58977–58992 di 62912 risultati

Private L.A.: Serie Private

**L’unico autore al mondo sempre ai primo posti nelle classifiche del *New Tork Times***
Thom e Jennifer Harlow sono la coppia perfetta, con tre figli perfetti. Non soltanto sono due delle più famose stelle del cinema internazionale, ma sono anche dei genitori modello, dei noti filantropi, amati e stimati in tutto il mondo per le loro molteplici attività di volontariato.
E ora sono scomparsi dalla loro villa, enorme e supercontrollata da telecamere di sicurezza. Possibile che siano stati rapiti? Da chi, e a quale scopo, visto che non arriva nessuna richiesta di riscatto?
Un caso di altissimo profilo per Jack Morgan, ma forse questa volta nemmeno un detective come lui, capo della più famosa agenzia investigativa della città, con sedi in tutto il mondo, può arrivare alla verità.
Ogni passo avanti nelle indagini solleva il velo su un mondo di disperazione e di inganni degno del miglior – o peggior – reality show e il rapimento è solo la scena di apertura di un terribile film dal finale inaspettato…
**
### Sinossi
**L’unico autore al mondo sempre ai primo posti nelle classifiche del *New Tork Times***
Thom e Jennifer Harlow sono la coppia perfetta, con tre figli perfetti. Non soltanto sono due delle più famose stelle del cinema internazionale, ma sono anche dei genitori modello, dei noti filantropi, amati e stimati in tutto il mondo per le loro molteplici attività di volontariato.
E ora sono scomparsi dalla loro villa, enorme e supercontrollata da telecamere di sicurezza. Possibile che siano stati rapiti? Da chi, e a quale scopo, visto che non arriva nessuna richiesta di riscatto?
Un caso di altissimo profilo per Jack Morgan, ma forse questa volta nemmeno un detective come lui, capo della più famosa agenzia investigativa della città, con sedi in tutto il mondo, può arrivare alla verità.
Ogni passo avanti nelle indagini solleva il velo su un mondo di disperazione e di inganni degno del miglior – o peggior – reality show e il rapimento è solo la scena di apertura di un terribile film dal finale inaspettato…

Principessa del disordine

«*La mia scrittrice preferita.*»
**Nick Hornby**
«*Un’autrice che rappresenta il meglio della letteratura americana di oggi, una squisita cronista della vita di tutti i giorni. I suoi personaggi fanno a un tempo rabbia e tenerezza, sono tradizionali eppure eccentrici.*»
**The Observer**
«*Anne Tyler dimostra una creatività instancabile: sembra non esserci fine alla quantità di storie che riesce a inventare.*»
**London Review of Books**
«*La Tyler si è fatta cronista attenta e affettuosa di un’America piccola piccola, e bisogna darle atto di una straordinaria bravura.*»
**La Stampa**
Nel castello della principessa Clementina Disordinatina è tutto perfetto e ordinato, tranne la sua stanza. Il re Livio il Lindo, la regina Renata l’Organizzata e il principe Martino Precisino cercano invano di trasmetterle il buon esempio, ma non c’è nulla da fare. A Clementina piace vivere nella confusione. E anche la sua amica Lilla e la gatta reale la pensano come lei. Ce la farà Clementina a convincere il resto della famiglia che il disordine non è poi così male?
Il primo libro per bambini di Anne Tyler, con disegni a colori di Mitra Modarressi.
«*Non esiste forse oggi uno scrittore americano migliore di Anne Tyler. Quando un autore è di questo livello, è impossibile trovare dei termini di paragone.*»
**Los Angeles Times**
«*Non è solo brava, è straordinariamente brava!*»
**John Updike**
«*Il piacere dei romanzi della Tyler: un miscuglio di pathos e ironia, di personaggi nevrotici o sbiaditi, di tragedie e di quotidianità.*»
**l’Espresso**
«*Semplici tragedie quotidiane. Stupidità del vivere, forse, ma scritta con una prosa che ci emoziona e ci incanta. Ogni volta.*»
**D di Repubblica**
«*Una voce innovativa nella scena letteraria americana.*»
**Corriere della Sera**
**
### Sinossi
«*La mia scrittrice preferita.*»
**Nick Hornby**
«*Un’autrice che rappresenta il meglio della letteratura americana di oggi, una squisita cronista della vita di tutti i giorni. I suoi personaggi fanno a un tempo rabbia e tenerezza, sono tradizionali eppure eccentrici.*»
**The Observer**
«*Anne Tyler dimostra una creatività instancabile: sembra non esserci fine alla quantità di storie che riesce a inventare.*»
**London Review of Books**
«*La Tyler si è fatta cronista attenta e affettuosa di un’America piccola piccola, e bisogna darle atto di una straordinaria bravura.*»
**La Stampa**
Nel castello della principessa Clementina Disordinatina è tutto perfetto e ordinato, tranne la sua stanza. Il re Livio il Lindo, la regina Renata l’Organizzata e il principe Martino Precisino cercano invano di trasmetterle il buon esempio, ma non c’è nulla da fare. A Clementina piace vivere nella confusione. E anche la sua amica Lilla e la gatta reale la pensano come lei. Ce la farà Clementina a convincere il resto della famiglia che il disordine non è poi così male?
Il primo libro per bambini di Anne Tyler, con disegni a colori di Mitra Modarressi.
«*Non esiste forse oggi uno scrittore americano migliore di Anne Tyler. Quando un autore è di questo livello, è impossibile trovare dei termini di paragone.*»
**Los Angeles Times**
«*Non è solo brava, è straordinariamente brava!*»
**John Updike**
«*Il piacere dei romanzi della Tyler: un miscuglio di pathos e ironia, di personaggi nevrotici o sbiaditi, di tragedie e di quotidianità.*»
**l’Espresso**
«*Semplici tragedie quotidiane. Stupidità del vivere, forse, ma scritta con una prosa che ci emoziona e ci incanta. Ogni volta.*»
**D di Repubblica**
«*Una voce innovativa nella scena letteraria americana.*»
**Corriere della Sera**

Principe di spade

I Romanzi Mondadori n.807
Jessamine Maitland legge i tarocchi e, notte dopo notte, predice il futuro nei salotti di Londra. Finché una sera “scopre” l’identità del Gatto, il temerario ladro che da mesi ruba gioielli e preziosi dalle case più ricche della città: Alistair MacAlpin, conte di Glenshiel. Intuendo di essere stato smascherato, Alistair vede una sola via d’uscita: sedurre Jess…

Primo soccorso. Cosa fare (e non fare) nei casi di emergenza

Sapere che cosa fare, e soprattutto che cosa non fare, per soccorrere vittime di incidenti o di un improvviso malore dovrebbe far parte del bagaglio culturale di ognuno di noi. Invece pochi sanno come affrontare situazioni in cui un’azione rapida e corretta può essere determinante per salvare delle vite o ridurre i danni alla salute delle persone coinvolte. Guida pratica di facile consultazione, “Primo soccorso” è strutturata in modo chiaro grazie anche alle numerose illustrazioni che integrano il testo. Dopo le indispensabili informazioni generali – dalla tutela del soccorritore agli aspetti legali, dai numeri di emergenza all’organizzazione delle fasi del soccorso – e le necessarie conoscenze di base sul corpo umano, nella sezione “Cosa fare in caso di…” il volume esamina la maggior parte delle situazioni in cui è possibile imbattersi, fornendo caso per caso la spiegazione delle cause e dei sintomi e le indicazioni utili sugli interventi da mettere in atto.
**

Prime volte

A Tommy Newsome è servito un po’ di tempo prima di rendersi conto di essere gay.
Crescere in una piccola cittadina della Georgia non lo ha preparato alla vita molto più libera da studente dell’università di Athens. Aggiungeteci gli insegnamenti della sua famiglia e della sua chiesa, e avrete un timido ragazzo che si sente un pesce fuor d’acqua. Tommy ha sempre lavorato nella fattoria del padre senza avere la possibilità di crearsi una vita sociale, sicuramente non come quella che i club di Atlanta hanno da offrire. E non si può dire che si senta a proprio agio quando ne ha un assaggio, visto che gli ammonimenti di Mamma risuonano ancora forti e chiari nella sua testa.
Tutto questo cambia quando entra nel suo primo gay bar e posa gli occhi su Mike Scott.
Quando non è al lavoro dietro il bancone del Woofs, Mike è impegnato come entertainer per adulti con il nome di Scott Masters. Vent’anni nel settore e il tempo che passa cominciano però a farsi sentire. Mike non ha mai avuto molta fortuna nel reparto relazioni ma, come sua madre ama ripetergli, se continui a pescare nello stesso stagno, è scontato che tirerai su sempre lo stesso tipo di pesci. Forse è proprio arrivata l’ora di un cambiamento.
**
### Sinossi
A Tommy Newsome è servito un po’ di tempo prima di rendersi conto di essere gay.
Crescere in una piccola cittadina della Georgia non lo ha preparato alla vita molto più libera da studente dell’università di Athens. Aggiungeteci gli insegnamenti della sua famiglia e della sua chiesa, e avrete un timido ragazzo che si sente un pesce fuor d’acqua. Tommy ha sempre lavorato nella fattoria del padre senza avere la possibilità di crearsi una vita sociale, sicuramente non come quella che i club di Atlanta hanno da offrire. E non si può dire che si senta a proprio agio quando ne ha un assaggio, visto che gli ammonimenti di Mamma risuonano ancora forti e chiari nella sua testa.
Tutto questo cambia quando entra nel suo primo gay bar e posa gli occhi su Mike Scott.
Quando non è al lavoro dietro il bancone del Woofs, Mike è impegnato come entertainer per adulti con il nome di Scott Masters. Vent’anni nel settore e il tempo che passa cominciano però a farsi sentire. Mike non ha mai avuto molta fortuna nel reparto relazioni ma, come sua madre ama ripetergli, se continui a pescare nello stesso stagno, è scontato che tirerai su sempre lo stesso tipo di pesci. Forse è proprio arrivata l’ora di un cambiamento.

Prime Catastrofiche Impressioni (Youfeel)

Si può avere la sindrome di Stoccolma per un romanzo? Dal primo momento in cui ha letto Orgoglio e Pregiudizio Isabella ha capito che la sua vita non sarebbe più stata la stessa, ma soprattutto che non sarebbe più stata sola. Infatti i personaggi del romanzo – Elizabeth, Darcy, Jane, Mrs Bennet e tutti gli altri – hanno iniziato ad apparirle come simpatiche visioni, costanti e divertenti. Così quando Isabella viene ingaggiata come house sitter da Giorgia, una giovane e ricca italo-inglese neo divorziata, tutta la simpatica comitiva si trasferisce nell’appartamento con lei… e il gatto Bacco. Nel contratto però non era prevista la presenza del fratello di Giorgia, Fabio, prototipo del moderno Mr Darcy: bello, ricco e un po’ snob. Un tipo davvero insopportabile che torna all’improvviso a casa e non sembra gradire la nuova inquilina. Ma spesso la prima impressione è non è quella giusta, parola di Elizabeth Bennet. Prime Catastrofiche Impressioni si ispira a Orgoglio e pregiudizio e fa parte della miniserie “Le ragazze di Jane Austen”. Mood: Romantico – YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Prima lezione sulla letteratura

‘Non importa quanto la vita vi sia rimossa, imitata, distorta, presa in giro, esagerata. Se l’opera letteraria non dice qualcosa ai viventi è muta’: Piero Boitani introduce il lettore alla grande letteratura in un viaggio di conoscenza ricco di suggestioni, come un cammino attraverso il vivere.

(source: Bol.com)

Prima lezione sul linguaggio

Più di ogni altro segno, le parole accompagnano ogni nostra esperienza: le più personali e private e le più pubbliche, le più abituali e le creazioni più straordinarie della fantasia e del pensiero scientifico. Questo libro ci introduce a capire radici, modi, effetti del nostro parlare e, forse, a controllarlo meglio.

(source: Bol.com)

Prima di me

È il 22 aprile 1977 quando per Graham Hendrick, goffo e noioso docente di storia alla London University, hanno inizio ‘i giorni di miele’. Dall’indolenza di un matrimonio insapore, Graham torna a gioire accanto alla giovane Ann Mears, con trascorsi da attricetta in qualche film di serie B. Fino al triste giorno in cui Graham coglie in flagrante l’amata fedifraga, e poco importa che sia solo sullo schermo di un cinema di periferia. Il compassato professore precipita nell’abisso della gelosia retroattiva e la felicità dell’innamoramento deraglia in follia sanguinaria. Prima di me è una palpitante commedia nera che non lascia scampo: comico e macabro, raccapricciante e grottesco, è fra i romanzi piú cupi e divertenti che Julian Barnes abbia mai scritto.
A trentotto anni, sposato da quindici, a metà strada con il pagamento di un mutuo e, verosimilmente, della sua stessa esistenza, a Graham Hendrick pare già di intravedere la china. Storico diligente, marito annoiato e padre distratto, è incapace di grandi emozioni e da tempo ha rinunciato ai piaceri del corpo, riducendosi a custodire tutto quanto abbia per lui valore nello spazio esiguo della sua scatola cranica. Poi, il 22 aprile 1977, incontra a una festa la giovane ed effervescente Ann Mears e da quel momento dà inizio ai suoi ‘giorni di miele’. Dapprima si incontrano clandestinamente e di lei ama la spontaneità, la franchezza, quel modo incantevole e disinibito di parlare di sé e del suo passato; insomma, tutt’altro rispetto a ciò a cui lo ha abituato la moglie, la detestabile Barbara, dalla quale si separa molto presto. Graham e Ann convolano a nozze e la loro ‘vacanza’ sembrerebbe destinata a durare tutta una vita. Senonché, Graham si ritrova in un cinema di periferia con la figlia Alice a vedere una pellicola in cui Ann recita il ruolo imbarazzante di sgualdrinella del gangster. È in quel preciso istante che il dubbio si insinua e il suo amore, che vorrebbe esclusivo, è inquinato dal rimpianto di non essere il primo, dall’ansia lacerante di scoprire chi e quanti lo hanno preceduto. Perché la sua gelosia, una lente che ingrandisce e distorce, non ha nulla a che fare con lo stato presente, e Graham, da storico rigoroso qual è, applica un metodo di ricerca infallibile, un’indagine tanto scrupolosa quanto ossessiva, al punto da non saper piú distinguere la vita vera dalla vita di celluloide, i fatti quotidiani dagli incubi notturni. C’è qualcosa che unisce Prima di me, pubblicato da Julian Barnes nel 1982, a Il pappagallo di Flaubert, uscito pochi anni piú tardi: il bisogno, la smania di scoprire la verità sulla vita di un altro, che si tratti del proprio idolo letterario e modello ispiratore, o della propria amatissima compagna di vita. La spettacolare maestria di Barnes consiste nel trascinarci passo passo dentro la dimensione comica della paranoia, fino a farci riconoscere la spaventosa plausibilità di ciò che appare dapprima semplicemente grottesco. Ne emerge un romanzo comico e scabroso, nonché un trattato lucidissimo sull’amore, il sesso, la gelosia, l’infedeltà e, non ultimo, il potere dell’immaginazione malata.
(source: Bol.com)

Prima di dirsi addio

Scott Hudson deve tutto a sua madre Josie.
Dal giorno in cui gli è stata diagnosticata un’insufficienza cardiaca, tutta la sua vita è stata dedicata a lui. È stata presente ad ogni appuntamento e lo ha sostenuto in tutti i momenti difficili, senza mai perdere la speranza. Adesso, dopo aver ricevuto un cuore nuovo, Scott è finalmente pronto a cominciare l’università, a cambiare città e a vivere la sua vita.
Prima però è determinato a dare a sua madre una seconda possibilità di amare per aiutarla a trovare qualcuno che le stia vicino, decide di postare un video su YouTube, con l’intento di trovare l’uomo perfetto.
Totalmente all’oscuro di questo “Progetto Fidanzato”, Josie rimane sorpresa quando Scott le organizza una serie di appuntamenti al buio. Ma non è capace di dire di no a suo figlio e quindi si ritrova goffamente coinvolta in un gioco che la diverte molto più di quanto avrebbe mai immaginato.
Tutto sembra dunque per andare per il meglio per Scott e Josie, oppure no?
**
### Sinossi
Scott Hudson deve tutto a sua madre Josie.
Dal giorno in cui gli è stata diagnosticata un’insufficienza cardiaca, tutta la sua vita è stata dedicata a lui. È stata presente ad ogni appuntamento e lo ha sostenuto in tutti i momenti difficili, senza mai perdere la speranza. Adesso, dopo aver ricevuto un cuore nuovo, Scott è finalmente pronto a cominciare l’università, a cambiare città e a vivere la sua vita.
Prima però è determinato a dare a sua madre una seconda possibilità di amare per aiutarla a trovare qualcuno che le stia vicino, decide di postare un video su YouTube, con l’intento di trovare l’uomo perfetto.
Totalmente all’oscuro di questo “Progetto Fidanzato”, Josie rimane sorpresa quando Scott le organizza una serie di appuntamenti al buio. Ma non è capace di dire di no a suo figlio e quindi si ritrova goffamente coinvolta in un gioco che la diverte molto più di quanto avrebbe mai immaginato.
Tutto sembra dunque per andare per il meglio per Scott e Josie, oppure no?

Prima del Big Bang

Per lungo tempo il big bang è rimasto l’ultima frontiera oltre la quale nessuno studioso osava avventurarsi. Un’anomalia apparentemente inspiegabile, che metteva in crisi persino la teoria della relatività: come poteva un punto senza volume contenere materia ed energia infinite? Il giovane fisico Martin Bojowald ha scosso con le sue ricerche il mondo scientifico, spingendosi molto vicino alla soluzione del problema, e forse anche oltre. La teoria secondo cui il big bang sarebbe il punto di massima compressione di un universo che si contrae per poi liberare la propria energia è una scoperta che mette in discussione tutti i tradizionali modelli cosmologici basati su un ciclo di crescita e discontinuità. Ma cosa accadde davvero? E soprattutto, cosa c’era prima del big bang? Bojowald, senza ricorrere a formule matematiche, offre una spiegazione chiara e affascinante di uno dei misteri della scienza moderna e accompagna il lettore in un viaggio mozzafiato all’origine dell’universo.

(source: Bol.com)

Prima che gridino le pietre

Mi diranno che faccio politica?
La vita di ogni giorno è politica.
Ogni nostra scelta è politica.
Alex Zanotelli

Questo libro racconta il razzismo di ieri e soprattutto di oggi, potente macchina del consenso. Missionario e attivista – da sempre convinto che “Dio è schierato, è il Dio degli oppressi, degli schiavi, dei poveri” –, Alex Zanotelli compone uno scritto politico che non è solo denuncia del presente ma contributo essenziale di conoscenza. È il precipitato di oltre cinquant’anni vissuti fianco a fianco con gli ultimi della terra, prima in Sudan poi in Kenya, in una delle infinite baraccopoli di Nairobi. È sorprendente leggere il racconto della quotidiana distorsione dei fatti, di cui ormai siamo vittime, spesso inconsapevoli. È decisivo restituire una storia ai popoli in fuga, per capire quello che sta succedendo, perché di quella storia siamo responsabili. Ricordando la “santa collera” del pastore luterano Kaj Munk; il Sanctuary Movement che, a partire dagli Stati Uniti, ha trasformato le chiese in rifugi protetti; il primo sciopero dei braccianti africani, guidato dallo studente di ingegneria e lavoratore nei campi Yvan Sagnet, fino all’esperienza di Riace, Zanotelli tira le fila di un’Italia impegnata e rilancia con forza il valore politico della disobbedienza civile.

(source: Bol.com)

Prigionieri del presente

Una società prigioniera del presente non progetta futuro e non ha memoria del passato. Cova rancori e paure, riuscendo solo ad adattarsi: al desiderio sostituisce le pulsioni, al progetto l’annuncio, alle passioni le emozioni. Diventa una società rattrappita. La schiavitú del presente ha portato perfino a un mutamento antropologico dell’uomo occidentale: nella vita privata, nella sfera dei sentimenti, delle relazioni, dei rapporti umani e nella dimensione pubblica, dalla politica all’economia, dalle istituzioni alle imprese. Il presentismo ratifica il primato della tecnologia che domina e ci domina, della finanza senza redistribuzione della ricchezza. Assembla il virtuale in un’eterna connessione e rende opaco il reale, fino a farlo sfumare. Lascia senza risposte le due grandi domande del mondo globalizzato: la sicurezza e la possibilità di crescere nel benessere. Ma da questa prigione si può uscire, se partiamo dalla consapevolezza di quanto siamo ormai scollegati dal passato e dal futuro. E come diceva Camus ‘il senso della vita è resistere all’aria del tempo’.

(source: Bol.com)