53473–53488 di 72802 risultati

La stagione della caccia

In un libretto su una strage di stato a ridosso della rivoluzione siciliana del 1848, pubblicato qualche anno fa (monografia storica, ma scritta con la grazia e l’umorismo del narratore), Camilleri ripeteva un’idea a lui evidentemente molto cara. Che i siciliani sono «tragediatori», sono paghi cioè soltanto quando possono finalmente fondere insieme la vita e la scena, recitare, appunto sulla scena della vita, ciò che succede loro veramente tornando in illusione a comandare sulla sorte e mutandola in sogno. Di questo teatro della vita Camilleri mostra di amare soprattutto il lato di commedia; e commedia – racconto della commedia che un paese siciliano di fine Ottocento inscena vivendo una catena di morti e un amore cocciuto – è *La stagione della caccia*. Ma non commedia dell’arte, farsa di macchiette; al contrario, genere alto, in cui ciascuna delle parti in gioco è un personaggio scolpito – con un brio che dà tenace divertimento – nell’atto in cui svolge il suo gioco delle parti. Camilleri spiega di aver tratto l’idea del romanzo (che avrebbe potuto essere piegato linearmente a intrigo giallo, e lo è invece a sorpresa, tortuosamente) da una battuta registrata nella famosa *Inchiesta sulle condizioni della Sicilia* del 1876. All’interrogante, che chiedeva se si fossero verificati fatti di sangue in un paesino, veniva risposto: “No. Fatta eccezione del farmacista che per amore ha ammazzato sette persone”. Come a dire: non è successo nient’altro che un sogno. Il sogno che questo libro viene a raccontare.

Squalo bianco

C’è qualcosa nell’acqua… qualcosa di inspiegabile e spaventoso che uccide le creature degli abissi straziandone i corpi. Si direbbe uno squalo, ma gli squali lasciano tracce inequivocabili e non succhiano di certo gli occhi alle loro prede. Simon Chase, il giovane biologo direttore dell’Istituto marino di Osprey Island, non sa proprio che cosa pensare. Chase, consapevole della minaccia che incombe su quel tratto di costa, vorrebbe mettere in allarme le autorità. Ci sono già state alcune vittime, ma il capo della polizia non sente ragioni per non ostacolare lo svolgimento della “benedizione della flotta”, manifestazione che si svolge ogni anno e che restituisce un po’ d’ossigeno all’economia locale. Per Chase comincia la caccia al misterioso… animale?

Spy glass – magia di sangue

Opale ha rinunciato alla magia e ha acquisito una sorta di immunità che la rende impermeabile a qualunque sortilegio. L’unica persona a possedere la stessa capacità è la spia più famosa del suo mondo, Valek, ed è proprio a lui che la fanciulla si affida nella speranza che l’aiuti a recuperare il sangue che qualcuno le ha rubato e che potrebbe permetterle di riappropriarsi dei poteri perduti. Ma la ricerca è impegnativa e presto mette in crisi il suo legame con Kade, il fascinoso Danzatore delle Tempeste che la vorrebbe tutta per sé. Mentre il pensiero di Devlen a poco a poco torna a farsi spazio nel suo cuore…
**
### Sinossi
Opale ha rinunciato alla magia e ha acquisito una sorta di immunità che la rende impermeabile a qualunque sortilegio. L’unica persona a possedere la stessa capacità è la spia più famosa del suo mondo, Valek, ed è proprio a lui che la fanciulla si affida nella speranza che l’aiuti a recuperare il sangue che qualcuno le ha rubato e che potrebbe permetterle di riappropriarsi dei poteri perduti. Ma la ricerca è impegnativa e presto mette in crisi il suo legame con Kade, il fascinoso Danzatore delle Tempeste che la vorrebbe tutta per sé. Mentre il pensiero di Devlen a poco a poco torna a farsi spazio nel suo cuore…

Una spremuta speciale

**I DUE MOSTRI BAVOSI SROTOLARONO IN MODO FULMINEO I LUCIDI TENTACOLI PER AFFERRARE I DUE MALCAPITATI.**
Nathan notò che quegli arti snodatissimi, già raccapriccianti in sé, erano punteggiati da disgustosi bubboni rossastri che si aprivano e si chiudevano come bocche. Il più alto dei due essere aveva due lunghe zanne ricurve che di tanto leccava con due grasse lingue rosse.

Spostare l’orizzonte

Indisciplinato, sognatore, istrionico, disordinato, romantico, idealista, altamente infiammabile. Sempre sopra le righe, a partire dall’infanzia e dai genitori — un nobile lombardo e una cantante lirica americana — bizzarro mix che l’ha dotato di un’educazione insolita, instillando in lui fin da piccolo un senso di diversità rispetto agli altri ma anche una visione artistica unica. Tutto questo (e molto di più) è Eugenio Finardi, la cui vita è stata segnata da grandi successi professionali ma anche da momenti tragici, come la nascita della figlia Elettra, affetta da sindrome di Down. Eugenio racconta senza pudori il rapporto con lei, la sua disperazione e la difficoltà come padre di rispondere alle domande sulla sua diversità. ”Ci sono canzoni” scrive ”che esprimono in tutta la sua drammaticità la condizione di smarrimento in cui eravamo sprofondati.” Ma è proprio la musica che gli permette di affrontare anche questa battaglia. Dagli esordi negli anni Settanta passando dalle grandi hit come Extraterrestre e Musica ribelle, fino alle odierne esibizioni alla Scala, Finardi ripercorre insieme a Antonio G. D’Errico la sua carriera musicale. E dimostra come si possa mantenere una propria rotta interiore anche nel turbolento mare del presente, obbedendo al comando del cantante e poeta russo Vysotsky: ”Trova il punto estremo e sappilo varcare e vedi di spostare l’orizzonte”.
(source: Bol.com)

La sposa normanna

1. 1. L’incantevole Palermo, crogiuolo di tante culture, splendente dei suoi palazzi, dei suoi preziosi mosaici, è pronta ad accogliere la sua nuova regina. Costretta a rinnegare i voti, Costanza d’Altavilla, l’ultima erede della dinastia normanna che guida il Regno di Sicilia, viene data in sposa a Enrico di Svevia, figlio dell’imperatore Federico e più giovane di lei di circa undici anni. Un matrimonio dettato dalla ragion di Stato che dovrà essere coronato dal concepimento di un erede al trono. Ma mentre il figlio tanto sospirato tarda ad arrivare, la fragile e bella Costanza deve lottare contro nemici potentissimi, primo fra tutti Gualtieri di Palearia, ministro dell’imperatore, che soffia sul fuoco della gelosia di Enrico per distruggere la donna e conservare la sua enorme influenza. Quando finalmente il piccolo Federico vedrà la luce, la madre dovrà far di tutto per proteggerlo dalle innumerevoli insidie che lo minacciano. Fino a quando, divenuto ragazzino, non sarà in grado egli stesso di sbarazzarsi dei suoi implacabili nemici, rivelando quelle doti che faranno di lui un grande imperatore.

La sposa n. 91

Il mondo non è mai stato così fantascientifico come ai tempi di Marco Polo, di Colombo, di Cortez. La gente sedeva sulla porta di casa, a Venezia o a Cadice, e aspettava che gli astronauti di allora – viaggiatori, avventurieri, navigatori – tornassero dai favolosi mondi al di là degli oceani a raccontare le loro peripezie, gli incontri strabilianti, i pericoli inauditi, i tesori vertiginosi. Oggi, le sorprese di quel genere sono finite: qualsiasi agenzia di viaggi può dirci esattamente che cosa troveremo nelle isole più remote, sulle montagne più inaccessibili. Solo la fantascienza sa ancora allargare gli orizzonti: questa antologia di «viaggi e scoperte» è dedicata a tutti i terrestri che si sentono un po’ troppo stretti sul loro pianeta.
Indice:
Robert Silverberg – La sposa n. 91 (Bride Ninety-one, 1967)
Larry Niven – Sirio B IV (Bordered in Black, 1966)
Keith Laumer – Etichetta (Protocol, 1963)
Bruce McAllister – Gli dei del buio e della luce (Gods of the Dark and Light, 1966)
Murray Leinster – I lavoratori di Dorade (A Planet Like Heaven, 1966)
Philip K. Dick – Chi se lo ricorda (We Can Remember It, 1966)
John Wood Campbell Jr. – La voce dell’ignoto (The Voice in the Void, 1930)
Copertina di Karel Thole

|

|

|

|

|

|

|

La sposa in bianco

Nora Roberts vi invita a incontrare Parker, Emma, Laurel e Mac, quattro amiche d’infanzia nonché fondatrici di Vows, una delle società di Wedding Planning più famose d’America. Dopo anni trascorsi a realizzare i sogni di centinaia di spose, garantire un giorno perfetto pieno di ricordi preziosi è ciò che queste donne sanno fare meglio. Che Mac Elliot sia una fotografa di successo è fuori discussione, e a confermarlo ci sono le prime pagine delle riviste più prestigiose. Dietro l’obiettivo si sente perfettamente a suo agio, sempre pronta a catturare quei momenti felici che non ha mai provato sulla propria pelle. Suo padre si è rifatto una vita, mentre la madre – dopo innumerevoli e disastrose relazioni – pretende da lei denaro e attenzioni costanti. E poi un giorno, durante una riunione di lavoro, la sua vita prende una piega inaspettata… Perché un flirt può trasformarsi in qualcosa di speciale quando meno te l’aspetti… E con l’aiuto delle sue migliori amiche, Mac dovrà imparare a costruire il proprio album di ricordi felici.

Sposa di maggio (eLit)

La sposa, Amber, splendente, lo sposo, Jake, bellissimo, lo scenario da favola, in più la presenza del fior fiore della società scozzese: potrebbe trattarsi di un matrimonio perfetto se non fosse per qualche particolare non del tutto trascurabile, come lo sposo geloso e la sposa incinta del bambino di un altro. Ma il meglio deve ancora arrivare: Jake sta per rivelare ad Amber qualcosa del suo passato, che potrebbe cambiare la vita di lei per sempre…
**
### Sinossi
La sposa, Amber, splendente, lo sposo, Jake, bellissimo, lo scenario da favola, in più la presenza del fior fiore della società scozzese: potrebbe trattarsi di un matrimonio perfetto se non fosse per qualche particolare non del tutto trascurabile, come lo sposo geloso e la sposa incinta del bambino di un altro. Ma il meglio deve ancora arrivare: Jake sta per rivelare ad Amber qualcosa del suo passato, che potrebbe cambiare la vita di lei per sempre…

Una sposa deliziosa (I Romanzi Classic)

Mai e poi mai Lucy Potter, figlia di un ricco mercante, si sarebbe aspettata che un giorno il padre sarebbe tornato a casa portandole una notizia tanto sconvolgente: uno sconosciuto gentiluomo titolato, rappresentato da un avvocato di nome Polyphant, ha chiesto la sua mano! E, per di più, il misterioso lord, in salute e di buon carattere, pur di mettere le mani sulla sua cospicua dote si dichiara pronto a trattarla con affetto e considerazione. A Lucy, ormai pronta a sciogliere il lutto per la morte della madre e a fare finalmente il suo ingresso in società, tutto ciò appare a dir poco ridicolo. Eppure…
(source: Bol.com)

Sposa del mattino

Inghilterra, 1852
Da tre anni Catherine Marks è la dama di compagnia delle sorelle Hathaway, una posizione piacevole se non fosse per Leo, l’esasperante fratello maggiore. I due non sospettano che le loro continue schermaglie nascondano una reciproca attrazione, finché un giorno un litigio particolarmente acceso si conclude con un bacio appassionato ed entrambi si ritrovano travolti dal desiderio. Ormai non c’è più modo di tornare indietro, ma gli ostacoli che si frappongono tra loro sono molti. Per non perdere la casa di famiglia, Leo deve trovare moglie e avere un erede entro un anno e non c’è altra donna che desideri sposare se non Cat. Che però nasconde un segreto molto pericoloso per entrambi…

La sposa americana

Uscito nel 1977, La sposa americana rimane uno dei romanzi più celebri e amati di Mario Soldati, apprezzatissimo anche da un lettore esigente come Italo Calvino che ha parlato di una ”perfezione di costruzione più unica che rara”. Al centro del racconto la passione adulterina di Edoardo, un italiano che insegna letteratura americana in California, per la sensuale cognata di origini siciliane, Anna, grande amica della moglie Edith. Come già venticinque anni prima nelle Lettere da Capri, Soldati torna a raccontare di matrimonio e di amore annodati tra due culture diverse, toccando uno dei vertici della sua narrativa in un romanzo dove l’introspezione psicologica si fonde in modo perfetto con un intreccio ricco di suspense. La grande scrittura di Soldati dà anima e corpo a due indimenticabili figure di donna – la bellissima, seducente, passionale Anna e l’energica, inquieta, inafferrabile Edith -, e indaga con elegante finezza i più sottili moti della psiche umana.
(source: Bol.com)

Sposa a metà

*Il matrimonio può diventare la più sensuale delle seduzioni*
Inghilterra, 1814
Come tutti gli uomini della nobile famiglia Bedwyn, il colonnello Aidan è tanto orgoglioso quanto pieno di coraggio, e in più ha un cuore appassionato e fedele. Ed è proprio la fedeltà alla promessa fatta a un amico morente, quella di proteggerne la sorella Eve, a portarlo a Ringwood Manor. Ma mai si sarebbe aspettato di trovare una donna tanto fiera e indipendente da rifiutare il suo aiuto, e che gli insinua nel cuore sensazioni inaspettate. Quando però Eve rischia di restare senza casa, Aidan sarà costretto a farle un’offerta che lei non potrà permettersi di rifiutare…

Una sporca storia

«Un grande narratore capace di cogliere i dettagli più profondi nel magistrale artigianato del raccontare.»La Stampa«Sepúlveda ha il senso della narrazione concisa ed efficace, il gusto delle immagini finemente cesellate, un grande dono dell’evocazione che gli permette di rendere semplici, stilizzandoli, gli esseri e gli avvenimenti più complicati.»Le MondeLe storie raccontate da Luis Sepúlveda sono un insieme di emozioni diverse, ma non discordanti. Infatti, che critichi la politica americana in lotta contro l’«asse del male», o parli del disastro ecologico provocato da una petroliera sulle coste galiziane, o racconti la gioia tutta personale del primo ciak, Sepúlveda è sempre coerente con la propria appassionata visione del mondo. Un filo rosso attraversa gli scritti di Una sporca storia: l’indignazione nei confronti dei crimini impuniti, di chi fomenta la violenza, dell’intolleranza. E all’indignazione espressa in toni aspri e accesi risponde, quasi in un personalissimo controcanto, il piacere di ricordare persone amate e amiche, del raccontare in sé: un bizzarro incontro di boxe, la triste vicenda di un cane abbandonato, il ritratto di un vecchio pescatore amico di Hemingway, la fulminea biografia di Francisco Coloane e il divertente episodio condiviso con l’amico «Manolo» Vázquez Montalbán. Facendosi testimone di uno dei periodi più tumultuosi della storia recente, Sepúlveda non solo dà prova della sua inalterata passione politica, civile e umana, ma lascia anche riaffiorare la sua vocazione di narratore, di chi giovanissimo ha scorto e riconosciuto «il più infinito degli orizzonti: quello della creatività letteraria».

Una sporca faccenda

L’ex agente della cia Lemuel Gunn, dopo aver lasciato l’Afghanistan, sceglie di vivere nel New Mexico, a bordo della sua casa mobile, e di lavorare come investigatore privato. È come se volesse alleggerire il mondo della sua presenza. Finché un giorno piomba nella sua vita una giovane donna, elegante e a piedi nudi, come la contessa scalza: il suo nome è Ornella Neppi, e deve trovare al più presto un certo Emilio Gava, rilasciato dal carcere su cauzione e sparito nel nulla. Per quasi cento dollari al giorno più spese per non parlare del piacere della sua compagnia , Gunn accetta di aiutarla. Ma Gava sembra essere un fantasma senza volto: non esistono fotografie che lo ritraggano e nessuno pare conoscerlo. Quello che doveva essere un caso come tanti, finisce col risucchiare Gunn in un buco nero, in cui non ci sono indizi da seguire o strade da percorrere. Forse Gava è un pesce più grosso del previsto? O forse non esiste? Da uno dei più grandi autori di spy story, un noir chandleriano definito “un classico” da Le Monde.

(source: Bol.com)