55329–55344 di 72034 risultati

Le imprevedibili conseguenze dell’amore

Orla Hart è una star: milioni di lettrici in tutto il mondo divorano i suoi mielosi romanzi d’amore, che si concludono ogni volta con un appagante lieto fine. Tuttavia adesso ha perso il suo tocco magico, perché la vita – quella reale – non è certo come lei la racconta nei suoi libri. Da tempo, infatti, il marito la tradisce con una donna molto più giovane di lei e, sebbene lo ami ancora alla follia, Orla non può più sopportare il peso di quell’umiliazione, finita persino sulle prime pagine dei giornali di gossip. Così, l’unica soluzione che vede all’orizzonte è sparire, per sempre… Il destino, però, ha in serbo per lei un nuovo, inaspettato capitolo: l’incontro con Millie, una ragazza che ha appena lasciato l’ennesimo fidanzato perdutamente innamorato di lei. Stufa di ritrovarsi impelagata in relazioni soffocanti, Millie vuole prendersi un po’ di tempo solo per sé, e coinvolge nelle sue avventure anche la celebre scrittrice. Travolta dalla sua esuberanza, Orla si lascia trascinare dalla fresca e disinvolta vitalità di Millie, e decide d’ispirarsi proprio a lei per creare la protagonista del suo nuovo romanzo. Con una differenza rispetto al passato: questa volta il lieto fine deve essere autentico e il personaggio deve innamorarsi anche nella realtà. Il problema è che Millie non ha nessuna intenzione d’impegnarsi. Ma Orla ne è convinta: l’amore – quello vero – trova sempre un pertugio nel cuore e sboccia quando meno te lo aspetti…

Le imprevedibili coincidenze dei ricordi (Pandora)

Marissa Rogers è una ragazza normale, che si accontenta di poco. Solo una cosa nella sua vita è speciale: l’amicizia con la splendida, volitiva Julia, la compagna di scuola che ha sempre saputo riempirle il cuore e le giornate con le sue idee bizzarre, i suoi sogni, i suoi capricci. Anche adesso che hanno trent’anni, e ciascuna la propria vita, Marissa coltiva con dedizione quel legame così importante. Fino a quando, un giorno, un incidente cambia tutto: Julia viene investita da un’auto, e riporta dei danni al cervello che ne alterano la memoria e la personalità. Da quel momento diventa svagata, confusa. Perfino cattiva. E mentre lei si aggrappa al presente, Marissa si tuffa nel passato e, per la prima volta, guarda lucidamente a quell’amicizia che ha plasmato la sua esistenza. Tanto da spingerla, anni prima, a lasciare il suo grande amore pur di non perdere l’amica. Adesso che i ricordi parlano una lingua nuova, Marissa si domanda: Chi è davvero Julia? E fino a che punto ha manipolato la sua vita? Combattuta tra l’affetto nei suoi confronti, e la scoperta di aver vissuto solo attraverso di lei, Marissa comincia così un viaggio dentro se stessa. Per decidere se, in nome del loro legame, potrà perdonare. E cominciare a vivere davvero. L’esordio di Camilla Noe Pagán è un romanzo toccante e delicato su quella complicata specie di amore che è l’amicizia femminile. Un universo luminoso e insieme imperscrutabile in cui, a volte, scegliamo di perdonare anche ciò che non riusciremo mai a dimenticare
**
### Sinossi
Marissa Rogers è una ragazza normale, che si accontenta di poco. Solo una cosa nella sua vita è speciale: l’amicizia con la splendida, volitiva Julia, la compagna di scuola che ha sempre saputo riempirle il cuore e le giornate con le sue idee bizzarre, i suoi sogni, i suoi capricci. Anche adesso che hanno trent’anni, e ciascuna la propria vita, Marissa coltiva con dedizione quel legame così importante. Fino a quando, un giorno, un incidente cambia tutto: Julia viene investita da un’auto, e riporta dei danni al cervello che ne alterano la memoria e la personalità. Da quel momento diventa svagata, confusa. Perfino cattiva. E mentre lei si aggrappa al presente, Marissa si tuffa nel passato e, per la prima volta, guarda lucidamente a quell’amicizia che ha plasmato la sua esistenza. Tanto da spingerla, anni prima, a lasciare il suo grande amore pur di non perdere l’amica. Adesso che i ricordi parlano una lingua nuova, Marissa si domanda: Chi è davvero Julia? E fino a che punto ha manipolato la sua vita? Combattuta tra l’affetto nei suoi confronti, e la scoperta di aver vissuto solo attraverso di lei, Marissa comincia così un viaggio dentro se stessa. Per decidere se, in nome del loro legame, potrà perdonare. E cominciare a vivere davvero. L’esordio di Camilla Noe Pagán è un romanzo toccante e delicato su quella complicata specie di amore che è l’amicizia femminile. Un universo luminoso e insieme imperscrutabile in cui, a volte, scegliamo di perdonare anche ciò che non riusciremo mai a dimenticare

Un’impresa Da Eroi

Una serie fantasy epica mozzafiato. Morgan Rice ripete l’impresa! Questa magica saga ricorda il meglio di J.K. Rowling, George R.R. Martin, Rick Riordan, Christopher Paolini e J.R.R. Tolkien. Non sono riuscita a chiudere il libro!”
–Allegra Skye, autore del best-seller SAVED
Dall’autrice best-seller Morgan Rice giunge il primo capitolo di una nuova serie fantasy. UN’IMPRESA DA EROI (LIBRO 1 nell’ANELLO DELLO STREGONE) ruota attorno all’epica crescita di un ragazzo speciale, un quattordicenne proveniente da un piccolo villaggio ai confini del Regno dell’Anello. Il piu giovane di quattro fratelli, il meno favorito del padre, odiato dai suoi fratelli, Thorgrin sente di essere diverso dagli altri. Sogna di diventare un grande guerriero, di entrare tra gli uomini del Re e proteggere l’Anello dalle orde di creature che popolano l’altra parte del Canyon. Quando raggiunge l’eta giusta ma il padre gli vieta di tentare l’ingresso nella Legione del Re, Thor rifiuta di prendere quel ‘no’ come una risposta definitiva: si mette in cammino da solo, determinato a farsi strada all’interno della Corte del Re ed essere preso sul serio.
Ma la Corte del Re e impegnata con i propri drammi familiari, lotte di potere, ambizioni, gelosia, violenza e tradimento. Re MacGil deve scegliere un erede tra i suoi figli e l’antica Spada della Dinastia, la sorgente di tutto il loro potere, giace ancora intatta in attesa del prescelto. Thorgrin si presenta come un outsider e lotta per essere accettato e per far parte della Legione del Re.
Thorgrin viene a scoprire di avere misteriosi poteri per lui stesso incomprensibili, capisce di possedere un dono speciale e un altrettanto speciale destino. Contro ogni opposizione, si innamora della figlia del re e mentre la loro relazione proibita sboccia, Thor scopre di avere dei potenti rivali. Mentre combatte per dare senso ai propri poteri, lo stregone del re lo prende sotto la propria ala protettiva e gli racconta della madre che non ha mai conosciuto, di una terra lontana, oltre il Canyon, addirittura al di la della terra dei Draghi.
Prima che Thorgrin possa avventurarsi all’esterno e diventare il guerriero che desidera, deve portare a compimento il suo allenamento. Ma questo rischia di essere interrotto quando Thor si trova proiettato nel bel mezzo dei complotti e contro-complotti reali, che minacciano il suo amore e lo mettono al tappeto – e l’intero regno con lui.
Con la sua sofisticata struttura e caratterizzazione, UN’IMPRESA DA EROI e un racconto epico di amici e innamorati, di rivali e seguaci, di cavalieri e draghi, di intrighi e macchinazioni politiche, di crescita, di cuori spezzati, di inganno, ambizione e tradimento. E un racconto di onore e coraggio, di fato e destino, di stregoneria. E un fantasy che ci trasporta in un mondo che non dimenticheremo mai, e che affascinera lettori di ogni eta e genere. Il libro e costituito da 82.000 parole. Il secondo libro della serie verra presto pubblicato. Tradotto da Annalisa Lovat
“Mi ha preso fin dall’inizio e non ho piu potuto smettere…. Questa storia e un’avventura sorprendente, incalzante e piena d’azione fin dall’inizio. Nono esistono momenti morti.”
–Paranormal Romance Guild {parlando di Turned}
“Pieno zeppo di azione, romanticismo, avventura e suspense. Metteteci sopra le mani e non finirete di innamorarvene.”
–vampirebooksite.com (parlando di Turned)
“Un grande intreccio, e proprio il genere di libro che farete fatica a mettere giu per dormire. Il finale e ad alta tensione, talmente spettacolare che vorrete comprare all’istante il libro successivo, anche solo per vedere cosa succede.”
–The Dallas Examiner {parlando di Loved}

Gli impostori: Inchiesta sul potere

Il 22 giugno 1983, in un caldo pomeriggio di inizio estate, Emanuela Orlandi, giovane cittadina del Vaticano, scompare nel nulla. Nei giorni successivi si avviano ricerche spasmodiche, che nei mesi e negli anni porteranno a un susseguirsi di indagini giudiziarie, inchieste giornalistiche, ipotesi complottistiche più o meno fantasiose. Ma nessun indizio concreto aiuterà a far luce su uno dei misteri più inquietanti della recente storia d’Italia. Ora Emiliano Fittipaldi, giornalista d’inchiesta che ha già indagato sugli scandali della Santa Sede con i bestseller Avarizia e Lussuria, ricostruisce nuovi tasselli fondamentali della drammatica vicenda di Emanuela grazie a un documento misterioso, di provenienza vaticana. Da cui, se la sua veridicità venisse confermata, emergerebbero squarci impensabili sul destino della quindicenne; o, nel caso contrario, sulle inesauribili trame di cui si serve il potere per nascondere realtà impossibili da rivelare. È la prima delle tre inchieste che compongono questo libro, indagine serrata e documentatissima sulle mistificazioni dei potenti, troppe volte sicuri della propria impunità. La seconda inchiesta racconta i retroscena dell’indagine giornalistica che ha travolto a fine 2016 la giunta del sindaco di Roma Virginia Raggi, portando all’arresto di collaboratori importanti e aprendo la crisi del Movimento 5 Stelle nella capitale. La terza è dedicata all’ascesa del gruppo di potere che ha accompagnato la scalata di Matteo Renzi, presidente del Consiglio dal febbraio 2014 al dicembre 2016. Gli impostori, denuncia Fittipaldi, sono gli uomini che vendono rivoluzioni e speranze, ma fanno il contrario di quanto hanno promesso. Coloro che attraverso menzogne e propaganda si presentano davanti all’opinione pubblica con maschere che occultano la vera faccia del potere. Questo libro è un’energica e appassionata difesa del libero giornalismo d’inchiesta come antidoto irrinunciabile alle loro imposture. Che fine ha fatto Emanuela Orlandi dopo la sua scomparsa il 22 giugno 1983? Chi comanda davvero al Comune di Roma? Qual è la vera storia del “Giglio magico” di Matteo Renzi? Tre inchieste, tre indagini esplosive che smascherano le menzogne del Potere.

L’impiccato di Saint-Pholien

Brema, una notte di fine novembre. In un albergo di infima categoria, un uomo si spara un colpo di rivoltella in bocca sotto gli occhi di Maigret. Da questo suicidio apparentemente inspiegabile, alla cui origine vi sono eventi che rimontano a quasi dieci anni prima, prende le mosse un’inchiesta che porterà il commissario da Brema a Parigi, da Parigi a Reims, e infine a Liegi, dove lo scioglimento del dramma coinciderà con la scoperta di una società segreta: la Confraternita dell’Apocalisse. (Le inchieste di Maigret 2 di 75)
(source: Bol.com)

Impero. Il nuovo ordine della globalizzazione

Il mondo sorto dopo il crollo del blocco sovietico è il mondo del libero mercato che ha travolto le frontiere dei vecchi Stati-nazione. La sovranità è passata a una nuova entità, l’Impero, a cui partecipano i vertici degli Stati Uniti e il G8, agenzie militari come la Nato, gli organismi di controllo dei flussi finanziari come la Banca mondiale o il Fondo monetario, e infine le multinazionali che organizzano la produzione e la distribuzione dei beni. L’Impero vuole porsi come fonte della pace e della giustizia. Ma porta dentro di sé gli stessi elementi che potrebbero condurlo alla rovina: la moltitudine degli individui che nelle opportunità offerte dalla globalizzazione possono trovare gli spazi per una rivoluzione dell’ordine mondiale.
**

Impero interstellare

C’era una volta un grande impero che si stendeva tra le stelle. C’erano una volta i grandi imperatori che governavano centinaia di pianeti abitati, e che difendevano le rotte stellari mediante flotte di incrociatori spaziali, costruiti col massimo della perfezione di una tecnologia mai precedentemente raggiunta dall’uomo. E come tutti gli imperi della storia umana, anche quell’impero delle stelle, il più grande di tutti, decadde e crollò. I mondi che erano le sue colonie vennero lasciati a se stessi, e precipitarono in un Medioevo di ignoranza, barbarie, superstizione. Ma possedevano ancora una comune eredità: le astronavi imperiali funzionavano ancora. Si riparavano da sole, erano a prova di errore umano, indistruttibili dagli elementi, e obbedivano ai comandi di chiunque si sedesse ai loro quadri di controllo, molto semplici. Questa è la base del presente romanzo di John Brunner, che contiene tre romanzi in un solo volume: la saga di coloro che cercarono di risalire dal Nuovo Medioevo a un Nuovo Rinascimento… avendo a disposizione soltanto le astronavi del grande passato: vecchie, ma ancora capaci di funzionare

L’impero di Cindia

Sono tre miliardi e mezzo. Sono più giovani di noi, lavorano più di noi, studiano più di noi. Hanno schiere di premi Nobel. Guadagnano stipendi con uno zero in meno dei nostri. Hanno arsenali nucleari ed eserciti di poveri. È ”Cindia”: Cina e India, il dragone e l’elefante. Cindia non indica solo l’aggregato delle due nazioni più popolose del pianeta: è il nuovo centro del mondo, dove si decide il futuro dell’umanità. Più di metà della popolazione mondiale è concentrata in quest’area, ed è la metà che cresce. Cresce sia demograficamente che economicamente. Oggi vi è però fra Cina e India una differenza radicale che ne fa due modelli alternativi. L’India è la più vasta democrazia esistente al mondo, un esempio di pluralismo e di tolleranza unico per quelle dimensioni. La Cina è il più imponente modello di Stato autoritario, funzionale e modernizzatore.
Federico Rampini racconta questo enorme impero nascente e cerca di rispondere a una delle domande chiave del nostro futuro: vincerà la ricetta cinese, quella indiana, o un misto fra le due? E con quali conseguenze per il resto del mondo?
(source: Bol.com)

Imperium (Versione italiana)

Tra i grandi personaggi dell’antica Roma, nessuno è stato più geniale e controverso di Marco Tullio Cicerone. Eppure ben pochi avrebbero scommesso sul suo futuro quando, all’età di ventisette anni, scelse di lanciarsi nell’infido e violento mondo della politica, deciso a raggiungere con ogni mezzo l’imperium, il sommo potere statale. A raccontare la sua straordinaria vicenda umana è in queste pagine il fedele Tirone, il segretario particolare sempre al suo fianco nei momenti più radiosi e in quelli più difficili, testimone dei suoi incontri privati e latore dei suoi messaggi segreti. Robert Harris ci consegna un ritratto di Cicerone ben diverso dal personaggio solenne che noi conosciamo. Imperium è un grande romanzo che ci svela i retroscena di una realtà fatta di intrighi e di corruzione, singolarmente affine alla nostra. Un affresco ricchissimo e drammatico che mette a nudo i meccanismi della lotta per il potere e le componenti dell’ambizione politica, una rigorosa ricostruzione storica da leggere come un thriller appassionante.

Impatto

La Terra è diventata un bersaglio.E all’agente Wyman Ford restano solo 60 ore per salvarla.Che cos’ha in comune un meteorite precipitato al largo della costa del Maine con le misteriose pietre radioattive color ambra in vendita nei mercati clandestini di Bangkok? A Wyman Ford, ex agente della CIA, viene affidato il compito di individuarne il luogo di estrazione: perché quello sconosciuto minerale, nelle mani sbagliate, potrebbe rivelarsi un’arma di potenza distruttiva. O almeno così la pensa il governo americano. Ma quando, in Cambogia, Ford scopre che la cava delle “gocce di miele” ha una insolita conformazione a cratere, si fa pericolosamente concreta l’ipotesi di Abbey Straw, la ragazza appassionata di astronomia che ha previsto l’arrivo del meteorite: secondo lei, il corpo celeste avrebbe perforato la crosta terrestre nel Maine per riemergere dall’altro lato del pianeta. Intanto, in California, viene assassinato lo studioso di astronomia Jason Freeman: aveva scoperto che sulla superficie di Deimos, satellite di Marte, è visibile il profilo di una strana struttura simile a un cannone. È chiaro che la Terra è ormai diventata un gigantesco, indifeso bersaglio. E all’agente Ford restano solo sessanta ore, il tempo di rotazione del satellite, per salvarla da un nuovo, e potenzialmente catastrofico, lancio. Dopo il successo di Eresia, il nuovo thriller apocalittico di Douglas Preston: un vorticoso viaggio nello spazio, un conto alla rovescia che toglie il respiro

L’immortalità

«Nessuno, oggi, possiede la grazia di Kundera: il suo tocco: quella combinazione inimitabile di ironia e amarezza, di malinconia e leggerezza. Basta aprire il libro, leggere due righe, corteggiare un’immagine, inseguire disperatamente un motivo; e ci diciamo sorridendo: “È Kundera”»
(Pietro Citati su L’immortalità).

Gli immortali

Avvolto nelle brume della preistoria si cela un segreto che per centinaia di migliaia di anni nessuno è riuscito a svelare. Un gruppo di esseri umani ha scoperto il modo di vivere indefinitamente, ma l’esistenza degli immortali non è pacifica né priva di pericoli, perchè le civiltà che si succedono nei millenni rappresentano una sfida al loro potere e un rischio che non sempre può essere calcolato. Gli immortali, inoltre, hanno un progetto che li isola dal resto del mondo, la conquista dell’infinito. Nel suo ultimo romanzo Poul Anderson ha voluto tracciare un’avventura che si snoda in un arco di tempo lunghissimo e che si proietta verso un futuro spettacolare. Un romanzo poderoso e avvincente che approda sulle pagine di URANIA dopo aver riscosso grande successo in libreria nella collana Altri mondi.
Copertina: Oscar CHICHONI

Immortale odium

Roma, 1881: la salma di papa Pio IX viene trasportata di notte nella chiesa di San Lorenzo in Lucina, per essere tumulata. Un gruppo di anticlericali assale il corteo e cerca di gettare la bara nel Tevere. In seguito, una loggia massonica conia una medaglia per i partecipanti all’assalto: l’incisione evoca l'”immortale odium” per il Papato. Da questa storia vera, Rino Cammilleri ha tratto un provocatorio [leggi tutto …] thriller storico in cui, parecchi anni dopo quei fatti, un misterioso gruppo, “I sette Maccabei”, comincia a uccidere uno a uno i possessori di quella medaglia, e un ex poliziotto ora prete, don Alicante, indaga per conto del papa. Verrà alla luce un mistero scandaloso, legato alle vicende della Repubblica Romana di Mazzini.

L’immaginazione creatrice. Le radici del sufismo

«L’immaginazione attiva è essenzialmente l’organo delle teofanie, poiché essa è l’organo della Creazione, e quest’ultima è essenzialmente teofania. Nella misura stessa in cui l’Essere Divino è creatore poiché ha voluto conoscersi negli esseri che lo conoscono, è impossibile dire che l’immaginazione sia ‘illusoria’. Il nostro essere manifestato è l’immaginazione divina; la nostra immaginazione è immaginazione dentro la sua immaginazione.» (Henry Corbin)
Questo studio magistrale su Ibn ‘Arabî, uno dei più grandi filosofi e mistici sufi, ci fa conoscere aspetti essenziali e suggestivi della corrente esoterica dell’Islam. Ci imbattiamo così in un Dio ‘patetico’ piuttosto che onnipotente, venato di tristezza e nostalgia. La creazione, atto della sua immaginazione, proviene dal suo bisogno di essere conosciuto, e il cuore del mistico è il luogo in cui essa trova il proprio vero compimento. Dice Ibn ‘Arabî: «se egli, col suo essere, ci ha dato la vita e l’esistenza, anch’io do a lui vita conoscendolo nel mio cuore»
Henry Corbin è tra i massimi orientalisti del Novecento, filosofo e storico delle religioni. La sua opera ha esercitato un’influenza profonda ben oltre il perimetro degli studi specialistici e le sue opere hanno favorito il dialogo tra le culture e, soprattutto, tra Occidente e Oriente. Questo libro in particolare è dedicato a Ibn Arabi (1165-1240), fra i più grandi filosofi e mistici dell’Islam, e diventa l’occasione per far conoscere al lettore aspetti essenziali e affascinanti del sufismo, la corrente esoterica dell’Islam in cui la spiritualità si accompagna alla più grande tolleranza.

L’immaginazione al potere

L’immaginazione al potere è il celebre slogan coniato a Parigi, nel 1968, durante la cosiddetta rivoluzione di maggio. E Clifford Simak, che di immaginazione ne ha sempre avuta da vendere, l’ha preso alla lettera. Ma questo non è, ripetiamo non è, un romanzo di fantasy. Streghe e castelli incantati, soldati nordisti e sudisti, personaggi di romanzi e di fumetti, lupi mannari e serpenti di mare hanno qui una ragione d’essere perfettamente razionale, una funzionalità d’ordine niente affatto soprannaturale, una presenza e un potere tutt’altro che fiabeschi. Sono lo sterminato esercito dell’immaginazione, col quale l’umanità si trova tutto a un tratto a dover fare i conti; e sono forse, suggerisce Simak come l’anonimo contestatario parigino, la sola via per uscire dal vicolo cieco in cui la nostra specie si è cacciata.
Copertina di Karel Thole

L’imitatore di voci

Rare cose fanno sognare come quelle notizie di cronaca che racchiudono un destino in poche righe dettate in tono di spassionata neutralità. In questo libro Thomas Bernhard ha scelto come forma letteraria appunto la notizia di cronaca. Così troveremo qui più di cento romanzi in altrettante pagine. Prendendo di sorpresa il lettore, e sostituendo una guizzante velocità al martellio ossessivo dei suoi libri più celebri, Bernhard inanella una serie di storie esilaranti e oltraggiose, tutte enunciate da un cronista che si pretende di impeccabile sobrietà e precisione. I fatti innanzitutto – sembra dirci, con celato sarcasmo. E i fatti, nella loro nudità, riescono pur sempre a sbalordirci. Sono multiformi e coatti come il protagonista della storia che dà il titolo al libro: un imitatore di voci che riusciva a imitare ogni voce possibile ma rimaneva interdetto e si dichiarava incapace quando gli chiedevano di imitare la propria. “L’imitatore di voci” è apparso per la prima volta nel 1978.
(source: Bol.com)