57745–57760 di 63547 risultati

Diamante grezzo

Kenna Dean era la segretaria di Denny Cole, giovane avvocato di Atlanta. Segretaria molto efficiente, ma poco apprezzata come donna. Ed era questo il cruccio di Kenna.
Involontariamente le venne in aiuto Regan, fratello di Denny, che cominciò a corteggiarla. Ma quell’aiuto si rivelò un’arma a doppio taglio.
Kenna aveva provato una profonda avversione per Regan, fin dal primo momento, ma aveva accettato la sua corte perché in tal modo avrebbe potuto attrarre l’attenzione di Denny.
Solo più tardi si rese conto che fra le braccia di Regan lei stava provando delle sensazioni inedite e improvvisamente capì che era quello l’uomo che desiderava veramente…

Dialogo nel quale la Nanna insegna alla Pippa

Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.
È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l’epoca).
Il “Dialogo nel quale la Nanna insegna alla Pippa” è il dialogo fra due donne, la madre (Nanna) e la figlia (Pippa). Il primo giorno la Nanna insegna alla Pippa sua figlia a esser puttana, il secondo gli racconta i tradimenti che fanno gli uomini alle sventurate che gli credono, il terzo giorno la Nanna e la Pippa ascoltano la comare e la balia che ragionano di ruffiania.
Un classico italiano della letteratura erotica, spesso dimenticato e trascurato.
**
### Sinossi
Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.
È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l’epoca).
Il “Dialogo nel quale la Nanna insegna alla Pippa” è il dialogo fra due donne, la madre (Nanna) e la figlia (Pippa). Il primo giorno la Nanna insegna alla Pippa sua figlia a esser puttana, il secondo gli racconta i tradimenti che fanno gli uomini alle sventurate che gli credono, il terzo giorno la Nanna e la Pippa ascoltano la comare e la balia che ragionano di ruffiania.
Un classico italiano della letteratura erotica, spesso dimenticato e trascurato.

Diabolik: L’ora del castigo

Una trappola mortale sta per chiudersi su Diabolik, su Eva Kant e sull’uomo che da anni da loro caccia, l’ispettore Ginko. L’esca è un leggendario meteorite precipitato sulla Terra secoli fa, dentro il quale è racchiuso il più grosso diamante nero del mondo: una tentazione irrinunciabile per i due criminali e un’occasione irripetibile per catturarli o ucciderli. Ma chi è il vero artefice del piano? Chi, dall’altra parte del mondo, ha deciso di sostituirsi a Diabolik, realizzando spettacolari furti di gioielli che sembrano portare la sua firma? Ci sono solo due alternative. Affrontare l’avversario faccia a faccia. O morire nell'”ora del castigo”.
**

Di scherzi si muore

Si può scherzare col denaro? A quanto pare sì. Ce lo insegna questo originale romanzo del grande maestro del brivido, in cui interi patrimoni vengono distrutti in una sola mattina. Eppure il più grande degli scherzi, il più terribile scherzo in assoluto deve ancora venire… Solo la penna di Edgar Wallace poteva abbinare giallo e humor in un romanzo tanto intrigante da essere considerato un classico nel suo genere.

Di odio si muore

Un assassino fantasioso, ma alquanto maldestro, sta tentando di sterminare la triade al vertice della Keane Drug Company: i due fratelli Keane, Roland ed Herbert, e il loro socio, Bevan MacDonald. Il primo a subire un attentato è Roland che non rimane illeso, ma si salva. Poi è la volta di MacDonald che sopravvive a una superdose di barbiturici. E infine c’è il terzo attentato… e la vittima muore. Nel clima burrascoso creato dai mancati omicidi, e logicamente aggravato dalla tragedia, salta fuori un groviglio di piccoli e grandi segreti familiari ed extra-familiari, amori, odii e sordidi interessi. Vi si trova involontariamente coinvolto uno spassoso investigatore dilettante, Hiram Potter… Tanto coinvolto, da guadagnarsi anche lui il suo bell’attentato che non lo lascia incolume, anche se non gli impedisce di offrirci la sconcertante conclusione di una vicenda aggrovigliata, ma rigorosamente logica.

Di nuovo Weird Tales

Questa serie dedicata a WEIRD TALES è ormai diventata una caratteristica distintiva della nostra casa Editrice, e costituisce indubbiamente un filone d’importanza primaria nell’economia di questa prestigiosa collana. Le richieste che ci giungono da parte degli appassionati perchè intensifichiamo il ritmo di uscite dei volumi dedicati a WEIRD TALES sono ormai quasi unanimi. Abbiamo infatti constatato che, non solo molti dei vecchi lettori hanno accolto entusiasticamente questi racconti, ma tantissimi nuovi se ne sono aggiunti. A tutti vogliamo dire che, fatto salvo il principio che nell’ENCICLOPEDIA DELLA FANTASCIENZA devono trovare accoglimento diversi filoni, faremo comunque il possibile per venire incontro a questo loro desiderio, e il quarto volume dedicato a WEIRD TALES che vi annunciamo ne è la concreta riprova. Un ulteriore gruppo di storie affascinanti che viene ad incrementare la fama e la leggenda di WEIRD TALES. Jack Williamson: ”Il terrore di Plutone”; Seabury Quinn: ”Il rosso pugnale di Hassan”; Edmond Hamilton: ”I sei dormienti”; Jack Williamson: ”Gli invasori del mondo di ghiaccio”; Manly Wade Wellman: ”Il terzo pianto per Legba”; Greye La Spina: ”Il Grande Dio Pan e qui”; Seabury Quinn: ”La mummia rediviva”; Robert Bloch: ”Il totem”; Clifford Ball: ”Dual il Maledetto”; G.C. Pendarves: ”Abd Dulma, Signore del Fuoco”; Seabury Quinn; ”La casa dei tre cadaveri”; Edmond Hamilton: ”La valle degli assassini”; Frank Owen: ”L’orecchio del Mandarino”; Jack Williamson: ”Il marchio del mostro”; Henry Kuttner: ”L’orrore di Salem”; Edmond Hamilton: ”Il mondo dei giganti neri”; G.C. Pendarves: ”Il lupo mannaro del Sahara”; Arlton Eadie: ”Il figlio di Satana”; E. Hoffmann Price: ”La ragazza di Samarcanda”; August Derleth & Mark Schorer: ”Risorgeranno”; Edmond Hamilton: ”La porta nell’infinito”; Robert Bloch: ”Il giudizio dei Druidi”; E. Hoffmann Price: ”Il dono del Rajah”.

Di niente e nessuno

Brancaccio, periferia di Palermo. Rosario è un adolescente solitario con la passione per la mitologia classica e il mare. Il padre, cinico e bugiardo, ha un negozio di integratori per sportivi in cui gestisce lo smercio illecito di sostanze stupefacenti; la madre, accudente e remissiva, dedica tutto il proprio tempo alla cura della casa e della famiglia. Solo di tanto in tanto, la donna si concede una pausa per lucidare il trofeo vinto come miglior portiere da nonno Rosario, morto prematuramente nel terremoto del Belice del 1968. Quando, per accontentare un inconfessato desiderio della madre, il ragazzo decide di giocare in quello stesso ruolo con la squadra di quartiere, il percorso che lo condurrà all’età adulta ha inizio: tra i pestaggi, la scoperta dell’amore e il disincanto, Rosario troverà la forza di emanciparsi dalla violenza e dalla menzogna che da sempre hanno oppresso la sua vita.
Un’intensa storia di formazione condotta con la voce, spietata e dolcissima, di un adolescente che lotta per sovvertire i morbosi equilibri di una famiglia infelice. Un giovane autore dalla scrittura agile e peculiare capace di raccontare la paura e l’audacia di un ragazzo che, nel Sud passionale e violento delle periferie, ha il coraggio di diventare un uomo.
**
### Sinossi
Brancaccio, periferia di Palermo. Rosario è un adolescente solitario con la passione per la mitologia classica e il mare. Il padre, cinico e bugiardo, ha un negozio di integratori per sportivi in cui gestisce lo smercio illecito di sostanze stupefacenti; la madre, accudente e remissiva, dedica tutto il proprio tempo alla cura della casa e della famiglia. Solo di tanto in tanto, la donna si concede una pausa per lucidare il trofeo vinto come miglior portiere da nonno Rosario, morto prematuramente nel terremoto del Belice del 1968. Quando, per accontentare un inconfessato desiderio della madre, il ragazzo decide di giocare in quello stesso ruolo con la squadra di quartiere, il percorso che lo condurrà all’età adulta ha inizio: tra i pestaggi, la scoperta dell’amore e il disincanto, Rosario troverà la forza di emanciparsi dalla violenza e dalla menzogna che da sempre hanno oppresso la sua vita.
Un’intensa storia di formazione condotta con la voce, spietata e dolcissima, di un adolescente che lotta per sovvertire i morbosi equilibri di una famiglia infelice. Un giovane autore dalla scrittura agile e peculiare capace di raccontare la paura e l’audacia di un ragazzo che, nel Sud passionale e violento delle periferie, ha il coraggio di diventare un uomo.

Di lotta e di governo

“Amm’ scassat’!” Così, il 30 maggio 2011, il neosindaco di Napoli Luigi De Magistris si rivolgeva esultante ai suoi elettori. “È ‘o sindaco nostro!” gli faceva eco la gente in festa da piazza Municipio. Ed è vero: De Magistris ha scassato. Ha fatto il miracolo, meglio di san Gennaro. Quello che molti speravano avvenisse, ma su cui nessuno sarebbe stato pronto a giurare: superare Lettieri al primo turno e sconfiggerlo definitivamente al ballottaggio. Da quando, messo in difficoltà dopo la chiusura delle inchieste da lui aperte in Calabria, ha deciso di abbandonare la magistratura e di entrare nell’Italia dei valori di Di Pietro, l’ascesa politica di Luigi De Magistris è stata rapida e intensa. Già parlamentare europeo – “quello più seguito su facebook” – ha collezionato una serie di successi culminati con l’elezione a sindaco della sua città. “Perché il popolo è dalla mia parte” afferma lui. In questa intervista Claudio Sabelli Fioretti lo mette alla prova attraverso domande incalzanti, precise e mai banali: l’ostracismo di Beppe Grillo, la sinistra di Vendola e quella dei movimenti; il rapporto con il “fratello maggiore” Antonio Di Pietro, con il Csm e con Magistratura democratica, infine quello con i rivali più acerrimi – Berlusconi, Alfano, Bondi, Daniela Santanchè – ma anche con il fascino che sa bene di esercitare.
**

DEVIL’S KISS

Billi non è un’adolescente qualunque: è l’unica ragazza ammessa nell’Ordine dei Templari. Nonostante sia stata addestrata in gran segreto a combattere come un valoroso guerriero e a riconoscere il pericolo al primo istante, si innamora del seducente Mike e compie l’errore fatale di baciarlo. Mike, infatti, si rivela il rinnegato Arcangelo Gabriele. E con quel bacio demoniaco, l’ha assoggettata alla propria volontà… Età di lettura: da 10 anni.
**

Deviazioni: Insieme per sempre-Il compromesso di Keller

Una raccolta di romanzi brevi inediti nata da un’idea di Ed McBain. La collana si riferisce al fatto che si tratta di “deviazioni” dalle forme del romanzo lungo e del racconto, più comuni nel poliziesco e nel thriller. “Insieme per sempre”: Tal Simms ha pistola e distintivo, ma è un matematico: si occupa di statistica per la polizia, e i colleghi lo prendono in giro chiamandolo “Einstein”. Eppure, solo uno con la sua testa può accorgersi che la strana morte dei ricchi coniugi Benson non è un banale caso di patto suicida come tutti pensano. Quando poi nella zona viene ritrovata un’altra coppia in circostanze molto simili, Tal ha la certezza che qualcuno stia portando avanti un sofisticato piano omicida. E, per fermarlo, non basta la matematica: questa volta bisogna usare la pistola. “Il compromesso di Keller”: L’11 settembre 2001 Keller è lontano da New York per lavoro. Non un lavoro come gli altri. Perché Keller fa il sicario, da una costa all’altra degli States, con esiti sempre ineccepibili. La tragedia delle Twin Towers, però, lo colpisce profondamente, e per un po’ Keller depone le armi e si precipita ad aiutare i pompieri di Ground Zero. Ma quando i soldi finiscono e qualcuno gli offre un lavoretto chiedendogli di far fuori un riccastro che vive asserragliato in un complesso residenziale cinto da un muro alto quattro metri.
**

Destino vichingo (Viking Warriors Vol. 4)

**Viking Warriors** 4
*Inghilterra, IX sec.*
Gwendolyn di Bernicia è una valorosa guerriera in grado di proteggere e guidare la propria gente da sola, se non ci fosse la costante minaccia di invasioni vichinghe.
Ma il destino ha voluto che proprio un vichingo, Vidar, appartenente a una delle tribù rivali, fosse l’uomo scelto anzitempo dal padre allo scopo di sancire un’alleanza tra i due popoli. Nonostante entrambi siano restii nel voler sposare una persona sconosciuta, accettano quanto deciso per loro.
Una volta che Vidar diventa il signore di Alvey, tra i due si scatena una guerra in cui la forza di volontà si unisce a un crescendo di sensuale intimità. Quando alla fine la passione prende il sopravvento sulle schermaglie, per la coppia è già tempo di sfoderare lo spirito guerriero e difendere ciò che ama di più.
**
### Sinossi
**Viking Warriors** 4
*Inghilterra, IX sec.*
Gwendolyn di Bernicia è una valorosa guerriera in grado di proteggere e guidare la propria gente da sola, se non ci fosse la costante minaccia di invasioni vichinghe.
Ma il destino ha voluto che proprio un vichingo, Vidar, appartenente a una delle tribù rivali, fosse l’uomo scelto anzitempo dal padre allo scopo di sancire un’alleanza tra i due popoli. Nonostante entrambi siano restii nel voler sposare una persona sconosciuta, accettano quanto deciso per loro.
Una volta che Vidar diventa il signore di Alvey, tra i due si scatena una guerra in cui la forza di volontà si unisce a un crescendo di sensuale intimità. Quando alla fine la passione prende il sopravvento sulle schermaglie, per la coppia è già tempo di sfoderare lo spirito guerriero e difendere ciò che ama di più.

Destino vichingo

Viking Warriors 4

Inghilterra, IX sec.
Gwendolyn di Bernicia è una valorosa guerriera in grado di proteggere e guidare la propria gente da sola, se non ci fosse la costante minaccia di invasioni vichinghe.
Ma il destino ha voluto che proprio un vichingo, Vidar, appartenente a una delle tribù rivali, fosse l’uomo scelto anzitempo dal padre allo scopo di sancire un’alleanza tra i due popoli. Nonostante entrambi siano restii nel voler sposare una persona sconosciuta, accettano quanto deciso per loro.
Una volta che Vidar diventa il signore di Alvey, tra i due si scatena una guerra in cui la forza di volontà si unisce a un crescendo di sensuale intimità. Quando alla fine la passione prende il sopravvento sulle schermaglie, per la coppia è già tempo di sfoderare lo spirito guerriero e difendere ciò che ama di più.

(source: Bol.com)