55521–55536 di 72034 risultati

Gioco crudele

Port Arbello, una tranquilla cittadina dell’America d’oggi, dove il delitto e la violenza sono sconosciuti. Ma a Port Arbello, cento anni fa, una bambina è stata violentata e assassinata, e un uomo, suo padre, si è gettato in mare.
I Conger e la loro casa, la grande casa sul pro montorio che si affaccia sull’oceano.
La leggenda di una caverna maledetta, inutilmente cercata per intere generazioni, dove il destino ha deciso che succederanno cose orribili.
Due bambine, la dolce Elizabeth e la povera Sarah persa nel mondo della schizofrenia, che giocano con la tavoletta oui-ja e vengono raggiunte dallo spirito di Beth.
E il terrore che si scatena, i bambini di Port Arbello che cominciano a scomparire, a vivere l’allucinante esperienza di una tragedia vecchia di un secolo ma sempre uguale nel tempo…
Perché l’innocenza muore subito, mentre il male vive ancora, e ancora, e ancora.
Un capolavoro di orrore sovrannaturale.

Giochi pericolosi

L’ex agente Stacy Killian si è trasferita a New Orleans nella speranza di dimenticare gli orrori di cui è stata testimone nel suo passato. Ma quando scopre Cassie, la sua vicina di casa, freddata da due pallottole nella schiena, il suo istinto di poliziotto riprende il sopravvento. Determinata a vendicare l’amica, non tiene in considerazione i consigli della polizia e indaga lei stessa nel mondo dei giochi di ruolo di cui la vittima era seguace. Molto presto la pista si rivela quella giusta. Un’altra persona viene trovata morta. Poi un’altra ancora. Le morti, sempre più vicine, riguardano uomini e donne che sono entrati in contatto con Leo Noble, inventore fortunato d’un gioco di ruolo molto apprezzato tra i nuovi adepti. Un gioco nero e violento in cui i partecipanti si affrontano l’uno dopo l’altro fino a quando ne resta uno solo. Stacy comprende allora che l’assassino ha ingaggiato una partita reale con la polizia. Nello spirito malato di quest’individuo dimora una sola regola: uccidere. Uccidere fino all’ultimo avversario per restare l’unico, incontrastato, padrone del gioco…

Giochi di società

Una scrittura dal taglio inconfondibile, corrosiva, rapida, agrodolce. Dorothy Parker è stata la regina dei salotti intellettuali della New York anni Venti e la più salace fustigatrice del costume americano: nei suoi racconti vivono personaggi indimenticabili che si agitano tra i dettami di un codice sociale frivolo e grottesco, che l’autrice mette all’indice con feroce ironia. Questo volume raccoglie alcuni dei suoi pezzi migliori, per la maggior parte inediti in Italia, in cui la magnifica scrittura della Parker si avventa contro i conformismi e le schizofrenie del mondo borghese, senza mai dimenticarsi di sorriderne.
(source: Bol.com)

Il giocatore

La passione per il gioco d’azzardo viene narrata in questo romanzo che Dostoevskj scrisse di getto nell’ottobre del 1866. Una passione cieca e folle che annienta la ragione e che spinge il giocatore a concentrare tutte le sue forze e il suo coraggio nel sogno di dominare il caso. La duplice attrazione del protagonista per il gioco e per l’altera Polina, pur in circostanze, ambienti e atmosfere vagamente allucinate, riflette la vita personale dell’autore. Attraverso le vicende del protagonista Aleksej Ivanovic, l’immaginaria stazione termale Roulettenburg in cui si svolge l’azione si trasforma nella rappresentazione di un mondo interiore mai completamente dominato, sempre esposto ai colpi di un destino avverso.

Giocati dal caso. Il ruolo della fortuna nella finanza e nella vita

Con piglio narrativo e una serie continua di racconti e aneddoti Taleb ci spiega il ruolo che il caso e la fortuna hanno sulla nostra vita. Troppo spesso scambiamo per abilità e bravura quello che è solo fortuna. Utilizzando in modo divertente e accessibile la teoria della probabilità l’autore, che compare nel libro sotto l’aspetto del personaggio Nerone, un moderno Candide, spazia dal famoso processo al giocatore americano OJ Simpson alla filosofia di Karl Popper per dimostrare come l’ignoranza delle regole probabilistiche influenza ogni aspetto della nostra vita. Scambiare la fortuna per abilità può provocare danni enormi mentre saper riconoscere la casualità può rappresentare una fortuna per tutti.
**

Giocarsi la pelle

L’investigatore privato Toby Peters, assunto dalla Metro per proteggere Chico Marx (al quale è stato brutalmente intimato di pagare una grossa cifra che nega di aver perduto) si rivolge con una raccomandazione ad Al Capone che lo invia a Chicago a chiedere soccorso al fratello Ralph, a Nitti o a Guzik. Già da queste poche righe si intuisce che “Giocarsi la pelle” è un giallo pazzo. Un giallo come ne scrive solo il professor Stuart Kaminksy della Northwestern University, con tanto di personaggi veri che paiono più che immaginari e tanto di situazioni inventate che paiono più che plausibili. Peters ricorda un poco il Sam Spade di Dashiell Hammett e il Philip Marlowe di Raymond Chandler, ma Kaminsky lo tratta con una donse in più di affettuosa ironia, non dimenticando che, in fondo, anche Woody Allen può essere un eroe dei nostri tempi. Anzi, probabilmente, l’unico eroe ammissibile. In compenso, la ricostruzione degli anni Quaranta è puntigliosa e scintillante, e il ritmo della narrazione è rapido, duro, spregiudicato come appunto si addice a un onesto giallo d’azione. Kaminsky è riuscito a concicliare gli spunti più diversi e apparentemente inconciliabili grazie non solo a un grande desiderio, ma a una grande passione per il proprio argomento.

Giocando col fuoco

Elizabeth vuole solo scappare: scappare dal noioso paesino dov’è nata e cresciuta; scappare dalle persone che la circondano, sempre pronte a criticarla; scappare dal ragazzo che prima le ha giurato amore eterno e poi le ha spezzato il cuore. L’occasione giusta si presenta quando sua zia, in procinto di partire per le vacanze, le offre di trasferirsi nel suo lussuoso appartamento di Londra. E, quando Elizabeth incrocia lo sguardo di Dominic, il ricco e affascinante vicino di casa, la sua vita cambia per sempre. Una sola notte insieme, ed è subito chiaro che quello potrebbe essere l’inizio di un amore travolgente, intenso, autentico. Eppure, all’improvviso, Dominic decide di troncare la loro relazione. Secondo lui, Elizabeth è troppo innocente e ingenua per condividere i suoi desideri più segreti, la sua ossessione per il controllo, le inusuali pratiche sessuali che predilige. Ma Elizabeth non ha paura d’inoltrarsi nell’abisso tormentato ed enigmatico dell’animo di Dominic, ed è disposta a superare ogni inibizione e tabù pur di restare con lui.

Il giglio insanguinato

###
Dopo la vittoria delle tre principesse di Ruwenda – Haramis, Kadiya e Anigel sul temibile Mago Orogastus, quest’ultimo è stato esiliato nell’inaccessibile Kimilion e là dovrebbe rimanere per sempre, pena un terribile sconvolgimento nel Mondo delle Tre Lune. Ma, dodici anni più tardi, L’Arcimaga Haramis viene a conoscenza della fuga dal Kimilion del Mago Portolanus e, temendo che si tratti di Orogastus, consulta il proprio talismano, il Cerchio dalle Tre Ali. Il talismano le rivela che Portolanus è in grado di spezzare i tre talismani dello Scettro del Potere e che le tre sorelle sono in grave pericolo. Ma lo è anche il futuro di Rowenda: Haramis lo capisce allorché il Giglio Nero del suo amuleto e di quelli delle sorelle sta diventando rosso, come il sangue…

I giganti di pietra

Wandrei, specialista d’un genere di fantascienza «vera », alla Lovecraft, riprende qui uno dei temi più cari al suo maestro: quello degli Old Ones, i giganteschi extraterrestri che popolarono un giorno la Terra e che hanno lasciato tra noi, in attesa di ritornare, delle mostruose sentinelle. Allo stesso incubo sono legate affascinanti e misteriose rovine, che costituiscono per gli archeologi altrettanti problemi non risolti: ma in realtà, da Stonehenge all’Isola di Pasqua, l’enigma da risolvere è uno solo.
Copertina di Karel Thole

I Giganti della Terra

Shane Evert è un collaborazionista: lavora per gli Aalaag, i nuovi padroni della Terra. Ma è anche un patriota, e sta preparandoil giorno della riscossa. Travestito da pellegrino, viaggia in un mondo allucinato e irriconoscibile per diffondere la parola d’ordine dell’insurrezione. Contro i colossi Aalaag e la titanica tecnologia che li sostiene, si scatena una guerriglia che presto sfocerà in uno scontro mortale. Una nuova odissea fantascientifica dell’autore del ciclo dei “Dorsai”.
Copertina di Marco Patrito

Il Giardino Segreto

IL GIARDINO SEGRETO by Frances Hodgson Burnett
Quali segreti si trovano dietro le porte a Misselthwaite Manor? Recentemente arrivato alla tenuta di suo zio, orfana Mary Lennox è viziato, malaticcio e certo che lei non piace vivere lì. Poi scopre che la porta ad arcuata in un giardino incolto, zitto, dopo la morte di sua zia, dieci anni prima. Mary inizia presto trasformandolo in una cosa di bellezza–ignaro che lei sta cambiando troppo.Ma Misselthwaite si nasconde un altro segreto, mary scopre una notte. Alta in una stanza buia, lontano dal resto della casa, si trova il suo giovane cugino, Colin, che crede di che essere un incurabile non valido, destinato a morire giovane. Sue bizze sono così spaventosi, nessuno può ragionare con lui. Se solo, Mary spera, lei può ottenere Colin ad amare il giardino segreto, come lei fa, sua magia funzionerà meraviglie su di lui.

Il giardino di pietra

È una calda giornata di giugno, Josefin Cederén cammina con la figlia Emily lungo la strada di un quartiere residenziale di Uppsala, quando improvvisamente una macchina le investe con violenza, uccidendole. Quello stesso giorno, scompare Sven-Erik Cederén, marito e padre delle due vittime, ora principale sospettato del duplice omicidio. Ma davvero si è trattato di un dramma privato? È possibile che un uomo arrivi ad annientare la propria famiglia? Alla guida delle indagini, Ann Lindell, trentacinque anni, da quindici all’anticrimine di Uppsala, non ne è del tutto convinta. C’è anche un’altra pista che si fa strada: Cederén potrebbe essere coinvolto in un clamoroso scandalo farmaceutico internazionale. Impegnata nelle ricerche con la determinazione che la distingue, Ann intanto sente sempre più forte il desiderio di una vita normale, ma proprio quando è convinta che le cose comincino a girare nel verso giusto, si trova improvvisamente davanti a una scelta decisiva che rimette tutto in discussione. Esponente di spicco della scuola del giallo svedese, Kjell Eriksson è stato il primo a fare di una donna la protagonista di una serie poliziesca di successo, ottenendo un riconoscimento da parte della polizia di Stoccolma per l’autenticità e l’impegno del suo racconto.

Il giardino dell’amore

Artemas Hunt, “maestro” di una società segreta, non è riuscito a salvare la propria amante da una morte violenta, e da cinque anni vive solo per vendicarsi. Madeline Reed Deveridge, soprannominata la “vedova malvagia”, è sospettata di aver ucciso il marito e ora teme per la propria vita. Ma sul conto di Artemas, Madeline sa un paio di cose che lui vorrebbe tenere assolutamente segrete e che lei minaccia di rivelare se non la aiuterà. Ghiotte notizie per la società londinese, che non solo distruggerebbero la sua reputazione ma vanificherebbero anche le sue possibilità di vendetta. E tutto ciò mentre Artemas e Madeline sono preda di una straordinaria attrazione, forse preludio del vero amore.

Il giardino degli orrori

Maxime Lisbonne, giornalista freelance di cronaca nera, sta seguendo il caso raccapricciante di Chateauroux, dove sono stati ritrovati i corpi di alcune bambine che il giardiniere di un istituto per giovani portatori di handicap avrebbe seviziato e ucciso. Rientrato a Parigi per seguire nuove piste, Maxime trova un messaggio di Vincent Tournaire, ex collega di cui da anni non aveva più notizie, che chiede di incontrarlo. Si tratta evidentemente di una questione della massima importanza, ma parlare con lui sarà impossibile: Tournaire viene assassinato. E quando un altro ex collega rimane vittima di un incidente, Maxime comincia a capire che il giardiniere di Chateauroux sembra solo la pedina di una rete criminale che sta prendendo di mira proprio lui…