54801–54816 di 63547 risultati

Non dimenticarti di me.

Dal capitolo “Losing Your Memory”:
“Tutto accadde in poco tempo.
Il semaforo cambiò colore, da rosso passò a verde, ma Damon non ebbe il tempo di mettere la marcia giusta che un’enorme botta arrivò da dietro, spingendo la macchina verso il marciapiede che era a qualche metro di fronte a loro.
Elena urlò dallo spavento e, a causa della forza del tamponamento, il suo corpo fu spinto in avanti.
Troppo in avanti.”
**
### Sinossi
Dal capitolo “Losing Your Memory”:
“Tutto accadde in poco tempo.
Il semaforo cambiò colore, da rosso passò a verde, ma Damon non ebbe il tempo di mettere la marcia giusta che un’enorme botta arrivò da dietro, spingendo la macchina verso il marciapiede che era a qualche metro di fronte a loro.
Elena urlò dallo spavento e, a causa della forza del tamponamento, il suo corpo fu spinto in avanti.
Troppo in avanti.”

Non chiedermi mai perché

**Emozionante come Io prima di te
Romantico come One day

Autrice del bestseller Te lo dico sottovoce**

È la vigilia di Natale e Ottavia si gode uno dei periodi dell’anno che preferisce. Anche suo figlio è al settimo cielo: col nasino all’insù osserva i fiocchi di neve che imbiancano i tetti delle case. I biscotti allo zenzero sono ancora caldi, riempiono del loro profumo l’auto carica di regali, una musica allegra accompagna Ottavia, Mattia e Stefano mentre si mettono in viaggio verso la casa dei nonni. Quasi abbagliati dalla felicità, si accorgono troppo tardi della macchina davanti a loro… Ottavia si sveglia in un letto d’ospedale e capisce subito che qualcosa è cambiato: lo vede negli occhi e nella voce della madre, negli sguardi dei medici. Fuori continua a nevicare, come se la soffice coltre bianca volesse coprire ogni cosa, ma il ricordo di Mattia e Stefano è e sarà troppo vivo per potere essere dimenticato… È possibile trovare il modo per non annegare nel dolore? Si può trovare la forza, dopo aver toccato il fondo, per riscrivere il proprio destino?

Ai primi posti delle classifiche in Italia
Autrice del bestseller Te lo dico sottovoce

La storia di una giovane donna che, di fronte al dolore più grande, trova il modo per ricominciare a vivere

‘Lucrezia Scali scrive in modo semplice, tenero ed emozionante. Mi sono innamorata di questo libro.’

‘Lucrezia Scali si dimostra un’autrice matura, con uno stile di scrittura ricercato, curato e scorrevole.’

Lucrezia Scali

È nata a Moncalieri nel 1986 e qualche anno più tardi si è trasferita a Torino. Il suo amore per gli animali l’ha guidata fino alla facoltà di Medicina Veterinaria. Te lo dico sottovoce, suo romanzo d’esordio, è stato pubblicato dalla Newton Compton con un notevole successo, restando per oltre 20 settimane ai primi posti delle classifiche, ed è stato tradotto in Germania. La Newton Compton ha pubblicato anche La distanza tra me e te, L’amore mi chiede di te, *Non chiedermi mai perché *e, in versione ebook, Come ci frega l’amore.

(source: Bol.com)

Non cercarmi mai più

EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DI CERCAMI ANCORA

MIGLIOR ESORDIO DELL’ANNO PER GOODREADS

**TANGLED SERIES

La commedia sexy e divertente che sta conquistando i lettori di tutto il mondo

Il bestseller più sexy, romantico ed esilarante dell’anno!**

Drew Evans è bello e arrogante, fa affari multimilionari nella società di famiglia e seduce le donne più belle di New York con un semplice sorriso. Allora perché è stato per sette giorni con le imposte chiuse nel suo appartamento, triste e depresso? Lui risponderebbe per via dell’influenza. Ma noi sappiamo per certo che non è proprio la verità.
Katherine Brooks è brillante, bella e ambiziosa. Quando Kate viene assunta come nuova associata presso l’impresa di investimento bancario del padre di Drew, il focoso playboy entra in tilt. La competizione professionale che si stabilisce tra i due mette in crisi Drew, l’attrazione per lei è fonte di distrazione e soprattutto portarsela a letto sembra una missione impossibile.
Non cercarmi mai più è il racconto privato, scandaloso e spiritosissimo di un casanova impenitente. Ma, mentre racconta la sua storia, Drew capisce finalmente che l’unica cosa che non aveva mai voluto nella vita, è l’unica di cui adesso non può più fare a meno.

**Bestseller USA Today e New York Times
Da mesi nella classifica dei libri più venduti negli USA

Può un libro romantico e sensuale far ridere in modo irrefrenabile? È quello che succede leggendo l’esilarante e sexy esordio di Emma Chase**

Le lettrici lo hanno scelto e hanno scritto:

‘Ho riso continuamente, mentre leggevo il libro. Mi sono ritrovata a citare le frasi di Drew a chiunque mi stesse accanto. Brava Emma, il tuo libro si merita davvero tutto il buzz online che ha scatenato!’

‘Mio Dio! Sono così felice di aver letto questo libro per capire se tutto il can can in rete fosse giustificato. L’ho AMATO da pazzi! Trovarsi nella testa di Drew è la cosa più divertente che mi sia capitata da anni. Un assoluto must read.’

Il 97% delle lettrici americane ha amato questo libro

Emma Chase

Nonostante sia l’autrice della Tangled Series, è una moglie fedele e una madre premurosa. Passa le notti in compagnia dei suoi personaggi, e ha una relazione di amore-odio con la caffeina. È un’avida lettrice e prima del suo debutto letterario divorava un libro al giorno.

(source: Bol.com)

Non c’è amore più grande

Lasciò cadere la valigia sul marciapiede, guardò oltre la corsia privilegiata dei taxi e degli autobus dell’aeroporto verso il parcheggio riservato. Alto un metro e ottantacinque, dotato del fascino disinvolto di atleta di college quale era stato, era il tipico esempio del giovane chirurgo di successo…

Non abbiamo abbastanza paura: Noi e l’islam

«Dobbiamo avere più paura di quella che abbiamo. Una paura così grande da trasformarsi nel coraggio di uccidere per non morire.» In questo acuminato pamphlet di Vittorio Feltri la paura diventa, paradossalmente, la madre del coraggio. Il coraggio di riconoscere un nemico in tutta la sua pericolosità e, quindi, di affrontarlo. Oggi il nemico è quella parte del mondo musulmano che, con nomi diversi (al-Qaeda, Isis, Stato islamico, Califfato), si è organizzata militarmente e statualmente per conquistare l’Occidente, e che, con l’attentato terroristico alla sede della rivista satirica parigina «Charlie Hebdo», ha colpito la democrazia occidentale in uno dei suoi princìpi cardine: la libertà di espressione. Rendendo sempre più evidente quel mortale scontro di civiltà di cui Oriana Fallaci, come una moderna Cassandra, si fece premonitrice inascoltata nei suoi ultimi scritti.
Dobbiamo avere più paura, ci ammonisce Feltri, perché questi terroristi non sono membri di cellule impazzite, bensì guerrieri di un esercito il cui cemento è l’odio per l’Occidente e l’assoluta intolleranza religiosa verso chiunque si discosti dall’islam e dalla «sharia», la legge che regola anche i costumi quotidiani e i rapporti familiari e interpersonali, calpestando la dignità delle donne con la totale sottomissione al potere maschile e indottrinando i figli a una pratica religiosa che, con la sua barbarie, travalica i limiti del più elementare concetto di umanità.
Questo disprezzo per gli «infedeli» nella sua espressione più brutale e spietata non è esclusiva di gruppi islamisti dogmatici e settari. È anzi facilmente rintracciabile nel Corano, che Feltri cita puntualmente per mostrare come, leggendo le parole del Profeta, sia una contraddizione in termini parlare di «islam moderato»: se le radici sono l’odio e la violenza contenuti nelle sure dettate da Maometto, la pianta che ne nasce può dare come frutto solo il cieco e sanguinario fanatismo oggi imperante.
Siamo sotto assedio, in stato di guerra. L’islam ha scatenato la «jihad», la guerra santa, contro l’Occidente. Ecco perché dobbiamo avere più paura e difendere con coraggiosa intransigenza i nostri valori, la nostra identità culturale e le sue radici cristiane. Se continuiamo a addolcire le nostre posizioni con il miele del «politicamente corretto» più ottuso, a smussare i nostri argomenti con la lima dei sottili distinguo, se soffochiamo le grida di allarme con il silenzio di una miope tolleranza, se, insomma, non iniziamo ad avere veramente paura, avremo perso ancor prima di combattere, consegnandoci come vittime impotenti al furore del terrorismo integralista islamico.

Nome in codice: Diva

***Presto un grande film con Jennifer Lawrence, protagonista di Hunger Games e premio Oscar 2013 *** Nella Russia di Putin, Dominika Egorova è un’agente speciale dei Servizi Segreti, addestrata come seduttrice. La sua missione è delicata e pericolosissima: agganciare con una honey trap Nathaniel Nash, agente della CIA, e scoprire l’identità della talpa insediata ai vertici, che da quattordici anni passa informazioni sensibili agli americani facendo saltare la copertura degli infiltrati russi in America. Ma nel mondo dell’intelligence tutto è labile e opaco, soprattutto se l’incognita dell’attrazione arriva a confondere ulteriormente le carte. Dominika inizia così una doppia vita e un doppio gioco, in cui si mescolano la spirale di sospetti, il desiderio di vendetta, la disillusione, la dissimulazione. Tra Mosca, Washington, Helsinki, Atene e Roma, Jason Matthews costruisce uno spy thriller dove ogni singolo dettaglio ci cattura, ci convince e ci lascia senza fiato.
(source: Bol.com)

Nome in codice Red Rabbit

Jack Ryan è un professore di storia da poco congedato dai Marines e trasferitosi in Inghilterra per scrivere un libro. Dopo una serie di pericolosi incontri con una cellula dell’IRA, Ryan viene notato dai vertici della CIA e dei servizi britannici e ingaggiato per una collaborazione. Ben presto, però, si rende conto che da lui ci si attende qualcosa di più: sventare, per esempio, un complotto organizzato dai vertici del Cremlino per eliminare papa Giovanni Paolo II.
**

Noi fratelli

Nella ‘nuova avventura’ del cristianesimo condotta da papa Francesco, caratterizzata da un confronto aperto con tutte le altre religioni, un ruolo particolare sta assumendo il dialogo con l’Islam.

Ma quali sono stati nel corso della storia i rapporti tra le due grandi fedi monoteiste, che contano oggi quasi cinque miliardi di fedeli?

Giancarlo Mazzuca e Stefano Girotti Zirotti ripercorrono i momenti salienti di un dialogo spesso interrotto, a partire dal VII secolo, quando l’Islam incominciò la sua espansione con il profeta Maometto.

Ecco allora raccontati i primi incontri tra cristiani e musulmani, i doni che si scambiarono Carlo Magno e Harun al-Rashid, il califfo delle Mille e una notte, i tentativi di san Francesco d’Assisi per riportare pace e amore tra i contendenti delle crociate e il successo di Federico II nel promuovere nella Città Santa un periodo di convivenza tra popoli di diverso credo, ma anche gli errori e le incomprensioni che scatenarono veri e propri massacri, le nove crociate e le lotte sanguinose per la conquista di Gerusalemme, per poi passare alle più recenti guerre coloniali e mondiali, fino alle Primavere arabe e agli attentati terroristici degli ultimi anni.

Se oggi, con papa Francesco, il dialogo è particolarmente fecondo, nel corso dell’ultimo secolo molti leader e personaggi chiave hanno dato il loro contributo nella costruzione di un ponte ideale: per esempio, Charles de Foucauld si impegnò nell’evangelizzazione dei Paesi magrebini e si dedicò all’assistenza di poveri e malati nelle terre colonizzate dalla Francia; Benito Mussolini faceva trasmettere da Radio Bari un programma quotidiano in lingua araba e ricevette nel deserto la Spada dell’Islam a suggello di un legame duraturo; Enrico Mattei fu grande ambasciatore nel mondo dell’Islam con il petrolio.

Osservando le azioni compiute nel corso dell’ultimo secolo, gli autori ravvisano un progetto per la costruzione di un ponte basato sulla fratellanza. Un traguardo difficile da raggiungere, ma fortissimamente voluto da tutti coloro che lottano contro gli estremismi e i fanatismi e che si sono schierati per la pace e l’amore dicendo con forza, come ripete spesso papa Francesco, ‘mai più guerre nel nome della religione’.

(source: Bol.com)

Noi Due Finalmente Soli

La casa di Eric era vuota, c’eravamo solo io e lui. Stavamo insieme ormai da qualche mese e finalmente potevamo stare soli per un po’ di tempo. Era la nostra occasione. Era vero che prima di lui non avevo avuto nessuna relazione, ma in quei mesi l’attrazione che provavo nei suoi confronti era cresciuta sempre di più. Non resistivo ulteriormente. Lo volevo avere tutto per me.
“Sono proprio un maleducato, ti ho fatto entrare in casa e non ti ho offerto niente” disse staccandosi da me. “Cosa desidera, mio caro ospite?” riprese mostrando uno dei suoi sorrisi che mi faceva palpitare il cuore ogni volta.
Si avvicinò alla mia faccia, le nostre labbra si sfiorarono. Ero già accaldato e la sua vicinanza non aiutava. Con quella sua espressione sulla faccia era così provocatorio. La mossa perfetta era iniziare a stuzzicarlo.

Noi

Scritto fra il 1920 e il 1922 il romanzo – considerato come il precursore del più noto 1984 orwelliano – è ambientato nel futuro e descrive un’organizzazione statale che individua nel libero arbitrio la causa dell’infelicità umana e pretende di controllare le vite dei cittadini attraverso un sistema di efficienza e precisione industriale. Una aperta denuncia della soppressione della libertà di pensare e di immaginare dell’essere umano e della conseguente sua riduzione a numero.

(source: Bol.com)

Nocturnia – La Guerra contro il Sire Oscuro: L’ebook fantasy italiano più amato!

**Nocturnia** è un mondo oscuro, corrotto dalla **magia nera** e infestato dalle **orrende creature** da essa generate. Per giungervi si deve superare un Varco, un **passaggio incantato** che la separa dalla nostra Terra. Thomas Travers non si sognerebbe mai di farlo se non dovesse aiutare Diana: una ragazza fragile, nata sul nostro mondo, ma **erede di una dinastia di maghe potentissime** e destinata a reclamare il trono di Nocturnia. Attraversato il Varco, i due vivranno **avventure meravigliose**, **terrori indicibili** e **passioni potentissime**.
La Saga di Nocturnia è stata un fulmine a ciel sereno. Dal 2012, anno di pubblicazione del primo romanzo della Saga, decine di migliaia di lettori l’hanno scoperta e amata, molti di loro indicandola come il **miglior fantasy italiano** degli ultimi anni, dove fantasia e amore, avventura e passione riuscivano a farli sognare come nessun altro. Una lettura veloce e magnetica, che spinge ogni volta a dire: “ancora una pagina!” 
Oggi, per la prima volta e in esclusiva per KDP, in un unico ebook ** gl ultimi tre fantastici romanzi**, a un prezzo incredibile! Non lasciarti sfuggire l’occasione di entrare in un mondo dal quale non vorrai uscire.
Ecco cosa ne pensano i lettori:
**La saga di Nocturnia ★★★★★**
di Frank 1899 
Tre sole parole…SAGA BELLISSIMA CONSIGLIATISSIMA
**Un sogno ad occhi aperti! ★★★★★**
di Pantaclart
Bellissimo, sentito, emozionante! Per gli amanti del genere fantasy è più bello perfino del signore degli anelli! Io mi sono fatta un film e per quanto ero ansiosa di leggerne la fine ora che ho finito mi dispiace. Veramente complimenti Stefano!!!
**Magnetico ★★★★★**
di Absinthe85 
Meraviglioso! Privo di eccessive descrizioni,intrigante e ricco di suspance. Uno dei migliori fantasy che abbia letto negli ultimi anni.. 
**Bello ! ★★★★★**
di Batfabio 
Ho letto tutta la trilogia che regge tranquillamente il confronto con altre opere ben più conosciute e costose. Complimenti all’autore!
**
### Sinossi
**Nocturnia** è un mondo oscuro, corrotto dalla **magia nera** e infestato dalle **orrende creature** da essa generate. Per giungervi si deve superare un Varco, un **passaggio incantato** che la separa dalla nostra Terra. Thomas Travers non si sognerebbe mai di farlo se non dovesse aiutare Diana: una ragazza fragile, nata sul nostro mondo, ma **erede di una dinastia di maghe potentissime** e destinata a reclamare il trono di Nocturnia. Attraversato il Varco, i due vivranno **avventure meravigliose**, **terrori indicibili** e **passioni potentissime**.
La Saga di Nocturnia è stata un fulmine a ciel sereno. Dal 2012, anno di pubblicazione del primo romanzo della Saga, decine di migliaia di lettori l’hanno scoperta e amata, molti di loro indicandola come il **miglior fantasy italiano** degli ultimi anni, dove fantasia e amore, avventura e passione riuscivano a farli sognare come nessun altro. Una lettura veloce e magnetica, che spinge ogni volta a dire: “ancora una pagina!” 
Oggi, per la prima volta e in esclusiva per KDP, in un unico ebook ** gl ultimi tre fantastici romanzi**, a un prezzo incredibile! Non lasciarti sfuggire l’occasione di entrare in un mondo dal quale non vorrai uscire.
Ecco cosa ne pensano i lettori:
**La saga di Nocturnia ★★★★★**
di Frank 1899 
Tre sole parole…SAGA BELLISSIMA CONSIGLIATISSIMA
**Un sogno ad occhi aperti! ★★★★★**
di Pantaclart
Bellissimo, sentito, emozionante! Per gli amanti del genere fantasy è più bello perfino del signore degli anelli! Io mi sono fatta un film e per quanto ero ansiosa di leggerne la fine ora che ho finito mi dispiace. Veramente complimenti Stefano!!!
**Magnetico ★★★★★**
di Absinthe85 
Meraviglioso! Privo di eccessive descrizioni,intrigante e ricco di suspance. Uno dei migliori fantasy che abbia letto negli ultimi anni.. 
**Bello ! ★★★★★**
di Batfabio 
Ho letto tutta la trilogia che regge tranquillamente il confronto con altre opere ben più conosciute e costose. Complimenti all’autore!

No way down (Ingrandimenti)

“Vedendo da vicino il picco del K2, il grande seracco e il Collo di Bottiglia, contemplandone la bellezza e il minaccioso fascino, ho cominciato a comprendere perché un coraggioso gruppo di uomini e donne aveva rischiato la vita per scalare la montagna.” La notte del 1º agosto 2008 ben ventiquattro scalatori di quindici diverse spedizioni internazionali partirono contemporaneamente all’attacco del K2. Solo tredici di loro ritornarono al Campo base. Gli altri undici riposano per sempre nelle viscere della montagna. Quel che resta di loro è una lapide, ricavata da un piattino di latta, al Gilkey Memorial. La più grande tragedia alpinistica nella storia della vetta himalayana si consumò in quarantotto ore da brivido che tennero col fiato sospeso il pubblico di tutto il mondo, dalla Corea all’Europa, dagli Stati Uniti all’Italia, rappresentata da Marco Confortola. Le indagini giornalistiche hanno stabilito che fu una tragedia in gran parte annunciata. Il cattivo coordinamento fra i capi spedizione provocò l’errato posizionamento delle corde già sulla Spalla. Sul Collo di Bottiglia l’eccessivo numero di scalatori attardò i ritmi di ascesa. Sul Traverso alcuni di loro andarono in crisi, ma vollero comunque proseguire, esponendosi ai colpi mortali della montagna. Poi la mancanza di ossigeno, il freddo disumano, l’incedere della notte, la falce di neve e ghiaccio rilasciata dall’enorme seracco del K2 fecero il resto. No Way Down racconta tutto ciò che è successo e tutto ciò che non doveva succedere in quella maledetta avventura a più di 8000 metri di quota. Fra morti improvvise, colpi di scena imprevedibili, corde che si lacerano, valanghe grandi come la paura, atti di eroismo e di amore, corpi martoriati e stremati, questo libro sembra un thriller ed è invece una storia vera, drammaticamente vera, che narra l’irresistibile fascino della sfida fra gli esseri umani e la sconfinata forza della Natura.
**
### Sinossi
“Vedendo da vicino il picco del K2, il grande seracco e il Collo di Bottiglia, contemplandone la bellezza e il minaccioso fascino, ho cominciato a comprendere perché un coraggioso gruppo di uomini e donne aveva rischiato la vita per scalare la montagna.” La notte del 1º agosto 2008 ben ventiquattro scalatori di quindici diverse spedizioni internazionali partirono contemporaneamente all’attacco del K2. Solo tredici di loro ritornarono al Campo base. Gli altri undici riposano per sempre nelle viscere della montagna. Quel che resta di loro è una lapide, ricavata da un piattino di latta, al Gilkey Memorial. La più grande tragedia alpinistica nella storia della vetta himalayana si consumò in quarantotto ore da brivido che tennero col fiato sospeso il pubblico di tutto il mondo, dalla Corea all’Europa, dagli Stati Uniti all’Italia, rappresentata da Marco Confortola. Le indagini giornalistiche hanno stabilito che fu una tragedia in gran parte annunciata. Il cattivo coordinamento fra i capi spedizione provocò l’errato posizionamento delle corde già sulla Spalla. Sul Collo di Bottiglia l’eccessivo numero di scalatori attardò i ritmi di ascesa. Sul Traverso alcuni di loro andarono in crisi, ma vollero comunque proseguire, esponendosi ai colpi mortali della montagna. Poi la mancanza di ossigeno, il freddo disumano, l’incedere della notte, la falce di neve e ghiaccio rilasciata dall’enorme seracco del K2 fecero il resto. No Way Down racconta tutto ciò che è successo e tutto ciò che non doveva succedere in quella maledetta avventura a più di 8000 metri di quota. Fra morti improvvise, colpi di scena imprevedibili, corde che si lacerano, valanghe grandi come la paura, atti di eroismo e di amore, corpi martoriati e stremati, questo libro sembra un thriller ed è invece una storia vera, drammaticamente vera, che narra l’irresistibile fascino della sfida fra gli esseri umani e la sconfinata forza della Natura.

No filter. L’amore non segue un copione

Rainie conosce benissimo i suoi difetti. Potrebbe elencarli a occhi chiusi e non le basterebbero le dita di due mani. Tanto per cominciare, è pigra, incostante, inaffidabile. Ma non ha intenzione di cambiare. Perché sprecare energie a migliorarsi quando i problemi si possono semplicemente ignorare? D’altra parte è impossibile trovare uno scopo nella vita per una ragazza che non ha mai avuto una vera passione. Se solo riuscisse a capire ciò che le interessa davvero, tutto sarebbe più facile. E all’improvviso incontra Tuck. Entusiasta, determinato e intraprendente. Rainie se ne innamora a prima vista. Quel ragazzo, cosi diverso da lei, diventa la sua passione. Conquistarlo, il suo scopo. Disposta a seguirlo a ogni costo, Rainie decide perfino di fare domanda presso la scuola di teatro in cui lui lavora durante l’estate. Ma quando sembra che ogni cosa stia andando come nel più consumato dei copioni, Rainie si imbatte in Milo, carino e appassionato di fotografia. E l’amore, si sa, è imprevedibile e presto scombina le carte in tavola. Adesso che i ragazzi sono diventati due le cose si complicano e Rainie dovrà finalmente affrontarle.

Ninive

Assiria, VII secolo a.C. Nel palazzo reale di Ninive regna incontratato Asarhaddon. Le inerosabili leggi del potere prevedono che il fratello Tiglath debba prendere la via dell’esilio, dove incontrerà straordinarie avventure. Ma a Ninive Tiglath dorà ritornare, per sciogliere un antico segreto, che coinvolge le sorti dell’impero assiro. Un grande affascinante romanzo storico.

Nina e il Mistero dell’Ottava Nota

Nina ha conquistato il primo Arcano, primo passo per sconfiggere il malefico Conte Karkon Ca’ D’oro, antagonista (e uccisore) di suo nonno, l’alchimista Micha. Nella seconda avventura la piccola si trova a dover fronteggiare lo storico nemico, ma si rende conto che il complotto a danno della Sesta Luna è ben più intricato. Compare la figura del nuovo sindaco di Venezia, il marchese Loris Sibilo Loredan (detto LSL), essere viscido, dai capelli lisci e brizzolati, la pelle olivastra e inquietanti occhi verdi. Il primo cittadino di Venezia si pone come nuovo antagonista nella missione di Mina e dei suoi amici Cesco, Roxy, Fiore e Dodo, aiutati dal professor José. E proprio questi ultimi due finiscono in prigione per volere di LSL, che in pubblico si mostra premuroso, ma che in realtà è alleato di Karkon nella lotta per avere il dominio sulla Sesta Luna. Nina, che ha trovato gli Appunti del malvagio Karkon, scopre la Numeromagia e la Meccageometria. Mentre cerca di risolvere i misteri, grazie a una pozione incontra la Voce della Persuasione, emblematico personaggio, in tutto simile a un monaco che, da quel momento, comincia a popolare i suoi sogni e le sue visioni. Cosa vuole? È amico o nemico? Per conquistare il Secondo Arcano i ragazzi devono ritornare nel passato… La conquista del Secondo Arcano è una meta raggiungibile (e raggiunta alla fine di quest’avventura), ma Nina sa bene che la lotta contro Karkon e i suoi alleati è ancora lunga e pericolosa.