56385–56400 di 74503 risultati

Pioggia sporca

Mayforth Kendrik, ex miliardario ormai sul lastrico, era stato trovato morto nel suo appartamento con un proiettile calibro 22 in fronte. Sparse sul pavimento alcune foto scottanti ritraevano Paul Abingdon, un noto politico in lizza per il Senato, in compagnia di una bella ragazza, nuda e con le mani legate. John Wells aveva già visto quelle foto giorni prima, quando Kendrik gli aveva proposto uno scoop sul New York Star. Ma Wells aveva rifiutato l’affare e i suoi capi erano venuti a saperlo. Ora non aveva più scelta: o trovava la ragazza delle foto, e magari l’assassino, o entro una settimana avrebbe dovuto cercarsi un nuovo lavoro.
**

Pioggia nera

Il piccolo protagonista si ricorda ancora, dopo tanti anni, dell’arrivo della zia Valerie. Aveva capito subito che la zia era cattiva, appena era andata ad abitare con lui nella piccola casa sopra il negozio dove sua madre lavorava tutti i giorni, anche la domenica.
«”Mi raccomando, sii gentile con la zia Valérie!”. Sono passati molti anni, ma Jérome se la ricorda benissimo quella “vecchia foca”, con la sua faccia larga, grassa, il flaccido doppio mento, la peluria scura sul labbro superiore e quel disgustoso odore di vecchiaia e di odio. Si era piazzata nella minuscola casa sopra il negozio di tessuti dove sua madre lavorava tutti i giorni, anche la domenica, e lui aveva capito subito che era cattiva, prima ancora che in un momento d’ira lei rompesse gli animaletti a lui cari più di ogni altra cosa al mondo, quelli con cui giocava, seduto per terra, davanti alla finestra a mezzaluna che sormontava l’ingresso del negozio.»

Pioggia di sangue

L’incubo più atroce di Aurelio Zen, il disincantato vicequestore protagonista dei romanzi di Michael Dibdin, si è fatto realtà: è arrivato il trasferimento in Sicilia. Come al solito, assecondando il suo carattere pigro e scettico, Zen fa di tutto per defilarsi e farsi coinvolgere il meno possibile, nell’attesa di un nuovo trasferimento. Ma il destino fa sì che in Sicilia si trovi anche la sua figlia adottiva, amica del magistrato del pool antimafia al quale viene affidata l’indagine sull’assassinio di uno sconosciuto lasciato morire in un vagone merci abbandonato su un binario morto. Ecco dunque che il povero Zen si trova, suo malgrado, a poco a poco minacciato dalle spire di un caso difficile. Tanto più che quelle spire si rivelano quelle della mafia…
**

Pigmeo

**Un grupo de adolescentes prepara el atentado más grande cometido contra los Estados Unidos…**
Pigmeo forma parte de un grupo de terroristas adolescentes enviados a Estados Unidos para cometer un atentado masivo. Camuflado como estudiante de intercambio, el agente 67 deberá convivir con la típica familia americana mientras planifica el ataque. Para conseguir su objetivo cuenta con unos conocimientos avanzados de química y el dominio de las artes marciales. Está entrenado para detonar un artefacto mortífero en el momento preciso, si consigue, eso sí, controlar sus inoportunas erecciones…
En esta sátira de doble filo sobre la xenofobia, Chuck Palahniuk retrata el estilo de vida del medio oeste americano y nos cuenta una historia de amor y redención.
«La imaginación retorcida de Palahniuk, en plena ebullición.»
*The Seattle Times*
«Palahniuk es brillante.»
*The Washington Post Book World*
**
### Sinossi
**Un grupo de adolescentes prepara el atentado más grande cometido contra los Estados Unidos…**
Pigmeo forma parte de un grupo de terroristas adolescentes enviados a Estados Unidos para cometer un atentado masivo. Camuflado como estudiante de intercambio, el agente 67 deberá convivir con la típica familia americana mientras planifica el ataque. Para conseguir su objetivo cuenta con unos conocimientos avanzados de química y el dominio de las artes marciales. Está entrenado para detonar un artefacto mortífero en el momento preciso, si consigue, eso sí, controlar sus inoportunas erecciones…
En esta sátira de doble filo sobre la xenofobia, Chuck Palahniuk retrata el estilo de vida del medio oeste americano y nos cuenta una historia de amor y redención.
«La imaginación retorcida de Palahniuk, en plena ebullición.»
*The Seattle Times*
«Palahniuk es brillante.»
*The Washington Post Book World*
### L’autore
**Chuck Palahniuk** nació en Portland, Oregón, en 1962. Es licenciado en periodismo y ha trabajado en una empresa de fabricación de contenedores, en una cadena de montaje y como mecánico. Escribió su primera novela, *El club de la lucha*, en tres meses; casi tan rápida fue también su conversión en un *bestseller* que, además, terminó siendo adaptada al cine. Actualmente es un autor de gran éxito cuyo nombre aparece muy a menudo en la lista de los más vendidos en Estados Unidos. Otros títulos del autor son *Monstruos invisibles*, *Asfixia*, *Nana*, *Diario. Una novela*, *Error humano*, *Fantasmas*, *Rant. La vida de un asesino*, *Snuff*, *Pigmeo*, *Al desnudo*, *Condenada *y su continuación, *Maldita*. Todas ellas están publicadas por Literatura Random House y Debolsillo.
Vive en la Costa Noroeste de Estados Unidos. Puedes visitarlo en Internet yendo a ChuckPalahniuk.net.

Pietrafredda

In una Parigi livida, notturna, popolata da vecchi sbirri e malavitosi spietati, un uomo è in cerca dell’assassino della sua Lana. Il dolore gli ha indurito il cuore come una pietra fredda e il suo livore sembra inarrestabile. Intanto, per le vie della città, un killer leggendario è già sulle sue tracce. Ambientato nella Parigi delle palestre di boxe e della Banlieue, un noir d’azione e d’atmosfera, imperdibile per chi segue la saga del Professionista come per chi è destinato a seguirla.
**

La pietra nera

Dopo essere riuscita ad aprire il Libro Prigioniero, Cornelia, che a dieci anni ha scoperto di essere una fata, ha imparato moltissime cose, ma il suo addestramento è ancora lungo e tanti pericoli sono in agguato. Tra mappe misteriose, tradimenti, pericolosi incanti e decisioni improvvise, Cornelia si avvicina sempre più rapidamente al suo destino: quello di trovare la Pietra Nera e sconfiggere il perfido Negromante. Per fortuna può contare sui suoi amici: Arborescente, lo strano mago vaporato, i cacciatori di folletti Luna e Freccia, e il solitario Sparviero. Età di lettura: da 9 anni.
**

Pietr il Lettone

Questo libro segna l’atto ufficiale (1931) del commissario Maigret. ‘La presenza di Maigret al Majestic aveva inevitabilmente qualcosa di ostile. Era come un blocco di granito che l’ambiente rifiutava di assimilare. ‘Non che somigliasse ai poliziotti resi popolari dalle caricature. Non aveva né baffi né scarpe a doppia suola. Portava abiti di lana fine e di buon taglio. Inoltre si radeva ogni mattina e aveva mani curate. ‘Ma la struttura era plebea. Maigret era enorme e di ossatura robusta. Muscoli duri risaltavano sotto la giacca e deformavano in poco tempo anche i pantaloni più nuovi. ‘Aveva in particolare un modo tutto suo di piazzarsi in un posto che era talora risultato sgradevole persino a molti colleghi’. (Le inchieste di Maigret 1 di 75)
(source: Bol.com)

Piedi d’argilla

Chi è l’assassino che si aggira per Ankh-Morpork? Di lui si sa solo che lascia dietro di sè delle curiose tracce di argilla bianca. Il comandante delle Guardie è determinato a fermarlo, ma lui e i suoi uomini (e i suoi troll, e compagnia bella) non riescono a cavare un ragno dal buco. Persino quando una delle vittime viene uccisa con una pagnotta. Persino quando l’indagine porta a un golem in pensione, a un drago vampiro e a un lupo mannaro vegetariano…

Il Piccolo Principe

Il “Piccolo Principe” è la storia di un viaggio. Un viaggio di formazione durante il quale il protagonista, surreale e un po’ naïf, impara a fare i conti con le stranezze dell’universo. Ma è anche una metafora della vita e del complesso passaggio dall’infanzia all’età adulta. Un libro per ragazzi, poetico e filosofico, che, grazie al linguaggio universale dei sentimenti, riesce a parlare dritto al cuore di tutti. Età di lettura: da 8 anni.
**

Il piccolo Principe

Il piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery L’opera piu conosciuta di Antoine de Saint-Exupery. Pubblicato nel 1943, ‘Il Piccolo Principe’ (Titolo originale ‘Le Petit Prince’) e un racconto poetico che, nella forma di un’opera narrativa per i bambini affronta temi come il senso della vita, il viaggio di formazione, e il significato dell’amore e dell’amicizia.
**

Il piccolo popolo

Qual è il confine tra l’istinto e la ragione? Dove finisce l’animale, e dove comincia l’essere pensante? Come stabilire se gli abitanti di un lontano pianeta sono una mandria o un popolo? Può venire il giorno in cui ci troveremo a dibattere questi problemi, e c’è da sperare che sapremo risolverli come in questo romanzo, vivendo e lasciando vivere. E tanto peggio per chi non sarà d’accordo…
Copertina di: Karel Thole

Il piccolo popolo dei grandi magazzini

Per le migliaia di piccoli Niomi che vivono sotto i pavimenti dei grandi magazzini F.lli Arnold, il mondo esterno non esiste. Non esistono il giorno né la notte, il sole e la pioggia: sono tutte vecchie superstizioni. A scandire il loro tempo ci sono gli orari di apertura e di chiusura, i saldi di fine stagione, le occasioni estive e il Natale. Per loro il creatore del mondo è, naturalmente, F.lli Arnold, che risiede all’ultimo piano e che nessuno ha mai visto. Ma ecco che una notizia sconvolgente si diffonde all’improvviso: i grandi magazzini stanno per essere demoliti. Sta arrivando la fine del mondo?

Un piccolo passo può cambiarti la vita

Alla fine della seconda guerra mondiale, le forze d’occupazione americane introdussero in un Giappone sconfitto e umiliato nuovi sistemi per migliorare l’efficienza e la qualità dell’industria: tra questi, il principio del miglioramento continuo – lento e graduale –, ideale in un paese traumatizzato e privo di risorse. I giapponesi lo impiegarono con proverbiale successo e inventarono un nome per definirlo: Kaizen, da kai (cambiamento) e zen (migliore), ‘il cambiamento per il meglio’. Negli anni Ottanta il metodo ritornò perfezionato in USA ed è tuttora applicato con successo nel mondo delle imprese. È merito di Maurer se il Kaizen viene oggi utilizzato anche in ambito personale per trasformare le nostre esistenze senza fatica né paura.

(source: Bol.com)