54449–54464 di 65579 risultati

Gli Dei torneranno

Dopo essere emigrato oltre l’oceano e aver fatto per una diecina d’anni il cantastorie nei paesi e nelle città del Perù, Simone ritorna a Jalmis, in Friuli, dove sente che il destino deve avere una svolta: lo stesso presentimento prova, nel suo castello-rifugio, Margherita, anch’essa non più giovanissima, ma che conserva della gioventù la freschezza intatta. Il loro incontro casuale, in una notte di neve, ha i contorni magici di una fiaba. Ed è proprio il mondo delle fiabe che si schiude a Simone, dopo che il matrimonio con Margherita ha posto fine al suo errare: fiabe della sua terra, nelle quali riaffiora una saggezza millenaria, e anche miti, leggende, tradizioni di cui sembra essersi perso il significato. Mosso da una passione che lo occupa interamente, Simone si cala a poco a poco nell’anima del suo popolo e ne ripercorre la storia: dalla civiltà antichissima dei Celti al glorioso Patriarcato che i Veneziani distrussero nel 1420, la ‘vera morte del Friuli’, dopo la quale ebbe inizio quell’emigrazione che dura tuttora. Per questa via riesce anche a penetrare lo spirito, indomito e fiero, di certe figure umili della storia recente e contemporanea: come Luca, ribelle all’Austria, che fu giustiziato sul patibolo dal ‘boia di Lubiana’, o Enore, che soppravvisse in Russia all’impiccagione dei tedeschi, o Glauco, il cui rifiuto della società si conclude tragicamente. E anche il suo passato personale “come la passione giovanile, vissuta in una baita di montagna, con la stupenda ed enigmatica Clautana” si prolunga e dilata in un passato più vasto, nella memoria collettiva del suo popolo, in cui Simone ritrova la propria identità. Quel Friuli arcaico, agricolo e magico che aveva fatto da sfondo alle precedenti opere di Sgorlon, dalla Luna color ametista e dal Trono di legno fino alla Regina di Saba, in questo romanzo diventa il vero protagonista attraverso una moltitudine di personaggi che formano un affresco corale. La civiltà montanara e contadina vi svela la ricchezza inestimabile di un bene che si sta perdendo: la vita comunitaria. E la fede che anima il cantastorie Simone gli farà credere di nuovo negli dèi, solo apparentemente fuggiti con gli abitanti, cacciati dalle guerre e dalle sventure: ma chi, se non gli dèi, potrà tornare a custodire ciò che gli uomini hanno temporaneamente lasciato? E “gli dèi torneranno”.

Gli dèi e gli eroi della Grecia. Il racconto del mito, la nascita della civiltà

Punto più alto della ricerca filologica e storica di Kàroly Kerényi sulle origini e le forme della mitologia, Gli dèi e gli eroi della Grecia viene riproposto in un unico volume, come nella prima edizione italiana del 1963. In un continuo ritorno ai testi originali, lautore espone gli antichi miti nella loro forma più autentica, depurandoli dalle interpretazioni delle epoche successive. Dalle diverse versioni tramandate, emerge una materia narrativa in continua evoluzione, che si arricchisce grazie al contributo individuale di narratori diversi.
Nella prima parte di questo volume vengono narrate le vicende degli dèi, dai primordi del mondo alle complesse genealogie degli olimpici. Apprendiamo così l’ascesa al potere di Zeus che sconfigge il padre Crono; la natura delle antiche divinità preolimpiche; la guerra contro i titani; gli amori e le lotte degli dèi maggiori come Afrodite, Ares, Apollo, Era, Dioniso e Atena; fino al mito di Prometeo che funge da anello di congiunzione con le origini dell’umanità. Ed è proprio sugli uomini che si sofferma la seconda parte del volume, su quegli esseri umani contraddistinti non dall’eroismo propriamente detto, bensì dai tratti che avevano in comune con le divinità. Questi eroi sono gli antichi uccisori di mostri come Perseo, Edipo e Bellerofonte; Ercole, il più noto di tutti; i condottieri delle guerre contro Tebe e Troia.
Gli dèi e gli eroi della Grecia, come era nelle intenzioni di Kerényi, è un libro di mitologia completo e accessibile a tutti i lettori non specialisti; soprattutto è un affascinante romanzo cosmico, un’opera narrativa i cui temi conduttori sono la nostra origine e il nostro destino.

La Decima Illuminazione

Attraverso La profezia di Celestino più di cinque milioni di lettori in quaranta paesi del mondo hanno vissuto le nove illuminazioni in essa contenute e percepito la visione del mondo che da queste emerge. Ora, però, che una maggiore consapevolezza spirituale si sta diffondendo, è tempo della Decima Illuminazione… Charlene, l’amica che per prima aveva parlato dell’antico manoscritto ritrovato in Perú, è scomparsa durante un viaggio esplorativo nel cuore di un’antica foresta sui monti Appalachi. Ed è lì, all’interno di questa foresta ricca di alberi secolari, torrenti e maestose cascate, che comincia la nuova avventura. È un viaggio che ci porterà attraverso i cancelli di altre dimensioni… verso la memoria di esperienze passate e secoli lontani… fino al momento precedente al nostro concepimento e la Visione di nascita che noi tutti sperimentiamo… fino al passaggio della morte e al riesame della nostra vita col quale tutti dobbiamo confrontarci… fino all’isolamento di un inferno autoimposto dove le anime paurose si oppongono al risveglio… per giungere poi alla dimensione piena di amore dell’Aldilà dove è consentita e protetta la conoscenza del destino umano. E di nuovo sulla Terra vedremo come la paura del futuro stia compromettendo la rinascita spirituale del pianeta e lotteremo per superare questa paura esplorando la natura dell’intuizione, della sincronia e della visualizzazione. Man mano che comprenderemo la Decima Illuminazione la memoria si espanderà fino a includere la comprensione del corso della storia e la missione speciale che tutti noi condividiamo di portare l’umanità verso il suo vero scopo. Finalmente cominceremo a rispondere alle domande che aleggiano sull’esperienza umana e in ogni cuore: perché siamo qui, qual è il nostro destino, cosa dobbiamo fare? Con parole che risuonano dentro di noi e illuminano il nostro mondo sia interiore che esterno, James Redfield ci offre ancora una volta una visione unica, definitiva e piena di gioia della spiritualità umana. Una visione che può cambiare la nostra vita e, forse, il mondo.
(source: Bol.com)

I deboli sono destinati a soffrire?

Il destino dell’economia mondiale è in bilico, e l’Europa sta facendo tutto il possibile per minarlo: la tensione tra i paesi membri è altissima, e il rapporto con l’alleato di sempre, gli Stati Uniti, molto compromesso. In questo drammatico racconto dell’ascesa e del colossale crollo dell’economia europea, Yanis Varoufakis spiega come le radici del collasso vadano rintracciate molto più a fondo di quanto i nostri leader siano disposti ad ammettere – e come finora non sia stato fatto nulla per porvi rimedio. Da quando l’uragano della crisi economica si è abbattuto sull’Europa, infatti, i leader degli stati membri hanno scelto di rispondervi con una miscela di misure votate all’indebitamento e all’austerità invece di mettere in piedi un sistema di riforme, lasciando così che fossero i cittadini più poveri delle nazioni più povere a pagare il prezzo degli errori commessi dalle banche, e non facendo nulla per prevenire la prossima crisi. Al contrario, le politiche di austerity ricadute sulle nazioni più deboli, già colpite dalla recessione, hanno favorito l’insorgere di sentimenti estremisti e razzisti. Già ministro delle Finanze nel governo Tsipras, Varoufakis ha un posto in prima fila nelle stanze dove si decide la politica economica europea, e svela come la zona euro, senza un radicale cambiamento di direzione, rappresenti un castello di carte destinate a cadere e una minaccia per se stessa e la stabilità globale.

(source: Bol.com)

Il debito. La serie completa

***Io ti appartengo • Io ti pretendo • Nessuna scelta • Amami adesso • Maledetta voglia di te • Le regole del gioco*
Autrice bestseller di New York Times e USA Today
6 romanzi in 1**
La famiglia di Nila Weaver è obbligata a rispettare un patto di sangue stretto più di seicento anni prima con la famiglia Hawk. Non sembra esserci via d’uscita per lei: in quanto primogenita, la ragazza sconta ancora le colpe degli antenati. I secoli bui sembrano essere passati, ma i debiti non sono stati cancellati. Jethro Hawk, discendente dei creditori, affascinante e glaciale, riceve Nila in eredità per il suo ventinovesimo compleanno. La sua vita gli apparterrà finché lei non avrà pagato il debito secolare. Jethro può fare di lei quello che vuole, senza porsi limiti, e Nila non può difendersi, né sperare in alcun aiuto. Ma Nila non ha intenzione di cedere facilmente, da ragazza ingenua e indifesa si sta trasformando in una combattente. Jethro Hawk ha trovato in Nila molto di più di un’avversaria valida: ha trovato la donna che potrebbe annientarlo. C’è una linea sottile tra l’odio e l’amore, e persino più sottile tra la paura e il rispetto. Il destino della sua famiglia dipende da lui, ma a dispetto di tutto il ghiaccio nel suo cuore, la fiamma di Nila è troppo alta e viva per essere spenta. Si tratta di questo. L’amore o la vita. I debiti o la morte. Chi vincerà?
**Bestseller del New York Times e di USA Today
Un successo internazionale**
«Mamma mia quante emozioni! Una storia d’amore profonda e viscerale che ho un po’ invidiato… Complimenti, questa scrittrice la adoro!» 
«Una storia densa, succosa, perversa, che vi condurrà in una realtà che non avreste mai immaginato esistesse.» 
«Sempre più appassionante e intrigante. L’autrice è riuscita a creare una storia bellissima… Complimenti!»
«Ho divorato letteralmente questo libro! Una tempesta, ad alta qualità erotica, dove tutto è spaventoso e insieme affascinante. Pepper Winters nella sua versione migliore.»
**Pepper Winters**
È un’autrice bestseller del «New York Times» e di «USA Today». Ama leggere e viaggiare e i suoi libri sono ormai tradotti in numerose lingue. La Newton Compton ha già pubblicato *Io ti appartengo*, *Io ti pretendo*, *Nessuna scelta* e *Amami adesso*. *Maledetta voglia di te *è il quinto dei sette capitoli della serie *Indebted*.
**
### Sinossi
***Io ti appartengo • Io ti pretendo • Nessuna scelta • Amami adesso • Maledetta voglia di te • Le regole del gioco*
Autrice bestseller di New York Times e USA Today
6 romanzi in 1**
La famiglia di Nila Weaver è obbligata a rispettare un patto di sangue stretto più di seicento anni prima con la famiglia Hawk. Non sembra esserci via d’uscita per lei: in quanto primogenita, la ragazza sconta ancora le colpe degli antenati. I secoli bui sembrano essere passati, ma i debiti non sono stati cancellati. Jethro Hawk, discendente dei creditori, affascinante e glaciale, riceve Nila in eredità per il suo ventinovesimo compleanno. La sua vita gli apparterrà finché lei non avrà pagato il debito secolare. Jethro può fare di lei quello che vuole, senza porsi limiti, e Nila non può difendersi, né sperare in alcun aiuto. Ma Nila non ha intenzione di cedere facilmente, da ragazza ingenua e indifesa si sta trasformando in una combattente. Jethro Hawk ha trovato in Nila molto di più di un’avversaria valida: ha trovato la donna che potrebbe annientarlo. C’è una linea sottile tra l’odio e l’amore, e persino più sottile tra la paura e il rispetto. Il destino della sua famiglia dipende da lui, ma a dispetto di tutto il ghiaccio nel suo cuore, la fiamma di Nila è troppo alta e viva per essere spenta. Si tratta di questo. L’amore o la vita. I debiti o la morte. Chi vincerà?
**Bestseller del New York Times e di USA Today
Un successo internazionale**
«Mamma mia quante emozioni! Una storia d’amore profonda e viscerale che ho un po’ invidiato… Complimenti, questa scrittrice la adoro!» 
«Una storia densa, succosa, perversa, che vi condurrà in una realtà che non avreste mai immaginato esistesse.» 
«Sempre più appassionante e intrigante. L’autrice è riuscita a creare una storia bellissima… Complimenti!»
«Ho divorato letteralmente questo libro! Una tempesta, ad alta qualità erotica, dove tutto è spaventoso e insieme affascinante. Pepper Winters nella sua versione migliore.»
**Pepper Winters**
È un’autrice bestseller del «New York Times» e di «USA Today». Ama leggere e viaggiare e i suoi libri sono ormai tradotti in numerose lingue. La Newton Compton ha già pubblicato *Io ti appartengo*, *Io ti pretendo*, *Nessuna scelta* e *Amami adesso*. *Maledetta voglia di te *è il quinto dei sette capitoli della serie *Indebted*.

Un debito è per sempre

Quando una domenica mattina Jan Tommen e la sua ragazza Betty vengono buttati giù dal letto da un collega di Jan della sezione omicidi di Berlino, il detective tutto si aspetta tranne che di precipitare in un incubo.
Alcune chiare prove gettano forti sospetti su di lui: la sua macchina è stata vista sul luogo di un delitto, sull’arma ci sono le sue impronte digitali e sul cadavere hanno trovato il suo DNA. La vittima è il giudice Georg Holoch, che anni prima aveva portato in tribunale Jan per lesioni personali durante lo svolgimento del servizio. E quindi c’è anche un movente.
Jan non ricorda nulla della sera precedente. Non gli resta altro da fare che fuggire dalla custodia preventiva e nascondersi. Dovrà cavarsela da solo per scoprire cosa sia successo.
Lo aiutano Chandu, un amico che si occupa di recupero crediti, Zoe, medico legale, e Max, un giovane hacker.
Jan dovrà affrontare una pericolosa corsa contro il tempo per scoprire la verità…

Debito di sangue

Debito di sangue by Michael Connelly
Terry McCaleb lavorava per l’FBI, era considerato uno dei più bravi a tracciare i profili dei peggiori criminali, un esperto lucido e distaccato. Ma il trapianto cardiaco ha interrotto la sua carriera. Convalescente, ora è costretto a una vita tranquilla e ha un solo desiderio: restaurare la barca che era stata di suo padre, attraccata nel porto di Los Angeles. Non può correre, non può guidare, non può fare nulla. E non capisce perché quella donna salita sulla sua barca senza alcun invito sia così ostinata nel chiedere il suo aiuto.
Sua sorella Gloria è stata uccisa in un minimarket di periferia, apparentemente senza alcuna ragione: nessuna ombra nel suo passato, nessuna giustificazione per un gesto tanto efferato. E per quanto i soccorsi siano giunti rapidissimi, per lei non cè stato nulla da fare. Non capisce perché proprio lui dovrebbe indagare su un caso che la polizia ha già deciso di archiviare come l’ennesima rapina finita male.
Ma nonostante le sue condizioni di salute ancora precarie, non riesce a tirarsi indietro. Perché con quella donna McCaleb ben presto scopre di avere un debito di sangue.

Debito

David Graeber, l’antropologo alle origini del movimento di Seattle e del movimento Occupy (suo lo slogan ‘Siamo il 99%’), rivoluziona la teoria sociale ed economica in un libro destinato a rimanere nel tempo.In uno stile colloquiale e diretto, attraverso l’indagine storica, antropologica, filosofica, teologica, Graeber ribalta la versione tradizionale sulle origini dei mercati. Mostra come l’istituzione del debito sia anteriore alla moneta e come da sempre sia oggetto di aspri conflitti sociali: in Mesopotamia i sovrani dovevano periodicamente rimediare con giubilei alla riduzione in schiavitù per debiti di ampie fasce della popolazione, pena la deflagrazione di tutta la società. Da allora, la nozione di debito si è estesa alla religione come cifra delle relazioni morali (‘rimetti a noi i nostri debiti’) e domina i rapporti umani, definendo libertà e asservimento.Mercati e moneta non sorgono automaticamente dal baratto, come sostengono gli economisti fin dai tempi di Adam Smith, ma vengono creati dagli stati, che tassano i sudditi per finanziare le guerre e pagare i soldati. In quest’ottica, il conio della moneta si diffonde per imporre la sovranità dello stato e assicurare il pagamento uniforme dei tributi. L’economia commerciale, basata sulla calcolabilità impersonale, eclissa così le economie umane, basate sulla reciprocità personale. Gli ultimi 5000 anni di storia hanno visto l’alternarsi di fasi di moneta aurea e moneta creditizia, fino al definitivo abbandono dell’oro come base del sistema monetario internazionale nel 1971.Graeber guarda agli sviluppi di Europa, Medio Oriente, India e Cina, e individua tre grandi cicli nella lunga storia del debito. L’Età assiale (dall’800 a.C. al 600 d.C.), in cui si impone il potere di conio degli imperi e le grandi religioni fanno la loro comparsa. Il Medioevo, dove l’economia viene demonizzata, in Europa come in Cina. L’età degli imperi capitalisti, delle grandi conquiste e del ritorno allo schiavismo, che vede il mondo inondato d’oro e d’argento.Graeber esplora infine la crisi attuale, nata dall’abuso di creazione di strumenti finanziari ilSaggiatore da parte delle grandi banche deregolamentate, e sostiene la superiorità morale di cittadini e stati indebitati rispetto a creditori corrotti e senza scrupoli che vogliono ridurre libertà e democrazia alla misura dello spread sui titoli pubblici.

(source: Bol.com)

Il Deal Dell’Apocalisse

Daniel ha raggiunto il successo e tutto ciò che un uomo può desiderare, ma una breve telefonata cambierà la sua vita per sempre.
Una terribile sciagura aerea e un attentato da cui si salva quasi per miracolo gli fanno capire di essere rimasto invischiato in qualcosa di oscuro e mortale. L’unico modo per proteggere la figlia Isabel, la sola della sua famiglia a essere sopravvissuta, sarà inscenare la propria morte.
Anni dopo, vivendo sotto falso nome alla ricerca di chi gli ha distrutto la vita, si imbatterà in una nuova scia di sangue, ma anche in un inaspettato aiuto.
Quando si sentirà chiedere «Perché la Banca Centrale Europea nega di aver subito perdite colossali?» capirà che all’origine del male vi è un complotto che sta dissanguando le economie europee. Chi ne tira le fila è pronto a tutto per impedire che la verità venga a galla. La posta gioco è immensa e il pericolo senza limiti. Da cacciatore diventerà di nuovo una preda, ma non sarà più solo a lottare.
Spionaggio informatico, identità parallele, intrighi e speculazioni si intrecciano in un thriller pieno di colpi di scena.
“Il romanzo di L.K. Brass intreccia lo spionaggio informatico e le grandi speculazioni finanziarie con le passioni e il coraggio di personaggi profondamente umani, mai disposti ad arrendersi.”
“Una trama avvincente dove ogni evento ha due facce sorprende il lettore e lo porta a scoprire risvolti inaspettati della nostra realtà quotidiana.”
“Una storia appassionante, in cui l’analisi dei meccanismi di speculazione suggerisce una riflessione più ampia sulla realtà torbida di una finanza onnipotente.”
L.K. Brass è convinto che solo i lettori abbiano l’ultima parola. Aspetta con piacere le vostre recensioni pubbliche, i vostri commenti, richieste e suggerimenti. Potete seguirlo anche su Twitter @LkbrassIT
L’autore è nato a Lugano e si occupa di consulenza per i sistemi informativi finanziari. Ha vissuto a Parigi, Vaduz, Chicago, Ginevra e Zurigo.
**
### Sinossi
Daniel ha raggiunto il successo e tutto ciò che un uomo può desiderare, ma una breve telefonata cambierà la sua vita per sempre.
Una terribile sciagura aerea e un attentato da cui si salva quasi per miracolo gli fanno capire di essere rimasto invischiato in qualcosa di oscuro e mortale. L’unico modo per proteggere la figlia Isabel, la sola della sua famiglia a essere sopravvissuta, sarà inscenare la propria morte.
Anni dopo, vivendo sotto falso nome alla ricerca di chi gli ha distrutto la vita, si imbatterà in una nuova scia di sangue, ma anche in un inaspettato aiuto.
Quando si sentirà chiedere «Perché la Banca Centrale Europea nega di aver subito perdite colossali?» capirà che all’origine del male vi è un complotto che sta dissanguando le economie europee. Chi ne tira le fila è pronto a tutto per impedire che la verità venga a galla. La posta gioco è immensa e il pericolo senza limiti. Da cacciatore diventerà di nuovo una preda, ma non sarà più solo a lottare.
Spionaggio informatico, identità parallele, intrighi e speculazioni si intrecciano in un thriller pieno di colpi di scena.
“Il romanzo di L.K. Brass intreccia lo spionaggio informatico e le grandi speculazioni finanziarie con le passioni e il coraggio di personaggi profondamente umani, mai disposti ad arrendersi.”
“Una trama avvincente dove ogni evento ha due facce sorprende il lettore e lo porta a scoprire risvolti inaspettati della nostra realtà quotidiana.”
“Una storia appassionante, in cui l’analisi dei meccanismi di speculazione suggerisce una riflessione più ampia sulla realtà torbida di una finanza onnipotente.”
L.K. Brass è convinto che solo i lettori abbiano l’ultima parola. Aspetta con piacere le vostre recensioni pubbliche, i vostri commenti, richieste e suggerimenti. Potete seguirlo anche su Twitter @LkbrassIT
L’autore è nato a Lugano e si occupa di consulenza per i sistemi informativi finanziari. Ha vissuto a Parigi, Vaduz, Chicago, Ginevra e Zurigo.
### L’autore
L. K. Brass ha un solo obiettivo: appassionare il lettore e coinvolgerlo nelle vicende dei suoi personaggi, facendogli anche scoprire gli aspetti più oscuri del mondo finanziario. Sembra saperne più di quanto vuol far credere nelle interviste concesse. Attivo per anni nella finanza e nella tecnologia informativa, può aver colto collegamenti che sfuggono ai più. Possiamo solo sperare che la sua sia un’opera di fantasia…

La dea della vendetta

###
Nel museo egizio Bliss viene rinvenuto il corpo del filantropo B.H. Kyle, con il cranio fracassato da una statuetta di Sakhmet, dea della vendetta. Quale oscuro significato nasconde il misterioso delitto, tanto più che la dea Sakhmet dovrebbe proteggere i buoni e avversare i malvagi? Il procuratore distrettuale John F.X. Markham è incaricato di risolvere il caso, ma dovrà ricorrere ancora una volta al brillante intuito e alla raffinata cultura del suo amico Philo Vance, il celebre, eccentrico investigatore di New York. S.S. Van Dinepseudonimo di Willard Huntington Wright, nacque a Charlottesville (Virginia), nel 1888. Studiò in California e si specializzò all’Università di Harvard. Fu poi a Monaco e a Parigi per studiare arte. Nel 1907 iniziò l’attività di critico letterario e d’arte. Nel 1925 cominciò a scrivere romanzi polizieschi ed ebbe subito un successo straordinario. Il creatore del detective Philo Vance morì a New York nel 1939.

De senectute (Vele)

Questa non è un’epoca per vecchi: nell’orgia di giovanilismo che contraddistingue i nostri giorni, donne e uomini anziani sono esposti a una sorta di rottamazione che nasce da un ingiustificato astio verso rughe e capelli bianchi, accompagnato da una ancora piú ingiustificata esultanza per la giovinezza, della quale poco ci manca che si torni a cantarla «primavera di bellezza». Se poi la vecchiaia è una stagione della vita, una condizione del vivente che è lí per chiunque la raggiunga, che senso ha, ci chiediamo, parlare specificamente di vecchiaia delle donne? Non esiste una differenza delle qualità delle donne e degli uomini di tipo naturale, essenziale, oggettivo, genetico; esistono invece pregiudizi maturati nel tempo. Sulla vecchiaia delle donne pesano eredità di comportamento e «vestigia di gender», tra le quali sicuramente quella della sterilità, del venir meno della capacità di procreare che colpisce le donne diversi anni prima degli uomini.
**
### Sinossi
Questa non è un’epoca per vecchi: nell’orgia di giovanilismo che contraddistingue i nostri giorni, donne e uomini anziani sono esposti a una sorta di rottamazione che nasce da un ingiustificato astio verso rughe e capelli bianchi, accompagnato da una ancora piú ingiustificata esultanza per la giovinezza, della quale poco ci manca che si torni a cantarla «primavera di bellezza». Se poi la vecchiaia è una stagione della vita, una condizione del vivente che è lí per chiunque la raggiunga, che senso ha, ci chiediamo, parlare specificamente di vecchiaia delle donne? Non esiste una differenza delle qualità delle donne e degli uomini di tipo naturale, essenziale, oggettivo, genetico; esistono invece pregiudizi maturati nel tempo. Sulla vecchiaia delle donne pesano eredità di comportamento e «vestigia di gender», tra le quali sicuramente quella della sterilità, del venir meno della capacità di procreare che colpisce le donne diversi anni prima degli uomini.

De rerum natura

Composto intorno alla metà del I secolo a.C., il poema De Rerum Natura espone gli ideali dell’epicureismo in versi di rara potenza e bellezza. Rifacendosi infatti alla tradizione epica e arcaizzante di Ennio, ma senza dimenticare la lezione di nitore espositivo della poesia didascalica alessandrina, Lucrezio compone un grandioso poema nel quale l’elemento letterario e quello dottrinale sono inscindibili. Come gli antichi poeti-filosofi Empedocle e Parmenide, e animato dallo stesso entusiasmo missionario, Lucrezio si fa scienziato, profeta, maestro di verità. Scopo della sua opera è privare l’uomo delle illusioni sulla religione, sull’anima, sul mondo, per porlo di fronte alla danza eterna degli atomi, allo spettacolo sublime e terribile, ma anche liberatorio, della verità ultima della Natura.

De la causa, principio e uno

###
In quest’opera, pubblicata dal Bruno nel 1584 e che appartiene con la “Cena delle ceneri” e “De l’infinito universo et mondi” alla trilogia dei grandi dialoghi metafisici scritti in italiano, il filosofo espone nel modo più esauriente la sua concezione realistica della realtà. Eliminata ogni trascendenza, Dio è concepito come la natura stessa, intesa come infinita potenzialità e infinita attualità, come natura naturans e natura naturata, “vera essenza de l’essere tutto”. Una è la sostanza che genera ogni aspetto della realtà, uno è lo Spirito artefice, principio di ogni cosa, infinita forza vitale. Ma l’Essere non è soltanto in sé, è anche in quanto conosciuto e moralmente valutato e diviene quindi il Vero nella conoscenza e Bene nella valutazione morale, generando nell’uomo che lo contempla “eccellenza della propria umanitate”.
**

De Bello Gallico Di Giulio Cesare

De Bello Gallico di Giulio Cesare in ebook by Giulio Cesare, grandi Classici
De Bello Gallico
in latino
opera completa di Giulio Cesare in versione integrale
lettura agevolata in formato ebook

De bello Gallico – in italiano

In queste pagine leggerete tutti gli eventi relativi alla campagna per la conquista della Gallia orchestrata da Giulio Cesare con l’esercito Romano. In realtà il ‘De bello Gallico’ è molto di più: un vero e proprio trattato sulla geografia, sulla politica, sugli usi e costumi di un popolo considerato ‘barbaro’. Di grande interesse dal punto di vista artistico e filosofico per meglio comprendere la mentalità che portò i Romani a conquistare gran parte del mondo fino ad allora conosciuto, è suddiviso in otto libri e scritto da Cesare in terza persona. Uno degli scritti più famosi di tutti i tempi, redatto probabilmente dal più influente e completo uomo dell’antichità.

(source: Bol.com)