58321–58336 di 68366 risultati

Absence. L’altro volto del cielo

In questo nuovo capitolo, “L’altro volto del cielo”, le coordinate fornite dal misterioso uomo in nero conducono Faith e i suoi compagni a Est. Il siero che li rende invisibili comincia a danneggiare il fisico dei ragazzi, per i quali la conquista dell’antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppare sempre più prontezza fisica e mentale. Dopo uno scontro violentissimo con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, Singapore, la ragazza, esausta per la lotta, perde coscienza e viene catturata. I suoi carcerieri, membri della stessa organizzazione ideatrice del siero, hanno un’insinuante proposta da farle: unirsi a loro. Tormentata dai sensi di colpa ma affascinata dalla possibilità che le viene offerta, Faith dovrà scegliere tra il suo gruppo, i suoi amici, e un futuro indipendente in cui far sviluppare le proprie doti di combattente, dimentica di tutti e da tutti dimenticata. Potranno l’amore e la lealtà verso ciò che ha di più caro convincere Faith a non cedere alla seduzione della forza?

Le abitudini delle volpi

L’ispettore Erlendur è tornato nei luoghi della sua infanzia.
Trascorrerà qualche tempo nel piccolo villaggio sulle rive di un fiordo dell’Islanda orientale, deciso ad affrontare una volta per tutte l’ossessione che lo perseguita fin da quando era bambino: la scomparsa del fratello minore Bergur durante una bufera di neve.
Di notte, solo nel rudere abbandonato della sua casa, attende che l’oscurità, il gelo e il vento gli riportino i fantasmi della tragica esperienza che distrusse per sempre la sua famiglia; di giorno, vaga per i boschi e la brughiera alla disperata ricerca di indizi. E proprio qui si imbatte per caso in una vicenda per molti versi simile a quella di Bergur: la sparizione di una giovane donna, in una notte di tormenta, nel gennaio del 1942. Una storia non ancora dimenticata, ma che molti preferirebbero lasciare sepolta sotto decenni di segreti e sensi di colpa. Immerso in un paesaggio aspro, in cui una modernità disordinata e invadente si scontra con una natura ancora capace di sconvolgere, Erlendur si lascia trasportare in un’indagine al confine tra realtà e allucinazione, travolto da un’insaziabile sete di risposte che lo costringerà a scavare ostinatamente dentro ferite mai curate, a riportare in luce antiche suggestioni, a riesumare tormenti inconfessabili.

Abitare la distanza

Abitare la distanza è la condizione dell’uomo, caratterizzata dal paradosso: egli è dentro e fuori, vicino e lontano, ha bisogno di un luogo, di una casa dove ”stare” ma poi, quando cerca questo luogo, scopre il fuori, la distanza, l’alterità. Nello scenario del pensiero contemporaneo, l’autore interroga i filosofi che guardano in questa stessa direzione – Heidegger, Derrida, Lacan, ma anche Merleau-Ponty, Ricoeur, Bateson -, non solo descrivendo una condizione ”impossibile” ma soprattutto indicando un modo, un atteggiamento, un ”come” stare nel paradosso. E proponendo alcuni esercizi – nello stile di possibili pratiche filosofiche – relativi allo sguardo, all’ascolto e alla scrittura.

(source: Bol.com)

Abitare il vento

In questo romanzo pubblicato per la prima volta nel 1980, Sebastiano Vassalli racconta la storia esilarante e tragica di un eroe del nostro tempo. Sono anni nei quali è impossibile evadere dalle gabbie delle ideologie, la società è segnata da un terrorismo quasi istituzionale, e ancora tentenna il famigerato riflusso che porterà nei decenni successivi a un esasperato individualismo. L’eroe, Antonio Cristiano Rigotti detto Cris, è un balordo che si atteggia a cavaliere solitario da film western, un individuo le cui passioni frustrate si esprimono in spavalderia ed erotomania unite a un solido buon senso. Questa edizione è arricchita da una postfazione dell’autore: “Trent’anni dopo. Riflessioni su un personaggio e la sua storia”.
**

Abisso senza fine

La madre di Faith non risponde al telefono e la porta di casa sua è aperta, con un’impronta insanguinata sulla maniglia. L’agente Faith Mitchell sa di dover chiedere un codice 30, anche se non l’ha mai usato prima in vita sua: assistenza per un agente in pericolo. Al centralino le raccomandano di non entrare, ma Faith non può aspettare. Questo le dice il suo istinto, e tutto quello che ha imparato all’accademia svanisce dalla sua mente nel momento in cui varca la soglia con la canna del fucile dritta di fronte a sé. Trova un cadavere e un uomo che tiene la pistola alla testa di un ostaggio, ma di sua madre nessuna traccia. Quando la polizia fa irruzione la situazione precipita e Faith diventa non solo una testimone, ma anche una sospettata di omicidio. Per trovare sua madre avrà bisogno di tutto l’aiuto dell’agente speciale Will Trent e della dottoressa Sara Linton, ex medico legale e pediatra all’ospedale cittadino. I tre dovranno mettere assieme i frammenti di un caso complicato e brutale, cercandoli nei legami più profondi e oscuri della città, tra corruzione e segreti, lealtà e promesse. Per trovare sua madre Faith dovrà scoprire la verità. O seppellirla per sempre.

(source: Bol.com)

Un abisso chiamato amore

Un abisso ideale, è questo che Liala descrive magistralmente, ma nel quale precipiteranno i sogni più cari dei tre protagonisti: Altera, Luciano e Giulio. Da Milano alla Sicilia, Liala ci presenta forse i personaggi più umani usciti dalla sua ineguagliabile penna.

L’abbandono. Racconti degli anni Ottanta

Attraverso i racconti, le ultime prose di viaggio e gli scritti relativi al suo “mestiere di scrittore”, Tondelli aveva voluto concludere il progetto iniziato con “Un weekend postmoderno”. Ne aveva elaborato l’indice, senza riuscire a portare a termine la realizzazione del volume uscito postumo nel 1993, a cura di Fabio Panzeri. In “Un weekend postmoderno” Tondelli propone il personale e curioso attraversamento culturale e sociale degli anni Ottanta; in “L’abbandono” sceglie la prospettiva del controcanto personale: l’attraversamento è all’insegna della singolarità dell’esperienza. Così il libro racconta una ricerca attorno ai temi del sentimento e della scrittura, ritrovati in quanto affermazione di un mito dell’interiorità.
**

L’abbandono

“Come si iscrive nell’ormai conchiuso itinerario filosofico di Heidegger un’opera come “Gelassenheit”? Che significato assume l’adozione di questa parola fondamentale della mistica speculativa cristiana nel contesto di una ricerca che ha per oggetto l’essenza del pensiero e il suo destino? Grazie a quale singolare processo ermeneutico una parola del “Religioso” diviene parola del “Pensiero”? Una risposta a tali interrogativi può unicamente trovarsi nella considerazione di un tema o problema che la letteratura su Heidegger raramente ha affrontato nei suoi termini essenziali, nella considearzione cioè del rapporto tra filosofi e religione, fra linguaggio filosofico e linguaggio religioso lungo tutto l’arco del suo pensiero.” (Carlo Angelino)

L’abate e la Maddalena: un mistero per Gordon Spada (Gordon Spada, #4)

Il Giubileo è alle porte e una delle tappe principali della ‘via benedicti’ è minacciata da un incredibile ritrovamento. Nella cornice della mistica Abbazia di Farfa il mercante d’arte fiorentino Gordon Spada viene chiamato dal suo amico cardinale Rossastri a risolvere il mistero che ruota attorno ad un sorprendente dipinto. Uno dei frati ha scoperto una tela del cinquecento raffigurante una “Maddalena” che, in realtà, sarebbe stata creata per coprire l’osceno ritratto di una donna completamente nuda.
Gordon Spada dovrà scoprire non solo chi sia l’autore della scandalosa tela, ma anche quale segreto nascondano i frati di quel luogo dimenticato della campagna Sabina. Un enigma ricco di colpi di scena ed inganni, che coinvolge uno dei pittori più importanti del cinquecento, una donna bellissima e un abate dimentico dei suoi doveri.
Per fare chiarezza Spada si servirà di tutta la sua esperienza e dell’aiuto della sua fidata assistente francese Marion, pronta a seguirlo ovunque. Ma dovrà anche confrontarsi con uomini incredibilmente determinati a tenere segreta la verità, come l’Abate Marozio e l’enigmatico esperto d’arte inviato dalla Santa Sede.
Senza volerlo Gordon Spada si ritroverà invischiato in una storia oscura e ricca di peccati, che solo il suo intelletto riuscirà a sbrigliare.
IL PROTAGONISTA
Gordon Spada non è un semplice mercante d’arte della piccola Firenze, ma qualcosa di più. Spada è un uomo strano, per certi versi inquietante. E’ un solitario, un esteta pieno di ossessioni, che alla compagnia degli esseri umani preferisce di gran lunga quella dei dipinti e delle opere antiche. Ma è anche un avventuriero. Da anni, infatti, va alla ricerca di preziose e perdute opere d’arte per soddisfare le brame dei facoltosi collezionisti che a lui si rivolgono. Non si arrende mai, sempre pronto a mettere a repentaglio ogni cosa pur di fare luce sui misteri che pretendono di restare nascosti ai suoi occhi e – soprattutto – pur di ottenere la ricompensa finale
Dall’Autore de:
“L’abate e la Maddalena”, 1° Bestseller Thriller/Azione e Avventura
“Quando sorge la Luna”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“La dimora del collezionista”, 1° Bestseller Thriller
“I Predoni di Palmyra”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“Mistero all’Expo”, 2° Bestseller Azione e Avventura
“Il Ritorno del Botticelli”, 3° Bestseller Thriller
“Ritratti Viventi”, 1° Bestseller Horror
Solo per i clienti Kindle questo ebook contiene un estratto gratuito dei libri dello stesso Autore:
“La dimora del collezionista. Un incubo per Gordon Spada”
“Il ritorno del Botticelli. Un surreale caso per Gordon Spada”
MAX FIORELLI è laureato in legge, vive e lavora a Roma. Si dedica alla scrittura fin da bambino, e già negli anni del liceo ottenne il primo riconoscimento classificandosi terzo al concorso nazionale letterario Book’sBar. Attualmente, oltre alla scrittura di racconti di vario genere, si dedica alla scrittura di romanzi thriller e gialli. Per altre informazioni è possibile visitare il sito www.maxfiorelli.com
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com
**
### Sinossi
Il Giubileo è alle porte e una delle tappe principali della ‘via benedicti’ è minacciata da un incredibile ritrovamento. Nella cornice della mistica Abbazia di Farfa il mercante d’arte fiorentino Gordon Spada viene chiamato dal suo amico cardinale Rossastri a risolvere il mistero che ruota attorno ad un sorprendente dipinto. Uno dei frati ha scoperto una tela del cinquecento raffigurante una “Maddalena” che, in realtà, sarebbe stata creata per coprire l’osceno ritratto di una donna completamente nuda.
Gordon Spada dovrà scoprire non solo chi sia l’autore della scandalosa tela, ma anche quale segreto nascondano i frati di quel luogo dimenticato della campagna Sabina. Un enigma ricco di colpi di scena ed inganni, che coinvolge uno dei pittori più importanti del cinquecento, una donna bellissima e un abate dimentico dei suoi doveri.
Per fare chiarezza Spada si servirà di tutta la sua esperienza e dell’aiuto della sua fidata assistente francese Marion, pronta a seguirlo ovunque. Ma dovrà anche confrontarsi con uomini incredibilmente determinati a tenere segreta la verità, come l’Abate Marozio e l’enigmatico esperto d’arte inviato dalla Santa Sede.
Senza volerlo Gordon Spada si ritroverà invischiato in una storia oscura e ricca di peccati, che solo il suo intelletto riuscirà a sbrigliare.
IL PROTAGONISTA
Gordon Spada non è un semplice mercante d’arte della piccola Firenze, ma qualcosa di più. Spada è un uomo strano, per certi versi inquietante. E’ un solitario, un esteta pieno di ossessioni, che alla compagnia degli esseri umani preferisce di gran lunga quella dei dipinti e delle opere antiche. Ma è anche un avventuriero. Da anni, infatti, va alla ricerca di preziose e perdute opere d’arte per soddisfare le brame dei facoltosi collezionisti che a lui si rivolgono. Non si arrende mai, sempre pronto a mettere a repentaglio ogni cosa pur di fare luce sui misteri che pretendono di restare nascosti ai suoi occhi e – soprattutto – pur di ottenere la ricompensa finale
Dall’Autore de:
“L’abate e la Maddalena”, 1° Bestseller Thriller/Azione e Avventura
“Quando sorge la Luna”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“La dimora del collezionista”, 1° Bestseller Thriller
“I Predoni di Palmyra”, 1° Bestseller Azione e Avventura
“Mistero all’Expo”, 2° Bestseller Azione e Avventura
“Il Ritorno del Botticelli”, 3° Bestseller Thriller
“Ritratti Viventi”, 1° Bestseller Horror
Solo per i clienti Kindle questo ebook contiene un estratto gratuito dei libri dello stesso Autore:
“La dimora del collezionista. Un incubo per Gordon Spada”
“Il ritorno del Botticelli. Un surreale caso per Gordon Spada”
MAX FIORELLI è laureato in legge, vive e lavora a Roma. Si dedica alla scrittura fin da bambino, e già negli anni del liceo ottenne il primo riconoscimento classificandosi terzo al concorso nazionale letterario Book’sBar. Attualmente, oltre alla scrittura di racconti di vario genere, si dedica alla scrittura di romanzi thriller e gialli. Per altre informazioni è possibile visitare il sito www.maxfiorelli.com
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com

Aarn Munro il gioviano

Aarn Munro è figlio di terrestri, ma è nato sul pianeta Giove e la sua forza di gravità lo ha reso un superuomo dal punto di vista fisico. Inoltre è un geniale sperimentatore e le sue scoperte apriranno all’uomo la strada delle stelle. Allestito un prototipo di astronave, il viaggio di prova si risolve quasi in un disastro: sconosciute forze cosmiche, messe in gioco dallo scontro con una meteora, gli fanno attraversare l’iperspazio trasportandolo istantaneamente nell’universo del sole Anrei, dove continua da millenni una guerra iniziata nel leggendario continente di Mu. E questo è solo l’inizio di una saga: altre avventure lo attendono lungo la via del ritorno.
**

A volte ritornano

“Nei miei racconti incontrerete esseri notturni di ogni genere: vampiri, amanti dei demoni, una cosa che vive nell’armadio, ogni sorta di altri terrori. Nessuno di essi è reale. L’essere che, sotto il letto, aspetta di afferrarmi la caviglia non è reale. Lo so. E so anche che se sto bene attento a tenere i piedi sotto le coperte, non riuscirà mai ad afferrarmi la caviglia.” L’intento di Stephen King in questi venti racconti è chiaro: parlare di paura, di come si arriva all’orlo della follia… e forse al di là del baratro.

A tua insaputa

A tua insaputa: La mente inconscia che guida le nostre azioni by John Bargh
«*A tua insaputa di John Bargh segna un enorme passo in avanti nella comprensione dei misteri del comportamento umano. Un libro brillante e convincente.*»
**Malcolm Gladwell, autore di In un batter di ciglia, Davide e Golia, Fuoriclasse e Il punto critico.**
«*Questo libro è un must, non solo perché tratta di un argomento affascinante – la natura della mente inconscia – ma soprattutto perché è un libro divertente e accessibile, scritto dallo scienziato che ha fatto le ricerche decisive su questo tema. Dovrebbero leggerlo tutti. *»
**Timothy D. Wilson, autore di Psicologia sociale**
«*A tua insaputa è un volume affascinante, che contiene spiegazioni chiare e comprensibili sul ruolo pervasivo giocato dal nostro subconscio sulle nostre azioni quotidiane. È uno dei migliori libri di psicologia degli ultimi anni: serio ma spiritoso, un piacere da leggere, un libro che ci fa riflettere sulle nostre stesse azioni.*»
**Ernst Fehr, Università di Zurigo, Direttore dell’UBS International Center of Economics in Society**
«*Notevole… un affascinante compendio della ricerca sociopsicologica più avanzata, condotta dall’autore stesso e dai suoi colleghi. Lo stile di Bargh, chiaro e accessibile, conquisterà in egual misura i lettori comuni e gli specialisti. *»
**Publishers Weekly**
John Bargh è probabilmente il principale esperto mondiale della mente inconscia. In questo libro mette per la prima volta in pagina il risultato delle sue ricerche più che trentennali, regalandoci una nuova e rivoluzionaria comprensione dei meccanismi mentali nascosti che governano segretamente ogni aspetto del nostro comportamento.
 Ricco di aneddoti e di racconti esilaranti, *A tua insaputa* trasmette un entusiasmo contagioso. Vi sono descritte le grandi scoperte compiute nei laboratori della New York University e di Yale, dove Bargh e i suoi colleghi hanno cercato di comprendere in che modo l’inconscio – a nostra insaputa – guida i nostri fini e i nostri comportamenti nei contesti più diversi, dalle relazioni sociali alla genitorialità, dagli affari economici ai gusti personali. Noi ci illudiamo di essere pienamente al comando delle nostre vite, ma scopriamo che il più delle volte non è così e questo libro ve lo dimostrerà in modo chiaro e ineludibile.
 Dai moltissimi e ingegnosi esperimenti che gli psicologi sociali hanno compiuto negli ultimi anni risulta evidente che l’inconscio ci guida di nascosto nei campi più disparati: ci indica chi amare, come votare, cosa comprare e persino in quale città vivere, oltre a molto altro. Dal momento che siamo inconsapevoli dei meccanismi che lo governano, l’inconscio fornisce anche spunti narrativi irresistibili e sorprendenti, che Bargh sfrutta in queste pagine con grande gusto.
Ma non si tratta di arrendersi alle manovre di un oscuro «burattinaio» della mente. Essere consapevoli dei meccanismi del pensiero inconscio ci consente infatti anche di operare dei trucchi e di attuare delle strategie efficaci, in grado di migliorarci la vita, per cui la lettura di questo libro potrebbe letteralmente cambiare la vostra esistenza.
C’è un intero mondo sotto la superficie della nostra consapevolezza. Le scoperte più recenti indicano che proprio lì si trova la chiave per conoscere se stessi e per inventare nuovi modi di pensare, sentire e comportarsi. Vale certo la pena addentrarsi nei meandri della mente per esplorare parti di noi che non sapevamo neppure di avere.

A Testa in Su: Investire in Felicità Per Non Essere Sudditi

“Oggi indignarsi non basta più. Occorre un’ondata di partecipazione alla vita politica, uno tsunami di interesse per tutto quel che è comune. Occorre cospirare. Non solo votare, ma partecipare.” Alessandro Di Battista, uno dei più noti e attivi esponenti del Movimento 5 Stelle, ha le idee chiare quando si parla di partecipazione: bisogna mettersi in viaggio e andare a scoprire il Paese reale, piazza dopo piazza, come ha fatto nella lunga estate del 2016. Ma questa è stata solo l’ultima di molte partenze – verso l’America Latina, il Guatemala, il Congo – che Di Battista ha intrapreso nella sua vita, anche prima di entrare nel Movimento.A testa in su invita a riappropriarsi della propria vita sociale. È un appello a mettersi in gioco per sostituire il politico di professione con il cittadino responsabile.Attraverso molti incontri – con Gianroberto Casaleggio, Beppe Grillo e migliaia di persone – e altrettanti scontri – con i partiti e la stampa – Di Battista spiega le ragioni della sua scelta, le posizioni del Movimento e le regole che si è dato per non farsi travolgere dalla spirale del potere e agire nell’interesse della collettività.La Rete e la crisi della democrazia rappresentativa, l’ambiguità dei media e le lotte del Movimento sono raccontate senza filtri o ipocrisie. È una chiamata a mettersi in viaggio per scardinare le regole sporche del sistema, riprendendosi, da cittadini, la sovranità del Paese.Perché la battaglia del presente, e del futuro, non sarà tra destra e sinistra ma tra chi si china e chi cammina a testa in su.
**
### Sinossi
“Oggi indignarsi non basta più. Occorre un’ondata di partecipazione alla vita politica, uno tsunami di interesse per tutto quel che è comune. Occorre cospirare. Non solo votare, ma partecipare.” Alessandro Di Battista, uno dei più noti e attivi esponenti del Movimento 5 Stelle, ha le idee chiare quando si parla di partecipazione: bisogna mettersi in viaggio e andare a scoprire il Paese reale, piazza dopo piazza, come ha fatto nella lunga estate del 2016. Ma questa è stata solo l’ultima di molte partenze – verso l’America Latina, il Guatemala, il Congo – che Di Battista ha intrapreso nella sua vita, anche prima di entrare nel Movimento.A testa in su invita a riappropriarsi della propria vita sociale. È un appello a mettersi in gioco per sostituire il politico di professione con il cittadino responsabile.Attraverso molti incontri – con Gianroberto Casaleggio, Beppe Grillo e migliaia di persone – e altrettanti scontri – con i partiti e la stampa – Di Battista spiega le ragioni della sua scelta, le posizioni del Movimento e le regole che si è dato per non farsi travolgere dalla spirale del potere e agire nell’interesse della collettività.La Rete e la crisi della democrazia rappresentativa, l’ambiguità dei media e le lotte del Movimento sono raccontate senza filtri o ipocrisie. È una chiamata a mettersi in viaggio per scardinare le regole sporche del sistema, riprendendosi, da cittadini, la sovranità del Paese.Perché la battaglia del presente, e del futuro, non sarà tra destra e sinistra ma tra chi si china e chi cammina a testa in su.