55665–55680 di 74503 risultati

uno scacco di maigret (oscar mondadori)

Mentre si faceva la barba, Maigret si sentiva in colpa. Forse perché provava un astio personale nei confronti di Fumal? A un tratto si domandò se aveva compiuto fino in fondo il suo dovere. Il macellaio all’ingrosso si era presentato per chiedergli protezione. Certo, si era comportato in modo aggressivo, si era fatto raccomandare dal ministro e aveva rivolto al commissario minacce appena velate.Ciò nonostante lui era tenuto a fare il suo mestiere. Aveva davvero fatto tutto il possibile? Si era recato di persona in boulevard de Courcelles, ma non si era preso la briga di controllare ogni porta, ogni uscita, pensando di rimandare quel compito al giorno dopo, così come quello di interrogare i domestici uno per uno …Avrebbe agito diversamente se l’uomo non gli fosse stato antipatico, se non avesse avuto un vecchio conto in sospeso con lui, se si fosse trattato di qualunque altro importante uomo d’affari di Parigi?

Scacco al tempo

Carr Mackay ha un lavoro tranquillo, una fidanzata che lo spinge a far carriera e una vita tutto sommato ben pianificata. Ma ecco che un giorno conosce una strana ragazza, bella e alquanto terrorizzata, e da quel momento la sua vita scivola verso un’imprevedile scoperta. Si accorge di possedere un oscuro potere che il mondo intorno a lui sembra aver perduto, e soprattutto che il tempo non è uguale per tutti. Che non tutti sono obbligati a rispettare la sceneggiatura cosmica imposta silenziosamente al genere umano dall’ordine delle cose. Da quel giorno, la vita di Carr Mackay cambia in modo radicale e spaventoso, perché fra le marionette che tutt’intorno continuano la recita prestabilita, si nascondono altri ribelli niente affatto amichevoli…

La Scacchiera Nera – 3. Il Maestro degli Inganni

Nello stesso istante, a migliaia di chilometri di distanza, tre ragazzi entrano in possesso della Scacchiera Nera. Il Guerriero, l’Arciere e il Ladro Nero sono le sole pedine rimaste in gioco e sembrano invitarli a fare la prima mossa…
Ryan, il Guerriero del Fuoco, Morten, l’Arciere d’Acqua e Milla, il Ladro Nero, si sono trovati loro malgrado a interpretare ruoli che non gli appartenevano nello spietato mondo della Scacchiera Nera. Ora, due nuove pedine comparse da poco potrebbero dimostrarsi decisive per stabilire le sorti della secolare Guerra contro l’Ingannatore. Ma la sua ultima mossa sembra aver capovolto ogni cosa, portando tra le file dei suoi Luogotenenti un nuovo, insospettabile alleato: il Guerriero del Fuoco. Ryan tradirà i suoi amici o intende battere il Maestro degli Inganni al suo stesso gioco?
**
### Sinossi
Nello stesso istante, a migliaia di chilometri di distanza, tre ragazzi entrano in possesso della Scacchiera Nera. Il Guerriero, l’Arciere e il Ladro Nero sono le sole pedine rimaste in gioco e sembrano invitarli a fare la prima mossa…
Ryan, il Guerriero del Fuoco, Morten, l’Arciere d’Acqua e Milla, il Ladro Nero, si sono trovati loro malgrado a interpretare ruoli che non gli appartenevano nello spietato mondo della Scacchiera Nera. Ora, due nuove pedine comparse da poco potrebbero dimostrarsi decisive per stabilire le sorti della secolare Guerra contro l’Ingannatore. Ma la sua ultima mossa sembra aver capovolto ogni cosa, portando tra le file dei suoi Luogotenenti un nuovo, insospettabile alleato: il Guerriero del Fuoco. Ryan tradirà i suoi amici o intende battere il Maestro degli Inganni al suo stesso gioco?

SBARCO NEL CRATERE

Un oggetto non identificato precipita, sollevando un’immensa colonna d’acqua, in un lago vulcanico in una zona montagnosa degli Stati Uniti. E subito cominciano i sintomi classici dell’invasione: campi magnetici paralizzanti, raggi misteriosi, sparizioni di persone. Ma Murray Leinster, uno dei più smaliziati scrittori che abbia la f.s., non si contenta di così poco, e arricchisce questo tema sempre gradito ai lettori di nuovi, imprevedibili sviluppi, di un folgorante colpo di scena.
Contiene:
LA VELA DELLO SPAZIO
Gateway to strangeness (1962) – JACK VANCE
Copertina: Karel Thole

SATURNO TRE

Un tipo ambiguo, il capitano James. E ancora più ambiguo è Hector, I’androide smontato e imballato in diverse casse, che James ha portato con sè nella base spaziale di Saturno Tre. Sarà, ma non m’ha veramente l’aria di un robot, dice infatti la protagonista guardando i pezzi che riempiono la prima cassa. Ma aspettiamo a giudicare, tanto più sapendo che nella versione cinematografica (con Kirk Douglas) il creatore americano di Hector s’è ispirato a una serie di tavole anatomiche del designer italiano Leonardo da Vinci.
Copertina di Karel Thole

Saturnalia

Roma, 46 d.C. Appena tornato nell’Urbe dopo un viaggio nelle Gallie, Publio Aurelio Stazio si trova coinvolto nei festeggiamenti dei Saturnalia, una sorta di rito carnevalesco dell’antichità durante il quale i ruoli sociali si invertono: gli schiavi si trasformano in padroni e i padroni in schiavi. Un’occasione dissacrante, liberatoria, soprattutto giorni di sfrenata allegria per tutti. O quasi tutti. Non sono molto allegre, infatti, le vittime di un assassino che, approfittando della confusione e dei mascheramenti, ha messo a punto una serie di omicidi apparentemente scollegati. Ci vorrà il fiuto di Aurelio per cogliere il filo sottile che unisce tra loro le vittime e giungere così al colpevole. Non prima di aver affrontato quella che è forse l’indagine più pericolosa della sua carriera.
**
### Sinossi
Roma, 46 d.C. Appena tornato nell’Urbe dopo un viaggio nelle Gallie, Publio Aurelio Stazio si trova coinvolto nei festeggiamenti dei Saturnalia, una sorta di rito carnevalesco dell’antichità durante il quale i ruoli sociali si invertono: gli schiavi si trasformano in padroni e i padroni in schiavi. Un’occasione dissacrante, liberatoria, soprattutto giorni di sfrenata allegria per tutti. O quasi tutti. Non sono molto allegre, infatti, le vittime di un assassino che, approfittando della confusione e dei mascheramenti, ha messo a punto una serie di omicidi apparentemente scollegati. Ci vorrà il fiuto di Aurelio per cogliere il filo sottile che unisce tra loro le vittime e giungere così al colpevole. Non prima di aver affrontato quella che è forse l’indagine più pericolosa della sua carriera.

Satiricon

Straordinario réportage sulle abitudini di una certa società imperiale piena di arricchiti, di matrone mondane e lussuriose, di poetastri e di parassiti, il Satiricon è scritto in una pluralità di registri linguistici – che ricalcano il latino parlato e volgare – capaci di dare originalità e carattere a ciascun personaggio della brulicante e straripante umanità che vi è rappresentata. Un testo caleidoscopico, che per il carattere aperto della narrazione si avvicina al romanzo picaresco e che, per la struttura parodistica e satirica, è stato paragonato al Don Chisciotte.
(source: Bol.com)

Satana cerca moglie

Un naufrago della vita, un cagnolino randagio: niente più di questo è Tony, il trovatello che Luque di Mayo, il potentissimo e cinico hidalgo, ha raccolto in una taverna spagnola e portato sul suo yacht per farne, a suo capriccio, il proprio giocattolo. Però… Però che cosa si nasconde in realtà nel cuore nero di colui che i superstiziosi chiamano «Satana», il diavolo? E che cosa, o meglio, chi si nasconde sotto gli stracci del trovatello? Una giovanissima e innocente orfana allevata in convento e pronta a dare tutta sé stessa a chi le tende una mano amica. Saprà resistere Satana alla tentazione?

Sartoria

Dall’autore di “Dieci racconti” e “La Radiosveglia”, un altro racconto breve dal gusto surreale e moderno, che fonde sapientemente le intuizioni di una certa letteratura americana con le piccole psicosi del nostro paese.

Il sarto di Ulm. Una possibile storia del Pci

Dal xx congresso del 1991, in cui fu decretata la morte del Partito comunista italiano, sono passati diciotto anni. Fu una morte deliberata, accelerata dalla volontà di un “nuovo inizio”. Quel nuovo inizio non c’è stato. Al suo posto si è verificata la perdita di un patrimonio politico, organizzativo e teorico fra i più complessi e strutturati del panorama mondiale. Il Pci, dalla sua fondazione nel 1921 alla lotta partigiana, dalla svolta di Salerno del 1944 alla destalinizzazione del 1956, dal lungo Sessantotto al compromesso storico e all’occasione – mancata per sempre – dell’alternanza democratica, ha attraversato e segnato quasi un secolo di storia italiana. Un cammino che Lucio Magri ripercorre senza mai perdere di vista gli ineludibili, spesso fatali, nessi con gli eventi della scena politica internazionale. Negli anni sessanta il partito aveva raggiunto la propria maturità, era in piena ascesa ed era impegnato nell’ambizioso progetto della “via italiana al socialismo”. E negli anni ottanta – nonostante inerzie e ritardi – le potenzialità riformatrici, l’influenza e il seguito di questa grande forza progressista erano ancora enormi. Perché allora nel congresso del 1991 prevalse quella decisione? Perché fu imposta una perdita tanto precipitosa quanto assoluta?
**