56753–56768 di 65579 risultati

Oltre l’orizzonte azzurro

Oltre l’orizzonte azzurro è il seguito di La porta dell’infinito, uno dei romanzi di maggior successo degli ultimi venti anni, già considerato da molti un classico del genere fantascientifico.
In La porta dell’infinito Frederik Pohl aveva inventato una storia piena di fascino e di “suspence”: la civiltà umana, giunta su Venere, ha scoperto i resti di un’altra razza, molto più avanzata tecnologicamente e misteriosamente scomparsa circa mezzo milione di anni fa.
Gli Heechee (così vengono definiti questi alieni) hanno tuttavia lasciato una serie di indecifrabili reliquie scientifiche e un asteroide cavo pieno di astronavi pronte a partire verso destinazioni sconosciute. Robinette Broadhead ha fatto la sua fortuna appunto in una di queste missioni su mondi colonizzati dagli Heechee contenenti manufatti di valore.
Il prezzo che ha dovuto pagare per la ricchezza è stato tuttavia molto alto: la perdita della donna amata, Klara.
Ora, in Oltre l’orizzonte azzurro, Pohl ci narra le nuove avventure della razza umana alla ricerca degli Heechee. Robinette Broadhead, ricco e potente, ha finanziato una spedizione verso la Fabbrica del Cibo, un’enorme astronave Heechee scoperta oltre l’orbita di Plutone, capace di risucchiare le chiome delle comete e di trasformare gli elementi basilari in cibo commestibile: è un tentativo economicamente rischioso che potrebbe però mettere fine al problema della fame nel mondo e fare al contempo di lui l’uomo più ricco della Terra. Ma in realtà è qualcosa di ben diverso che spinge Robinette in questa impresa: la visione del perduto amore, Klara, ferma per l’eternità all’orizzonte azzurro di un buco nero, là dove lui l’ha abbandonata. Ogni nuova scoperta sugli Heechee potrebbe aumentare le probabilità che lui, chissà come, chissà quando, riesca a raggiungere e salvare l’amata Gelle-Klara. E dopo tre anni e mezzo, ecco infine arrivare dalla spedizione diretta verso Plutone, notizie incredibili: la Fabbrica del Cibo funziona ancora… e a bordo c’è anche un essere umano… e, a quanto pare, quest’umano ha visto gli Heechee e sa dove si trovano e come raggiungerli!

Oltre l’illusione

Illusa! Sì, solo a un’illusa poteva venire in mente di verificare se ha cancellato dal cuore Jim Neilson, il suo unico e grande amore, e quindi di tentare di rivederlo! Beth Delaney ha deciso di rischiare “il tutto per tutto”, ignara delle pericolose conseguenze: al primo sguardo, infatti, “Jamie” non l’ha riconosciuta ma le ha dimostrato un particolare interessamento, invitandola fuori per una cena e per un dopocena “speciali”. Per Beth è la conferma che il loro legame non è mai finito, tuttavia spiegarlo a lui è ogni minuto più complicato. Succede che…

Oltre l’abisso

Oltre L’Abisso by Edgar Morin
Stiamo andando verso una catastrofe simile a quella che ha provocato la scomparsa della vita alla fine dell’era primaria? Alcune specie rare sono sopravvissute e nuove specie sono apparse. L’umanità riuscirà ad evitare il disastro o anch’essa ne rimarrà vittima? Ci troviamo già di fronte al caos. Il caos può essere distruttivo, può essere generativo, ma potrebbe anche essere l’ultima occasione dentro l’ultimo rischio. La crisi che cresce e si amplifica ci condurrà al disastro o al superamento? Queste le tematiche trattate dal filosofo francese in questo suo breve saggio, in cui si che cerca di capire quale sarà il futuro della nostra società e quale la sua salvezza da questa crisi planetaria.

Oltre il limite

Per saperne di *kink*, era suo dovere impararne il linguaggio e sperimentarlo sulla propria pelle. Eppure non si aspettava di arrivare a rischiare la vita tanto da dover essere salvata. E proprio da Noah, l’unico uomo di cui si sia mai innamorata nella sua vita.
La donna che l’ex SEAL si trova davanti dev’essere impazzita. È nuda e chiusa in una gabbia. Non può trattarsi davvero della dolce Clara, la figlia di una senatrice, che anni prima con uno sguardo era in grado di bloccargli il respiro… Noah non sapeva che si trattasse di lei quando si è precipitato in quella stanza piena di fiamme, ma ora è convinto di una cosa: non la lascerà più andare.
Sebbene l’originale modo che lei ha proposto per ringraziarlo potrebbe portarli al punto di non ritorno, lui non si tirerà più indietro e arriverà a oltrepassare ogni limite.
**
### Sinossi
Per saperne di *kink*, era suo dovere impararne il linguaggio e sperimentarlo sulla propria pelle. Eppure non si aspettava di arrivare a rischiare la vita tanto da dover essere salvata. E proprio da Noah, l’unico uomo di cui si sia mai innamorata nella sua vita.
La donna che l’ex SEAL si trova davanti dev’essere impazzita. È nuda e chiusa in una gabbia. Non può trattarsi davvero della dolce Clara, la figlia di una senatrice, che anni prima con uno sguardo era in grado di bloccargli il respiro… Noah non sapeva che si trattasse di lei quando si è precipitato in quella stanza piena di fiamme, ma ora è convinto di una cosa: non la lascerà più andare.
Sebbene l’originale modo che lei ha proposto per ringraziarlo potrebbe portarli al punto di non ritorno, lui non si tirerà più indietro e arriverà a oltrepassare ogni limite.

Oltre il buio della notte

Diaspar è l’ultima città rimasta sulla terra. Circondata da altissime mura la città-fantasma ospita gli ultimi rappresentanti del genere umano che con- ducono un’esistenza drammaticamente monotona, dominati dai robot e tormentati dal ricordo del loro remoto passato. Uno solo di essi Alvin, avverte l’ormai sconosciuta ansia di conoscere, aspira a uscire dal buio che lo opprime. Riu- scirà nel suo intento, la sua iniziativa che comporterà il sacrificio della sua vita, avvierà il riscatto e la rinascita per il genere umano.

Oltre il buio

Ex pilota dell’Air Force, Rurik Wilder è un archeologo alla ricerca del secondo pezzo dell’icona sacra che può salvare la sua famiglia dalla dannazione eterna dei Varinski. Si convince di essere sulla pista giusta dirigendo gli scavi sulle isole Orkney, ma lì trova la reporter Tasya Hunnicutt. Sua recente passione, Tasya sembra infatti nascondere un segreto legato al desiderio di vendicare la propria famiglia, sterminata dal malvagio Varinski. Quello che lei non immagina, a dispetto del rinnovarsi dell’attrazione fra loro, è che Rurik discende dai Varinski, stirpe dai poteri che nessun umano ha mai avuto. Potrà Tasya mettere la propria vita, e il proprio cuore, nelle mani di un uomo con un’eredità tanto pericolosa?

Olivia

Inaspettati. Così sono tutti i doni degni di questo nome. E del tutto inaspettato è l’inizio di questa storia, con gli sguardi di due bambini che si sfiorano da lontano. Qualche anno dopo, a pochi giorni dal Natale, Olivia – la poco più che trentenne protagonista di questo romanzo – viene licenziata. O meglio: non viene licenziata perché non è mai stata assunta; semplicemente perde il posto di lavoro precario e si ritrova più precaria e fragile di prima. Così, con la sola compagnia dello scatolone che ha dovuto portare via dall’ufficio, di una buona dose di malinconia e degli stratagemmi che la nonna le ha insegnato per affrontare le difficoltà, Olivia si avvia per le strade della sua città. Trovato riparo in un bar tabacchi, scorre il suo curriculum pensando a tutto ciò che quelle pagine tralasciano: gli incontri che l’hanno segnata, gli amori veri e quelli che credeva lo fossero, le persone che non ha fatto in tempo ad abbracciare. E le passioni, i sogni, i fallimenti, la forza dei desideri. In quel bar tabacchi, che con il passare delle ore si popola di personaggi buffi, matti, generosi e pedanti, su Olivia veglia la nonna mai scomparsa davvero dalla sua vita, capace di leggere i segnali segreti della felicità nelle scie di un aereo o nel verso di una poesia. La stessa nonna che le ha fatto un dono speciale: una Polaroid con la quale strappare al tempo gli istanti più belli, complici dell’inarrestabile e salvifica fantasia di Olivia. Tra le mura ospitali di quel provvisorio rifugio, lungo una giornata iniziata nel peggiore dei modi, Olivia riflette che le cose migliori succedono sempre quando ci si rinuncia… Nelle stesse ore, come in un film a montaggio alternato, irrompono tra le righe i passi di Diego. Anche per lui è un giorno speciale, forse l’alba di un nuovo inizio, che saprà offrire una tregua all’innominabile ferita che ha segnato la sua infanzia. Olivia e Diego non sanno di essersi sfiorati per tutta la vita, ma fra loro vibrano le onde invisibili della serendipità, quella sensazione di euforia che si prova quando si scopre una cosa mentre se ne sta cercando un’altra. E se è vero che il destino segue regole invisibili, in quelle ore forse il loro, di destino, si sta organizzando in una bizzarra successione di eventi. Paola Calvetti dà vita a un romanzo popolato di personaggi intensi e vitali, che racconta con delicatezza le fragilità più estreme – quelle dell’anima, dell’età, del lavoro e della sua mancanza – e intona le note coraggiose di chi, anche quando piovono guai, sa scrutare nel cielo cercando lo squarcio di sereno sempre pronto ad aprirsi.

Okay, bellezza…

Cinque contro il Casinò, una rapina perfetta: bottino previsto 3 milioni di dollari. Tutto è stato previsto, meno l’imprevisto. Ed ecco che niente funziona più, il colpo semplice, veloce e pulito svanisce, e tutto si trasforma in un bagno di sangue. Uno dei rapinatori viene ucciso, un’altro ferito mortalmente, e mentre la polizia chiude la città in una trappola da cui sembra impossibile uscire, una bella e avida moglie insoddisfatta trova il sistema per raddrizzare la propria vita e cambiare completamente il suo futuro. Anche lei vuole il bottino della rapina, a qualunque costo.

Ogni volta noi

Seduta sull’autobus per tornare a casa, Laurie ammira le luci di Londra. All’improvviso i suoi occhi incrociano quelli di un ragazzo fermo sul marciapiede. Si incrociano e si rincrociano ancora in quel attimo che sembra infinito. Come avessero atteso quell’incontro per tutta la vita. Ma l’autobus riparte e Laurie non ha il tempo di scendere e scoprire chi sia quel ragazzo misterioso che per lei significa già tutto. Da allora, per un anno, non fa altro che cercarlo in ogni negozio dove entra, in ogni angolo di strada, in ogni pub dove va con gli amici. Rivedersi in una città così grande sembra impossibile. Proprio quando Laurie si è ormai rassegnata all’idea di non rincontrarlo più, lo vede a una festa. Ma non nel modo in cui avrebbe sperato. La sua migliore amica è lì per presentarle il suo nuovo fidanzato. Laurie non può credere a quello che ha davanti: è lui, è il ragazzo del bus, quello che ha disperatamente cercato per mesi. Un destino beffardo li fa rincontrare proprio quando non possono stare insieme. Proprio quando devono nascondere a loro stessi e al mondo intero la magia di quel primo incontro. Perché non sempre le leggi dell’amore sono comprensibili. Perché l’amore può premiare gli audaci, come chi invece ha la pazienza di aspettare. Di credere. Di essere tenace.
**

Ogni tuo desiderio (The Bridge Series Vol. 1)

***The Bridge Series*
Dall’autrice della *Hacker Series*
Numero 1 del New York Times**
Maya Jacobs ha detto di no. Quando Cameron le ha chiesto di sposarlo, lei ha scelto di rinunciare all’amore per prendersi cura della sua famiglia. Per anni ha rimpianto quella decisione, ma ora la sua vita è tutta incentrata sulla carriera. Non soffrirà mai più per un uomo. Cameron Bridge ha trascorso gli ultimi cinque anni nell’esercito, lottando contro il dolore che il ricordo di Maya gli provocava. Ma dopo aver combattuto la sua guerra personale nel deserto, è pronto a cominciare una nuova vita a New York. Quando il destino li farà incontrare nel cuore della città che custodisce le loro speranze e i fantasmi del passato, Cameron saprà riconoscere la ragazza che ha amato nella donna che Maya è diventata? 
**Un’autrice da 2 milioni di copie vendute
Tradotta in 22 lingue**
«Il romanzo erotico ha una nuova regina. Si chiama Meredith Wild.»
**La Repubblica**
**Meredith Wild**
è un’autrice bestseller del «New York Times» e di «USA Today», tradotta in molti Paesi. Vive a Boston con il marito e i loro tre figli. Ha esordito nel self-publishing prima di firmare un importante contratto. Nel 2015 ha fondato la Waterhouse Press. Torna a pubblicare con la Newton Compton, dopo il successo mondiale della *Hacker Series* (*Senza difese*,* Senza colpa*, *Senza pentimento*, *Senza controllo *e* Senza rimpianto*), portando in Italia la *Bridge Series*.
**
### Sinossi
***The Bridge Series*
Dall’autrice della *Hacker Series*
Numero 1 del New York Times**
Maya Jacobs ha detto di no. Quando Cameron le ha chiesto di sposarlo, lei ha scelto di rinunciare all’amore per prendersi cura della sua famiglia. Per anni ha rimpianto quella decisione, ma ora la sua vita è tutta incentrata sulla carriera. Non soffrirà mai più per un uomo. Cameron Bridge ha trascorso gli ultimi cinque anni nell’esercito, lottando contro il dolore che il ricordo di Maya gli provocava. Ma dopo aver combattuto la sua guerra personale nel deserto, è pronto a cominciare una nuova vita a New York. Quando il destino li farà incontrare nel cuore della città che custodisce le loro speranze e i fantasmi del passato, Cameron saprà riconoscere la ragazza che ha amato nella donna che Maya è diventata? 
**Un’autrice da 2 milioni di copie vendute
Tradotta in 22 lingue**
«Il romanzo erotico ha una nuova regina. Si chiama Meredith Wild.»
**La Repubblica**
**Meredith Wild**
è un’autrice bestseller del «New York Times» e di «USA Today», tradotta in molti Paesi. Vive a Boston con il marito e i loro tre figli. Ha esordito nel self-publishing prima di firmare un importante contratto. Nel 2015 ha fondato la Waterhouse Press. Torna a pubblicare con la Newton Compton, dopo il successo mondiale della *Hacker Series* (*Senza difese*,* Senza colpa*, *Senza pentimento*, *Senza controllo *e* Senza rimpianto*), portando in Italia la *Bridge Series*.

Ogni storia è una storia d’amore

Ogni storia è una storia d’amore by Alessandro D’Avenia
L’amore salva? Quante volte ce lo siamo chiesti, avvertendo al tempo stesso l’urgenza della domanda e la difficoltà di dare una risposta definitiva? Ed è proprio l’interrogativo fondante che Alessandro D’Avenia si pone in apertura di queste pagine, invitandoci a incamminarci con lui alla ricerca di risposte. In questo libro straordinario incontriamo anzitutto una serie di donne, accomunate dal fatto di essere state compagne di vita di grandi artisti: muse, specchi della loro inquietudine e spesso scrittrici, pittrici e scultrici loro stesse, argini all’istinto di autodistruzione, devote assistenti, o invece avversarie, anime inquiete incapaci di trovare pace. Ascoltiamo la frustrazione di Fanny, che Keats magnificava in versi ma con la quale non seppe condividere nemmeno un giorno di quotidianità, ci commuove la caparbietà di Tess Gallagher, poetessa che di Raymond Carver amava tutto e riuscì a portare un po’ di luce nei giorni della sua malattia, ci sconvolge la disperazione di Jeanne Modigliani, ammiriamo i segreti e amorevoli interventi di Alma Hitchcock, condividiamo l’energia quieta e solida di Edith Tolkien. Alessandro D’Avenia cerca di dipanare il gomitolo di tante diversissime storie d’amore, e di intrecciare il filo narrativo che le unisce, in un ordito ricco e cangiante. Per farlo, come un filomito, un “filosofo del mito”, si rivolge all’archetipo di ogni storia d’amore: Euridice e Orfeo. Un mito che svolge la sua funzione di filo (e in greco antico per indicare “filo” e “racconto” si usavano due parole molto simili, mitos e mythos) perché contempla tutte le tappe di una storia d’amore, tra i due poli opposti del disamore (l’egoismo del poeta che alla donna preferisce il proprio canto) e dell’amore stesso (il sacrificio di sé in nome dell’altro). Ogni storia è una storia d’amore è così un libro che muove dalla meraviglia e sa restituire meraviglia al lettore. Perché ancora una volta D’Avenia ci incanta e ci sorprende, riuscendo nell’impresa di coniugare il godimento puro del racconto e il piacere della scoperta. E con slancio ricerca nella letteratura – le storie che alcuni uomini, nel tempo, hanno raccontato su se stessi e l’umanità a cui appartengono – risposte suggestive e potenti, ma anche concrete e vitali. Per poi offrirle in dono ai lettori, schiudendo uno spiraglio da cui lasciar filtrare bagliori di meraviglia nel nostro vivere quotidiano, per rinnovarlo completamente nella certezza che “noi siamo e diventiamo le storie che sappiamo ricordare e raccontare a noi stessi”.

Ogni ricordo un fiore

In viaggio da Palermo a Roma, di ritorno dal funerale del padre di un amico d’infanzia, per isolarsi dal battibeccare costante dei suoi compagni di vagone, Paride Bruno decide di lanciarsi in un’impresa epica: rileggere i suoi duecentoquaranta (e oltre) tentativi di romanzo, tutti interrotti al primo punto fermo, e decidere infine cosa farne. Paride Bruno, infatti, ha cercato di cimentarsi in ogni genere e stile possibili, senza mai riuscire a sceglierne uno, portare a termine un’opera e potersi così dire scrittore. “Sono un tipico esempio di come agisca in maniera diffusa lo spirito incerto e schizoide dei tempi, per cui, mentre sto appena vivendo un’esperienza, mi sento accerchiato da tutte le cose che in quello stesso istante sto perdendo. E migro. Trasmigro.”
Ma proprio questi tanti cominciamenti narrativi disegnano, tassello dopo tassello, la figura del protagonista: in ognuno degli incipit è contenuta una scheggia della sua vita, delle sue ossessioni, delle sue paure e dei suoi desideri. Come egli stesso ammette, “tra smozzichi un po’ veri, un po’ inventati, ci sono i miei soggiorni in ospedale, o quel periodo in cui sfiorai la fine e fui salvato dalla grande madre, c’è il pessimismo in scala planetaria, e ancora i miei garbugli nell’amore, gli incontri non previsti e disattesi, l’umile furto di drammi privati, la mia facilità di annullamento quando il mistero la mente sconvolge”.
La vita stessa, in fondo, pensa Paride Bruno, finisce sempre per essere incompiuta, “uno svolazzo di pagine sparse”. Più simile ai fiori deposti sulla tomba dell’uomo a cui ha appena dato l’addio: ogni fiore a rappresentare un ricordo, ogni ricordo a tesserne la storia, “come se fosse un mantello di Arlecchino”.
Luigi Lo Cascio, popolare e pluripremiato attore e regista siciliano, in questa sua opera prima dà prova di essere un autore raffinato, dalla cui scrittura si affacciano modelli illustri, autori classici del nostro Novecento, da Manganelli a Gadda, da Bufalino a Consolo.
**
### Sinossi
In viaggio da Palermo a Roma, di ritorno dal funerale del padre di un amico d’infanzia, per isolarsi dal battibeccare costante dei suoi compagni di vagone, Paride Bruno decide di lanciarsi in un’impresa epica: rileggere i suoi duecentoquaranta (e oltre) tentativi di romanzo, tutti interrotti al primo punto fermo, e decidere infine cosa farne. Paride Bruno, infatti, ha cercato di cimentarsi in ogni genere e stile possibili, senza mai riuscire a sceglierne uno, portare a termine un’opera e potersi così dire scrittore. “Sono un tipico esempio di come agisca in maniera diffusa lo spirito incerto e schizoide dei tempi, per cui, mentre sto appena vivendo un’esperienza, mi sento accerchiato da tutte le cose che in quello stesso istante sto perdendo. E migro. Trasmigro.”
Ma proprio questi tanti cominciamenti narrativi disegnano, tassello dopo tassello, la figura del protagonista: in ognuno degli incipit è contenuta una scheggia della sua vita, delle sue ossessioni, delle sue paure e dei suoi desideri. Come egli stesso ammette, “tra smozzichi un po’ veri, un po’ inventati, ci sono i miei soggiorni in ospedale, o quel periodo in cui sfiorai la fine e fui salvato dalla grande madre, c’è il pessimismo in scala planetaria, e ancora i miei garbugli nell’amore, gli incontri non previsti e disattesi, l’umile furto di drammi privati, la mia facilità di annullamento quando il mistero la mente sconvolge”.
La vita stessa, in fondo, pensa Paride Bruno, finisce sempre per essere incompiuta, “uno svolazzo di pagine sparse”. Più simile ai fiori deposti sulla tomba dell’uomo a cui ha appena dato l’addio: ogni fiore a rappresentare un ricordo, ogni ricordo a tesserne la storia, “come se fosse un mantello di Arlecchino”.
Luigi Lo Cascio, popolare e pluripremiato attore e regista siciliano, in questa sua opera prima dà prova di essere un autore raffinato, dalla cui scrittura si affacciano modelli illustri, autori classici del nostro Novecento, da Manganelli a Gadda, da Bufalino a Consolo.

Ogni respiro

*Ogni respiro è la storia di un incontro voluto dal caso.
È la storia di un amore che toglie il respiro.*
Tru Walls non è mai stato in North Carolina. Lui è nato e cresciuto in Africa, dove fa la guida nei safari. Si ritrova a Sunset Beach dopo aver ricevuto una lettera da un uomo che sostiene di essere suo padre, e spera finalmente di sciogliere il mistero che ha sempre circondato la sua vita. E quella della madre, perduta insieme ai suoi ricordi nell’incendio che l’ha portata via tanti anni fa.
Hope Anderson è a un punto cruciale della vita: ha sempre immaginato un futuro diverso, ma è fidanzata da sei anni con un eterno bambino e non si aspetta più una proposta di matrimonio. Dopo l’ennesima pausa di riflessione, Hope decide di visitare per l’ultima volta il cottage di famiglia a Sunset Beach, dove ha passato le meravigliose estati della sua infanzia.
Quando Hope e Tru s’incontrano, tra loro nasce un’intesa immediata, qualcosa di forte e disarmante, come se si fossero riconosciuti oltre il tempo e lo spazio. Come se si fossero sempre amati in attesa di trovarsi. Ma la realtà presenta presto il conto e ognuno deve fare una scelta: tra amore e dovere, tra passato e presente, tra rimpianti e felicità.
**Nicholas Sparks** ritorna con una storia d’amore travolgente, una storia destinata a durare oltre il tempo, a spaziare oltre i continenti e a sfidare i capricci del destino. Ogni respiro è un romanzo profondo sulle diverse facce dell’amore, sui rimpianti che spezzano il cuore e sulle speranze che non muoiono mai, sugli effetti del tempo e sulla durata di un sogno. Che può diventare infinito.
**
### Sinossi
*Ogni respiro è la storia di un incontro voluto dal caso.
È la storia di un amore che toglie il respiro.*
Tru Walls non è mai stato in North Carolina. Lui è nato e cresciuto in Africa, dove fa la guida nei safari. Si ritrova a Sunset Beach dopo aver ricevuto una lettera da un uomo che sostiene di essere suo padre, e spera finalmente di sciogliere il mistero che ha sempre circondato la sua vita. E quella della madre, perduta insieme ai suoi ricordi nell’incendio che l’ha portata via tanti anni fa.
Hope Anderson è a un punto cruciale della vita: ha sempre immaginato un futuro diverso, ma è fidanzata da sei anni con un eterno bambino e non si aspetta più una proposta di matrimonio. Dopo l’ennesima pausa di riflessione, Hope decide di visitare per l’ultima volta il cottage di famiglia a Sunset Beach, dove ha passato le meravigliose estati della sua infanzia.
Quando Hope e Tru s’incontrano, tra loro nasce un’intesa immediata, qualcosa di forte e disarmante, come se si fossero riconosciuti oltre il tempo e lo spazio. Come se si fossero sempre amati in attesa di trovarsi. Ma la realtà presenta presto il conto e ognuno deve fare una scelta: tra amore e dovere, tra passato e presente, tra rimpianti e felicità.
**Nicholas Sparks** ritorna con una storia d’amore travolgente, una storia destinata a durare oltre il tempo, a spaziare oltre i continenti e a sfidare i capricci del destino. Ogni respiro è un romanzo profondo sulle diverse facce dell’amore, sui rimpianti che spezzano il cuore e sulle speranze che non muoiono mai, sugli effetti del tempo e sulla durata di un sogno. Che può diventare infinito.

Ogni giorno, ogni ora

“La forza di un’attrazione che non conosce età, un legame forte e assoluto”Primi anni sessanta a Makarska, piccola cittadina di mare in Croazia. Luka, cinque anni, vede arrivare la nuova compagna di scuola. I capelli neri, lunghi e ondulati. Una borsa a righe bianche e blu. Il sorriso aperto. Non riesce a staccarle gli occhi di dosso. Intanto Dora varca speranzosa la soglia della classe e si guarda attorno. Un bimbo grande la osserva: è il suo principe, ne è sicura. Da quel momento Dora e Luka diventano inseparabili. Non esistono altri bambini, amici, passatempi. Solo una distesa infinita di giorni trascorsi insieme sul loro scoglio a osservare le nuvole, a parlare e sognare. Finché, un settembre, la famiglia di Dora si trasferisce in Francia e l’idillio si spezza. Sedici anni dopo, il destino regala a Dora e Luka un’altra chance: inaspettatamente si incontrano a Parigi. Sono cresciuti, ma nulla è cambiato e il loro amore ora diventa adulto, carnale, assoluto. Eppure qualcosa spinge Luka a fuggire…Dalla Croazia alla Francia, dal porto di Makarska ai teatri di Parigi, con una scrittura ipnotica e potente Nataša Dragnic´ racconta la storia d’amore fuori dal tempo di due anime indissolubilmente legate. Una passione fatta di baci che sanno di acqua salata. Di respiri, luci, colori. Di addii e ricongiungimenti. Una storia unica eppure universale, semplice e travolgente come le parole con cui è narrata.

(source: Bol.com)