57697–57712 di 72802 risultati

Amin, che è volato giù di sotto

È una gelida sera d’inverno a Genova e Nadia Morbelli, uscita tardi dal lavoro, imbocca infreddolita un carrugio in discesa. All’improvviso però è costretta a fermarsi: il passaggio le è infatti impedito da quello che a prima vista sembra un grosso sacco della spazzatura. Ma una volta vicino, si rende conto con orrore che quel fagotto rannicchiato sul selciato è un ragazzo. Un ragazzo morto. Sicuramente un clandestino. Forse un tossico. Probabilmente suicida. Dopo lo choc iniziale, Nadia non può resistere alla tentazione di saperne di più e, complice una ragazza in lacrime alla facoltà di Architettura – che si scoprirà essere la sorella del morto – inizia la sua personalissima indagine… Mentre il povero vicequestore Prini è preoccupato di tenere lontana l’amica ficcanaso (ma sarà davvero solo un’ami­ca?) dai guai. Perché di guai, e guai grossi, effettivamente si tratta, se Nadia scopre perfino di essere pedinata da un fascinoso agente dell’Interpol…
Un giallo scoppiettante e intelligente, una Genova da togliere il fiato, un’indagine da non perdere con la protagonista-redattrice più simpatica che c’è.
**
### Sinossi
È una gelida sera d’inverno a Genova e Nadia Morbelli, uscita tardi dal lavoro, imbocca infreddolita un carrugio in discesa. All’improvviso però è costretta a fermarsi: il passaggio le è infatti impedito da quello che a prima vista sembra un grosso sacco della spazzatura. Ma una volta vicino, si rende conto con orrore che quel fagotto rannicchiato sul selciato è un ragazzo. Un ragazzo morto. Sicuramente un clandestino. Forse un tossico. Probabilmente suicida. Dopo lo choc iniziale, Nadia non può resistere alla tentazione di saperne di più e, complice una ragazza in lacrime alla facoltà di Architettura – che si scoprirà essere la sorella del morto – inizia la sua personalissima indagine… Mentre il povero vicequestore Prini è preoccupato di tenere lontana l’amica ficcanaso (ma sarà davvero solo un’ami­ca?) dai guai. Perché di guai, e guai grossi, effettivamente si tratta, se Nadia scopre perfino di essere pedinata da un fascinoso agente dell’Interpol…
Un giallo scoppiettante e intelligente, una Genova da togliere il fiato, un’indagine da non perdere con la protagonista-redattrice più simpatica che c’è.

Le Amicizie Pericolose

Legati da un rapporto morboso uno sfrenato libertino e un vizioso marchese uniscono le forze per condurre alla perdizione due giovani donne. Il mondo cinico della nobiltà francese del ‘700 nell’unico romanzo di Laclos (1741-1803), generale di Napoleone.

L’amica delle stelle. Storia di una vita

“Continuamente mi sento chiedere: Come le è venuta la passione dell’astronomia? L’ha avuta fin da piccola? A sentir parlare di passione arriccio subito il naso. Infatti le passioni di solito durano poco e, del resto, se sono diventata astrofisica è stato un po’ per caso…” Con queste parole Margherita Hack inizia la sua autobiografia, che non è solo il racconto di una vita ricca e della formazione di una grande scienziata. E’ anche un emozionante viaggio nell’universo, è la testimonianza di una partecipazione civile alle vicende della società italiana, è una difesa, tenace ed appassionata, del metodo scientifico contro tante forme di superstizione e irrazionalismo.
**

L’amica della signora Maigret

Prese un autobus al volo, e quando arrivò davanti alla porta di casa si stupì di non sentire i soliti rumori in cucina né odore di cibo. Entrò, passò per la sala da pranzo dove la tavola non era ancora apparecchiata, e alla fine trovò la signora Maigret che, in sottoveste, si stava togliendo le calze.La situazione era così insolita che non disse neanche una parola, e lei, vedendo i suoi occhi sgranati, scoppiò a ridere. ‘Seccato, Maigret?’. Nel suo tono c’era un buonumore quasi aggressivo che non le conosceva. Sul letto giacevano il suo vestito più elegante e il cappello delle grandi occasioni. ‘Dovrai accontentarti di una cena fredda. Sono stata talmente occupata che non ho trovato il tempo di preparare niente. D’altra parte tu non torni quasi mai a mangiare in questi giorni!’. (Le inchieste di Maigret 37 di 75)
(source: Bol.com)

Un’americana a Parigi

Quattro racconti che parlano di donne nella leggendaria Parigi degli anni Venti e seguenti, la Parigi che Ernest Hemingway paragonò a una festa mobile. Sono racconti di donne alle prese con un mondo che le assedia ma che non riesce a piegarle alle sue leggi: fanciulle che dalla provincia americana sbarcano in Europa con gli occhi sgranati di curiosità, gioventù e voglia di vivere, giovani lavavetri newyorkesi dal cuore tenero, simpatiche virago i cui modi spicci invitano le donne ad abbandonare vittimismi e piagnistei.
**

Americana (versione italiana)

L’affascinante David Bell incarna la realizzazione del sogno americano. Nonostante sia poco piú che ventenne è già manager di una grande rete televisiva. All’apice del successo il giovane trova però davanti a sé un vuoto insopportabile che lo spinge ad allontanarsi da Manhattan per intraprendere un viaggio nel cuore dell’America, a bordo di un vecchio camper e con la cinepresa sempre a disposizione, accompagnato da tre stravaganti soggetti. Scopo del viaggio è riprendere la vita della gente comune nelle piccole città di provincia, catturando i volti veri, la rabbia, i conflitti che intessono il paese, tutto quello che la televisione ignora o mimetizza, cioè la realtà. È il film della sua vita, il tentativo folle, e commovente al tempo stesso, di scrivere un pezzo di storia americana.

American pulp. I grandi maestri della crime story

“American pulp” raccoglie una selezione dei racconti pubblicati sulle riviste poliziesche dagli anni Trenta agli anni Cinquanta. Storie di intrighi, delitti, misteri, confezionate per puro intrattenimento e per soddisfare un genuino bisogno di fiction quando ancora non esistevano i libri tascabili e la televisione. Crime stories animate da mitici personaggi che hanno fatto delle pulp magazines un culto indiscusso. E a ragione, se si pensa che questo genere produsse autentici capolavori e diede notorietà ad autori del calibro di Dashiell Hammett e Raymond Chandler.

American Acropolis

Colin Laney vive nascosto in una scatola di cartone nella metropolitana di Tokio, mentre la sua mente vaga libera per il cyberspazio. Sa che si sta avvicinando uno dei “momenti nodali” della storia, e qualcosa di grosso sta per accadere a San Francisco. Nella città californiana finiranno per intrecciarsi i destini di enigmatici e misteriosi personaggi: uomini grigi, ragazzini silenziosi e sinistri miliardari. La resa dei conti sarà tra le nebbie su un Golden Gate stravolto dal terremoto, divenuto colonia di “outsiders” e sbandati di ogni tipo.

Amelia Peabody e la tomba perduta

Caro lettore, io e Radcliffe siamo tornati in Egitto con nostro figlio Ramses e con Nefret, la nostra graziosa pupilla. Per celebrare l’occasione, ho deciso di tuffarmi a capofitto in una nuova avventura. Mi sono quindi incontrata in piena notte con uno sconosciuto mascherato che intendeva rivelarmi l’ubicazione della tomba perduta della regina Tetisheri. Ma i preziosi reperti del sepolcro hanno attratto l’ingordigia dei numerosi ladri che si contendono il potere in Egitto dopo l’immatura scomparsa del Maestro del Crimine.

Amelia Peabody e la mummia

Con la morte del padre, Amelia Peabody riceve una cospicua eredità e può finalmente dedicarsi alle sue grandi passioni: la storia e l’archeologia. Così parte alla volta dell’Egitto, il paese che più la affascina. A Roma, si imbatte in una giovane in disgrazia, Evelyn, che è appena stata abbandonata dall’uomo che amava. Amelia prende a cuore la sorte della ragazza, la porta con sé in Egitto dove incontrano due fratelli archeologi, impegnati negli scavi di alcune tombe egizie. Tra i quattro si instaura subito un burrascoso rapporto di odio e amore, ma il destino sembra obbligarli a incontrarsi…

Amelia Peabody E Il Serpente Sacro

Amelia Peabody e suo marito Radcliffe non sono fatti per la tranquilla vita borghese. Adesso che hanno un figlio William, detto Ramses sono costretti ad adattarsi alle regole della società vittoriana, ma Amelia preferirebbe di gran lunga essere braccata per il deserto da una banda di dervisci, piuttosto che servire tè e pasticcini. Così, quando alcuni misteriosi delitti rischiano di compromettere i lavori in un promettente sito archeologico, Amelia e Radcliffe prendono l’occasione al volo: lasciano il piccolo Ramses alla cognata e partono per l’Egitto. Il loro scopo è aiutare una vecchia amica di Radcliffe, Lady Baskerville; suo marito, Sir Henry Baskerville, è stato infatti trovato morto in circostanze inquietanti.

Amelia Peabody E Il Segreto Del Sarcofago

“Padre delle imprecazioni”: questo è il soprannome di Emerson, l’irascibile marito di Amelia Peabody. Un appellativo adeguato perché, dopo essersi visto rifiutare l’autorizzazione per scavare presso le celebri e ambite piramidi di Dahsur, Emerson si trova costretto a ripiegare sulle “piramidi” di Mazghuna, cioè un cumulo di pietre nei dintorni del Cairo. In quel sito snobbato da tutti gli archeologi di fama, in effetti non sembra esserci niente di interessante… almeno fino a quando non viene commesso un omicidio. La vittima è un antiquario, assassinato nel suo negozio al Cario. Amelia non potrà stare con le mani in mano…

AMELIA PEABODY E IL LIBRO DEI MORTI

Cari lettori, ormai ne sono certa. Sethos è vivo e ha anche osato approfittare di una manifestazione di suffragette cui ho partecipato attivamente per rubare a un uomo politico una collezione di antichità egizie di inestimabile valore. Ramses e Nefret si sono però impadroniti di un prezioso papiro che Sethos desidera più di ogni altra cosa, e forse questa potrà essere l’esca che ci permetterà di smascherare definitivamente quel micidiale furfante. Sempre che qualcun altro non ci metta la coda… Vostra Amelia Peabody.

Amelia Peabody E I Delitti Del Museo Egizio

La paura può veramente uccidere? Alcuni ne sono convinti, ma Amelia Peabody è piuttosto scettica al riguardo. Nella sua veste di detective dilettante, Amelia ha infatti già smascherato una lunga serie di lestofanti e di assassini sia nella compassata Inghilterra vittoriana sia nel turbinoso Medio Oriente. E nutre seri dubbi sul fatto che la maledizione di una mummia della Diciannovesima Dinastia abbia causato la morte di un guardiano notturno del British Museum. Tuttavia il poveretto è stato ritrovato ai piedi della mummia, con un’espressione di terrore sul volto, e la prospettiva di un’indagine per scoprire chi (o che cosa) lo ha ucciso è praticamente irresistibile per l’intraprendente Amelia…

Le amazzoni

Un pianeta con due soli e due lune: in questo fantastico scenario si svolge il romanzo di Poul Anderson che riprende il mito millenario delle Amazzoni – donne sessualmente desiderabili e terrificanti nello stesso tempo – per aggiornarlo in modo spettacolare. Le libere guerriere di Freetoon devono fare i conti con un imprevisto che viene dallo spazio. Un imprevisto odiato, temuto e aspettato… Una minaccia che si chiama uomo.
Copertina di: Stephen Hickman