58257–58272 di 62912 risultati

Trump: O Del Fascismo Democratico (L’epoca Trump)

Come spiegare il trionfo elettorale di Donald Trump? Quali forme di soggettività sono necessarie per costruire una resistenza? Quali azioni politiche possono contrastare la crisi delle democrazie occidentali di cui Trump è divenuto simbolo? Questo pamphlet, tagliente e più attuale che mai, raccoglie le impietose considerazioni politiche sul mondo che ha reso possibile la vittoria di un “fascista democratico”. Badiou esamina a caldo, pur con straordinaria lucidità critica, i motivi di questo successo, ma si spinge oltre e presenta alternative percorribili, inedite forme di resistenza politica. La crisi della democrazia occidentale comporta molti pericoli, ma offre anche la possibilità di un nuovo orientamento, la nascita di un coinvolgimento politico e civile che vada oltre ciò che conosciamo. Dopo il trauma della vittoria di Trump, un risveglio politico in Occidente è forse ancora possibile.

Troppi Diritti

È un’ipertrofia dei diritti ciò che spiega il declino italiano: questa la lucida diagnosi di Alessandro Barbano, direttore del ‘Mattino’. Si tratta di un virus che ha infiltrato il discorso pubblico e da decenni blocca ogni tentativo della politica e della società di riscattarsi.

Certo, in passato i diritti individuali sono stati il carburante che ha alimentato la nascita, la crescita e l’affermarsi delle democrazie a scapito di assolutismi e di totalitarismi. Ma quando quei diritti sono diventati i princìpi guida delle società, è emerso anche il loro lato oscuro, favorito oggi dallo sviluppo di innovazioni tecniche che aprono inedite prospettive. Proprio la visione di queste nuove possibilità amplia lo spazio delle aspirazioni del singolo e dei gruppi, facendo perdere di vista il limite etico insito nel concetto stesso di libertà.

È ciò che si definisce ‘dirittismo’, malattia che esibisce un sintomo ormai sotto gli occhi di tutti: la crisi della delega, ossia la rinuncia a qualsiasi mediazione tra gli interessi di uno o di pochi e quelli di tutto il corpo sociale. È accaduto nel campo politico, dove il dirittismo si è tradotto in aperta diffidenza nella classe dirigente e nel diffuso astensionismo; nel campo del sapere, dove manca il criterio della meritocrazia; e nella sanità, dove vale per tutti l’esempio del movimento contro i vaccini. E, altrettanto grave, è accaduto nel campo dei media, dove strumenti come Internet, Facebook, Twitter hanno scalzato la mediazione della carta stampata, stravolgendo spesso il messaggio veicolato.

La combinazione di diritti e tecnica si è così tramutata in un fattore di indebolimento e disgregazione della stessa democrazia.

Quello di Barbano è un viaggio nel pensiero di un Paese tradito dalla libertà, in cui nessuna élite ha più il coraggio di dire il vero e di fare i conti con minoranze organizzate sotto la bandiera dei diritti acquisiti. Dal palazzo alla piazza, dai giornali alla Rete, dalla scuola alla giustizia, il discorso pubblico non è più al servizio della democrazia. Troppi diritti racconta con chiarezza come ciò sia accaduto e che cosa fare per uscire da una simile, pericolosissima, crisi epocale.

Alessandro Barbano, giornalista e saggista, dal 2012 è direttore del ‘Mattino’ di Napoli. Laureato in giurisprudenza all’università di Bologna, ha alle spalle quasi quarant’anni di professione. Ha insegnato all’università La Sapienza di Roma, all’università del Molise, alla Link Campus University e all’istituto di studi superiori Suor Orsola Benincasa di Napoli. È autore di saggi dedicati al giornalismo e libri su temi di carattere politico e sociale: Professionisti del dubbio (1997), L’Italia dei giornali fotocopia (2003), *Degenerazioni. Droga, padri e figli nell’*Italia di oggi (2007), Dove andremo a finire (2011). Nel 2012 ha pubblicato il Manuale di giornalismo, scritto in collaborazione con Vincenzo Sassu, adottato come libro di testo in molte università italiane.

(source: Bol.com)

Tristano muore

Un’estate torrida in una vecchia casa toscana. Fuori è l’agosto immobile, ”incrinato soltanto dalle cicale impazzite”. Dalle finestre si vedono le antiche torri, tremolanti nella calura. Qui Tristano vive la sua lunga agonia: una cancrena gli divora una gamba, i dolori sono lancinanti, la malattia si estende a tutto il corpo. Lo assiste la vecchia Frau, vecchia e dispettosa, la stessa Frau che, quando Tristano era bambino, gli raccontava fiabe e poesie in tedesco, affinché imparasse la lingua. In uno stato allucinatorio – la malattia, il dolore, la morfina – Tristano vecchio, incattivito, rabbioso, racconta di sé a uno scrittore, da lui appositamente convocato, un testimone della sua agonia, i ricordi di una vita, i conflitti che ancora la lacerano. Lo scrittore, uno scrittore di discreto successo, dovrà dar forma alla vita di Tristano, la vita di un eroe o quella di un traditore? Fantasmi di donne amate compaiono, scompaiono, si sovrappongono nel delirio: la Guagliona della Taddeo Zimmer, Rosamunda che seppellì il cane Vanda, l’americana Marilyn che lui chiamò Rosamunda… Phine la greca, Daphne, anzi Mavrì Elià, la donna dagli occhi come olive nere… E poi la guerra, poiché Tristano era un soldato dell’Italia fascista, mandato in Grecia a combattere. Un soldato che scelse la parte della libertà, della Resistenza. Un eroe? E alla fine della vita, ”di anni lunghi, uguali, con bombe tutte uguali, sui treni, nelle piazze, nelle banche… di processi tutti uguali a imputati tutti uguali, nel senso che non c’erano, gli imputati…”, alla fine della vita tutto appare come un grande incubo che circonda e sovrasta. Tristano lascia un disegno di sé: è il profilo che vorrebbe lasciare prima di andarsene.
(source: Bol.com)

Trionfo d’amore

Jared rivuole sua moglie, rivuole Kelsey con tutte le sue forze. E Jared Martin ottiene sempre ciò che vuole. Lui ha rappresentato l’infatuazione infantile di Kelsey trasformatasi poi in un amore profondo che l’ha portata a sposarlo, ma anche ad avere delle atroci delusioni. Ora Kelsey si è rifatta una vita in Australia, una vita nella quale non c’è posto per Jared, che a lui piaccia o no. Se non che, grazie a una provvidenziale eredità, i due sono costretti a…

Trinity. Mind

Trinity Series Autrice della serie bestseller Calendar Girl N°1 nelle classifiche italiane Sono un magnete per tutti gli uomini disturbati e ossessionati dal controllo. Chase, il mio ricco e potente colletto bianco, pensa di potermi proteggere… Ma non può. Nessuno può farlo. È stato chiaro sin dall’inizio quanto il mio stalker fosse pericoloso. Che le sue non fossero solo vuote minacce. Mi ha dimostrato più di una volta che avrebbe fatto tutto il possibile per farmela pagare e non ci sono limiti al suo desiderio malato e contorto di tormentarmi. Le rose, le foto, la biancheria rubata e soprattutto gli inquietanti messaggi avrebbero dovuto metterci in guardia e farci prendere delle precauzioni. Ero sicura che l’uomo che amo avrebbe potuto allontanarlo, magari persino riuscire a farlo catturare… Mi sbagliavo. La nuova serie scandalosa numero 1 del New York Times Tradotta in oltre 30 lingue Un’autrice da 4 milioni di copie ‘La paura di perdere qualcuno, l’amore e la speranza di trovarlo, la suspense per scoprire cosa sta succedendo. Colpi di scena che ti spiazzano e portano fuori strada. Audrey Carlan è una dea delle parole!’ ‘La migliore serie di Audrey Carlan. Eccitante, originale, favolosa! Non riuscivo a staccarmene. Vai Audrey, non ti fermare!’ ‘Di nuovo senza parole! Ti prende dalla prima pagina e non ti lascia andare fino alla fine. È ufficiale, adoro Audrey Carlan.’ Audrey CarlanÈ un’autrice di bestseller internazionali, al primo posto nella classifica del New York Times. Le sue storie ricche di oscurità e passione, tra cui la serie Calendar girl, sono state tradotte in 30 Paesi e hanno venduto oltre 4 milioni di copie. Vive in California con i suoi due figli e l’amore della sua vita. Quando non scrive, insegna yoga, degusta vini o è impegnata a leggere. Della nuova attesissima serie Trinity sono usciti Body e Mind, pubblicati dalla Newton Compton.

(source: Bol.com)

Trilogia di Trainspotting

SKAGBOYS, TRAINSPOTTING, PORNO:
DA QUESTI LIBRI I FILM TRAINSPOTTING E T2 TRAINSPOTTING
Diretti da Danny Boyle e Ewan McGregor
Un pugno di ragazzi a Edimburgo e dintorni: Mark Renton, Sick Boy, Spud, Begbie e i loro «soci». Il racconto sboccato e travolgente della loro vita, fatta di sesso, droga e violenza.
I libri di Irvine Welsh che hanno fatto epoca e dato voce a un’intera generazione sono disponibili per la prima volta in un solo ebook.

TRILOGIA DI OCCIDENTE

Occidente, Attacco all’Occidente, Nuovo impero d’Occidente, i tre romanzi di ucronia di Mario Farneti in unico volume.
**
### Sinossi
Occidente, Attacco all’Occidente, Nuovo impero d’Occidente, i tre romanzi di ucronia di Mario Farneti in unico volume.

Trilogia Della Citta DI K.

«Tutto ha inizio con due gemelli che una madre disperata è costretta ad affidare alla nonna, lontano da una grande città dove cadono le bombe e manca il cibo. Siamo in un paese dell’Est, ma né l’Ungheria né alcun luogo preciso vengono mai nominati.
Un inizio folgorante che ci immette di colpo nel tempo atroce dell’ultima guerra raccontandolo come una metafora. La nonna è una “vecchia strega” sporca, avara e senza cuore e i due gemelli, indivisibili e intercambiabili quasi avessero un’anima sola, sono due piccoli maghi dalla prodigiosa intelligenza. Intorno a loro ruotano personaggi disegnati con pochi tratti scarni su uno sfondo di fame e di morte. Favola nera dove tutto è reso veloce ed essenziale da una scrittura limpida e asciutta che non lascia spazio alle divagazioni. Un avvenimento tira l’altro come se una mano misteriosa e ricca di sensualità li cavasse fuori dal cilindro di un prestigiatore crudele». Rosetta Loy
*Il grande quaderno
La prova
La terza menzogna*

Trilogia della censura. Ieri come oggi: Mundialgate-Antenne rotte-L’Italia non canta più

Il libro contiene tre libri “scottanti” di Oliviero Beha, pubblicati e poi dimenticati. “Mundialgate”, del 1984, è la storia di uno scandalo calcistico: il famigerato “caso Camerun” dei Mondiali del 1982 vinti dall’Italia. “Antenne rotte”, del 1990, parla senza riguardi della tv e dell’Italia di allora, appena pre-Tangentopoli, ed è come se stesse parlando di quella di oggi. “L’Italia non canta più”, del 1997, un dialogo con Mogol, scoperchia il pentolone della musica italiana della seconda metà del ‘900. Alla trilogia è premesso uno scritto di Beha, “Ieri come oggi”, in cui, oltre a raccontare particolari inediti sulle censure subite, mette a fuoco quanto dell’Italia del presente si spieghi con quella di anni fa.
**

Trilobiti. I dodici racconti di un grande scrittore

Breece D’J Pancake muore suicida nel 1979 a 26 anni. Quando, quattro anni dopo in America esce la sua unica raccolta di racconti, la reazione è unanime: non si tratta soltanto di un caso letterario, ma di un autore nato classico. Il libro raccoglie dodici racconti, spietati, precisi e delicati. Essere umani, animali e paesaggi della regione depressa dei monti Apalachi, in cui Pancake era nato e cresciuto, si trasformano nelle sue mani in vite esemplari, vere per tutti, in tutti i tempi. (Postfazione di Percival Everett)

Triagrion

ROMANZO (503 pagine) – FANTASY – Il capitolo finale della Saga delle Terre. La più grande sfida che Ester e Nimeon dovranno affrontare per la salvezza del loro mondo.Per le Terre è giunto il momento più cruciale. Il patto di non interferenza che da secoli impedisce i rapporti con i popolo esterni è stato violato. Gli intenti delle feiirie, però, stanno per essere svelati grazie alla rocambolesca impresa del mago Dert, deciso a raggiungere la capitale dei regni d’aria per scoprire che cos’è il Triagrion, fulcro di tutta la loro magia, e i motivi che hanno condotto Areia, seducente e ambigua ambasciatrice, alle Colline. L’equilibrio fra i regni, ormai compromesso, rischia di sgretolarsi del tutto, a causa dei nuovi poteri generati dall’unione di Ester e Nimeon, di cui si ritrova investito anche il giovane mago Lexon. Una magia che potrebbe salvare le Terre, oppure condurle alla distruzione. Antonia Romagnoli è nata a Piacenza nel 1973. Si dedica alla famiglia, che comprende un marito, tre figli e un gatto, e alla scrittura. Ha esordito con alcuni racconti fantastici in riviste e antologie e ha collaborato per alcuni anni con il quotidiano “La Cronaca di Piacenza” in veste di freelance. Nel 2008 ha pubblicato il primo volume della Saga delle Terre, “Il segreto dell’Alchimista”, finalista al premio Italia 2009, a cui ha fatto seguito nel 2009 “I Signori delle Colline”, entrambi editi da L’Età dell’Acquario. Il terzo volume, “Triagrion”, è stato pubblicato da Edizioni Domino nel 2010. Con Domino ha pubblicato anche due fiabe dedicate ai bambini delle prime classi elementari,” La Stella Incantata” e “Il mago pasticcione e le lettere dell’alfabeto”, quest’ultimo in fase di riedizione presso Rapsodia Editrice. Tra le uscite più recenti l’ebook “La magica terra di Slupp”. Attualmente si occupa in modo amatoriale di grafica web. Ha in preparazione il prequel della Saga delle Terre, di prossima pubblicazione per Delos Digital.

Tredici casi per un agente speciale

Un’agente di polizia impegnata in casi di minori a Napoli racconta le sue esperienze. Tredici storie dalla cronaca alla pagina scritta. Nome in codice Blondie: un’agente donna in una città complicata, dove la malavita s’infiltra ovunque, dove bambini e ragazzi sono vittime di violenze ma ne diventano anche protagonisti, dove stabilire chi è buono e chi è cattivo non sempre è facile. Tredici casi emblematici per conoscere un mondo durissimo, legati dal filo del racconto parallelo di una carriera costruita con fatica, da donna in un mondo di uomini, mettendosi in gioco giorno dopo giorno, senza mai risparmiarsi. Età di lettura: da 12 anni.

Tre trifole per Rebaudengo

E’ autunno, momento magico di silenzi, di foglie dorate e di funghi e il commissario Bartolomeo Rebaudengo passeggia nei boschi di Ceva. Ma la tranquillità dura poco, subito funestata da un delitto atroce, quasi un rituale che rimanda a un fatto di cronaca nera vecchio di dieci anni. Lo scenario è una bella villa sulla collina di Alassio, tra palme, eucalipti e profumo di mareggiate invernali. Nel frattempo gli uomini del commissariato indagano anche su una vicenda poco chiara che si svolge all’interno di una sfarzosa galleria d’arte e antiquariato appena inaugurata. In uno di quei momenti grigi, durante le indagini, quando la soluzione sembra lontana e si avverte il peso della lentezza, un amico va a trovare Bartolomeo nel suo ufficio e lo aiuta a ritrovare la pista, come sa fare un buon cane da tartufi.
**
### Sinossi
E’ autunno, momento magico di silenzi, di foglie dorate e di funghi e il commissario Bartolomeo Rebaudengo passeggia nei boschi di Ceva. Ma la tranquillità dura poco, subito funestata da un delitto atroce, quasi un rituale che rimanda a un fatto di cronaca nera vecchio di dieci anni. Lo scenario è una bella villa sulla collina di Alassio, tra palme, eucalipti e profumo di mareggiate invernali. Nel frattempo gli uomini del commissariato indagano anche su una vicenda poco chiara che si svolge all’interno di una sfarzosa galleria d’arte e antiquariato appena inaugurata. In uno di quei momenti grigi, durante le indagini, quando la soluzione sembra lontana e si avverte il peso della lentezza, un amico va a trovare Bartolomeo nel suo ufficio e lo aiuta a ritrovare la pista, come sa fare un buon cane da tartufi.