53937–53952 di 62912 risultati

Picnic a Hanging Rock

Hanging Rock, la roccia vulcanica che sorge isolata e improvvisa nella macchia australiana a nord di Melbourne, fu davvero teatro, nel 1900, dell’evento narrato in questo libro: la scomparsa mai spiegata di due fanciulle e una matura insegnante di college seguita dalla immediata rovina di tante esistenze a quelle vite collegate (o, usando la stessa cifra del racconto: la vendetta della pietra nera su chi credeva di forzarne la potenza e il mistero). Ma darne una lettura simbolica – pur nella molteplicità di simboli, che nelle pagine si offrono e si ritraggono -, dei rapporti segreti e numinosi tra il genere umano e la Madre terra, è fare qualcosa che forse Joan Lindsay non si proponeva. “Se “Picnic a Hanging Rock” sia realtà o fantasia, il lettori dovranno deciderlo per proprio conto. Poiché quel fatidico picnic ebbe luogo nel 1900 e tutti i personaggi che compaiono nel libro sono morti da molto tempo, la cosa pare non abbia importanza” scrive l’autrice, accennando alla forte intenzione di consegnare alla memoria, non tanto un fatto straordinario, denso di significati, ma un mito. Cioè a dire un evento originario, vivente e da vivere al di là del tempo, presente come modello e ammonizione. E in effetti, ciò che fu di Miranda, bella come un cigno, di Marion, della signorina Greta McCraw e di tutte le persone connesse all’Appleyard College possiede del mito l’incanto semplice e autosufficiente. Di uno dei rarissimi miti moderni, venuto inevitabilmente dall’ultima terra che l’uomo ha diviso con le viventi forze primordiali.

Piccolo Cesare

La chiave del libro è nel considerare Silvio Berlusconi come unfenomeno non strettamente italiano, ma come il prodotto di una degenerazionedella democrazia in atto in tutto il mondo occidentale: dall’America diBush e del caso Enron, alla Francia in cui la sinistra vota in massa perChirac trascurando l’opposizione a Le Pen, all’Inghilterrapseudolaburista di Blair, all’Austria di Haider fino all’Olanda diFortuyn. Berlusconi è il sintomo italiano di una malattia mondiale che sipuò individuare in buona parte nel dominio assoluto del denaro sullapolitica e nel liberismo sfrenato. In questa visione, il governareesclusivamente per i propri interessi, l’uso sistematico della menzogna,la demonizzazione degli avversari, lo screditamento di tutte le istituzionie i poteri autonomi, la furia di produrre a ogni costo leggi nuove cheeliminino le tracce del sistema precedente, sono l’espressione di un’anomaliaitaliana che sta dentro la generale anomalia di tutte le democrazieoccidentali.Mentre alcuni aspetti del fenomeno Berlusconi possono apparirefolcloristici, la sua sostanza non lo è affatto, ma è anzi l’anticameradi una qualche forma postdemocratica di società che non sarà probabilmenteun regime con tanto di lager e polizia segreta, ma neppure la societàaperta che sembrava a portata di mano dopo la fine della Guerra fredda..

(source: Bol.com)

Piccola

Livorno. Anna (“Piccola” per chi le vuole bene) è un’adolescente precoce e curiosa, che si ribella alla tranquilla vita di provincia e al prevedibile destino che l’attende. E l’ansia d’amore che la spinge fra le braccia di Roberto, ufficiale dì Marina, uomo sposato, e per questo impossibile. La rinuncia la porterà a due terribili anni di solitudine, ma proprio dalla solitudine nascerà il coraggio di sfidare le convenzioni e dì lottare per soddisfare la sua sete di passione…

Picchiata

Sin dal giorno del matrimonio Marguerite Binoix si trova vittima di un ingranaggio infernale. L’uomo dolce e comprensivo del quale si era innamorata da un giorno all’altro si trasforma in un mostro. Incapace di esprimere i propri sentimenti, Raphaël, il marito, sembra poter manifestare soltanto possesso e frustrazione; incapace di rispettare l’opinione della moglie, le impedisce qualsiasi iniziativa; incapace di discutere, la picchia e le addossa la responsabilità della sua rabbia e dei suoi problemi. Quando lei minaccia di andarsene, lui raddoppia violenze e ricatti. Prigioniera dei sensi di colpa, Marguerite soffre in silenzio. Accusata, controllata, umiliata e offesa, subisce e accetta sperando nonostante tutto che il suo carnefice, prima o poi, possa cambiare. Ma la situazione si aggrava e lei deperisce, fino al giorno in cui, distrutta psicologicamente, cerca di togliersi la vita. Soltanto allora, più di vent’anni dopo il matrimonio, sopravviene la presa di coscienza: il marito è un uomo malato, perverso. Marguerite trova finalmente la forza per rompere il proprio isolamento, entrare in contatto con altre donne maltrattate, tagliare i ponti e raggiungere una libertà conquistata a caro prezzo. Commovente, a volte lacerante, questa testimonianza fa comprendere meglio il silenzio delle vittime e le incoraggia all’azione.
**

Piattaforma spaziale

Un’altra collana che ha fatto la storia della fantascienza in Italia, ormai irreperibile, è “I ROMANZI DEL COSMO”. Il NUMERO 1 presentava un gradevole romanzo minore di un grande autore: Piattaforma spaziale (Space Platform, 1953) di Murray Leinster, ma nel corso dei suoi 201 numeri (di cui uno doppio) ha presentato autori di prima grandezza come Aldiss, Asimov, De Camp, Ellison, Kornbluth, Kuttner, Norton, Pohl e numerosi autori minori comunque apprezzabili anche se trascurati dalla critica e, purtroppo dimenticati dagli appassionati. La rivista costava 150 lire come la cugina ricca Urania, ma aveva un aspetto più dimesso, la carta un po’ più scadente, 160 pagine (passate quasi subito a 144), uno o più racconti in appendice (sul primo numero Deserto d’orrore (Being) di Richard Matheson).

Piante da appartamento

Un manuale di facile consultazione, ricco di suggerimenti, creato per aiutare a identificare, scegliere e coltivare le piante d’appartamento preferite. È strutturato a schede, ciascuna delle quali contiene la foto della pianta abbinata a una sua breve descrizione botanica, consigli dettagliati per la coltivazione e cure richieste. Completano il volume due capitoli dedicati rispettivamente alle piante e ai fiori sul balcone e alle piante aromatiche.
**

Piano B 3.0. Mobilitarsi per salvare la civiltà

Alcune tra le criticità più recenti, come il declino della produzione del petrolio, le conseguenze del riscaldamento globale e l’aumento dei prezzi dei generi alimentari, rischiano di spingere a un punto di rottura l’intero sistema dell’economia mondiale. La sfida, quindi, è costruirne uno nuovo, prevalentemente alimentato da fonti energetiche rinnovabili, dotato di un sistema di trasporti estremamente differenziato e che riusi e ricicli i propri scarti in maniera efficiente. Ed è indispensabile farlo a una velocità senza precedenti, perché perpetuare il modello economico attuale, che sta distruggendo gli ecosistemi che lo supportano e spianando la via a pericolosi cambiamenti climatici, non è più un’opzione percorribile. Un piano d’azione per invertire la rotta è quanto Lester Brown, propone con “Piano B 3.0”. Una strada, percorribile già da oggi, per ridurre su scala globale e locale sprechi e inefficienze e per liberarci rapidamente dalla dipendenza dai combustibili fossili. Una strategia in cui non sono ammessi spettatori e in cui ciascun individuo ha un ruolo chiave da giocare.
**

Pianeta senza nome

Eric e Arla sono due disperati avventurieri provenienti dal Pianeta Senza Nome: lui è un ex sacerdote, ora pirata informatico, lei una ragazza con poteri-psi. I due dovranno scoprire cosa effettivamente vogliono i Vitae, la razza che li ha messi in contatto fra loro e che ha un disegno ben preciso per la riconquista – anzi, la ristrutturazione – di un certo settore della galassia. Sullo sfondo, il mistero del mondo su cui ha avuto origine la vita umana, ormai dimenticato da secoli. Che i potentissimi extraterrestri abbiano delle mire proprio sul Luogo Originario?

PIANETA EDEN

Una cosmonave terrestre, in un giorno ormai non più lontano, è costretta a un atterraggio di fortuna su un pianeta extragalattico: Eden. Quello che potrebbe essere un banale incidente (l’equipaggio riesce in pochi giorni a rimettere la cosmonave in condizioni di riprendere il suo viaggio spaziale), porta a una straordinaria esperienza. Dietro la facciata di desolazione del piccolo pianeta, gli uomini della cosmonave scoprono alcuni esemplari di una società extraterrestre estremamente progredita, ma decaduta nell’inerzia e vittima di un’organizzazione oppressiva. Lo sviluppo abnorme di una produzione automatizzata ha portato infatti a un risultato paradossale: anziché produrre nuovo benessere e ricchezza, essa non fa che girare a vuoto o creare inutili mostruosità. Di qui una serie di conseguenze avventurose e drammatiche. Ma ancora una volta siamo di fronte, con Lem (tra i maggiori scrittori polacchi contemporanei), a un’opera che supera largamente ogni delimitazione di «genere». Per quanto con i suoi romanzi voli nei più lontani angoli della stratosfera, egli rimane coi piedi ben piantati sulla Terra. La sua visione ottimistica del mondo e dell’uomo, attraverso affascinanti parabole fantastico-scientifiche (prima ancora che fantascientifiche), invita i terrestri a non lasciar mai deperire i meccanismi della convivenza e dei rapporti sociali, e a elaborare instancabilmente delle soluzioni innovatrici. In particolare, con questo romanzo, Lem sembra quasi affidare agli stremati e abulici abitanti di Eden un messaggio per i terrestri: quello di non aspettare mai la salvezza da forze esterne e «altre».

Pianeta di caccia

Marjorie Westriding Yrarier è stata inviata sul pianeta Grass per rispondere a un misterioso interrogativo: un contagio si sta spargendo fra le stelle, un’epidemia mortale che minaccia di distruggere la razza umana. Nessun pianeta ne è rimasto immune, tranne Grass. Perché? Poco si conosce di Grass, se non che si tratta di un luogo idilliaco, dove la natura è assolutamente intatta e l’ambiente conserva un perfetto equilibrio. Interamente coperto dalle più strane varietà di vegetazione che si possano immaginare, il pianeta è un’autentica anomalia cosmica. Un gruppo di famiglie giunte secoli prima per colonizzarlo hanno edificato rapidamente una nuova società, ignorando la presenza aliena e creando un’aristocrazia che ruota attorno all’evento della Caccia. Con il passare delle generazioni, la vita su Grass e i vari usi e costumi sono sempre più sprofondati nel mistero e la Caccia, evento già ben noto sulla Terra, si è ora trasformato in uno strano rito, tremendo e inquietante. Già, perché qual è la vera natura e la vera funzione delle creature che partecipano alla Caccia, che cosa si nasconde dietro questo ciclico rituale e soprattutto… qual è la preda?

Piacevolezza dell’olio. Il metodo per degustare

Dagli anni Ottanta, la cultura e la produzione dell’olio hanno registrato un boom senza precedenti: sono stati riconvertiti gli impianti industrializzati e valorizzate le colture artigianali al fine di rivalutare al massimo la qualità e la genuinità. E così, oggi, sulle tavole dei buongustai l’olio occupa un posto d’onore, e il consumatore accorto sceglie la marca e la provenienza con la stessa attenzione che di solito dedica alle etichette del vino. Luca Maroni ha fatto il punto sulle attuali conoscenze sull’olio e le espone in questo volume.
**

Piacevole sbaglio

Come deve comportarsi una rispettabile giovane donna rapita per errore dal nobiluomo che sta per sposare sua cugina? Può cogliere l’occasione al volo! Tanto più che Julia Frant è da anni segretamente innamorata dell’affascinante Alec MacLean, visconte di Hunterston. Accortosi dello sbaglio, Alec non ha possibilità di rimediare: deve sposarsi entro la mezzanotte o perderà l’eredità del nonno. Tuttavia accoglie di buon grado lo scambio della sposa scoprendo che, a differenza della sua gelida e calcolatrice fidanzata, Julia è piena di passione e di bontà. Senza contare che, quando la prende tra le braccia per baciarla, improvvisamente l’eredità diventa l’ultimo dei suoi pensieri…

Philip K. Dick. La macchina della paranoia. Enciclopedia dickiana

I libri di Philip K. Dick, da oltre cinquant’anni, sono amati da milioni di lettori che folgorati dalla ricchezza delle sue intuizioni cercano di decifrare i segreti narrativi, i simbolismi nascosti, le sinistre assonanze tra la realtà che descrive e quella in cui ciascuno di noi è immerso. L’enciclopedia dickiana traccia una mappa complessiva dei concetti e dei temi che attraversano la sua opera: quarantuno voci – dagli alieni agli universi paralleli – compongono un ampio quadro di interpretazioni e riflessioni su Dick, proponendo nuove e inedite letture critiche. Il volume comprende inoltre un’accurata ricostruzione delle vicende biografiche dell’autore, una sinossi completa e ragionata di tutti i suoi romanzi, dei racconti e saggi più significativi, un’esaustiva bibliografia primaria e secondaria.
**

Philidor, il musicista che giocava a scacchi

Alla voce “”Scacchi dell’Enclyclopédie di Diderot e d’Alembert, il cavaliere di Jaucourt scriveva: «Si capisce facilmente dal numero dei pezzi, dalla diversità dei loro movimenti e dal numero delle case, quanto questo gioco debba essere difficile. Tuttavia a Parigi abbiamo avuto un giovane di 18 anni che giocò contemporaneamente due partite di scacchi senza vedere la scacchiera… Questo giovane si chiama Philidor». Questo saggio rappresenta uno spaccato di vita settecentesca. L’ambivalenza del personaggio Philidor, diviso tra i due grandi amori: per la musica e per gli scacchi, emana un fascino particolare. L’avventurosità della sua vita, inoltre, non può non accendere la nostra curiosità moderna.

Peter Pan nei giardini di Kensington

Quella di Peter Pan è la storia di un bambino solo per metà umano che vive nei giardini di Kensington tra fate e animali. Quando volando andrà a rivedere la sua casa, troverà la mamma con in braccio un altro bambino, e anche la piccola Maimie, incontrata per caso nei giardini, malgrado l’amore mostrato nei suoi confronti, lo lascerà per tornarsene nel mondo reale. Eppure Peter Pan è felice lo stesso nel suo mondo al di fuori del tempo, dove può vivere giocando, dove non invecchia mai. L’eterno fanciullo è l’emblema di chi non vuole crescere, ecco perché, a cent’anni dalla sua creazione, piace ancora tanto a grandi e bambini. Età di lettura: da 10 anni.
**