56705–56720 di 66541 risultati

Una torre per il profeta

Una donna strana, sorella Benedizione. Strana come l’ambiente in cui si viene a trovare Joe Quinn, investigatore privato senza lavoro nonché accanito ma sfortunato giocatore. Karma, il Maestro, Fratelli e Sorelle, secondo l’opinione comune sono dei pazzi fanatici, ma Joe Quinn dovrà imparare, suo malgrado, a conoscerli e a capirli. Dal suo casuale incontro con una delle tante sette che proliferano negli Stati Uniti, prende l’avvio una storia i cui personaggi sono un uomo scomparso, una bella vedova, una ragazzina con l’acne e una macchina per scrivere. Oltre, naturalmente, a Joe Quinn, che, dandosi da fare per esaudire la richiesta di sorella Benedizione, troverà il bandolo di una intricata matassa e in più un’ottima occasione per smettere definitivamente di giocare.

Una testa in gioco

«Vuole un buon consiglio, commissario?». Radek aveva abbassato la voce e si era chinato verso il suo interlocutore. «Guardi che so perfettamente quello che lei penserà… E del resto, poco me ne importa!… Ma le do lo stesso il mio parere o, se preferisce, il mio consiglio… Lasci perdere!… Si sta mettendo in un terribile pasticcio…». Maigret era immobile, con lo sguardo fisso. «E prenderà un granchio dopo l’altro, perché non ci capisce niente…». Il cecoslovacco si animava a poco a poco, ma in maniera contenuta, molto particolare. Maigret notò le sue mani, che erano lunghe, di una bianchezza straordinaria e picchiettate di lentiggini. Sembravano tendersi, partecipare a modo loro alla conversazione. «Guardi che non sto mettendo in dubbio la sua competenza professionale! Se non ci capisce niente, ma proprio niente, è perché fin dall’inizio lei si è mosso in base a elementi falsati. Di conseguenza tutto è falso, non le pare?… E tutto quello che scoprirà sarà falso dal principio alla fine…».(Le inchieste di Maigret 8 di 75)
(source: Bol.com)

Una storia semplice

“Una storia semplice” è una storia complicatissima, un giallo siciliano, con sfondo di mafia e droga. Eppure mai – ed è un vero tour de force – l’autore si trova costretto a nominare sia l’una sia l’altra parola. Tutto comincia con una telefonata alla polizia, con un messaggio troncato, con un apparente suicidio. E subito, come se assistessimo alla crescita accelerata di un fiore, la storia si espande, si dilata, si aggroviglia, senza lasciarci neppure l’opportunità di riflettere. Davanti alla proliferazione dei fatti, non solo noi lettori ma anche l’unico personaggio che nel romanzo ricerca la verità, un brigadiere, siamo chiamati a far agire nel tempo minimo i nostri riflessi – un tempo che può ridursi, come in una memorabile scena del romanzo, a una frazione di secondo. È forse questo l’estremo azzardo concesso a chi vuole «ancora una volta scandagliare scrupolosamente le possibilità che forse ancora restano alla giustizia».

Una storia diversa

Amy è innamorata di Maxwell St. Clair, noto scultore e suo cugino acquisito, fin da quando era una ragazzina, ma lui l’ha ricambiata offrendole solo affetto e amicizia, costringendola a fuggire a Londra per tentare di dimenticarlo. Quando Amy lo rincontra, cinque anni dopo, la passione sopita si riaccende, e questa volta anche Maxwell sembra contraccambiarla, ma il sogno di Amy si scontra con un nuovo, insormontabile ostacolo…

Una storia d’amore

Questo è il primo romanzo dell’autrice , scritto quando aveva appena vent’anni . All’epoca lavorava realmente presso un’emittente radiofonica, sua grande passione, ma la storia è puramente di fantasia. Diversi anni dopo inviò il manoscritto ad una nota casa editrice vincendo un concorso. Purtroppo per motivi personali non sarebbe stata in grado di ottemperare agli impegni che il contratto propostole prevedeva, per questo motivo non è mai stato pubblicato. Monica Matia Fusani è nata a La Spezia il 12/09/1976 ,dotata di estro , fantasia ed uno spiccato senso dell’umorismo . Dal momento che il suo desiderio di dedicarsi alla scrittura a tempo pieno per il momento rimane un sogno nel cassetto vorrei farle cosa gradita pubblicando qui il primo dei suoi due romanzi.

Una storia aperta

Un incontro fulminante è quello di Petra a diciannove anni con Caine, di dieci anni maggiore. Ma forze incontrollabili sembrano determinare il loro destino unendoli e al tempo stesso separandoli. Semplice attrazione fisica oppure vero amore? Ragioni di interesse è convinto lui, al punto di decidere di staccarsi per sempre dalla giovane donna appassionata e sensuale che, con sentimenti contrastanti, aveva sposato. Ma otto anni più tardi…

Una stella nella notte

È una fredda notte d’inverno e la macchina non ne vuol sapere di ripartire! Annie, preoccupata e stanca, cerca di mantenere la calma. Poi, all’improvviso, vede una stella brillare da lontano: in fondo alla strada c’è un’insegna luminosa e probabilmente qualcuno che la può aiutare. Così, quando finalmente bussa alla taverna di Ben, tutto potrebbe aspettarsi tranne che trovare un lavoro e un nuovo amore. Per Annie si preannuncia un fantastico Natale!

Una stella continua a brillare

Chi meglio di un romanziere può raccontare la propria vita, soprattutto se si tratta di una vita fuori del comune, quasi straordinaria? Sidney Sheldon, tra gli scrittori più celebri e letti del mondo, scomparso nel 2007, ripercorre in quest’ultimo libro la sua esistenza, paragonandola a un ascensore che ha toccato le vette del successo ma è anche sprofondato nel vuoto della depressione che lo ha afflitto fin da giovane. Dall’infanzia senza radici ai mille lavoretti in cui sognava di sfondare, dall’esordio fortuito a Hollywood come sceneggiatore ai successi di Broadway, dalle memorabili serie televisive come “Strega per amore” fino alla scoperta della vocazione di narratore, Sheldon parla di sé ma anche degli innumerevoli, famosi personaggi che hanno incrociato il suo cammino.
**

Una sposa perfetta

Serie Sterling 1
Londra, 1815. Una notte, trovandosi nel quartiere St Giles in cerca del fratello scapestrato, il marchese Sebastian Sterling salva Devon, una fanciulla che è stata aggredita e ferita da due malviventi. Sebastian la accoglie nella propria casa per la convalescenza e scopre l’amore… Devon è attratta da lui, ma è una semplice cameriera e Sebastian deve sposare una dama del suo stesso lignaggio. Cedendo alla passione, i due amanti dovranno scoprire se il vero amore è più forte delle convenzioni…

Una sposa conveniente

Dal balcone di casa sua, Juliette (centouno anni, un mese e quattro giorni) tiene sotto controllo i movimenti di ciascuno dei nove anziani residenti a Pouligeac, uno sperduto villaggio di montagna nelle Ande Cevenne: meglio della televisione. Di fianco alla quale, peraltro, Juliette ha sistemato la propria lapide, fatta scolpire con congruo anticipo, per evitare brutte figure quando arriva l’ora: l’attempata signora appartiene infatti alla scuola del “facciamoci trovare sempre in ordine”. Tra un insulto e un convenevole -gli abitanti residui si conoscono da ere e si scambiano squisitezze con assidua e affettuosa perfidia- trascorre la vita tranquilla e apparentemente immutabile di Robert, detto il Petoso, di Franz il Crucco, di Martine la Svampita, di Léonie la Talpa… soprannome misterioso, per una che a ottantasette anni ancora cerca disperatamente di perdere la verginità. Poi ci sono Ernest, Aurélie e sua madre la Vispetta, Ginette e Paulette, e infine c’è suo figlio Pierrot, il Piccinino. Un “ragazzo” di quarantasette anni, l’unico della sua generazione a essere rimasto in paese, per non lasciare sola la mamma. Pierrot è un generoso tuttofare, si occupa della spesa per gli anziani e di ogni sorta di riparazione e manutenzione nei loro vecchi casali: in altre parole, è una presenza vitale. Fin quando, all’improvviso, la madre viene meno, e lui decide di abbandonare il villaggio per cercare una moglie e farsi una vita in città. Come sopravvivere se Pierrot parte? Chi provvederà ai bisogni quotidiani? Il gruppetto di anziani non si rassegna all’amara prospettiva di perdere il Piccinino; occorre escogitare qualcosa, e a quanto pare, il solo modo per trattenerlo è trovargli una sposa conveniente. Con un guizzo di folle intraprendenza i novelli cospiratori allestiscono in casa di Juliette una postazione Internet e, attraverso questa magia che non comprendono ma sfruttano astutamente, riescono ad attirare in paese Tatiana, una ragazza russa in cerca di fidanzato… Forse, se le cose vanno nel modo sperato, a Pouligeac si tornerà a impastare il pane, come usava dire Juliette… Fitta di irresistibili colpi di scena, personaggi eccentrici, dialoghi al vetriolo, *Una sposa conveniente* è una storia brillante, piena di umorismo e tenerezza, una favola moderna imbevuta di ottimismo, che fa riflettere sull’autentico significato della vita.

Una sola passione

Fin dall’università Sybille aveva nutrito sentimenti contrastanti nei confronti della ricca, corteggiata e bella Valerie fino a odiarla ferocemente. Le loro strade si erano però separate, finché, anni dopo, le due donne non si ritrovano. Tra loro, lo stesso uomo di un tempo, Nicholas, divenuto proprietario di una rete televisiva, e un lavoro attorno al quale si riaccendono tensioni e passioni che sembravano sopite.

Una signora perduta

La «signora perduta» che sta al centro di questo romanzo vive nel vecchio West. È bellissima, nobile, affascina tutti. La vediamo attraverso gli occhi adoranti di un ragazzo che nulla ama al mondo quanto farle visita. Ma la «signora perduta» cela in sé un’attrazione per qualcosa che sta tra il losco e il sordido, una sorta di perverso desiderio di degradazione.

Una Scelta Azzardata (I Romanzi Classic)

Una scelta azzardata (I Romanzi Classic) by Mary Jo Putney
Per Daniel Herbert guarire le persone è una missione irrinunciabile. Ora però teme che l’aver ereditato un titolo nobiliare e alcune proprietà possa impedirgli di continuare il suo lavoro. Accetta così di recarsi a Londra per cercare una moglie che possa occuparsi dei suoi doveri, lasciandolo libero di fare il medico, e s’imbatte nella misteriosa vedova Kelham. Dopo la morte dell’anziano marito e vittima di un passato infelice, Jessie è rimasta sola con l’amatissima figlia ed è costretta a cercare un marito per mettere al sicuro la sua eredità. Tra senso di colpa e desiderio di riscatto, l’attrazione fra i due nasce irresistibile