58705–58720 di 63547 risultati

Una moglie per il capitano

I quattro avventurieri 2/2

Londra – Sierra Leone, 1824.
Robert Frobisher deve mettere da parte ancora per un po’ il desiderio di piantare radici e crearsi una famiglia. Adesso, infatti, spetta a lui il compito di portare avanti la missione intrapresa dal fratello Declan, scovando un accampamento in cui dei mercanti di schiavi tengono prigioniere le loro vittime.
Non può di certo immaginare che la sua strada stia per incrociarsi con quella della bella Aileen Hopkins, anche lei a Freetown in cerca di notizie sulla scomparsa del fratello William. Tentare di escludere Aileen dalle indagini si fa sempre più complicato per Robert, soprattutto ora che capisce di provare per lei qualcosa che va ben oltre l’istinto di protezione.
E se Miss Hopkins non fosse solo la sua compagna per questa spedizione, ma potesse diventare anche qualcosa di più?

(source: Bol.com)

Una moglie per Cobie (eLit)

Inghilterra, 1892 – Cobie Grant, misterioso e affascinante avventuriero dall’oscuro passato, cerca sempre di proteggere i deboli. Arrivato a Londra, si trova invischiato negli intrighi dell’alta nobiltà corrotta e decide di sposare Lady Dinah Freville per salvarla dalle angherie della sua famiglia. Affidata alle cure di una marchesa francese, la giovane moglie si trasforma da brutto anatroccolo in splendido cigno, ma Cobie le ha già detto chiaramente che non s’innamorerà mai… Volumi della saga: Terre lontane – I Dilhorne vol. 1 L’australiano – I Dilhorne vol. 2 Corsa all’oro – I Dilhorne vol. 3 La guerra del cuore – I Dilhorne vol. 4 Una moglie per Cobie – I Dilhorne vol. 5 L’uomo dai mille volti – I Dilhorne vol. 6

(source: Bol.com)

Una Mamma Virtuale

Essere mamma e donna al giorno d’oggi non è facile. Lo sa bene Lucinda Riley scrittrice bestseller internazionale nonché madre a tempo pieno. *Una mamma virtuale* è un regalo per il suo affezionato pubblico italiano: il racconto di una famiglia moderna dalle dinamiche senza tempo.
C’è Alex il primogenito appassionato di calcio, Rose l’adolescente alle prese coi ragazzi e i due più piccoli Kate e Fred. E poi c’è William, il marito con cui ritagliarsi pochi sospirati momenti di intimità. Il papà “severo” che non capisce “le donne” e dice sempre di no… «Mamma, ci parli tu?» è la formula magica per trasformare il divieto in un desiderio realizzato.
Un piccolo capolavoro dalla regina del romanzo rosa. Semplicemente delizioso.
In chiusura di questo piccolo regalo di Natale un estratto in esclusiva di* La ragazza delle perle*, il quarto libro della serie *Le Sette Sorelle*.
**
### Sinossi
Essere mamma e donna al giorno d’oggi non è facile. Lo sa bene Lucinda Riley scrittrice bestseller internazionale nonché madre a tempo pieno. *Una mamma virtuale* è un regalo per il suo affezionato pubblico italiano: il racconto di una famiglia moderna dalle dinamiche senza tempo.
C’è Alex il primogenito appassionato di calcio, Rose l’adolescente alle prese coi ragazzi e i due più piccoli Kate e Fred. E poi c’è William, il marito con cui ritagliarsi pochi sospirati momenti di intimità. Il papà “severo” che non capisce “le donne” e dice sempre di no… «Mamma, ci parli tu?» è la formula magica per trasformare il divieto in un desiderio realizzato.
Un piccolo capolavoro dalla regina del romanzo rosa. Semplicemente delizioso.
In chiusura di questo piccolo regalo di Natale un estratto in esclusiva di* La ragazza delle perle*, il quarto libro della serie *Le Sette Sorelle*.

Una madre lo sa

Spesso gli articoli di giornale, i dibattiti sui fatti di cronaca, i trattati di scienza forniscono gli elementi per distinguere una ‘buona’ madre. Decretano cosa sia normale e cosa no. Stabiliscono i meriti e le colpe. Ma sono quasi sempre lontani dalla realtà. Da Brooke Shields a Valentina Vezzali, fino alle madri di Plaza de Mayo, Concita De Gregorio racconta venti storie di maternità che scaldano il cuore. Venti vicende vere per scoprire quanti siano i modi di essere madre, o di non esserlo affatto. Di quante ombre sia pieno l’amore perfetto, quello tra madri e figli, e di quante risorse inattese. Quante strade esistano per accogliere quello che viene, quello che c’è. Un libro commovente e sincero che fa arrabbiare e sorridere. E che ognuno di noi dovrebbe leggere. Perché dalle donne passa la vita di tutti, sempre. Dalla pancia, dalla testa, dalle mani e dai ricordi. E una madre tutto questo lo sa.

(source: Bol.com)

Una libellula di città

Trenta racconti in rima. Storie strane, fantasiose, impossibili, i cui protagonisti sono uomini e donne, ma anche alberi e animali che non sopportano il modo in cui è organizzata la vita e cercano di reinventarla con mille esperienze avventurose. Un albero di sradica da sé per rotolare giù dal bosco in collina dove è costretto a vivere; una giocoliera assassina fa numeri da circo con i globi oculari delle sue vittime; un elefante con un sassofono al posto della proboscide cerca l’anima gemella; una libellula conosce in poche ore la pienezza dell’esistenza; un misantropo vive su un faro che si stacca dalla costa e naviga nell’oceano; un regista di film horror muore e diventa uno zombie di successo; una falena dissidente è attratta dal buio. Ciascuno di loro cerca l’amore e la verità, e trova sempre quello che si merita.

(source: Bol.com)

Una guerra civile

A oltre mezzo secolo di distanza è ormai convinzione comune che occorra un ripensamento della Resistenza, sulla quale tutti mo­striamo troppo facili certezze. Si tratta, soprattutto, di riconoscere a questi fatti la loro dignità di grande evento storico, sottraendoli ai ricorrenti rischi della retorica celebrativa o alle strumentalizzazioni di parte spesso riduttive e liquidatorie. Il libro affronta temi cruciali legati al passaggio dall’Italia fascista all’Italia del dopoguerra visti sotto il profilo della ‘moralità’ operante nei protagonisti. Nell’analisi degli eventi tra il settembre 1943 e l’aprile 1945, Claudio Pavone distingue tre aspetti: la guerra pa­triottica, la guerra civile e la guerra di classe – ‘tre guerre’ che sono spesso combattute dallo stesso soggetto – introducendo così una novità interpretativa in grado di cogliere tutte le sfumature e di attraversare orizzontalmente una realtà storica di estrema complessità. Gli argomenti presi in esame – tra i quali l’eredità della guerra fascista, il dissolversi delle certezze istituzionali, le fedeltà e i tradimenti, il valore fondante della scelta, il rapporto fra le generazioni, l’utopia e la realtà, il grande nodo della violenza – ci costringono a riflettere su alcune questioni brucianti e sempre attuali, prima fra tutte quella del rapporto tra la politica e la morale nella vicenda storica.

(source: Bol.com)

Una giornata nell’antica Roma: Vita quotidiana, segreti e curiosità

Che atmosfera si respirava per le strade di Roma? Cosa provava un gladiatore nell’arena del Colosseo? Quali erano i segreti delle matrone per farsi belle? Che cosa si mangiava durante i banchetti? È vero che spesso finivano con delle orge? Molti libri parlano della storia dell’antica Roma, ma nessuno come questo è in grado di catapultare il lettore nell’atmosfera quotidiana della capitale dell’impero, dandogli realmente l’impressione di trovarsi nelle case o tra la folla nelle strade, per scoprire e indagare tutte le curiosità e i piccoli dettagli della vita dei suoi abitanti. La straordinaria esplorazione guidata da Alberto Angela, con la chiarezza, la competenza e il fascino del grande divulgatore, dura ventiquattr’ore e inizia all’alba di un giorno qualsiasi del 115 d.C. quando Roma è al culmine della sua potenza. Un racconto coinvolgente, ricco di atmosfere affascinanti e aneddoti curiosi, che condensa nell’arco di una giornata il risultato degli studi storici più rigorosi e dei dati raccolti in oltre quindici anni di riprese sui siti dell’antica Roma e del suo Impero.

Una giornata in giallo

Otto scrittori fra i più popolari dei «gialli» Sellerio: umorismo, tensione, inventiva e rapidità sono il minimo comun denominatore di queste storie in un solo giorno.
**
### Sinossi
Otto scrittori fra i più popolari dei «gialli» Sellerio: umorismo, tensione, inventiva e rapidità sono il minimo comun denominatore di queste storie in un solo giorno.

Una giornata di Ivan Denisovič

Tre narrazioni da leggere come un’autobiografia spirituale, trasposta nei suoi termini cronologici, ma circolare nell’andamento narrativo: un deportato nel lager; il ritorno ai valori imperituri della Russia profonda dopo la scarcerazione; infine, l’antefatto, la denuncia immotivata che ha messo fine alla libertà.
Una giornata di Ivan Denisovič è il libro che ha rivelato al mondo lo scrittore Solženicyn. In un’opera di classica sobrietà, che per nitore espressivo rimanda alle dostoevskiane Memorie di una casa morta, viene descritta per la prima volta una giornata qualsiasi in un campo di lavoro staliniano dove è rinchiuso un uomo semplice, Ivan.
La stessa autonomia poetica si ritrova nei due racconti successivi. Protagonista della Casa di Matrjona è una povera contadina, presso la quale va a vivere un ex deportato, che mitemente subisce ripetute ingiustizie. Alla stazione di Krečetovka illustra invece la parabola morale di un «uomo sovietico» nel quale il germe della sospettosità staliniana s’è tanto radicato da portarlo a commettere una mostruosa ingiustizia.

Una giornata bestiale

Un padre rinuncia al cibo per non abbandonare il figlioletto, un gruppo di giovani bulli tormenta un compagno, una femmina dall’aspetto dolce e timido si rivela una killer spietata. Non sono i personaggi di una nuova serie tv, ma un pinguino, uno stormo di piccioni, una coccinella: protagonisti, insieme a molti altri tipi originali, di racconti sorprendenti raccolti dall’autore nel mondo degli animali. Muovendosi come un reporter a caccia di scoop, Metello Venè spia insetti, uccelli, pesci, mammiferi giganti e bestiole da compagnia in vari momenti della loro giornata e ne registra abitudini, vizi, imprese e misfatti. Scopriamo così che i cigni sono compagni fedeli e premurosi, mentre i barbagianni lasciano spesso le loro penne nei nidi altrui e le chiocciole – chi lo direbbe mai – praticano il sesso estremo. E ancora che le vespe sono le vere inventrici della carta, i rinoceronti usano bagni pubblici per i loro bisogni e le simpatiche formiche non sono affatto più laboriose delle povere cicale, messe in cattiva luce in una famosa favola di Esopo. Dalle sue pazienti e appassionate osservazioni nasce questa variegata serie di storie – molte delle quali vissute personalmente – che mostrano animali di ogni specie in famiglia e al lavoro, a tavola e a letto, in viaggio e in guerra e compongono un curioso e affascinante romanzo «bestiale», che non ha niente da invidiare alla più brillante commedia umana.
**
### Sinossi
Un padre rinuncia al cibo per non abbandonare il figlioletto, un gruppo di giovani bulli tormenta un compagno, una femmina dall’aspetto dolce e timido si rivela una killer spietata. Non sono i personaggi di una nuova serie tv, ma un pinguino, uno stormo di piccioni, una coccinella: protagonisti, insieme a molti altri tipi originali, di racconti sorprendenti raccolti dall’autore nel mondo degli animali. Muovendosi come un reporter a caccia di scoop, Metello Venè spia insetti, uccelli, pesci, mammiferi giganti e bestiole da compagnia in vari momenti della loro giornata e ne registra abitudini, vizi, imprese e misfatti. Scopriamo così che i cigni sono compagni fedeli e premurosi, mentre i barbagianni lasciano spesso le loro penne nei nidi altrui e le chiocciole – chi lo direbbe mai – praticano il sesso estremo. E ancora che le vespe sono le vere inventrici della carta, i rinoceronti usano bagni pubblici per i loro bisogni e le simpatiche formiche non sono affatto più laboriose delle povere cicale, messe in cattiva luce in una famosa favola di Esopo. Dalle sue pazienti e appassionate osservazioni nasce questa variegata serie di storie – molte delle quali vissute personalmente – che mostrano animali di ogni specie in famiglia e al lavoro, a tavola e a letto, in viaggio e in guerra e compongono un curioso e affascinante romanzo «bestiale», che non ha niente da invidiare alla più brillante commedia umana.

Una forma di vita

Quotidianamente sommersa dalla posta dei suoi lettori, Amélie si imbatte nella lettera di Melvin Mapple, soldato americano obeso di stanza a Baghdad. Comincia così uno stravagante scambio epistolare. Poco a poco Amélie si affeziona al soldato e ai suoi compagni di taglia XXXXL. Ma all’improvviso Melvin Mapple smette di scriverle e Amélie, sconcertata, tenta di ritrovarlo, ci riuscirà?…

Una famiglia per il duca

Londra, 1844.
Edwina Cheltam è da poco rimasta vedova, senza soldi e con una figlia piccola di cui prendersi cura.
Quindi considera una vera benedizione aver trovato lavoro come segretaria presso il Duca di Hadlow, soprattutto perché lui, benché brusco e arrogante, non sembra accordare importanza al fatto che Edwina sia una donna né sottostimare la sua intelligenza. D’altronde, Michael è altrettanto brillante, e le loro menti sono così in sintonia che ben presto il loro rapporto professionale si trasforma in amicizia, e l’amicizia in passione.
Tuttavia, a causa del loro differente stato sociale, lei è costretta a prendere una dolorosa decisione: allontanarsi da colui che le ha incantato i sensi e di cui si sta perdutamente innamorando.

Una famiglia colpevole

**Dall’autrice del bestseller *Una fredda mattina d’inverno***
È il peggior incubo di ogni genitore. Una telefonata nel cuore della notte sveglia Sandy: suo figlio Jordan è stato coinvolto in un incidente stradale. La sua auto si è schiantata contro un albero in una strada di campagna. A bordo c’erano anche un’amica e il cugino di Jordan, Travis. Adesso tutti e tre lottano tra la vita e la morte. L’intera famiglia è messa a dura prova. Jenna, la madre di Travis, accusa Jordan – e sua madre Sandy – di aver provocato l’incidente. Mentre i ragazzi sono ancora incoscienti in ospedale, la tensione tra i loro genitori esplode. Antichi rancori e risentimenti, messi a tacere per lunghi anni, tornano a bruciare, alimentando i pettegolezzi in tutta la città. Poco alla volta, intanto, i dettagli dell’incidente cominciano a emergere… Per affrontare il dolore e la verità, è necessario che la famiglia rimanga unita. Ma è possibile dimenticare il passato?
**Il tuo peggior incubo si è appena avverato**
«Uno di quei rari libri in grado di toglierti il fiato fin dalle prime righe. Scritto splendidamente, con una trama intricata e ben strutturata. Uno sguardo intimo al tormento di una famiglia dopo un incidente.  Un viaggio ricco di atmosfera, emozioni e suspense.»
**Kristin Harmel, autrice del bestseller *Farò di tutto per tornare da te***
«Barbara Taylor Sissel è riuscita brillantemente a costruire una trama complessa ed emozionante. Con una moltitudine di colpi di scena, ogni personaggio è messo davanti a una scelta difficile da compiere. Una maestra della scrittura, in grado di esaltare la suspense.»
**Kerry Lonsdale, autrice del bestseller *Le cose da dimenticare***
«Un romanzo avvincente, pieno di segreti e ossessioni. Niente è quello che sembra, si divora fino alla scioccante verità.»
**Barbara Claypole White, autrice del bestseller *Il figlio perfetto***
**Barbara Taylor Sissel**
È nata a Honolulu, nelle Hawaii, ma è cresciuta in varie località del Midwest. In uno dei suoi trasferimenti, ha abitato nelle vicinanze di un carcere, dove ha avuto la possibilità di venire in contatto con i detenuti e i loro familiari. Questa esperienza l’ha segnata al punto da farle sviluppare un’attenzione particolare, nella sua scrittura, per le famiglie che reagiscono alla tragedia di un crimine. Adesso vive in Texas in una fattoria fuori Austin, ha due figli e quando non scrive si occupa di giardinaggio.* **Una famiglia colpevole* è il terzo libro pubblicato dalla Newton Compton, dopo *La finestra sul parco *e* Una fredda mattina d’inverno*. 
**
### Sinossi
**Dall’autrice del bestseller *Una fredda mattina d’inverno***
È il peggior incubo di ogni genitore. Una telefonata nel cuore della notte sveglia Sandy: suo figlio Jordan è stato coinvolto in un incidente stradale. La sua auto si è schiantata contro un albero in una strada di campagna. A bordo c’erano anche un’amica e il cugino di Jordan, Travis. Adesso tutti e tre lottano tra la vita e la morte. L’intera famiglia è messa a dura prova. Jenna, la madre di Travis, accusa Jordan – e sua madre Sandy – di aver provocato l’incidente. Mentre i ragazzi sono ancora incoscienti in ospedale, la tensione tra i loro genitori esplode. Antichi rancori e risentimenti, messi a tacere per lunghi anni, tornano a bruciare, alimentando i pettegolezzi in tutta la città. Poco alla volta, intanto, i dettagli dell’incidente cominciano a emergere… Per affrontare il dolore e la verità, è necessario che la famiglia rimanga unita. Ma è possibile dimenticare il passato?
**Il tuo peggior incubo si è appena avverato**
«Uno di quei rari libri in grado di toglierti il fiato fin dalle prime righe. Scritto splendidamente, con una trama intricata e ben strutturata. Uno sguardo intimo al tormento di una famiglia dopo un incidente.  Un viaggio ricco di atmosfera, emozioni e suspense.»
**Kristin Harmel, autrice del bestseller *Farò di tutto per tornare da te***
«Barbara Taylor Sissel è riuscita brillantemente a costruire una trama complessa ed emozionante. Con una moltitudine di colpi di scena, ogni personaggio è messo davanti a una scelta difficile da compiere. Una maestra della scrittura, in grado di esaltare la suspense.»
**Kerry Lonsdale, autrice del bestseller *Le cose da dimenticare***
«Un romanzo avvincente, pieno di segreti e ossessioni. Niente è quello che sembra, si divora fino alla scioccante verità.»
**Barbara Claypole White, autrice del bestseller *Il figlio perfetto***
**Barbara Taylor Sissel**
È nata a Honolulu, nelle Hawaii, ma è cresciuta in varie località del Midwest. In uno dei suoi trasferimenti, ha abitato nelle vicinanze di un carcere, dove ha avuto la possibilità di venire in contatto con i detenuti e i loro familiari. Questa esperienza l’ha segnata al punto da farle sviluppare un’attenzione particolare, nella sua scrittura, per le famiglie che reagiscono alla tragedia di un crimine. Adesso vive in Texas in una fattoria fuori Austin, ha due figli e quando non scrive si occupa di giardinaggio.* **Una famiglia colpevole* è il terzo libro pubblicato dalla Newton Compton, dopo *La finestra sul parco *e* Una fredda mattina d’inverno*.

Una donna in piedi. Un’algerina si ribella al fondamentalismo islamico

Il libro, in forma di intervista con la giornalista Elisabeth Schemla, è la storia personale di Khalida, femminista algerina recentemente condannata a morte dal FIS, e della sua lunga lotta contro la dittatura e l’integralismo che hanno dominato il suo Paese. Passo a passo viene raccontata la storia di una ragazzina prima e di una giovane donna poi, originaria della Cabilia, che cresce in una famiglia medio-borghese, moderatamente religiosa, parlando indifferentemente l’arabo e il francese, e si prepara a diventare un’insegnante di matematica. Il suo ingresso nella lotta politica, prima ufficiale e poi semiclandestina, avviene per difendere i diritti delle donne e la costringerà a una vita sempre più nascosta e ad abbandonare l’insegnamento e il marito.
**

Una donna di fuoco

Per Kylie è come un fulmine a ciel sereno la notizia della fusione dei ranch di suo padre con quello dei Pardan. Tanto più che questo significa lavorare a stretto contatto con Rico. Il suo temperamento focoso e indipendente si ribella all’idea di avere un partner con il quale dividere le responsabilità della conduzione dell’azienda di famiglia, anche se il tipo in questione è un uomo bello e affascinante come Rico Pardan. Finché, ad aggiustare il tutto…