59649–59664 di 75864 risultati

L’eredità celtica. Antiche tradizioni d’Irlanda e del Galles

Un ampio e serio saggio che, lungi dall’identificare la civiltà dei Celti con i simboli della New Age di altre interpretazioni alla moda, analizza le antiche tradizioni dell’Irlanda e del Galles attraverso i testi del francese Dumézil, del romeno Eliade, dell’austriaco Zimmer, dell’anglo indiano Coomaraswamy e, poi, dell’americano Campbell con riferimenti anche alle teorie dello psicologo svizzero Jung. I miti celtici sono visti dai due autori come dei serbatoi dell’immaginario collettivo occidentale, portatori di significati che non si possono completamente ricondurre alle categorie della ragione, o spiegare per mezzo della storia e della scienza.
**

Eredi di Matrix

È la notte tra il 20 e il 21 dicembre. Fa molto freddo e nevica. Giulia sta per partorire. Ma non può farlo, perché altrimenti suo marito ucciderà il bambino.
È il mattino del 21 dicembre. Al rintoccare di 12 colpi di campana, Manuela e Angelo, una giovane coppia che non riesce ad avere figli, trova un neonato abbandonato sugli scalini della chiesa e lo porta di nascosto a casa.
I due non hanno idea di chi sia il bambino. Lo scopriranno quando, in seguito, la loro vita verrà sconvolta per sempre.
Sullo sfondo della guerra interiore di Manuela si consuma una guerra tra ex agenti governativi ribelli e l’Organizzazione che governa il mondo. Una guerra che coinvolgerà, loro malgrado, Manuela, Mattia e Antonio (una persona che entrerà a far parte delle loro vite).
Le rivelazioni, gli incontri e gli scontri che si susseguono porteranno Manuela a conoscere la “verità” sul destino dell’umanità e del mondo, prossimo a un cambiamento epocale.

Gli eredi della terra

Before becoming one of today’s most intriguing and innovative mystery writers, Kate Wilhelm was a leading writer of science fiction, acclaimed for classics like The Infinity Box and The Clewiston Test.
Now one of her most famous novels returns to print, the spellbinding story of an isolated post-holocaust community determined to preserve itself, through a perilous experiment in cloning. Sweeping, dramatic, rich with humanity, and rigorous in its science, Where Later the Sweet Birds Sang is widely regarded as a high point of both humanistic and “hard” SF, and won SF’s Hugo Award and Locus Award on its first publication. It is as compelling today as it was then.

Gli eredi della Luna

Un giovane scienziato, Cliff Saunders, ha sposato, una deliziosa creatura, Lucy. Una piccola donna delicata come un ninnolo prezioso, una di quelle «donnine bambola» che commuovono gli uomini per la loro fragilità e la loro ingenuità. Lucy non si è mai interessata di problemi scientifici, non ha nessuna idea di cosa sia un atomo, una centrale elettrica è per lei soltanto un mostruoso groviglio di cavi e di macchine spaventosamente ronzanti, e un disegno tecnico rappresenta ai suoi occhi l’indecifrabile rebus proposto da una maligna Sfinge. Eppure un giorno Lucy si mette a discutere con il marito di radiazioni cosmiche, dell’impiego pratico delle più complicate leggi matematiche, di audaci progetti tecnici. E ne discute con la competenza del più autorevole uomo di scienza, dando dei punti persino al marito che pure, nel suo campo è di una eccezionale abilità. Non solo, ma la fragile donnina che sveniva con la facilità di un’eroina dell’ottocento, si è trasformata al punto da sopportare disagi e fatiche addirittura con indifferenza. Cliff si rifiuta di credere ai suoi occhi e alle sue orecchie, ma col passare dei giorni deve pure arrendersi all’evidenza: Lucy è completamente e profondamente cambiata. Ma in che modo? E perché? Che c’entri per caso l’incomprensibile complesso elettrico di cui i due giovani scoprono l’esistenza nel sottosuolo della loro piccola casa di campagna? Comunque sia, è un bene per Cliff che la moglie abbia subìto quell’inspiegabile trasformazione, perché in caso contrario il troppo furbo Vilgarth raggiungerebbe il suo odioso scopo. E Raquilo non potrebbe portare a termine la sua delicata missione. Chi siano Vilgarth e Raguilo, quale sia lo scopo dell’uno e quale la missione dell’altro, lasciamo, ai lettori di scoprire, per non sciupare il gusto della sorpresa. Diciamo soltanto che « Gli eredi della Luna » è un romanzo facile e divertente, pieno di imprevisti e denso di drammatiche avventure. E’, insomma, un tipico romanzo alla Vargo Statten.
Copertina di Curt Caesar

Gli Eredi dell’Eden

Gli sterminati spazi di Passo Chaka erano l’Eden. Mark Anders vi è cresciuto libero e brado. Il nonno, che si è preso cura di lui quando è rimasto orfano, gli ha insegnato ad amare tre cose: la natura, la libertà, la carabina. Tre amori che segneranno la sua vita, dalle foreste incontaminate del Sudafrica, al fronte francese della Grande Guerra, agli intrighi dell’alta finanza sudafricana. Quando torna dal fronte, Mark non è più lo stesso. Era un ragazzo, ora è un uomo. Nella sua vita è passato l’orrore della guerra, ma è passata anche l’amicizia di un uomo straordinario: Sean Courteney. Anche Andersland, la fattoria in cui è cresciuto, non è più la stessa. La casa è abbandonata, la foresta è stata spazzata via, i pascoli sono divenuti terreni coltivabili. L’Eden rischia di scomparire. Il nonno – gli dicono – ha venduto tutto prima di morire in un incidente di caccia. Ma Mark non può crederci e lancia la sua sfida. Una sfida che lo porterà a raggiungere la verità e a intrecciare la propria vita con quella della famiglia Courteney. Con il vecchio e potente Sean, in cui troverà un nuovo padre, e con i suoi figli. La fanciulla Storm, viziata e capricciosa, che si trasformerà in una moglie amorosa e fedele. Il giovane, ricchissimo e spietato Dirk, che diventerà un nemico implacabile. La cupidigia di Dirk e dei nuovi ricchi sudafricani vuole distruggere definitivamente l’Eden in cui Mark è stato ragazzo, povero e felice: la sfida non può essere che mortale.
**ENTRA A FAR PARTE DEL CLUB DEI LETTORI DI WILBUR SMITH SU:
WWW.WILBURSMITH.IT
CURIOSITÀ, ANTEPRIME, GADGET E CONTENUTI GRATUITI IN ESCLUSIVA**
(source: Bol.com)

L’erede di Ahina Sohul

Il Signore delle Nebbie con il suo esercito di amorphi ha assaltato la città di Ahina Sohul, capitale delle terre di Nadesh, usurpato il potere del re e messo sul trono Pseudos, alleato delle forze del male. Quindici anni dopo, il custode Galdwin parte alla ricerca del giovane Bedwyr, vero erede al trono di Ahina Sohul, sopravvissuto al massacro della famiglia reale. Lo trova a Batilan, dove conosce anche Eynis, una ragazza dal passato misterioso e dalle incredibili doti. Bedwyr ed Eynis si uniranno ai rappresentanti delle cinque Razze Libere: Uomini, Elfi, Lupi, Nani e Draghi. Insieme cercheranno di ritrovare le pagine perdute del Libro del Destino, il libro profetico in grado di rivelare a chi lo possiede le sorti della Terra di Nadesh. Età di lettura: da 14 anni.

Eragon, Tome 3 : Brisingr

Eragon a une double promesse à tenir : aider Roran à délivrer sa fiancée, Katrina – prisonnière des Ra’zacs -, et venger la mort de son oncle Garrow. Saphira emmène les deux cousins jusqu’à Helgrind, repaire des monstres. Or, depuis que Murtagh lui a repris Zar’oc, l’épée que Brom lui avait donnée, Eragon n’est plus armé que du bâton du vieux conteur. Cependant, depuis la Cérémonie du Sang, le jeune Dragonnier ne cesse de se transformer, acquérant peu à peu les fabuleuses capacités d’un elfe. Et Roran mérite plus que jamais son surnom de Puissant Marteau. Quant à Saphira, elle est une combattante redoutable. Ainsi commence cette troisième partie de l’Héritage, où l’on verra l’intrépide Nasuada, chef des Vardens, subir avec bravoure l’épreuve des Longs Couteaux ; les Vardens affronter les soldats démoniaques de Galbatorix ; Arya et Eragon rivaliser de délicates inventions magiques ; Murtagh chevauchant Thorn, son dragon rouge, batailler contre Eragon et Saphira. On s’enfoncera dans les galeries souterraines des nains ; on se laissera séduire par Nar Garzhvog, le formidable Urgal, et par l’énigmatique Lupusänghren, l’elfe au pelage de loup ; on retrouvera avec bonheur Oromis et Glaedr, le dragon d’or ; on constatera avec jubilation que Saphira montre toujours un goût certain pour l’hydromel. Et on saura enfin pourquoi le roman porte ce titre énigmatique : Brisingr, Feu en ancien langage.
**

L’epopea dei harafish

Tra moschee e caffè, fumerie di oppio e case di matrone, si narra la drammatica storia dei Naghi, famiglia di umili origini che, attraverso diverse generazioni, passa più volte da momenti di gravi difficoltà economiche a periodi di benessere legati al raggiunto potere e al conseguente prestigio, per poi ripiombare nella miseria a causa della dissolutezza. La storia ha inizio con Ashur, un trovatello che, diventato “futuwwa”, “guappo”, si dà una sua linea di condotta consistente nell’imporre il “pizzo” ai ricchi per aiutare i harafish, i più poveri e bisognosi. Ashur assurge pertanto, agli occhi della sua gente, a simbolo di giustizia e di fede e i suoi giorni saranno considerati dai harafish come i “loro” giorni di gloria.
**

Entra nella mia vita

Madrid. Il sole estivo illumina la casa piena di fiori. È pomeriggio e la piccola Veronica approfitta di un breve momento di solitudine per spiare tra le cose dei genitori. Apre una cartella piena di documenti, e scorge una foto. La estrae con la punta delle dita, come se bruciasse. Non l’ha mai vista prima. Ritrae una ragazzina poco più grande di lei, con un caschetto biondo, una salopette di jeans e un pallone tra le mani. Veronica è confusa, ma il suo intuito le suggerisce che è meglio non fare domande, non adesso che la mamma è sempre triste. Anno dopo anno, Veronica si convince sempre più che le discussioni e i malumori in casa sua nascondano qualcosa di cui nessuno vuole parlare. E che l’enigma di quella foto, di quella bambina sconosciuta, c’entri in qualche modo. Ma quando Veronica diventa una donna, decisa e tenace, non può più fare finta di niente. La malattia della madre la costringe a fare i conti con un passato di cui non sa nulla, un passato rubato che la avvicina sempre di più alla bambina misteriosa della fotografia. Ritrovarla è l’unica strada per raggiungere la verità. Una verità che, forse, ha un prezzo troppo alto. E quando Veronica trova la bambina, ormai una donna anche lei, capisce che la strada è tutt’altro che percorsa, che il mistero è tutt’altro che svelato. Ma soprattutto capisce che c’è qualcuno disposto a tutto pur di ostacolarla nella sua ricerca. Non le rimane che affidarsi a sé stessa, al suo intuito e al suo coraggio. Perché districare il groviglio di bugie e manipolazioni sarà molto, molto pericoloso. Entra nella mia vita è l’ultimo romanzo di Clara Sánchez, il più maturo e più importante, scritto dopo l’incredibile successo del Profumo delle foglie di limone – 500.000 copie vendute e ancora nella classifica dei libri più venduti dopo due anni dall’uscita –, e l’ha consacrata come l’autrice più letta del momento. Balzato in cima alle classifiche spagnole, ha scosso l’opinione pubblica per la sua forza dirompente. Una storia di tradimenti e di menzogne, di colpa e di innocenza, di verità e di fiducia, che ha come protagoniste due anime inquiete legate dal filo invisibile di un amore incrollabile.

(source: Bol.com)

Enigma1973

Nulla vieta di applicare alla narrativa di FS la tecnica del romanzo poliziesco; ma bisogna allora rispettare le regole del gioco, e innanzitutto questa: che il “colpevole” del’ultima pagina non sia un personaggio del quale, praticamente, non s’era mai parlato. Nel “giallo” di FS, cioè la chiave del mistero non dovrà mai consistere in qualsiasi extraterrestre o gruppo di extraterrestri che sbucano fuori all’ultimo minuto, come nel “giallo” poliziesco l’assassino non dovrà mai essere un lontano parente emigrato trent’anni prima in Australia. Il lettore vedrà come Mark Phillips abbia perfettamente rispettato questa regola: grazie soprattutto al suo talento narrativo, ma grazie anche a… Kenneth J. Malone, agente speciale dell’FBI.

L’enigma della sindone

Los angeles. Uno spietato serial killer sta terrorizzando la città. L’ultima vittima è Tamara Jacobs, sceneggiatrice di Hollywod. La donna è stata legata e torturata, e il suo corpo è stato abbandonato in mare a Manhattan Beach. La polizia cerca un efferato assassino, uno squilibrato, capace di mimetizzarsi e far perdere del tutto le sue tracce. Ma quando il tenente Mitzi Fallon e l’ispettore Karakandez cominciano a indagare sul caso, scoprono che dietro l’omicidio di Tamara Jacobs potrebbe esserci qualcosa di più. A insospettirli è la sceneggiatura a cui la vittima stava lavorando prima di morire: un film rivelazione sulla Sacra Sindone, il misterioso lenzuolo funebre in cui venne avvolto il cadavere di Gesù Cristo. Dalla California a Torino, al Vaticano, in un crescendo di ipotesi e colpi di scena, i due poliziotti seguiranno le tracce della reliquia religiosa più celebre e controversa di tutti i tempi, alla ricerca di una verità sconvolgente, che qualcuno vorrebbe mettere a tacere per sempre.
**

Enigma 1973

Nulla vieta di applicare alla narrativa di FS la tecnica del romanzo poliziesco; ma bisogna allora rispettare le regole del gioco, e innanzitutto questa: che il colpevole dell’ultima pagina non sia un personaggio del quale, praticamente, non s’era mai parlato. Nel giallo di FS, cioè, la chiave del mistero non dovrà mai consistere in qualsiasi extraterrestre o gruppo di extraterrestri che sbucano fuori all’ultimo minuto, come nel «giallo» poliziesco l’assassino non dovrà mai essere un lontano parente emigrato trent’anni prima in Australia. Il lettore vedrà come Mark Phillips abbia perfettamente rispettato questa regola: grazie soprattutto al suo talento narrativo, ma grazie anche a… Kenneth J. Malone, agente speciale dell’FBI.
Copertina di Karel Thole

Eneide

Nel suo testamento Virgilio disponeva che l’Eneide fosse bruciata. A trarla in salvo fu chi gliela aveva commissionata: l’imperatore Augusto. Ma nei suoi versi il poeta non celebra le gesta di Augusto e la storia contemporanea di Roma; si rifugia invece nel mito, narrando la vicenda dolorosa di un eroe che, in obbedienza alla volontà degli dei e soffocando i propri sentimenti, va insieme alla sua gente in cerca di una nuova patria nella terra del tramonto: l’Esperia. Con l’Eneide Virgilio portò alla massima espressione il legame di mito e storia che caratterizza così peculiarmente la cultura e la psicologia dell’antica Roma.
(source: Bol.com)

L’enciclopedia finale 1°

Gordon R.Dickson – Enciclopedia Finale 1° (The Final Encyclopedia, 1984)
Con L'Enciclopedia Finale, senz'altro l'opera più impegna-tiva di Gordon R. Dickson, il celebre ciclo dei Dorsai entra nella sua fase culminante, e si conferma come uno dei più grandi affreschi di storia futura.
Per oltre quattro secoli, la razza umana ha sviluppato nuove culture sui pianeti delle stelle vicine. Ma ora si sta facendo largo una stirpe sconosciuta, gli Altri, nata da un incrocio fra le tre Culture Separate: i Dorsai, gli Esotici e gli Amici. Gli Altri rappresentano il meglio delle tre Culture, e con il loro potere carismatico stanno rapidamente guadagnando il controllo delle società umane sui quattordici mondi abitati, sotto la guida del diabolico e irriducibile Bleys Ahrens. Ma come interpretare l'avvento di questa nuova razza di ibridi? È la nascita di una nuova cultura, o un dominio che rischia di soffocare le spinte dell'evoluzione? Solo un individuo è in grado di scoprire la verità e di affrontare gli Altri ad armi pa-ri: Hal Mayne. Ma Hal è solo un ragazzo, ignaro delle proprie origini (un orfano abbandonato a bordo di un'astronave), che viene cresciuto sulla Vecchia Terra da tre straordinari tutori, Malachi, Obadiah e Walter, in grado di offrirgli il meglio delle virtù e delle abilità delle tre Culture. Ma quando i suoi tutori vengono assassinati da un'incursione degli Altri, le sorti del ragazzo sono segnate. Braccato dal temibile Bleys Ahrens e costretto a fuggire, Hal scopre di essere il fulcro di una misteriosa catena di eventi. Il suo desiderio è intrecciato con quello dell'Enciclopedia Finale, una costruzione inaudita che racchiude l'intero scibile umano, ma i tempi non sono ancora maturi. Hal deve fuggire, e la sua odissea è in realtà una lunga e tormentata iniziazione che, dalle micidiali miniere di Coby, lo porta a lottare a fianco dei guerriglieri di Harmony. Hal deve crescere e imparare, perché molto presto sarà chiamato a svolgere un ruolo decisivo per le sorti dell'evo-luzione umana.