60785–60800 di 65579 risultati

Un regno che è stato grande

L’inaugurazione della pionieristica Napoli- Portici, la prima linea ferroviaria italiana; la costruzione a Caserta della ”Versailles italiana ” e a Napoli del teatro San Carlo, tempio della musica di Rossini; l’istituzione della prima cattedra universitaria di economia e commercio; le opere di pensatori illuministi come Antonio Genovesi e Gaetano Filangieri; la meraviglia delle nuove scoperte negli scavi di Ercolano e Pompei. Sono solo alcuni aspetti del fervore economico e culturale che anima il Sud mentre al potere s’alternano cinque generazioni di Borboni, re di Napoli e di Sicilia. Sovrani cancellati dalla memoria insieme a un regno che è stato grande e subito dimenticato: una ”storia negata” dal Risorgimento, la cui storiografia ufficiale ha descritto il Mezzogiorno prima dell’unità come il regno dell’ignoranza, della paralisi economica, del parassitismo. Ma è stato davvero così? O non si tratta invece di un’immagine mistificata, costruita per celebrare la nascente epopea unitaria? Attraverso una ricostruzione puntuale e a tratti sorprendente, Gianni Oliva risponde a queste domande ripercorrendo un’esperienza politica che inizia nel 1734, quando Carlo di Borbone diviene re di Napoli e di Sicilia, e prosegue sino al 1861, quando l’ultimo re Francesco II, ormai sconfitto da Garibaldi, è costretto ad abbandonare Gaeta sotto le bombe piemontesi. Emerge così il profilo di una monarchia che, pur condizionata dai ritardi e dalle sopravvivenze feudali, è stata capace di esprimere apprezzabili tentativi di riforma e di ammodernamento. E di un Meridione per nulla ai margini dell’Europa, segnato dalle stesse fratture politiche e dalle stesse trasformazioni sociali che scuotono le altre nazioni fra Settecento e Ottocento: nel 1799 la Repubblica Partenopea di Vincenzo Cuoco e Luisa Sanfelice, nel 1820 i moti liberali guidati da Guglielmo Pepe, nel 1848 le barricate a Napoli e a Palermo, quando il ceto medio rivendica una maggiore partecipazione nella gestione del potere. Un racconto nel quale spiccano personaggi come Eleonora de Fonseca Pimentel, Luigi Settembrini, Carlo Pisacane, la cui eredità va rielaborata e inserita in una nuova prospettiva storica. Perché quella dei Borboni è un’epoca contraddittoria ma ricca, troppo frettolosamente archiviata come oscurantista; un’epoca che va restituita alla conoscenza nella sua integrità, guardando così al Mezzogiorno e al suo passato come risorsa e non come problema.

(source: Bol.com)

Un regalo sotto la neve

**Una favola indimenticabile di amore, segreti, bugie e seconde possibilità
Dall’autrice del bestseller *Un diamante da Tiffany***
Si dice che dietro ogni grande uomo ci sia sempre una grande donna. In effetti dietro tutti i personaggi più in vista di Londra c’è lei: Alex Hyde, consulente per il business delle eccellenze. È lei la donna a cui gli uomini più potenti della City si rivolgono quando hanno bisogno di una strategia per affrontare i momenti di stress. Quando le viene offerta una somma incredibile per rimettere in carreggiata il rampollo della famiglia proprietaria di una grande compagnia di whisky scozzese, Alex accetta senza esitazioni: è lavoro, potrebbe farlo anche a occhi chiusi. E invece… Nessuno degli uomini che ha affiancato è minimamente paragonabile a Lochlan Farquhar. L’erede delle distillerie Kentallen, infatti, non è abituato a sentirsi dire no. È un ribelle, e Alex deve trovare il modo di entrare nella sua testa, se non vuole che metta l’impresa di famiglia in ginocchio. Ma più si impegna per evitare il disastro, e più si rende conto che, per la prima volta nella sua vita, non è lei ad avere il controllo sulla situazione. E non è sicura che le dispiaccia.
**Quando le bugie finiscono può iniziare l’amore?
Numero 1 in italia
Un’autrice da oltre 400.000 copie in Italia**
«Colta, capace di gestire la propria immaginazione con la lucida professionalità di un orologiaio svizzero, Karen Swan sa bene come creare un bestseller.»
**Il Messaggero**
«La più improbabile delle storie d’amore dà vita a un libro emozionante sulle seconde possibilità.»
**Sunday Mirror**
«Una favola indimenticabile di amore, perdita e segreti. Un altro libro impeccabile di Karen Swan: mettetevi sotto le coperte e lasciatevi conquistare!»
**Heat**
**Karen Swan**
ha iniziato la carriera di giornalista di moda, prima di rinunciare a tutto per prendersi cura dei suoi tre figli e realizzare il sogno di diventare una scrittrice. La casa in cui vive si affaccia sulle splendide scogliere del Sussex. Con la Newton Compton ha pubblicato numerosi bestseller tra cui *Un diamante da Tiffany* (numero 1 nelle classifiche italiane), *Un regalo perfetto, Natale a Notting Hill, Il segreto di Parigi, Natale sotto le stelle* e *Una questione di cuore*. *Un regalo sotto la neve* è il suo ultimo successo arrivato in Italia.
**
### Sinossi
**Una favola indimenticabile di amore, segreti, bugie e seconde possibilità
Dall’autrice del bestseller *Un diamante da Tiffany***
Si dice che dietro ogni grande uomo ci sia sempre una grande donna. In effetti dietro tutti i personaggi più in vista di Londra c’è lei: Alex Hyde, consulente per il business delle eccellenze. È lei la donna a cui gli uomini più potenti della City si rivolgono quando hanno bisogno di una strategia per affrontare i momenti di stress. Quando le viene offerta una somma incredibile per rimettere in carreggiata il rampollo della famiglia proprietaria di una grande compagnia di whisky scozzese, Alex accetta senza esitazioni: è lavoro, potrebbe farlo anche a occhi chiusi. E invece… Nessuno degli uomini che ha affiancato è minimamente paragonabile a Lochlan Farquhar. L’erede delle distillerie Kentallen, infatti, non è abituato a sentirsi dire no. È un ribelle, e Alex deve trovare il modo di entrare nella sua testa, se non vuole che metta l’impresa di famiglia in ginocchio. Ma più si impegna per evitare il disastro, e più si rende conto che, per la prima volta nella sua vita, non è lei ad avere il controllo sulla situazione. E non è sicura che le dispiaccia.
**Quando le bugie finiscono può iniziare l’amore?
Numero 1 in italia
Un’autrice da oltre 400.000 copie in Italia**
«Colta, capace di gestire la propria immaginazione con la lucida professionalità di un orologiaio svizzero, Karen Swan sa bene come creare un bestseller.»
**Il Messaggero**
«La più improbabile delle storie d’amore dà vita a un libro emozionante sulle seconde possibilità.»
**Sunday Mirror**
«Una favola indimenticabile di amore, perdita e segreti. Un altro libro impeccabile di Karen Swan: mettetevi sotto le coperte e lasciatevi conquistare!»
**Heat**
**Karen Swan**
ha iniziato la carriera di giornalista di moda, prima di rinunciare a tutto per prendersi cura dei suoi tre figli e realizzare il sogno di diventare una scrittrice. La casa in cui vive si affaccia sulle splendide scogliere del Sussex. Con la Newton Compton ha pubblicato numerosi bestseller tra cui *Un diamante da Tiffany* (numero 1 nelle classifiche italiane), *Un regalo perfetto, Natale a Notting Hill, Il segreto di Parigi, Natale sotto le stelle* e *Una questione di cuore*. *Un regalo sotto la neve* è il suo ultimo successo arrivato in Italia.

Un Regalo Per Due

In un’atmosfera natalizia fatta di coccole e carezze si consuma un nuovo, piccantissimo capitolo di una storia romantica che fa sognare dalla prima all’ultima pagina.
Jack Eversea, giovane attore fantasia proibita di migliaia di fan, ha deciso di affrontare gli scheletri del passato che lo hanno tenuto per anni lontano dall’Inghilterra. Invita così Keri Ann, l’unica donna che abbia mai amato davvero, a trascorrere il Natale nella campagna londinese, a casa dei suoi. Ma Keri Ann è in ansia: non solo perché ha paura di volare, e nemmeno per l’emozione di incontrare la madre di Jack per la prima volta. Qualcosa di più profondo sta turbando il suo animo. Da quando, dopo sette mesi di separazione, Jack è tornato per riconquistarla, Keri Ann ancora fatica a fidarsi di lui e soprattutto non sa come conciliare la sua vita semplice ma fieramente indipendente nella minuscola Butler Cove con quella del divo di Hollywood. Dal canto suo anche Jack si chiede se Keri Ann abbia davvero voglia di affrontare quotidianamente paparazzi e stampa scandalistica, arrivando talvolta a mettere in dubbio il suo impegno per il loro futuro insieme. Fra mille incertezze solo la sincerità dei loro sentimenti sembra non essere in discussione. Ma basterà la forza dell’amore per contrastare le ombre che si aggirano minacciose sulla loro relazione? Quando anche quell’attrazione reciproca, così forte da non lasciare scampo, viene messa a dura prova da una vecchia casa scricchiolante e una mamma sempre presente al piano di sotto?

(source: Bol.com)

Un regalo per due

In un’atmosfera natalizia fatta di coccole e carezze si consuma un nuovo, piccantissimo capitolo di una storia romantica che fa sognare dalla prima all’ultima pagina.
Jack Eversea, giovane attore fantasia proibita di migliaia di fan, ha deciso di affrontare gli scheletri del passato che lo hanno tenuto per anni lontano dall’Inghilterra. Invita così Keri Ann, l’unica donna che abbia mai amato davvero, a trascorrere il Natale nella campagna londinese, a casa dei suoi. Ma Keri Ann è in ansia: non solo perché ha paura di volare, e nemmeno per l’emozione di incontrare la madre di Jack per la prima volta. Qualcosa di più profondo sta turbando il suo animo. Da quando, dopo sette mesi di separazione, Jack è tornato per riconquistarla, Keri Ann ancora fatica a fidarsi di lui e soprattutto non sa come conciliare la sua vita semplice ma fieramente indipendente nella minuscola Butler Cove con quella del divo di Hollywood. Dal canto suo anche Jack si chiede se Keri Ann abbia davvero voglia di affrontare quotidianamente paparazzi e stampa scandalistica, arrivando talvolta a mettere in dubbio il suo impegno per il loro futuro insieme. Fra mille incertezze solo la sincerità dei loro sentimenti sembra non essere in discussione. Ma basterà la forza dell’amore per contrastare le ombre che si aggirano minacciose sulla loro relazione? Quando anche quell’attrazione reciproca, così forte da non lasciare scampo, viene messa a dura prova da una vecchia casa scricchiolante e una mamma sempre presente al piano di sotto?

(source: Bol.com)

Un ragazzo tra noi

Luna e Sol, sorelle gemelle, sono uguali e allo stesso tempo diversissime: carnagione olivastra, lunghi capelli scuri, occhi un po’ a mandorla, ma con un carattere estroverso ed esuberante l’una, timido e riservato l’altra. Ed è forse questo equilibrio perfetto che le ha rese inseparabili. Quando però Luna perde la testa per un nuovo e misterioso studente arrivato a metà anno, il loro rapporto rischia di rovinarsi irrimediabilmente. E se invece anche per Sol fosse l’occasione giusta per trovare l’amore e imparare ad affrontare la vita con più spensieratezza? Tra esilaranti video di musical.ly, perfide compagne di classe, tornei scolastici, liti furibonde e prime cotte, Sol e Luna impareranno una lezione importante: nemmeno il ragazzo più carino della scuola potrà mai spezzare il legame che le unisce o forse sì?

(source: Bol.com)

Un pugno di cenere

###
Kenneth Fleming poteva avere tutto: ancora un passo e sarebbe diventato il più grande giocatore di cricket d’Inghilterra, avrebbe conquistato l’amore dei suoi sogni e avrebbe vinto la sua battaglia contro un destino iniquo e beffardo. E invece si è addormentato per sempre, lasciandosi alle spalle lo straziante rimorso di sua moglie Jean e il rancore e la solitudine delle altre donne che lo hanno amato. Troppe donne nella vita di Kenneth Fleming, e troppi misteri intorno alla sua morte. Ma Thomas Lynley, ispettore di Scotland Yard, è troppo onesto con se stesso per accettare la comoda spiegazione di un delitto perfetto, e troppo caparbio per lasciare che la verità svanisca per sempre in un pugno di cenere.
**

Un posto per me nel tuo cuore

On the heels of her bestselling *A Sudden Change of Heart*, here is a new novel from blockbuster author Barbara Taylor Bradford- about a woman finding herself and her place in life…in love…and in the world.
Valentine (Val) Denning is a young American photojournalist on the frontlines in Pec (a town in Kosovo), where she and her two colleagues- the British Tony Hampton and the American Jake Newburg- are covering the war. In a nightmarish ambush, all three are shot, and it is only when Val wakes up in a Belgrade hospital that she finds out that Tony, her lover, is dead. Equally upsetting, when she and Jake go to Tony’s funeral it becomes clear that Tony was still married and Val never knew. In the wake of this traumatic event, Val goes home to New York City where she realizes that her recent experiences have not only thrown her life in turmoil, but also dramatically shifted her perspective about her future.
The captivating narrative and page-turning excitement that have made Barbara Taylor Bradford an international bestseller are at their strongest here- especially as she grapples with world-scale issues: the horrors of war and how they can devastate families, lovers, countries.
More than anything, *Where You Belong* is about a young woman’s realization of her own inner strength and her ability to find her way in the world. With her signature compassion and narrative power, Barbara Taylor Bradford will once again capture the hearts of millions of readers.

Un Po’ Di Follia in Primavera: La Serie Dell’Allieva

«*Alessia Gazzola si conferma la regina del medical thriller italiano.*»
**la Repubblica**
«*I romanzi di Alessia Gazzola sono, per me, un bel cartoccio di patatine fritte cucinate a regola d’arte, croccanti e dorate, che dalla prima all’ultima pagina ti regalano una bella bolla di problemi altrui di cui impicciarti con l’implicita autorizzazione di chi te li racconta.*»
**TTL – La Stampa – Marco Malvaldi**
«*Alessia Gazzola è una scrittrice di incredibile talento. Grande tensione psicologica e un ritmo travolgente, vi terrà svegli tutta la notte!*»
**Jeffery Deaver**
«*Scritto bene, intelligente e fa morir dal ridere.*»
**Luciana Littizzetto**
Quella di Ruggero D’Armento non è una morte qualunque. Perché non capita tutti i giorni che un uomo venga ritrovato assassinato con un’arma del delitto particolarmente insolita. E anche perché Ruggero D’Armento non è un uomo qualunque. Psichiatra molto in vista, studioso e luminare dalla fulgida carriera accademica, personalità carismatica e affascinante…
Alice Allevi se lo ricorda bene, dagli anni di studio e dai seminari che ha frequentato con grande interesse, catturata dal magnetismo di quell’uomo all’apparenza rude ma in realtà capace di conquistare tutti con la sua competenza e intelligenza. E con le sue parole.
L’indagine su questo omicidio è impervia, per Alice, ma per fortuna non lo è più la sua vita sentimentale. Ebbene sì, Alice ha fatto una scelta… Ma sarà quella giusta?
**La serie dell’*Allieva*:**
* * *
*L’allieva*
*Un segreto non è per sempre*
*Sindrome da cuore in sospeso*
*Le ossa della principessa*
*Una lunga estate crudele*
***Un po’ di follia in primavera***
*Arabesque*
*Il ladro gentiluomo*
**
### Sinossi
«*Alessia Gazzola si conferma la regina del medical thriller italiano.*»
**la Repubblica**
«*I romanzi di Alessia Gazzola sono, per me, un bel cartoccio di patatine fritte cucinate a regola d’arte, croccanti e dorate, che dalla prima all’ultima pagina ti regalano una bella bolla di problemi altrui di cui impicciarti con l’implicita autorizzazione di chi te li racconta.*»
**TTL – La Stampa – Marco Malvaldi**
«*Alessia Gazzola è una scrittrice di incredibile talento. Grande tensione psicologica e un ritmo travolgente, vi terrà svegli tutta la notte!*»
**Jeffery Deaver**
«*Scritto bene, intelligente e fa morir dal ridere.*»
**Luciana Littizzetto**
Quella di Ruggero D’Armento non è una morte qualunque. Perché non capita tutti i giorni che un uomo venga ritrovato assassinato con un’arma del delitto particolarmente insolita. E anche perché Ruggero D’Armento non è un uomo qualunque. Psichiatra molto in vista, studioso e luminare dalla fulgida carriera accademica, personalità carismatica e affascinante…
Alice Allevi se lo ricorda bene, dagli anni di studio e dai seminari che ha frequentato con grande interesse, catturata dal magnetismo di quell’uomo all’apparenza rude ma in realtà capace di conquistare tutti con la sua competenza e intelligenza. E con le sue parole.
L’indagine su questo omicidio è impervia, per Alice, ma per fortuna non lo è più la sua vita sentimentale. Ebbene sì, Alice ha fatto una scelta… Ma sarà quella giusta?
**La serie dell’*Allieva*:**
* * *
*L’allieva*
*Un segreto non è per sempre*
*Sindrome da cuore in sospeso*
*Le ossa della principessa*
*Una lunga estate crudele*
***Un po’ di follia in primavera***
*Arabesque*
*Il ladro gentiluomo*

Un piccolo gesto crudele

Quando il professor Azhar scopre che la figlia di nove anni è scomparsa dalla sua casa di Londra insieme a quasi tutte le sue cose, non può che bussare disperato alla porta accanto e chiedere aiuto alla vicina e amica, il sergente Barbara Havers. Presto si scopre che a portar via la bambina è stata la madre, trasferitasi in Italia, a Lucca, per seguire il suo nuovo amore. In bilico tra i sentimenti e la ragione, Barbara si impegna a indagare ufficiosamente sul caso, ritrovandosi presto nei guai con i superiori a causa delle ingiustificate assenze dal lavoro. Qualche mese dopo, però, la bambina sparisce davvero da un mercato della città, e sul caso si accendono i riflettori dei media. Viene chiamata in causa Scotland Yard, e a indagare sul probabile rapimento della piccola è Thomas Lynley, mentore e superiore di Barbara. La Havers, dal canto suo, in questa vicenda sta mettendo a rischio la propria carriera, e forse molto di più: che cosa nasconde Azhar dietro l’immagine del padre affranto? Insieme a un ostinato ispettore italiano, Lynley e la Havers devono affrontare una situazione delicatissima, in cui si mescolano questioni razziali, difficoltà linguistiche e pregiudizi culturali, che si complica ulteriormente quando al mistero sul rapimento si aggiunge quello di una misteriosa morte…
**

Un passo dopo l’altro

Sullivan’s Crossing 2 Sullivan’s Crossing, una terra in un crocevia tra il Colorado e il Continental Divide, è il luogo giusto per chi cerca uno stacco rilassante dalla frenesia quotidiana, ma anche per chi ha bisogno di ripartire da capo con la propria vita. È un posto meraviglioso in cui le persone sono portate ad affrontare le proprie sfide con determinazione. Questo sta accadendo anche a Sierra Jones che si è trasferita lì per riallacciare i rapporti con suo fratello Cal e per riabilitarsi da un passato pieno di errori. Cerca la scossa giusta per rimettersi in piedi, ma ancora non vede chiaramente la strada da percorrere. Non volendo più dipendere da nessuno comincia a pensare a Sullivan’s Crossing come a un luogo in cui stabilirsi per sempre e reinventarsi completamente. Grazie al proprietario Sully, figura paterna e uomo adorabile, riscopre la forza per affrontare le verità che ha lasciato in sospeso e trova persino un lavoro. A questo si aggiungerà l’inaspettato incontro con Conrad Boyle, un vigile del fuoco sensibile e dolce che sarà in grado di guardare alla sua essenza come nessun altro prima.

(source: Bol.com)

Un passato imperfetto

Damian Baxter ha fatto davvero fortuna. Il suo nome compare spesso sul Sunday Times, nelle pagine della finanza. Con tutta la sua ingente fortuna, Baxter, però, non può nulla contro la malattia che lo sta consumando. Cancro al pancreas inoperabile, tre mesi di vita o giù di lì: è la sentenza accolta con britannico aplomb. L’unica cosa che gli rimane, nel poco tempo a disposizione, è esaudire un desiderio che si è fatto strada nella sua mente molti anni dopo l’arrivo di una lettera anonima: sapere se esiste da qualche parte un altro Baxter, un giovanotto cui lasciare il suo patrimonio, cinquecento milioni di sterline al netto delle imposte di successione. Quando si è sposato non ha tardato a scoprire la sua sterilità, conseguenza di una parotite che si era beccato durante un avventuroso viaggio giovanile in Portogallo. Ma prima della sfortunata malattia? Del resto, stando alla lettera a firma “La matta” che gli era arrivata, proprio una cosa simile potrebbe essere accaduta. Perché dunque non appurare la verità? Chiedendo l’aiuto magari del vecchio amico di Cambridge, lo scrittore non-troppo-famoso che sta con un’agente immobiliare irlandese? Certo, ci ha litigato con lo scrittore, durante un’esplosione di giovanile e incontrollata collera, acuita poi a bella posta dal desiderio di bruciarsi i ponti alle spalle. Ma chi altri potrebbe dargli una mano, visto che Damian Baxter non ha amici, poiché l’amicizia è sempre stata per lui un “tipo di rapporto incomprensibile”?
**

Un paradiso da morire

Finalmente, dopo anni di duro lavoro, il sicario di professione Henry Denard pianta baracca e burattini e, assieme alla seducente moglie Frances, decide di abbracciare uno stile di vita rilassato e gaudente. E proprio nel bel mezzo del mar dei Caraibi, sull’isoletta di Saint-Martin, trova una vita pigra, fatta di sole e spiagge bianche, tanti cocktail e buon sesso. Purtroppo per Henry e Frances, però, il buen retiro termina quando sull’isola sbarca l’ultima persona che vorrebbero rivedere: il boss mafioso Charles ”Charlie Wagons” Iannello, ultimo incarico di Henry nonché macchia enorme nel suo curriculum altrimenti impeccabile. Con il mandante dell’omicidio infuriato per il fallimento del piano, e la vittima designata a pochi passi dal loro bungalow, guardata a vista dagli agenti dell’FBI, la vita annaffiata di rum e sole della coppia comincia a complicarsi. Possibile che, per evitare l’imminente vendetta del mandante e continuare a godersi in pace i loro cocktail sotto le foglie di palma, i due debbano farsi amico proprio l’uomo che Henry ha provato a freddare? Un paradiso da morire ci concede una breve fuga ai tropici colma di pigrizia, vizi e venalità, ma con tutta l’emozione e la suspense di una black comedy. Cultore del cibo in tutte le sue declinazioni e divulgatore di fama mondiale, con questo crime dissacrante Anthony Bourdain si è dimostrato capace di soddisfare anche i palati più esigenti.

(source: Bol.com)

Un Paese Senza Tempo

Dall’esordio sulla Repubblica alla direzione dell’Unità. Vent’anni di storia italiana attraverso le cronache di Concita De Gregorio. Concita De Gregorio (Pisa, 1963) ha scritto dal 1989 al 2008 per la Repubblica, poi è diventata direttore dell’Unità. Ha pubblicato Non lavate questo sangue (Laterza, 2002; Sperling & Kupfer, 2006), Una madre lo sa (Mondadori, 2006) e Malamore (Mondadori, 2008).Si scrive Italia, si legge paese senza tempo. Nel Paese senza tempo non esistono calendari né agende. Nel paese senza tempo non si parla di diritti, di lavoro, di economia. Zero istruzione, zero ricerca, zero sviluppo. Riforme, pubblica amministrazione, cultura: zero.Nel paese senza tempo il calendario è fatto di fogli bianchi. Non ci sono appunti, né appuntamenti. Sui calendari del paese senza tempo non c’è niente in programma, niente da fare. Nel paese senza tempo le parole non hanno importanza. Il paese senza tempo è un paese senza realtà e senza vita. È un cadavere scosso da convulse contrazioni muscolari.Risse, litigi, male parole, parole urlate, parole al vento: solo segnali di vita apparente. E poi ti amo, e poi ti odio, e poi ti amo, e poi ti odio. E poi ti stimo, e poi ti schifo. È una vergogna! Giustizialisti! Non demonizziamo l’avversario anzi non nominiamolo, bisogna cercare un leader, abbiamo finalmente trovato un leader, bisogna cambiare leader, la sinistra non ha un leader, eccomi sono il nuovo leader. Vent’anni di cronache italiane. Vent’anni di patti, fatti, disfatti. E misfatti. Concita De Gregorio ce li racconta giorno dopo giorno. Montare i suoi pezzi, raccoglierli in questo libro, significa mettere in scena la realtà italiana degli ultimi vent’anni. Essere presenti a una cena tra potenti, mangiare con loro una crostata, vedere un pezzo di verdura incastonato tra i loro incisivi. Essere seduti tra i banchi della Camera o del Senato, tra gli umori, i rumori, i sudori. Osservare quello che esulta, quello che insulta, quello che fa un pisolino.Concita De Gregorio scruta i gesti, registra i sibili; e li racconta al lettore con precisione, dettagli inclusi. Perché è nei dettagli che s’annida un narratore. Così ce li mette sotto gli occhi. E in questo dramma italiano riesce persino a farci sorridere.

(source: Bol.com)

Un paese lontano

Cinque saggi brevi e compatti, che individuano alcuni concetti fondamentali della modernità, per riflettere criticamente sullo sviluppo planetario dell’egemonia culturale americana, accostando Whitman a Baudelaire, il western al film noir, Hemingway a Joyce, Miller a Brecht, oppure Vermeer a Hopper e Rembrandt a Warhol. Riflessioni critiche e puntuali analisi stilistiche evidenziano dissonanze, antitesi e conflitti, e compongono una sorta di breviario di educazione estetica, utile a illustrare le diverse realtà culturali e le metamorfosi delle forme artistiche all’interno di distinti contesti sociali, tra Vecchio e Nuovo mondo. Con una missione: risvegliare in ogni lettore il ‘senso di meraviglia per quel che la letteratura sa fare’, dimostrando soprattutto che ‘vale la pena studiare la letteratura, e non solo leggerla per piacere’.

‘Un sogno, o forse un’ossessione. Nulla deve fermare la marcia della carovana: una preghiera mormorata in fretta, e i morti vengono lasciati per sempre alle spalle; una bambina nasce, e dopo qualche ora è già sul carro. La vita è al tempo stesso implacabilmente quotidiana – sempre lí a far bollire il caffè, a rammendare calzini e lavare l’unica camicia decente – e del tutto imprevedibile: un pericolo che non viene tanto da altri esseri umani (benché il conflitto con gli ”indiani” compaia in quasi tutti i film sulla migrazione verso ovest), quanto dall’ostilità della natura: fa sempre troppo caldo, troppo freddo, troppo secco, troppo vento pioggia, polvere, neve, montagne, rapide ‘

‘L’opera di Edward Hopper è insieme una lontana eco di quella di Vermeer, e il suo rovesciamento. Anche qui, vita di ogni giorno: ma la vivacità dell’Olanda del Seicento è ricaduta nelle antiche associazioni del termine ”quotidiano”: un che di incolore, mesto, monotono, privo di storia. [ ] Una vita privata senza vita; e giú in strada, una sfera pubblica senza pubblico. Farmacia: chiusa. Domenica mattina: vuota. È domenica mattina, e dalle ombre si capisce che è presto, dunque è logico che non ci sia in giro nessuno. Ma in arte la causalità è sempre teleologia mascherata: nessuno aveva costretto Hopper a dipingere una farmacia dopo l’orario di chiusura, o una strada all’alba; se lo ha fatto, è perché voleva dipingere lo spazio pubblico come un deserto. È la vera e propria impresa dei Nottambuli: infilare quattro persone in un piccolo spazio – e farlo sembrare vuoto’.

(source: Bol.com)

Un padre è un padre

Un uomo che impara a essere padre, una donna che scopre di essere figlia. È l’estate del 1982, a Catania, stanno per iniziare i mondiali, alla radio Giuni Russo canta Un’estate al mare, e Paola ha appena perso sua madre. Prima di lasciarla, però, la donna le ha affidato un foglio con un indirizzo e un nome: quello dell’uomo che le ha abbandonate. Così Paola decide, a ventidue anni, di vincere il proprio rancore e incontrare per la prima volta sua padre, Roberto. Ed è un colpo di fulmine immediato: è impossibile odiare quell’uomo che sa subito come farsi amare, è impossibile non ammettere quella sintonia naturale e istantanea che subito si instaura tra loro. Paola si abbandona a una sensazione di pienezza mai provata, e finalmente può rivendicare con forza il diritto di avere un padre, l’orgoglio di essere una figlia. Ma c’è ancora qualcosa di molto più profondo, che Paola deve scoprire: una verità che arriva a sconvolgerle la vita e che dovrà imparare ad accettare per riuscire davvero a spalancare il cuore all’amore. Quello vero, che non tradisce mai.
**
### Sinossi
Un uomo che impara a essere padre, una donna che scopre di essere figlia. È l’estate del 1982, a Catania, stanno per iniziare i mondiali, alla radio Giuni Russo canta Un’estate al mare, e Paola ha appena perso sua madre. Prima di lasciarla, però, la donna le ha affidato un foglio con un indirizzo e un nome: quello dell’uomo che le ha abbandonate. Così Paola decide, a ventidue anni, di vincere il proprio rancore e incontrare per la prima volta sua padre, Roberto. Ed è un colpo di fulmine immediato: è impossibile odiare quell’uomo che sa subito come farsi amare, è impossibile non ammettere quella sintonia naturale e istantanea che subito si instaura tra loro. Paola si abbandona a una sensazione di pienezza mai provata, e finalmente può rivendicare con forza il diritto di avere un padre, l’orgoglio di essere una figlia. Ma c’è ancora qualcosa di molto più profondo, che Paola deve scoprire: una verità che arriva a sconvolgerle la vita e che dovrà imparare ad accettare per riuscire davvero a spalancare il cuore all’amore. Quello vero, che non tradisce mai.

Un osso in gola

Le cose non vanno troppo bene al Dreadnought Grill: lo chef è un tossicodipendente, il proprietario del ristorante deve dei soldi alla mafia che ha di fatto rilevato la gestione del locale, e l’FBI lo tiene sotto stretta sorveglianza progettando un’imminente retata. Per l’aiuto-cuoco Tommy Pagana, che deve il lavoro allo zio mafioso, pensare solo a cucinare diventa ogni giorno più difficile. Quando Cosa Nostra decide di usare la cucina del ristorante per un sanguinoso omicidio, niente di ciò che Tommy ha imparato alla scuola di cucina può aiutarlo ad affrontare quello che sta per scatenarsi Stretto tra i Federali da una parte e la malavita organizzata dall’altra, dovrà fare i conti con la propria coscienza evitando di farsi ammazzare.