Visualizzazione di 44233-44244 di 90860 risultati

Senza adulti

Tutte le società possono perire, corrompendosi dal loro interno. Come gli organismi, possono de-generare. Per ri-generarsi, occorre mettere fine a qualcosa del passato, rinunciare a qualcosa cui si è fatta l’abitudine. Si dice che, per vivere, occorre saper morire: del tutto, se la degenerazione è inarrestabile; in parte, se è ancora rimediabile. Nel discernimento di ciò che è vivo e ciò che è morto dovrebbe consistere la politica. L’ideologia odierna è l’esatto contrario: la crescita e lo sviluppo che non ostacolano, ma moltiplicano i fattori della degenerazione. Cosí, al di là di vuoti e ipocriti discorsi a favore dei cosiddetti diritti delle generazioni future, la presente, credendo di salvare se stessa, sta lavorando contro. Come le età della vita si stanno contraendo nella sola giovinezza, cosí le generazioni corrono il rischio di ridursi a quella presente che opera credendo di potere disporre illimitatamente e immediatamente delle risorse che la terra, ancora per poco, è capace di offrire.
(source: Bol.com)

Il sentiero: autobiografia di uno yogi occidentale discepolo di Paramahansa Yogananda

Donald J. Walters, divenuto poi Swami Kriyananda, è stato uno tra i primi discepoli di Paramahansa Yogananda, il maestro yoga che ha avuto la missione di gettare il seme di questa disciplina nel mondo occidentale. In questo libro egli traccia una biografia che va dai primi anni della sua vita fino alla fondazione della propria comunità spirituale, Ananda, che oggi è una delle più numerose degli USA.

Il sentiero di legno e sangue

Apre gli occhi nel cuore di un’immensa conchiglia. Ha un corpo di legno articolato e ingranaggi, e il cadavere del suo costruttore giace accanto a lui. Non ha un nome, non ha memoria, ma appena nato ha già mostruosi nemici che lo braccano e una missione che non ha chiesto né desiderato: diventare umano. Attorno a lui c’è un mondo che un’antica catastrofe ha trasformato nel sogno delirante di un folle, alle sue calcagna due Incubi, la Maschera e la Bestia, e davanti a lui un sentiero costellato di mutazioni, tribù selvagge, divinità del caos e giganti marini che lo condurrà verso un destino molto più incerto di quanto i suoi creatori avessero mai potuto prevedere.

Senti chi parla: viaggio nell’Italia che predica bene e razzola male

Ci sono sempre più maestri in giro. Ma avranno la licenza per insegnare? Questo libro è un piccolo viaggio nelle contraddizioni di chi predica bene e razzola male: in un’epoca di crescente neomoralismo, è facile scoprire che molti di coloro che salgono sul pulpito e giudicano le pagliuzze negli occhi altrui nascondono delle travi sotto le loro palpebre. Mario Giordano colpisce a 360 gradi: dai grandi predicatori televisivi come Celentano, Grillo e Bonolis ai giornalisti che commettono errori clamorosi, dagli economisti agli industriali, dai politici ai prelati, dai sindacalisti agli ecologisti, dai sondaggisti agli sportivi e ai mostri sacri della cultura. Vittorio Sgarbi, Michele Serra, Massimo Moratti, Luca Cordero di Montezemolo, Umberto Eco, Giuliano Ferrara, nessuno verrà risparmiato.
**

Senso: Nuove Storielle Vane (Classic Reprint)

Excerpt from Senso: Nuove Storielle Vane
Il prete aveva i gomiti poggiati sul davan zale; stava immobile, con lo sguardo fisso. Era la prima volta in dieci anni che vedeva dalla canonica dei villaggio (il più alto villag gio del Trentino) la tempesta sotto i suoi piedi, intanto che il sole, un sole pallido, quasi in timorito, brillava sulle case del paesello e sulle cime delle montagne circostanti.
About the Publisher
Forgotten Books publishes hundreds of thousands of rare and classic books. Find more at www.forgottenbooks.com
This book is a reproduction of an important historical work. Forgotten Books uses state-of-the-art technology to digitally reconstruct the work, preserving the original format whilst repairing imperfections present in the aged copy. In rare cases, an imperfection in the original, such as a blemish or missing page, may be replicated in our edition. We do, however, repair the vast majority of imperfections successfully; any imperfections that remain are intentionally left to preserve the state of such historical works.
**

Il senatore: sesso, affari e politica in casa Kennedy

Questo libro si legge come un romanzo, ma narra una storia vera. Nel 1971 Richard Burke, uno studente diciottenne affascinato dalla grandezza del mito Kennedy, si presentò all'ufficio di Ted, giovane e carismatico erede del prestigio di John e Robert. Iniziò come autista: e grazie alla sua dedizione salì i gradini della scala fino a divenire assistente personale del Senatore. Ciò che vide da quella distanza lo sgomentò. Credeva di essere giunto al cuore del mito americano, ma scoprì il volto del potere: un potere che significava anche sesso facile, alcol, tempeste familiari abilmente dissimulate, nevrosi segrete. Scoprì l'infelicità della moglie Joan, la gestione spregiudicata delle amicizie, gli scambi di favori. Accompagnò il Senatore nel cuore di alcuni dei luoghi più caldi del pianeta come la Russia di Breznev. Si immerse nel mondo sfavillante di Washington, con il suo contorno di coca, notti brave e corruzione. Continuò, nonostante tutto, a subire il fascino della straripante personalità di Kennedy. Ora, undici anni dopo la conclusione del rapporto, ha deciso di raccontare e ha trasformato i suoi ricordi in una storia appassionante: un libro scomodo e vero, un ritratto amaro che sintetizza in breve la vicenda di un uomo, di una famiglia, di un paese.

• Novembre 1991: Richard Burke, disgustato per l'esito del processo per stupro intentato contro il nipote di Ted Kennedy, decide di scrivere Il Senatore.
• Agosto 1992: la casa editrice Putnam, con cui Burke ha concordato di pubblicare il libro, rinuncia al progetto senza specificare il motivo della sua decisione.
• Settembre 1992: Il Senatore esce presso un altro editore, St. Martin's, ed entra istantaneamente nella classifica americana dei best-seller. Richard Burke riceve anonime minacce di morte.
• Febbraio 1993: Il Senatore esce in Italia.

In copertina: foto F.P.G. International Grafica di Alberto Savoia

Sempre di più

Paula, l’erede e nipote prediletta dell’indomabile Emma Harte, scomparsa da anni, dirige con piglio sicuro la prestigiosa catena di grandi magazzini fondata dalla nonna. Intraprendente e generosa, divide le sue energie tra gli affari e la famiglia, ma quando la prospettiva di espandere il suo impero sconvolge questo delicato equilibrio, l’ambizione prevale su tutto… Lealtà,intrighi, amori e tragedie in un romanzo scintillante, dominato dalla figura di una donna anticonvenzionale, assolutamente moderna.

Sei un animale!: Perchè abbiamo bisogno di una rivoluzione animalista

Ogni anno vengono uccisi 60 miliardi di animali terrestri e 1.000 miliardi di animali marini a scopo alimentare.
Una strage senza precedenti nella storia del genere umano.
Il consumo galoppante di carne ha conseguenze devastanti: oltre a essere dannoso per la nostra salute, aggrava il problema della fame nel mondo (per esempio, un ettaro di terra può nutrire cinquanta vegetariani o due carnivori), causa squilibri ecologici e porta allo sterminio, spesso gratuitamente crudele, di milioni di esseri viventi, dai pulcini ai delfini.
Ma l’industria alimentare non è l’unica responsabile dello zoo- cidio a cui assistiamo: partecipano anche la sperimentazione e il traffico di specie selvatiche, il bracconaggio e gli abusi nei circhi, nei parchi acquatici, nelle corride.
E se fosse arrivato il tempo di considerare gli animali non più come esseri inferiori, ma come nostri «concittadini» planetari?
In questo libro eccezionalmente documentato anche dal punto di vista scientifico, Matthieu Ricard mette a disposizione tutte le attuali conoscenze sugli animali e su come li trattiamo.
Il celebre monaco buddista dimostra come essi siano capaci di provare empatia, compassione, altruismo, sofferenza fisica e psicologica; per questo, con un appello alla ragione e alla bontà umana, esorta il lettore a prendere coscienza della situazione attuale (per esempio, perché i mattatoi vietano di documentare ciò che succede all’interno? Perché non usiamo le cellule staminali animali per la sperimentazione?) e a **rispettare il diritto alla vita di tutti gli esseri viventi**.
**
### Sinossi
Ogni anno vengono uccisi 60 miliardi di animali terrestri e 1.000 miliardi di animali marini a scopo alimentare.
Una strage senza precedenti nella storia del genere umano.
Il consumo galoppante di carne ha conseguenze devastanti: oltre a essere dannoso per la nostra salute, aggrava il problema della fame nel mondo (per esempio, un ettaro di terra può nutrire cinquanta vegetariani o due carnivori), causa squilibri ecologici e porta allo sterminio, spesso gratuitamente crudele, di milioni di esseri viventi, dai pulcini ai delfini.
Ma l’industria alimentare non è l’unica responsabile dello zoo- cidio a cui assistiamo: partecipano anche la sperimentazione e il traffico di specie selvatiche, il bracconaggio e gli abusi nei circhi, nei parchi acquatici, nelle corride.
E se fosse arrivato il tempo di considerare gli animali non più come esseri inferiori, ma come nostri «concittadini» planetari?
In questo libro eccezionalmente documentato anche dal punto di vista scientifico, Matthieu Ricard mette a disposizione tutte le attuali conoscenze sugli animali e su come li trattiamo.
Il celebre monaco buddista dimostra come essi siano capaci di provare empatia, compassione, altruismo, sofferenza fisica e psicologica; per questo, con un appello alla ragione e alla bontà umana, esorta il lettore a prendere coscienza della situazione attuale (per esempio, perché i mattatoi vietano di documentare ciò che succede all’interno? Perché non usiamo le cellule staminali animali per la sperimentazione?) e a **rispettare il diritto alla vita di tutti gli esseri viventi**.

Sei tornato, papà?

Giovane e determinata, Hannah Connelly di una cosa è certa: non ha alcuna intenzione di lavorare alla Connelly Fine Antique Reproductions, la ditta di mobili fondata dai nonni a Long Island. Il suo destino è nel mondo della moda: infatti, a nemmeno trent’anni, ha già davanti a sé una promettente carriera come fashion designer. Quando però in piena notte un incendio devasta l’azienda di famiglia e l’annesso museo che ospita pezzi di valore inestimabile, per lei è l’inizio di un incubo. Il fuoco ha distrutto ogni cosa e per un soffio non le ha portato via anche l’amata sorella Kate, che adesso è in ospedale in condizioni gravissime. Ma perché Kate, commercialista di uno dei più importanti studi del Paese, si trovava lì a quell’ora? E perché con lei c’era Gus, artigiano in pensione? Se non si fosse trattato di un incidente? Purtroppo nessuno può raccontare che cosa è accaduto realmente: Gus è morto tra le fiamme e Kate è in coma. Ma sotto la cenere si nasconde ancora un’inquietante e macabra sorpresa, che porta ad altri angosciosi interrogativi. Qualcuno potrebbe non essere chi dice di essere… fin dove si spingerà pur di lasciare sepolto il passato? Pagina dopo pagina, Mary Higgins Clark dà nuovamente prova del talento che l’ha portata, con ogni romanzo, ai vertici delle classifiche internazionali dei bestseller. Regalando al lettore una storia avvincente e ricca di suspense che non ha nulla da invidiare a capolavori di tensione quali “La culla vuota”.
**
### Sinossi
Giovane e determinata, Hannah Connelly di una cosa è certa: non ha alcuna intenzione di lavorare alla Connelly Fine Antique Reproductions, la ditta di mobili fondata dai nonni a Long Island. Il suo destino è nel mondo della moda: infatti, a nemmeno trent’anni, ha già davanti a sé una promettente carriera come fashion designer. Quando però in piena notte un incendio devasta l’azienda di famiglia e l’annesso museo che ospita pezzi di valore inestimabile, per lei è l’inizio di un incubo. Il fuoco ha distrutto ogni cosa e per un soffio non le ha portato via anche l’amata sorella Kate, che adesso è in ospedale in condizioni gravissime. Ma perché Kate, commercialista di uno dei più importanti studi del Paese, si trovava lì a quell’ora? E perché con lei c’era Gus, artigiano in pensione? Se non si fosse trattato di un incidente? Purtroppo nessuno può raccontare che cosa è accaduto realmente: Gus è morto tra le fiamme e Kate è in coma. Ma sotto la cenere si nasconde ancora un’inquietante e macabra sorpresa, che porta ad altri angosciosi interrogativi. Qualcuno potrebbe non essere chi dice di essere… fin dove si spingerà pur di lasciare sepolto il passato? Pagina dopo pagina, Mary Higgins Clark dà nuovamente prova del talento che l’ha portata, con ogni romanzo, ai vertici delle classifiche internazionali dei bestseller. Regalando al lettore una storia avvincente e ricca di suspense che non ha nulla da invidiare a capolavori di tensione quali “La culla vuota”.

Sei sempre stato qui

“Non è mica detto che un figlio arrivi subito.” In effetti no, per Roberta ed Eugenio, una coppia normale, una coppia come ce ne sono milioni, il figlio, la figlia che desiderano non arriva subito. Anzi, sembra non voler arrivare mai. Più volte nel ventre di Roberta qualcosa inizia ad accadere, ma nessuna gravidanza prosegue. Eugenio e Roberta provano con l’inseminazione artificiale, ma non funziona nemmeno quella. I mesi e gli anni passano e l’attesa si fa intollerabile, come se uno stesso giorno ripiegato su se stesso si ripetesse all’infinito, un giorno di figli desiderati, sfiorati, e poi perduti. L’esplorazione interminabile dell’incertezza li conduce al limite, come singoli individui e come coppia, ma li fa anche evolvere, ed Eugenio e Roberta, in un gesto di resilienza e di libertà, non si arrendono. Decidono di affidarsi al mare imprevedibile dell’adozione, di affrontare le pratiche, i colloqui, la burocrazia. Decidono di esercitare e guarire le loro anime per trovare la forza di prendere un ultimo respiro prima del tuffo. Decidono di affidarsi a un sogno che li porterà altrove nel mondo. Questo romanzo è la storia di una paternità desiderata, cercata, sofferta. Una vicenda individuale che grazie alla forza della letteratura diventa universale, una singola voce, voce di un uomo, voce di un padre, che si fa coro di una moltitudine di donne e di uomini, della loro volontà di essere famiglia, di donarsi, di amare.
**

Sei per uno

«Accadde a Silver City, nel 1895. Avevo venticinque anni, ero al verde e lo era anche la squadra di giovanotti di cui ti devo parlare. Non eravamo amici nel vero senso della parola… laggiù l’amicizia non esisteva. Il capo della nostra banda era un ragazzo che noi chiamavamo “Caucciù”…» La lettera è stata scritta quarant’anni prima da Gilbert Fox, uno della banda dei sei che aveva salvato dalla forca un loro compagno, in cambio dì una forte ricompensa A quanto pare, però, il debitore non aveva rispettato il patto. Questa lettera riapre il caso. E chi, meglio di Nero Wolfe, può aiutare gli interessati a risolverlo? È a lui, infatti, che si rivolgono Clara Fox, la figlia di un componente della banda, e due superstiti della banda stessa. Ma la pista delle indagini si macchia presto dì sangue. Chi uccide? E perché? Il debitore, rintracciato, è ora un cittadino al di sopra d’ogni sospetto. Possibìle che sia lui l’implacabìle assassino? Nero Wolfe ci riserva come al solito innumerevoli sorprese, non ultima quella di aver gettato per questa volta la maschera da misogino per presentarsi come un galante gentiluomo.

Sei lezioni di economia. Conoscenze necessarie per capire la crisi più lunga (e come uscirne)

Questo libro si rivolge a chi in questi anni non ha accettato le spiegazioni convenzionali di una crisi devastante e l’idea che “siamo un Paese corrotto, fortuna che Europa ed euro ci fan rigare dritti”. Da Adam Smith a Schäuble, l’ambizione del volume è di intrecciare la teoria economica alle drammatiche vicende della crisi europea, dell’euro, del declino del nostro Paese. Non basta prendersela col “neoliberismo”, le “banche malvagie”, la “finanza speculativa” o la “corruzione”. Si deve scavare nelle fondamenta della teoria convenzionale che è dietro le politiche monetarie e fiscali europee, la deregolamentazione finanziaria, lo smantellamento dei diritti sociali (le cosiddette “riforme strutturali”), il mercantilismo tedesco. Muovendo dalle teorie di Sraffa e Keynes e dalla letteratura eterodossa, il volume mostra la debolezza di quelle fondamenta e la natura conservatrice della costruzione europea. Analisi economica critica e realismo politico ci suggeriscono che, sfortunatamente, un'”altra Europa” non è possibile in quanto le entità politiche e monetarie sovranazionali hanno un’insopprimibile impronta liberista, e sono funzionali a smantellare gli spazi nazionali in cui si esprime il conflitto sociale che, se regolato, è il sale della democrazia.
**