54737–54752 di 62912 risultati

La strada per Omaha

Il generale americano MacKenzie Hawkins viene precocemente ”messo a riposo” perch. ritenuto troppo scomodo. La scoperta casuale di documenti segreti molto compromettenti per il Governo americano offre al generale, leggendario eroe di tre guerre, l’occasione di ribellarsi. La sua guerra personale lo porter. A scontrarsi con il Presidente degli Stati Uniti, la Corte Suprema, la CIA, il Pentagono, la mafi a. Ma Hawkins procede per la sua strada: la strada per Omaha.

(source: Bol.com)

La strada nel bosco

Mentre è in vacanza nel Dorset, indugiando come al solito nei pub e fantasticando pensieri erotici e conquiste, Morse legge sul Times di un messaggio che la polizia ha girato al giornale. Contiene un poema che parla di un bosco e di una ragazza, e avverte che questa poesia, giustamente interpretata, fornisce la chiave per risolvere il caso della Fanciulla Svedese, una bella turista scomparsa e, pare, assassinata l’anno prima. L’articolo scatena la serie delle interpretazioni da parte dei lettori del giornale. A Morse vengono affidate le indagini riaperte, mentre il grosso della polizia è interessato a contrastare un’ondata di teppismo giovanile. Morse studia il poema, setaccia ipotesi tra le lettere inviate al giornale, combinandole con le proprie indagini sul campo e con gli interrogatori, di cui è maestro. E mentre dà il tormento al paziente Lewis suo sergente, il lunatico, simpatico ispettore capo si apre una strada verso la comprensione dei misteri del bosco. Morse è un investigatore di classica stoffa inglese, ma è una persona fuori da ogni schema, caratterizzata da difetti amabili, capricci, frustrazioni e fallimenti (spesso amorosi). Le sue indagini si inoltrano nei nodi della vita, nelle piccole intimità segrete delle case, capaci di esplodere nel delitto. Colin Dexter le racconta con un’ironia di straordinaria efficacia raffiigurativa che obbedisce in tutto e per tutto al precetto di Conrad: far udire, sentire, soprattutto vedere con la sola forza della parola scritta.
**

La strada celeste

Nei primi anni Sessanta un’atroce vicenda scosse la Cina: il cadavere di un medico venne fatto a pezzi e dato in pasto agli avvoltoi, secondo un antico rito tibetano. L’autrice di questo libro, allora giovanissima, ricorda l’orrore che la storia le suscitò, ma quando, a distanza di oltre trent’anni, incontra per caso Wen, la donna le svela la verità. Wen e Kejun, un brillante medico fiducioso nella rivoluzione, erano sposati da poco quando lui dovette partire per il Tibet con l’esercito di liberazione. Non vedendolo tornare e sapendolo disperso, la moglie partì per un viaggio che la portò a vagare per decenni nelle regioni più remote del Tibet all’ostinata ricerca dell’amatissimo marito, facendole scoprire una nuova vita e un mondo ancora misterioso, con la sua cultura, le sue tradizioni, la sua gente…
**

La strada

La Strada è la raccolta di nove articoli apparsi su Cosmopolitan tra il 1906 e il 1907, periodo in cui si chiude l’epoca avventurosa ed eroica della frontiera americana. London si concentra su una figura scomoda per l’America – quella dell’hobo, il barbone – e la “vagabonlandia” come la chiama l’autore, diventerà importante anche nella poetica di scrittori come John Steinbeck e George Orwell, di artisti storyteller, anticipando di mezzo secolo i grandi vagabondaggi di Jack Kerouac. All’interno della raccolta, per la prima volta in Italia viene presentato il Diario del Vagabondo, che il giovane London scrisse durante i mesi di viaggio nella primavera del 1894 in uno dei periodi di maggiore crisi e recessione della storia americana. Il volume raccoglie un’antologia di scritti e racconti poco noti in Italia: da The Road, originariamente apparso solo nel 1970, a The Tramp (1904), da The Apostate (1906) al postumo The Princess (1916), considerato dalla critica il più bizzarro racconto dedicato agli hobo. Sembra che l’autore voglia celebrare la fine definitiva della giovinezza, dell’invincibilità, della forza, come già prefigurato dagli scritti che compongono La Strada, qui per la prima volta editi nell’ordine scelto dall’autore e non quello errato delle ultime edizioni italiane.

(source: Bol.com)

La storia di un matrimonio

«Crediamo tutti di conoscere le persone che amiamo»: così Pearlie Cook comincia a raccontarci gli incredibili sei mesi che sono stati, per il suo matrimonio, una sorta di inesorabile lastra ai raggi X. Siamo nel 1953, in un quartiere appartato e nebbioso di ex militari ai margini di San Francisco, e tutto nella vita dei Cook parla ancora della guerra: la salute cagionevole di Holland, i ricordi tormentati di lei, le loro abitudini morigerate e un po’ grigie. Una vita per il resto normalissima, come sottolinea la voce ammaliante di Pearlie – mentre la sua testa scoppia di pensieri che forse, via via che si disvelano, preferiremmo non ascoltare. Eppure li leggiamo con avidità, rassicurati dal fatto che lei, palesemente, ha intenzione di dirci proprio tutto. Perché, allora, ci sentiamo invadere da un’ansia arcana, da un senso di vertigine e di smarrimento, come davanti a certe atmosfere torve di Edgar Allan Poe? Non solo per il susseguirsi di colpi di scena che ci avvincono a ogni riga sino a condurci all’unico finale davvero imprevedibile. Non solo per l’uomo venuto dal passato, per la lettera che colpisce come un pugno, per i terribili segreti che si dischiudono a uno a uno… Sarà allora per la dolorosa lucidità con cui la narratrice riesce a indagare la distanza che separa ciascuno di noi dagli altri? O perché a ogni pagina ci chiediamo: come fa Pearlie a sapere tutte queste cose – di noi?
(source: Bol.com)

La storia che Tasslehoff giurò di non raccontare

Gli Eroi delle Lance superstiti si ritrovano davanti al sepolcro di Huma per celebrare il primo cavaliere che usò la leggendaria DragonLance contro un drago. L’orribile creatura perisce avvolta tra le fiamme in un lugubre antro al culmine di un susseguirsi di colpi di scena sempre più incalzanti.

La stirpe di Maria Maddalena

Un vangelo scritto da Gesù in persona. Questo è il Libro dell’Amore, il prezioso testo di cui Maureen Paschal è venuta in possesso. Un ritrovamento di cui ha scelto di parlare al mondo intero in un saggio diventato un bestseller, pur consapevole dell’aspro dibattito che avrebbero scatenato quelle verità occultate per secoli. E non poteva essere che lei, discendente di Maria Maddalena, a svelarne il rivoluzionario messaggio. Ma ora che si accinge a partire per l’Europa, allo scopo di promuovere il proprio libro, comprende che il compito di divulgare la vera dottrina affidata a quelle antiche pagine non è il solo a cui è chiamata. Insieme a Bérenger Sinclair, noto collezionista d’arte e suo compagno, nella splendida Firenze dovrà cercare nuove risposte. Perché una delle profezie contenute nel vangelo parla di un Principe Poeta destinato a portare una rinnovata era di luce, una figura la cui discendenza attraversa i secoli e le cui tracce vanno cercate alla corte della famiglia de’ Medici. È in Lorenzo il Magnifico, uomo di grande ingegno e appassionato mecenate, che si trova la chiave di quel sapere eretico tanto temuto e osteggiato. Indagando sulla sua vita e il suo rapporto con i più grandi artisti del Rinascimento, Maureen e Bérenger scopriranno un’antica linea di sangue che conduce proprio a Bérenger. Ma perché lui possa assumere il ruolo a cui è chiamato e farsi portavoce del Libro dell’Amore, dovranno prima scoprire la scioccante verità che sta dietro la nascita di Lorenzo. E sopravvivere alla minaccia di chi intende a tutti i costi gettare al rogo una verità marchiata come ignobile eresia.
(source: Bol.com)

La Stirpe Dell’aquila

Nel fortino di Camelot i coloni romani, dopo la ritirata delle legioni, richiamate in Patria per difendere altrove la salvezza dell’Impero, resistono agli assalti delle tribù barbare. Il mondo che tanti avevano conosciuto è destinato a scomparire, preda di nemici che ambiscono a sopraffare quelle terre. Il nuovo comandante dell’insediamento è Merlino Britannico, un capo giusto e capace, e tutti, celti e romani, si affidano a lui in questo delicato momento. Al suo fianco il cugino Uther Pendragon, futuro padre di Artù. I due valorosi condottieri sono nati lo stesso giorno e la loro amicizia ha radici salde e profonde. Sono come le due facce di una stessa moneta: Uther è il guerriero instancabile, Merlino il sottile stratega. Finché saranno insieme nessuno riuscirà a impadronirsi di Camelot. Ma un crimine esecrabile, un gesto che attenta alla vita stessa di Merlino, traccerà un solco profondo tra di loro e metterà a repentaglio la sopravvivenza della Colonia e il futuro dell’intera nazione britannica.
(source: Bol.com)

La stella di pietra

La stella di pietra: Le avventure di Oswald Breil e Sara Terracini by Marco Buticchi
**Un simbolo sinonimo di terrore e morte.**
**Un mistero scolpito nel marmo. **
**Qual è il prezzo della verità?**
È il 1985 e un’intera nazione, l’Italia, è da tempo sull’orlo della destabilizzazione. A provocare questo stato di tensione è un semplice simbolo: una stella a cinque punte. Ma, all’ombra di quella stella, si concentrano connivenze, intrighi internazionali, alleanze inconfessabili, misteri e insabbiamenti.
Sara Terracini non sa ancora quanto le oscure trame del terrorismo la toccheranno da vicino: è il giorno della sua laurea, e Sara è alle prese con una verità sconvolgente. I suoi studi sul Laocoonte, il famoso gruppo statuario attribuito alla produzione classica, indicano che la mano che l’ha scolpito potrebbe invece appartenere a uno degli artisti più famosi di ogni tempo…
È il 1487 e il giovane Michelangelo Buonarroti, a bottega dal Ghirlandaio, si distingue sia per il talento incontrastato sia per il carattere impetuoso e irriverente. Un carattere che, insieme all’invidia e all’avidità che da sempre circondano chi frequenta i palazzi dei potenti, negli anni lo porterà a guadagnarsi non pochi nemici. Ma è una burla senza precedenti, un falso di sua creazione, a rischiare di fargli perdere ogni cosa. E a poco o nulla servirà nascondere i bozzetti del Laocoonte che potrebbero incriminarlo. Anzi, proprio da questo ha inizio una scia di morte che arriva sino ai giorni nostri… … sino cioè agli Anni di Piombo, e sino a mettere in pericolo la vita di Sara Terracini. Sara non sa che i bozzetti di Michelangelo potrebbero essere ancora irreperibili per un preciso motivo: se quel tesoro fosse servito a finanziare le operazioni più inconfessabili del terrorismo?
Il segreto sta per riaffiorare e travolgere decine di inconsapevoli protagonisti. Affiancata da un inaspettato personaggio che tanta parte avrà nel suo futuro, Sara è costretta ad affrontare una corsa contro il tempo per cercare di impedirlo… Un romanzo dal ritmo implacabile, capace di evocare in modo unico lo scorrere impetuoso della Storia, e disseminato di verità che emergono tra le righe a risvegliare i ricordi della nostra memoria collettiva.
**Una nuova, indelebile pagina del Maestro italiano dell’Avventura.**

La stella dei giganti

FASE UNO: Un epoca remotissima una gigantesca specie di alieni abbandona il pianeta Minerva e lascia gli antenati dell’uomo a sbrigarsela da soli… FASE DUE: Cinquantamila anni fa Minerva esplode e un suo grosso frammento entra in orbita intorno alla Terra… FASE TRE: Nel secolo XXI due scienziati terrestri in missione su una delle lune di Giove entrano in contatto con degli alieni perduti nel Tempo, che cominciano a rivelare qualcosa sulle origini dell’umanità… SENNONCHE’: l’enigma delle nostre origini è collegato con un problema molto più vasto di quanto possiamo immaginare; e James P. Hogan, il Darwin della fantascienza, ci riserva ancora una gigantesca sorpresa.

La stanza n. 13

Le porte della prigione di Dartmoor si chiudono alle spalle di Johnny Gray che, finalmente libero, potrebbe vivere un’esistenza tranquilla grazie a una piccola rendita di cui dispone. Ma nel cervello l’uomo ha un’idea fissa che lo tormenta giorno e notte: vuole scoprire chi l’ha fatto finire in prigione. Negli occhi di Johnny Gray c’è solo sete di vendetta. Così ha inizio un’allucinante caccia all’uomo, che vede come protagonista il famoso investigatore Reeder.

La stanza di Giovanni

David, un giovane newyorkese in fuga da se stesso, è approdato a Parigi nel tentativo di affrancarsi dalla propria educazione, e dalla vita da ragazzo perbene che sembra essergli stata cucita addosso. Mentre la sua fidanzata, Hella, è in Spagna per riflettere sul futuro della loro storia, in un bar David conosce Giovanni, impertinente e luminoso, e ne rimane irrimediabilmente attratto. E dal loro incontro, dal primo momento in cui entra nella sua stanza, piccola e disordinata, saprà di essere perduto, che né la vergogna né la paura riusciranno a riportarloa casa.Diviso tra Hella che incarna il desiderio di normalità, il sogno di una tranquilla vita americana, e Giovanni che invece è forza, cuore e istinto, David attraversa le strade di Parigi, vede i colori e le stagioni passare, sente passioni e bisogni taciuti riemergere e chiedere il conto. La difesa della propria identità implica sempre una lotta dolorosa, e così è anche per David, solo che la sua debolezza e la sua indecisione faranno soffrire tutti coloro che lo amano e che lui stesso ama.Come ha dichiarato lo stesso Baldwin in un’intervista del 1984: “La stanza di Giovanni parla di quello che succede se hai paura di amare”. “La stanza di Giovanni è un romanzo di intensità unica e di una bellezza eccezionale, ipnotico, intimo, straziante.” Jhumpa Lahiri
**
### Sinossi
David, un giovane newyorkese in fuga da se stesso, è approdato a Parigi nel tentativo di affrancarsi dalla propria educazione, e dalla vita da ragazzo perbene che sembra essergli stata cucita addosso. Mentre la sua fidanzata, Hella, è in Spagna per riflettere sul futuro della loro storia, in un bar David conosce Giovanni, impertinente e luminoso, e ne rimane irrimediabilmente attratto. E dal loro incontro, dal primo momento in cui entra nella sua stanza, piccola e disordinata, saprà di essere perduto, che né la vergogna né la paura riusciranno a riportarloa casa.Diviso tra Hella che incarna il desiderio di normalità, il sogno di una tranquilla vita americana, e Giovanni che invece è forza, cuore e istinto, David attraversa le strade di Parigi, vede i colori e le stagioni passare, sente passioni e bisogni taciuti riemergere e chiedere il conto. La difesa della propria identità implica sempre una lotta dolorosa, e così è anche per David, solo che la sua debolezza e la sua indecisione faranno soffrire tutti coloro che lo amano e che lui stesso ama.Come ha dichiarato lo stesso Baldwin in un’intervista del 1984: “La stanza di Giovanni parla di quello che succede se hai paura di amare”. “La stanza di Giovanni è un romanzo di intensità unica e di una bellezza eccezionale, ipnotico, intimo, straziante.” Jhumpa Lahiri

La stanza dei delitti

Un piccolo museo privato di Londra è al centro della nuova indagine di Adam Dalgliesh. Ereditato da tre fratelli, il museo ospita oltre a una preziosa collezione di quadri, reperti relativi a famosi delitti avvenuti a cavallo delle due guerre mondiali, contenuti in un’unica stanza: “la stanza dei delitti”. Quando uno dei tre fratelli viene trovato carbonizzato nella sua auto, Dalgliesh scopre che costui si opponeva a tenere in vita il museo di famiglia e per questo è stato eliminato. Purtroppo questo è solo il primo di una serie di omicidi che nella loro escuzione richiamano quelli illustrati nella “stanza dei delitti”. Chi sta sfidando l’ispettore Dalgliesh? E qual è il movente di tanta ferocia?

La sposa segreta

Scozia, 1075 – Rimasta vedova anzitempo, Isabelle viene cacciata di casa dai parenti del marito perché non ha saputo dargli un erede, ed è costretta a tornare dal padre. Due sono le scelte che le si prospettano a quel punto: il convento o il matrimonio con Ban, un nobile sassone privato delle proprie terre da Re Guglielmo. Ban è più che disposto a prendere in sposa la bellissima fanciulla, tuttavia pone una condizione: la loro unione dovrà rimanere segreta fino a quando lei non concepirà un figlio; solo allora la riconoscerà come legittima moglie. Sembra la soluzione ideale, ma ben presto l’orgoglioso guerriero si rende conto che Isabelle ha paura di lui. E che per rendere effettivo il loro accordo dovrà prima conquistare il suo cuore.
**
### Sinossi
Scozia, 1075 – Rimasta vedova anzitempo, Isabelle viene cacciata di casa dai parenti del marito perché non ha saputo dargli un erede, ed è costretta a tornare dal padre. Due sono le scelte che le si prospettano a quel punto: il convento o il matrimonio con Ban, un nobile sassone privato delle proprie terre da Re Guglielmo. Ban è più che disposto a prendere in sposa la bellissima fanciulla, tuttavia pone una condizione: la loro unione dovrà rimanere segreta fino a quando lei non concepirà un figlio; solo allora la riconoscerà come legittima moglie. Sembra la soluzione ideale, ma ben presto l’orgoglioso guerriero si rende conto che Isabelle ha paura di lui. E che per rendere effettivo il loro accordo dovrà prima conquistare il suo cuore.

La sposa rapita

Christina Wakefield, orgogliosa e capricciosa erede di un’immensa fortuna, destinata dalla nascita a un tranquillo matrimonio, di nascosto alla famiglia lascia la capitale inglese per seguire il fratello al Cairo.
Rapita da un misterioso berbero, si ritrova prigioniera in una tenda, isolata nel cuore del deserto, circondata da uomini per cui è solo una schiava del loro signore: ma presto scoprirà che la sua più grande schiavitù è quella della passione.

La Sposa Nella Torre

La sfida del terrorismo globale ha colpito a morte le Torri Gemelle di New York e migliaia di vittime innocenti. La risposta degli USA non è stata soltanto la guerra, ma anche leggi speciali che sembrano minare diritti civili fondamentali. Sono stati rimessi in discussione i principi della democrazia americana. Perché così poche grida d’allarme?
Perché il giornalismo non ha fatto fino in fondo il suo mestiere? E come evitare che la vendetta prevalga sul diritto?
Domande e inquietudini al centro delle conversazioni che Giulia Fossà ha tenuto con autorevoli testimoni del nostro tempo: Alberto Abruzzese, Fausto Bertinotti, Marco Bertotto, Luigi Bobba, Rocco Buttiglione, Domenico De Masi, Giuliano Ferrara, Domenico Fisichella, Fulco Lanchester, Sebastiano Maffettone, Dacia Maraini, Sergio Romano, Adriano Sofri, Marcello Veneziani, Sandro Veronesi.