56385–56400 di 72034 risultati

La città dell’estate

C’è stata un’epoca in cui scienza e tecnologia potevano tutto: ma ormai, chi crede più nei miracoli? Rush ci crede. E’ giovane, è forte e non teme i pericoli. Rush cercherà la città del sapere, anche se dovesse scoprire qualcosa di tremendo. Per esempio, che lui non è un essere umano…Ma cos’è, allora? A chi appartengono i suoi ricordi, i suoi gesti, la sua determinazione? Cercate la risposta in questo romanzo di John Crowley, una sorprendente rivelazione…
Copertina di Marco Patrito

La città del Sole

Nell’età della Controriforma, mentre da una parte maturavano le premesse storiche poste dall’Umanesimo e dal Rinascimento e dall’altra si stabilizzava la dominazione congiunta dell’Impero di Spagna e dell’Inquisizione, Campanella si assunse la missione di “debellare tre mali estremi: tirannide, sofismi, ipocrisia”. Ispirata dalle utopie politiche di Tommaso Moro e Platone, nella Città del Sole Campanella immagina una repubblica “naturale”, condotta da un re-sacerdote e da tre magistrati. Una repubblica in cui si pratica una religione “naturale” e in cui non si crede all’esistenza dell’inferno o alla concreta possibilità di qualsivoglia punizione divina. Uno stato dove ogni proprietà (e donna) è messa in comune e in cui al lavoro sono destinate al massimo quattro ore giornaliere. La nascita dei figli è guidata da necessità astrologiche (come in Platone) e la loro educazione ispirata da principi basati sulla valorizzazione dell’esperienza e non sui libri, anticipando in questo molte delle valutazioni della moderna pedagogia. Un’opera visionaria quindi, che ispirerà in modo importante il pensiero utopistico dei secoli successivi.
**

La Città del Re Lebbroso

Gli elefanti bianchi rappresentano, nel Siam, quasi delle divinità poste sulla Terra. Sono accuditi con mille cure, rispettati e venerati, perchè la loro salute e la loro benevolenza sono un segno favorevole per il paese e garantiscono del suo prosperare. Quando però, uno dopo l’altro, ne muoiono 7 nel Palazzo Reale, i presagi sono decisamente infausti, e sono simbolo di morte per Lakon-tay, a cui il re li aveva affidati e che doveva rispondere della loro sorte. Un impiego ricco di onori ma anche delicato e pericoloso, dunque. E’ la maledizione degli dei che si è abbattuta su Lakon-tay? Oppure è la gelosia di qualcuno che ha giurato di vendicarsi e che ha messo in atto un tradimento? La salvezza può essere trovata solo fra le rovine di una città, un tempo ricca e prospera e governata da un re lebbroso, dove è nascosto un sacro tesoro. ([www.emiliosalgari.it](http://www.emiliosalgari.it))

Le città del Medioevo

Il percorso della città in Europa dalla tarda romanità fino al XII secolo. Con la sua caratteristica capacità di cogliere la vita pulsante delle comunità storiche, uno dei più grandi storici del Medioevo mostra l’evoluzione del commercio nel Mediterraneo fino alla fine dell’VIII secolo, la sua decadenza nel IX secolo e la rinascita poi dei centri urbani che si accompagnò alla formazione di un nuovo ceto, la borghesia.
**

La città dei vampiri

###
David Leppington torna nella sua città natale dopo un’assenza di oltre vent’anni per far visita a un vecchio parente e decide di prenotare una stanza nell’albergo della stazione. Sin dalla prima notte comincia a sentire voci, suoni e passi non umani provenire dalle cantine e salire fin nei corridoi. Qualche giorno dopo un operaio che lavorava alla riparazione di un tombino torna con le mani maciullate da strani e feroci morsi. Alcune persone scompaiono misteriosamente, lasciando tracce di sangue e di violenza. Il giovane David si troverà a combattere una guerra epica e sanguinosa.

La città dei morti

Claire Redfield arriva a Raccoon City per cercare il fratello Chris, agente della S.T.A.R.S., dato per disperso. Ma l’aspetta una terribile sorpresa, perchè la città non è più la stessa… Attaccati da una banda di esseri-zombie, Claire e il suo amico Leon si asserragliano nella stazione di polizia, sperando di trovare soccorsi o almeno i mezzi per abbandonare la città. Ma al distretto ci sono solo gli ultimi superstiti, alcuni dei quali in preda a un misterioso contagio. Usando le tecniche di guerriglia della S.T.A.R.S., Claire istruisce i suoi compagni alla lotta contro i nuovi mostri prodotti dagli esperimenti falliti della misteriosa Umbrella Corporation: come Birkin, l’uomo-proteo che può generare arti e teste supplementari, Mr. X e l’orrenda, mutata popolazione di Raccoon City.

La citta degli Aztechi

La valle è lunga, stretta, percorsa da un fiume e interamente chiusa in una cerchia di montagne invalicabili. La leggenda dice che un giorno il popolo ne uscirà, ma da tempo immemorabile tutti obbediscono alle ferree leggi stabilite dai sacerdoti o da Coatlicue, la crudele divinità che si aggira di notte per la valle con la sua veste di serpenti vivi e che uccide in un istante chiunque si trovi fuori dalla propria capanna. Una vita regolare, monotona, priva di orizzonti, che tutti accettano senza discutere, senza pensare. Tutti meno il giovane Chimal, che vede volare i neri avvoltoi verso le montagne e comincia a chiedersi: che cosa ci sarà al di là?

Le città che ci aspettano

Fra l’introduzione di Clifford D. Simak, che condanna le città, e la conclusione di Fredrerik Pohl, che invece le difende, sono qui riuniti, per iniziativa di Roger Elwood, quattordici racconti sul tema “città” scritti appositamente da undici autori di fantascienza. E’ un tema, come la crisi del petrolio ci ha rudemente dimostrato, di enorme attualità. Che fine faranno questi nostri mostruosi agglomerati urbani? Che fine faremo noi, che ci viviamo dentro? Le ipotesi contenute nella presente antologia sono estremamente varie, colorate, ingegnose, drammatiche, sarcastiche, gelidamente realistiche. Nessuna, purtroppo, è ottimistica; ma c’è una forma di consolazione nel pensare che la fantascienza ha sbagliato previsioni in tanti casi. Certe volte per eccesso. Certe altre, è vero, per difetto.
Indice:
Ben Bova – Turisti, o la città-festival (The Sightseers, 1973)
Andrew J. Offutt – Il trasgressore, o la città sicura (Meanwhile, 1973)
Laurence Mark Janifer – Ore straordinarie, o la città degli uffici (Thine Alabaster Cities Gleam, 1973)
William F. Nolan – Contravvenzione, o la città di superficie (Violation, 1973)
Barry N. Malzberg – Il regista, o la città dei riti (City Lights, City Nights, 1973)
Dean Koontz – Undercity, o la città della mafia (The Undercity, 1973)
Harvey L. Bilker e Audrey Bilker – L’appartamento, o la città degli sfratti (Apartment Hunting, 1973)
George Zebrowski – I guastatori, o la città senz’aria (Assassins of Air, 1973)
Robert Silverberg – Il burocrate, o la città programmata (Getting Across, 1973)
Joe L. Hensley – Lui, o la città fuori dalla città (In Dark Places, 1973)
Thomas F. Monteleone – Chicago, o la città dei robot (Chicago, 1973)
Ray Russell – Fame, o la città senza uomini (The Most Primitive, 1973)
Harlan Ellison – 480 secondi, o la città condannata (Hindsight: 480 Seconds, 1973)
Miriam Allen de Ford – Nova, o la fine della città (5.000.000 A.D., 1973)
Copertina di: Karel Thole

Citizen gay

‘Un libro su un tema vitale per passare dalla politica del disgusto a quella dell’umanità.’ (Martha C. Nussbaum) ‘Prima di fare qualunque dichiarazione sulle persone omosessuali, leggete questo libro.’ (Stefano Rodotà). Una volta erano discriminati per la loro devianza. Oggi perché chiedono di essere normali. Come mai gli omosessuali, storicamente marchiati come peccatori, invertiti o malati mentali, vogliono adottare quell’ordine familiare che tanto ha contribuito alla loro sfortuna? Essere gay o lesbiche non è un merito né un demerito. Eppure la dimensione affettiva di milioni di persone in Italia è tuttora sacrificata. La mancanza di una legge che ne salvaguardi la cittadinanza e i diritti dei loro affetti genera umiliazione, sofferenza, paura. E alimenta l’omofobia sociale, fino a spingere qualcuno a dire che ‘di questo passo, si sposeranno anche le scimmie’. Non servono anatemi o concessioni. Serve un pensiero capace di sostenere una trasformazione antropologica. Serve una legge che garantisca, nel rispetto reciproco, la pluralità dei valori di tutti. Perché, come ha detto Barack Obama il 9 maggio 2012, ‘le coppie dello stesso sesso devono potersi sposare’.

(source: Bol.com)

Ciò che uscì dal Lago Michigan

Nel sottosuolo di Chicago, come sotto ogni metropoli, s’intersecano e si sovrappongono due gigantesche reti idriche: quella dell’acqua potabile e quella del liquame delle fogne. Sennonchè l’acqua proviene dallo stesso serbatoio in cui sboccano le fogne: il lago Michigan. E questo ha creato problemi che solo miracoli d’ingegneria, verso la fine del secolo scorso, hanno permesso di risolvere. Interminabili gallerie e canali sotterranei, enormi tubature di cemento con migliaia di chiuse e di saracinesche, immense centrali di filtraggio e di pompaggio, costituiscono, a giusto titolo, un vanto per la città. Ma fin dal 1908 un oscuro giornalista, G. Daulton, capì che la situazione si prestava a mostruosi sviluppi, e scrisse la prima storia di fantascienza sull’argomento. A sessant’anni di distanza seguì “Dalle fogne di Chicago” di Thomas e Wilhelm, la terrificante saga fantaecologica che nessuno dei lettori di URANIA avrà dimenticato. E oggi…
Copertina di Karel Thole

Ciò che tutte le donne desiderano

Questo racconto è la rilettura in chiave romantica di un antica favola epica. La storia orginale era di poche righe, così ho deciso di trasformarla in un vero racconto modificando la trama dove ho ritenuto necessario. Il signore di un feudo e il suo miglior cavaliere vengono rapiti da un mago folle e l’unico modo per aver salva la vita è portargli la risposta ad un importante domanda: Che cosa desiderano davvero le donne? Sir Gwain avrà solo sette giorni di tempo per trovare la risposta giusta e salvare il suo sire dalla morte e per farlo sarà costretto a rivolgersi ad un orrenda strega che abita in una putrida palude…

Cinque giorni d’incubo

1. Lloyd Johnson rientra a casa dopo una giornata di lavoro come consulente finanziario e non trova più Ellen, sua moglie.
2. Trova in compenso un messaggio infilato nella macchina per scrivere, ma non è stata lei a lasciarglielo.
3. Legge una folle richiesta di riscatto, da cui apprende che sua moglie è nelle mani di un sequestratore.
4. Deve procurarsi 25.000 dollari se gli preme salvare Ellen, la cui sorte altrimenti è segnata.
5. Ha solo 5 giorni di tempo per riuscirci.
Il numero 5 gioca un ruolo preoccupante in questa storia, e Lloyd Johnson ha diverse valide ragioni per essere molto preoccupato. Per l’esattezza, ha 5 ottime ragioni per pensare che questi saranno i 5
giorni più lunghi della sua vita.
Fredric Brown è nato a Cincinnati nel 1906. Considerato uno dei più geniali autori di poliziesco e fantascienza, dopo aver svolto molti mestieri dal 1947 si è dedicato a tempo pieno alla letteratura. Tra le sue opere si ricordano Un caso su mille e Tutto in una notte. Brown è scomparso nel 1972.
All’interno, il racconto “Le brave persone” di Manuela Costantini.