59825–59840 di 75864 risultati

Discesa sulla Luna

Se avete letto Heinlein e Arthur C. Clarke, se sognate di essere un operaio specializzato che si guadagna lo stipendio lavorando sulla Luna, se una categoria come quella dei Moondogs vi affascina al punto che ne prendereste volentieri la tessera annuale, allora non c’è dubbio che siete le persone adatte. Adatte a seguire Allen Steele e i suoi uomini del futuro in questa perigliosa Discesa lunare, a sopravvivere tra le ombre nere e argento della superficie butterata del nostro satellite, a superare con coraggio le mille insidie del 2024. Un romanzo realistico come un libro di viaggio, fatto apposta per risvegliare in tutti il sogno, mai sopito, di conquistare lo spazio e vivere, finalmente, nell’opalina Luna.
Copertina: Oscar CHICONI

Il discepolo del lato oscuro

La Nuova Repubblica è riuscita a sottrarre il terribile Disintegratore Stellare all’Impero ma non c’è ancora pace per i pianeti della galassia: nuovi pericoli minacciano l’Accademia Jedi di Luke Skywalker e il potere della Forza.
**

Il disagio della libertà

In novant’anni di storia, dal 1922 al 2011, abbiamo avuto il Ventennio fascista e il quasi-ventennio berlusconiano: per poco meno di metà della nostra vicenda nazionale abbiamo scelto di farci governare da uomini con una evidente, e dichiarata, vocazione autoritaria. Perché? Una risposta possibile è che siamo un popolo incline all’arbitrio, ma nemico della libertà. Vantiamo record di evasione fiscale, abusi edilizi, scempi ambientali. Ma anche di compravendita di voti, qualunquismo: in poche parole una tendenza ad abdicare alle libertà civili su cui molti si sono interrogati. Da Leopardi a Carducci che dichiarava “A questa nazione, giovine di ieri e vecchia di trenta secoli, manca del tutto l’idealità”, fino a Gramsci che lamentava un individualismo pronto a confluire nelle “cricche, le camorre, le mafie, sia popolari sia legate alle classi alte”. Per tacere di Dante con la sua invettiva “Ahi serva Italia, di dolore ostello!” e di Guicciardini con la denuncia del nostro amore per il “particolare”. Con la libertà vera, faticosa, fatta di coscienza e impegno sembriamo trovarci a disagio, pronti a spogliarcene in favore di un qualunque Uomo della Provvidenza. L’ultima occasione perduta è stata Tangentopoli, una grande spinta di rivolta contro la corruzione cui non è seguita una stagione di rinnovamento, bensì un periodo tra i più bui della nostra democrazia. Pesa su questo atteggiamento la particolarità di una storia difficile e divisa. Lo spirito civico, infatti, non si improvvisa. La lealtà e l’orgoglio nazionale non si istituiscono per decreto. Ma se c’è un momento in cui avremmo bisogno di una svolta, di un empito d’orgoglio nazionale, è proprio l’attuale. Questo libro, un’indagine colta e curiosa su una pericolosa debolezza del nostro carattere, è anche un appello a ritrovare il senso alto della politica e della condivisione di un destino. La libertà, intesa come il rispetto e la cura dei diritti di tutti, non è un’utopia da sognare ma un traguardo verso cui tendere.

Il dio del fiume

Dopo secoli di pace laboriosa, trascorsi al ritmo del Nilo, l’Egitto sta per essere attraversato da un altro fiume, di sangue e di morte. Un fiume le cui sorgenti sono sia nel falso Faraone, il Pretendente Rosso, che minaccia l’unità del regno e la maestà del vero sovrano Mamose, sia in un’orda di popoli selvaggi che, con l’ausilio di misteriose creature veloci come il vento, saccheggia il Paese e si sta pericolosamente avvicinando a Tebe. Cinto d’assedio da nemici spietati e minato all’interno da oscuri intrighi, l’Egitto affiderà il suo destino a coloro che accoglieranno il richiamo “del dio del fiume”, del grande Nilo.

Il dio del fiume-Figli del Nilo-Il settimo papiro

Dal divino faraone Mamose a Tanus, il guerriero dai capelli di rame e dal braccio invincibile; dalla saggia e affascinante Lostris, costretta ad accettare lo scettro di un regno cui volentieri rinuncerebbe per amore di Tanus, alla principessa hyksos Mintaka; dall’impetuoso principe Nefer a Taita, lo scriba geniale ed enigmatico, fino alla folle avidità di Gotthold von Schiller e alla fierezza di Ryan Al Simma… Una lunga saga sulle rive del Nilo, che si srotola come un papiro fitto di amori, avventure, segreti, tradimenti, battaglie e passioni indomite. Il cofanetto raccoglie i tre volumi: “Il dio del fiume”, “Figlie del Nilo”, “Il settimo papiro”. **

Il dio del fiume-Figli del Nilo-Il settimo papiro

Dal divino faraone Mamose a Tanus, il guerriero dai capelli di rame e dal braccio invincibile; dalla saggia e affascinante Lostris, costretta ad accettare lo scettro di un regno cui volentieri rinuncerebbe per amore di Tanus, alla principessa hyksos Mintaka; dall’impetuoso principe Nefer a Taita, lo scriba geniale ed enigmatico, fino alla folle avidità di Gotthold von Schiller e alla fierezza di Ryan Al Simma… Una lunga saga sulle rive del Nilo, che si srotola come un papiro fitto di amori, avventure, segreti, tradimenti, battaglie e passioni indomite. Il cofanetto raccoglie i tre volumi: “Il dio del fiume”, “Figlie del Nilo”, “Il settimo papiro”. **

Il dio degli incubi

Cantrice della New York anni Sessanta e della borghesia colta di Manhattan, come dagli orizzonti caraibici in cui è cresciuta, nel 1990 Paula Fox ha dato alle stampe il suo ultimo romanzo, Il dio degli incubi, dedicandolo al Sud degli Stati Uniti. E’ il 1914 e Helen Bynum, ventitrè anni, per la prima volta lascia lo Stato di New York sulle tracce della zia Lulu, un’anziana scrittrice che vive rintanata a New Orleans. Intraprende così un viaggio iniziatico verso sud, fino ai polverosi incanti “della città del jazz” dove, tra le strade del French Market o gli artisti della bohéme, Helen arriverà a sacrificare al “dio degl incubi” la proprio innocenza e i proprio sogni.

La dinamica del capitalismo

In una prosa agile ed effervescente, Fernand Braudel traccia in questo libro l’itinerario della lunga avventura che ha portato alla formazione del mondo moderno. Un affresco in cui compaiono tutti i temi dell’ultima grande impresa dello storico francese: i tre volumi di «Civilisation matérielle, économie et capitalisme». Alla luce di una riflessione retrospettiva, stimolante e spesso provocatoria, sul mestiere di storico e le forme della narrazione storica, Braudel costruisce un caleidoscopio di immagini, in cui compaiono insieme il più piccolo dettaglio dei mondi sommersi della vita quotidiana e il grande respiro della storia dell’universo. Dal piccolo mercato di villaggio all’attività delle borse nelle fiere, dalle regolarità dell’economia di mercato alle avventure eccezionali del commercio a Lunga distanza e alle regole del gioco capitalistico nei suoi complessi le gami con le strutture del potere e le gerarchie sociali, Braudel traccia l’evoluzione verticale dei livelli dell’economia e la storia orizzontale delle economie-mondo: nebulose che disegnano la geografia-spazio-temporale della storia mondiale.
Indice: Introduzione all’edizione italiana, di A. Tenenti. – 1. Ripensando alla vita materiale. – 2. Economia di mercato e capitalismo. – 3. Capitalismo e divisione del mondo.

Dimmi chi sono

Quando Guillermo, un giovane giornalista di Madrid, riceve da una ricca zia l’incarico di indagare sulla vita della bisnonna Amelia Garayoa della quale non si sa più nulla da molti anni, non immagina quanto straordinaria sia l’esistenza di questa donna misteriosa e affascinante. Per riscattarla dall’oblio in cui è caduta, Guillermo ricostruisce la sua storia pezzo per pezzo, come un immenso e straordinario puzzle. Amelia, nata nel 1917 da un’ottima famiglia madrilena, dopo essersi infatuata di un rivoluzionario franco-spagnolo alla vigilia della Guerra civile, non esita ad abbandonare marito e figlio – il padre di Guillermo – facendo perdere le sue tracce e diventando un tabù per l’intera famiglia. Come ben presto Guillermo scoprirà, questo è solo l’inizio di un percorso estremamente avventuroso che la porterà in tutto il mondo: da Madrid a Barcellona, da Parigi a Mosca, attraverso Berlino, Londra, Varsavia, Buenos Aires e il Messico. Borghese e rivoluzionaria, sposa e amante, spia e assassina, Amelia è una donna fuori dal comune, un’antieroina per eccellenza, che attraversa da protagonista alcuni tra i maggiori eventi del Novecento, come la Seconda guerra mondiale, la Guerra fredda, la caduta del Muro di Berlino. Sempre al fianco degli uomini della sua vita e sempre fedele ai suoi principi, Amelia non smetterà di pagare in prima persona per le proprie contraddizioni e i propri errori. Ben costruito, dal tono vibrante e appassionato, Dimmi chi sono è un romanzo di spionaggio e intrigo allo stato puro, di amori tragici, avventura e storia, l¿opera più ambiziosa e personale di Julia Navarro, che regala al lettore pagine emozionanti e coinvolgenti.

Dimensioni Vietate

L’uomo che si mette a scherzare col fuoco e finisce scottato, se non addirittura carbonizzato, è un personaggio frequente in tutta la letteratura fantastica, e, oggi, in quella fantascientifica. Un tempo il “fuoco” poteva essere il Diavolo, la stregoneria, il soprannaturale; ma i pericoli escogitati dai nostri contemporanei De Camp e Kornbluth sono, senza offesa per i demoni del passato, più vari e imprevedibili. Dall’albero extraterrestre i cui frutti suscitano, in chi li mangia, scandalose reazioni, all’ospite galattico che avanza imbarazzanti pretese, dal campione di rubgby che una volta lanciato travolge tutto e tutti, al bisturi miracoloso di sospetta provenienza, questa antologia è un brillantissimo e prezioso catalogo di ciò che può succedere agli incauti, ai curiosi, agli ingenui, nel mondo tanto multiforme della fantascienza.

Il diluvio

Nonostante il titolo, e nonostante ciò che pensano gli abitanti di molti villaggi e città inglesi, questo non è un romanzo-cataclisma. L’acqua che minaccia la vita di migliaia di persone non viene dal cielo: il dottor Palfrey, che i lettori di Urania hanno già conosciuto, si trova anche qui di fronte a un mistero che ha insieme i caratteri della fantascienza e del thriller, impegnato a combattere una prodigiosa tartaruga artificiale e gli inesplicabili, oscuri scopi del suo creatore.
Contiene:
Il signor Larsen e il dottor Bayliss (Zone of Terror, 1960) di James G. Ballard
Copertina: Karel Thole

Il dilemma di Drizzt

Drizzt è un mitico eroe delle Lande di Ghiaccio, ed è il protagonista di una trilogia, dove l’eterno conflitto fra bene e male si concretizza nella lotta del nobile principe contro gli elfi oscuri, esseri vili e immorali che regnano sovrani nelle viscere della terra. In questo primo volume l’eroe, nato nella cupa città sotterranea di Menzoberranzan, è combattuto fra il desiderio di abbandonare il sottosuolo, rinnegando però così la propria stirpe, e continuare a lottare contro i suoi immondi dominatori. salute e fortuna.
**