54433–54448 di 72034 risultati

Il nostro quartiere

Le cronache di un quartiere raccontate attraverso la quotidianità dei suoi abitanti: la realtà e le fantasie di un mondo in cui si compenetrano gli arcani della tradizione orientale e il sottile fascino della civiltà europea. Realtà come raffigurazione degli eventi che scandiscono la vita del rione e fantasia come strumento di conoscenza delle forme e delle essenze che compongono il ciclo della nascita, vita e morte (la magica visione del monastero, il suo giardino di delizie, l’inquietante oscurità del tunnel, e ancora: l’invisibile Grande Vecchio, l’aleatorio paese al di là dei monti e la baluginante presenza divina). Il protagonista delle settantotto sequenze in cui si ordina “Il nostro quartiere”, un “io” infantile che si trova ad affrontare gli accadimenti dell’esistenza umana sempre dibattuto tra dato fisico e ipotesi metafisica, diventa così il cantore di gioie, passioni, ansie, soprusi, paure e disperazioni che consentono all’umanità che popola il dedalo di viuzze dalla narrazione di trasformare quel microcosmo nell’effigie dell’universo.
**

Il nostro caro Dexter

Collaboratore della scientifica di Miami, oltre che uomo affascinante e spiritoso, Dexter sente continuamente l’istinto irrefrenabile a uccidere che sfoga soltanto su chi, a suo parere, se lo merita: assassini, pedofili, stupratori. Finora è giunto al quarantesimo omicidio senza destare alcun sospetto, però adesso un collega sta iniziando a fiutare qualcosa. Per non farsi smascherare, Dexter decide di recitare per un po’ la parte del bravo poliziotto e del fidanzato perfetto, dedicando molto tempo alla nuova fiamma e ai due bambini di lei. Per quanto tempo riuscirà a tenere a freno il suo alter ego? Mentre cerca di depistare il collega, viene coinvolto dalla sorellastra Debbie, agente della Omicidi, nel caso di un sadico serial killer che uccide secondo rituali affini ai suoi, mutilando con precisione chirurgica le proprie vittime, lasciandone alcune vive e spaventosamente traumatizzate. L’appetito di Dexter viene stuzzicato, ma deve essere tenuto sotto controllo finché c’è in giro la sua nemesi, il tenace Doakes, che però all’improvviso scompare. È ora di mettersi sulle tracce di quel misterioso “chirurgo” e di far agire il Passeggero, a meno che non sia la preda ora a braccare il cacciatore…
**

I nostri dissimili

L’amore che tutti nutriamo (almeno in linea di principio) per i nostri simili non deve farci dimenticare che anche tra i mostri e gli extraterrestri più diversi da noi possono esserci delle ottime persone. È uno degli insegnamenti fondamentali della FS, e la presente antologia ne costituisce una luminosa conferma. Incontrate un Orco sull’autostrada? Niente paura, anzi affidatevi a lui; vi farà vincere alle corse. Per la schedina del totocalcio consultate invece l’extraterrestre Ir; e quanto agli abitanti di Lyssar-lV o ai misteriosi uomini X, anche loro, tutto sta a saperli prendere. Ma attenzione anche a non cadere in un eccesso di fiducia. Tra i nostri dissimili ce n’è uno – o meglio, ce n’è una – che potrà farvi fare una fine spaventosa.
Indice:
Ed Jesby – L’orco (Ogre, 1968)
Charles Runyon – La bella Elena (Sweet Helen, 1969)
Joseph Green – I goffi di Lyssar-4 (The Shamblers of Misery, 1969)
Paul Thielen – Le interferenze di Ir (The Money Builder, 1969)
William Frederick Temple – L’anno meno (The Year Dot, 1969)
Copertina di Karel Thole

Nostra signora delle tenebre

Nostra Signora delle tenebre è una agghiacciante fantasy urbana, ambientata nella metropoli di San Francisco. Ma anche la modernissima San Francisco, con le sue colline, la sua baia assolata e i suoi grattacieli altissimi e rilucenti, può diventare il regno del terrore quando strane ombre cominciano ad aggirarsi furtive tra i caseggiati. Per Franz Westen, vedovo, scrittore di racconti del soprannaturale per la televisione, l’incubo comincia all’improvviso, quando, una notte, si affaccia alla finestra del suo appartamento per scrutare con il binocolo le luci della città ed è testimone di una scena inquietante: là, sulla cima di Corona Heights, la solitaria ed erta collinetta che si leva proprio nel cuore di San Francisco, c’è una strana figura dal colorito brunastro che si agita e si muove in maniera sinistra, come se fosse impegnata in qualche misterioso rituale o danza magica. Ha così inizio una terribile persecuzione, cui Franz tenterà invano di sottrarsi e che forse è collegata in qualche modo con un vecchio volume affascinante e sibillino, pieno di misteriose citazioni e di strani discorsi sulle moderne megalopoli e sulle arcane entità che le infestano, i “paramentali”, esseri d’origine azoica “più infidi dei ragni e delle donnole”.

Nosferas

Alla fine del XIX secolo, gli ultimi sei clan dei vampiri superstiti si sono sparsi per tutta l’Europa. Pur nutrendo una reciproca e profonda ostilità, nel momento in cui la modernità minaccia di estinzione la loro specie, scoprono che esiste un unico modo per sopravvivere: addestrare i propri figli, gli Eredi della Notte, in modo che ognuno di loro possa beneficiare delle risorse degli altri clan… La formazione degli Eredi della Notte ha inizio a Roma. L’irlandese Ivy, l’inglese Malcolm, il viennese Franz Leopold e la tedesca Alisa dovranno imparare dai maestri italiani ad acquisire l’immunità dai poteri della Chiesa. Sennonché una serie di omicidi all’interno del clan italiano getta un’ombra sinistra sull’apprendistato dei giovani. Un misterioso cacciatore di vampiri è in cerca di prede e, quando i quattro cercano di catturarlo, scoprono una diabolica cospirazione tra i loro ranghi.

Norwegian Wood. Tokyo Blues

Uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi è anche il libro più intimo, introspettivo di Murakami, che qui si stacca dalle atmosfere oniriche e surreali che lo hanno reso famoso, per esplorare il mondo in ombra dei sentimenti e della solitudine. Norwegian Wood è anche un grande romanzo sull’adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli “altri” per entrare vittoriosi nella vita adulta e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi, costi quel costi. Come il giovane Holden, Toru è continuamente assalito dal dubbio di aver sbagliato o poter sbagliare nelle sue scelte di vita e di amore, ma è anche guidato da un ostinato e personale senso della morale e da un’istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito. Diviso tra due ragazze, Naoko e Midori, che lo attirano entrambe con forza irresistibile, Toru non può fare altro che decidere. O aspettare che la vita (e la morte) decidano per lui.

Northwest Smith il terrestre

Le avventure di Northwest Smith, l’astronauta irrequieto e vagabondo, e quelle di Jirel di Joiry, la bellissima e indomita regina guerriera del fantastico reame di Joiry, rappresentano i due piloni basilari su cui poggia la fama della grande Catherine Lucilie Moore, una delle scrittrici che hanno maggiormente influenzato l’evoluzione della fantasy e della fantascienza. Dopo aver presentato le meravigliose storie di Jirel in questa stessa collana, ecco qui riuniti, in un’edizione unica al mondo e preparata appositamente per il pubblico italiano, tutti i racconti del celeberrimo ciclo di Northwest Smith. Smith, il fuorilegge dai nervi d’acciaio e dai freddi occhi incolori, è un vero e proprio avventuriero degli spazi, capace di resistere agli orrori più devastanti e alle potenze superiori che sempre si frappongono sul suo cammino. In questo volume sono raccolti dodici racconti, dodici gemme di squisita finezza artistica narrate in uno stile unico e inconfondibile, in bilico tra la fantasy e la fantascienza, permeate di una sottile vena poetica e di una sconvolgente atmosfera d’orrore cosmico: classici come «Shambleau», «Sete nera», «Sogno rosso», «Yvala», «aradiso perduto» e altri sette magnifici racconti che hanno dato un’impronta inconfondibile a un’intera epoca della produzione fantascientifica.
Contenuto del volume
Presentazione (Introduzione) di Sandro Pergameno
1. Shambleau (Shambleau, 1933)
2. Sete nera (Black Thirst, 1934)
3. Sogno scarlatto (Scarlet Dream, 1934)
4. La polvere del dio (Dust of Gods, 1934)
5. Julhi (Julhi, 1935)
6. Il freddo dio grigio (The Cold Gray God, 1935)
7. Yvala (Yvala, 1936)
8. Paradiso perduto (Lost Paradise, 1936)
9. L’albero della vita (The Tree of Life, 1936)
10. La lupa mannara (Werewoman)
11. La ninfa delle tenebre (Nymph of Darkness, 1935, z/Forrest J Ackerman)
12. Canto in chiave minore (Song in a Minor Key, 1940)
Fantacollana #44
Ilustracja na obwolucie Michael Whelan
Książka ma 326 stron.

Non volare via

Per essere straordinari non è necessario nascere perfetti. Matteo ama la pioggia, adora avvertire quel tocco leggero sulla pelle. È l’unico momento in cui è uguale a tutti gli altri, in cui smette di sentirsi diverso. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c’è un mondo fatto soltanto di silenzio. All’improvviso la voce, gutturale, dice: «Pecché vola via?». Un uccellino è volato via e Matteo l’ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All’inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: restare uniti grazie all’amore. Ma è stato proprio l’amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolgono la vita quando meno te l’aspetti. Lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E poi ti trascina nell’impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare: «Papà, non volare via». Questa è una storia che parla di tutti noi, che parla di un amore grande e imperfetto. Questo è il romanzo di un bambino coraggioso, di un padre spaventato e di una ragazza con i piedi per terra. Ma anche quello di una madre che non ha dimenticato di essere una donna. Questo è il momento indecifrabile della vita in cui amore, colpa e perdono si fondono in un unico istante.
**
### Sinossi
Per essere straordinari non è necessario nascere perfetti. Matteo ama la pioggia, adora avvertire quel tocco leggero sulla pelle. È l’unico momento in cui è uguale a tutti gli altri, in cui smette di sentirsi diverso. Perché Matteo è nato sordo. Oggi è giorno di esercizi. La logopedista gli mostra un disegno con tre uccellini. Uno vola via. Quanti ne restano? La domanda è continua, insistita. Ma Matteo non risponde, la voce non esce, e nei suoi occhi profondi c’è un mondo fatto soltanto di silenzio. All’improvviso la voce, gutturale, dice: «Pecché vola via?». Un uccellino è volato via e Matteo l’ha capito prima di tutti. Prima della mamma, Sandra. Prima della sorella, Alice. È il padre a essere volato via, perché ha deciso di fuggire dalle sue responsabilità. All’inizio non era stato facile crescere il piccolo Matteo. Eppure tutti si erano fatti forza in nome di un comandamento inespresso: restare uniti grazie all’amore. Ma è stato proprio l’amore a travolgere Alberto, un amore perduto e sempre rimpianto. Uno di quei segreti del passato che ti sconvolgono la vita quando meno te l’aspetti. Lo fa quando credi di essere al sicuro, perché sei adulto e sai che non ti può succedere. E poi ti trascina nell’impeto di inseguire i tuoi sogni. Ma adesso Alberto ha una famiglia che ha bisogno di lui. Sandra, la donna che ha sacrificato tutto per il figlio. Alice, la figlia adolescente che sta diventando grande troppo in fretta. Ma soprattutto ha bisogno di lui Matteo, che vorrebbe gridare: «Papà, non volare via». Questa è una storia che parla di tutti noi, che parla di un amore grande e imperfetto. Questo è il romanzo di un bambino coraggioso, di un padre spaventato e di una ragazza con i piedi per terra. Ma anche quello di una madre che non ha dimenticato di essere una donna. Questo è il momento indecifrabile della vita in cui amore, colpa e perdono si fondono in un unico istante.

Non umano

Quando i terrestri decidono di abbandonare quel vecchio mondo perchè “non rende” (e in fondo nello spazio ci si va per guadagnare), sembra che vi resterà soltanto un’abitante: Sera Ofelia, fermamente decisa a non lasciare quella che ormai considera la sua casa. Ma presto le cose cambiano aspetto: il pianeta non era veramente disabitato al tempo della prima colonizzazione, e quando arriva dallo spazio una nuova ondata di umani, dovrà tener conto di questa realtà. Tanto per incominciare, è la prima civiltà extraterrestre in cui l’umanità si sia mai imbattuta; in secondo luogo, se vogliono raggiungere i loro fini i terrestri dovranno venire a patti con i misteriosi proprietari del pianeta. Ammesso che sia possibile, e che non si prepari una strage…
Copertina di Franco Brambilla

Non Tutti I Bastardi Sono DI Vienna

Orgoglio, patriottismo, odio, amore: passioni pure e antiche si mescolano e si scontrano tra loro, intorbidate più che raffrenate dal senso, anch’esso antico, di reticenza e onore. Villa Spada, dimora signorile di un paesino a pochi chilometri dal Piave, nei giorni compresi tra il 9 novembre 1917 e il 30 ottobre 1918: siamo nell’area geografica e nell’arco temporale della disfatta di Caporetto e della conquista austriaca. Nella villa vivono i signori: il nonno Guglielmo Spada, un originale, e la nonna Nancy, colta e ardita; la zia Maria, che tiene in pugno l’andamento della casa; il giovane Paolo, diciassettenne, orfano, nel pieno dei furori dell’età; la giovane Giulia, procace e un po’ folle, con la sua chioma fiammeggiante. E si muove in faccende la servitù: la cuoca Teresa, dura come legno di bosso e di saggezza stagionata; la figlia stolta Loretta, e il gigantesco custode Renato, da poco venuto alla villa. La storia, che il giovane Paolo racconta, inizia con l’insediamento nella grande casa del comando militare nemico. Un crudo episodio di violenza su fanciulle contadine e di dileggio del parroco del villaggio, accende il desiderio di rivalsa. Un conflitto in cui tutto si perde, una cospirazione patriottica in cui si insinua lo scontro di psicologie, reso degno o misero dall’impossibilità di perdonare, e di separare amore e odio, rispetto e vittoria.
**

Non ti svegliare

Una donna apre gli occhi in una stanza buia. Non riesce a muoversi. Dov’è? E’ ancora dentro al sogno? Perché non riesce a svegliarsi?
Un uomo riemerge dal nulla dopo tre settimane. E’ in una stanza di ospedale con una placca di metallo nel cranio ed un vuoto assoluto in testa. Che cosa è successo? Perché è completamente solo? Perché viene accusato del più orribile dei crimini?
In parallelo, una voce in una stanza spoglia chiede al magistrato di poter narrare tutto dall’inizio. Dagli “inutili anni ottanta”. Perché, dice, è lì che è cominciato tutto.
Un avvocato troppo coinvolto dal passato per accettare l’evidente colpevolezza del proprio cliente; passo dopo passo percorre un’indagine difensiva sempre più complessa ed inquietante, inseguendo una fantomatica scia di sangue celata nella nebbia della pianura veneta. per arrivare ad una sconvolgente verità
“La trama è consistente, complessa, plausibile e alla fine anche sorprendente… la lingua è ricca, precisa, la scrittura elegante” XXIII Premio Calvino – 2010
“E’ uno dei più interessanti casi letterari italiani dell’anno.” Il Gazzettino – 6.10.2011
“Con il suo libro digitale veramente sta ‘spaccando’, come si suol dire… è in testa alle classifiche dei libri elettronici più venduti in Italia” Caterpillar Rai 2 – 1.3.2012
“Crea assuefazione, bisogna andare avanti a leggerlo, dopo ogni pagina si cerca la successiva…” Il Basso Vicentino – giugno 2012
“Si è tramutato in longseller in un solo anno… questo legal thriller ambientato tra le provincie di Verona e Vicenza continua a catturare lettori.” L’Arena – 31.08.2012
“Un John Grisham sotto la Rocca Pisana. Il legal thriller del leoniceno Stefano Visonà da un anno miete successi.” Il Giornale di Vicenza 6.12.2012
“NON TI SVEGLIARE al primo posto dei più venduti in classifica, davanti ai libri di Joe Lansdale e Jo Nesbø. Il vincitore che comunque rimane nella top100 di Amazon è Stefano Visonà.” La Nuova Vicenza 23.12.2013
NON TI SVEGLIARE è un legal thriller ambientato nella provincia veneta e con protagonista un avvocato penalista italiano. È un romanzo con una costruzione rigorosa dal punto di vista legale, medico, scientifico e delle procedure di indagine, che attraverso la letteratura di genere racconta la realtà complessa e contraddittoria del Nord-Est di oggi.
Segnalato XXIII premio Italo Calvino per la sua capacità di essere “un bel giallo, ma che lascia vedere in controluce la rappresentazione calda della nostra società e dei suoi mutamenti”, è uscito per la prima volta nel 2011 per Ciesse Edizioni e per 4 anni si è mantenuto ai primi posti di vendita della casa editrice, diventandone uno dei più consolidati long seller.
Per due volte, nel febbraio 2012 e nel dicembre 2013 ha conquistato il 1° posto della Bestseller TOP100 di Amazon.
Questa V edizione viene riproposta direttamente dall’autore su Kindle Direct Publishing, in una veste rinnovata e aggiornata.
**
### Sinossi
Una donna apre gli occhi in una stanza buia. Non riesce a muoversi. Dov’è? E’ ancora dentro al sogno? Perché non riesce a svegliarsi?
Un uomo riemerge dal nulla dopo tre settimane. E’ in una stanza di ospedale con una placca di metallo nel cranio ed un vuoto assoluto in testa. Che cosa è successo? Perché è completamente solo? Perché viene accusato del più orribile dei crimini?
In parallelo, una voce in una stanza spoglia chiede al magistrato di poter narrare tutto dall’inizio. Dagli “inutili anni ottanta”. Perché, dice, è lì che è cominciato tutto.
Un avvocato troppo coinvolto dal passato per accettare l’evidente colpevolezza del proprio cliente; passo dopo passo percorre un’indagine difensiva sempre più complessa ed inquietante, inseguendo una fantomatica scia di sangue celata nella nebbia della pianura veneta. per arrivare ad una sconvolgente verità
“La trama è consistente, complessa, plausibile e alla fine anche sorprendente… la lingua è ricca, precisa, la scrittura elegante” XXIII Premio Calvino – 2010
“E’ uno dei più interessanti casi letterari italiani dell’anno.” Il Gazzettino – 6.10.2011
“Con il suo libro digitale veramente sta ‘spaccando’, come si suol dire… è in testa alle classifiche dei libri elettronici più venduti in Italia” Caterpillar Rai 2 – 1.3.2012
“Crea assuefazione, bisogna andare avanti a leggerlo, dopo ogni pagina si cerca la successiva…” Il Basso Vicentino – giugno 2012
“Si è tramutato in longseller in un solo anno… questo legal thriller ambientato tra le provincie di Verona e Vicenza continua a catturare lettori.” L’Arena – 31.08.2012
“Un John Grisham sotto la Rocca Pisana. Il legal thriller del leoniceno Stefano Visonà da un anno miete successi.” Il Giornale di Vicenza 6.12.2012
“NON TI SVEGLIARE al primo posto dei più venduti in classifica, davanti ai libri di Joe Lansdale e Jo Nesbø. Il vincitore che comunque rimane nella top100 di Amazon è Stefano Visonà.” La Nuova Vicenza 23.12.2013
NON TI SVEGLIARE è un legal thriller ambientato nella provincia veneta e con protagonista un avvocato penalista italiano. È un romanzo con una costruzione rigorosa dal punto di vista legale, medico, scientifico e delle procedure di indagine, che attraverso la letteratura di genere racconta la realtà complessa e contraddittoria del Nord-Est di oggi.
Segnalato XXIII premio Italo Calvino per la sua capacità di essere “un bel giallo, ma che lascia vedere in controluce la rappresentazione calda della nostra società e dei suoi mutamenti”, è uscito per la prima volta nel 2011 per Ciesse Edizioni e per 4 anni si è mantenuto ai primi posti di vendita della casa editrice, diventandone uno dei più consolidati long seller.
Per due volte, nel febbraio 2012 e nel dicembre 2013 ha conquistato il 1° posto della Bestseller TOP100 di Amazon.
Questa V edizione viene riproposta direttamente dall’autore su Kindle Direct Publishing, in una veste rinnovata e aggiornata.

Non ti addormentare

Ogni mattina Christine si sveglia senza ricordi. Non sa a chi appartenga la casa in cui si trova, l’uomo che le dorme accanto le è totalmente estraneo, e anche il suo viso, riflesso nello specchio del bagno, le sembra molto meno giovane di quanto secondo lei dovrebbe essere.
È Ben, suo marito, a darle quotidianamente le coordinate della sua vita, a spiegarle chi è lui, chi è lei, e che cosa le è successo anni prima, un incidente che ha modificato radicalmente la sua esistenza, privandola dei ricordi e costringendola a ricominciare ogni giorno un difficile apprendimento.
Ma Ben le dice tutto? E se è così, perché non le ha parlato del dottor Nash, un giovane neuropsichiatra deciso a studiare il suo caso, con cui Christine si incontra di tanto in tanto e che la spinge a tenere un diario? E perché su una pagina di questo diario Christine ha scritto ”non fidarti di Ben”?
Giorno dopo giorno, con l’aiuto del dottor Nash, lampi di memoria attraversano la mente di Christine, tessere baluginanti di un mosaico che fatica a ricomporsi nella sua interezza e che, con il passare del tempo, le sembra sempre più minaccioso e inquietante. Finché dal passato emergerà il vero pericolo, quello che, senza che lei ne sia consapevole, si è appropriato della sua vita.
Uno straordinario romanzo, teso e appassionante, una storia che non dà tregua e che mette in discussione l’idea stessa di realtà.
(source: Bol.com)

Non tentarmi

Inghilterra, 1818
Lucien de Grey, duca di Marchmont, è bello, ricco e potente, ma sembra interessato solo a far bisboccia con gli amici. Non trapelano i suoi sentimenti né l’intima sofferenza, finché dal passato non rispunta Zoe Lexham, figlia del suo tutore di un tempo, scomparsa in Egitto dodici anni prima. Per tutto quel tempo Zoe ha vissuto prigioniera in un harem, e ora che ha fatto ritorno a casa la sua reputazione è compromessa: ha bisogno di qualcuno che la guidi e la renda accettabile agli occhi della buona società. Un compito che solo Lucien può assumersi, sempre che riesca a resistere alla tentazione di una donna sensuale e ribelle, che sa bene come compiacere un uomo…

Non svegliare il gram che dorme

I personaggi di questa storia, che si svolge in un tranquillo villaggio inglese, potrebbero essere quelli di un giallo di Agatha Christie. C’è il reverendo Gates, curato di St. Jude, e c’è il facoltoso mister Einsley, squire di Chimney Pots; c’è una pittrice che è anche medium e ci sono la signora Fothergill con la sua domestica, il poliziotto in bicicletta, il garagista, il padrone del locale pub… Ma ciò che si prepara nel villaggio di Claines non è un delitto, e nemmeno Poirot o Miss Marple, se fossero lì, potrebbero farci niente. Il compito di sventare la più orrenda delle minacce toccherà invece a John Thunstone, un avveduto archeologo americano di passaggio.
Copertina di Karel Thole