54769–54784 di 66978 risultati

Kizil Elma. Storie di Costantinopoli

Kizil Elma significa Mela Rossa nella lingua turca. Tale appellativo era stato dato dagli Ottomani alla città di Costantinopoli.
Questo testo raccoglie, in una nuova veste rieditata e corredata di informazioni storiche, tre racconti incentrati su alcune figure e leggende turche che ruotarono attorno alla città di Costantinopoli e al processo che portò alla sua conquista.
Due di queste storie sono state ospitate sul portale www,imperobizantino.it e un’altra nella rivista Basileia, dedicata anch’essa a Bisanzio. In aggiunta, troverete come “special guest” uno spaccato narrativo della vita nella Costantinopoli di fine XIV secolo, vista attraverso la vicenda dell’incontro con un argiroprata. Il brano fa parte del romanzo thriller storico “L’ombra del Serpente”.
Racconti:
* IL CANNONE DI ORBAN: la storia della nascita della famosa bombarda che ebbe un ruolo determinante durante l’assedio di Costantinopoli nel 1453.
* LA BATTAGLIA DELLA PIANA DEI MERLI (KOSOVO POLJE): racconto dell’epico scontro nel 1389 tra la coalizione serbo-bosniaca, guidata dal principe di Serbia Lazar Hrebeljanovic, e l’esercito del sultano Murad I. Battaglia durante la quale salirà al potere il sultano Bayazid I, detto La Folgore, assassinando il fratello.
* LA LEGGENDA DI BALIKLI: due nobili spagnoli, nella Istambul del 1860, viaggiano alla scoperta delle rovine di Costantinopoli. Verranno a conoscenza della leggenda legata alla fonte sacra di Balikli e all’ultimo imperatore della città, Costantino XI.
**
### Sinossi
Kizil Elma significa Mela Rossa nella lingua turca. Tale appellativo era stato dato dagli Ottomani alla città di Costantinopoli.
Questo testo raccoglie, in una nuova veste rieditata e corredata di informazioni storiche, tre racconti incentrati su alcune figure e leggende turche che ruotarono attorno alla città di Costantinopoli e al processo che portò alla sua conquista.
Due di queste storie sono state ospitate sul portale www,imperobizantino.it e un’altra nella rivista Basileia, dedicata anch’essa a Bisanzio. In aggiunta, troverete come “special guest” uno spaccato narrativo della vita nella Costantinopoli di fine XIV secolo, vista attraverso la vicenda dell’incontro con un argiroprata. Il brano fa parte del romanzo thriller storico “L’ombra del Serpente”.
Racconti:
* IL CANNONE DI ORBAN: la storia della nascita della famosa bombarda che ebbe un ruolo determinante durante l’assedio di Costantinopoli nel 1453.
* LA BATTAGLIA DELLA PIANA DEI MERLI (KOSOVO POLJE): racconto dell’epico scontro nel 1389 tra la coalizione serbo-bosniaca, guidata dal principe di Serbia Lazar Hrebeljanovic, e l’esercito del sultano Murad I. Battaglia durante la quale salirà al potere il sultano Bayazid I, detto La Folgore, assassinando il fratello.
* LA LEGGENDA DI BALIKLI: due nobili spagnoli, nella Istambul del 1860, viaggiano alla scoperta delle rovine di Costantinopoli. Verranno a conoscenza della leggenda legata alla fonte sacra di Balikli e all’ultimo imperatore della città, Costantino XI.

Kingdom of Nowhere: 1. La Danza Dei Cent’Anni

## Comincia tutto con una grande luce. Audrey Clark, detective della polizia di Montreal, un attimo prima sta inseguendo un sospetto di omicidio e un attimo dopo si trova  in un villaggio dall’aspetto antico, medievale. La gente la spinge verso una piazza e qua… un rogo è stato preparato per una ragazza vestita di bianco. Audrey pensa di essere morta, di essere in coma, di avere un’allucinazione; tutto è più credibile della realtà: è nel 1431, in Francia, e a quanto pare la Guerra dei Cent’Anni per lei non è più solo una nozione storica. Il suo involontario compagno di viaggio è Heraut d’Aubert, uomo orgoglioso e permaloso, che però sembra in grado di superare i pregiudizi del suo tempo e fidarsi di una donna…
## CONTIENE SCENE ESPLICITE – CONSIGLIATO A UN PUBBLICO ADULTO
Non so quanto tempo rimasi accucciata lì, sulla riva del fiume. So solo che a un certo punto qualcuno mi tirò su per le ascelle e mi fece allontanare. Ripresi a sentire: i miei stessi singhiozzi, le mie stesse parole smozzicate.
Heraut mi abbracciò. Indossava la coperta come una specie di peplo romano.
«Madame Audrey… che cosa vi succede, all’improvviso? Perché l’anno in cui siamo vi addolora così tanto?».
Tirai su con il naso. «Non mi credereste».
«Mettetemi alla prova».
Lo guardai. Mi accigliai. «Dovevate restare fermo. Siete ferito».
«Bene, non l’ho fatto. Ora ditemi che cosa vi turba così tanto. Vi crederò».
«Sono nata nel 1985. Ieri mattina mi sono svegliata nel mio presente, il 2018. Poi c’è stata una luce bianca fortissima… mi sono trovata qua».
Heraut non si mise a ridere.
Come avrei scoperto in seguito, era il genere di persona che capisce in fretta le cose e che prende in fretta le sue decisioni, se necessario, ma sempre concedendosi un attimo per ponderare a mente fredda.
Mi fissò per quasi un minuto, pensieroso. Toccò la stoffa del mio giaccone, su una manica. Fece scorrere un dito lungo la cerniera, mosse il tiretto su e giù. Non appena ne comprese il meccanismo, mi aprì la giacca. Osservò le tasche interne, la fondina ascellare, il maglioncino aderente che avevo sotto. Ne toccò il filato, in basso, vicino a uno dei miei fianchi. Studiò i miei jeans elasticizzati senza toccarli, poi i miei stivali.
«Le vie del Signore sono misteriose, sapete. Sì, vi credo. Comunque non penso che sia impossibile».

King Lear

Cura e traduzione di Guido Bulla
Edizione integrale con testo inglese a fronte
Opera di alta poesia e immensa forza teatrale, il Re Lear nasce nella massima fase creativa di Shakespeare, situandosi quasi certamente fra Otello e Macbeth. Partendo dalla dimensione favolistica e folclorica della spartizione del regno a opera del vecchio sovrano, il dramma ci trascina per gradi nel cuore di una spietata riflessione sui rapporti familiari, sulla crudeltà della lotta per il potere, sugli istinti predatori mai sopiti nell’uomo, fino a raggiungere, dopo un’immersione nel baratro della follia, una sanguinosa e ambigua rigenerazione. È significativo che questa tragedia, manifestando un’allarmante “modernità”, abbia trovato interpreti sensibili ed efficaci nei maggiori registi teatrali e cinematografici del Novecento.
«Noi ci faremo carico dei misteri del mondo
Come fossimo spie per conto degli dèi.
E sopravviveremo, pur tra i muri
Di una prigione, ai branchi e alle fazioni dei potenti,
Guardandoli fluire e rifluire
Come onde di marea sotto la luna.»
William Shakespeare
nacque a Stratford on Avon nel 1564. Nel 1592 era già conosciuto come autore di teatro e fra il 1594 e il 1595 vennero rappresentati almeno quattro suoi drammi. Fece parte dell’importante compagnia del Lord Ciambellano, che godette di ininterrotto favore a Corte prendendo sotto Giacomo i il nome di King’s Men. Morì a Stratford nel 1616. La Newton Compton ha pubblicato in questa collana le opere di Shakespeare in volumi singoli, e nella collana “I Mammut” il volume unico Tutto il teatro e le raccolte Le commedie e Le grandi tragedie.
**
### Sinossi
Cura e traduzione di Guido Bulla
Edizione integrale con testo inglese a fronte
Opera di alta poesia e immensa forza teatrale, il Re Lear nasce nella massima fase creativa di Shakespeare, situandosi quasi certamente fra Otello e Macbeth. Partendo dalla dimensione favolistica e folclorica della spartizione del regno a opera del vecchio sovrano, il dramma ci trascina per gradi nel cuore di una spietata riflessione sui rapporti familiari, sulla crudeltà della lotta per il potere, sugli istinti predatori mai sopiti nell’uomo, fino a raggiungere, dopo un’immersione nel baratro della follia, una sanguinosa e ambigua rigenerazione. È significativo che questa tragedia, manifestando un’allarmante “modernità”, abbia trovato interpreti sensibili ed efficaci nei maggiori registi teatrali e cinematografici del Novecento.
«Noi ci faremo carico dei misteri del mondo
Come fossimo spie per conto degli dèi.
E sopravviveremo, pur tra i muri
Di una prigione, ai branchi e alle fazioni dei potenti,
Guardandoli fluire e rifluire
Come onde di marea sotto la luna.»
William Shakespeare
nacque a Stratford on Avon nel 1564. Nel 1592 era già conosciuto come autore di teatro e fra il 1594 e il 1595 vennero rappresentati almeno quattro suoi drammi. Fece parte dell’importante compagnia del Lord Ciambellano, che godette di ininterrotto favore a Corte prendendo sotto Giacomo i il nome di King’s Men. Morì a Stratford nel 1616. La Newton Compton ha pubblicato in questa collana le opere di Shakespeare in volumi singoli, e nella collana “I Mammut” il volume unico Tutto il teatro e le raccolte Le commedie e Le grandi tragedie. 

Il Killer Delle Fiabe: Libro Primo

Il killer delle fiabe: Libro primo by Roberto Re
Un rustico abbandonato in un piccolo paese della provincia di Torino.
E, al suo interno, il cadavere di un uomo legato ad un letto, completamente dilaniato dai morsi di un animale. Ma non è questo che lascia perplesso Luca Morelli, Ispettore di Polizia dalla vita sregolata e con alle spalle una famiglia sfasciata, quando arriva sul luogo del ritrovamento.
È un libro di favole lasciato accanto alla vittima, “Cappuccetto Rosso”.
Affiancato dalla sua collega ed ex compagna, Morena Camogli,inizia le indagini rese difficili dall’assoluta mancanza di prove.
Nel giro di pochi giorni, altri tre omicidi scuotono la provincia di Torino. Entrambi commessi dalla stessa mano. E in entrambi i casi, l’assassino lascia come propria firma un libro di fiabe sulla scena del crimine, fiabe delle quali si è servito per inscenare il delitto.
In un crescendo di tensione e difficoltà, Morelli e il suo team cercano in tutti i modi di venire a capo della soluzione. Fino a quando, un ritrovamento fortuito sul luogo di uno dei delitti sembra aprire uno spiraglio nelle indagini. Uno spiraglio che si perde indietro nel tempo, nel passato della tormentata famiglia dell’ispettore.
“Il killer delle fiabe” è il primo romanzo della serie incentrata sulle indagini dell’ispettore Morelli.

Kelly Bailey

Kelly Bailey è lo Spin Off del romanzo bestseller “Semplicemente Perfetta”
Thomas Bailey aveva tutto: soldi, macchine, donne e potere.
Oggi ha solo sé stesso. Solo la sua voglia di ricominciare e dimostrare al mondo e soprattutto a suo padre, quello che vale. Il suo unico scopo nella vita è ormai quello di riconquistare la sua fiducia.
Ma un giorno qualunque la sua buia, desolata e inutile esistenza, viene sconvolta dall’arrivo di Martina, una ragazza che prima d’ora non avrebbe destato in lui il minimo interesse, ma che mai come adesso scopre essere l’unica in grado di salvarlo.

Keep calm e impara l’inglese

Keep calm e impara l’inglese by Jeremy J. Kemp
Il metodo più veloce ed efficace per imparare l’inglese!
La lingua inglese è la più diffusa al mondo, e ormai parlarla è diventato indispensabile, nella vita di tutti i giorni e sul lavoro. Ma non sempre la conoscenza che ne abbiamo è sufficiente. Colpa della pigrizia? Mancanza di tempo e denaro per frequentare una scuola? I motivi sono tanti, e le fila di coloro che hanno rinunciato a imparare l’inglese si ingrossano. Ma se fosse invece possibile semplicemente trovando il metodo giusto? E soprattutto, se fosse divertente? Scorrendo questo semplice volumetto c’è la seria possibilità di imparare davvero l’inglese. Non ci credete? Provate per credere. Ne vale la pena, no?
• smetti di compilare esercizi scritti e inizia a parlare
• niente ansia quando parli con i madrelingua
• come capire tutto quando ti parlano velocemente
• ricordarsi tutti i vocaboli
• sfrutta le serie televisive per fare un salto di livello
• scopri i giochi del metodo Moxon
• immergiti in un mondo di inglese anche a casa tua!
**Jeremy J. Kemp**
È insegnante di inglese e direttore della scuola Moxon English, che ha l’obiettivo di aiutarti a imparare l’inglese nel modo più facile.

Il Karma è un Gran Bastardo

Se c’è una cosa che ho capito è che non devi mai, e dico mai, sfidare il fato. Mai, nemmeno una volta.Nemmeno per scherzo! Prendi due persone apparentemente normali come Hanna e Lucas che vivono a Londra.È importante che siano due amanti dei libri e della scrittura, che pubblichino con pseudonimo storie d’amore o ad alto tasso erotico, sebbene nella vita reale non riescano a trovare l’anima gemella o anche solo uno scopamico. È necessario che, in comune, abbiano molte cose, ma il loro nemico numero uno dovrà essere il Karma. Metti tutti questi ingredienti nel romanzo, aggiungi un pizzico di sfortuna, un po’ di goffaggine, tira e molla, lacrime, baci infuocati… Shakera energicamente prima di iniziare la lettura.ATTENZIONE:Mai sfidare il karma.DAL ROMANZO:Mi do un pizzicotto di nascosto, perché ho paura che sia tutto un sogno, che niente di tutto questo sia reale e che forse, in fondo, sto solo baciando mia madre appassionatamente, quindi mi stacco da lui, gli tasto il viso con le mani e non smetto di guardarlo negli occhi.«Sta succedendo davvero, Hanna, siamo qui, siamo noi», sussurra baciandomi velocemente sulle labbra, poi la sua mano afferra la mia prima di aprire la porta senza mai sciogliere le nostre dita intrecciate.«Non è un sogno, vero? Tu sei reale, sei qui, giusto?», domando ancora incredula. ALTRI LIBRI DELLE AUTRICI:Un weekend per quattro (2016)Conquistami se ci riesci (2017)

Karima

KARIMA, di Enrico PandianiIl giovane poliziotto Jean-Pierre Mordenti e il più esperto Alain Servandoni, di origini italiane, sono inseparabili colleghi alla Buoncostume di Parigi. Siamo negli anni Novanta e la villelumière, tra omicidi seriali e terrorismo, ribolle di violenza. I flics sono alla ricerca di due prostitute sparite da alcuni giorni, qualcuno potrebbe averle uccise. Per trovarle rischieranno il posto, la pelle, e affronteranno un temibile protettore di nome Bokassa, che si dice una volta abbia mangiato il cuore di un nemico. Questa indagine segnerà la nascita di un amore profondo e di quel fenomenale nucleo di poliziotti che si chiamerà “Les Italiens”. Questo ebook contiene anche tre racconti collegati al digital co-publishing contest YOU CRIME www.corriere.it/youcrime – Odore di buio, di Christina Anagnos- Club suicidio, di Federico Negri- Morire due volte, di Gabriele Santoni
(source: Bol.com)

KAMERADEN (Sven Hassel Libri Seconda Guerra Mondiale)

“IL MILITE IGNOTO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE ADESSO HA IL SUO MONUMENTO” Morgenavisen, Norvegia
Sentiamo i cingoli dei carri armati in avvicinamento. –Un T-34. Devono averci scoperti, sussurra Fratellino. – Non muovetevi finché non è qui, poi ce la filiamo! L’orribile stridore dei cingoli si avvicina sempre di più. Riconosco l’angoscia: un brivido lungo la spina dorsale. Muoversi un secondo prima del tempo significa morte sicura. Non so come, riusciamo ad alzarci, le gambe funzionano da sole. Il carro armato passa sopra la buca e schiaccia tutto quello che c’è dentro… Poi si allontana ronfando.
Sven Hassel fu reclutato in una compagnia di disciplina come soldato semplice dell’esercito tedesco. Con un realismo immediato e brutale, narra le atrocità della guerra, i crimini nazisti e il senso dell’umorismo cinico e crudo dei soldati. Con oltre 50 milioni di copie vendute, i suoi sono i libri di guerra di maggior successo al mondo.

Kafka Sulla Spiaggia

Kafka sulla spiaggia by Haruki Murakami
*Murakami Haruki in uniform edition Super ET, con le copertine di Noma Bar.*
* * *
Un ragazzo di quindici anni, maturo e determinato come un adulto, e un vecchio con l’ingenuità e il candore di un bambino, si allontanano dallo stesso quartiere di Tokyo diretti a Takamatsu, nel Sud del Giappone. Il primo, che ha scelto come pseudonimo Kafka, è in fuga dal padre, uno scultore geniale e satanico. Mentre il secondo, Nakata, fugge dalla scena di un delitto nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà. Seguendo percorsi paralleli, che non tarderanno a sovrapporsi, il vecchio e il ragazzo avanzano nella nebbia dell’incomprensibile, schivando numerosi ostacoli, ognuno proteso verso un obiettivo che ignora ma che rappresenterà il compimento del proprio destino. Inquietante, avvincente e visionario, *Kafka sulla spiaggia* è il romanzo che consacra Murakami come uno dei piú grandi narratori contemporanei.

Kaddish Per Il Bambino Non Nato (Kaddish for an Unborn Child)

Kaddish per il bambino non nato (Kaddish for an Unborn Child) by Imre Kertész, Mariarosaria Sciglitano
“Da Auschwitz non si può guarire, dalla malattia di Auschwitz mai nessuno si è ripreso” Nel culto ebraico, il kaddish è una breve preghiera composta da piccole formule di lode a Dio in lingua aramaica. Ricorre spesso durante le orazioni giornaliere e viene recitata anche in suffragio dell’anima di un parente. La prima parola di questo Kaddish per il bambino non nato è “No!”. È così che il narratore, uno scrittore ebreo ungherese di mezz’età, György Köves, già presente nei due precedenti romanzi della trilogia kertésziana, risponde a un conoscente che gli chiede se ha un figlio. È la stessa risposta data alla moglie (ora ex moglie) quando, anni prima, lei aveva espresso un desiderio di maternità. La perdita, l’anelito, il rimpianto che tormenta gli anni tra i due “no” dà luogo a una delle meditazioni più eloquenti mai scritte sull’Olocausto. Mentre il narratore si rivolge al bambino che non si è sentito di mettere al mondo, introduce il lettore nei labirinti della sua coscienza, drammatizzando i paradossi che accompagnano la sopravvivenza alla catastrofe di Auschwitz. Il terzo e ultimo romanzo della trilogia dell’“essere senza destino” di Kertész nella quale il Premio Nobel esplora la possibilità di continuare a vivere a dispetto dell’orrore della storia.

Kaddish per il bambino non nato

Nel culto ebraico, il kaddish è una breve preghiera composta da piccole formule di lode a Dio in lingua aramaica. Ricorre spesso durante le orazioni giornaliere e viene recitata anche in suffragio dell’anima di un parente.
La prima parola di questo Kaddish per il bambino non nato è ‟No!”. È così che il narratore, uno scrittore ebreo ungherese di mezz’età, György Köves, già presente nei due precedenti romanzi della trilogia kertésziana, risponde a un conoscente che gli chiede se ha un figlio. È la stessa risposta data alla moglie (ora ex moglie) quando, anni prima, lei aveva espresso un desiderio di maternità. La perdita, l’anelito, il rimpianto che tormenta gli anni tra i due ‟no” dà luogo a una delle meditazioni più eloquenti mai scritte sull’Olocausto. Mentre il narratore si rivolge al bambino che non si è sentito di mettere al mondo, introduce il lettore nei labirinti della sua coscienza, drammatizzando i paradossi che accompagnano la sopravvivenza alla catastrofe di Auschwitz.

JUMBO-10 IL RINNEGATO

In un universo devastato da secoli di guerra interplanetaria tra i Romaghin che distruggono le stelle e i non meno micidiali Setussi, qualcuno finalmente si ribella. È Jumbo-10, l’uomo tank: l’uomo che i suoi catturatori hanno trasformato in strumento di morte, ma che sfugge al loro controllo. L’aiuteranno i mostri del “no man’s land” cosmico: i Muties.
Copertina di Karel Thole

Juke-Box

Juke-box by Erica Arosio, Giorgio Maimone
**Milano**, **1964**. Una serie di foto compromettenti e un odioso ricatto. Il bersaglio è **Massimo Ferranti**, discografico sulla cresta dell’onda e amico di vecchia data di Greta Morandi, a cui chiede aiuto. Ma il **Cantagiro **sta per iniziare e i migliori cantanti della sua scuderia sono in gara. Così, per risolvere il caso, **Greta e Marlon** devono scortare Ferranti, accompagnandolo in tutte le tappe del giro d’Italia in musica, fra concerti affollati, fan a caccia di autografi, Gianni Morandi in costante pole position, giornalisti in cerca di scoop, amori incrociati e invidie pericolose. Intanto **Tom Dubini**, storico fidanzato di Greta, parte per Las Vegas sulle tracce di Iole, vecchia fiamma di Marlon che si è persa inseguendo un impossibile sogno di gloria. Solo in uno spericolato finale tutti i fili potranno ricongiungersi in un’indagine speciale che per la prima volta allontana la storica coppia di investigatori dalla loro Milano, che resta però sempre sullo sfondo.

Juke box. Cento lire tre delitti per Greta e Marlon

Milano, 1964. Una serie di foto compromettenti e un odioso ricatto. Il bersaglio è Massimo Ferranti, discografico sulla cresta dell’onda e amico di vecchia data di Greta Morandi, a cui chiede aiuto. Ma il Cantagiro sta per iniziare e i migliori cantanti della sua scuderia sono in gara. Così, per risolvere il caso, Greta e Marlon devono scortare Ferranti, accompagnandolo in tutte le tappe del giro d’Italia in musica, fra concerti affollati, fan a caccia di autografi, Gianni Morandi in costante pole position, giornalisti in cerca di scoop, amori incrociati e invidie pericolose. Intanto Tom Dubini, storico fidanzato di Greta, parte per Las Vegas sulle tracce di Iole, vecchia fiamma di Marlon che si è persa inseguendo un impossibile sogno di gloria. Solo in uno spericolato finale tutti i fili potranno ricongiungersi in un’indagine speciale che per la prima volta allontana la storica coppia di investigatori dalla loro Milano, che resta però sempre sullo sfondo.

Joomla 3.3

Il libro presenta la nuova versione di Joomla, il CMS più popolare al mondo. Si parte dall’installazione per imparare a costruire passo passo un sito Web. Si vede poi come gestire i contenuti, organizzarli logicamente e creare menu, quindi come creare e gestire gli utenti. Il libro mostra inoltre come creare e modificare template e integrare nel proprio sito moduli e componenti di terze parti. Completa il volume un utile capitolo sull’ottimizzazione SEO.

(source: Bol.com)