58161–58176 di 65579 risultati

L’angelo in fiamme

Una nuova avventura di Dave Robicheaux, il detective Cajun reduce dal Vietnam ed ex tenente della squadra omicidi di New Orleans. Per scacciare i fantasmi del passato, è andato a vivere con la famiglia sulla costa della Louisiana, dove affitta barche ai turisti e spesso si trova coinvolto in intrighi da risolvere. Questa volta deve proteggere un gruppo di famiglie che da secoli sono insediate sulle terre di un grande proprietario e ora sono minacciate di sgombero. Quello che sembra soltanto un caso di ordinaria prepotenza si trasforma presto in qualcosa di più serio: nel gioco è coinvolta la mafia locale, reduci del Vietnam e della controguerriglia centroamericana, servizi segreti, trafficanti di droga, giocatori d’azzardo.
**

L’angelo di neve (Dark Iceland Vol. 1)

Il primo episodio della serie Dark Iceland.
Siglufjörður, cittadina di pescatori nel punto più a nord dell’Islanda, accessibile dal resto del paese solo attraverso un vecchio tunnel, è soffocata dalla morsa dell’inverno. La temperatura è ben al di sotto dello zero, il vento scuote le tegole, e la neve che cade incessante da giorni la fa sembrare un luogo incantato dove tutto può succedere. Finché qualcosa di inaspettato succede davvero. Una giovane donna viene ritrovata in un giardino priva di sensi, in una pozza di sangue. Un vecchio scrittore muore nel teatro locale in seguito a una caduta.
Ari Thór, ex studente di teologia diventato poliziotto quasi per caso, si immerge nell’indagine malvolentieri, stretto tra la nostalgia della fidanzata rimasta a Reykjavík e la diffidenza di una comunità che fa fatica ad accoglierlo. In un clima di tensione claustrofobico, dovrà imparare a farsi largo tra l’attenzione morbosa della stampa e i segreti dei residenti, a convivere con le bufere sferzanti e a trovare la strada della verità in un buio senza fine.
**
### Sinossi
Il primo episodio della serie Dark Iceland.
Siglufjörður, cittadina di pescatori nel punto più a nord dell’Islanda, accessibile dal resto del paese solo attraverso un vecchio tunnel, è soffocata dalla morsa dell’inverno. La temperatura è ben al di sotto dello zero, il vento scuote le tegole, e la neve che cade incessante da giorni la fa sembrare un luogo incantato dove tutto può succedere. Finché qualcosa di inaspettato succede davvero. Una giovane donna viene ritrovata in un giardino priva di sensi, in una pozza di sangue. Un vecchio scrittore muore nel teatro locale in seguito a una caduta.
Ari Thór, ex studente di teologia diventato poliziotto quasi per caso, si immerge nell’indagine malvolentieri, stretto tra la nostalgia della fidanzata rimasta a Reykjavík e la diffidenza di una comunità che fa fatica ad accoglierlo. In un clima di tensione claustrofobico, dovrà imparare a farsi largo tra l’attenzione morbosa della stampa e i segreti dei residenti, a convivere con le bufere sferzanti e a trovare la strada della verità in un buio senza fine.

L’angelo di nessuno

Gravata dall’impegno di provvedere alla educazione delle sorelle più giovani e di badare al padre, un predicatore battista rimasto vedovo in giovane età, quando lei era appena 14enne, Susannah Redmon si è ormai rassegnata ad una vita di zittellaggio e trae tutta la sua soddisfazione dall’occuparsi con amore e competenza della famiglia.
Il tranquillo anche se monotono andamento della sua esistenza viene però sconvolto quando al suo orizzonte appare Ian Connelly, un nobile inglese deportato nelle colonie e venduto come schiavo a tempo limitato a causa di un complotto ordito contro di lui dai suoi nemici.
Allorchè Susannah…un pò per compassione e in parte perchè ha bisogno di un uomo che l’aiuti a mandare avanti la fattoria, compera lo schiavo Connelly, la sua vita, lungi dal semplificarsi, viene profondamente scossa, perchè da un lato si trova a dover “proteggere” le tre giovani sorelle da quello sconosciuto estremamente attraente e potenzialmente pericoloso, e dall’altro finisce per innamorarsi inaspettatamente e completamente di lui…

L’angelo delle tenebre

Marianne ha dieci anni. E’ una bambina solitaria, che vive in una grande casa arrampicata sulla scogliera. Il suo unico amico è un cane, Rudi, un bastardino che ha salvato dal canile, e che la segue in tutte le sue passeggiate. Marianne è nata e cresciuta in Germania, ma da diversi anni lei e il padre si sono trasferiti in Inghilterra, abbandonando la mamma, senza nessuna spiegazione. Un giorno Marianne corre il rischio di morire affogata ma viene miracolosamente salvata da Ryan O’Donnell; Marianne concepisce una vera passione per quell’uomo che la comunità ha messo al bando a causa di un passato di cui nessuno vuol far parola. Quando Marianne, decisa a sapere cosìè stato della madre, fugge di casa, Ryan l’accompagna, perché non sa dirle di no. Ma la polizia conosce il suo passato, e scatena una gigantesca caccia all’uomo. Perché la vita di Marianne potrebbe essere stroncata come lo fu, tanti anni prima, quella di un’altra bambina della sua età.

L’angelo della carne

Billy Rowe è un musicista fallito, in difficoltà finanziarie e con problemi sentimentali. Ma una sera, dalla finestra del suo appartamento, assiste ad un omicidio: una giovane donna, pugnalata più volte e lasciata a morire dissanguata da un maniaco che si dilegua nella notte. Billy è paralizzato dalla paura e quando riesce ad agire è ormai troppo tardi. E allora Billy prega, per un aiuto, una guida… per un segno. E il miracolo avviene, e giunge un misterioso straniero di nome Chritopher. Christopher è venuto a comunicargli un messaggio: che Billy ha un immenso potere latente, che gli permetterà di pulire le strade dal male. All’inizio Billy è scettico, lo deride, però…

L’angelo del terrore

Vedova e ricca, Lydia Beale risveglia l’interesse e la cupidigia di personaggi senza scrupoli. In particolare, una donna, bella come un angelo, ma di una crudeltà spietata, tesse intorno a lei una trama di insidie destinata a portarla alla rovina… L’Inghilterra e la riviera francese fanno da sfondo a una storia ricca di colpi di scena e di soluzioni imprevedibili.

L’angelo custode

Quindici anni prima Nicole era una studentessa di college, e Paul un brillante pianista. Sì amavano ed erano felici, finché una notte di violenza aveva cambiato le loro esistenze per sempre. Adesso Nicole è una persona diversa, con una nuova uita e un nuovo amore, ma il suo passato continua a darle la caccia. Anche se Paul è stato dichiarato morto in un incidente, Nicole non riesce a superare l’idea che lui sia vivo, da qualche parte, e che si prenda cura di lei. Quando una serie di misteriosi omicidi insanguina il suo mondo, mettendo a rischio la sua sanità mentale, Nicole deve scoprire chi è il suo terribile angelo custode: se davvero Paul o qualcun altro che ha deciso di punire tutti quelli che le hanno fatto un torto….

L’angelico lombrico

Il primo dei due lunghi e splendidi racconti di Fredric Brown che costituiscono la presente antologia è stato scritto nel lontano 1943. Ma, per la ragione che il lettore troverà indicata nelle note, non era mai stato tradotto in italiano. Le difficoltà di traduzione sembravano insormontabili. E invece la soluzione era semplice. Bastava pensarci. E bastava, soprattutto, aver fiducia nei lettori: i quali, specialmente se l’inglese non lo sanno ancora, saranno ben lieti di imparare una decina di parole chiave in quella utilissima lingua e in questa singolarissima storia.
Indice:
L’angelico lombrico (The Angelic Angleworm, 1943)
Vieni e impazzisci (Come and Go Mad, 1949)
Copertina di Karel Thole

L’anello di Salomone

Re Salomone ha tredici maghi e un’ infinità di demoni ai loro ordini. Fra questi c ‘è Bartimeus, incaricato di scovare inestimabili tesori. Nel frattempo, la Regina di Saba invia a Gerusalemme una giovane guerriera con una doppia missione: uccidere il re e impadronirsi dell’ anello magico, l’ amuleto più potente di tutti, perché chi lo possiede può distruggere un intero mondo solo con il pensiero. Ecco allora dispiegarsi biechi intrighi e spettacolari battaglie, mirabolanti trasformazioni, continue sorprese e un’ incredibile caccia al tesoro

(source: Bol.com)

L’anello del tritone

Le antiche civiltà mediterranee hanno sempre esercitato un fascino notevole, e questo romanzo di fantascienza eroica ci offre una personalissima ricostruzione di quelle epoche lontane. Non si tratta – è chiaro – del ritratto paludato che ci insegnano a scuola (taluni archeologi, anzi, dissentirebbero vigorosamente), né del mondo che affiora nei poemi omerici (anche se Omero avrebbe potuto trarne molti spunti interessanti). Si tratta di puro De Camp, più divertente che mai, e della sua inedita testimonianza su vari misteri storici come, ad esempio: 1) le dottrine del primo filosofo, Rethilio di Sederado; 2) la scoperta del ferro, opera di tale Fekata di Gbu, fabbro di villaggio; 3) la strana scomparsa dei tre noti incantatori Nichok, Kurtevan e Awoqqas del Belem… Cade la notte sul continente sommerso di Poseidonis, e l’immagine di Gra, la strega, si disegna nel fumo.– Spiegaci come vincere i gorgoniani – le chiede il mago di corte, e l’immagine risponde: – Inviate il principe Vakar a cercare la cosa più temuta dagli dèi. Ottimo consiglio, pensa l’interessato, ma piuttosto vago: qual è la “cosa” richiesta? Iniziano così le avventure del principe filosofo costretto a diventare un eroico guerriero dell’Età del bronzo. Nella ricerca incontrerà pericoli e seduzioni d’ogni genere, naturali e sovrannaturali, fino a scoprire che i suoi veri nemici sono gli stessi dèi, contro i quali c’è una sola difesa: l’anello del tritone.

L’anarchico che venne dall’America. Storia di Gaetano Bresci e del complotto per uccidere Umberto I

Monza, 29 luglio 1900: Umberto I, re d’Italia, cade sotto i colpi di un attentatore solitario mentre sta assistendo a un saggio ginnico. L’assassino è un giovane operaio toscano appena tornato dall’America: si chiama Gaetano Bresci, si dichiara anarchico e ripete con ostinazione di avere agito da solo. Dopo un processo durato 12 ore Bresci viene condannato all’ergastolo come unico responsabile del regicidio. Petacco, già nella prima versione di questa biografia, aveva adombrato dubbi e sospetti sulla versione ufficiale. In questa edizione fornisce nuovi particolari e rivela che Bresci fu al centro di due complotti.
**

L’amuleto dell’inferno

Dodicesimo volume delle Antologie curate da Gianni Pilo e dedicate alla rivista Weird Tales. I racconti presentati: L’AMULETO DELL’INFERNO di Robert Leonard Russell, LA DIMORA DEL SACRILEGO INCANTESIMO di Seabury Quinn, DHOH di Manly Wade Wellmann, LA COSA SOPRA IL TETTO di Robert E. Howard, LA STELLA SCURA di G. G. Pendarves, EDGAR ALLAN POE di Adolphe De Castro e IL TERRORE DEI RAMPICANTI di Howard Wandrei

L’amuleto del Dio pazzo

Un uomo contro la Potenza delle Tenebre. Dopo aver combattuto contro la scienza stregonesca dell’ Impero Nero, Dorian Hawkmoon ritornava alla sua patria adottiva, la Komarg. Ma il peggio gli doveva ancora capitare. La sua fidanzata, Yisselda, era stata rapita dal Dio Pazzo, il diabolico stregone che aveva usurpato l’Amuleto Rosso della Bacchetta Magica. L’amuleto dava al suo possessore lo stesso potere della Bacchetta, e il Dio Pazzo volgeva questa forza a fini la cui diabolicità era inimmaginabile. Mentre l’ombra annientatrice dell’Impero Nero si diffondeva sul mondo intero, Hawkmoon capì di essere l’unico in grado di strappare Yisselda – e l’Amuleto Rosso – dalle mani del Dio Pazzo. Ma lui, uomo, avevo il potere di sopraffare un Dio?

L’amore sopito

Polinesia, 1831
È questo un periodo di grandi migrazioni verso le terre delle nuove colonie inglesi… Convinta della morte del capitano Stuart Smithson, di cui è segretamente innamorata, la giovane e bella Jane accetta di sposare l’austero reverendo Obadiah Thorne e di seguire lui e sua sorella Sarah nella missione che si trova su un’isola dei Mari del Sud. Ti-Ka-Wanna è un piccolo lembo di paradiso e gli isolani sono molto amichevoli, ma nonostante questa cornice idilliaca, ben presto i rapporti fra Jane e l’inflessibile Obadiah si deteriorano. Come se non bastasse, Jane fa una scoperta stravolgente: il suo adorato Stuart non è morto e si trova proprio su quell’isola…

L’amore se ne fotte

«Forse siamo noi sbagliati per l’amore, frate, non lo meritiamo, in fondo siamo figli dell’odio e della rabbia: sappiamo bene dove infilare l’uccello per vendicarci di ciò che non abbiamo avuto, ma poi non sappiamo come infilare l’amore che ci arriva nel cuore.» Devid, Jack, Konfu e Jegher sono quattro amici cresciuti storti in un quartiere borderline di Milano.
Nonostante l’adolescenza spesa al bar, il tempo perso in qualche vizio di troppo e le difficoltà dell’ambiente in cui sono immersi, i quattro amici riescono ad acquistare una discoteca.
Da quel momento cambia tutto.
In pochi mesi il locale decolla e loro vedono finalmente aprirsi uno squarcio di sereno all’orizzonte. Stanno facendo soldi rapidamente, sono pieni di donne e il successo ha cementato ancor di più la loro amicizia, si sentono fratelli nella buona sorte.
Ma dal via vai degli avventori, fra musica a palla, buttafuori e tavoli riservati, fiumi di alcol e molte sostanze, emerge Anna.
Non è particolarmente bella, né disinvolta. Ma è diversa, speciale. È semplice come un fiore di campo e accoglie il mondo con un sorriso sincero e potentissimo. Anna è il contrario di tutto ciò che i quattro co-protagonisti hanno sempre conosciuto ed esplode come una bomba nel loro patto di fratellanza. Perché l’amore, quello vero, se ne frega di quel che c’era prima di lui: quando arriva si prende tutto, senza chiedere permesso.
Con *L’amore se ne fotte*, Devid Sassi racconta la generazione che ha speso le notti nei locali da ballo a cercare l’amore. Una storia struggente e fuorilegge, un canto d’amore roco e bellissimo, capace di emozionare e anche insegnare quel che c’è da sapere oggi sui sogni e sull’amore.
**
### Sinossi
«Forse siamo noi sbagliati per l’amore, frate, non lo meritiamo, in fondo siamo figli dell’odio e della rabbia: sappiamo bene dove infilare l’uccello per vendicarci di ciò che non abbiamo avuto, ma poi non sappiamo come infilare l’amore che ci arriva nel cuore.» Devid, Jack, Konfu e Jegher sono quattro amici cresciuti storti in un quartiere borderline di Milano.
Nonostante l’adolescenza spesa al bar, il tempo perso in qualche vizio di troppo e le difficoltà dell’ambiente in cui sono immersi, i quattro amici riescono ad acquistare una discoteca.
Da quel momento cambia tutto.
In pochi mesi il locale decolla e loro vedono finalmente aprirsi uno squarcio di sereno all’orizzonte. Stanno facendo soldi rapidamente, sono pieni di donne e il successo ha cementato ancor di più la loro amicizia, si sentono fratelli nella buona sorte.
Ma dal via vai degli avventori, fra musica a palla, buttafuori e tavoli riservati, fiumi di alcol e molte sostanze, emerge Anna.
Non è particolarmente bella, né disinvolta. Ma è diversa, speciale. È semplice come un fiore di campo e accoglie il mondo con un sorriso sincero e potentissimo. Anna è il contrario di tutto ciò che i quattro co-protagonisti hanno sempre conosciuto ed esplode come una bomba nel loro patto di fratellanza. Perché l’amore, quello vero, se ne frega di quel che c’era prima di lui: quando arriva si prende tutto, senza chiedere permesso.
Con *L’amore se ne fotte*, Devid Sassi racconta la generazione che ha speso le notti nei locali da ballo a cercare l’amore. Una storia struggente e fuorilegge, un canto d’amore roco e bellissimo, capace di emozionare e anche insegnare quel che c’è da sapere oggi sui sogni e sull’amore.

L’amore proibito

Per Bess, dolce e delicata creatura cresciuta sotto l’ala iperprotettiva della madre, Cade è l’amore proibito e inaccessibile. Lui, rude e sfuggente, sembra perfino non tollerare la sua presenza… o forse è solo un vano tentativo, il suo, di difendersi da un amore che può far male. Eppure un legame sottile, appena percettibile, unisce i due, un legame che affonda le radici nel passato. Bess è decisa a lottare per difendere questo suo amore così unico e avvolgente. Ma se Cade è disposto a cedere, accecato dalla passione, altri ostacoli sono lì a dividere un’unione che sembra voluta dal destino…