59185–59200 di 72802 risultati

Il Rapporto Semtex

L’agente Frank Tomos, detective del Federal Bureau of Investigation, segue da tre mesi la scia distruttiva tracciata da una serie di attentati portati a segno nell’area più nota di New York: il distretto di Manhattan. La prima esplosione è avvenuta in Lexington Avenue, nel sottopasso che conduceva alla linea 6 della metropolitana. 8 le vittime e 16 i feriti. Tra i deceduti è stato identificato il giornalista d’assalto Warren Griffith del New York Post. La seconda esplosione, a sole tre settimane di distanza, colpisce l’esterno del “FLORIO’S Restaurant”, sito in Grand Street. Al primo bollettino si aggiungono 4 morti e 6 feriti. Tra i deceduti figura il nome di Jeremy Kinnear, noto avvocato che operava nella zona di Wall Street. Sull’onda delle ipotesi iniziali, una vecchia e lugubre ombra sembra stagliarsi minacciosa sulla Grande Mela, oltre il fumo e l’odore di paura generati dalle improvvise deflagrazioni… Forse il suo nome è tornato. Magari in un’altra veste e con un altro viso: Un nuovo, pazzo sanguinario che riporta alla mente la storia del famoso UNABOMB.
Diversi son gli elementi ad avallare questa teoria:
1) Nessuna rivendicazione a mezzo stampa.
2) I luoghi prescelti non figurano tra i punti rappresentativi dell’egemonia americana nel mondo.
3) La quantità di esplosivo utilizzata è ridotta rispetto a quella adoperata di solito in precedenti attacchi terroristici.
Dopo un iniziale interessamento, l’Agenzia Investigativa Centrale (C.I.A.), sicura di poter escludere eventuali implicazioni da parte di forze estremiste d’oltreoceano, passa la questione e l’onere delle investigazioni al dipartimento di polizia federale.
Ma gli attacchi a base di SEMTEX non sono ancora finiti. A due mesi dalla prima esplosione, una nuova detonazione viene registrata in un parcheggio bus- auto situato a pochi isolati dalla 43esima strada. Questa volta si registra un’unica vittima: Sara Gouldstein, bioricercatrice della SunLab Inc. e figlia del magnate dell’editoria Mason Gouldstein, proprietario del terzo colosso editoriale degli States.
Annaspando fra le indagini e riportando a galla vecchie ombre del passato, il federale e la sua task force di fidati collaboratori daranno inizio a una spietata caccia all’uomo senza respiro, lanciandosi in un inseguimento destinato a un epilogo davvero sorprendente.
sito dell’autore:
www.fabiosorrentino.altervista.org
**
### Sinossi
L’agente Frank Tomos, detective del Federal Bureau of Investigation, segue da tre mesi la scia distruttiva tracciata da una serie di attentati portati a segno nell’area più nota di New York: il distretto di Manhattan. La prima esplosione è avvenuta in Lexington Avenue, nel sottopasso che conduceva alla linea 6 della metropolitana. 8 le vittime e 16 i feriti. Tra i deceduti è stato identificato il giornalista d’assalto Warren Griffith del New York Post. La seconda esplosione, a sole tre settimane di distanza, colpisce l’esterno del “FLORIO’S Restaurant”, sito in Grand Street. Al primo bollettino si aggiungono 4 morti e 6 feriti. Tra i deceduti figura il nome di Jeremy Kinnear, noto avvocato che operava nella zona di Wall Street. Sull’onda delle ipotesi iniziali, una vecchia e lugubre ombra sembra stagliarsi minacciosa sulla Grande Mela, oltre il fumo e l’odore di paura generati dalle improvvise deflagrazioni… Forse il suo nome è tornato. Magari in un’altra veste e con un altro viso: Un nuovo, pazzo sanguinario che riporta alla mente la storia del famoso UNABOMB.
Diversi son gli elementi ad avallare questa teoria:
1) Nessuna rivendicazione a mezzo stampa.
2) I luoghi prescelti non figurano tra i punti rappresentativi dell’egemonia americana nel mondo.
3) La quantità di esplosivo utilizzata è ridotta rispetto a quella adoperata di solito in precedenti attacchi terroristici.
Dopo un iniziale interessamento, l’Agenzia Investigativa Centrale (C.I.A.), sicura di poter escludere eventuali implicazioni da parte di forze estremiste d’oltreoceano, passa la questione e l’onere delle investigazioni al dipartimento di polizia federale.
Ma gli attacchi a base di SEMTEX non sono ancora finiti. A due mesi dalla prima esplosione, una nuova detonazione viene registrata in un parcheggio bus- auto situato a pochi isolati dalla 43esima strada. Questa volta si registra un’unica vittima: Sara Gouldstein, bioricercatrice della SunLab Inc. e figlia del magnate dell’editoria Mason Gouldstein, proprietario del terzo colosso editoriale degli States.
Annaspando fra le indagini e riportando a galla vecchie ombre del passato, il federale e la sua task force di fidati collaboratori daranno inizio a una spietata caccia all’uomo senza respiro, lanciandosi in un inseguimento destinato a un epilogo davvero sorprendente.
sito dell’autore:
www.fabiosorrentino.altervista.org

Rapita: Innamorata di un criminale

Seconda parte della serie: Rapita.
E se quel ragazzo a cui hai dato la vita e rischiato il tutto e per tutto per salvarlo, all’improvviso si svegliasse e ti dicesse che non vuole più stare con te, tu cosa faresti?
Segreti, paure e demoni del passato girano ancora intorno a J che preferisce allontanarsi da Eleanor per non farla soffrire. Ma qualcosa di terrificante li sta attendendo. Sarà l’inizio di una nuova unione tra i due o la spinta che lo farà sprofondare giù senza più trovare una via d’uscita?
Emozionante, inaspettato e irresistibile.
Questa seconda parte vi rapirà completamente!
**
### Sinossi
Seconda parte della serie: Rapita.
E se quel ragazzo a cui hai dato la vita e rischiato il tutto e per tutto per salvarlo, all’improvviso si svegliasse e ti dicesse che non vuole più stare con te, tu cosa faresti?
Segreti, paure e demoni del passato girano ancora intorno a J che preferisce allontanarsi da Eleanor per non farla soffrire. Ma qualcosa di terrificante li sta attendendo. Sarà l’inizio di una nuova unione tra i due o la spinta che lo farà sprofondare giù senza più trovare una via d’uscita?
Emozionante, inaspettato e irresistibile.
Questa seconda parte vi rapirà completamente!

Rapine, Assedi, Battaglie: La Guerra Nel Medioevo

Pochi periodi storici hanno avuto un rapporto così quotidiano con la guerra come il Medioevo. Guerra di saccheggio, in cui distruggere e depredare il nemico era in cima ai pensieri di ogni soldato. Aldo Angelo Settia conduce il lettore sui campi di battaglia e ricostruisce la mentalità del soldato medioevale, la sua vita fatta di privazioni, di fame, di terrore della morte e delle mutilazioni. Un’indagine sugli aspetti più distintivi della guerra medievale che offre al lettore un contatto diretto con le fonti utilizzate, soprattutto quelle cronachistiche.

Rapidamente

Un filo rosso unisce la cittadina di Leverkusen, sede degli stabilimenti della Bayer, a un appartamento di Bologna.Elisa Carloni, giovane chimica che lavora la lancio di un nuovo farmaco, si trova improvvisamente al centro di una spietata caccia all’uomo: chi la spia, chi la minaccia?Elisa non lo sa.L’unica cosa certa è che il tempo per capire è poco, molto poco: deve agire… rapidamente.

Randagio

Erin Timms accetta un nuovo lavoro come veterinaria a Sunshine, in Colorado, per due importanti motivi: allontanarsi dal suo ex e concedersi la possibilità di una nuova vita. Ma quando le notizie devastanti del suo ex la seguono fino a lì, inizia a pensare di aver commesso un terribile errore.

Jon Miles, alto e dall’aspetto fenomenale, ha un solo obiettivo: salvare il canyon dove si trova Sunshine da uomini d’affari che vogliono sfruttarlo. Ma come può farlo quando è solo un emarginato?

Non c’era niente che indicasse che si sarebbero mai incontrati, molto meno che si sarebbe accesa una scintilla di romanticismo rovente. Tranne che Erin non può rifiutare di aiutare un randagio. . .

(source: Bol.com)

La rana bollita: Una storia d’ansia, attacchi di panico e cambiamento

L’ansia e il panico possono essere terrificanti. Stringono la gola, spezzano il respiro, consumano ogni energia. Chi soffre di questi disturbi desidera una cosa sola: che scompaiano prima possibile. Ma cosa si deve fare per guarire? Come si torna a una vita normale?
Questo libro racconta la storia (vera) di un percorso lungo un anno alla ricerca di risposte. È un’autobiografia e allo stesso tempo un saggio per capire come funziona l’ansia, cosa accade davvero nel nostro corpo quando proviamo quei terribili sintomi, perché i farmaci non riescono a essere risolutivi.
È la storia di un viaggio alla scoperta dei nostri lati più nascosti, quelli con cui dobbiamo imparare a dialogare per trovare un nuovo equilibrio. Perché l’ansia, a ben pensarci, potrebbe non essere un nemico da combattere. Somiglia di più a un amico un po’ rozzo e maleducato che viene a disturbarti per dirti che c’è qualcosa che non va nella tua vita e che è ora di cambiare.
Di ansia e di panico si parla tanto, sulle riviste, su internet, persino in televisione. Esperti di ogni genere si affannano a spiegare quali sono le vere soluzioni. In questo libro invece finalmente ascoltiamo la voce di una paziente, di qualcuno che sa davvero cosa significhi vivere con questi disturbi.
**
### Sinossi
L’ansia e il panico possono essere terrificanti. Stringono la gola, spezzano il respiro, consumano ogni energia. Chi soffre di questi disturbi desidera una cosa sola: che scompaiano prima possibile. Ma cosa si deve fare per guarire? Come si torna a una vita normale?
Questo libro racconta la storia (vera) di un percorso lungo un anno alla ricerca di risposte. È un’autobiografia e allo stesso tempo un saggio per capire come funziona l’ansia, cosa accade davvero nel nostro corpo quando proviamo quei terribili sintomi, perché i farmaci non riescono a essere risolutivi.
È la storia di un viaggio alla scoperta dei nostri lati più nascosti, quelli con cui dobbiamo imparare a dialogare per trovare un nuovo equilibrio. Perché l’ansia, a ben pensarci, potrebbe non essere un nemico da combattere. Somiglia di più a un amico un po’ rozzo e maleducato che viene a disturbarti per dirti che c’è qualcosa che non va nella tua vita e che è ora di cambiare.
Di ansia e di panico si parla tanto, sulle riviste, su internet, persino in televisione. Esperti di ogni genere si affannano a spiegare quali sono le vere soluzioni. In questo libro invece finalmente ascoltiamo la voce di una paziente, di qualcuno che sa davvero cosa significhi vivere con questi disturbi.

I Rami del Tempo

I Rami del Tempo by Luca Rossi
Una pioggia di schegge stermina il popolo dell’isola di Turios. Si salvano Bashinoir, gravemente ferito, sua moglie Lil e la sacerdotessa Miril. Vorrebbero dare degna sepoltura ai propri cari, ma i cadaveri sono scomparsi. L’unica speranza di salvezza risiede nelle protezioni magiche del Tempio. Tuttavia devono far fronte a minacce oscure. Un’ombra infesta i loro cuori per dividerli e distruggerli. I loro corpi sembrano perdere sempre più consistenza. Alla vicinanza tra le due donne si contrappone il sempre più marcato isolamento di Bashinoir.
Nel regno di Isk, maghi e consiglieri devono sottostare all’insaziabile ingordigia di sesso, guerra e potere di re Beanor. L’ultima delle sue giovani mogli, tuttavia, non si dà pace per la libertà e l’amore perduti. Potranno i giochi e gli inganni sotto le lenzuola essere la chiave di svolta di una guerra millenaria?

Rain Storm. Pagato per uccidere

John Rain, killer di professione, non può dire di no alla CIA. Aveva deciso di chiudere con la morte ed era fuggito in Brasile per far perdere le proprie tracce. Ma la sua abilità nel mascherare gli omicidi da morti naturali e la capacità di agire inosservato sullo scenario asiatico l’hanno reso indispensabile. L’incarico è di quelli che scottano, ad altissimo rischio: eliminare Achille Belghazi, spieiato trafficante d’armi, implicato nel terrorismo islamico in Medio Oriente. Ancora una volta, dalle luci scintillanti dei casinò di Macao ai vicoli bui di Hong Kong, Rain diventa la pedina di un gioco troppo insidioso, dove il confine tra cacciatore e preda è sottile e pericoloso.
**

Ragioni per continuare a vivere. La storia vera della mia depressione e di come ne sono uscito

Cosa succede nella mente di una persona che, di colpo, precipita nel baratro della depressione? Quali cortocircuiti scattano a destabilizzarne l’esistenza? Solo coloro che hanno vissuto un’esperienza simile sono in grado di spiegarlo, e Matt Haig è tra questi. Ammalatosi all’età di ventiquattro anni, si è ritrovato ad affrontare giornate infinite, dominate dalla paralisi e da pensieri suicidi, che adesso, a distanza di quattordici anni, rievoca nelle pagine di questo libro. Le sue sono le parole lucide e serene di chi è passato attraverso una grande prova e ha saputo riemergerne, più forte e più attaccato alla vita. Ben oltre il memoir e la cronaca di un viaggio di andata e ritorno nell’abisso, “Ragioni per continuare a vivere” è una testimonianza vibrante di emozione e di ironia, un aiuto per chi è stato colpito dalla malattia, una possibilità di capire per chi vive accanto a una persona depressa. Per tutti, l’invito a una maggiore consapevolezza del nostro tempo su questa Terra e a un ascolto più attento di quello che ci accade, per cogliere ogni giorno in chi amiamo, in ciò che realmente siamo, le ragioni per vivere.
**

Una ragione per morire

‘Reacher mi cattura dalla prima pagina fino all’ultima. Tra gli scrittori di thriller, Lee Child per me è il numero 1.’
Ken Follett
‘I suoi romanzi sono davvero straordinari.’
Stephen King
‘Il miglior autore contemporaneo di narrativa crime.’
Haruki Murakami
‘Dà un nuovo significato al concetto di page-tuner.’
Michael Connelly
‘Lee Child ci sa fare con le parole. Sono un suo fan.’
James Patterson
Serie di Jack Reacher vol. 15

Un pugno di case nell’angolo più sperduto del Nebraska e migliaia di ettari di campi desolati in pieno inverno.
Quando Jack Reacher si presenta alla reception dell’unico motel nel raggio di cento chilometri, non cerca altro che una tazza di caffè e una stanza in cui passare la notte, ma è destinato a imbattersi in un incubo che dura da più di vent’anni.
Tutto comincia con la telefonata di una donna che ha bisogno di cure. Il medico, appollaiato al bancone del bar, è ubriaco fradicio e non sembra in grado di guidare. Reacher gli fa da autista e scopre che la donna ha il naso fracassato per colpa del marito, Seth Duncan, spavaldo rampollo di una famiglia che tiene in scacco la comunità del piccolo villaggio grazie a una rete di minacce, ricatti e vere e proprie sevizie. Dopo avere prestato soccorso alla donna, Reacher decide di impartire una dura lezione al marito, scatenando però la reazione della famiglia Duncan, che organizza una caccia all’uomo con l’aiuto di picchiatori prezzolati e sicari della malavita di Las Vegas, impelagata in oscuri traffici nella zona. E a poco a poco quella che sembrava una semplice lite familiare svela i contorni di una faida iniziata molto tempo prima con la tragica sparizione di una bambina, mistero irrisolto che cela uno scenario ben più agghiacciante e cruento. Solo e braccato in un territorio sconosciuto, Reacher affronta la sua prova più difficile, determinato a fare giustizia una volta per tutte…
La serie di Jack Reacher:

Zona pericolosa
Destinazione inferno
Trappola mortale
Via di fuga
Colpo secco
A prova di killer
La vittima designata
Il nemico
Jack Reacher – La prova decisiva
Identità sconosciuta – Un’avventura di Jack Reacher
Un passo di troppo
Vendetta a freddo
Niente da perdere
I dodici segni
L’ora decisiva
Una ragione per morire
La verità non basta
Il ricercato
Punto di non ritorno
Personal
Prova a fermarmi

(source: Bol.com)

Il ragazzo nuovo

L’Otello di Tracy Chevalier. Un progetto internazionale in cui celebri autori contemporanei riscrivono le opere più amate di William Shakespeare. È quasi estate, la scuola sta per finire. Ma per Osei Kokote, tredici anni, figlio di un diplomatico ghanese, è il primo giorno in un nuovo istituto, nell’ennesima città in cui si trova circondato da visi sconosciuti. Stavolta i suoi compagni sono solo ragazzini bianchi. E quando Osei mette piede nel cortile, quel mattino, con gli alunni tutti in fila, in attesa che la campanella dia inizio alle lezioni, per un attimo a muovere l’aria sono soltanto le domande sussurrate a mezza bocca e le occhiate diffidenti. Per sua fortuna troverà presto un’alleata in Dee, la ragazzina più popolare della scuola, la biondina che tutti vorrebbero come amica. La complicità tra loro è immediata: un sentimento che nasce e cresce improvviso, talmente intenso da sollevarsi in volo come un globo di luce in un giorno uguale agli altri, ma al tempo stesso un sentimento troppo pulito e cristallino per non provocare invidie e reazioni malevole. Tracy Chevalier, maestra della narrazione storica, ha scelto di ambientare un nuovo Otello nell’America degli anni Settanta, all’interno del cortile di una scuola periferica di Washington DC, dove i ragazzini si fidanzano all’intervallo e si lasciano all’ora di pranzo. Dove i loro gesti e giochi lasciano già trasparire gli insidiosi pregiudizi degli adulti. Tutto, in questo romanzo tragico, si svolge nell’arco di un solo giorno. Che sembra poco, ma non lo è, per raccontare come la gelosia, le prevaricazioni e il tradimento possono comodamente stritolare un gruppo di amici e lasciare noi, sul finire del pomeriggio, ancora increduli e spaventati.
**
### Sinossi
L’Otello di Tracy Chevalier. Un progetto internazionale in cui celebri autori contemporanei riscrivono le opere più amate di William Shakespeare. È quasi estate, la scuola sta per finire. Ma per Osei Kokote, tredici anni, figlio di un diplomatico ghanese, è il primo giorno in un nuovo istituto, nell’ennesima città in cui si trova circondato da visi sconosciuti. Stavolta i suoi compagni sono solo ragazzini bianchi. E quando Osei mette piede nel cortile, quel mattino, con gli alunni tutti in fila, in attesa che la campanella dia inizio alle lezioni, per un attimo a muovere l’aria sono soltanto le domande sussurrate a mezza bocca e le occhiate diffidenti. Per sua fortuna troverà presto un’alleata in Dee, la ragazzina più popolare della scuola, la biondina che tutti vorrebbero come amica. La complicità tra loro è immediata: un sentimento che nasce e cresce improvviso, talmente intenso da sollevarsi in volo come un globo di luce in un giorno uguale agli altri, ma al tempo stesso un sentimento troppo pulito e cristallino per non provocare invidie e reazioni malevole. Tracy Chevalier, maestra della narrazione storica, ha scelto di ambientare un nuovo Otello nell’America degli anni Settanta, all’interno del cortile di una scuola periferica di Washington DC, dove i ragazzini si fidanzano all’intervallo e si lasciano all’ora di pranzo. Dove i loro gesti e giochi lasciano già trasparire gli insidiosi pregiudizi degli adulti. Tutto, in questo romanzo tragico, si svolge nell’arco di un solo giorno. Che sembra poco, ma non lo è, per raccontare come la gelosia, le prevaricazioni e il tradimento possono comodamente stritolare un gruppo di amici e lasciare noi, sul finire del pomeriggio, ancora increduli e spaventati.

Un Ragazzo E Il Suo Cavallo

Rapiti in tenera età e portati lontano da Narnia, Shasta, un ragazzo, e Bridi, un cavallo, s’incontrano un giorno vicino alla casa di Shasta che, borbottando tra sé, si sta lamentando del proprio destino. Ma, come tutti gli animali di Narnia, Bridi ha il dono della parola e, sorprendendo Shasta, gli risponde e gli esprime a sua volta il proprio scontento: i due decidono di fuggire insieme. Inizia così il viaggio di ritorno verso il suolo natìo. Ad essi si uniscono poco dopo una ragazza, Aravis, e una cavalla, Uinni, anch’esse native di Narnia. Tra pericoli, insidie, inquietanti presenze, misteriosi eventi, l’impresa non sembra alla portata dei fuggiaschi. Forte è la loro volontà di raggiungere Narnia. Ma sarà forte abbastanza?

Un ragazzo d’oro

Todd Aaron aveva undici anni quando in un giorno di pioggia la madre lo accompagnò nell’ennesima comunità di cura per bambini autistici. Adesso ‘la pioggia che cadde quel giorno ha quarantuno anni’, e Todd non è più tornato a casa, eppure a Payton è sereno: legge l’Enciclopedia Britannica, svolge diligentemente i lavoretti che gli vengono assegnati e soprattutto prende sempre le sue medicine. È un punto di riferimento nella comunità, l’anziano del villaggio: in poche parole, un ‘ragazzo d’oro’. Finché due eventi alterano il suo equilibrio: l’arrivo di Mike Hinton, un nuovo operatore che lo terrorizza, e quello di Martine, una bellissima ragazza ‘ad alto funzionamento’ che gli insegna il valore delle storie, la libertà, il diritto alla disobbedienza. Per Todd niente sarà più lo stesso: compra delle mappe dell’America e disegna ‘un fiume grigio di matita’ che da Payton arriva fino a casa sua. Non gli rimane che prepararsi alla fuga, e alla più grande avventura della sua vita. Con Un ragazzo d’oro, accolto con entusiasmo in patria e insignito del premio The Bridge come miglior romanzo americano inedito in Italia, Eli Gottlieb ha compiuto un piccolo, grande miracolo: raccontare l’autismo in prima persona, senza ombra di compiacimenti o di patetismi, regalandoci un personaggio e una voce dalla tenerezza disarmante.

(source: Bol.com)

Il ragazzo che leggeva Maigret

Giulio, figlio di un fattore, ogni volta si chiede ‘che farebbe Maigret in questo frangente’ e un giorno gli succede un caso degno del commissario. Un gioco maigrettiano o un poliziesco vero con gli occhi di un ragazzo.

(source: Bol.com)

I ragazzi guardano le Stelle: Ping-Pong

Per il 150° dall’unità d’Italia.
Dei bambini giocano. Il loro divertimento è il ping-pong. Non si pongono il problema di che cosa sia l’Italia. Per loro è dove sono nati. Sanno che ci sono tanti dialetti, le condizioni economiche sono diverse, che il clima è differente. Però nei loro cuori è l’Italia e basta.
Ammirano i giocatori di altri Paesi. Sono curiosi, si specchiano e si confrontano. In cuor loro sognano di vestire la maglia azzurra, orgogliosi di essere tra i pochi a rappresentare l’Italia. Con serenità ed agonismo. Vedono visi, modi, colori e bandiere dei loro avversari.
Tutto così eccitante, felici di appartenere ad una Nazione, come tutte le altre.
(source: Bol.com)

I Ragazzi Della via Pál

I ragazzi della via Pál by Ferenc Molnár
Due bande rivali di ragazzi danno vita a una piccola guerra per il possesso di un campo abbandonato che si affaccia sulla periferica via Pàl. Inizia la guerriglia con il furto della bandiera di via Pàl più volte recuperata e persa nella difesa disperata del luogo dei sogni. Nella battaglia finale il più piccolo, il soldato semplice Nemecsek ammalato di polmonite, scappa dal letto per incoraggiare i compagni: il suo sacrificio sarà inutile. Il ragazzo morirà qualche giorno dopo senza sapere che il campo è stato venduto per lasciare posto alla costruzione di un altro palazzo.