebbe cambiare le loro vite, dal tragico passato di Kade al loro lavoro. E potrebbe persino regalare loro il futuro che Joe non avrebbe mai osato desiderare…
**
### Sinossi
A volte, il giorno più bello della tua vita è quello che non avresti mai potuto immaginare.
Joe Cohen ha dedicato gli ultimi due anni a una cosa sola: accudire e nutrire Kade Bosa, suo socio nella loro agenzia investigativa, coinquilino e migliore amico. Per lui Kade rappresenta il mondo, anche se alla loro relazione manca ciò che Joe desidera di più. Ma non vuole fare pressioni: Kade ha un passato travagliato, e Joe è abbastanza certo di essere l’unica cosa che gli impedisce di crollare.
Allontanato dalla sua stessa famiglia, Joe sa bene quanto sia importante tenere strette le persone a cui si vuole bene, ma non si sarebbe mai aspettato che il suo passato e il suo presente si scontrassero, e che la stessa cosa succedesse a Kade. La prova in cui si sono imbattuti potrebbe cambiare le loro vite, dal tragico passato di Kade al loro lavoro. E potrebbe persino regalare loro il futuro che Joe non avrebbe mai osato desiderare…

Kairos

A volte, il giorno più bello della tua vita è quello che non avresti mai potuto immaginare.

Joe Cohen ha dedicato gli ultimi due anni a una cosa sola: accudire e nutrire Kade Bosa, suo socio nella loro agenzia investigativa, coinquilino e migliore amico. Per lui Kade rappresenta il mondo, anche se alla loro relazione manca ciò che Joe desidera di più. Ma non vuole fare pressioni: Kade ha un passato travagliato, e Joe è abbastanza certo di essere l’unica cosa che gli impedisce di crollare.

Allontanato dalla sua stessa famiglia, Joe sa bene quanto sia importante tenere strette le persone a cui si vuole bene, ma non si sarebbe mai aspettato che il suo passato e il suo presente si scontrassero, e che la stessa cosa succedesse a Kade. La prova in cui si sono imbattuti potrebbe cambiare le loro vite, dal tragico passato di Kade al loro lavoro. E potrebbe persino regalare loro il futuro che Joe non avrebbe mai osato desiderare…

(source: Bol.com)

Kaelan

“Io sono il fondo, e non ho dovuto trascinarti. Ci sei finita da sola”.Kaelan Baker è uno tra i più acclamati chirurghi di New York. Un medico dall’indole glaciale che si nasconde dietro a una vita schematica e trova sicurezza nelle abitudini. Eppure, tolto il camice lui cambia nome e diventa un altro. Un uomo perverso e lussurioso, che consuma le sue voglie tra le ombre delle notti newyorkesi.Kaelan è tutte le maschere che si mette addosso, per questo non ha legami e non è amore ciò che cerca dalle donne. Lui vuole il controllo su tutto, sempre. Non ha mai rischiato di perdere la testa per nessuna, almeno fino a quando nella sua vita non arriva Hannah: audace, seducente, tenace, bellissima e… troppo giovane.Ma chi può essere Kaelan con lei?NB: il romanzo contiene scene di sesso

Kadath

Randolph Carter, il protagonista di questa straordinaria saga onirica, è in pratica l’alter ego di Lovecraft nella sua veste di esploratore del Mondo dei Sogni. Avido di conoscere le meravigliose città dalle cupole d’oro che tante volte ha intravisto tra la veglia e il sonno, il suo animo cede quando – turbato dalle acque troppo profonde – si trova a dover affrontare dei mostri terribili che all’uomo non è dato di poter combattere con successo. Questo romanzo, che molti giudicano l’opera migliore di Lovecraft, è la cronaca picaresca di tutta una serie di terribili avventure centrate sulla ricerca dello Sconosciuto Kadath.

Juti Manho la guerriera

Sono secoli ormai che una guerra feroce insanguina le mille isole dell’arcipelago. I Tewoniani, guerrieri coraggiosi, hanno opposto i loro scudi e le loro spade di legno al dilagare del male, ma hanno dovuto cedere sempre più terreno. Perfino Juti Manho, la donna-guerriero, è stanca di massacri e ha deciso di ritirarsi su un’isola, lontano dalla guerra. Per ottenere la pace interiore ha ucciso Niuhi, il grande squalo bianco, da millenni totem del suo clan, che le infondeva nelle vene magia e vigore guerriero. Ma Juti Manho è un’illusa, perché ad attenderla ci sarà la guerra. Il male continua imperterrito la sua avanzata, scandita dal sinistro rullare dei Tamburi dei Demoni, la cui eco scatena il terrore nell’animo dei Tewoniani. E la preda più ambita è proprio Juti Manho, perché la pelle di una così leggendaria guerriera sarebbe perfetta per la costruzione della più potente e malefica di tutte le armi: il Tamburo Madre. Ora solo una ragazzina che aspira a diventare guerriera e una creatura magica capace di cambiare forma a suo piacere si frappongono tra Juti Manho e il suo destino e la guerriera dovrà anche rievocare lo spirito famelico di Niuhi, il grande squalo bianco!
Ispirato alle tradizioni mitiche delle isole del Pacifico e scritto da un’antropologa che da anni vive su un’isoletta della Micronesia proprio per studiare i popoli di quella regione, Juti Manho la guerriera, costituisce una delle novità più eccitanti della fantasy.