56289–56304 di 62411 risultati

Gente Di Dublino: Ediz. Integrale

Gente di Dublino: Ediz. integrale by James Joyce
Scritti da James Joyce nel 1906, ma pubblicati soltanto nel 1914, perché ritenuti da molti editori troppo audaci, i quindici racconti che costituiscono il volume “Gente di Dublino” sono considerati tra i capolavori della letteratura del Novecento. I protagonisti sono abitanti della città di Dublino, che vengono raffigurati nella loro quotidianità, e il tema che unisce tutti i racconti è la “morte in vita”. I personaggi descritti da Joyce sono infatti frustrati, destinati a fallire o rinunciatari e l’ambiente in cui si svolgono le vicende è sempre squallido e desolato. Alcune volte un’improvvisa illuminazione o una rivelazione rendono palesi ai personaggi le misere condizioni in cui versano, ma per loro è sempre impossibile uscirne, perché vittime di una “paralisi morale”. Le storie possono essere suddivise in quattro sezioni, che rappresentano le diverse fasi della vita umana: l’infanzia (Le sorelle, Un incontro, Arabia), l’adolescenza (Eveline, Dopo la corsa, I due galanti, Pensione di famiglia), la maturità (Una piccola nube, Rivalsa, Polvere, Un caso pietoso), la vecchiaia (Il giorno dell’Edera, Una madre, La grazia), a cui fa seguito il celebre racconto “I morti”. Fa da sfondo a tutte le storie una Dublino grigia e malinconica, che diventa l’emblema delle città occidentali del secolo scorso e della loro decadenza morale.

Gente di Dublino

Scritti da James Joyce nel 1906, ma pubblicati soltanto nel 1914, perché ritenuti da molti editori troppo audaci, i quindici racconti che costituiscono il volume “Gente di Dublino” sono considerati tra i capolavori della letteratura del Novecento. I protagonisti sono abitanti della città di Dublino, che vengono raffigurati nella loro quotidianità, e il tema che unisce tutti i racconti è la “morte in vita”. I personaggi descritti da Joyce sono infatti frustrati, destinati a fallire o rinunciatari e l’ambiente in cui si svolgono le vicende è sempre squallido e desolato. Alcune volte un’improvvisa illuminazione o una rivelazione rendono palesi ai personaggi le misere condizioni in cui versano, ma per loro è sempre impossibile uscirne, perché vittime di una “paralisi morale”. Le storie possono essere suddivise in quattro sezioni, che rappresentano le diverse fasi della vita umana: l’infanzia (Le sorelle, Un incontro, Arabia), l’adolescenza (Eveline, Dopo la corsa, I due galanti, Pensione di famiglia), la maturità (Una piccola nube, Rivalsa, Polvere, Un caso pietoso), la vecchiaia (Il giorno dell’Edera, Una madre, La grazia), a cui fa seguito il celebre racconto “I morti”. Fa da sfondo a tutte le storie una Dublino grigia e malinconica, che diventa l’emblema delle città occidentali del secolo scorso e della loro decadenza morale.

Gente delle Stelle

Il Popolo, una comunità che vive sul nostro pianeta sognando un mondo lontano e aspettando l’arrivo di qualcuno che forse non arriverà mai. Il Popolo: all’apparenza contadini, minatori, casalinghe che vivono in una località sperduta dell’Arizona e conservano un segreto che nessuno sospetterà mai. Ma i loro straordinari poteri mentali, le loro conoscenze, i pensieri che si nascondono in fondo alla loro mente, non minacciano l’equilibrio già precario del nostro mondo, di questa Terra imperfetta e così poco accogliente per chi come il Popolo è arrivato dalle profondità dello spazio? Un libro unico e struggente che completa l’odissea del Popolo, per la prima volta offerta al pubblico italiano nella sua completezza

Gengiz Khan

Nella primavera del 1206, nell’estremo est della steppa eurasiatica, un’assemblea generale delle popolazioni nomadi di quella immensa regione si riunì per scegliere il leader destinato a guidare tutte le popolazioni nomadi dell’Asia. La scelta cadde su Temüjin, un uomo che aveva già superato i quarant’anni. Nei venti anni successivi Temüjin avrebbe lanciato le sue tribù alla conquista del più grande impero che la storia abbia conosciuto. E il mondo avrebbe imparato a conoscere e temere il guerriero – ma anche il politico e il saggio amministratore – che i mongoli chiamavano Genghiz Khan.

Genesi

**Un autore da oltre 3 milioni di copie vendute
Un grande bestseller internazionale
Dal geniale autore di *Epidemia mortale* e *Atlantis Saga***
Nel 2003 per la prima volta è stato sequenziato il genoma umano. Ma i segreti che conteneva non sono mai stati svelati. Già trent’anni prima, quasi per caso, il dottor Paul Kraus aveva fatto una scoperta sconvolgente: confrontando i campioni di antenati umani con i nostri aveva trovato un codice. Ma non disponeva della tecnologia necessaria per mettere a frutto una tale rivelazione. Per proteggere quel segreto in grado di cambiare le sorti dell’umanità, nascose i risultati del suo lavoro e scomparve. Adesso che la tecnologia consente di analizzare il misterioso codice sepolto nel genoma umano, trovare i vari elementi della ricerca è di vitale importanza. La dottoressa Peyton Shaw è in possesso di parte di quei frammenti e intende venire a capo del mistero. È convinta che il suo lavoro sia la chiave per fermare una cospirazione globale, prossima a scatenare un evento tale da sconvolgere il destino del mondo. Il segreto sepolto nel genoma umano, infatti, potrebbe cambiare la concezione stessa della vita, ma a un prezzo altissimo.
**Un autore bestseller nel mondo 
Tradotto in 22 lingue 
Oltre 3 milioni di copie vendute
Nel genoma umano è nascosto un codice in grado di riscrivere il destino dell’umanità**
«A.G. Riddle ha la capacità di far credere che le storie che sta raccontando siano reali. Consiglio di leggere qualsiasi cosa abbia scritto, è uno scrittore incredibile.» 
«Ben costruito e congegnato come un orologio svizzero, ricco di azione senza tregua, con una trama avvincente e tutti gli ingranaggi che si incastrano alla perfezione.»
**Diana Gabaldon**
«È il genere di thriller che ti tiene incollato alle pagine e che non ti lascia andare.»
**Il Fatto Quotidiano**
**A.G. Riddle**
Cresciuto in Nord Carolina, da giovane ha fondato la sua prima società con gli amici d’infanzia. Dopo aver lavorato dieci anni per aziende online, ha scelto di dedicarsi esclusivamente alla sua vera passione: scrivere romanzi. Trova sempre un po’ di tempo per rispondere alle mail di lettori che gli scrivono all’indirizzo [email protected] La Newton Compton ha pubblicato la *Atlantis Saga*, *I sopravvissuti del volo 305* ed* Epidemia mortale*. Torna in Italia con *Genesi*.
**
### Sinossi
**Un autore da oltre 3 milioni di copie vendute
Un grande bestseller internazionale
Dal geniale autore di *Epidemia mortale* e *Atlantis Saga***
Nel 2003 per la prima volta è stato sequenziato il genoma umano. Ma i segreti che conteneva non sono mai stati svelati. Già trent’anni prima, quasi per caso, il dottor Paul Kraus aveva fatto una scoperta sconvolgente: confrontando i campioni di antenati umani con i nostri aveva trovato un codice. Ma non disponeva della tecnologia necessaria per mettere a frutto una tale rivelazione. Per proteggere quel segreto in grado di cambiare le sorti dell’umanità, nascose i risultati del suo lavoro e scomparve. Adesso che la tecnologia consente di analizzare il misterioso codice sepolto nel genoma umano, trovare i vari elementi della ricerca è di vitale importanza. La dottoressa Peyton Shaw è in possesso di parte di quei frammenti e intende venire a capo del mistero. È convinta che il suo lavoro sia la chiave per fermare una cospirazione globale, prossima a scatenare un evento tale da sconvolgere il destino del mondo. Il segreto sepolto nel genoma umano, infatti, potrebbe cambiare la concezione stessa della vita, ma a un prezzo altissimo.
**Un autore bestseller nel mondo 
Tradotto in 22 lingue 
Oltre 3 milioni di copie vendute
Nel genoma umano è nascosto un codice in grado di riscrivere il destino dell’umanità**
«A.G. Riddle ha la capacità di far credere che le storie che sta raccontando siano reali. Consiglio di leggere qualsiasi cosa abbia scritto, è uno scrittore incredibile.» 
«Ben costruito e congegnato come un orologio svizzero, ricco di azione senza tregua, con una trama avvincente e tutti gli ingranaggi che si incastrano alla perfezione.»
**Diana Gabaldon**
«È il genere di thriller che ti tiene incollato alle pagine e che non ti lascia andare.»
**Il Fatto Quotidiano**
**A.G. Riddle**
Cresciuto in Nord Carolina, da giovane ha fondato la sua prima società con gli amici d’infanzia. Dopo aver lavorato dieci anni per aziende online, ha scelto di dedicarsi esclusivamente alla sua vera passione: scrivere romanzi. Trova sempre un po’ di tempo per rispondere alle mail di lettori che gli scrivono all’indirizzo [email protected] La Newton Compton ha pubblicato la *Atlantis Saga*, *I sopravvissuti del volo 305* ed* Epidemia mortale*. Torna in Italia con *Genesi*.

Generazione Proteus

Il mito eterno della Bella e la Bestia. Protagonisti: Proteus, il computer autoprogrammato dall’intelligenza gelida e crudele; Susan Abramson, la vittima della più scandalosa violenza mai subita da una donna. Prigioniera nella sua casa immensa e vuota, soggetta ad una passione inumana, resa schiava e rimodellata nella personalità per meglio soddisfare i desideri ossessivi di Proteus, Susan era in attesa chi un destino ancora peggiore. Il computer impazzito l’aveva scelta perche diventasse la madre di suo figlio… L’orrore di questa rivelazione ed il manifestarsi progressivo della meccanica e crudele determinazione di Proteus creano un crescendo di suspense che si sviluppa scena dopo scena, con rara efficacia. Sino allo scioglimento finale: quando, sola, nuda e indifesa, Susan Abramnson ei trova di fronte al frutto delle blasfeme esperienze di Proteus… In quel momento, si svelano tutti i risvolti nascosti del dramma, che si risolve in un vortice di selvaggia e inattesa violenza.

Generale genetico

Dopo gli antefatti descritti in Negromante e gli episodi di Soldato non chiedere e Tattica dell’errore, il presente romanzo completa la tetralogia dei Dorsai presentando la storia del primo esponente della « nuova » umanità sorta tra le stelle. È un romanzo che unisce due narrazioni in una: da una parte la carriera di Donai Graeme, che con la sua tattica risolve brillantemente una «escalation» di situazioni militari sempre più complesse, dall’altra la sua progressiva presa di coscienza della propria natura. Un’avvincente storia d’azione, quindi, ma anche una profonda riflessione sul futuro dell’uomo.

Gemme di fuoco

Diventare eredi di una immensa fortuna a volte non è affatto piacevole…
Per rispettare le ultime volontà di un eccentrico zio, Pandora McVie è costretta a trascorrere sei mesi in una villa isolata insieme a Michael Donahue, il suo scontroso cugino…

Gemini killer

La prima vittima è un ragazzo di dodici anni, crocifisso, con inciso sul palmo il simbolo zodiacale del suo assassino: i Gemelli. Ma secondo la polizia, il maniaco che uccide con questa tecnica è morto da dodici anni. Uno dopo l’altro, i terrìbili delitti gettano nel più completo sgomento le forze dell’ordine, e in particolare il tenente Kinderman, un personaggio che i lettori di un altro capolavoro di William Peter Blatty, L’esorcista, ricorderanno certamente: anche in quel romanzo era lui a dover risolvere l’agghiacciante mistero costituito dalla possessione demoniaca della piccola Regan. Gemini Killer, che è il seguito ideale dell’Esorcista, contiene una carica di orrore e di suspense altrettanto violenta: dopo l’assassinio del ragazzo, un prete viene trovato decapitato, poi è la volta di un altro sacerdote. E di una suora. Su tutte le vittime, il marchio dei Gemelli è inconfondibile. Per Kinderman comincia una caccia all’assassino che, a poco a poco, si colora di elementi sempre più oscuri e misteriosi: ancora una volta, sembra che le forze scatenate sulla città non siano solo quelle del crimine e del vizio. I delitti sono il paravento di qualcosa di più terribile, qualcosa che richiama l’essenza stessa del Male.

Gemelle

Adagiata comodamente sul divano tentava invano di seguire il film in televisione.
Nonostante suoi sforzi intellettuali non riusciva a concentrarsi sul video, e dire che lo spettacolo era avvincente. Aveva preparato tutto con cura estrema: la bottiglia d’acqua, i biscotti, le sigarette, il telecomando, tutto era disponibile ed a portata di mano.
Tutto inutile.

Gehenna

Nei giardini di San Francisco affiorano i macabri reperti di efferati omicidi. Tra le rovine di una fabbrica abbandonata, una creatura da incubo tortura le sue vittime istupidite dall’LSD. Sono i segni della fine del mondo che, per chi sa leggerli, stanno diventando sempre più chiari. Questa volta una nuova minaccia porta Frank e i suoi compagni del Gruppo Millennium sulle tracce di una setta del male che prepara genocidi e attentati nella città di San Francisco: preludi dell’agonia di un mondo che rotola nella follia.

Gatti Molto Speciali

Gatti molto speciali by Doris Lessing
Nella vita di Doris Lessing i gatti hanno sempre avuto un ruolo molto importante. Ci ha sempre convissuto, ha imparato presto a conoscerli. Il primo gatto risale ai tempi della Persia, quando aveva tre anni. Poi da bambina, in Sudafrica, dove ne era letteralmente circondata: i selvatici, che andavano tenuti lontani da quelli di casa, e i domestici, che a loro volta subivano il richiamo del bush. Da allora una lunga confidenza ha unito la scrittrice ai felini, in un rapportarsi sempre intenso, felice in certi casi, drammatico in altri. A Londra ha avuto animali più cittadini, ormai adeguatisi alla vita umana e abituati a relazionarsi con i padroni. E qui i sentimenti si fanno ancora più profondi e complessi. In particolare con i due con cui vive, uno grigio e l’altro nero, dalle psicologie così diverse tra loro. Di molti dei gatti conosciuti Lessing descrive carattere, temperamento, gusti e, con la stessa lucidità con cui ha analizzato se stessa e la società umana nei suoi libri, qui ha saputo guardare al mondo felino, alle qualità che lo fanno insieme simile e dissimile al nostro. In un libro che svela l’autentico, complicato, particolare, in fin dei conti impenetrabile per noi, linguaggio dei gatti. .

Gatti

Gatti. Prima uno, poi due, gatti sconosciuti che appaiono sulle scale di casa. Occhi come l’argento, manto come la notte, immobili come idoli. Un piccione, un coniglio, sgozzati e poi abbandonati come vittime sacrificali. Tre, quattro gatti dagli occhi di ghiaccio, i denti lucenti, le labbra rialzate in una smorfia di scherno… Non avevo mai avuto paura dei gatti. Come potevo immaginare l’inferno che si stava preparando?

Garibaldi ha dormito qui. Storia tragicomica dell’unità d’Italia

In questa continuazione e fine del suo fortunato libro “Il regno dei due cognati”, Riccardo Pazzaglia è l’inviato speciale nel passato di un giornale inesistente. Sostenendo che la spedizione dei mille è la conseguenza di una burrascosa separazione coniugale, il nostro storico sommerso, come ama definirsi, ci racconta che cosa è successo a Napoli (ma anche a Torino e a Parigi) negli anni precedenti all’unità d’Italia. Scopriamo così che ancora un matrimonio è fatale al Regno delle due Sicilie: quello (stavolta purtroppo riuscito) fra una principessa bigotta di casa Savoia e Ferdinando II, da cui nasce Francesco, un malinconico principe che in famiglia chiamano Lasagna.
I letti matrimoniali hanno un’importanza decisiva anche nel processo unitario. Tutti sanno che la patria ebbe quattro padri, ma si parla poco della madre della Patria: la contessa Virginia Castiglione, che il cugino ruffiano Camillo Benso mandò nel letto di Napoleone III, dopo che anche Vittorio Emanuele se l’era spassata con lei. In seguito, ogni volta che si accennava all’unità, la contessa si batteva le palme sui seni rigogliosi, sulle cosce e sulle anche opulente, volendo significare che quegli argomenti diplomatici erano stati determinati per ottenere l’appoggio francese alla causa italiana. Anche Garibaldi, “eroe professionista”, dopo la battaglia va a letto con le “camicie rosse da notte”, fra le quali a Napoli, viene arruolata perfino Madame Bovary, insomma Louise Colet.
Passando continuamente da un’armata all’altra, Riccardo Pazzaglia ci racconta gli ultimi giorni del grande Regno come romanzo vissuto da personaggi veri. Il romanzo si chiude tra le torridi Gaeta, fino alla capitolazione della piazzaforte con l’onore delle armi e l’uscita, sulla spiaggia di Serapo, dei solito Borbonici sopravvissuti e degli ufficiali appiedati (perchè nei cinque mesi di assedio, sono morti i cavalli). E, dietro a Francesco e Maria Sofia che riprendono il mare,
.

Gandhi

L’apostolo della pace che piegò un impero

Gallica

“Roma significa forza e la vera forza di Roma saranno sempre i suoi uomini e le sue donne.”49 a.C.La guerra civile che cambierà per sempre il volto di Roma è alle porte.Il Generale Gaio Giulio Cesare ha bisogno di un’arma unica per portare a termine il suo disegno. La III Legio Gallica sarà lo strumento per contrastare il tradimento di Labieno perché sarà composta dai migliori soldati Romani, Italici, Galli e Germani. E proprio in Gallica si riuniscono quattro legionari: la fedeltà a Cesare li ha fatti incontrare, la guerra ha forgiato la loro amicizia, la nuova missione li riporta a marciare insieme, stavolta verso l’Urbe.Quinto, il centurione Primipilo della III Legio, dovrà amalgamare soldati di tradizioni e culture molto diverse. Il suo giovane amico Tullio dovrà fare i conti con l’arrivo inaspettato di Camilla, una donna unica nel suo genere, le cui capacità nel forgiare le spade la renderanno preziosa per lo stesso Generale. Per Dalmatico è arrivato il momento di affrontare gli incubi che lo tormentano da anni, mentre il brillante ingegnere Paulo inizierà a chiedersi se davvero Cesare sia un bene per la Repubblica o se questa lotta tra Romani non sia un tradimento.La marcia verso Roma ha inizio ma, ancora prima di varcare il Rubicone, un’uccisione misteriosa mina la precaria fiducia tra i legionari, gettando un’ombra di sospetto sulla Legio e sulla missione. In una corsa contro il tempo, i quattro dovranno giungere alla verità prima che sia troppo tardi…Antonia Claudia Romani è lo pseudonimo della scrittrice A.I. Cudil autrice della serie romance Six Senses.