5377–5392 di 81643 risultati

Happycracy: Come La Scienza Della Felicità Controlla Le Nostre Vite

Viviamo in un mondo invaso dall’apparente felicità, a un livello tale che essere felici sembra essere diventato non solo un obiettivo di vita, ma un diritto e un obbligo. Non ci è concesso di fallire, e siamo condannati al successo e al benessere. Per aiutarci, alla fine degli anni Novanta è nata una nuova “scienza” dominata dalla psicologia positiva, con i suoi medici, le sue celebrità, i suoi scienziati autoproclamati e i suoi guru pronti a insegnarci come essere felici. In Happycracy, la famosa sociologa Eva Illouz, già autrice di dissacranti saggi sulla mercificazione dell’amore, ed Edgar Cabanas dimostrano quali conseguenze – politiche, ideologiche, scientifiche ed economiche – e minacce si nascondono dietro l’industria della felicità a tutti i costi, che ha spostato la responsabilità dalla società all’individuo. Un libro provocatorio e urgente sulla ricerca universale della felicità e sulla dittatura che questa ricerca ha imposto a tutti noi.

Viviamo in un mondo invaso dall’apparente felicità, a un livello tale che essere felici sembra essere diventato non solo un obiettivo di vita, ma un diritto e un obbligo. Non ci è concesso di fallire, e siamo condannati al successo e al benessere. Per aiutarci, alla fine degli anni Novanta è nata una nuova “scienza” dominata dalla psicologia positiva, con i suoi medici, le sue celebrità, i suoi scienziati autoproclamati e i suoi guru pronti a insegnarci come essere felici. In Happycracy, la famosa sociologa Eva Illouz, già autrice di dissacranti saggi sulla mercificazione dell’amore, ed Edgar Cabanas dimostrano quali conseguenze – politiche, ideologiche, scientifiche ed economiche – e minacce si nascondono dietro l’industria della felicità a tutti i costi, che ha spostato la responsabilità dalla società all’individuo. Un libro provocatorio e urgente sulla ricerca universale della felicità e sulla dittatura che questa ricerca ha imposto a tutti noi.

Only registered users can download this free product.

Hanno Ammazzato La Marinin

È la vigilia di Pasqua e Genova è sommersa da una pioggia torrenziale. Cullata dalle suadenti note di una musica jazz, Nadia Morbelli, redattrice quarantenne magra come un’acciuga e dai capelli rosso fuoco, è immersa in un più che meritato bagno caldo, quando improvvisamente nel palazzo salta la luce. Lì per lì non ci fa troppo caso. Tre giorni dopo, però, suona alla porta un agente di polizia per comunicarle che proprio quella sera, sul suo stesso pianerottolo, è stata ammazzata «la Marinin», la petulante vicina di casa. Una vecchiaccia davvero tremenda. Un ladro alle prime armi colto sul fatto? Può darsi. Ma allora perché non ha toccato l’argenteria e i soldi lasciati sul comò? La tentazione è troppo forte e Nadia si fa subito prendere dalla sindrome di Maigret, spronata anche dalle intriganti conversazioni col dottor Prini, vice­questore-letterato, ruvido d’aspetto ma di modi fin troppo gentili… Così, tra un salto alla bocciofila, quattro chiacchiere davanti a uno stoccafisso alla ligure, e i tête-à-tête con Prini che assumono sempre più l’aria di un flirt, Nadia comincia a individuare una pista davvero interessante. Una pista che affonda le radici in quelle terre e in un pezzo oscuro di storia d’Italia. **
### Sinossi
È la vigilia di Pasqua e Genova è sommersa da una pioggia torrenziale. Cullata dalle suadenti note di una musica jazz, Nadia Morbelli, redattrice quarantenne magra come un’acciuga e dai capelli rosso fuoco, è immersa in un più che meritato bagno caldo, quando improvvisamente nel palazzo salta la luce. Lì per lì non ci fa troppo caso. Tre giorni dopo, però, suona alla porta un agente di polizia per comunicarle che proprio quella sera, sul suo stesso pianerottolo, è stata ammazzata «la Marinin», la petulante vicina di casa. Una vecchiaccia davvero tremenda. Un ladro alle prime armi colto sul fatto? Può darsi. Ma allora perché non ha toccato l’argenteria e i soldi lasciati sul comò? La tentazione è troppo forte e Nadia si fa subito prendere dalla sindrome di Maigret, spronata anche dalle intriganti conversazioni col dottor Prini, vice­questore-letterato, ruvido d’aspetto ma di modi fin troppo gentili… Così, tra un salto alla bocciofila, quattro chiacchiere davanti a uno stoccafisso alla ligure, e i tête-à-tête con Prini che assumono sempre più l’aria di un flirt, Nadia comincia a individuare una pista davvero interessante. Una pista che affonda le radici in quelle terre e in un pezzo oscuro di storia d’Italia.

È la vigilia di Pasqua e Genova è sommersa da una pioggia torrenziale. Cullata dalle suadenti note di una musica jazz, Nadia Morbelli, redattrice quarantenne magra come un’acciuga e dai capelli rosso fuoco, è immersa in un più che meritato bagno caldo, quando improvvisamente nel palazzo salta la luce. Lì per lì non ci fa troppo caso. Tre giorni dopo, però, suona alla porta un agente di polizia per comunicarle che proprio quella sera, sul suo stesso pianerottolo, è stata ammazzata «la Marinin», la petulante vicina di casa. Una vecchiaccia davvero tremenda. Un ladro alle prime armi colto sul fatto? Può darsi. Ma allora perché non ha toccato l’argenteria e i soldi lasciati sul comò? La tentazione è troppo forte e Nadia si fa subito prendere dalla sindrome di Maigret, spronata anche dalle intriganti conversazioni col dottor Prini, vice­questore-letterato, ruvido d’aspetto ma di modi fin troppo gentili… Così, tra un salto alla bocciofila, quattro chiacchiere davanti a uno stoccafisso alla ligure, e i tête-à-tête con Prini che assumono sempre più l’aria di un flirt, Nadia comincia a individuare una pista davvero interessante. Una pista che affonda le radici in quelle terre e in un pezzo oscuro di storia d’Italia. **
### Sinossi
È la vigilia di Pasqua e Genova è sommersa da una pioggia torrenziale. Cullata dalle suadenti note di una musica jazz, Nadia Morbelli, redattrice quarantenne magra come un’acciuga e dai capelli rosso fuoco, è immersa in un più che meritato bagno caldo, quando improvvisamente nel palazzo salta la luce. Lì per lì non ci fa troppo caso. Tre giorni dopo, però, suona alla porta un agente di polizia per comunicarle che proprio quella sera, sul suo stesso pianerottolo, è stata ammazzata «la Marinin», la petulante vicina di casa. Una vecchiaccia davvero tremenda. Un ladro alle prime armi colto sul fatto? Può darsi. Ma allora perché non ha toccato l’argenteria e i soldi lasciati sul comò? La tentazione è troppo forte e Nadia si fa subito prendere dalla sindrome di Maigret, spronata anche dalle intriganti conversazioni col dottor Prini, vice­questore-letterato, ruvido d’aspetto ma di modi fin troppo gentili… Così, tra un salto alla bocciofila, quattro chiacchiere davanti a uno stoccafisso alla ligure, e i tête-à-tête con Prini che assumono sempre più l’aria di un flirt, Nadia comincia a individuare una pista davvero interessante. Una pista che affonda le radici in quelle terre e in un pezzo oscuro di storia d’Italia.

Only registered users can download this free product.

Halo. La Caduta di Reach

Mentre la macchina da guerra Covenant avanza inesorabilmente nello Spazio, intenzionata a spazzare via l’umanità, solo un presidio pare resistere: il pianeta Reach. Prossimo al pianeta Terra, Reach è l’ultimo baluardo militare in grado di opporsi all’attacco alieno. Tuttavia i difensori di Reach hanno un altro obiettivo di maggior priorità: evitare che i Covenant scoprano la locazione esatta della Terra.

Mentre la macchina da guerra Covenant avanza inesorabilmente nello Spazio, intenzionata a spazzare via l’umanità, solo un presidio pare resistere: il pianeta Reach. Prossimo al pianeta Terra, Reach è l’ultimo baluardo militare in grado di opporsi all’attacco alieno. Tuttavia i difensori di Reach hanno un altro obiettivo di maggior priorità: evitare che i Covenant scoprano la locazione esatta della Terra.

Only registered users can download this free product.

Guida alla teoria degli insiemi

Gli insegnanti si trovano in difficoltà a proposito dello spazio e dell’enfasi da dare agli argomenti di teoria degli insiemi, nella propria preparazione e nel proprio lavoro, perché all’università non è stata loro fornita una conoscenza adeguata. Si può tranquillamente affermare, sulla base di molta esperienza, che il matematico medio, anche chi fa ricerca, non sa cosa sia la teoria degli insiemi. Due pregiudizi si frappongono a una buona conoscenza della teoria: uno, di tipo minimalista, è la sua identificazione con una non meglio precisata “insiemistica”, un linguaggio austero fin troppo impegnativo ove lo si voglia imporre prematuramente; l’altro è di tipo massimalista e consiste nel supposto, ed effettivo legame con le questioni più sottili dei fondamenti della matematica. Ma la teoria ha un contenuto matematico importante, e con molti risvolti di interesse didattico. Si può dire in una parola che è lo studio dell’infinito, il che comporta anche per complemento che sia uno studio del finito. Attraverso gli insiemi numerabili ed effettivamente generati si stabilisce anche un collegamento con la più concreta teoria della calcolabilità. Il libro è solo una guida, non un manuale: sono indicati gli argomenti di maggior rilievo; sono offerti commenti sui risultati più significativi; sono segnalati anche temi da non approfondire, pur conoscendone l’esistenza; sono presentate con dettagli formali poche dimostrazioni, tipiche dello stile della materia; sono proposti, come istruzioni per l’uso, alcuni esercizi che potrebbero essere presentarti anche a studenti delle scuole secondarie.

Gli insegnanti si trovano in difficoltà a proposito dello spazio e dell’enfasi da dare agli argomenti di teoria degli insiemi, nella propria preparazione e nel proprio lavoro, perché all’università non è stata loro fornita una conoscenza adeguata. Si può tranquillamente affermare, sulla base di molta esperienza, che il matematico medio, anche chi fa ricerca, non sa cosa sia la teoria degli insiemi. Due pregiudizi si frappongono a una buona conoscenza della teoria: uno, di tipo minimalista, è la sua identificazione con una non meglio precisata “insiemistica”, un linguaggio austero fin troppo impegnativo ove lo si voglia imporre prematuramente; l’altro è di tipo massimalista e consiste nel supposto, ed effettivo legame con le questioni più sottili dei fondamenti della matematica. Ma la teoria ha un contenuto matematico importante, e con molti risvolti di interesse didattico. Si può dire in una parola che è lo studio dell’infinito, il che comporta anche per complemento che sia uno studio del finito. Attraverso gli insiemi numerabili ed effettivamente generati si stabilisce anche un collegamento con la più concreta teoria della calcolabilità. Il libro è solo una guida, non un manuale: sono indicati gli argomenti di maggior rilievo; sono offerti commenti sui risultati più significativi; sono segnalati anche temi da non approfondire, pur conoscendone l’esistenza; sono presentate con dettagli formali poche dimostrazioni, tipiche dello stile della materia; sono proposti, come istruzioni per l’uso, alcuni esercizi che potrebbero essere presentarti anche a studenti delle scuole secondarie.

Only registered users can download this free product.

Grazie per la Bruttissima Esperienza

Lorenzo ha appena concluso una relazione importante. Dopo tre anni di convivenza, Carla lo ha lasciato. Non cerca una nuova storia e tutto ciò che chiede è starsene da solo per un po’, cercando di dimenticare la donna che ha amato.
‘Lei mi amava ma decideva di lasciarmi, con sofferenza e la consapevolezza che io non potevo darle quello che voleva; io, d’altro canto, ero costretto a terminare un rapporto che dal mio punto di vista andava a gonfie vele.’
Rebecca è alla ricerca del Principe Azzurro, crede nell’amore romantico e forse l’ha trovato: Andrea, ragazzo bellissimo e sogno segreto di qualunque donna sana di mente.
‘Avevo appena dato del maniaco al ragazzo più bello della mia palestra, uno che è il sogno segreto di ogni donna sana di mente, uno di quei rari esemplari che possono anche stare zitti e le loro quotazioni avrebbero comunque un’impennata.’
L’incontro tra Rebecca e Lorenzo avviene nel momento meno opportuno per entrambi. Ma a volte il destino se ne frega dei momenti opportuni e, come dice Kafka,”l’amore è come un’automobile senza problemi, i problemi sono solo nel guidatore, nei passeggeri e nella strada”.
Come contattare l’autrice:
email: [email protected]
Sito: http://letmusu.wixsite.com/letiziamusuonline
Gruppo Facebook dedicato alla Saga:
https://www.facebook.com/groups/188436748229487/
Pagina Romanzo
https://www.facebook.com/nemici.marialetiziamusu/
Pagina Autore
https://www.facebook.com/marialetiziamusu/
Profilo Facebook
https://www.facebook.com/letizia.musu
**
### Sinossi
Lorenzo ha appena concluso una relazione importante. Dopo tre anni di convivenza, Carla lo ha lasciato. Non cerca una nuova storia e tutto ciò che chiede è starsene da solo per un po’, cercando di dimenticare la donna che ha amato.
‘Lei mi amava ma decideva di lasciarmi, con sofferenza e la consapevolezza che io non potevo darle quello che voleva; io, d’altro canto, ero costretto a terminare un rapporto che dal mio punto di vista andava a gonfie vele.’
Rebecca è alla ricerca del Principe Azzurro, crede nell’amore romantico e forse l’ha trovato: Andrea, ragazzo bellissimo e sogno segreto di qualunque donna sana di mente.
‘Avevo appena dato del maniaco al ragazzo più bello della mia palestra, uno che è il sogno segreto di ogni donna sana di mente, uno di quei rari esemplari che possono anche stare zitti e le loro quotazioni avrebbero comunque un’impennata.’
L’incontro tra Rebecca e Lorenzo avviene nel momento meno opportuno per entrambi. Ma a volte il destino se ne frega dei momenti opportuni e, come dice Kafka,”l’amore è come un’automobile senza problemi, i problemi sono solo nel guidatore, nei passeggeri e nella strada”.
Come contattare l’autrice:
email: [email protected]
Sito: http://letmusu.wixsite.com/letiziamusuonline
Gruppo Facebook dedicato alla Saga:
https://www.facebook.com/groups/188436748229487/
Pagina Romanzo
https://www.facebook.com/nemici.marialetiziamusu/
Pagina Autore
https://www.facebook.com/marialetiziamusu/
Profilo Facebook
https://www.facebook.com/letizia.musu

Lorenzo ha appena concluso una relazione importante. Dopo tre anni di convivenza, Carla lo ha lasciato. Non cerca una nuova storia e tutto ciò che chiede è starsene da solo per un po’, cercando di dimenticare la donna che ha amato.
‘Lei mi amava ma decideva di lasciarmi, con sofferenza e la consapevolezza che io non potevo darle quello che voleva; io, d’altro canto, ero costretto a terminare un rapporto che dal mio punto di vista andava a gonfie vele.’
Rebecca è alla ricerca del Principe Azzurro, crede nell’amore romantico e forse l’ha trovato: Andrea, ragazzo bellissimo e sogno segreto di qualunque donna sana di mente.
‘Avevo appena dato del maniaco al ragazzo più bello della mia palestra, uno che è il sogno segreto di ogni donna sana di mente, uno di quei rari esemplari che possono anche stare zitti e le loro quotazioni avrebbero comunque un’impennata.’
L’incontro tra Rebecca e Lorenzo avviene nel momento meno opportuno per entrambi. Ma a volte il destino se ne frega dei momenti opportuni e, come dice Kafka,”l’amore è come un’automobile senza problemi, i problemi sono solo nel guidatore, nei passeggeri e nella strada”.
Come contattare l’autrice:
email: [email protected]
Sito: http://letmusu.wixsite.com/letiziamusuonline
Gruppo Facebook dedicato alla Saga:
https://www.facebook.com/groups/188436748229487/
Pagina Romanzo
https://www.facebook.com/nemici.marialetiziamusu/
Pagina Autore
https://www.facebook.com/marialetiziamusu/
Profilo Facebook
https://www.facebook.com/letizia.musu
**
### Sinossi
Lorenzo ha appena concluso una relazione importante. Dopo tre anni di convivenza, Carla lo ha lasciato. Non cerca una nuova storia e tutto ciò che chiede è starsene da solo per un po’, cercando di dimenticare la donna che ha amato.
‘Lei mi amava ma decideva di lasciarmi, con sofferenza e la consapevolezza che io non potevo darle quello che voleva; io, d’altro canto, ero costretto a terminare un rapporto che dal mio punto di vista andava a gonfie vele.’
Rebecca è alla ricerca del Principe Azzurro, crede nell’amore romantico e forse l’ha trovato: Andrea, ragazzo bellissimo e sogno segreto di qualunque donna sana di mente.
‘Avevo appena dato del maniaco al ragazzo più bello della mia palestra, uno che è il sogno segreto di ogni donna sana di mente, uno di quei rari esemplari che possono anche stare zitti e le loro quotazioni avrebbero comunque un’impennata.’
L’incontro tra Rebecca e Lorenzo avviene nel momento meno opportuno per entrambi. Ma a volte il destino se ne frega dei momenti opportuni e, come dice Kafka,”l’amore è come un’automobile senza problemi, i problemi sono solo nel guidatore, nei passeggeri e nella strada”.
Come contattare l’autrice:
email: [email protected]
Sito: http://letmusu.wixsite.com/letiziamusuonline
Gruppo Facebook dedicato alla Saga:
https://www.facebook.com/groups/188436748229487/
Pagina Romanzo
https://www.facebook.com/nemici.marialetiziamusu/
Pagina Autore
https://www.facebook.com/marialetiziamusu/
Profilo Facebook
https://www.facebook.com/letizia.musu

Only registered users can download this free product.

Grande sertão

Favoloso altipiano del Brasile profondo, deserto-brughiera dei Campos Gerais rinverdito di improvvise palme giganti, il 'sertao' di Guimaraes Rosa è uno spazio magico percorso nell'intrico dei suoi sentieri da santoni a banditi, popolato di mandrie e di piccoli uomini da nomi altisonanti come di eroi di saghe remote. Sono, questi individui, provvisori e paradigmatici, unici e intercambiabili, portatori ciascuno di un'individualissima parola ritagliata con creatività espressionista nel tessuto vivo di linguaggio, Guimaraes Rosa alza il 'sertao' da teatro di gesta rusticane a metafora del mondo, dove l'uomo è ombra platonica e plotinica di un'idea che lo trascende, ma è anche caverna-sertao interiore, scenario diurno e notturno dell'eterna lotta fra Dio e il Diavolo. Vittima, forse, di un inconcluso patto col Maligno, il vecchio bandito-'jagunço' Riobaldo porta nel 'sertao' del cuore, come ogni personaggio di Guimaraes Rosa, il rimorso-angoscia di un peccato originale che lo precede. E il racconto della vicenda che lo ha segnato in gioventù – effettuato in prima persona, nelle forme dell'oralità, a un interlocutore fuori campo – trascina il lettore dalla prima riga all'inatteso 'explicit' coll'irruenza di un mai rallentato flusso narrativo. Se, come voleva Guimaraes Rosa, "alle volte un libro è maggiore di un uomo", questo libro magico e consolatorio, in cui il rimpianto dell'amore irrealizzato ha la dolcezza pungente di una colpa di inadeguatezza, è forse il dono più grande che l'America Latina del realismo magico e il Brasile della parola iridata hanno fatto in questi anni a un'Europa di disseccato cerebralismo.

Favoloso altipiano del Brasile profondo, deserto-brughiera dei Campos Gerais rinverdito di improvvise palme giganti, il 'sertao' di Guimaraes Rosa è uno spazio magico percorso nell'intrico dei suoi sentieri da santoni a banditi, popolato di mandrie e di piccoli uomini da nomi altisonanti come di eroi di saghe remote. Sono, questi individui, provvisori e paradigmatici, unici e intercambiabili, portatori ciascuno di un'individualissima parola ritagliata con creatività espressionista nel tessuto vivo di linguaggio, Guimaraes Rosa alza il 'sertao' da teatro di gesta rusticane a metafora del mondo, dove l'uomo è ombra platonica e plotinica di un'idea che lo trascende, ma è anche caverna-sertao interiore, scenario diurno e notturno dell'eterna lotta fra Dio e il Diavolo. Vittima, forse, di un inconcluso patto col Maligno, il vecchio bandito-'jagunço' Riobaldo porta nel 'sertao' del cuore, come ogni personaggio di Guimaraes Rosa, il rimorso-angoscia di un peccato originale che lo precede. E il racconto della vicenda che lo ha segnato in gioventù – effettuato in prima persona, nelle forme dell'oralità, a un interlocutore fuori campo – trascina il lettore dalla prima riga all'inatteso 'explicit' coll'irruenza di un mai rallentato flusso narrativo. Se, come voleva Guimaraes Rosa, "alle volte un libro è maggiore di un uomo", questo libro magico e consolatorio, in cui il rimpianto dell'amore irrealizzato ha la dolcezza pungente di una colpa di inadeguatezza, è forse il dono più grande che l'America Latina del realismo magico e il Brasile della parola iridata hanno fatto in questi anni a un'Europa di disseccato cerebralismo.

Only registered users can download this free product.

Good-Bye Sirena

Questo romanzo è indubbiamente il più forte scritto da Liala al culmine della sua carriera di narratrice. Conosceremo Vico Dairano, che pur nella sua giovane età non crede più all’amore; Mina, che invece per amore arriva al sacrificio supremo; Margaret, che simile a una sirena incanta Vico con la sua freschezza e la sua voglia d’amore, ma come il canto di una sirena sarà ingannevole e porterà nel cuore di Vico solo dubbi, delusioni, amarezze. In un piccolo paese della Valle d’Intelvi, accanto a cuori semplici, Vico troverà la forza di dare alla sua vita una svolta che lo condurrà a una sofferta ma insperata felicità.

Questo romanzo è indubbiamente il più forte scritto da Liala al culmine della sua carriera di narratrice. Conosceremo Vico Dairano, che pur nella sua giovane età non crede più all’amore; Mina, che invece per amore arriva al sacrificio supremo; Margaret, che simile a una sirena incanta Vico con la sua freschezza e la sua voglia d’amore, ma come il canto di una sirena sarà ingannevole e porterà nel cuore di Vico solo dubbi, delusioni, amarezze. In un piccolo paese della Valle d’Intelvi, accanto a cuori semplici, Vico troverà la forza di dare alla sua vita una svolta che lo condurrà a una sofferta ma insperata felicità.

Only registered users can download this free product.

Good morning Darkness : Live in New York #1

*“Ho dato fuoco alla paura e c’ho ballato in mezzo”*
Maya è buio. Maya è luce. Maya potrebbe essere tutto ciò che vuole, se solo decidesse da che parte stare. Brillante e professionale avvocato di giorno, seducente e folle roker di notte. In lei vivono due anime capaci di spingersi oltre qualsiasi limite. Una parte di lei è pronta a conquistare le luci di NY, l’altra rischia di perdersi nell’oscurità. E poi c’è lui, Damon. Così simile a lei, così perfettamente a suo agio negli stessi identici contrasti. Il suo ritorno nella vita di Maya stravolgerà ogni cosa. Ma entrambi conoscono fin troppo bene il dolce sapore del buio e insieme finiranno per salvarsi o distruggersi per sempre. 
E se l’amore fosse solo buio, solo cieca follia… allora a cosa servirebbe vivere in suo nome? 
Maya e Damon, un amore che consuma, una passione che distrugge, un dolore irresistibile. Cosa accadrà quando il filo che sembra tenerli insieme, alla fine si spezzerà? Fin dove si spingerà Damon per andare a cercare Maya nell’oscurità? Contrasti, vite sbagliate, paura… morte. 
Fa’ la scelta giusta, Maya. Fa’ la scelta giusta!
*“Dolore, piacere. Tutto si ridusse a questo. Piacere infinito misto a dolore pungente. Loro erano così. Quei due potevano essere pericolosi persino per loro stessi”*
Good morning Darkness (Live in New York #1) è il primo libro della trilogia #Live
N.B. **Il romanzo contiene scene destinate ad un pubblico adulto e consapevole.**
Per info o invio manoscritti: [email protected]
Visita il sito web: http://darklove.pubme.me/ **
### Sinossi
*“Ho dato fuoco alla paura e c’ho ballato in mezzo”*
Maya è buio. Maya è luce. Maya potrebbe essere tutto ciò che vuole, se solo decidesse da che parte stare. Brillante e professionale avvocato di giorno, seducente e folle roker di notte. In lei vivono due anime capaci di spingersi oltre qualsiasi limite. Una parte di lei è pronta a conquistare le luci di NY, l’altra rischia di perdersi nell’oscurità. E poi c’è lui, Damon. Così simile a lei, così perfettamente a suo agio negli stessi identici contrasti. Il suo ritorno nella vita di Maya stravolgerà ogni cosa. Ma entrambi conoscono fin troppo bene il dolce sapore del buio e insieme finiranno per salvarsi o distruggersi per sempre. 
E se l’amore fosse solo buio, solo cieca follia… allora a cosa servirebbe vivere in suo nome? 
Maya e Damon, un amore che consuma, una passione che distrugge, un dolore irresistibile. Cosa accadrà quando il filo che sembra tenerli insieme, alla fine si spezzerà? Fin dove si spingerà Damon per andare a cercare Maya nell’oscurità? Contrasti, vite sbagliate, paura… morte. 
Fa’ la scelta giusta, Maya. Fa’ la scelta giusta!
*“Dolore, piacere. Tutto si ridusse a questo. Piacere infinito misto a dolore pungente. Loro erano così. Quei due potevano essere pericolosi persino per loro stessi”*
Good morning Darkness (Live in New York #1) è il primo libro della trilogia #Live
N.B. **Il romanzo contiene scene destinate ad un pubblico adulto e consapevole.**
Per info o invio manoscritti: [email protected]
Visita il sito web: http://darklove.pubme.me/

*“Ho dato fuoco alla paura e c’ho ballato in mezzo”*
Maya è buio. Maya è luce. Maya potrebbe essere tutto ciò che vuole, se solo decidesse da che parte stare. Brillante e professionale avvocato di giorno, seducente e folle roker di notte. In lei vivono due anime capaci di spingersi oltre qualsiasi limite. Una parte di lei è pronta a conquistare le luci di NY, l’altra rischia di perdersi nell’oscurità. E poi c’è lui, Damon. Così simile a lei, così perfettamente a suo agio negli stessi identici contrasti. Il suo ritorno nella vita di Maya stravolgerà ogni cosa. Ma entrambi conoscono fin troppo bene il dolce sapore del buio e insieme finiranno per salvarsi o distruggersi per sempre. 
E se l’amore fosse solo buio, solo cieca follia… allora a cosa servirebbe vivere in suo nome? 
Maya e Damon, un amore che consuma, una passione che distrugge, un dolore irresistibile. Cosa accadrà quando il filo che sembra tenerli insieme, alla fine si spezzerà? Fin dove si spingerà Damon per andare a cercare Maya nell’oscurità? Contrasti, vite sbagliate, paura… morte. 
Fa’ la scelta giusta, Maya. Fa’ la scelta giusta!
*“Dolore, piacere. Tutto si ridusse a questo. Piacere infinito misto a dolore pungente. Loro erano così. Quei due potevano essere pericolosi persino per loro stessi”*
Good morning Darkness (Live in New York #1) è il primo libro della trilogia #Live
N.B. **Il romanzo contiene scene destinate ad un pubblico adulto e consapevole.**
Per info o invio manoscritti: [email protected]
Visita il sito web: http://darklove.pubme.me/ **
### Sinossi
*“Ho dato fuoco alla paura e c’ho ballato in mezzo”*
Maya è buio. Maya è luce. Maya potrebbe essere tutto ciò che vuole, se solo decidesse da che parte stare. Brillante e professionale avvocato di giorno, seducente e folle roker di notte. In lei vivono due anime capaci di spingersi oltre qualsiasi limite. Una parte di lei è pronta a conquistare le luci di NY, l’altra rischia di perdersi nell’oscurità. E poi c’è lui, Damon. Così simile a lei, così perfettamente a suo agio negli stessi identici contrasti. Il suo ritorno nella vita di Maya stravolgerà ogni cosa. Ma entrambi conoscono fin troppo bene il dolce sapore del buio e insieme finiranno per salvarsi o distruggersi per sempre. 
E se l’amore fosse solo buio, solo cieca follia… allora a cosa servirebbe vivere in suo nome? 
Maya e Damon, un amore che consuma, una passione che distrugge, un dolore irresistibile. Cosa accadrà quando il filo che sembra tenerli insieme, alla fine si spezzerà? Fin dove si spingerà Damon per andare a cercare Maya nell’oscurità? Contrasti, vite sbagliate, paura… morte. 
Fa’ la scelta giusta, Maya. Fa’ la scelta giusta!
*“Dolore, piacere. Tutto si ridusse a questo. Piacere infinito misto a dolore pungente. Loro erano così. Quei due potevano essere pericolosi persino per loro stessi”*
Good morning Darkness (Live in New York #1) è il primo libro della trilogia #Live
N.B. **Il romanzo contiene scene destinate ad un pubblico adulto e consapevole.**
Per info o invio manoscritti: [email protected]
Visita il sito web: http://darklove.pubme.me/

Only registered users can download this free product.

Gli Uomini Che Hanno Detto Di No a Hitler

**Nuove rivelazioni inedite sull’opposizione interna al Führer**
Durante i suoi ultimi giorni di vita, trascorsi nascosto in un bunker, Adolf Hitler si convinse di essere stato tradito dall’interno. Non aveva tutti i torti. Nel 1945 le sue armate erano state sconfitte su tutti i fronti, il regime era collassato e i suoi uomini più fedeli si erano dati alla fuga per sottrarsi alle conseguenze dei loro atroci crimini. In un racconto sorprendente e inedito, Paddy Ashdown rivela come ai vertici del sistema gerarchico nazista ci fossero uomini disposti a tutto per impedire la vittoria di Hitler. Documenti solo recentemente venuti alla luce, infatti, testimoniano la presenza di un vero e proprio complotto volto a trasmettere i piani e le strategie chiave del Führer agli Alleati e persino a eliminare Hitler. Alcune figure di massimo livello dello Stato tedesco usarono ogni mezzo possibile – cospirazione, assassinio, spionaggio – per salvare la reputazione del loro Paese e garantire la sopravvivenza dei valori liberali e democratici. E perché ciò accadesse, a Hitler non poteva essere permesso di vincere la guerra.
**La storia inedita dell’opposizione tedesca interna al regime nazista, che ha lavorato in silenzio per la caduta di Hitler**
«Ha il ritmo di un thriller, ma è tutto vero.»
**Sunday Express**
«Senza dubbio ci sono molti altri libri sulla guerra, ma spero che questo diventi un modello.»
**Daily Telegraph**
«Paddy Ashdown è riuscito a separare i fatti dai miti ed è riuscito a scrivere un saggio affascinante e con un punto di vista molto personale.»
**Independent**
**Paddy Ashdown**
(1941-2018), barone Ashdown di Norton-sub-Hamdon, è stato un politico e un diplomatico britannico. Dopo aver prestato servizio nei Royal Marines e come ufficiale dell’intelligence del Regno Unito, è stato eletto al Parlamento britannico. Durante la sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali, come la nomina a Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine di San Michele e San Giorgio e come Membro dell’Ordine dei Compagni d’Onore. La Newton Compton ha pubblicato *L’operazione militare segreta che ha cambiato la storia* e *Gli uomini che hanno detto di no a Hitler*.

**Nuove rivelazioni inedite sull’opposizione interna al Führer**
Durante i suoi ultimi giorni di vita, trascorsi nascosto in un bunker, Adolf Hitler si convinse di essere stato tradito dall’interno. Non aveva tutti i torti. Nel 1945 le sue armate erano state sconfitte su tutti i fronti, il regime era collassato e i suoi uomini più fedeli si erano dati alla fuga per sottrarsi alle conseguenze dei loro atroci crimini. In un racconto sorprendente e inedito, Paddy Ashdown rivela come ai vertici del sistema gerarchico nazista ci fossero uomini disposti a tutto per impedire la vittoria di Hitler. Documenti solo recentemente venuti alla luce, infatti, testimoniano la presenza di un vero e proprio complotto volto a trasmettere i piani e le strategie chiave del Führer agli Alleati e persino a eliminare Hitler. Alcune figure di massimo livello dello Stato tedesco usarono ogni mezzo possibile – cospirazione, assassinio, spionaggio – per salvare la reputazione del loro Paese e garantire la sopravvivenza dei valori liberali e democratici. E perché ciò accadesse, a Hitler non poteva essere permesso di vincere la guerra.
**La storia inedita dell’opposizione tedesca interna al regime nazista, che ha lavorato in silenzio per la caduta di Hitler**
«Ha il ritmo di un thriller, ma è tutto vero.»
**Sunday Express**
«Senza dubbio ci sono molti altri libri sulla guerra, ma spero che questo diventi un modello.»
**Daily Telegraph**
«Paddy Ashdown è riuscito a separare i fatti dai miti ed è riuscito a scrivere un saggio affascinante e con un punto di vista molto personale.»
**Independent**
**Paddy Ashdown**
(1941-2018), barone Ashdown di Norton-sub-Hamdon, è stato un politico e un diplomatico britannico. Dopo aver prestato servizio nei Royal Marines e come ufficiale dell’intelligence del Regno Unito, è stato eletto al Parlamento britannico. Durante la sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali, come la nomina a Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine di San Michele e San Giorgio e come Membro dell’Ordine dei Compagni d’Onore. La Newton Compton ha pubblicato *L’operazione militare segreta che ha cambiato la storia* e *Gli uomini che hanno detto di no a Hitler*.

Only registered users can download this free product.

Gli ordini del caos

Un panorama nuovo nello scienza. La coesistenza di diversi paradigmi oltre l’ orizzonte del riduzionismo.

Un panorama nuovo nello scienza. La coesistenza di diversi paradigmi oltre l’ orizzonte del riduzionismo.

Only registered users can download this free product.

Gli occhi di Alice Gray

**Uno straordinario esordio, per mesi nella TOP 10 del *Sunday Times*. Un intreccio che unisce le atmosfere di Tracy Chevalier al mistero dei romanzi gotici.**
1612. In una mattina fredda e nebbiosa, mentre il vento spazza le verdi colline del Lancashire, una giovane donna corre nei boschi, con una lettera stretta in pugno. Per Fleetwood, signora della maestosa tenuta di Gawthorpe Hall, quel foglio significa una sola cosa: tradimento. Dopo tre aborti, aspetta di nuovo un figlio dal marito Richard, e il suo più grande desiderio è dargli finalmente un erede. Almeno finché, tra le carte del marito, non ha scoperto quella lettera, che non avrebbe mai dovuto vedere: mesi prima il medico lo aveva avvisato dei rischi fatali di un’altra gravidanza. Come ha potuto Richard nasconderle un’informazione così importante? Avere un erede è davvero l’unica cosa che conti per lui? Ferita dall’uomo che ama, Fleetwood non sa che in quel bosco si imbatterà ben presto in una singolare alleata: Alice Gray, una misteriosa ragazza dagli occhi d’ambra, che conosce i segreti delle erbe e l’arte delle levatrici. Un legame sempre più stretto le unisce, finché intorno ad Alice cominciano a circolare voci inquietanti: perché si aggira di notte nella foresta e fa strani riti con gli animali selvatici? E se fosse davvero una strega, come altre donne del villaggio? Eppure Fleetwood sente che l’unica colpa di Alice è essere una ragazza povera e superstiziosa, e così decide di rischiare tutto per salvarla. Anche se questo significa opporsi al marito e alla sua cerchia. Perché in un’epoca di accuse e sospetti, essere donna è il rischio maggiore…

**Uno straordinario esordio, per mesi nella TOP 10 del *Sunday Times*. Un intreccio che unisce le atmosfere di Tracy Chevalier al mistero dei romanzi gotici.**
1612. In una mattina fredda e nebbiosa, mentre il vento spazza le verdi colline del Lancashire, una giovane donna corre nei boschi, con una lettera stretta in pugno. Per Fleetwood, signora della maestosa tenuta di Gawthorpe Hall, quel foglio significa una sola cosa: tradimento. Dopo tre aborti, aspetta di nuovo un figlio dal marito Richard, e il suo più grande desiderio è dargli finalmente un erede. Almeno finché, tra le carte del marito, non ha scoperto quella lettera, che non avrebbe mai dovuto vedere: mesi prima il medico lo aveva avvisato dei rischi fatali di un’altra gravidanza. Come ha potuto Richard nasconderle un’informazione così importante? Avere un erede è davvero l’unica cosa che conti per lui? Ferita dall’uomo che ama, Fleetwood non sa che in quel bosco si imbatterà ben presto in una singolare alleata: Alice Gray, una misteriosa ragazza dagli occhi d’ambra, che conosce i segreti delle erbe e l’arte delle levatrici. Un legame sempre più stretto le unisce, finché intorno ad Alice cominciano a circolare voci inquietanti: perché si aggira di notte nella foresta e fa strani riti con gli animali selvatici? E se fosse davvero una strega, come altre donne del villaggio? Eppure Fleetwood sente che l’unica colpa di Alice è essere una ragazza povera e superstiziosa, e così decide di rischiare tutto per salvarla. Anche se questo significa opporsi al marito e alla sua cerchia. Perché in un’epoca di accuse e sospetti, essere donna è il rischio maggiore…

Only registered users can download this free product.

Gli insetti preferiscono le ortiche

Kanamè è un uomo ossessionato da un unico e persistente pensiero: il problema della sua vita è riuscire a divorziare dalla moglie Misako. Il loro rapporto, mai vissuto nel segno di una vera passione, soprattutto erotica, negli anni si è via via assottigliato fino a divenire assente. Entrambi hanno bisogno d’altro, entrambi vogliono vite differenti, ma nessuno dei due sembra riuscire a trasformare davvero questi desideri in realtà. Anche se lei ha già trovato in Aso un possibile futuro compagno, con il pieno consenso del marito, molte ragioni o scuse li bloccano, molti silenzi riempiono i momenti favorevoli per una risoluzione decisiva.

Kanamè è un uomo ossessionato da un unico e persistente pensiero: il problema della sua vita è riuscire a divorziare dalla moglie Misako. Il loro rapporto, mai vissuto nel segno di una vera passione, soprattutto erotica, negli anni si è via via assottigliato fino a divenire assente. Entrambi hanno bisogno d’altro, entrambi vogliono vite differenti, ma nessuno dei due sembra riuscire a trasformare davvero questi desideri in realtà. Anche se lei ha già trovato in Aso un possibile futuro compagno, con il pieno consenso del marito, molte ragioni o scuse li bloccano, molti silenzi riempiono i momenti favorevoli per una risoluzione decisiva.

Only registered users can download this free product.

Gli incolpevoli

Scritta a più riprese fra il 1930 e il 1949, *Gli incolpevoli* è l’opera più significativa di Hermann Broch, «la sua parola definitiva ed umanamente più compiuta», come ha detto Ladislao Mittner. Perfetta fusione di concretezza artistica e riflessioni etico-filosofiche, questo «romanzo in undici racconti» riconduce immediatamente all’atmosfera e alla poetica di quella letteratura mittel-europea che con Roth, Musil, Kafka e Walser produsse nella prima metà del ’900 uno straordinario patrimonio di invenzioni narrative. Di questa tradizione Broch è a un tempo l’erede e l’ultima espressione. Sottilmente kafkiano è Andrea, il protagonista de *Gli incolpevoli* ; tipica dei personaggi di Broch la sua storia, quella di un destino che si consuma contro ogni ragionevolezza. Giovane olandese, commerciante di diamanti, ricchissimo a dispetto di crisi ed inflazioni, gli approda in una cittadina tedesca di provincia dove il suo destino si incrocia con quello di una famiglia aristocratica presso cui trova alloggio. L’anziana baronessa, sua figlia Hildegard e la serva Zerlina (il cui nome non è l’unico richiamo al *Don Giovanni* mozartiano) tessono sottilmente attorno a lui un’invisibile prigione; né lo salverà l’amore per la giovane Melitta, personificazione di un mondo sano e ordinato contrapposto a un’aristocrazia ambigua e corrotta e a una borghesia feroce e meschina. Immagini di un mondo colpevole che, ormai inattuale, si prepara a morire con falsa dignità, le prime tre figure femminili delegano ad Andrea il rito e l’incubo di quella morte: sarà lui, l’incolpevole, ad espiare per loro, senza ragione, col suicidio. La vicenda, ambientata tra il 1913 e il 1945, vive sullo sfondo dell’ascesa nazista, riflessa nella figura di Zaccaria, uomo mediocre, «costruito metodicamente»: ed è proprio questo riferimento, non solo storico ma anche ideale, ad offrire la chiave più autentica del messaggio etico di Broch.

Scritta a più riprese fra il 1930 e il 1949, *Gli incolpevoli* è l’opera più significativa di Hermann Broch, «la sua parola definitiva ed umanamente più compiuta», come ha detto Ladislao Mittner. Perfetta fusione di concretezza artistica e riflessioni etico-filosofiche, questo «romanzo in undici racconti» riconduce immediatamente all’atmosfera e alla poetica di quella letteratura mittel-europea che con Roth, Musil, Kafka e Walser produsse nella prima metà del ’900 uno straordinario patrimonio di invenzioni narrative. Di questa tradizione Broch è a un tempo l’erede e l’ultima espressione. Sottilmente kafkiano è Andrea, il protagonista de *Gli incolpevoli* ; tipica dei personaggi di Broch la sua storia, quella di un destino che si consuma contro ogni ragionevolezza. Giovane olandese, commerciante di diamanti, ricchissimo a dispetto di crisi ed inflazioni, gli approda in una cittadina tedesca di provincia dove il suo destino si incrocia con quello di una famiglia aristocratica presso cui trova alloggio. L’anziana baronessa, sua figlia Hildegard e la serva Zerlina (il cui nome non è l’unico richiamo al *Don Giovanni* mozartiano) tessono sottilmente attorno a lui un’invisibile prigione; né lo salverà l’amore per la giovane Melitta, personificazione di un mondo sano e ordinato contrapposto a un’aristocrazia ambigua e corrotta e a una borghesia feroce e meschina. Immagini di un mondo colpevole che, ormai inattuale, si prepara a morire con falsa dignità, le prime tre figure femminili delegano ad Andrea il rito e l’incubo di quella morte: sarà lui, l’incolpevole, ad espiare per loro, senza ragione, col suicidio. La vicenda, ambientata tra il 1913 e il 1945, vive sullo sfondo dell’ascesa nazista, riflessa nella figura di Zaccaria, uomo mediocre, «costruito metodicamente»: ed è proprio questo riferimento, non solo storico ma anche ideale, ad offrire la chiave più autentica del messaggio etico di Broch.

Only registered users can download this free product.

Gli Incendiari

Cosí si dice: da giovane attivista John Leal aveva aiutato i dissidenti coreani a raggiungere clandestinamente Seul dalla Corea del Nord, fino al giorno in cui era stato rapito, gettato in un gulag e torturato. Scampato alla morte, ma non al ricordo degli orrori, era ritornato in America, aveva avuto una rivelazione e si era messo al servizio dell’umanità fondando il gruppo Jejah. Questa storia, o una versione sempre un po’ diversa di essa, racconta John Leal ai «discepoli» riuniti al suo cospetto. Ma Will non ci casca. La retorica della fede, i «giochi di magia», l’«abracadabra», come li definisce, gli sono ben noti, e per questo ne diffida. Lui stesso li ha praticati nella sua vita precedente, quando viveva in California e aveva abbracciato la religione e il proselitismo per tentare di salvare una madre sofferente. Un giorno poi si era inginocchiato in preghiera come d’abitudine, ma non aveva sentito niente. La voce di Dio era sparita. Aveva abbandonato la Scuola biblica, cambiato costa e vita e si era iscritto al prestigioso Edwards College. È all’Edwards che Will incontra Phoebe. La sua disinvoltura, la popolarità a scuola e con i ragazzi di quella bruna sottile dai tratti coreani accendono immediatamente il suo desiderio, cosí poco allenato, ma nascondono anche ferite profonde e mai rimarginate: il fantasma di un pianoforte a cui Phoebe ha rinunciato quando ha capito di non poter essere la piú brava, e il fantasma di una madre amorevole e protettiva, morta forse anche per sua colpa. Will e Phoebe si amano come fanno i naufraghi con la terra avvistata, bramosi e incerti, ma le acque che li circondano sono molto insidiose. John Leal subodora il vuoto quando lo incontra, e promette di saperlo riempire. Come in ogni forma d’amore, la battaglia che viene ingaggiata ha per posta l’anima. Quando in tv vede scorrere le immagini di un attentato ai danni della clinica Phipps, dove si praticano aborti, Will deve chiedersi chi infine si sia aggiudicato quella di Phoebe, e la propria.
«Ogni esplosivo richiede un detonatore. *Gli incendiari* è quel detonatore, e leggerlo significa seguire l’inesorabile avvicinarsi della fiammella al bersaglio dell’esplosione: i personaggi, il crimine, la vicenda, e infine il lettore».
**Viet Thanh Nguyen**
«Non mi stancherò di ripeterlo: R. O. Kwon è una potenza».
**Lauren Groff**

Cosí si dice: da giovane attivista John Leal aveva aiutato i dissidenti coreani a raggiungere clandestinamente Seul dalla Corea del Nord, fino al giorno in cui era stato rapito, gettato in un gulag e torturato. Scampato alla morte, ma non al ricordo degli orrori, era ritornato in America, aveva avuto una rivelazione e si era messo al servizio dell’umanità fondando il gruppo Jejah. Questa storia, o una versione sempre un po’ diversa di essa, racconta John Leal ai «discepoli» riuniti al suo cospetto. Ma Will non ci casca. La retorica della fede, i «giochi di magia», l’«abracadabra», come li definisce, gli sono ben noti, e per questo ne diffida. Lui stesso li ha praticati nella sua vita precedente, quando viveva in California e aveva abbracciato la religione e il proselitismo per tentare di salvare una madre sofferente. Un giorno poi si era inginocchiato in preghiera come d’abitudine, ma non aveva sentito niente. La voce di Dio era sparita. Aveva abbandonato la Scuola biblica, cambiato costa e vita e si era iscritto al prestigioso Edwards College. È all’Edwards che Will incontra Phoebe. La sua disinvoltura, la popolarità a scuola e con i ragazzi di quella bruna sottile dai tratti coreani accendono immediatamente il suo desiderio, cosí poco allenato, ma nascondono anche ferite profonde e mai rimarginate: il fantasma di un pianoforte a cui Phoebe ha rinunciato quando ha capito di non poter essere la piú brava, e il fantasma di una madre amorevole e protettiva, morta forse anche per sua colpa. Will e Phoebe si amano come fanno i naufraghi con la terra avvistata, bramosi e incerti, ma le acque che li circondano sono molto insidiose. John Leal subodora il vuoto quando lo incontra, e promette di saperlo riempire. Come in ogni forma d’amore, la battaglia che viene ingaggiata ha per posta l’anima. Quando in tv vede scorrere le immagini di un attentato ai danni della clinica Phipps, dove si praticano aborti, Will deve chiedersi chi infine si sia aggiudicato quella di Phoebe, e la propria.
«Ogni esplosivo richiede un detonatore. *Gli incendiari* è quel detonatore, e leggerlo significa seguire l’inesorabile avvicinarsi della fiammella al bersaglio dell’esplosione: i personaggi, il crimine, la vicenda, e infine il lettore».
**Viet Thanh Nguyen**
«Non mi stancherò di ripeterlo: R. O. Kwon è una potenza».
**Lauren Groff**

Only registered users can download this free product.