53841–53856 di 68366 risultati

Il traguardo del commissario Luciani

A volte le vere intuizioni giungono nei momenti più inattesi. Marco Luciani, commissario della polizia di Genova, lo sperimenta sulla sua pelle in questo godibilissimo racconto inedito, disponibile solo in digitale, legato al nuovo romanzo di Claudio Paglieri ”L’enigma di Leonardo”.
(source: Bol.com)

Tragica vita del ragionier Fantozzi

Quando il piccolo Ugo Fantozzi è stato battezzato era una bellissima giornata di sole; tranne che per una nuvola con il suo piccolo temporale privato che seguiva implacabile tutta la comitiva.
Com’è stata l’infanzia del ragioniere più italiano d’Italia? Cosa è accaduto il suo primo giorno di scuola, quando ha subito l’umiliazione della prima interrogazione? Com’è che si è iscritto a ragioneria, lui che voleva fare l’aviatore? Com’è stato il primo incontro con Filini, amico di una vita? E poi il matrimonio, la figlia Mariangela, la prima figuraccia con il Megadirettore… Fantozzi Rag. Ugo è la più geniale e divertente maschera tragicomica contemporanea. Di lui si sa tutto: ha le mani spugnate, la lingua felpata e un piccolo basco blu, lavora nel sottoscala della Megaditta, vive infelicemente in una casa a equo canone con la orribile moglie Pina, detiene il record condominiale di zapping (trecentottanta cambi di canale in ventisei secondi netti), dice sempre ”Mi scusi” e ”Come è umano lei” e incespica sempre nei congiuntivi che storpia in ”Mi dichi” e ”Venghi”. Quello che ancora non si sa è contenuto in questa prima e unica biografia che Paolo Villaggio, suo creatore e interprete, ha deciso di scrivere a oltre quarant’anni dal suo debutto in televisione.
Un libro amaro e divertentissimo, di una cattiveria che diventa poesia: ”Ci dico una cosa, ma ci prego non la dichi a nessuno¿ credo di essere uno dei pochi al mondo che c’ha nostalgia per una vita inutile”

(source: Bol.com)

Tradita

Tradita by Danielle Steel
A 39 anni, Tallie Jones vive il sogno hollywoodiano. Ex attrice, oggi è una regista di successo: i suoi pluripremiati film ottengono il plauso della critica e le ovazioni del pubblico. Allo sfarzo e al mondo glamour di Los Angeles, Tallie preferisce però una vita semplice, lontana dalle luci della ribalta: quel che conta per lei è la famiglia, il lavoro, gli amici. La sua cerchia include poche, care e fidate persone: suo padre; sua figlia, con la quale ha uno splendido rapporto; il suo partner e coproduttore Hunter Lloyd e Brigitte Parker, la sua migliore amica e assistente personale. Ma qualcosa scuote le fondamenta di quella vita perfetta. Mentre Tallie sta dirigendo il film più importante della sua carriera, iniziano a emergere piccoli problemi: un controllo rivela che ci sono preoccupanti discrepanze nei suoi rendiconti finanziari, ricevute fiscali suggeriscono attività e spese delle quali non è a conoscenza. Qualcuno vicino a Tallie le sta segretamente rubando enormi somme di denaro. Il suo mondo, una volta luogo sicuro di collaboratori fidati e affetti saldi, improvvisamente vacilla. Dopo una serie crescente di rivelazioni sconvolgenti, Tallie dovrà affrontare la dura verità: che qualche volta la fiducia può essere la più grande e amara delle illusioni.

Tradiscimi se hai coraggio (eNewton Narrativa)

**Una commedia sulla gelosia divertente e romantica
Il debutto italiano destinato ai primi posti delle classifiche**
Olivia ha trent’anni, vive a New York, ha un fidanzato “perfetto”, un lavoro interessante ed è la paladina della fedeltà nei rapporti di coppia. Proprio la sua ossessione per il tradimento le creerà però qualche problema, quando, a causa delle continue insicurezze, deciderà di mettere alla prova la sua storia, con risultati imprevedibili… Così, mentre è alle prese con l’organizzazione del matrimonio della sorella minore, Olivia sarà costretta ad affrontare una serie di situazioni inaspettate, a volte esilaranti, e a compiere scelte fino a poco tempo prima impensabili, perché in contrasto con le sue rigide convinzioni. Olivia si renderà conto che le cose spesso non sono esattamente come crediamo, ma questo sarà il modo per mettere finalmente in discussione le sue certezze. E crescere…
«Divertenti i personaggi e descritti tutti benissimo, anche la strega cattiva. Brava davvero.» 
«Un libro divertente, spumeggiante e brillante che scorre via come un fiume in piena.»
**Deborah Fasola**
è nata a Vercelli nel 1978 e lavora come editor freelance e pubblicista. Prima di essere acquistato dalla Newton Compton, *Tradiscimi se hai coraggio* è stato autopubblicato, rimanendo per tre mesi ai vertici delle classifiche.
**
### Sinossi
**Una commedia sulla gelosia divertente e romantica
Il debutto italiano destinato ai primi posti delle classifiche**
Olivia ha trent’anni, vive a New York, ha un fidanzato “perfetto”, un lavoro interessante ed è la paladina della fedeltà nei rapporti di coppia. Proprio la sua ossessione per il tradimento le creerà però qualche problema, quando, a causa delle continue insicurezze, deciderà di mettere alla prova la sua storia, con risultati imprevedibili… Così, mentre è alle prese con l’organizzazione del matrimonio della sorella minore, Olivia sarà costretta ad affrontare una serie di situazioni inaspettate, a volte esilaranti, e a compiere scelte fino a poco tempo prima impensabili, perché in contrasto con le sue rigide convinzioni. Olivia si renderà conto che le cose spesso non sono esattamente come crediamo, ma questo sarà il modo per mettere finalmente in discussione le sue certezze. E crescere…
«Divertenti i personaggi e descritti tutti benissimo, anche la strega cattiva. Brava davvero.» 
«Un libro divertente, spumeggiante e brillante che scorre via come un fiume in piena.»
**Deborah Fasola**
è nata a Vercelli nel 1978 e lavora come editor freelance e pubblicista. Prima di essere acquistato dalla Newton Compton, *Tradiscimi se hai coraggio* è stato autopubblicato, rimanendo per tre mesi ai vertici delle classifiche.

Tradimento finale

Quando meno te lo aspetti, ogni cosa può cambiare. Decisamente in peggio, nel caso di Lindsay Boxer, che ancora si sta adattando alla sua nuova vita di madre e moglie. La serenità a lungo desiderata, infatti, non sembra destinata a durare. Quando un’affascinante donna dai capelli d’oro, un’affiliata della CIA, sembra dileguarsi sulla scena di un efferato omicidio presso un albergo di lusso del centro di San Francisco, la vita di Lindsay inizia ad andare in pezzi. Prima che lei riesca a rintracciare la donna per fare chiarezza sul caso, infatti, un incidente aereo getta l’intera città nel caos e suo marito, Joe Molinari, sparisce all’improvviso. Più si addentra nelle ricerche, più Lindsay teme che Joe sia in qualche modo legato alla misteriosa donna scomparsa. Travolta dagli eventi e priva ormai di ogni certezza, Lindsay dovrà chiedere aiuto alle sue compagne del Club Omicidi per raggiungere il suo obiettivo: la verità.
**

Il tradimento di Roma

Il tradimento di Roma by Santiago Posteguillo
*Il mio nome è Publio Cornelio Scipione. Sono stato due volte console, censore e princeps senatus di Roma. Ho servito la mia patria con orgoglio e lealtà. Devo ammettere che mai avrei pensato di scrivere le mie memorie. Nella mia vita ho ottenuto successi encomiabili, alcuni di essi celebrati da poeti, pensando che sarebbero rimasti senza dubbio nella storia, ma per via delle circostanze attuali mi vedo costretto a lasciare per iscritto i miei sentimenti riguardo a tutto ciò che è accaduto a Roma negli ultimi anni: un periodo in cui la nostra città, dall’importante centro in Italia che era, si è convertita nella capitale di un immenso impero, un impero del quale io ancora non intravedo i confini. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza di me. Il mio lavoro è stato epico, il mio sforzo improbo, il prezzo che ho dovuto pagare desolante. Ho perduto mio padre e mio zio, le due persone che mi formarono, per colpa di una lunghissima guerra alla quale io posi fine. Ho conosciuto l’orrore della guerra attraverso la mia stessa famiglia. Dopo di che, ho finito col contrastare proprio coloro che mi amavano, e a tutti loro ho recato danno. È questo, inevitabilmente, ciò che più mi ferisce.*
È l’anno 201 a.C. Nel lungo ritorno a Roma, Scipione è acclamato in ogni porto per le sue vittorie contro Annibale. Ma dietro tanta adulazione, si celano i sospetti e il tradimento. Roma non sembra volergli tributare tutti gli onori che merita, e il Senato si trincera dietro una freddezza che sa di congiura.
In questo penultimo volume della saga di Scipione l’Africano, l’uomo che piegò Annibale e conquistò gli immensi territori africani, Santiago Posteguillo, come sempre, fa rivivere con straordinaria forza i giorni più epici della storia di Roma.

Tra noi due

Roma che cambia, che si modifica irreparabilmente per ospitare le Olimpiadi del 1960 e lo sviluppo senza controllo di quegli anni, alle soglie del ’68 e delle rivolte studentesche. Una famiglia lacerata dalle tempeste del passato che si ritrova ad affrontare un presente estraneo e incerto. Una madre dolente e appassionata insieme a sua figlia, una ragazza che sta scoprendo il mondo e osserva ancora la realtà con occhi stupiti. Al centro della storia è un liceo dove, tra lezioni e programmi scolastici, s’impara la vita. Protagonisti sono un professore di storia che con le sue parole riesce a raggiungere il cuore dei ragazzi, un’insegnante di francese che improvvisamente scompare nel nulla, e suo nipote, Marco, ragazzino che sta diventando uomo.

Tra le tue braccia

Poteva perdere tutto, ma non lei.
Dopo anni passati a combattere con le sue truppe mercenarie, Eric Buatère ha finalmente ottenuto quello che voleva: un feudo, una baronia e un titolo da trasmettere agli eredi. Tutto sembra però precipitare quando il nipote Arno rapisce Bianca, la figlia del conte Ranieri. E se l’unico modo per evitare il disastro è che il giovane la sposi, come può Eric permetterlo se al solo guardarla sente l’anima lacerarsi per la tentazione? Forse, la risposta è nel cuore di Bianca…

Tra due divise

Furono oltre centomila i sudditi dell’Impero asburgico appartenenti alla minoranza italiana che durante la Grande Guerra combatterono ‘dall’altra parte’. Parlavano la lingua del nemico e per questo furono considerati inaffidabili e sospetti. Inviati soprattutto sul lontano fronte russo, in migliaia caddero prigionieri. Contesi tra Austria e Italia, da entrambi i paesi vennero visti con diffidenza e nei campi di prigionia russi subirono pressioni contrastanti e tentativi di rieducazione nazionale. Il libro ricostruisce i loro trascorsi avventurosi, vissuti in lunghi anni passati tra guerra, prigionia e complicati ritorni, e restituisce un capitolo importante della complessa questione dei nazionalismi novecenteschi.

(source: Bol.com)

Tra dame e cavalieri

Inghilterra, 1350 – Caduta da cavallo durante una passeggiata, lady Marietta viene soccorsa dall’affascinante lord Alain, castellano di Thorsgeld, che lungi dal farsi scoraggiare dall’atteggiamento scostante della fanciulla arriva al punto di chiederla in sposa. E quando Marietta, che non vuole rinunciare alla propria indipendenza, rifiuta la sua proposta, non esita a comprometterla per costringerla a sposarlo. Diventata moglie di lord Alain, la giovane scopre ben presto che diversi aspetti della vita coniugale sono tutt’altro che spiacevoli, tanto che l’attrazione non tarda a trasformarsi in amore. Solo un neo offusca la sua felicità: il marito, infatti, dimostra un interesse particolare per sua sorella Emeline, che a detta di tutti assomiglia come una goccia d’acqua alla prima lady Thorsgeld.
(source: Bol.com)

Tra Cielo E Cuore

Ryan Shafferd e Akilah Ferreira sono amici da quando hanno memoria. Sono cresciuti assieme, condividendo buona parte della loro adolescenza finchè, un giorno, una serie di spiacevoli incomprensioni farà dividere le loro strade, interrompendo i loro rapporti per ben sette anni.
S’incontreranno di nuovo per caso e solo allora scopriranno che non sono più gli adolescenti impacciati di un tempo, bensì un uomo e una donna maturi e realizzati.
Ryan è un pilota appartenente al 9° squadrone tornado GR4 dell’aeronautica militare londinese. È diventato un uomo sicuro di sé e con la testa sulle spalle, nonostante piroetti spesso in cielo. Capirà molto presto che Akilah si è insediata sotto la sua pelle al punto da divenire il suo bersaglio di riferimento, la sua stella polare.
Akilah è riuscita a diventare il medico chirurgo che sognava di essere fin da bambina. Trascorre le sue giornate a curare i suoi pazienti e la sua vita è talmente organizzata da apparire quasi monotona. Il ritorno inaspettato e la trasformazione di Ryan stravolgeranno il suo mondo perfetto, poichè comincerà a vederlo non più sotto la luce dell’eterno migliore amico, bensì come la sua personale iniezione di felicità.
I due giovani adulti riallacceranno il loro rapporto e ben presto si arrenderanno al sentimento che li ha sempre uniti e che ora è diventato molto più profondo rispetto al passato ma, a causa del lavoro pericoloso di Ryan, spesso dovranno affrontare delle dure sfide. Una tra tutte, si abbatterà su di essi con la forza di una granata, minando le loro certezze e la prospettiva di un futuro insieme.
**
### Sinossi
Ryan Shafferd e Akilah Ferreira sono amici da quando hanno memoria. Sono cresciuti assieme, condividendo buona parte della loro adolescenza finchè, un giorno, una serie di spiacevoli incomprensioni farà dividere le loro strade, interrompendo i loro rapporti per ben sette anni.
S’incontreranno di nuovo per caso e solo allora scopriranno che non sono più gli adolescenti impacciati di un tempo, bensì un uomo e una donna maturi e realizzati.
Ryan è un pilota appartenente al 9° squadrone tornado GR4 dell’aeronautica militare londinese. È diventato un uomo sicuro di sé e con la testa sulle spalle, nonostante piroetti spesso in cielo. Capirà molto presto che Akilah si è insediata sotto la sua pelle al punto da divenire il suo bersaglio di riferimento, la sua stella polare.
Akilah è riuscita a diventare il medico chirurgo che sognava di essere fin da bambina. Trascorre le sue giornate a curare i suoi pazienti e la sua vita è talmente organizzata da apparire quasi monotona. Il ritorno inaspettato e la trasformazione di Ryan stravolgeranno il suo mondo perfetto, poichè comincerà a vederlo non più sotto la luce dell’eterno migliore amico, bensì come la sua personale iniezione di felicità.
I due giovani adulti riallacceranno il loro rapporto e ben presto si arrenderanno al sentimento che li ha sempre uniti e che ora è diventato molto più profondo rispetto al passato ma, a causa del lavoro pericoloso di Ryan, spesso dovranno affrontare delle dure sfide. Una tra tutte, si abbatterà su di essi con la forza di una granata, minando le loro certezze e la prospettiva di un futuro insieme.

Il tovagliolo va a sinistra

Il tovagliolo va a sinistra: Il galateo per un mondo che cambia: come fare, come essere by Elda Lanza
**DALLA MAGGIORE ESPERTA ITALIANA DI COSTUME, UNA GUIDA INDISPENSABILE, SPIRITOSA MA PUNTUALE, SUL SIGNIFICATO DELLA BUONA EDUCAZIONE E DELL’ELEGANZA OGGI.**
L’arte della convivenza, i valori della cortesia e le buone maniere sono messi a dura prova dallo stile di vita moderno. Cellulari che squillano senza sosta, persone che si affollano in ascensore o in metropolitana senza cedere il passo a chi scende, marciapiedi trasformati in campi minati da cani con padroni… distratti. Mancanza di rispetto e comprensione nel nome dei tempi moderni e del web. In questo gioco dei ruoli, tra galateo e educazione, manierismo e ipocrisia, Elda Lanza ci aiuta a riconoscere lo stile di una persona che considera le buone maniere una disciplina civile e cosciente di sopravvivenza. Attraverso la sua esperienza di vita, aneddoti e confidenze, con spirito e leggerezza, concretezza e rigore, l’autrice ci racconta come essere e come fare, nei giorni qualsiasi e nelle occasioni speciali, per vivere meglio tra estranei, sul lavoro, tra amici, amori e sconosciuti. Per vivere e sentirsi migliori in un mondo che cambia.

Totò Riina. Trent’anni di sangue da Corleone ai vertici di Cosa nostra

La ricostruzione della carriera di uno dei più pericolosi boss di Cosa Nostra: dagli “esordi” all’arresto, passando attraverso gli anni della latitanza. “L’importanza ed il ruolo del personaggio emergono con chiarezza dalla circostanziata cronaca dei fatti e dalle dichiarazioni dei principali collaboratori di giustizia diligentemente riportate dagli autori nelle loro parti essenziali” (Dalla prefazione di Antonino Caponnetto). A completare l’analisi di una personalità ambigua e sfuggente, i profili della moglie, Ninetta Bagarella, e di alcuni superlatitanti, suoi possibili successori. lo… Dopo molte peripezie, la storia si conclude con Lamberto tredicenne che si unisce agli artisti di un circo, i banditi catturati e Ottavio in fuga.
**

La tortura delle mosche

Questo libro è la più recente (1992) scelta che Canetti ha estratto da quell’immane miniera di *appunti* da cui sinora erano affiorati due volumi – *La provincia dell’uomo* e *Il cuore segreto dell’orologio* – e che possiamo ormai intravedere come una delle opere più grandiose e singolari del nostro secolo. Gli appunti di Canetti sono anche, ma non solo, aforismi. Sono racconti in una riga, saggi in cinque righe, ipotesi che spalancano o terrorizzano o alleviano la mente, ritratti di singoli, nuove articolazioni di pensieri, citazioni abbaglianti – e altro ancora. Infine, come Canetti ha accennato una volta, questi appunti sono per lui un *modo di respirare*. Nella loro irriducibile peculiarità, gli autori a cui più si avvicinano – per la forma asciutta e densa – sono Lichtenberg, Hebbel, Kafka. Alla *Tortura delle mosche* (il titolo è ricavato da un ricordo sadico di Misia Sert) si può applicare questo pensiero radicale di Canetti: «Dei filosofi avvitati in se stessi egli non sa che farsene. Ha bisogno di filosofi che tocchino dolorosamente, in lui o in altri, punti vitali».

Tortura

Nei venti mesi intercorsi tra l’armistizio dell’8 settembre 1943 e la fine dell’aprile 1945, occupazione tedesca e guerra civile determinano spirali di violenze e crimini orribili. Nella Repubblica di Salò gli apparati di repressione dell’antifascismo praticano la tortura per strappare informazioni, provocare sofferenze, umiliare il nemico. Nello scontro totale, il valore della vita si degrada fino a perdere di significato.

Tortura racconta la ‘guerra sporca’ dei reparti collaborazionisti, che li induce a commettere – nelle prigioni di via Tasso a Roma come nel carcere di San Vittore a Milano – sevizie di ogni genere: somministrazione di scariche elettriche, waterboarding, bruciature dei genitali, simulazioni di fucilazione. In celle buie e sovraffollate c’è chi, con lo sguardo allucinato, il viso macilento e la coscienza annebbiata, si riconosce a stento nello specchio. E chi, giunto alle soglie della pazzia, pensa al suicidio come gesto di estrema e lucida disperazione. Molte donne, poi, rimangono vittime di stupri o sevizie sessuali. Di questo inferno – che il Pasolini di Salò reinterpretò con sinistro acume – Mimmo Franzinelli dà ora conto in pagine di drammatico spessore.

Trascurato dalla storiografia italiana, il fenomeno della tortura è caratterizzato da vari luoghi comuni: per esempio che la grande maggioranza degli inquisiti tacesse durante gli interrogatori o che le sevizie fossero poco utili sul piano operativo. L’approfondita analisi della situazione dimostra che non è così.

Tra chi riuscì a tacere, nonostante disumani tormenti, ci sono due tra i più stretti collaboratori di Ferruccio Parri, dirigenti della Resistenza in Liguria e Lombardia: Luciano Bolis e Manlio Magini.

Seppure in versione isolata, anche i partigiani ricorsero alla tortura. E questa è la pagina più nera della Resistenza, il suo lascito peggiore. Eppure, non è possibile un’equiparazione. Oltre alla rilevante diversità quantitativa, le torture inflitte dai fascisti rivestirono carattere istituzionale, mentre quelle perpetrate dai partigiani violarono le norme diramate dai CLN (infatti, molti seviziatori furono puniti dagli organi della Resistenza).

Sulla base di un’ampia documentazione inedita e di una sapiente ricognizione delle fonti, Franzinelli racconta come si svolsero effettivamente i fatti, sfrondandoli della deformazione manichea e ideologica con cui sono stati spesso tramandati in scritti e discorsi celebrativi. Nella convinzione che, per comprendere un periodo così drammatico della nostra storia, si debba intraprendere un viaggio nell’orrore e guardarlo in faccia, anche per imparare a riconoscere i meccanismi oscuri dell’animo umano e trovare – forse – possibili antidoti.

(source: Bol.com)