53777–53792 di 72802 risultati

Senzapaura Jones

Los Angeles, anni cinquanta: Paris Minton è un bonaccione afroamericano proprietario di un minuscolo negozio di libri usati. A turbarne la tranquilla routine si presenta una bellissima donna di nome Elana Love che gli rivolge alcune domande. Nel giro di ventiquattr’ore, Minton viene picchiato, sedotto, derubato… presto si ritrova bersaglio di una sparatoria, e qualcuno dà fuoco alla sua adorata libreria. Per levarsi dai guai ha una sola strada: ricorrere all’amico Fearless Jones. Eroe della Seconda guerra mondiale, Jones non teme nulla. Ma per avere il suo aiuto Minton è costretto a pagargli la cauzione: l’amico infatti è in carcere a causa dei suoi metodi piuttosto spicci nel risolvere i problemi. I due si alleano per ritrovare Elana e finiscono travolti da un’inarrestabile spirale di eventi, tra sbirri razzisti e spietati, ex truffatori inaffidabili, e un’anziana donna ebrea determinata ad aiutarli. Due uomini di colore quasi privi di diritti, con pochi soldi in tasca e senza armi. Ma per fortuna hanno senso dell’umorismo e tanti amici, e sanno molto bene come va il mondo…“Ben scritto, sontuoso e intellettualmente coinvolgente.” Booklist“Un ritratto vivido e assolutamente convincente della Firenze rinascimentale. Un romanzo magnifico.” Telegraph“Dunant riesce a rendere l’arte e la filosofia di quel periodo nuovamente pericolose. Di rado la teologia è stata tanto seducente.” Indipendent

Senza voltarsi

“Senza voltarsi” è una storia breve e intensa, che fin dalle prime battute trasmette emozioni. Una visione femminile, sensuale e malinconica di personaggi e ambienti, capace di coinvolgere il lettore con uno stile fresco e originale senza mai calcare la mano sullo scontato dei luoghi comuni e della retorica. Da leggere.

Senza Traccia

Charles Eric Maine, inglese, è uno dei più dotati esponenti di quel genere di fantascienza che si potrebbe definire “alla Hitchcock”, dove il “suspense”, è la molla fondamentale della narrazione. Così, da un tranquillo villaggio nei dintorni di Londra, un capannone pieno di ragnatele, una cabina telefonica, un taccuino dimenticato, un incidente di auto, e altri elementi d’apparenza altrettanto normale, quotidiana, si arriva attraverso un magistrale montaggio, al nodo di un segreto scientifico d’importanza rivoluzionaria, e alle sue agghiaccianti conseguenze militari e umane.

SENZA TITOLO

È un piccolo campionario delle sue caustiche favolette, laconiche parodie, fotografie ritoccate, vignette e miniature umoristiche. In Bulgaria alcune sue trovate sono famose, come le lettere scritte con ritagli di giornale incollati, alla maniera delle missive anonime, contenenti inviti alla bontà e alla fraternità, o i foglietti di calendario con su scritto: “Oggi non ho mangiato. Mi sento bene. Ho diritto di giudicare quelli che mi danno da mangiare”, o le pagine di dizionario con le parole del tipo spirito, giustizia ecc. cancellate da un tratto di penna. Molti suoi epigrammi circolano come battute per ragionare, ad esempio: “Un bosco. Non so dove inizia, ma so dove finisce: nell’ascia che porto”; “Sul ring s’affrontavano il Bene e il Male. La gente scommise sul Male. Il Male vinse. La gente guadagnò”; “Mi hanno apprezzato. E io mi sono venduto subito”; “Abbiamo la terra. Abbiamo l’acqua. E ci facciamo il fango”.

Senza Senso Apparente

Litha. Aike. Anime. Donne karmiche si intricano di egual sentimento. Cingono i loro pensieri. Si scontrano. Superano i danni inflittesi. Sono piccole amazzoni mentali. In revival tossico Litha ricorda. La loro lenta discesa. Tutto quello che una mente riesce a contenere. E lentamente rielabora il lutto. E rinasce come luna nuova.

Senza scampo

Omicidio con violenza sessuale. La vittima è Gemma Dogen, cinquattottenne chirurgo di successo, ritrovata in fin di vita nel suo ufficio in uno dei maggiori ospedali di Manhattan. Il caso, affidato al procuratore Alexandra Cooper, si rivela fin dall’inizio, difficile per gli investigatori: un numero altissimo di indiziati, tutti legati all’ambiente medico della vittima, l’evidente lucidità dell’assassino nel depistare le indagini, il clima di sfida e di rischio che si crea attorno a un procuratore donna, determinata fino ad esporsi al pericolo con eccessiva sicurezza.
**

Senza sangue

###
“uno:Nella campagna, la vecchia fattoria di Mato Rujo dimorava cieca, scolpita in nero contro la luce della sera. L’unica macchia nel profilo svuotato della pianura.I quattro uomini arrivarono su una vecchia Mercedes. La strada era scavata e secca – strada povera di campagna. Dalla fattoria, Manuel Roca li vide.…due:Poi la donna gli chiese se lui ricordava.L’uomo rimase a guardarla. E solo in quell’istante, finalmente, rivide davvero, nel suo volto, il volto di quella bambina, sdraiata là sotto, impeccabile e giusta, perfetta. Vide quegli occhi in questi, e quella forza inaudita nella calma di questa bellezza stanca. La bambina: si era girata e l’aveva guardato. La bambina: adesso era lì.”Senza sangue è stato pubblicato per la prima volta da Rizzoli nel 2002..
(source: Bol.com)

Senza rimorso

Veterano del Vietnam, John Kelly conduce un’esistenza apparentemente tranquilla vivendo sulla sua barca e dando lezioni di guida e di pesca ai turisti. Non dimentica però di essere stato una macchina di morte e distruzione nel Sud-est asiatico… Né lo dimentica il Pentagono, che ha in serbo una speciale missione per lui. Contemporaneamente, un’altra impresa si delinea per Kelly, e si interseca drammaticamente con la sua vita privata, ma lui – violento e spietato – sarà in grado di affrontarla con determinazione e abilità, compiendo la sua agghiacciante vendetta, freddamente ‘senza rimorso’.

Senza respiro (eLit)

Nel torrido deserto di Sonora nell’Arizona, inizia la fuga di un uomo condannato all’ergastolo. Non avrebbe mai immaginato che potessero giudicarlo colpevole, eppure è accaduto a lui, Tucker è ancora incredulo. Gli si è offerta quell’insperata occasione di libertà e ora vuole riuscire a dimostrare la propria innocenza: non è stato lui a uccidere sua moglie.
Gabrielle ha scelto un lavoro inconsueto per una donna: agente di custodia in un penitenziario. Ma era l’unico che le si offriva in quella cittadina attorniata da una discesa arida e ostile. Ed è là che deve restare se vuole sciogliere il nodo di interrogativi che l’assilla da sempre. Adesso il detenuto che le è stato affidato è riuscito a fuggire e il suo dovere è riportarlo indietro. Non le resta che inseguirlo, sotto il sole infuocato e con una modesta provvista d’acqua…
**
### Sinossi
Nel torrido deserto di Sonora nell’Arizona, inizia la fuga di un uomo condannato all’ergastolo. Non avrebbe mai immaginato che potessero giudicarlo colpevole, eppure è accaduto a lui, Tucker è ancora incredulo. Gli si è offerta quell’insperata occasione di libertà e ora vuole riuscire a dimostrare la propria innocenza: non è stato lui a uccidere sua moglie.
Gabrielle ha scelto un lavoro inconsueto per una donna: agente di custodia in un penitenziario. Ma era l’unico che le si offriva in quella cittadina attorniata da una discesa arida e ostile. Ed è là che deve restare se vuole sciogliere il nodo di interrogativi che l’assilla da sempre. Adesso il detenuto che le è stato affidato è riuscito a fuggire e il suo dovere è riportarlo indietro. Non le resta che inseguirlo, sotto il sole infuocato e con una modesta provvista d’acqua…

I senza Dio

Le amicizie pericolose. I business inconfessabili. Gli accordi sottobanco con i partiti per spartirsi privilegi miliardari e spesso ai confini con la legalità. Tra loschi giochi correntizi, scandali e misfatti, la Chiesa, a partire dalla sua gerarchia, assomiglia sempre di più a una delle classi politiche maggiormente screditate dell’intero Occidente. Una vera e propria casta, come quella dei palazzi del potere romano, ma ancor più scopertamente ricca, spregiudicata e arrogante nel pretendere ogni sorta di impunità per i suoi dignitari. Che, senza neanche essere eletti da chi è poi chiamato a sovvenzionarli generosamente, sono diventati dei veri intoccabili. Ecco perché, come testimoniano tutti i sondaggi, i credenti hanno ormai voltato le spalle alla Chiesa, in tutto il mondo. Stefano Livadiotti, autore dei best seller L’altra casta e Magistrati. L’ultracasta, racconta in un’inchiesta choc tutta la verità su un potere tanto dorato quanto ipocrita e corrotto, che predica bene, razzola malissimo e ha l’unico fine di perpetuare se stesso. Un mondo dove la carità è un optional, la verità un miracolo e il sesso si fa ma non si dice. Dove nessuno si fida di nessuno, tutti spiano tutti, e vince chi riesce a tirare il colpo più basso, in un’eterna guerra dei dossier per il controllo di una formidabile macchina da soldi. Un catalogo degli orrori che ha finito per nauseare un papa sempre più solo. Stanco. E consapevole di aver contribuito a consolidare un sistema perverso. Al quale, con il suo prematuro abbandono, ha tentato disperatamente di dare una scossa.

(source: Bol.com)

La sentinella delle galassie. Silver surfer

Lanciato nel I968 come una serie bimestrale con storie da quaranta pagine, “Silver Surfer” portò la parola “epica” a vette mai raggiunte grazie alla sua dimensione cosmica, a disegni raffinati e concettuali e ai dialoghi superletterari di Stan. contribuendo a far sì che il pubblico prendesse sul serio la Marvel Age dei fumetti. In queste storie senza tempo incontriamo Norrin Radd, un uomo alla ricerca di conoscenza, di avventura, di qualcosa che vada oltre la vita ordinaria che gli viene imposta nel suo pianeta natale, Zenn-La. Norrin troverà ben altro, ma a un prezzo che non avrebbe mai immaginato. Per salvare il suo mondo da Galactus, viene trasformato da semplice mortale nel viaggiatore di galassie Silver Surfer e arruolato a forza come araldo del Divoratore di mondi. Ma la sua compassione per la sacralità della vita non gli permette di restarlo a lungo. Avendo sfidato lo stesso dio che gli ha dato il potere cosmico, Silver Surfer si vede esiliare sul pianeta Terra come punizione per la sua ribellione. Nobile oltre ogni misura umana, viene frainteso e perseguitato dagli umani, benché sia visto come l’unico essere che li può proteggere. Anche la sua più temibile nemesi, Mefisto, ne proclama la “bontà d’animo” e la “purezza di spirito”. Le storie di questo volume mostrano come i vari aspetti della sua personalità saranno la sua rovina, rendendolo martire di una causa che non ha mai dichiarato sua.

Sentimento veneziano

James Cordier, agente segreto al servizio della Corona britannica, sta per voltare le spalle a un’intera vita di intrighi. Gli rimane solo una missione da compiere, l’ultima: recuperare un plico di lettere. Semplice? Al contrario: quasi impossibile. Quelle lettere dimostrano che l’astuto e carismatico candidato alla carica di Primo Ministro è in realtà un traditore. E quelle lettere sono in possesso di Francesca, ex moglie del traditore medesimo, figlia del truffatore che riuscì a mettere in ginocchio l’intera economia inglese. A complicare ancora di più le cose, il luogo: Venezia, città magica di cui Francesca è diventata la cortigiana più costosa e desiderata. La tattica di James Cordier per entrare nelle grazie di questa magnifica donna? Semplicemente ignorarla. E proprio questa è la vera “missione impossibile”.

Un sentimento inopportuno

Althea è una trentottenne divorziata, altruista, un po’ imbranata e terribilmente disorganizzata. Ha tre simpatici figli, una cagnetta dispotica, un ex marito al quale in fondo è stata ben lieta di dire addio, un buon impiego alla scuola locale e una vecchia casa nella campagna inglese con un giardino di cui va fiera. A parte qualche problema economico, qualche chilo di troppo e una sorella criticona, è soddisfatta della propria vita. Nemmeno quando rimane senza lavoro si perde d’animo decidendo di provare a trasformare la sua passione per il giardinaggio in una professione. Ma c’è una novità che getta scompiglio nella sua esistenza: un architetto appena trasferitosi nei paraggi…
**

Sentiero nero: Il terzo caso delll’avvocato Rebecka Martinsson

Ancora molto scossa dall’esito della sua ultima indagine, Rebecka Martinsson decide di lasciare lo studio di Stoccolma e accetta l’incarico di sostituto procuratore a Kiruna. Ma il ritrovamento di un corpo assiderato in un capanno sul ghiaccio spezza l’idillio della sua nuova vita. Con l’aiuto dell’ispettrice Anna-Maria Mella, Rebecka scoprirà uno strano triangolo di affari e sentimenti, una storia di ossessione e commerci rischiosi, che mescolano pericolosamente politica e famiglia.
**
### Recensione
**La svedese Asa Larsson sul «Sentiero nero» della morte Indagine artica per sole donne**
*Soria Piero*, Tuttolibri – La Stampa
Siamo invasi dagli scandinavi, svedesi in particolare. Un assalto in piena regola, spesso a prescindere dalla qualità. Sono di moda? Bene: infiliamoci di tutto. Un po’ come quando era sufficiente avere un nome (o un nom de plume) americano per far strada nella fitta foresta del thriller, a prescindere. E’ dunque venuto il momento di metterci un po’ di attenzione, di separare il grano dal loglio senza accettare a scatola chiusa tutto ciò che viene dal Nord. Tra le cose buone c’è senz’altro il **Sentiero nero** di Asa Larson, un avvocatessa fiscalista prestata alla letteratura con la peculiarità delle sue origini: Kiruna, l’estremo lembo settentrionale del Paese, patria di stupendi soli di mezzanotte, di affascinanti aurore boreali e di una incredibile pernice bianca (di qui in lingua sami l’esatto significato del nome della città). E sono proprio questi fondali di nevi e ghiacci quasi eterni, di foreste bianche e silenti, di laghi popolati da piccole capanne invernali con un buco nel pavimento per la pesca dei salmerini e delle perche a rendere ammaliante una storia di per sé lugubre e quasi disperata. Popolata di personaggi (anche quelli che hanno poi fatto fortuna) cresciuti nel disagio, piccoli paria appartenenti all’ultima delle caste, addirittura impensabili nella Nazione che ha inventato la Stato sociale. La stessa protagonista, Rebecka Martinsson (già conosciuta in romanzi precedenti) è una sorta di perdente appena uscita da una personalissima nebbia suicida. E che, per questo, ha abbandonato Stoccolma per rifugiarsi proprio a Kiruna in cerca di solitudine e ricordi, visto che il suo asilo è la casa dell’amatissima nonna. Si riaffaccia alla vita accettando un ruolo da sostituto procuratore in una landa priva di cancellieri e segretarie. E con l’ispettrice Anna Maria Mella (sua antica salvatrice) viene coinvolta in una strana indagine artica profumata di freddo e gelo, densa di strani risvolti, il primo dei quali è lo sfruttamento di miniere là dove invece il caldo è più soffocante: l’Africa della corruzione e dei dittatori.
### Sinossi
Ancora molto scossa dall’esito della sua ultima indagine, Rebecka Martinsson decide di lasciare lo studio di Stoccolma e accetta l’incarico di sostituto procuratore a Kiruna. Ma il ritrovamento di un corpo assiderato in un capanno sul ghiaccio spezza l’idillio della sua nuova vita. Con l’aiuto dell’ispettrice Anna-Maria Mella, Rebecka scoprirà uno strano triangolo di affari e sentimenti, una storia di ossessione e commerci rischiosi, che mescolano pericolosamente politica e famiglia.