5441–5456 di 72034 risultati

Deliziosamente Indomita: Collana Darklove

Dopo il successo di “Deliziosamente Impavida”, Luisa Hoffman torna con l’attesissimo seguito “Deliziosamente indomita”.
Un’esplosione. Una morte inscenata. Un rapimento.
Mentre Gabriel cerca disperatamente la sua dolce e fragile Ashely tra le macerie di un disastro, lei cerca di sopravvivere ad Andrej Sokolov.
Lui è spietato, brama vendetta e sa che solo la resa della sua prigioniera potrà placare i suoi demoni. Ma se è vero che sangue chiama sangue, è anche vero che qualcosa nell’anima oscura di Andrej, s’illumina quando Ashely gli è accanto. Lei non intende arrendersi, lui non le lascerà altra scelta, ma se ad un tratto qualcuno mescolasse le carte in tavola? E se resa, vendetta e amore facessero parte dello stesso gioco? A volte, non puoi scegliere da che parte stare, a volte, l’unico nemico che non puoi sconfiggere è proprio il cuore.
Arriva per la collana Darklove (Pubme), l’attesissimo sequel del mafia romance bestseller che ha stregato migliaia di lettrici. Luisa Hoffman torna con un finale imprevedibile e sconvolgente che promette di togliervi il fiato. Una sola raccomandazione: ricordate che in amore, come in guerra, tutto è lecito e niente è come sembra… Siete pronti a conoscere il lato oscuro dell’amore?
**Il romanzo contiene linguaggio esplicito e scene forti, consigliate ad un pubblico esclusivamente consapevole.**

Dal Cielo Alla Terra. Da Michelangelo a Caravaggio

Letteralmente: dal cielo alla terra, ovver da Michelangelo a Caravaggio. Dal Giudizio universale a I bari. In pochi anni il mondo di tutte le perfezioni possibili si rovescia in un gruppo di giocatori, sporchi e ubriachi, all’osteria. La pittura della realtà, dunque. La fine di un modello ideale per poter, infine, puntare l’unico obiettivo degno del nostro sguardo: il vero. Non esercizi astratti sulle forme, quelli dei pittori toscani che guarderanno come a un miraggio a Michelangelo, primo fra tutti il Vasari, ma il confronto con una realtà, anche cruda, che attende di essere fedelmente riprodotta, e che una mente aperta la veda nitidamente e la stampi con assoluta evidenza. Dal tormento interiore di Rosso, Pontormo, Bronzino, Beccafumi, al lento riemergere della verità della natura in Vincenzo Campi, Moroni, Passerotti, Annibale Carracci. In questo percorso un posto a parte hanno i veneti, nell’indicare un sentimento profondo delle persone e delle cose: Tiziano, Lorenzo Lotto, Veronese, Tintoretto e, soprattutto, Bassano. Incamminati verso il vero i padani, lombardi ed emiliani, Moretto, Savoldo, Romanino, Dosso Dossi e Bastianino. Solitario e aristocratico Parmigianino. Un secolo di ricerche e sperimentazioni, dopo e oltre Raffaello. Cielo e terra, in diversi momenti e luoghi, si scambiano le parti, fino alla definitiva conquista del vero in Caravaggio. Vittorio Sgarbi

Dak warrior (eLit)

MASTERS OF TIME Vol.3 Aidan, il temerario Lupo di Awe, ha abbandonato la Confraternita e il suo ruolo di Maestro per dare la caccia a Moray, il demone malvagio che ha distrutto suo figlio. Inasprito dal dolore e assetato di vendetta, si è trasformato in un uomo cupo e insensibile, molto diverso dal guerriero coraggioso e affascinante che ha lasciato nel cuore di Brianna Rose un segno indelebile. Eppure, quando sente il suo grido di terrore, lui torna dal passato per salvarla, e Brianna spera contro ogni logica di poterlo risvegliare di nuovo all’amore. Ma come, se non modificando il passato?

Cyteen

Ariane Emory, genio insuperabile in campo genetico e brillante maestra d’intrighi, capeggia il Consiglio dei Nove ed è despota assoluta del territorio di Reseune, dove i suoi laboratori creano un prodotto essenziale per il pianeta Cyteen: esseri umani. Si tratta degli azi, soldati e coloni programmati e sviluppati artificialmente, proprietà esclusiva di Reseune, e quindi di Ariane Emory. Ma dopo cinquant’anni di dominio ininterrotto, Ariane si è fatta troppi nemici, e non può stupire il fatto che qualcuno abbia deciso di assassinarla… Tuttavia la sua morte non è destinata a durare a lungo, perché subito nasce l’audace e grandioso Progetto: il piano di replicare Ariane Emory. Creare duplicati geneticamente perfetti è semplice routine per la bio-tecnologia di Reseune, ma questa volta si tratta di una clonazione davvero al di là di ogni immaginazione… Infatti, perché il Progetto abbia successo, è necessario sottoporre il clone alle stesse influenze formative della tirannica Ariane, ma nel contempo tenerla all’oscuro del passato e proteggerla dai molti nemici, nonché eliminare chiunque sia intenzionato a sabotare il programma. Nasce cosi la giovane Ari… una ragazza che deve risolvere un mistero che può appena intuire, ma non certo comprendere. Eppure deve portare a termine a tutti i costi la sua missione… perché solo Ariane Emory può salvare Cyteen! Nel grandioso universo de La Lega dei Mondi Ribelli, scenario di emozionanti avventure, ardite speculazioni scientifiche, intrighi politici e indomite passioni, C.J. Cherryh ha creato una saga che è di gran lunga la sua opera più matura e avvincente, tale da conquistare immediatamente tutti i suoi lettori.

Critica della tolleranza

«Tempo fa – scrivono gli autori di questo volume – ci accordammo per stendere i nostri pensieri intorno alla tolleranza e al posto che occupa nell’atmosfera politica che ci circonda.
Partendo da punti di vista molto diversi e attraverso strade molto diverse, siamo tutti e tre arrivati all’incirca alla stessa conclusione. Ad ognuno di noi la teoria e la pratica oggi prevalenti della tolleranza si sono rivelate dopo attento esame essere in varia misura nient’altro che maschere ipocrite per coprire realtà politiche spaventose. L’indignazione sale di saggio in saggio. Noi speriamo, forse invano, che il lettore seguirà i gradini del ragionamento che ci hanno condotto a questo risultato. V’è, dopo tutto, un senso di offesa e di indignazione che accende l’intelletto oltre che il cuore».

Cristoforo Colombo: l’ultimo dei templari : [la storia tradita e i veri retroscena della scoperta d’America]

Chi era Cristoforo Colombo? Un marinaio premiato al di là dei suoi meriti? O qualcosa di più, molto di più? Perché si firmava Christo Ferens, colui che porta a Cristo? Sulla base di una nuova interpretazione di antiche carte e documenti, l’autore rivisita le vicende del “navigatore dei due mondi” e della “scoperta” dell’America. Quanto si sostiene in questo libro non è mai stato affermato in cinque secoli di scritti colombiani: complotto secolare, thriller storico-politico-teologico, sottofondo alchemico-esoterico, sorprendenti parentele, eredità templari e cavalleresche. Sullo sfondo, “mappe impossibili”, spedizioni e sbarchi precedenti al 1492 fra realtà e leggenda, personaggi come Marco Polo, Pico della Mirandola, Paolo Dal Pozzo Toscanelli.

Creare la libertà. Potere, controllo e la lotta per il nostro futuro

La libertà è un concetto alle fondamenta del sistema politico e sociale in cui viviamo; dà forma al senso della giustizia e al nostro stile di vita, ed è spesso la risposta alle domande più profonde su chi siamo e chi vorremmo essere. Ma è anche stato distorto e strumentalizzato per giustificare il suo contrario, da disuguaglianze laceranti a politiche estere a dir poco criminali. “Creare la libertà” solleva il velo sui meccanismi che controllano la nostra vita e demolisce alcuni miti fondanti della nostra società: miti sul libero arbitrio, sul libero mercato, sulle elezioni libere. In un momento storico così critico, in cui si parla di muri, divisioni, isolamenti e conflitti, Martinez dà voce a un pensiero di massima apertura ed empatia, e dimostra che sì, forse siamo meno liberi di quanto ci piacerebbe essere, ma la libertà è un qualcosa che possiamo creare insieme.

Cosmopolis

Aprile 2000. Mattina. Sull’East River. Il giovane miliardario Eric Packer esce dal suo lussuoso attico a tre piani e sale sulla limousine bianca per andare a tagliarsi i capelli a Hell’s Kitchen. È l’inizio di un viaggio lungo un giorno che lo porterà ad attraversare Manhattan per andare incontro al proprio destino. Durante il tragitto Packer, ossessionato da una folle scommessa finanziaria contro lo yen e da un’oscura «minaccia attendibile» alla propria incolumità, incontra gli uomini e le donne della sua vita sullo sfondo di scenari erotici, o tragici, o enigmatici. Con un vivace alternarsi di situazioni metafisiche e comiche, dove il tempo subisce un’accelerazione e il presente finisce per confondersi con il futuro, Don DeLillo dimostra ancora una volta di saper descrivere il mondo contemporaneo con una profondità che sfiora la premonizione. **
### Sinossi
Aprile 2000. Mattina. Sull’East River. Il giovane miliardario Eric Packer esce dal suo lussuoso attico a tre piani e sale sulla limousine bianca per andare a tagliarsi i capelli a Hell’s Kitchen. È l’inizio di un viaggio lungo un giorno che lo porterà ad attraversare Manhattan per andare incontro al proprio destino. Durante il tragitto Packer, ossessionato da una folle scommessa finanziaria contro lo yen e da un’oscura «minaccia attendibile» alla propria incolumità, incontra gli uomini e le donne della sua vita sullo sfondo di scenari erotici, o tragici, o enigmatici. Con un vivace alternarsi di situazioni metafisiche e comiche, dove il tempo subisce un’accelerazione e il presente finisce per confondersi con il futuro, Don DeLillo dimostra ancora una volta di saper descrivere il mondo contemporaneo con una profondità che sfiora la premonizione.

Corsair

Ha ordinato attacchi kamikaze contro obiettivi in Occidente. Ha torturato e decapitato ostaggi. Non è soltanto il terrorista islamico più pericoloso in circolazione: è uno spietato corsaro. Forse per questo si nasconde dietro il nome di un vero corsaro, Suleiman Al-Jama. Ma l’autentico Al-Jama, morto un secolo prima, non avrebbe mai appoggiato i suoi atti. E gli scritti che ha lasciato, inneggianti alla pace fra le religioni, se ritrovati potrebbero cambiare le sorti di una guerra sotterranea in corso da troppi anni. Il corsaro non può permetterlo. E quando il segretario di stato americano scompare in un misterioso incidente aereo, proprio alla vigilia di un’importantissima conferenza di pace in Libia, gli Stati Uniti reagiscono nell’unico modo possibile in una situazione internazionale così delicata: ingaggiano la Oregon di Juan Cabrillo. Quella che Cabrillo e il suoi uomini devono affrontare, però, non è una semplice missione di recupero ostaggi. In gioco c’è il ritrovamento e la diffusione di una testimonianza unica e dirompente. In gioco c’è l’equilibrio mondiale. Tra il deserto infuocato e il mare aperto infestato dai moderni pirati, agli ordini del corsaro Al-Jama, Cabrillo e la Oregon stanno per affrontare la battaglia più pericolosa della loro carriera. **

Corrierino Delle Famiglie

Perché io vi parlo sempre di me e della gente di casa mia? Per parlarvi di voi e della gente di casa vostra. Per consolare me e voi della nostra vita banale di onesta gente comune. Per sorridere assieme dei nostri piccoli guai quotidiani. Guareschi     Margherita, Albertino, il gatto, e soprattutto la Pasionaria… Questi sono i protagonisti delle cronache di Guareschi: la sua famiglia (vera, non inventata per i lettori!), gli amici, la gente che vive intorno a lui. E gli argomenti sono gli stessi che troviamo nella vita di tutti i giorni: il lavoro, la scuola, l’educazione dei figli, i problemi quotidiani… E sono gli stessi come ieri, perché la vita, la vita di tutti i giorni della gente comune, in sostanza non cambia. Cambiano, naturalmente, gli ambienti, le “cornici”, ma l’essenza della vita di famiglia, l’essenza di ognuno resta invariata: perché “Me non sono una persona. Me sono me”, come afferma con saggezza la Pasionaria.

Corpo spirituale e Terra celeste. Dall’Iran mazdeo all’Iran sciita

Quando apparve nella sua prima versione (1960), questo libro suonava come un tentativo sconcertante di collegare e articolare categorie del remoto Iran mazdeo, cifrate e ostiche, con altre dello sciismo, di cui ben poco si sapeva. Oggi si può dire di *Corpo spirituale e Terra celeste* che è stato un vero punto di partenza, ma non già soltanto per l’audacia della prospettiva storica. Essenziale è qui l’elaborarsi di una concezione dell’immaginazione a cui poi molti hanno attinto, per la sua grandiosità e perspicuità. Qui si traccia per la prima volta una «carta dell’Immaginale». Per intendere la novità dell’impresa, basti pensare che la parola stessa «immaginale» è stata introdotta da Corbin. E di una parola nuova c’era davvero bisogno da quando, in Occidente, «tra le percezioni sensibili e le intuizioni o le categorie dell’intelletto il luogo era rimasto vuoto». Si trattava appunto del luogo della *Imaginatio vera* dell’alchimia, della immaginazione attiva, di quell’«intermondo tra il sensibile e l’intelligibile» la cui «scomparsa porta con sé una catastrofe dello Spirito». Quel luogo della conoscenza, e di una conoscenza a noi preclusa, è l’«ottavo clima» dove appaiono le città mistiche di Jabalqa, Jabarsa e Hurqalya. Nessuna civiltà è stata pari a quella iranica nello sviluppare questa «geografia immaginale». Dai mirabili paesaggi, puri archetipi di una natura visionaria, sino alle pagine esaltanti di Sohravardi o di Molla Sadra, l’Iran ci ha offerto la guida più dettagliata alla «Terra di Hurqalya», «mondo attraverso cui si corporizzano gli spiriti e si spiritualizzano i corpi», luogo della realtà epifanica. Sino a questo libro di Corbin ben poco era filtrato di tali tesori – e la seconda parte dell’opera ci offre anche una doviziosa antologia di testi iranici su questi temi, per la prima volta tradotti. Ma l’effetto sovvertitore di *Corpo spirituale* nel suo insieme è dovuto non soltanto alla novità dei materiali. Qui assistiamo, innanzitutto, al dispiegarsi della prospettiva di Corbin. L’autore stesso la definiva «fenomenologica», in contrasto con ogni storicismo. Ma, più che a termini occidentali, occorrerebbe riferirsi, per definire il procedimento di Corbin, a quella « *ermeneutica* per eccellenza indicata dalla parola *ta’wil* , che letteralmente significa “ricondurre una cosa alla sua fonte”, al suo archetipo, alla sua realtà vera». Qui il *ta’wil* è al tempo stesso l’oggetto del libro e il metodo del suo autore, come anche dovrebbe diventare il percorso di ogni lettore. Così ci avvicineremo finalmente all’Albero dell’Immaginazione, di cui dice il Corano che può essere «l’Albero benedetto» o «l’Albero maledetto». « *L’immaginario* può essere innocuo; *l’immaginale* non lo è mai». La presente traduzione è condotta sul testo interamente rivisto dall’autore e pubblicato nel 1979.

Condanna sommaria

Invitato a partecipare a un talk show televisivo su un caso di omicidio che sta facendo discutere gli Stati Uniti, l’avvocato Antonelli incontra un giovane professore di legge, Justin Sinclair, con il quale si trova in piena sintonia sia sugli aspetti tecnici che su quelli morali della giustizia: nessuno può condannare una persona prima che la legge si sia pronunciata. Nessuno, né l’opinione pubblica né la stampa né la televisione. Di lì a poco Sinclair viene invitato da Antonelli e dal socio anziano del suo studio a unirsi a loro, ma quando la cosa sta per andare in porto ecco che il professore viene accusato di omicidio. La vittima è una giovane procuratrice distrettuale, Daphne McMillan, legata a Sinclair, così si dice, da una “affettuosa amicizia” nonostante fosse sposata. La posizione del professore, di cui Antonelli si assume la difesa, sembra senza speranza: la donna è stata uccisa nella casa di lui e Sinclair, quando la polizia è arrivata, aveva ancora le mani insanguinate. Il caso, grazie all’enorme rilievo dato dai media, diventa ben presto l’argomento del giorno. A nulla valgono il passato impeccabile di Sinclair e il prestigio di cui gode: per l’opinione pubblica è colpevole e quindi deve essere colpevole anche per la legge. Pare proprio che non ci siano speranze per Antonelli, ma ecco che un nuovo e inaspettato delitto apre una prospettiva del tutto diversa sul caso. **

Come ladro di notte

ROMANZO (193 pagine) – FANTASCIENZA – Una crociata di proporzioni inimmaginabili tesa a cancellare l’intera specie umana dalla Galassia. Uno dei romanzi più affascinanti della fantascienza italiana
Uno scenario di proporzioni colossali. Guerre galattiche che coinvolgono migliaia di pianeti, milioni di astronavi, migliaia di miliardi di persone. E una grande, apocalittica cospirazione animata dal fine mistico della purificazione del creato dall’essere umano. “Come ladro di notte” è uno dei romanzi più affascinanti della fantascienza italiana. Pubblicato per la prima volta nel 1972 su “Galassia” è stato più volte ristampato (ultima edizione in “Urania Collezione” nel 2009) e ora per la prima volta esce in ebook.
Mauro Antonio Miglieruolo è nato a Grotteria, Reggio Calabria il 6 aprile 1942, ma dal 1952 ha sempre vissuto a Roma, escluso un breve intervallo di due anni e un mese, da agosto 1963 a settembre 1965 trascorso a Belluno, come impiegato dell’INPS. Scrive fantascienza da quando ha memoria. Nel 2007 ha vinto il Premio Italia con il romanzo “Assurdo Virtuale” (Perseo Libri). Lino Aldani e Ugo Malaguti lo hanno definito lo scrittore “più impegnato della fantascienza italiana, il rivoluzionario […] che nella sua narrativa ha sempre davanti agli occhi l’ideale utopico di un mondo diverso in cui tutti possono essere redenti.” Luigi Petruzzelli sostiene che Miglieruolo è “forse il più anticonformista degli autori di fantascienza italiani” e che la relativa scarsezza della sua produzione “è compensata da uno stile in cui nessuna parola è lasciata al caso.” Per Giuseppe Lippi infine “Miglieruolo vanta una immaginazione di prim’ordine, l’ingrediente base di tutta la fantascienza”. Tra le sue opere più importanti “Come ladro di notte”, più volte ristampato; “Oniricon”; “L’uccisore di robot”.

Come essere sani e vitali

La salute è un nostro stato naturale, ma spesso il nostro stile di vita frenetico e stressante ci conduce al malessere e alla malattia, intese come variazioni innaturali del nostro essere vitale.Alla base della nostra salute c’è l’Energia Vitale, il prana, che può essere adeguatamente stimolata e risvegliata grazie a semplici accorgimenti e pratiche specifiche, come gli ESERCIZI DI RICARICA messi a punto dal grande maestro indiano Paramhansa Yogananda. L’Energia Vitale è in grado di ricaricarci e curarci, donandoci salute e bellezza.Grazie ai preziosi insegnamenti di Yogananda, possiamo imparare a ricaricare il nostro corpo, apprendere l’arte del rilassamento, scegliere e seguire un’alimentazione corretta e spalancare alla luce le nostre «tre finestre:» corpo, mente e anima.