57553–57568 di 65579 risultati

La prigioniera – I DIARI DELLE STREGHE

Una ragazza e i suoi poteri, al bivio tra Bene e Male. Cassie è stata accolta nella misteriosa setta delle streghe di New Salem, il Circolo segreto, un mondo di inebrianti piaceri e vertiginose passioni. Ha acquistato un’energia nuova, straordinaria. Ma ancora non sa che il potere ha sempre un prezzo, e che se la magia non viene usata con parsimonia può avere conseguenze devastanti. Quando la setta sarà minacciata dalle ambizioni del tenebroso Adam, il ragazzo di cui si è innamorata, Cassie dovrà scegliere: salvare New Salem o cedere e assecondarlo nella sua folle impresa. Una decisione che finirà inesorabilmente per sconvolgere i delicati equilibri del Bene e del Male, liberando nelle sfere più oscure di un universo ignoto una furia mai immaginata.

La prigioniera

Il capitano Cole McRae ha perduto tutto: la sua nave, l’equipaggio e, soprattutto, la fiducia in se stesso. E adesso che uno dei responsabili dei guai che ha dovuto subire è stato catturato, Cole è ben deciso a vederlo pendere dalla forca, anche se si tratta di una donna. Ma Devon è una creatura troppo bella per morire e troppo fiera per piegarsi alle minacce. Solo l’amore può tenerla prigioniera, per sempre…

La prevalenza del cretino

Il libro è una raccolta degli articoli scritti dalla “coppia” di scrittori per il quotidiano La Stampa di Torino (nella rubrica bimensile L’Agenda di F.&L.) nei tredici anni precedenti l’uscita del libro, cui si aggiungono alcuni scritti per i settimanali L’espresso ed Epoca.

La porta senza chiave

Ancora un’antologia della collana Il Meglio di Weird Tales, curata da Gianni Pilo. I Racconti presentati sono: LA VENDETTA DEI MORTI di A. Hyatt Verrill, LA PORTA SENZA CHIAVE di Seabury Quinn, IL CANTORE DELLE NEBBIE di Robert E. Howard, MUSICA MORTALE di A. W. Calder, LA MORTE DEL MAGO di Richard F. Seabright, IL DOTTOR BROCK di A. W. Derleth e M. Schorer, UN SOGNO DI BUBASTIS di Harvey W. Flink e IL REGALO DI JESSE BRENNAN di Stephen Grendon.

La porta di mezzanotte

**G****ranito, Gran per gli amici, ha dodici anni e si è appena trasferito nello sperduto paesino di Carosello con la sua famiglia. A scuola l’unica ad accorgersi di lui è la misteriosa Catalina Catalan, che nasconde un segreto legato alle voragini che da qualche tempo si aprono nel terreno della città inghiottendo case, strade e alberi.**
**Ben presto Gran scopre un mondo di tunnel percorsi dai Vuoti, forze distruttive attirate ovunque dalla tristezza degli esseri umani. Catalina e altri ragazzini come lei sono i Sollevatori che ogni giorno lottano per tenere in piedi la Terra con bastoni e mazze da hockey, e ora Gran è pronto a diventare uno di loro…**
**
### Recensione
“This book is a ripper, full of all the good stuff: adventure, mystery, and lots of great jokes.” 
—Mac Barnett, Caldecott Honor–winning author of *Extra Yarn*
“Full of surprises, magic, and heart.” –Rebecca Stead, Newbery Award-winning author of *When You Reach Me
*”A heart-gladdening work of allegorical genius . . . brilliantly rendering the bewildering stupidity of the adult world as seen by children.” —*The Guardian
*”Eggers performs a marvelous sleight of hand, producing a first-rate middle grade adventure that doubles as a political parable for our times.” —*The Buffalo News
*“[A] cozy contemporary novel about lifting spirits and rebuilding community through teamwork and imagination.” —*Publishers Weekly*
“A warm and rewarding read . . .Eggers skillfully handles the trope of the kids who save the town, with plenty of humorous adult cluelessness but an equal measure of compassion.” —*The Bulletin of the Center for Children’s Books*
“Original . . . and always intriguing. . . . Eggers’s story moves along briskly thanks to mounting suspense and bite-size chapters.” —*Booklist
*”A whimsical, fantastical story with elements of realism. . . . This atmospheric story’s detailed plot moves quickly, and all the characters experience growth.” *—School Library Journal *
### Sinossi
**G****ranito, Gran per gli amici, ha dodici anni e si è appena trasferito nello sperduto paesino di Carosello con la sua famiglia. A scuola l’unica ad accorgersi di lui è la misteriosa Catalina Catalan, che nasconde un segreto legato alle voragini che da qualche tempo si aprono nel terreno della città inghiottendo case, strade e alberi.**
**Ben presto Gran scopre un mondo di tunnel percorsi dai Vuoti, forze distruttive attirate ovunque dalla tristezza degli esseri umani. Catalina e altri ragazzini come lei sono i Sollevatori che ogni giorno lottano per tenere in piedi la Terra con bastoni e mazze da hockey, e ora Gran è pronto a diventare uno di loro…**

La porta di Ivrel

L’antica razza dei Qhal dominava lo spazio e il tempo per mezzo delle sue Porte: dispositivi capaci di trasportare istantaneamente gli individui attraverso il tempo e lo spazio. Soltanto i Qhal conoscevano appieno le possibilità delle Porte, e se ne servivano per dominare le altre razze più giovani che abitavano la Galassia. Ma un giorno la struttura del tempo si lacerò, quando i Qhal vollero alterare il passato, e su tutti i pianeti ch’essi avevano collegato con le Porte si verificarono anomalie capaci di distruggere la civiltà. I Qhal svanirono, ma le loro Porte rimasero; ora occorre disattivarle ad una ad una, per evitare la definitiva distruzione della civiltà. La porta di Ivrel è la storia di una di queste Porte costruite dai Qhal, ed è la storia di uno dei pianeti che conobbero il loro dominio. La Saga della Regina Morgaine è composta da quattro episodi, di cui i primi tre sono stati pubblicati in Italia: La Porta Di Ivrel, Il Pozzo Di Shiuan e I Fuochi Di Azeroth.

La porta del traditore

Nella medievale Torre di Londra un tempo venivano rinchiusi i traditori; oggi la Torre, divenuta un richiamo turistico, ospita vari musei, tra cui quello dei Gioielli della Corona. Ma qualcuno progetta di rubarli, sfidando gli ufficiali della Guardia che li devono proteggere. In questo romanzo, che è senz’altro uno dei più affascinanti di Wallace, amore e avidità si mescolano in un complicato intreccio che sembra fatto apposta per sviare anche il lettore più attento. C’è una bella ragazza innamorata di un ufficiale della Guardia, un colonnello con una moglie che ritiene d’essere la vera comandante della Torre, un ricco principe orientale…

La porta dalle sette chiavi

L’eccentrico Lord Selford decide di far costruire una cripta, la cui porta sarà dotata di ben sette diverse serrature, in cui poter rinchiudere tutti i suoi averi prima di morire. Il figlio dovrà infatti ereditare l’ingente patrimonio solo al compimento della maggiore età. Ma la morte improvvisa dell’anziano Lord scompagina tutti i piani e la cripta diviene il centro di una diabolica truffa orchestrata con incredibile astuzia. Sarà il poliziotto Dick Martin a smascherarne gli artefici, dopo un accavallarsi concitato di eventi rocamboleschi.

La Polvere Del Messico

È il romanzo di un viaggio attraverso un paese narrato dalla gente, da innumerevoli personaggi: bevitori incontrati in vivacissime bettole, autisti di squinternate corriere lanciate per migliaia di chilometri tra selve e deserti, meccanici-filosofi e gommisti-antropologi, vecchi indios dalla saggezza velata di ironia, giovani teppisti delle bande metropolitane o allevatori di galli da combattimento che si rivelano custodi di antiche tradizioni. Un caleidoscopio di comparse sullo sfondo di un Messico sornione, sempre pronto a infiammarsi senza preavviso, capace di stupire il viandante a ogni angolo di strada. Pino Cacucci osserva, ascolta, registra, reinventa, guidato dalla certezza che le storie tramandate sono più vere della storia ufficiale. ”’Beh,’ come diceva Harold Pinter, ‘macché New York o Parigi: quando voglio respirare cultura vera e rinnovare le energie intellettive, vado a Città del Messico’.”

(source: Bol.com)

La poesia

Nicole Chabod è passata dalla prosa per arrivare alla poesia che è e rimarrà la sua grande passione letteraria. In questo volumetto troverete i sentimenti che non si nascondono, che entrano negli anfratti dell'animo umano. Le rose hanno spine ma sono pur sempre fiori speciali.

La pistola scomparsa

Un’anziana coppia alla ricerca dell’assassino del nipote, avvelenato mentre svolgeva un’indagine per l’FBI. Due immigrati clandestini in fuga e un poliziotto pugnalato alle spalle. Un disegnatore di fumetti che teme che qualcuno abbia rubato la sua pistola per commettere un omicidio. Tre casi intricatissimi che metteranno a dura prova le capacità di Nero Wolfe. Ma di fronte a un autentico genio nessun assassino può sperare di farla franca.

La pista di ghiaccio

Un noir. Un amore di perdizione, *à bout de souffle*, per una donna imprendibile e conturbante, una truffa e un crimine assurdi o futili; due balordi; l’inchiesta; e sotto tutto e tutti il gorgo risucchiante dell’incerto destino. Solo che su questi elementi strutturali del noir, tracciati con una intenzionale calligrafia a rendere più stridente e ironica la futilità dei moventi e l’inezia delle personalità in campo, interviene il tocco di Bolaño, con la sua vocazione a raccontare la vita di traverso usando la maschera dell’invenzione e del gioco intellettuali. Gli elementi del noir vengono smontati e rimontati seguendo un metodo che si potrebbe dire cubista, per il tentativo di presentare la vicenda in una sequenza di quadri ognuno mostrato con una specie di simultaneità di visione. La vicenda, partita dall’improbabile costruzione illegale di una pista di ghiaccio, è narrata da tre personaggi: un burocrate potente del sottomondo politico; un cileno, scrittore fallito che ha fatto fortuna e ama sensualmente la donna capricciosa che il burocrate ama spiritualmente; un messicano poeta, senza permesso di soggiorno, testimone casuale per seguire un amore da bassifondi. Ma lo schema non è quello classico delle diverse versioni della stessa vicenda. I tre mostrano, narrando i momenti della loro avventura, le varie e diverse sfaccettature dei fatti: una sola prospettiva le nasconderebbe, così come l’onniscienza del narratore in terza persona le priverebbe di ogni intensità esistenziale. Ne emergono in filigrana tutti i temi che fanno di Bolaño un ironico, malinconico poeta: l’amor tradito, le illusioni perdute. La fragilità del tutto. «Quello che è perso è perso», si conclude, nella voce di abissale e disarmante banalità di un narratore, la storia che sembrava piena di rumore e di furore.

La pista dei mutanti

Il romanzo si svolge nell’anno 100.000. La civiltà è caduta a causa della diffusione dell’ingegneria genetica e si è stabilizzata a un livello feudale. Alla cima della piramide sociale ci sono i Puri: esseri umani geneticamente intatti, che fanaticamente considerano come inferiori, come animali, il resto della popolazione, composta di mutanti straordinari e meravigliosi. In questa società nascono occasionalmente dei telepatici, che quasi sempre vengono scoperti e uccisi. Jask, uno di questi telepatici – e precedentemente un Puro – viene scoperto, e allo scopo di fuggire è costretto a unirsi a un altro telepatico: un uomo-orso chiamato Tadesco. Ma mentre Jask pensa solo alla fuga, Tadesco cerca di individuare la Presenza Nera: una macchina, o un essere alieno, capace di riportare alle stelle l’umanità che se ne è separata quando vi ha incontrato intelligenze troppo smisuratamente superiori alla sua.

La pioggia di Wither

Un tempo erano estranei uniti soltanto dalle loro paure, evocate da un’entità diabolica che si chiamava Eizabeth Wither. La videro tornare a vivere la notte di Halloween nella storica città universitaria di Windale, Massachussets. Videro i loro sogni oscuri divenire realtà attraverso il terrore da lei scatenato. La videro morire schiacciata sotto tonnellate di pietra. Ma se Wither non c’è più e i loro incubi sono terminati, perché si svegliano ancora urlando? Wendy Ward, una studentessa universitaria col dono della magia bianca, sente che si sta preparando per Windale un cambiamento di tempo dalle conseguenze drammatiche. C’è nell’aria un nuovo gelo…

La pietra magica

Scozia, 1377 Di ritorno in Scozia dopo anni passati a combattere in terra straniera, Camden Lockhart scopre che la sua famiglia è stata uccisa dai Ruthven. Assetato di vendetta, assolda un sicario che elimini tutti i membri del clan rivale. Ignora, però, che tra loro c’è una donna, Rhiannon, finché la giovane non si presenta al suo castello con la piccola Violet, nipote di Camden e custode della Pietra dei Lockhart. Sulle loro tracce è l’ambizioso vescovo Berwick che, pur di impossessarsi dell’amuleto dai poteri taumaturgici, è disposto a qualsiasi nefandezza. Camden si ritrova così a dover proteggere proprio la figlia del suo peggior nemico, per la quale prova, suo malgrado, una crescente attrazione. Ma nell’animo del guerriero scozzese albergano ancora troppi sospetti perché ci sia posto per l’amore, a meno che la Pietra Magica non si riveli così potente da guarire anche le ferite del cuore.

La pietra di sangue

Marte, il pianeta dei mille misteri. Ma tra tutti, c’è un mistero ancora più tenebroso e orribile, un mistero che difficilmente può essere penetrato. Un mistero che ha un nome dolcissimo di donna: «Sabella», ma anche un mistero che parla della «Pietra di sangue».