54385–54400 di 74503 risultati

L’amante indecisa

Alla fin fine ci si abbandona alle decisioni più incomprensibili, che si prendono con il corpo, o che il corpo prende per noi, per l’animale che siamo. Lucas Pereyra ha quarant’anni, è padre da poco ed è squattrinato. Ha chiesto alla moglie i soldi per poter andare a Montevideo a ritirare un cospicuo anticipo per due libri ancora da scrivere. Non è però questa l’unica ragione del suo viaggio in Uruguay. Abbagliato dal ricordo di una giovane donna incontrata qualche mese prima, e sopraffatto dalle necessità e dalle stanchezze di un matrimonio messo alla prova dalla nascita di un figlio, Lucas sogna di usare questa partenza per fuggire e non tornare più. Lontano da Buenos Aires e immerso in una città idealizzata – «come nei sogni, a Montevideo le cose mi apparivano familiari però diverse. Erano, eppure non erano» -, sceglie di abbandonarsi alla bellezza di una donna uruguayana, Magalí Guerra, e di consumare un tradimento che assumerà esiti del tutto inattesi. L’amante indecisa è un romanzo inquietante, disincantato e dotato di un sarcasmo a tratti feroce; una storia che racconta il desiderio e le ferite dell’amore, la necessità furiosa di capire cosa vogliamo e cosa siamo disposti a perdere per averlo. Pedro Mairal riesce a coinvolgere e a convincere chi conosce i dubbi della maturità e il timore di non avere più scelta. Con questa ultima opera l’autore ha raggiunto una popolarità improvvisa e oggi è tra i nomi più apprezzati della letteratura ispanica contemporanea.
**
### Sinossi
Alla fin fine ci si abbandona alle decisioni più incomprensibili, che si prendono con il corpo, o che il corpo prende per noi, per l’animale che siamo. Lucas Pereyra ha quarant’anni, è padre da poco ed è squattrinato. Ha chiesto alla moglie i soldi per poter andare a Montevideo a ritirare un cospicuo anticipo per due libri ancora da scrivere. Non è però questa l’unica ragione del suo viaggio in Uruguay. Abbagliato dal ricordo di una giovane donna incontrata qualche mese prima, e sopraffatto dalle necessità e dalle stanchezze di un matrimonio messo alla prova dalla nascita di un figlio, Lucas sogna di usare questa partenza per fuggire e non tornare più. Lontano da Buenos Aires e immerso in una città idealizzata – «come nei sogni, a Montevideo le cose mi apparivano familiari però diverse. Erano, eppure non erano» -, sceglie di abbandonarsi alla bellezza di una donna uruguayana, Magalí Guerra, e di consumare un tradimento che assumerà esiti del tutto inattesi. L’amante indecisa è un romanzo inquietante, disincantato e dotato di un sarcasmo a tratti feroce; una storia che racconta il desiderio e le ferite dell’amore, la necessità furiosa di capire cosa vogliamo e cosa siamo disposti a perdere per averlo. Pedro Mairal riesce a coinvolgere e a convincere chi conosce i dubbi della maturità e il timore di non avere più scelta. Con questa ultima opera l’autore ha raggiunto una popolarità improvvisa e oggi è tra i nomi più apprezzati della letteratura ispanica contemporanea.
### L’autore
Pedro Mairal nació en Buenos Aires en 1970. Su novela “Una noche con Sabrina Love” recibió el Premio Clarín en 1998 y fue llevada al cine. Ha publicado también las novelas “El año del desierto” (2005) y “Salvatierra” (2008), el volumen de cuentos “Hoy temprano” (2001), y los libros de poesía “Tigre como los pájaros” (1996), “Consumidor final” (2003) y la trilogía “Pornosonetos” (2003, 2005 y 2008). En 2007 fue nombrado uno de los 39 mejores jóvenes escritores latinoamericanos por el Hay Festival de Bogotá. Trabaja como guionista y escribe para distintos medios de comunicación. En 2013 publicó “El gran surubí”, una novela en sonetos, y “El equilibrio”, una recopilación de las columnas que escribió durante cinco años para el diario ‘Perfil’. En 2015 publicó en Chile “Maniobras de evasión”, un libro de crónicas. Su última novela, “La uruguaya”, se publicó en 2016 en Argentina con gran éxito de público y crítica.

L’amante francese

Inghilterra, 1814 – Caragh Sudley è profondamente innamorata di Quentin Burke, Lord Branson, ma lui, pur apprezzandone la brillante intelligenza, pare immune al suo fascino e la considera solo un’amica. Ed è appunto in tale veste che l’affascinante gentiluomo si offre di accompagnare a Londra per il loro debutto in società le due sorelle Sudley: per fare da cavaliere a Caragh e per aiutarla a tenere sotto controllo l’esuberante Ailis. Inoltre, è deciso a prendere moglie e i consigli di una cara amica potrebbero essergli utili per svelare i misteri della mente femminile. Ma a Caragh quel ruolo non piace affatto e decide di sfruttare l’occasione per preparare all’uomo dei suoi sogni una bella sorpresa. Anche ricorrendo a mezzi decisamente poco convenzionali!
**
### Sinossi
Inghilterra, 1814 – Caragh Sudley è profondamente innamorata di Quentin Burke, Lord Branson, ma lui, pur apprezzandone la brillante intelligenza, pare immune al suo fascino e la considera solo un’amica. Ed è appunto in tale veste che l’affascinante gentiluomo si offre di accompagnare a Londra per il loro debutto in società le due sorelle Sudley: per fare da cavaliere a Caragh e per aiutarla a tenere sotto controllo l’esuberante Ailis. Inoltre, è deciso a prendere moglie e i consigli di una cara amica potrebbero essergli utili per svelare i misteri della mente femminile. Ma a Caragh quel ruolo non piace affatto e decide di sfruttare l’occasione per preparare all’uomo dei suoi sogni una bella sorpresa. Anche ricorrendo a mezzi decisamente poco convenzionali!

L’amante francese

ROMANCE – Avere un’amante francese è decisamente di moda, specie se la donna in questione possiede il fascino di Elise la golosa. Ma cosa fare quando quella donna ti fa perdere la ragione e anche il cuore? Andare contro la propria famiglia e l’intera aristocrazia inglese può essere l’unica soluzione.
Parigi, 1889. Lord William Prescott è il secondogenito di un duca, in viaggio di piacere nella capitale francese. Una sera conosce Elise, una ballerina del ”Moulin Rouge” soprannominata la golosa, e si invaghisce perdutamente di lei. Del resto, come resistere alla tentazione di quel corpo perfetto? Proporle di diventare la sua amante e condurla con sé a Londra è l’unica scelta possibile. Ma per un gentiluomo del suo lignaggio il matrimonio con una donna del ”demi-monde” è fuori discussione, soprattutto se il proprio padre ha già deciso altrimenti. Eppure, solo fra le braccia di Elise William riesce a raggiungere le più alte vette del piacere fisico e forse non è solo sesso ciò che li unisce. A questo punto non gli rimane altro da fare che lottare contro la mentalità ristretta dell’aristocrazia inglese, nella speranza che non sia troppo tardi.
Laura Gay nasce a Genova dove tuttora vive, insieme al marito. Ama i libri, il cinema, la musica e gli animali, specialmente i gatti. Scrive da quando era bambina perché solo attraverso la scrittura riesce a esprimere se stessa e a volare con la fantasia. Un suo racconto dal titolo ”Ventunesimo piano” è apparso sul numero 5 della rivista” Romance Magazine” e un altro, dal titolo ”Il risveglio del Crociato”, è stato inserito nell’antologia ”365 storie d’amore”, edita da Delos Books. Con i racconti ”Il risveglio dei sensi” e ”Resta con me” si è qualificata tra i finalisti nelle rispettive rassegne ”Rosso fuoco” e ”Senza fiato”, sul blog ”La mia biblioteca romantica”, mentre con ”Bad boy” si è distinta in ”Christmas in love 2013”. Per Delos Digital ha già pubblicato ”Sette giorni e sette notti”, ”Senza legami” e ”Toccami”, nella collana ”Senza sfumature”, e ”Incantevole angelo” nella collana ”Passioni romantiche”.
(source: Bol.com)

L’amante egiziana

L’ispettore Thomas Pitt si trova davanti al cadavere di un giovane diplomatico, misteriosamente assassinato nel giardino di Ayesha Zakhari, un’affascinante donna egiziana sua ex amante che ovviamente è la prima sospettata. Il compito di Pitt è proteggere la reputazione della terza persona coinvolta, il ministro Saville Ayerson, pronto a giurare sull’innocenza di Ayesha. Per scoprire la verità Pitt inizia una lunga indagine che, sulle tracce di un lontano scandalo insabbiato, lo porterà dai cambi egiziani ai più squallidi sobborghi londinesi, fino a una ricca dimora dove saranno finalmente svelati i più scottanti segreti.

L’amante di lady lyte

Inghilterra, 1815 – Pochi giorni dopo aver chiuso senza spiegazioni la sua intensa relazione con Thorn Greenwood, un avvenimento improvviso costringe Lady Felicity Lyte a rivedere l’ex amante. Oliver, il giovane nipote di lei, e Ivy, l’esuberante sorella di lui, sono infatti fuggiti insieme per sposarsi a Gretna Green. Decisa a non tornare sui propri passi, la ricca vedova rifiuta dunque l’offerta di Thorn di partire insieme e si mette in viaggio da sola per rintracciare i fuggitivi. Lui non si dà per vinto, ma Felicity non è ancora pronta a rivelare all’uomo che ama il suo piccolo segreto…
**
### Sinossi
Inghilterra, 1815 – Pochi giorni dopo aver chiuso senza spiegazioni la sua intensa relazione con Thorn Greenwood, un avvenimento improvviso costringe Lady Felicity Lyte a rivedere l’ex amante. Oliver, il giovane nipote di lei, e Ivy, l’esuberante sorella di lui, sono infatti fuggiti insieme per sposarsi a Gretna Green. Decisa a non tornare sui propri passi, la ricca vedova rifiuta dunque l’offerta di Thorn di partire insieme e si mette in viaggio da sola per rintracciare i fuggitivi. Lui non si dà per vinto, ma Felicity non è ancora pronta a rivelare all’uomo che ama il suo piccolo segreto…

L’amante delle tenebre

Oscuro è il suo sangue, ma puro è il suo cuore.
Ian Rufford è un uomo all’inferno. Prigioniero, ridotto in schiavitù, abbandonato tra le dune del deserto egiziano. Genesi delle sue sofferenze è una donna bellissima, dall’animo più nero della notte. Mutato nel profondo da una forza terribile, Ian prega per una morte che continua beffardamente a sfuggirgli. L’Egitto è anche luogo di viaggio per Elizabeth Rochewell, di ritorno in Inghilterra e a una vita che più si addice a una giovane lady. La sua strada incrocia quella di Ian, tanto affascinante quanto misterioso, depositario di un segreto innominabile. Un segreto in grado di annientare. Ma anche di sedurre.

L’amante delle Highlands

Decisa a ritrovare la sorella gemella, Alana Murray si avventura lontano dalla sicurezza del proprio castello. Ma solo per cadere nelle mani di briganti senza scrupoli. Eppure, nell’oscurità di una fredda cella, trova un alleato inaspettato e… l’uomo dei suoi sogni: Gregor MacFingal Cameron. Anch’egli prigioniero, era alla cinica ricerca di una donna ricca da sposare, ma nel momento in cui si trova rinchiuso con Alana, comincia a pensare che il destino gli abbia riservato qualcosa di molto diverso…

L’amante della contessa

La contessa Meredith de Chevalier è nota in società per le numerose e spregiudicate avventure amorose. Al punto che lord Whitby è convinto che la sua sensuale bellezza, capace di sedurre ogni uomo, possa trasformare il giovane figlio Chris, il cui unico interesse è la botanica. Così le chiede di farlo diventare suo amante affinché venga educato all’arte della seduzione e ai piaceri del sesso, in grado infine di scegliersi una moglie che gli dia un erede. Meredith accetta la proposta, senza immaginare cosa succederà una volta che la passione di Chris sarà accesa…

Amado mio, preceduto da Atti impuri

Due romanzi brevi, “Atti impuri” e “Amado mio”, entrambi autobiografici, della prima giovinezza friulana; il secondo è già un racconto compiuto, chiuso nella vicenda di un incontro estivo, un amore scandaloso e apparentemente fallito, tra i balli pomeridiani, le spiagge selvatiche e gli ambienti de “Il sogno di una cosa”. Il primo – che dello stesso tema è una variante sofferta – si presenta come testo restaurato, ricavato da tormentate stesure dattiloscritte, che rivelano un assillo più profondo, una scelta difficile di natura non soltanto personale ma ideologica. Con uno scritto di Attilio Bertolucci.

Amabile canaglia (I Romanzi Classic)

Di fronte alla ragazza dai capelli rossi come il fuoco, che sostiene di essere la nipote del proprietario della casa da lui presa in affitto, il conte Giovanni Calozzi non è affatto convinto. Eppure ne è affascinato, perché Amabel Lynch è bella, con la grazia e le pretese di una lady. E davvero è una nobildonna, seppur caduta in disgrazia e bisognosa di aiuto per liberare la sorella Pearl, ingiustamente accusata di furto e rinchiusa in prigione. Giovanni accetta di darle una mano se in cambio Amabel gli concederà un bacio, ignorando che ne scaturirà una passione capace di superare anche l’ostacolo più imprevedibile.
**
### Sinossi
Di fronte alla ragazza dai capelli rossi come il fuoco, che sostiene di essere la nipote del proprietario della casa da lui presa in affitto, il conte Giovanni Calozzi non è affatto convinto. Eppure ne è affascinato, perché Amabel Lynch è bella, con la grazia e le pretese di una lady. E davvero è una nobildonna, seppur caduta in disgrazia e bisognosa di aiuto per liberare la sorella Pearl, ingiustamente accusata di furto e rinchiusa in prigione. Giovanni accetta di darle una mano se in cambio Amabel gli concederà un bacio, ignorando che ne scaturirà una passione capace di superare anche l’ostacolo più imprevedibile.

Alunni e insegnanti

La scuola è un luogo abitato, vissuto, dotato di significato per tutti coloro che quotidianamente vi si trovano a parlare, discutere, interagire, in particolare gli alunni e i loro insegnanti. Con il tempo, essi costruiscono una cultura comune, fatta di azioni, di relazioni, di valori, che ha profondi effetti sul gruppo classe e sugli individui al centro delle dinamiche educative. Sulla base di un intenso lavoro di ricerca condotto nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie, questo volume approfondisce criticamente alcuni temi cruciali della vita scolastica, che coinvolgono tutti i protagonisti (insegnanti, alunni e genitori): il discorso in classe, le culture dei pari, le transizioni scolastiche, la relazione fra alunni e insegnanti, la delicata questione della responsabilità educativa.
(source: Bol.com)

L’altrui mestiere

La mia casa, Ex chimico, Contro il dolore, Il salto della pulce, Notizie dal cielo, Il mondo invisibile, Il linguaggio degli odori, sono alcuni titoli degli scritti che Primo Levi ha pubblicato tra il 1964 e il 1984. Le scienze naturali, la zoologia, l’astronomia, la letteratura diventano punti di partenza per una serie di riuscite divagazioni, di ‘invasioni di campo, incursioni nei mestieri altrui, bracconaggi in distretti di caccia riservata’, che arricchiscono in maniera sorprendente la fisionomia dello scrittore.
Levi conosce a fondo le cose di cui parla, rivelandosi il piú estroso dei botanici, degli zoologi e dei linguisti. Inoltre racconta gli autori che gli sono cari, ci spiega perché scrive, evoca ricordi di giovinezza nostalgici e ironici, riflette sui legami tra il mondo della natura e quello della cultura. E finisce per offrirci una preziosa autobiografia, scritta con il suo stile inconfondibile: nitido, scarno, preciso.
(source: Bol.com)

Altrove, forse

A Mezudat Ram, un kibbutz isolato nel Nord del paese, circondato da nemici e sormontato dall’ombra di cupe montagne, si svolge la vita di una comunità di coloni, dediti all’agricoltura e all’allevamento, allo sport, alla musica, al dibattito, ma soprattutto alla purificazione. A trent’anni dalla fondazione del kibbutz, infatti, sono essenzialmente gli ideali di miglioramento personale e collettivo che sostengono i kibbutzim e il miglioramento si attua anche grazie al pettegolezzo. Questo spiega la voce narrante di un colono che guida il lettore – non senza malizia e ironia – alla scoperta degli abitanti del kibbutz, concentrandosi soprattutto sulla famiglia di Ruben Harish. Questi è tra i più convinti sostenitori di una vita pacifica e collettiva, l’instancabile cantore delle virtù di un’esistenza semplice e illuminata, il poeta del kibbutz. La moglie Eva lo ha abbandonato per fuggire con un cugino in visita a Mezudat Ram come turista. Si è sposata, vive in Germania e aiuta il nuovo marito a gestire un night-club. Ruben lo ha accettato senza lamentarsi, sprofondando in una tristezza nobilitata dai doveri di maestro, guida turistica e poeta. È rimasto solo col figlio Gai e la figlia Noga e, per consolarsi, ha iniziato una blanda relazione con un’amica, Bronka, un’insegnante sposata, madre di due figli. Ma Noga, che ha sedici anni, sembra aver ereditato la grazia e l’irrequietezza della madre; Ezra, il marito di Bronka, un camionista appassionato di Bibbia che cita frasi sagge, diversamente da Ruben sa vivere le proprie emozioni. E quando dalla Germania arriva Zachariah, il fratello di Ezra, un personaggio misterioso e conturbante, le cui mire e comportamenti nessuno comprende, la comunità è gettata nello scompiglio.
**
### Sinossi
A Mezudat Ram, un kibbutz isolato nel Nord del paese, circondato da nemici e sormontato dall’ombra di cupe montagne, si svolge la vita di una comunità di coloni, dediti all’agricoltura e all’allevamento, allo sport, alla musica, al dibattito, ma soprattutto alla purificazione. A trent’anni dalla fondazione del kibbutz, infatti, sono essenzialmente gli ideali di miglioramento personale e collettivo che sostengono i kibbutzim e il miglioramento si attua anche grazie al pettegolezzo. Questo spiega la voce narrante di un colono che guida il lettore – non senza malizia e ironia – alla scoperta degli abitanti del kibbutz, concentrandosi soprattutto sulla famiglia di Ruben Harish. Questi è tra i più convinti sostenitori di una vita pacifica e collettiva, l’instancabile cantore delle virtù di un’esistenza semplice e illuminata, il poeta del kibbutz. La moglie Eva lo ha abbandonato per fuggire con un cugino in visita a Mezudat Ram come turista. Si è sposata, vive in Germania e aiuta il nuovo marito a gestire un night-club. Ruben lo ha accettato senza lamentarsi, sprofondando in una tristezza nobilitata dai doveri di maestro, guida turistica e poeta. È rimasto solo col figlio Gai e la figlia Noga e, per consolarsi, ha iniziato una blanda relazione con un’amica, Bronka, un’insegnante sposata, madre di due figli. Ma Noga, che ha sedici anni, sembra aver ereditato la grazia e l’irrequietezza della madre; Ezra, il marito di Bronka, un camionista appassionato di Bibbia che cita frasi sagge, diversamente da Ruben sa vivere le proprie emozioni. E quando dalla Germania arriva Zachariah, il fratello di Ezra, un personaggio misterioso e conturbante, le cui mire e comportamenti nessuno comprende, la comunità è gettata nello scompiglio.

Un altro paradiso

Olivia Maitland è bella, elegante, proprietaria terriera. Conor è senza famiglia, senza soldi, ferito nel corpo e nell’anima. Tutto sembra allontanarli: il denaro, l’educazione ricevuta, l’ambiente in cui sono vissuti. Ma se il passato li divide, il futuro è un paradiso perduto da ritrovare, per cui lottare. Insieme.

Un altro nuotatore

C’è un altro nuotatore invisibile che mena bracciate nello stesso istante in cui lo fa Giancarlo, nell’acqua azzurra della piscina sotterranea di casa Candito, ingaggiandolo in una battaglia infinita e feroce come una guerra. Una guerra che gli impedisce di accorgersi delle “cinque alfette bordate di bianco” e degli uomini in divisa che contengono, pronti a conquistare la tronfia villa Candito, i suoi discoboli e i suoi abitanti, l’ignaro nuotatore e il suo, ultimo, avversario. Numero caratteri: 26458.
**
### Sinossi
C’è un altro nuotatore invisibile che mena bracciate nello stesso istante in cui lo fa Giancarlo, nell’acqua azzurra della piscina sotterranea di casa Candito, ingaggiandolo in una battaglia infinita e feroce come una guerra. Una guerra che gli impedisce di accorgersi delle “cinque alfette bordate di bianco” e degli uomini in divisa che contengono, pronti a conquistare la tronfia villa Candito, i suoi discoboli e i suoi abitanti, l’ignaro nuotatore e il suo, ultimo, avversario. Numero caratteri: 26458.

Un altro mare

Alle soglie della Grande Guerra, il giovane Enrico Mreule, grecista e filosofo, s’imbarca per il Sudamerica e va a fare il gaucho in Patagonia, dove sparisce nell’anonimato e nella solitudine. Abbandona la sua Gorizia ancora absburgica, con il suo mosaico di culture diverse, e tra la fuga e il ritorno, fra la caduta dell’impero e le tragedie della seconda guerra mondiale e del comunismo, tra i grandi spazi d’oltreoceano e il caparbio ritiro immobile su uno scoglio dell’Adriatico, la sua esistenza si consuma interiormente in un’ansia di perfezione che la conduce al nulla, si brucia per troppa luce e si chiude in un acre e nostalgico diniego. In una narrazione asciutta e tagliente, scandita dall’incalzare dei fatti e affidata a una scrittura epica ed essenziale, Magris racconta la storia di un amore per la vita che approda all’impossibilità di vivere, una parabola che si richiama all’odissea di altri grandi fuggiaschi della letteratura e della cultura moderna.
**