53761–53776 di 72034 risultati

Primavera di bellezza

Primavera di bellezza by Beppe Fenoglio
L’avvento dell’8 settembre 1943 come data ed episodio fondamentale per molte generazioni di italiani; il momento della scelta di vita da parte di un giovane, necessariamente portato alla ribellione: nella vicenda di Johnny, lo stesso protagonista dell’altro romanzo, *Il partigiano Johnny*, c’è tutta la realtà fascista in sfacelo; la sua “formazione” lo conduce non a una maturità felice ma al nulla di un mondo privo di senso. *Primavera di bellezza* (1959) è il terzo e ultimo libro pubblicato in vita da Beppe Fenoglio. «Il romanzo venne concepito e steso in lingua inglese. Il testo quale lo conoscono i lettori – dichiarò Fenoglio provocatoriamente – è quindi una mera traduzione».

La prima marcia su Roma

“All’età di diciannove anni, di mia iniziativa e a mie spese, misi insieme un esercito, grazie al quale liberai la Repubblica dal dominio dei faziosi.” Così iniziano le “Res Gestae Divi Augusti”, fatte incidere come suo testamento da Augusto ormai vecchio. Un testo minaccioso con il quale Augusto rivendicava la legalità della sua inquietante carriera politica. Ben diverso è il resoconto che ne dà Tacito, grande smascheratore del linguaggio politico: la devozione per il padre Cesare e la situazione politica di emergenza erano stati solo pretesti per la sete di dominio di Ottaviano Augusto che non esitò a schierarsi dalla parte dei cesaricidi, osò arruolare un esercito privato e lo mosse contro Antonio, ebbe quasi sicuramente una oscura parte nella morte dei due consoli in carica e alla fine puntò sulla capitale scortato dall’esercito vincitore. A diciannove anni, si fece attribuire la massima magistratura imponendo come collega un parente che era una semplice comparsa, liquidata fisicamente dopo poche settimane; atterrì, armi in pugno, il Senato imponendogli di avallare una procedura sfacciatamente incostituzionale; avviò, creando una inedita magistratura straordinaria – il “triumvirato” -, le più feroci proscrizioni. Questa la “marcia su Roma” di Gaio Giulio Cesare Ottaviano, figlio adottivo di Cesare, e futuro Augusto, il 19 agosto dell’anno 43 a.C.
**

Prima lezione di storia moderna

Questa “Prima lezione” firmata da Giuseppe Galasso introduce alla problematicità, ai metodi e ai temi della storia moderna sviluppando tre innovativi nodi concettuali: “moderna” è tutta l’età dalla fine del Medioevo a oggi; di conseguenza la storia contemporanea è anch’essa una parte (la più recente) della storia moderna; la modernità ha segnato un salto di qualità nella condizione umana paragonabile solo a quello dell’età neolitica, ma ancora più radicale e sconvolgente sia in termini individuali che di rapporto tra l’essere umano e il mondo. La distinzione tra modernità e contemporaneità viene dunque approfondita in queste pagine a partire dall’idea che la prima comprende la seconda e che, mentre contemporaneo è un dato di fatto (il tempo attuale), moderno (il nuovo in contrapposizione all’antiquato) è un’indicazione di tempo, ma anche un giudizio di valore.
**

Prima lezione di scienze cognitive

Una delle più affascinanti avventure intellettuali e scientifiche a cavallo del XX e XXI secolo: così si può definire il percorso delle scienze cognitive per comprendere la mente, umana e animale. Lo scopo è scoprire come funziona un qualsiasi sistema, naturale o artificiale, che sia in grado di filtrare e ricevere informazioni dall’ambiente circostante, di rielaborarle creandone di nuove, di archiviarle e cancellarle, di comunicarle ad altri, di prendere decisioni e agire nel mondo adattandosi ai suoi cambiamenti.
In questa nuova edizione, Paolo Legrenzi si spinge fino in territori apparentemente lontani dalla materia come le recenti crisi finanziarie, svelando curiosi meccanismi della mente.

**
### Sinossi
Una delle più affascinanti avventure intellettuali e scientifiche a cavallo del XX e XXI secolo: così si può definire il percorso delle scienze cognitive per comprendere la mente, umana e animale. Lo scopo è scoprire come funziona un qualsiasi sistema, naturale o artificiale, che sia in grado di filtrare e ricevere informazioni dall’ambiente circostante, di rielaborarle creandone di nuove, di archiviarle e cancellarle, di comunicarle ad altri, di prendere decisioni e agire nel mondo adattandosi ai suoi cambiamenti.
In questa nuova edizione, Paolo Legrenzi si spinge fino in territori apparentemente lontani dalla materia come le recenti crisi finanziarie, svelando curiosi meccanismi della mente.

Prima lezione di paleografia

I libri, i documenti privati e pubblici, le iscrizioni, le lettere, i graffiti, le scritte pubblicitarie e altro ancora: in una lezione magistrale i problemi e il modo di operare della paleografia intesa come storia globale della cultura scritta.
(source: Bol.com)

Prima fermata: Luna

Charlie Dingillian e i suoi fratelli riprendono il viaggio per la Luna lasciando la stazione geosincrona. Non sarà affatto semplice, ma con l’aiuto di Alexei Krislov riusciranno a calarsi sulla superficie butterata del satellite, un mondo che pullula di meraviglie tecnologiche. Ed è proprio qui che cominciano i guai, perchè qualcuno vuole intromettersi e impadronirsi della scimmia-robot del fratello più piccolo, un giocattolo che in realtà è una delle intelligenze artificiali più potenti del sistema solare. Fra inseguimenti, complicazioni e avventure interplanetarie la corsa continua, in un eccellente romanzo che sarebbe piaciuto al grande Robert A. Heinlein.
Copertina di Franco Brambilla

Prima di ucciderla

Prima di ucciderla: I casi dell’ispettore Lynley by Elizabeth Susan George
«*Elizabeth George regna nell’olimpo delle grandi scrittrici di gialli*.»
**Los Angeles Times**
Un delitto inspiegabile si è compiuto nell’elegante quartiere di Belgravia a Londra: l’amata moglie dell’ispettore Lynley di New Scotland Yard è stata uccisa da un colpo di pistola sui gradini di casa. Le telecamere a circuito chiuso incastrano due ragazzi neri, uno dei quali minorenne. Il movente, però, rimane sconosciuto. Un evento scioccante, di una violenza apparentemente insensata, dietro il quale si cela invece una storia più appassionante e imprevedibile di qualunque giallo. Per ritrovarne il filo bisogna addentrarsi in un altro quartiere londinese, nella zona popolare e multirazziale di North Kensington, dove tre giovani fratelli disadattati, orfani di padre e con la madre rinchiusa in un ospedale psichiatrico, sono stati affidati alle cure di una zia. Ness, la sorella maggiore, è un’adolescente con un passato di soprusi e violenze che cerca di nascondere dietro atteggiamenti ribelli e trasgressivi. Toby, sette anni, è un bambino problematico che vive in un mondo tutto suo e ha difficoltà di apprendimento. Fra loro c’è Joel, undici anni all’inizio della storia, il quale cerca di affrontare come può le esigenze e le difficoltà dei diversi componenti della famiglia, le richieste degli adulti e le sfide di coetanei ben poco rassicuranti: spacciatori, delinquenti, bulli e ragazze disincantate. Ma a poco a poco i già fragili equilibri familiari si spezzano, e Joel – nel tentativo di difendere Ness e Toby e trovare la propria strada – forgia un patto pericoloso, destinato a mettere in moto una macchina criminale devastante.

Prima di dirti addio

Nell era consapevole che il rapporto fra lei e il marito Adam era ormai diventato esplosivo, ma mai avrebbe pensato che il consorte sarebbe saltato in aria con il proprio yacht e un gruppo di amici-alleati in affari, tutte persone importanti. Ora la donna si trova davvero nei guai. Candidata alle elezioni per un’importante carica pubblica, per la quale è sponsorizzata dall’invadente nonno Mac che, per inciso, detestava Adam, è coinvolta – e pesantemente – nelle indagini per la morte del marito. Confusa e angosciata, non ha saputo far altro che rivolgersi a una medium cialtrona, che le insinua un sacco di dubbi, ma che conosce tanti segreti che lei condivideva solo con Adam.
**

Prima di Adamo

Attraverso una sorta di transfert onirico il protagonista si rivede bambino in una terra sconosciuta, abitata da popoli cavernicoli, nel bel mezzo del Medio Pleistocene. Inizia così per lui un viaggio misterioso e affascinante, a tratti crudele e spietato, dove incontrerà il Popolo degli Alberi e al fianco del suo inseparabile amico, Orecchio Pendente, dovrà coraggiosamente difendersi dalle insidie del truce e violento Occhio Rosso. Un vagabondaggio in terre sconosciute e inospitali, la scoperta dell’amore e della lotta per la sopravvivenza, la fuga e lo sterminio ad opera del più evoluto Popolo del Fuoco, l’approdo finalmente in una terra sicura. Fantasia preistorica limpida e inquietante, “Prima di Adamo” presenta tutte le tematiche più care a London assieme a forti suggestioni darwiniane. Una sorta di romanzo distopico proiettato nel passato, ma con un occhio rivolto alle distorsioni e alle ingiustizie del presente. Di ogni presente.

Prima della passione

Maggie e Cord hanno condiviso l’infanzia e insieme hanno imparato a ridere, a essere leali, e anche a soffocare i ricordi e le emozioni. Una notte, tra loro è successo qualcosa che ha trasformato l’amore in imbarazzo. Eppure non hanno cessato di rincorrersi: si respingono ma non possono fare a meno di attrarsi. Adesso le loro vite sono in pericolo, anche se il pericolo maggiore è quello che rappresentano l’uno per l’altra, la passione che li travolge. Una passione accesa da vecchie e nuove ferite, da segreti inconfessabili, da un passato incandescente che cela eventi drammatici, sempre sul punto di esplodere.

Un romanzo che non risparmia i colpi di scena e i batticuore per il destino dei protagonisti. Una storia che tiene con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.
(source: Bol.com)

Prima del gelo

Sinossi

Svezia. Sei cigni vengono cosparsi di benzina e fatti bruciare. Poco dopo una telefonata anonima avvisa la polizia di Ystad. L’ispettore Kurt Wallander si reca sul posto. Con lui c’è sua figlia Linda, che ha appena terminato l’accademia e servizio nella polizia. Qualche tempo dopo tocca a un vitello venire arso. È solo l’opera di uno squilibrato, un sadico che ama tormentare gli animali? L’intuito ereditato dal padre suggerisce a Linda Wallander che ci sia sotto qualcosa, soprattutto quando scompaiono nel nulla una sua amica e una solitaria etnografa che lavorava nei dintorni. Così la ragazza inizia a indagare mettendosi personalmente a rischio per affrontare un’inquietante serie di eventi che rischia di far terminare la sua carriera nella polizia prima ancora che sia iniziata.

Prima del buio

John è uno scrittore di successo alla ricerca di nuove, rischiose emozioni. Bill è un attore fallito dedito a passatempi molto pericolosi… per gli altri. Sophia ha un corpo da modella e l’anima di un killer. Dominic è un killer e non ha un’anima. In mezzo a loro c’è Hannah, trentaquattrenne newyorkese che, a seguito di un trauma, soffre di prosopagnosia, l’impossibilità di riconoscere i volti delle persone intorno a lei. E quando ogni viso è nascosto nel buio, chiunque può essere il tuo assassino.

Prima che tu dica «Pronto»

«Faccio racconti di partigiani, di contadini, di contrabbandieri in cui partigiani, contadini, contrabbandieri non sono che pretesti a storie piene di colore, d’accorgimenti narrativi e d’acutezze psicologiche: in fondo non studio che me stesso, non cerco che di esprimere me stesso, non cerco di rappresentare che dei simboli di me stesso nei personaggi e nelle immagini e nella lingua e nella tecnica narrativa. Non sono in fin dei conti che uno dei vecchi scrittori individualisti che però s’esteriorizza in “simboli” d’interesse attuale e collettivo.» (Italo Calvino)
**