54097–54112 di 65579 risultati

L’estate del silenzio

L’estate del silenzio by Mikel Santiago
**Una morte sospetta**
**Un segreto nascosto in piena vista**
**Una cittadina in cui ****tutti hanno un motivo per mentire…**
*Non ci sentiamo da anni, e mi chiami adesso?* pensa Tom, leggendo sul display il nome di Bob Ardlan. Tom non vuole farsi rovinare la serata dall’ex suocero, perciò non risponde. Due giorni dopo, però, riceve una telefonata dall’ex moglie, in lacrime: Bob è morto cadendo dal balcone della sua villa, pochi minuti dopo aver cercato di parlare con Tom. Sconvolto, lui si precipita da Roma a Tremonte, il paesino sulla costiera amalfitana che negli anni è diventato un rifugio per artisti. Oltre a Bob, pittore di fama mondiale, hanno deciso di stabilirsi lì anche alcuni registi, musicisti e scrittori, tra cui Stelia Moon. Ed è proprio Stelia ad accogliere Tom e a negare con forza la versione ufficiale dell’accaduto: non è possibile che il suo amico si sia suicidato e, di sicuro, non si è trattato di un incidente. Secondo lei, Bob è stato assassinato. Ma da chi? E perché? Per Tom, una sola cosa è certa: in qualsiasi guaio si fosse cacciato, alla fine Bob si era rivolto a lui. Non può deluderlo una seconda volta. E l’unico modo per mettere a tacere il suo senso di colpa è scoprire la verità. Ben presto, tuttavia, Tom si renderà conto che tra le pieghe di quella raffinata comunità d’intellettuali si celano rancori, invidie e contrasti mai appianati. Tutti hanno qualcosa da nascondere. E uno di loro è disposto a uccidere pur di proteggere il suo segreto…

L’estate dei Trentenni

CONTIENE IN ANTEPRIMA UN CAPITOLO DA “HAI DETTO TRENTA?”, IL ROMANZO DELLE AUTRICI DEL BLOG I TRENTENNI, DISPONIBILE IN PREORDER. L’estate dei Trentenni è una raccolta di post pubblicati sul blog itrentenni.com e contiene il primo capitolo del romanzo che uscirà a fine settembre per Rizzoli, a opera delle autrici e fondatrici Silvia, Ilaria e Stefania. La vostra guida preferita per passare delle vere vacanze da Trentenni!

L’estate dei Trentenni

CONTIENE IN ANTEPRIMA UN CAPITOLO DA “HAI DETTO TRENTA?”, IL ROMANZO DELLE AUTRICI DEL BLOG I TRENTENNI, DISPONIBILE IN PREORDER. L’estate dei Trentenni è una raccolta di post pubblicati sul blog itrentenni.com e contiene il primo capitolo del romanzo che uscirà a fine settembre per Rizzoli, a opera delle autrici e fondatrici Silvia, Ilaria e Stefania. La vostra guida preferita per passare delle vere vacanze da Trentenni!

Un’estate da ragazzi

Nel 1979 un terribile tornado devasta la città di Wichita Falls, in Texas. Molti morti, moltissimi senzatetto e un bambino di nove anni che lotta per riemergere dal coma.
Il suo nome è Todd Willis e quando quattro anni dopo si risveglia, trova ad attenderlo un mondo diverso, simile a quello vissuto prima del tornado ma inquietante in un modo che non riesce a spiegarsi.
La nuova vita di Todd diventa una lotta per separare i fatti dalla fantasia, il sonno dalle allucinazioni. Gli amici che conosce nel 1983, affascinati e incantati dalla sua esperienza, sono allo stesso tempo spaventati dal suo complesso rapporto con la realtà.
Un’estate da ragazzi è la storia di cinque amici che diventano inseparabili fino all’estate cruciale in cui ognuno di loro scopre il senso dell’amore, la ferocia del tradimento e tutti insieme condividono un segreto che giurano di seppellire per sempre.
Venticinque anni dopo, il buio riaggredisce Wichita Falls e i cinque amici devono tornare alle ferite del passato, ai mostri, ai tormenti, al timore di quell’estate lontana.
Un thriller allucinato e metafisico. Un commovente romanzo di formazione.

Un’estate con Omero

Da dove vengono l’Iliade e l’Odissea, poemi emersi dagli abissi e proiettati verso l’eterno? Come si spiega che un racconto antico di duemilacinquecento anni abbia conservato una luce tanto vivida, come lo scintillio di una calanca? Perché questi versi immortali sono ancora in grado di svelarci l’enigma del nostro domani?” Sylvain Tesson, viaggiatore instancabile, guarda alla vita e alla letteratura come un’avventura, un’esplorazione perenne, il luogo in cui sfidare i propri limiti. E nessuno meglio di Omero ha saputo raccontare la ricchezza del mondo, come quello raffigurato sullo scudo forgiato da Efesto per Achille. Tesson si ritira nella natura delle isole Cicladi, sulle sponde di quel mare greco dove nacquero gli uomini e gli dei che animano l’Iliade e l’Odissea e ci racconta le vicende dei protagonisti facendosi forza delle parole di Omero stesso. Le avventure di Achille e Ulisse sono spunto per illuminare i temi centrali dei poemi: la forza e la bellezza, il peccato di hybris, il fato e il destino, l’uomo e la guerra, l’importanza della natura. Temi antichi di straordinaria attualità. Questo libro, romanzo, studio e viaggio insieme, è un invito a rileggere i classici, a spegnere computer e cellulari per dedicare qualche momento a questi versi, che non smetteranno mai di parlarci. Tra mari e campi di battaglia, creature mostruose, incantesimi e filtri magici, inganni e affanni umani, assemblee divine, Tesson ci porta con sé in un altro dei suoi viaggi, questa volta tra pagine e parole, partendo dalla mitologia per raccontare il contemporaneo.

(source: Bol.com)

L’estate che conobbi il Che

ROMANZO VINCITORE DEL PREMIO STREGA RAGAZZE E RAGAZZI +11 2017 È l’estate del 2014. I Mondiali di calcio sono appena cominciati, e Cesare sta per festeggiare il suo dodicesimo compleanno nella villa in cui vive con il padre, amministratore delegato di un’azienda di arredamento, la madre, medico chirurgo di fama, e la sorella, che studia economia e fa la fashion blogger. Oltre la collina abita il nonno, a cui il papà non parla più, ma che per Cesare è una colonna. Solida come i mobili che nascono dalle sue mani e che fanno di lui “il più abile poeta del legno apparso sulla terra, dopo San Giuseppe”. Quando il nonno non si presenta alla festa, Cesare ha un brutto presentimento, così inforca la bici e corre a cercarlo a casa. Appena in tempo per vederlo trasportato su un’ambulanza. Sconvolto, Cesare nota, un attimo prima che lo portino via, il tatuaggio che il nonno ha sulla spalla. Chi è l’uomo con la barba? Qualche giorno dopo, scopre che quel volto non appartiene a Gesù, come aveva pensato in un primo momento, ma a un tale Ernesto Che Guevara. Ed è solo l’inizio. Tesa ed emozionante come un finale di partita, la vita straordinaria del Che raccontata da un nonno a suo nipote col passo incalzante della scrittura di Luigi Garlando. Un romanzo che intreccia una storia attuale, dell’Italia nella crisi economica, all’avventura rivoluzionaria del combattente argentino e alla sua caparbia ed eroica ricerca di un mondo più giusto per tutti.
**
### Sinossi
ROMANZO VINCITORE DEL PREMIO STREGA RAGAZZE E RAGAZZI +11 2017 È l’estate del 2014. I Mondiali di calcio sono appena cominciati, e Cesare sta per festeggiare il suo dodicesimo compleanno nella villa in cui vive con il padre, amministratore delegato di un’azienda di arredamento, la madre, medico chirurgo di fama, e la sorella, che studia economia e fa la fashion blogger. Oltre la collina abita il nonno, a cui il papà non parla più, ma che per Cesare è una colonna. Solida come i mobili che nascono dalle sue mani e che fanno di lui “il più abile poeta del legno apparso sulla terra, dopo San Giuseppe”. Quando il nonno non si presenta alla festa, Cesare ha un brutto presentimento, così inforca la bici e corre a cercarlo a casa. Appena in tempo per vederlo trasportato su un’ambulanza. Sconvolto, Cesare nota, un attimo prima che lo portino via, il tatuaggio che il nonno ha sulla spalla. Chi è l’uomo con la barba? Qualche giorno dopo, scopre che quel volto non appartiene a Gesù, come aveva pensato in un primo momento, ma a un tale Ernesto Che Guevara. Ed è solo l’inizio. Tesa ed emozionante come un finale di partita, la vita straordinaria del Che raccontata da un nonno a suo nipote col passo incalzante della scrittura di Luigi Garlando. Un romanzo che intreccia una storia attuale, dell’Italia nella crisi economica, all’avventura rivoluzionaria del combattente argentino e alla sua caparbia ed eroica ricerca di un mondo più giusto per tutti.

Estasi (Beauty’s Release)

###
Estasi (Beauty’s Release) by Anne Rice
Dopo il Castello e le sue dolci e terribili punizioni, la principessa Bella, che il Principe ha risvegliato da un lungo sonno e avviato a una raffinata e perversa educazione sessuale, ha conosciuto i rigori e le asprezze del villaggio, dove è riuscita comunque a trovare il piacere e la passione. Ma nuove, più sconvolgenti esperienze erotiche l’attendono nella sua ultima avventura. Rapita sulla spiaggia insieme a Tristano e Laurent da uomini misteriosi, Bella viene trasportata su una nave in lidi lontani, al palazzo del Sultano. Qui, nella sensuale penombra dell’harem, tra profumi esotici, morbidi cuscini e splendidi arazzi, Bella e i suoi compagni di avventura incontreranno uomini dal fascino inquietante, donne dal volto velato e lo sguardo voluttuoso, che apriranno loro le porte su piaceri estremi ancora sconosciuti. Una sola condizione, un solo limite: qui sono considerati semplici giocattoli sessuali, senza cuore né anima. Ma nulla può piegare la forza di Bella, capace di farsi dominatrice anche nelle situazioni più difficili, schiava in grado di dare e ricevere piacere senza alcuna inibizione…

Essere un gatto

Essere un gatto by Matt Haig, Pete Williamson
**Il romanzo per ragazzi di uno degli autori inglesi contemporanei più amati nel mondo. Una storia ironica, divertente e… molto gattesca**.
La vita di Barney Willow è piuttosto dura: dodici anni, un cespuglio di capelli e due orecchie… non proprio perfette!
Non bastassero gli scherzi stupidi che gli fa di continuo quell’antipatico di Gavin Needle, ci si mette pure Miss Whipmire, la preside venuta dall’inferno, la donna che detesta ogni singolo alunno della sua scuola, ma che ha deciso di trasformare in un vero incubo proprio la vita di Barney, tra continue convocazioni in presidenza e spietate lettere di richiamo.
E poi c’è la scomparsa di suo padre, che da un anno non dà più notizie di sé, sparito nel nulla una mattina…
L’unica nota positiva in questo disastro è Rissa, la sua migliore (anzi unica) amica, ma ci sono giorni in cui nemmeno lei può riportargli il sorriso. Barney vorrebbe solo fuggire da tutti, cambiare vita: magari diventare un gatto, un bel gattone pigro e soffi ce, senza scuola, senza Gavin, senza sveglia alle sette del mattino…
I gatti, si sa, sono magici. Hanno poteri che gli umani possono soltanto sognare, ma bisogna fare attenzione a ciò che si desidera. Perché quando i desideri si realizzano possono essere molto, molto pericolosi. Soprattutto quando le orecchie diventano ancora più strane, per non parlare della coda.

Essere E Tempo

Essere e tempo by Martin Heidegger, Piero Chiodi
Quando nel 1927 Martin Heidegger pubblicò *Essere e tempo*, si ebbe subito la sensazione che un nuovo astro fosse sorto nel firmamento della filosofia. Da anni le sue lezioni – di cui *Essere e tempo* è il distillato – avevano richiamato intorno a quel giovane «sciamano del pensiero» un folto gruppo di allievi e ascoltatori. Ma con l’apparizione del capolavoro fu chiaro a tutti che Heidegger emanava davvero un’aura magica: **era un pensatore capace di fare filosofia in grande stile**. Adottando una terminologia nuova, a tratti ostica e cruda, con cui cercava di superare la crisi del linguaggio filosofico tradizionale, **Heidegger riprende e radicalizza l’antico problema di Platone e Aristotele: il problema dell’essere**. Ma nella sua palpitante interrogazione tale questione è riproposta in modo tutt’altro che erudito o astratto, riflettendosi in essa le inquietudini di un intero secolo: il venir meno del sentimento religioso, il tramonto della metafisica e la crisi delle ideologie, la fine dell’assoluto e il diffondersi del nichilismo, lo stridente contrasto tra una macchina moderna sempre più complessa e un uomo sempre più elementare. *Essere e tempo* ha così ispirato importanti correnti della filosofia, della teologia, della psichiatria del Novecento. E il continuo susseguirsi di nuove letture – che lo interpretano via via come **bibbia dell’esistenzialismo, decostruzione dell’ontologia, parabola gnostica o versione moderna della filosofia pratica** – non fa che confermarne l’incontestabile centralità e attualità, alimentando ulteriori interrogativi. Perché quest’opera rimase incompiuta? Qual è il segreto del suo inesauribile fascino? Che significato ha la «svolta» fra il primo e il secondo Heidegger? C’è continuità o rottura fra lo Heidegger «ermeneuta dell’esistenza» e quello che si proclama «pastore dell’essere»? Le risposte vanno cercate in questo libro, al quale sempre si è tornati e sempre si tornerà. La nuova edizione italiana approntata da Franco Volpi – rispettando nella terminologia la storica versione di Pietro Chiodi, ma adeguandola ai criteri richiesti da una ormai consolidata tradizione di studi e di rigore filologico – è corredata di cospicui apparati e riporta per la prima volta le Glosse manoscritte da Heidegger a margine della propria copia personale.

L’essere e il nulla

Apparso nel 1943, L’Essere e il Nulla prende origine dai primi saggi su Husserl, dove Sartre scopriva che il soggetto nega il mondo, in quanto ne sconfina, in particolare con l’immaginazione, la quale è appunto un’attività negativa. Tale principio dà vita a una fenomenologia delle situazioni negative dell’uomo. Il libro descrive il fallimento dell’uomo che pretende di idealizzare l’assoluto.
**

Essenze – Trilogia Unita

*Rossini si fermò, la mano non mi raggiunse. Quando riaprii gli occhi vidi la rabbia più cieca percorrerlo. Si spostò in avanti e con entrambe le mani mi prese il viso. Io trattenni il respiro. La sua bocca si avventò sulla mia e io gli risposi con tutta la disperazione che avevo dentro.
Al diavolo la brava ragazza dentro di me, quell’uomo mi aveva salvato la vita ed era a dir poco meraviglioso. *
Gli dovevo un bacio e non solo: gli dovevo me stessa.
**Lui** è un uomo **perverso** e carismatico.
**Lei** è una donna **innocente** e forte.
**Lui** non sa cosa sia l’amore.
**Lei** lo desidera, ma da lui sa che non potrà averlo.
**Una storia che parla di sesso, di perdizione e perversione.** Fino a che punto può una donna scendere a patti con se stessa e i propri valori? I cambiamenti possono sconvolgere anche la persona più forte e riuscire a distruggerle l’anima. L’amore… un’utopia riservata a chi, nella vita, ha possibilità di scegliere.
**Avvertimenti: *Scene forti ed esplicite, adatte a un pubblico adulto*. Non per tutte le sensibilità. **********
**
### Sinossi
*Rossini si fermò, la mano non mi raggiunse. Quando riaprii gli occhi vidi la rabbia più cieca percorrerlo. Si spostò in avanti e con entrambe le mani mi prese il viso. Io trattenni il respiro. La sua bocca si avventò sulla mia e io gli risposi con tutta la disperazione che avevo dentro.
Al diavolo la brava ragazza dentro di me, quell’uomo mi aveva salvato la vita ed era a dir poco meraviglioso. *
Gli dovevo un bacio e non solo: gli dovevo me stessa.
**Lui** è un uomo **perverso** e carismatico.
**Lei** è una donna **innocente** e forte.
**Lui** non sa cosa sia l’amore.
**Lei** lo desidera, ma da lui sa che non potrà averlo.
**Una storia che parla di sesso, di perdizione e perversione.** Fino a che punto può una donna scendere a patti con se stessa e i propri valori? I cambiamenti possono sconvolgere anche la persona più forte e riuscire a distruggerle l’anima. L’amore… un’utopia riservata a chi, nella vita, ha possibilità di scegliere.
**Avvertimenti: *Scene forti ed esplicite, adatte a un pubblico adulto*. Non per tutte le sensibilità. **********

Essenza di Donna

Ogni verso che ho scritto nel corso del tempo e che accuratamente ho raccolto in questo lavoro è nato dai molteplici aspetti della mia personalità. Non mi sono mai considerata una persona piatta, volta a scrivere in una sola e unica direzione; ogni pensiero che ho concepito in questa raccolta ha dato voce a ogni sfumatura della mia anima. Le parole sono divenute fragranze che ho volutamente liberato nel mondo delle emozioni facendole aleggiare, emanando il mio personale profumo, l’essenza assolutamente originale di una donna dalle note contrastanti. Ho avvolto, a volte dolcemente, a volte prepotentemente chi sedotto si perdeva nella mia poesia. A colpire sono state sicuramente le note di testa, le prime che vengono percepite in quanto forti e taglienti; le mie provengono da un’essenza dolce, romantica, creativa, fatta di ingegno e intelletto. Col passare del tempo esse svaniscono per lasciare il posto alle note di cuore che sono sicuramente la parte centrale del mio essere morbido, avvolgente, e l’essenza che si sprigiona è elegante, sensuale, misteriosa e trasgressiva. Sono le note di fondo però, quelle che restano nel tempo arroganti, aggressive, a predominio su tutte le altre quando pian piano si disperdono lentamente come un dolce incanto; l’essenza è primitiva, fatta di istinto, marchio inconfondibile di un’anima sempre in fiamme; è passione, amore che contrasta con l’essenza oscura di un’anima nera. L’erotismo che canto non è mai impregnato dello stesso odore, alterno le mie note a seconda del mio umore e le doso per creare la più pura delle fragranze. Io non sono solo eccitazione, essa non mi basta, io sono palpito, emozione pura, colpo al cuore, pensiero folle e rivoluzionario che martella nella testa, sono l’essenza di una donna che non teme, che ha fatto del suo profumo, delicato come una rosa, ma pungente come le sue spine, il mezzo per affermare la sua libertà di esistere.
**
### Sinossi
Ogni verso che ho scritto nel corso del tempo e che accuratamente ho raccolto in questo lavoro è nato dai molteplici aspetti della mia personalità. Non mi sono mai considerata una persona piatta, volta a scrivere in una sola e unica direzione; ogni pensiero che ho concepito in questa raccolta ha dato voce a ogni sfumatura della mia anima. Le parole sono divenute fragranze che ho volutamente liberato nel mondo delle emozioni facendole aleggiare, emanando il mio personale profumo, l’essenza assolutamente originale di una donna dalle note contrastanti. Ho avvolto, a volte dolcemente, a volte prepotentemente chi sedotto si perdeva nella mia poesia. A colpire sono state sicuramente le note di testa, le prime che vengono percepite in quanto forti e taglienti; le mie provengono da un’essenza dolce, romantica, creativa, fatta di ingegno e intelletto. Col passare del tempo esse svaniscono per lasciare il posto alle note di cuore che sono sicuramente la parte centrale del mio essere morbido, avvolgente, e l’essenza che si sprigiona è elegante, sensuale, misteriosa e trasgressiva. Sono le note di fondo però, quelle che restano nel tempo arroganti, aggressive, a predominio su tutte le altre quando pian piano si disperdono lentamente come un dolce incanto; l’essenza è primitiva, fatta di istinto, marchio inconfondibile di un’anima sempre in fiamme; è passione, amore che contrasta con l’essenza oscura di un’anima nera. L’erotismo che canto non è mai impregnato dello stesso odore, alterno le mie note a seconda del mio umore e le doso per creare la più pura delle fragranze. Io non sono solo eccitazione, essa non mi basta, io sono palpito, emozione pura, colpo al cuore, pensiero folle e rivoluzionario che martella nella testa, sono l’essenza di una donna che non teme, che ha fatto del suo profumo, delicato come una rosa, ma pungente come le sue spine, il mezzo per affermare la sua libertà di esistere.

Esprimi Un Desiderio

RACCONTO DI NATALESinossi: Quanto è pura e semplice la magia del Natale? Lucia lo sa bene, perché nonostante abbia passato un’infanzia difficile, non si è mai arresa. Non ha mai perso il suo buon cuore. E poi un giorno, una vigila di Natale che doveva essere come tante altre passate, incontra Claudio, e tutto cambia. Proprio grazie al loro incontro desideri nascosti si avvereranno. Molti ricordi dei loro primi incontri riaffioreranno. Perché l’amore quando arriva colma ogni cuore. Anche il più fragile…Copertina: Le muse GraficaDalla stessa autrice:SALVA IL MIO CUORE, collana You feel Rizzoli;DOLCI PASSIONI, collana You feel Rizzoli;A TEMPO DI MUSICA;BILLY + HOLLY + NOI = AMORE;PERFETTI COSÌ;UN TESORO DI SENZATETTO;CON UN PIZZICO DI FANTASIA…E anche un po’ di magia;LA VITA IN POESIA (raccolta di poesie).L’INASPETTATA ESTATE DI UN CONTE , NON SOLO SUFFRAGETTE, IL NOSTRO MAGICO NATALE, COME RIN TIN TIN, racconti che fanno parte delle antologie “Profumi di storia e d’estate”, “Profumi di storia e d’amore”, “Un Natale speziato”, “Quattro zampe”. Antologie a scopo benefico, i cui ricavati vengono devoluti all’ospedale Gaslini, ai bambini sotto cure mediche, all’unicef e ai cani meno fortunati.Potete seguire l’autrice sulla sua pagina facebook Daniela Perelli Autrice per caso, sul suo sito web Scrivere con amore o contattarla tramite email [email protected]

L’esperimento

Chi si ferma è perduto, cosí si dice.
Ma forse chi si ferma è perché ha visto un’altra strada.

Per il padre di Gioia il talento non è un dono innato, ma una conquista. È questo il principio con cui ha condotto l’esperimento: ha istruito sua figlia secondo regole ferree, studi ed esercizi, rendendola imbattibile nel gioco degli scacchi. A un passo dal titolo di Grande Maestro, però, Gioia cade preda delle visioni: interferenze che la costringono a spiare un altro mondo. Un mondo in cui vivono un re triste vestito da rapper e la sua intrepida regina, che si muove con lo scooter su e giú per la città, tra uomini in grisaglia freschi di licenziamento, una curiosa declamatrice che recita poesie in mezzo al traffico e voraci consumatori di sesso. E cosí, mentre si avvicina il torneo decisivo e un giornalista – con la scusa di intervistarla – inizia a corteggiare Gioia facendola sentire per la prima volta viva, piano piano nelle esistenze di tutti l’immaginazione rischia di prendere il sopravvento sulla realtà. Mauro Covacich ha scritto un romanzo impetuoso e appassionante, che esplorando il funzionamento del corpo e della mente dimostra quanto essi siano indissolubilmente legati. Proprio come accade in questa storia, in cui non è possibile capire dove finisce la vita e dove comincia la letteratura.

(source: Bol.com)

Esperimento

A ovest delle Azzorre, una spedizione oceanografica vuole perforare quello che viene battezzato “il monte Olimpo sottomarino”, ma i guai si susseguono come se sulla ricerca gravasse una maledizione. Nel tentativo di appurare quale sia la vera natura della montagna sommersa, il responsabile dell’iniziativa, Perry Bergman, la dottoressa Suzanne Newell e alcuni membri dell’equipaggio partono per un’esplorazione a bordo di un sommergibile… che presto viene risucchiato negli abissi da una forza ignota e spaventosa…

Un’esperienza personale

Un’esperienza personale by Kenzaburo Oe
**PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA 1994**
**Altri premi:
Premio Akutagawa 1958
Premio letterario Shinchosha 1964
Premio Tanizaki 1967
Premio Noma 1973
Premio Yomiuri 1982
Premio Jiro Osaragi (Asahi Shimbun) 1983
Legion d’onore 2002**
Tori-bird è chiamato così perché sembra sempre in fuga da tutto, da tutti e da ogni responsabilità, fino a quando il destino lo pone di fronte a un caso drammatico: un figlio nato con una grave malformazione cerebrale. Tori-bird, inizialmente incapace di reagire, si augura che il bambino muoia al più presto, ma via via comprende che questo altro non sarebbe che l’ennesimo modo per sfuggire alla realtà e si convince che di fatto ciò che lo trattiene sull’orlo del baratro è proprio il pensiero della lotta solitaria del suo bambino sfortunato. Dal contenuto autobiografico, il romanzo è anche una metafora del Giappone del dopoguerra e un’analisi della condizione umana nel secolo di Hiroshima.