58177–58192 di 68366 risultati

L’Amico Del Milionario

**Giosuè ha sempre sognato una vita più stimolante** e decide di partire per l’America. Inaspettatamente riesce a trovare subito lavoro come **assistente personale del milionario Christopher Lucre**. Ben presto però scoprirà che quello non sarà il loro **primo incontro**…
**Christopher è ricco e bello da impazzire**, ma la scalata per il successo ha portato con sé numerosi **sacrifici**. Messo alla prova dal suo nuovo assistente personale, Giosuè, dovrà prendere una **decisione**: rivelare la verità al ragazzo oppure perderlo una **seconda volta**.
***L’amico del Milionario** è un racconto di circa **8500 parole** che contiene tanto agst, una scena d’amore passionale non adatta ad un pubblico di minori, e un succulento lieto fine. La storia è stata ispirata da un racconto precedente, **’Il boss’**, e tratta gli stessi temi: **amici, prime volte e datori di lavoro che fanno esplodere le ovaie.**
*

Amici miei, miei amori

Quando Mathias si trasferisce a South Kensington da Parigi su insistenza di Antoine, i due amici decidono di andare ad abitare insieme con i rispettivi figli. Si impongono solo due “regole d’oro”: non chiameranno mai una babysitter e non porteranno mai a casa una ragazza. Sembra una soluzione perfetta per due padri trentenni e separati dalle rispettive compagne: fanno a turno per curare i bambini, si dividono i lavori domestici, si fanno compagnia nelle serate domenicali. Tutto funziona a meraviglia, ma ben presto una convivenza così stretta rende i rapporti difficili. Soprattutto quando Audrey, un giorno, entra nella libreria di Mathias… Mentre Antoine e Mathias si destreggiano tra obblighi paterni, intrighi amorosi e diverse mentalità, si apre una porta sul meraviglioso mondo di Bute Street, nel cuore di Londra, e sull’incrocio di destini che coinvolge i suoi variopinti abitanti. Marc Levy, con la semplicità e la leggerezza di sempre, costruisce una perfetta commedia romantica che ha al centro una storia di amicizia fra due protagonisti uomini e single, perché l’amicizia e un elemento fondamentale dell’esistenza, almeno quanto l’amore…

Amica della mia giovinezza

*Amica della mia giovinezza*, la settima raccolta di Alice Munro, usciva in Canada nell’ottobre del 1990 e consegnava a lettori ormai affezionati un decalogo di storie ancora una volta impareggiabili. Il libro si qualifica oggi come cardine di una produzione senza cedimenti, perno di un discorso e di un percorso sul Canada e la vita, sugli amori e sul mondo inesauribile delle relazioni. Le storie di questa raccolta tornano ai consueti ritratti stratiformi e intensi di donne e uomini che Alice Munro ci ha proposto altrove, ma lo fanno con un tasso di salinità più elevato, un registro narrativo di sfrontata consapevolezza. Circola aria di Vancouver, e di una Vancouver anni Settanta, in alcuni di questi racconti, un senso di piovosa sensualità mescolato all’asprezza di donne in bilico su presunte vite nuove. In *Five Points* lo squarcio sul passato di un amante innesca la possibilità dell’odio dentro un amore recente, passionale. In un altro caso, *Parrucca*, l’incontro con un’amica persa di vista da trent’anni rinnova ricordi di vecchissimi ardori destinati a un unico marcantonio senza scrupoli. Nel narrato di Munro il tempo può scorrere lento come lo sgocciolio di una gelatina d’uva in una torrida sera d’estate (avviene nel notturno racconto *Meneseteung*), e rapido come il semplice salto di un rigo sulla pagina, nel cui spazio bianco volano decine d’anni e di ripensamenti. E se la strada che scelgono di imboccare i personaggi di queste storie punta spesso in direzione dell’indipendenza, di un’autonomia del corpo e della mente da legami e catene familiari, vi resta inscritta comunque la fatica di ogni metro percorso. La vita cambia, è vero, il futuro sorprenderà ciascuno diverso da com’era, ma niente potrà cancellare gli imbarazzi attraversati, l’improvviso disgusto per un privato desiderio che si specchia nella volgarità di un gesto o di un pensiero, le meschine soddisfazioni della vita coniugale. È in questo esserci sempre tutto il bagaglio della vita, in ogni battuta di dialogo, in ogni sofisticata opzione sintattica, che si costruisce ogni volta il peso specifico aureo della scrittura di Alice Munro.
Susanna Basso

Le Americhe

Le Americhe by Folco Quilici
Dall’Alaska alla Terra del Fuoco. Folco Quilici trascina lungo un itinerario ricco di sorprese, ripercorrendo la millenaria odissea delle avventurose genti che popolarono il Nuovo Continente: dai cacciatori siberiani penetrati nell’estremo nord ventimila anni fa, ai *vaqueros* delle pampas, dai cercatori d’oro ai pirati dei Caraibi, dai pellerossa trapiantati nei grattacieli alle antiche culture sudamericane che, in un amalgama di tradizioni e riti spesso segreti, sopravvivono ancora oggi. Quilici ripercorre il lungo viaggio che, dal 1957 ad oggi, l’ha portato a conoscere ogni paesaggio del continente: dai ghiacciai delle Cordigliere alle praterie, dai deserti fioriti ai fiumi più maestosi del mondo, alle coste dei due oceani che delle Americhe sono la cornice. E presenta nel volume il vero volto del continente e delle sue genti, così “vivo” e diverso dall’immagine deformata che offrono cinema, televisione e giornali.

American dream

American dream: Così Marchionne ha salvato la Chrysler e ucciso la Fiat by Marco Cobianchi
Missione compiuta. Marchionne l’infallibile è riuscito nell’impresa disperata di salvare la Fiat. A quale prezzo? La più grande industria italiana è destinata a diventare parte di una multinazionale che sarà quotata a New York, che avrà sede ad Amsterdam e che pagherà le tasse a Londra. Una fuga dall’Italia dopo anni in cui lo Stato, cioè i contribuenti, ha foraggiato l’azienda per miliardi di euro via rottamazioni, sussidi indiscriminati, fondi pubblici alla ricerca e allo sviluppo, cassa integrazione… Un polmone artificiale che ha dato ossigeno a un’industria in fin di vita, con la famiglia Agnelli che non ha messo un euro ma ha continuato a incassarne. Marco Cobianchi alza il sipario sui dieci anni dell’era Marchionne appena compiuti. Mette in fila i fatti: le promesse e le bugie, il carosello dei piani industriali (ben otto in nove anni, e mai realizzati), i bilanci e un debito considerato “spazzatura” dalle agenzie di rating, la trasformazione della Fiat in una finanziaria, i flop internazionali (Cina, Russia, India). I numeri non lasciano scampo: oggi Fiat perde 911 milioni di euro mentre Chrysler guadagna un miliardo e 854 milioni. Gli stabilimenti italiani divorano gli introiti di quelli d’oltreoceano e per questo sono a rischio chiusura nonostante tutti dicano che no, non è il caso di preoccuparsi. La casa di Marchionne a Detroit è l’ultimo atto di una lunga liaison internazionale. Il sogno americano è diventato realtà. Era proprio destino.

Le ambizioni sbagliate

“Le ambizioni sbagliate”, secondo romanzo di Moravia, riassume in sé le tematiche caratteristiche di tutta l’opera successiva dello scrittore romano: da un lato la ricca borghesia di Roma, dall’altro figure contrassegnate da atonia morale, snobismo, bassa avidità di denaro, piatta sensualità.
**

Amatissima

Un romanzo di grande intensità, in cui si narra la vita di Sethe, una giovane e indomabile donna di colore che, negli anni precedenti alla Guerra Civile, si ribella alla propria schiavitù e fugge al Nord, verso la libertà. La sua vicenda si intreccia con quella di altri personaggi in un racconto che, “si insinua nei meandri del tempo, lasciando scaturire ora qua ora là il non detto, scaglie di ricordi troppo penosi per essere contenuti, dolorosi frammenti di memoria”. Con questo libro Toni Morrison ha voluto rivolgere un invito ai bianchi e agli afroamericani: “Tornare a quella parte della propria storia che troppi hanno rimosso, dimenticato, lasciato inspiegato, ignorato”.
**

Gli amanti

“Connolly è l’inventore di un genere unico che fonde thriller,horror e una scrittura intensa, quasi poetica.”— Sunday Telegraph Entrare nelle vite degli altri e scavare alla ricerca dei loro segreti più nascosti è una routine, per l’investigatore Charlie “Bird” Parker. Ma l’indagine di cui si sta occupando stavolta è del tutto diversa: non sono peccati altrui, errori che pesano su spalle sconosciute, quelli che deve riportare alla luce. Gli scheletri con cui ha a che fare vengono da un armadio che il detective conosce bene: il passato oscuro della famiglia Parker. Quando Charlie aveva appena sedici anni, suo padre, un agente della polizia di New York, si tolse la vita dopo aver ucciso a colpi di pistola una coppia di adolescenti. Un omicidio senza motivo apparente, insabbiato frettolosamente dalle forze dell’ordine per evitare uno scandalo. Cosa accadde davvero, in quel campo isolato alla periferia della città? Chi sono l’uomo e la donna che ora minacciano la vita di Charlie Parker e sembrano essere riemersi dalle tenebre più fitte di un passato che ha tentato invano di dimenticare?
(source: Bol.com)

Gli amanti di Siddo

Per sfuggire all’opprimente tirannia religiosa della Terra del 31° secolo, dedita al culto del Precursore, il linguista Hal Yarrow accetta volentieri una missione sul lontano pianeta Ozagen, ma il peggio della civiltà terrestre lo ha seguito: è Pornsen, il suo Angelo Custode, che vigila su ogni pensiero deviante o peccaminoso… Finché sul pianeta, fra le antiche rovine di una civiltà scomparsa, Yarrow scopre Jeanette, una splendida creatura non propriamente umana. Se nel tirannico regime del Precursore il condizionamento in materia sessuale è rigidissimo, l’amore per un essere alieno è addirittura impensabile.
Eppure Jeannette è paradossalmente la creatura più umana fra tutte quelle conosciute da Yarrow, il quale però sa fin troppo bene che l’amore per lei equivale alla più terribile
delle trasgressioni e verrà considerato un inammissibile atto di ribellione…

L’amante

L’amante by Danielle Steel
La bellezza di Natasha Leonova le ha letteralmente salvato la vita. Notata per strada a Mosca dall’oligarca Vladimir Stanislas, è stata catapultata da una realtà di gelo, fame e miseria in un mondo di lusso inimmaginabile, yacht da mille e una notte, viaggi nelle località più esclusive del mondo. L’unico suo compito è rendere felice Vladimir, rispettare le regole e non fare mai domande sulle sue oscure attività o sulle persone con cui fa affari.
Ma in una tiepida serata di giugno, in un borgo medievale in Costa Azzurra, avviene qualcosa di totalmente inaspettato. Natasha conosce Theo Luca, un giovane pittore di talento, e Vladimir mette gli occhi sulla collezione d’arte della famiglia Luca, che però non è in vendita. Nascono così due fatali ossessioni: quella di Theo per la bellissima e inavvicinabile ragazza russa, e quella di Vladimir per quei quadri che il suo denaro non può comprare. E Natasha, che si rende conto di vivere in una gabbia dorata, per la prima volta si trova a desiderare una libertà che non si era mai nemmeno permessa di sognare: la libertà di seguire il suo cuore. In gioco, però, c’è la sua stessa vita… e anche quella di Theo.
La regina indiscussa dei sentimenti, Danielle Steel, torna a far sognare con un romanzo ambientato in un mondo di ricchezza e potere, un mondo dalle regole crudeli, dove amore e libertà sono i desideri più pericolosi.

L’Amante Silenzioso

«*La scrittrice spagnola più amata nel nostro paese.*»
**la Repubblica – Annarita Briganti**
«*Clara Sánchez pone il lettore davanti a una realtà dirompente che parla di amore, memoria, segreti, tradimenti, colpa, scoperta, perdono, coraggio e speranza.*»
**Donna Moderna**
«*Una narratrice dal tocco lieve.*»
**Corriere della Sera**
**Vuoi tutte le risposte?**
**Impara a non credere a nessuno.**
Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un’ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null’altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d’amore. Isabel deve salvarlo. Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l’obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C’è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all’altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari.
Clara Sánchez riesce sempre a stupire i lettori, che attendono con trepidazione ogni suo nuovo libro. Unica autrice ad aver vinto i tre più importanti premi letterari spagnoli, in Italia ha venduto oltre due milioni di copie ed è sempre presente in classifica. Torna finalmente con un nuovo romanzo anteprima assoluta italiana. In *L’amante silenzioso* Clara Sánchez descrive una realtà in cui la fragilità è preda di individui manipolatori e senza scrupoli; una realtà in cui il passato non lascia la morsa sul presente; una realtà in cui le ombre non sono mai il riflesso perfetto della verità.
**
### Sinossi
«*La scrittrice spagnola più amata nel nostro paese.*»
**la Repubblica – Annarita Briganti**
«*Clara Sánchez pone il lettore davanti a una realtà dirompente che parla di amore, memoria, segreti, tradimenti, colpa, scoperta, perdono, coraggio e speranza.*»
**Donna Moderna**
«*Una narratrice dal tocco lieve.*»
**Corriere della Sera**
**Vuoi tutte le risposte?**
**Impara a non credere a nessuno.**
Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un’ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null’altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d’amore. Isabel deve salvarlo. Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l’obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C’è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all’altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari.
Clara Sánchez riesce sempre a stupire i lettori, che attendono con trepidazione ogni suo nuovo libro. Unica autrice ad aver vinto i tre più importanti premi letterari spagnoli, in Italia ha venduto oltre due milioni di copie ed è sempre presente in classifica. Torna finalmente con un nuovo romanzo anteprima assoluta italiana. In *L’amante silenzioso* Clara Sánchez descrive una realtà in cui la fragilità è preda di individui manipolatori e senza scrupoli; una realtà in cui il passato non lascia la morsa sul presente; una realtà in cui le ombre non sono mai il riflesso perfetto della verità.
### Dalla seconda/terza di copertina
Clara Sánchez è l’unica scrittrice ad aver vinto con i suoi romanzi i tre più importanti premi letterari spagnoli: il premio Alfaguara con La meraviglia degli anni imperfetti, il premio Nadal con Il profumo delle foglie di limone, bestseller che ha venduto un milione di copie, in cima alle classifiche di vendita per anni, e il premio Planeta con Le cose che sai di me. In Italia sono tutti pubblicati da Garzanti, come anche La voce invisibile del vento, Le mille luci del mattino, Entra nella mia vita, La forza imprevedibile delle parole e l’attesissimo seguito del Profumo, Lo stupore di una notte di luce.

L’Amante Innocente

Bethany Reston vive a Londra ed è felicemente sposata. O così crede… Perché quando un celebre milionario la incarica di realizzare un reportage fotografico sul set del suo nuovo reality, Bethany scopre un mondo nuovo, fatto di emozioni che credeva sopite. Tutto avviene nella massima segretezza, perché nessuno – nemmeno la sua migliore amica, Alex – può sapere: Bethany cede alle lusinghe e al gioco di seduzione del suo nuovo datore di lavoro. Ma è in quel momento che accade l’impensabile. Quando il suo amante viene ritrovato privo di vita poco dopo uno dei loro incontri sfociato in un litigio, per Bethany inizia l’incubo. Lei è stata l’ultima a vederlo vivo, ma non può testimoniare perché deve proteggere il proprio matrimonio. E comunque, nessuno sa di loro… O forse qualcuno invece sa. E la minaccia. In modo sempre più grave, diretto, fino a che, al culmine dell’orrore, un giorno tornando a casa Bethany trova in cucina un coltello sporco di sangue. L’arma del delitto. Per proteggere il suo segreto, e la sua stessa vita, Bethany si dice che deve soltanto lasciar passare la tempesta. Ma la tempesta è appena iniziata, la polizia ormai è sulle sue tracce e, senza nessuno cui rivolgersi, Bethany capisce di avere soltanto una strada davanti a sé. Per provare la propria innocenza, deve essere lei a svelare l’identità del vero assassino.

Un esordio riuscitissimo, una storia di tradimenti, inganni e doppiezze nella quale è impossibile non immedesimarsi; un ritmo inarrestabile che trascina il lettore fino all’ultimo, sconvolgente colpo di scena conclusivo.

«Non sono riuscita a smettere di leggere, sono rimasta sveglia tutta la notte per arrivare alla fine.»
Jane Corry, autrice di *La nuova moglie*
**
**
### Sinossi
Bethany Reston vive a Londra ed è felicemente sposata. O così crede… Perché quando un celebre milionario la incarica di realizzare un reportage fotografico sul set del suo nuovo reality, Bethany scopre un mondo nuovo, fatto di emozioni che credeva sopite. Tutto avviene nella massima segretezza, perché nessuno – nemmeno la sua migliore amica, Alex – può sapere: Bethany cede alle lusinghe e al gioco di seduzione del suo nuovo datore di lavoro. Ma è in quel momento che accade l’impensabile. Quando il suo amante viene ritrovato privo di vita poco dopo uno dei loro incontri sfociato in un litigio, per Bethany inizia l’incubo. Lei è stata l’ultima a vederlo vivo, ma non può testimoniare perché deve proteggere il proprio matrimonio. E comunque, nessuno sa di loro… O forse qualcuno invece sa. E la minaccia. In modo sempre più grave, diretto, fino a che, al culmine dell’orrore, un giorno tornando a casa Bethany trova in cucina un coltello sporco di sangue. L’arma del delitto. Per proteggere il suo segreto, e la sua stessa vita, Bethany si dice che deve soltanto lasciar passare la tempesta. Ma la tempesta è appena iniziata, la polizia ormai è sulle sue tracce e, senza nessuno cui rivolgersi, Bethany capisce di avere soltanto una strada davanti a sé. Per provare la propria innocenza, deve essere lei a svelare l’identità del vero assassino.

Un esordio riuscitissimo, una storia di tradimenti, inganni e doppiezze nella quale è impossibile non immedesimarsi; un ritmo inarrestabile che trascina il lettore fino all’ultimo, sconvolgente colpo di scena conclusivo.

«Non sono riuscita a smettere di leggere, sono rimasta sveglia tutta la notte per arrivare alla fine.»
Jane Corry, autrice di *La nuova moglie*
**

L’amante dell’imperatore

L’amante dell’imperatore by Arrigo Petacco
La vita di Virginia Oldoini, contessa di Castiglione, una delle donne pi&ugrave belle e ammirate d’Europa, “l’arma segreta” di Cavour per conquistare Napoleone III alla causa dell’indipendenza italiana. Una biografia avvincente, che getta luce su una grande pagina di storia italiana.

Amando Pablo odiando Escobar

* Un aereo della DEA trasferisce in tutta segretezza negli USA Virginia Vallejo, testimone chiave di due tra i più importanti processi politici della Colombia: l’omicidio di un candidato alla presidenza e l’attacco al Palazzo di Giustizia condotto dai narcos di Pablo Escobar che ha provocato un centinaio di vittime.
È il culmine di una storia iniziata molti anni prima, quando Virginia, la donna più contesa dai rotocalchi del paese, resta folgorata dal capo del cartello di Medellín: un uomo dal fascino magnetico, politico rampante, corruttore, assassino, amante appassionato che gode della fama di “Robin Hood” per le sue iniziative a beneficio dei derelitti delle bidonville.
L’incontro con il Re della cocaina avvia il racconto di un amore fatale, di una sfrenata vertigine di ricchezza, violenza, perdizione che tiene avvinghiati due amanti clandestini negli anni di una guerra senza esclusione di colpi tra gli Stati Uniti, lo stato colombiano e i cartelli della cocaina.

Virginia Vallejo ripercorre, alternando humour e lacerante rimpianto, la sua vita a fianco di un criminale perverso e carismatico che la colma di doni e la minaccia, le regala poesie di Pablo Neruda, ne fa la sua regina, esercita su di lei una sottile violenza psicologica, ne fa una complice degli inconfessabili intrecci tra politica e criminalità.
La storia di una donna intrepida e fascinosa che ha subìto il fascino perverso del male.
Un diario di viaggio nell’abisso, una testimonianza sul denaro, il sesso, il potere, lo sfrenato consumo di cocaina…

(source: Bol.com)

Amabilmente Condannato a Moglie

Emerenziana, nota rompiscatole, va in vacanza in un paesino a ridosso della costiera amalfitana. E subito nel letargico borgo cominciano ad accadere fatti tosti assai per le villiche meningi.
Mica è tanto normale che nel bel mezzo del funerale dell’allampanato Miliuccio, spunti dalla bara una monaca di centosettanta chili. Oltre tutto incazzatissima per l’intimo approccio di quel fregnacciaro di Belzebù che neanche ha pagato la prestazione. E neanche è normale che un odore faccia comparire miracolosamente nel cesso della protagonista una preziosa collana smarrita in paese. Chi sono i mandanti degli spiriti cicciati al centro della chiesa, proprio durante le preghiere a Santa Nisba delle nocchie? Oltre tutto accompagnati dallo spettro di Garibaldi, affetto da uno sconveniente alcolismo post mortem. Poi ci si mette anche Astarot, un fumantino mummiolone egizio richiamato da una sconclusionata seduta spiritica, a colorare come un culo di babbuino i capelli di Emerenziana.
Per quale disegno del maligno, una locale vegliarda, della serie total dark, viene aggredita da un oggetto a rete di Crostin Dar o Crastin Dor? Gingillo tentatore usato dalle donne di malaffare per metterselo sugli stiticoni fatti apposta per sembrare ancora più troie. Cosa significa un collare da prete atterrato sul minuscolo pipino di un putto della fontana di Santa Prostata? Atto sacrilego perché, sarà pipino d’infante quanto vuoi, ma sempre di cazzo si tratta. Gli interrogativi sono tanti, da perderci il sonno…
Solo il tricologico sorcio Adeodato Saltalamacchia, riuscirà a smascherare i complessi intrighi escogitati a danno di parroco, sindaco e bifolchi locali. Resta comunque aperta la questione di Aurelia, la zotica domestica. O è la vera eroina della storia o è una narcotrafficante in incognito.
Dottore in Scienze della Comunicazione, Alessandro Venturini è tra i fondatori del bolognese “Istituto per la Risata Cognitiva”. Socio del gruppo di terapia comportamentale “Ridi e sghignazza come una pazza”, è anche professore associato ai corsi di risata creativa dell’Accademia di Arte Drammatica Santa Ciulla di Bari. È consulente del programma terapeutico sperimentale al Miguarda di Milano “Dove il fallo ride, la cicciabaffa facile che canta”. È sostenitore dell’ONLUS triestina “Chi si scompiscia piscia”. Nel 2008 ha vinto il prestigioso premio dell’Eliseo “Je m’en fout”, con cui si è voluto premiare il suo dichiarato anticonformismo. Nel 2010 il presidente Obama, per l’opera omnia, gli ha consegnato l’ambito premio goliardico “Asino ridens”.
Fra i suoi romanzi, tutti rigorosamente comici, ricordiamo: Ventotto grammi lavato (2012 premio Brega – già comprato); Svalvolati alle terme (2013 premio San Donà – promesso); Il silenzio delle zucchine (2014 premio Camporella Veneta – in ambigua trattativa con la giuria).