58897–58912 di 66978 risultati

La rete a maglie larghe

Nella cittadina di Maardam, il commissario Van Veeteren e la sua squadra sono alle prese con il caso di Jenek Mattias Mitter, un insegnante accusato della morte della moglie Eva. Risvegliatosi dopo una potente ubriacatura, Mitter ha trovato la moglie morta nella vasca da bagno: l’uomo – che versa in stato confusionale – continua a professarsi innocente. Nonostante la condanna del tribunale, il commissario Van Veeteren continua a nutrire forti dubbi sulla colpevolezza di Mitter. E infatti, pochi giorni dopo, Mitter viene assassinato nella sua cella. Iniziano così le indagini sulla vita passata di Eva, sul suo precedente matrimonio e sulla sua famiglia d’origine.

La resurrezione della mummia

Decimo volume del Meglio dei Weird Tales, a cura di Gianni Pilo. Le storie presentate sono LA RESURREZIONE DELLA MUMMIA di Seabury Quinn, LA VECCHIA CASA di Marvin Luter Hill, SONNO PROFONDO di Allison W. Harding, QUALCOSA DALL’ALTO di Donald Wandrei, LA PISTOLA di S. Gordon Gurwit, IL CUORE DEL VECCHIO GARFIELD di Robert E. Howard, LA PERGAMENA TERRIBILE di Manly Wade Wellman, LA SCURE DI CAINO di James Causey & Bill Blackbeard e SCIMMIE di E.F. Benson.

La Responsabilità Di Un Duca (I Rivoluzionari Cavendish Vol. 4)

**I rivoluzionari Cavendish** 4
*Londra, 1824.*
Chiunque penserebbe che essere chiamato in Inghilterra per ricoprire il ruolo di Duca di Durham sia la miglior notizia che un allevatore di cavalli americano potrebbe mai ricevere, eppure per James Cavendish non è affatto così. Il giorno prima di raggiungere Londra e assumere le responsabilità legate al titolo ereditato, decide quindi di concedersi un’ultima serata di libertà in cui essere solo James e di trascorrere una notte con una bellissima sconosciuta incontrata in una taverna.
Ma quando l’indomani rivede la donna tra le fila della propria servitù, lui scopre che quelle poche ore passate insieme non gli bastano e che desidera stringerla di nuovo tra le braccia e averla nella sua vita… vita di cui però non è più padrone in quanto duca.

La Respirazione Artificiale

La respirazione meccanica e una procedura con cui ogni medico di medicina intensiva e ogni specializzando nelle discipline sia chirurgiche che di medicina generale si deve quotidianamente confrontare. Nel volume sono descritti in modo dettagliato i fondamenti di questa pratica clinica: partendo dalle basi anatomiche e fisiologiche della respirazione meccanica e dalle varie forme di insufficienza respiratoria, vengono discusse le indicazioni a questo tipo di intervento e le complicazioni ad esso legate, oltre che i metodi alternativi e il management delle malattie specifiche dell’apparato respiratorio. Vengono inoltre discusse le piu recenti tecniche di terapia respiratoria e di respirazone meccanica non invasiva.
Il volume, tradotto per la prima volta in italiano, rappresentera un vero e proprio manuale pratico per i medici e per tutti gli operatori che nella loro professione si occupano di respirazione artificiale.

La resa dei conti

La più grave crisi che abbia mai colpito il mondo occidentale è servita. Banche che falliscono, borse che crollano, risparmi che vanno in fumo. Come è stato possibile? La storia non è così complicata. Semplicemente, c’è qualcuno che ha giocato sporco, approfittando delle tante zone grigie che il sistema finanziario racchiude. Dall’altra parte, poi, c’è qualcuno che ha sbagliato i suoi calcoli. E portando all’estremo i rischi ha finito per rimanere schiacciato. Carlo A. Martigli chiarisce come si è arrivati a questo punto usando un linguaggio semplice e procedimenti logici alla portata di tutti. Per comprendere come agiscono i maghi della speculazione finanziaria non è necessaria una laurea ad Harvard. Mutui subprime, cartolarizzazioni, derivati, opzioni, fondi di investimento: è facile capire di che si tratta. Il problema è che di solito nessuno si prende la briga di spiegarvelo. Martigli fa di più. Oltre a raccontare la crisi, mette in guardia dalle trappole di cui sono disseminate le lande dei mercati finanziari, e non risparmia qualche consiglio per tutelare i propri risparmi nella maniera più accorta e consapevole.

La Repubblichina

L’ho vista anch’io una rapatura delle donne fasciste, catturate nei giorni conclusivi della guerra civile. Era la fine di aprile del 1945 e andavo per i dieci anni. Oggi sono un vecchio signore curioso, ma già allora ero un ragazzino che si sentiva padrone della sua piccola città. Nell’attesa che riaprissero le scuole elementari, dove frequentavo la quinta poiché ero avanti di un anno, trascorrevo il tempo libero nella modisteria di mia madre Giovanna e nelle strade del centro. Conclusa la guerra e finiti i bombardamenti degli Alleati, non esistevano altri pericoli in città. In questo modo mi sono trovato di fronte a vicende che non pensavo di scoprire. Una fu la tosatura delle prigioniere repubblichine, avvenuta non in piazza del Cavallo come racconto in questo libro, bensì in una piazza secondaria, davanti a una caserma in sfacelo, diventata un rifugio di senzatetto e di prostitute malandate. Tra le donne sottoposte a quel supplizio, una era molto giovane e bella. La sua figura è sempre rimasta nella mia memoria, tanto da ispirarmi il personaggio centrale di questo libro: Teresa Bianchi, detta Tere. Una maestra elementare sui vent’anni, tanto appassionata della propria missione da prendere la tessera del Partito fascista repubblicano pur di insegnare in una scuola della città. Di solito i miei libri sulla guerra civile e sul dopoguerra sporco di sangue non hanno per protagonisti dei fascisti repubblichini se non come vittime delle vendette partigiane. Un revisionismo a senso unico ha fatto sparire i tanti italiani, civili e militari, rimasti fedeli a Benito Mussolini. Eppure furono soprattutto loro a sopportare gli eventi più angosciosi dell’ultima fase della guerra nel nostro Paese. Come le stragi provocate dagli aerei da bombardamento americani, spesso imprecisi e affidati a piloti che volevano liberarsi del loro carico micidiale e ritornare al sicuro nelle basi di partenza. Oppure come l’inferno delle violenze compiute dai marocchini in Ciociaria, con migliaia di donne stuprate sotto lo sguardo indifferente dei generali francesi, primo fra tutti Charles De Gaulle. La mia Tere affronta con fermezza e coraggio il furore dell’ultimo atto della guerra mondiale in casa nostra e il caos del dopoguerra. Di certo è una repubblichina, ma soprattutto un’italiana con una qualità che ho ritrovato in tutte le donne incontrate nella mia vita: la pazienza generosa. G.P.
**
### Sinossi
L’ho vista anch’io una rapatura delle donne fasciste, catturate nei giorni conclusivi della guerra civile. Era la fine di aprile del 1945 e andavo per i dieci anni. Oggi sono un vecchio signore curioso, ma già allora ero un ragazzino che si sentiva padrone della sua piccola città. Nell’attesa che riaprissero le scuole elementari, dove frequentavo la quinta poiché ero avanti di un anno, trascorrevo il tempo libero nella modisteria di mia madre Giovanna e nelle strade del centro. Conclusa la guerra e finiti i bombardamenti degli Alleati, non esistevano altri pericoli in città. In questo modo mi sono trovato di fronte a vicende che non pensavo di scoprire. Una fu la tosatura delle prigioniere repubblichine, avvenuta non in piazza del Cavallo come racconto in questo libro, bensì in una piazza secondaria, davanti a una caserma in sfacelo, diventata un rifugio di senzatetto e di prostitute malandate. Tra le donne sottoposte a quel supplizio, una era molto giovane e bella. La sua figura è sempre rimasta nella mia memoria, tanto da ispirarmi il personaggio centrale di questo libro: Teresa Bianchi, detta Tere. Una maestra elementare sui vent’anni, tanto appassionata della propria missione da prendere la tessera del Partito fascista repubblicano pur di insegnare in una scuola della città. Di solito i miei libri sulla guerra civile e sul dopoguerra sporco di sangue non hanno per protagonisti dei fascisti repubblichini se non come vittime delle vendette partigiane. Un revisionismo a senso unico ha fatto sparire i tanti italiani, civili e militari, rimasti fedeli a Benito Mussolini. Eppure furono soprattutto loro a sopportare gli eventi più angosciosi dell’ultima fase della guerra nel nostro Paese. Come le stragi provocate dagli aerei da bombardamento americani, spesso imprecisi e affidati a piloti che volevano liberarsi del loro carico micidiale e ritornare al sicuro nelle basi di partenza. Oppure come l’inferno delle violenze compiute dai marocchini in Ciociaria, con migliaia di donne stuprate sotto lo sguardo indifferente dei generali francesi, primo fra tutti Charles De Gaulle. La mia Tere affronta con fermezza e coraggio il furore dell’ultimo atto della guerra mondiale in casa nostra e il caos del dopoguerra. Di certo è una repubblichina, ma soprattutto un’italiana con una qualità che ho ritrovato in tutte le donne incontrate nella mia vita: la pazienza generosa. G.P.

La Repubblica tradita

Lo aveva annunciato subito Giovanni Valentini, storico direttore del settimanale L’Espresso e vicedirettore del quotidiano la Repubblica, che avrebbe raccontato la verità sulla maxi-fusione “Stampubblica”, svelando i passaggi di un’operazione che segna una mutazione genetica del giornale fondato nel 1976 da Eugenio Scalfari: dal cosiddetto “editore puro” a un gruppo di potere economico e finanziario. Una mega-concentrazione che rappresenta una minaccia per il pluralismo dell’informazione e per la libera concorrenza. In questo libro scomodo e appassionato, dopo quarant’anni di lavoro trascorsi tra Roma e Milano nel gruppo L’Espresso, Valentini offre una testimonianza inedita e personale, ricostruendo la storia con i protagonisti e gli aneddoti di una straordinaria avventura che oggi è destinata fatalmente a interrompersi. Ma qui l’autore denuncia anche un tradimento editoriale, consumato ai danni dei giornalisti e dei lettori, dietro il quale s’intrecciano diversi conflitti d’interessi.
**
### Sinossi
Lo aveva annunciato subito Giovanni Valentini, storico direttore del settimanale L’Espresso e vicedirettore del quotidiano la Repubblica, che avrebbe raccontato la verità sulla maxi-fusione “Stampubblica”, svelando i passaggi di un’operazione che segna una mutazione genetica del giornale fondato nel 1976 da Eugenio Scalfari: dal cosiddetto “editore puro” a un gruppo di potere economico e finanziario. Una mega-concentrazione che rappresenta una minaccia per il pluralismo dell’informazione e per la libera concorrenza. In questo libro scomodo e appassionato, dopo quarant’anni di lavoro trascorsi tra Roma e Milano nel gruppo L’Espresso, Valentini offre una testimonianza inedita e personale, ricostruendo la storia con i protagonisti e gli aneddoti di una straordinaria avventura che oggi è destinata fatalmente a interrompersi. Ma qui l’autore denuncia anche un tradimento editoriale, consumato ai danni dei giornalisti e dei lettori, dietro il quale s’intrecciano diversi conflitti d’interessi.

La Repubblica del selfie

La scalata all’Italia di Matteo Renzi è stata raccontata dal suo protagonista come una guerra lampo dalle cadenze napoleoniche, un cambiamento di stagione epocale, contro nemici di ogni tipo. In realtà è stata una resa senza condizioni. Senza opporre resistenza, partiti, industriali, intellettuali si sono consegnati al giovane conquistatore: una bandiera bianca collettiva, la dissoluzione della rete di alleanze ed equilibri su cui si reggeva la Repubblica italiana. Quella Repubblica nata settant’anni fa con i ragazzi scesi dalle montagne per sedersi al tavolo della Costituente. Erano i padri della democrazia, i buoni maestri che tenevano insieme cattolici e comunisti, radicali e liberali, e intanto costruivano autostrade e conficcavano milioni di antenne sui tetti delle case. Ma poi i padri invecchiarono e arrivarono i figli, la meglio gioventù della tv a colori e dell’aria di piombo. Una menzogna. L’inizio del vuoto. Un vuoto durato quarant’anni. In quel vuoto è nata e cresciuta la nuova razza padrona, che ha il volto di Matteo Renzi e si presenta senza passato, avida di presente, proiettata al futuro. Detesta il fardello della memoria, rifiuta la responsabilità dei decenni precedenti: noi non c’eravamo, ripete. Invece va inserita in una storia. In quella che arriva da lontano, nel lunghissimo processo che attraversa gli ultimi anni Settanta, gli Ottanta e Novanta fino a Tangentopoli. E in quella piЭ recente, il crack di una classe dirigente provocato dalla crisi economica e da un divorzio irreparabile tra cittadini e politica. “Una lunga caduta, come nei sogni. Il risveglio tocca ai figli. Nel vuoto si sono mossi, in mezzo al vuoto hanno conquistato il potere, puntando sul vuoto rischiano di perdere. O di invecchiare precocemente.”
(source: Bol.com)

La Regina Nulla

Grazie al colpo di stato assestato dal Generale Marcos, l’immobilismo della Lega di Hoilos è giunto al punto di rottura. Nuove schiere si vanno formando con l’intento di soccorrere i popoli delle Terre del Vento, per proprio tornaconto personale. Nel mentre, CorvoRosso tenta di ottenere l’aiuto dell’imprevedibile Regina Nulla, pronto a sacrificarle se stesso, fratelli ed amici, per un bene superiore.Da oriente, nuove forze vengono risvegliate dai pericolosi Ranovoi, decisi a dare una lezione ai barbari del deserto che hanno osato sfidarli, invadendo il loro Impero.Le Forze Ancestrali che governano i Mondi sono infine schierate, su tutte però vigilano presenze ancora sconosciute, tenutesi in disparte fino ad ora. Dall’alto delle loro Torri saranno queste a forgiare il destino degli uomini a dispetto delle macchinazioni degli Antichi.La Regina Nulla (Mondo 1.2) è il seguito di Forze Ancestrali (Mondo 1.1 in download gratuito)
**
### Sinossi
Grazie al colpo di stato assestato dal Generale Marcos, l’immobilismo della Lega di Hoilos è giunto al punto di rottura. Nuove schiere si vanno formando con l’intento di soccorrere i popoli delle Terre del Vento, per proprio tornaconto personale. Nel mentre, CorvoRosso tenta di ottenere l’aiuto dell’imprevedibile Regina Nulla, pronto a sacrificarle se stesso, fratelli ed amici, per un bene superiore.Da oriente, nuove forze vengono risvegliate dai pericolosi Ranovoi, decisi a dare una lezione ai barbari del deserto che hanno osato sfidarli, invadendo il loro Impero.Le Forze Ancestrali che governano i Mondi sono infine schierate, su tutte però vigilano presenze ancora sconosciute, tenutesi in disparte fino ad ora. Dall’alto delle loro Torri saranno queste a forgiare il destino degli uomini a dispetto delle macchinazioni degli Antichi.La Regina Nulla (Mondo 1.2) è il seguito di Forze Ancestrali (Mondo 1.1 in download gratuito)

La regina delle nevi

Nonostante il titolo fiabesco che cita H.C. Andersen, il romanzo è una maestosa epica planetaria che sotto le mentite spoglie di una verniciatura fantasy mette in scena un plot fantascientifico-avventuroso complesso e articolato, con al centro le figure della Regina delle Nevi, monarca del pianeta Tiamat durante il ciclo del suo più che secolare “inverno” e della sua figlia-clone Moon. E’ il libro più noto dell’autrice, la (ormai ex) signora Vinge. Tiamat, il pianeta dai soli gemelli, è un mondo più ricco di acque che di terraferma, ed è proprio dalla vita marina che si estrae la sua principale fonte di ricchezza in un impero che si estende su un’intera galassia: la droga della longevità. Ma ora tempi nuovi si preparano per Tiamat, La Porta Stellare che collega il pianeta all’impero sta per chiudersi, e il lungo ciclo dell’Inverno sta per concludersi insieme al regno dell’antica e ancora bellissima Arienrhod, la Regina delle Nevi di Tiamat. La scienza del popolo dell’Inverno non può nulla contro il cataclismico mutamento che porterà al potere il più primitivo popolo dell’Estate, ma Arienrhod non è disposta a subire passivamente quello che sembra il suo ineluttabile destino.

La Regina Della Rosa Rossa

La regina della rosa rossa by Philippa Gregory
Erede del nobile casato dei Lancaster, Margaret Beaufort è una donna ambiziosa, fermamente convinta che la Rosa Rossa, simbolo della sua famiglia, sia destinata a regnare sull’Inghilterra. Ma i suoi sogni si infrangono il giorno in cui Enrico VI, amato cugino e sovrano, rifiuta di sposarla.. Delusa e amareggiata, si lascia convincere dalla madre a un matrimonio senza amore. Si ritrova così, ancora giovanissima, legata a un uomo che ha il doppio dei suoi anni e ben presto incinta di un figlio che non ha mai voluto. Margaret, però, non si arrende. Sola, tormentata da desideri irrealizzabili, decide di trasformare i suoi fallimenti in un trionfo: se lei non è riuscita a ottenere la corona, farà di tutto perché l’ottenga il figlio. Senza lasciarsi intimidire dal crescente potere della dinastia degli York, che si contrappone ai Lancaster ogni giorno di più, Margaret chiama il bambino Enrico. Come il re. E si prepara a marciare verso il trono, tra ambigue alleanze, complotti segreti e falsi giuramenti, pronta a tutto pur di raggiungere il proprio obiettivo. Anche a costo di rinunciare per sempre all’amore.

La Regina Dell’eternità. Il Romanzo Di Nefertiti

Il ritratto di una delle donne più potenti e affascinanti dell’antichitàLa splendida Nefertiti sta per andare in sposa al giovane principe d’Egitto Amenofi IV. La famiglia reale spera che la ragazza, con la sua forte personalità, possa dissuadere il futuro faraone, deciso a sostituire il culto del dio Amon con quello del dio Aton. Tuttavia, una volta salita al trono, Nefertiti non fa che rafforzare l’arroganza e la determinazione del nuovo re e si preoccupa solo di dare alla luce un figlio maschio che continui ad assicurare a lei e alla sua famiglia il prestigio e il potere di cui godono a corte. L’ossessione religiosa di Amenofi e la cieca ambizione di Nefertiti finiscono per trascinare l’Egitto nella rovina indebolendo l’esercito, i confini, la classe sacerdotale e il popolo. Ma proprio allora la grande regina sceglierà di sacrificarsi per il bene del suo Paese. Tra intrighi di palazzo e amori proibiti, la storia di un’eroina dal fascino straordinario.’Ben scritto e davvero appassionante. Un fantastico debutto’The Library JournalMichelle Moranha viaggiato in tutto il mondo, dallo Zimbabwe all’India, e ha svolto numerose ricerche in vari siti archeologici, traendone ispirazione per i suoi romanzi. Vive in California con suo marito. La Newton Compton ha già pubblicato La regina dell’eternità. Il romanzo di Nefertiti, sua opera d’esordio, che ha riscosso un notevole successo di pubblico e critica. Il sito internet personale dell’autrice è www.michellemoran.com.

(source: Bol.com)

La regina dei Lilin

Ottavo appuntamento con la collana IL MEGLIO DI WEIRD TALES, curata da Gianni Pilo. I racconti presenti in questo volume: LA REGINA DEI LILIN di E. Hoffmann Price, IL PRESAGIO di Gene Lyle III, LA LOCANDA di Rex Ernst, LA ROCCIA DELLA PAURA di Manly Wade Wellmann, IL DUCA RIDENTE di Wallace G. West, RITI PROPIZIATORI di Gardner F. Fox e L’OTTAVO UOMO VERDE di G.G. Pendarves.

La regina dei ladri

Katharine Westhanger: diciannove anni. Un padre malandrino, un nonno genio di strategia militare, uno zio ancora più furfante del padre, che, alla morte di questi, ha completato la sua educazione criminale. Ora Kate è sì una ladra, ma una ladra speciale, cervello della più grande organizzazione criminale del mondo, che è riuscita a rubare due milioni di corone alla Banca d’Olanda, ha fatto razzia nelle gioiellerie di Londra e che ha messo a segno un’infinità di grossi colpi. Insomma è la disperazione del commissario T. B. Smith, specialmente quando sparisce un treno carico d’oro. E come finirà questa appassionante lotta Edgar Wallace ce lo svelerà solo alla fine del libro.

La regina degli Straken. Il druido supremo di Shannara: 3

Il destino del nuovo Ordine dei Druidi fondato da Grianne Ohmsford pare segnato dopo che Shadea a’Ru e i suoi complici hanno esiliato Grianne nel Divieto, il mondo parallelo in cui all’alba dei tempi gli Elfi relegarono i demoni e le creature malvagie. Sotto il comando di Shadea, l’Ordine sembra intenzionato ad allearsi con Sen Dunsidan e a usare la magia per distruggere gli Elfi, ma nessuno dei due conosce la minaccia che incombe su tutte le razze umane: un minaccioso demone, il Moric, è libero sulla Terra e vuole abbattere il muro di magia che ha sempre isolato nel Divieto le creature del Male.
**