53313–53328 di 62912 risultati

Trappola mortale

Frank e Joe sulla loro coupè stanno inseguendo una macchina straniera che trasporta ceffi sospettati quando ad un tratto vengono investiti da una nube di fumo artificiale che li costringe a volare fuori di strada. I danni sono pochi, per fortuna, ma i delinquenti hanno già dato avviso di non gradire affatto i ficcanaso e di esser ronti a usar qualsiasi mezzo per toglierli d’attorno anche per sempre. Gli HArdy tuttavia sono cocciuti e nemici dei ladri di gioielli: e quando il padre chiede loro aiuto non esitano a riprendere la pista dei malviventi dalle armi pronte. Ignorano però che su di loro una trappola attende di scattare…

Tramonto Nei Balcani

Tramonto nei Balcani by Gordana Kuic
«*L’amour fou scatta subito; incontriamo i Salom, ebrei di Sarajevo, e veniamo risucchiati nelle loro vicende, ammaliati dalle figlie. Un libro che è tante cose: un caso editoriale, un viaggio nel secolo breve, la storia della famiglia dell’autrice. E ha la potenza e il sapore che solo i ricordi sanno dare. *»
**Marie Claire – Marta Cervino**
«*Amori, delusioni brucianti, sconfitte, e sullo sfondo Sarajevo e le terre agitate della ormai ex Jugoslavia. Un romanzo indimenticabile. *»
**Diva e donna – Manuela Sasso**
«*Anni cruciali per l’Europa e per i Balcani che la Kuić fa emergere attraverso le vicende delle cinque sorelle Salom, donne anticonformiste di grande personalità. *»
**Il Gazzettino – Nico Nanni**
*Tramonto nei Balcani* ripercorre l’esistenza di una donna belgradese a cominciare dalla sua professione – organizzatrice di seminari per insegnanti di lingua inglese – alle frequentazioni con gli esponenti della cultura del periodo.
In particolare, Gordana Kuić ci racconta la grande storia d’amore della protagonista per il direttore d’orchestra Ivan Domazet, un uomo egocentrico diviso tra il ménage noioso e conflittuale con la moglie Slavka e l’amante «ufficiale», Vera. La storia dei due protagonisti pian piano si intreccia con la storia del loro paese, la Jugoslavia. Ivan sospetta e intravede l’ineluttabile «tramonto» del mondo a cui apparteneva. Vera si illude ancora che la catarsi finale passerà senza mietere vittime e sangue. Lentamente invece cominciano a sentirsi i primi dissidi, gli incontri al vertice jugoslavo creano disaccordi tra le parti provocando conflitti e divisioni, e gli animi si infiammano.
La grande festa che si tiene a Sarajevo per la prima del balletto composto da Domazet sul testo del romanzo d’esordio della scrittrice, *Il profumo della pioggia nei Balcani* si trasforma in una feroce resa dei conti, un grande scontro nella Sarajevo del 1991, alla vigilia della guerra. Anche il lussuoso ristorante dove si festeggia l’avvenimento finisce per assomigliare più a una bettola rissosa. Di lì a poco un intero paese andrà in frantumi e sarà cancellato dalla carta geografica insieme ai suoi protagonisti.

Traditi dal desiderio

Fino a quando gli affari erano il suo unico pensiero e la Maddox Communications tutta la sua vita, le cose filavano lisce per Brock Maddox. Faticose e monotone, ma lisce. Dal momento in cui però ha commesso l’errore di far entrare una donna nella sua vita e nel suo letto, sono cominciati i guai. Lui si fidava di Elle Linton, sua segretaria e amante. Lei come ha potuto tradirlo e passare informazioni all’odiata concorrenza? Brock sa che c’è un unico modo per non impazzire: scoprire le oscure ragioni e i segreti scottanti che l’hanno spinta ad agire contro di lui. E quando la verità viene a galla, il potente presidente della Maddox capisce di avere solo una scelta.
**
### Sinossi
Fino a quando gli affari erano il suo unico pensiero e la Maddox Communications tutta la sua vita, le cose filavano lisce per Brock Maddox. Faticose e monotone, ma lisce. Dal momento in cui però ha commesso l’errore di far entrare una donna nella sua vita e nel suo letto, sono cominciati i guai. Lui si fidava di Elle Linton, sua segretaria e amante. Lei come ha potuto tradirlo e passare informazioni all’odiata concorrenza? Brock sa che c’è un unico modo per non impazzire: scoprire le oscure ragioni e i segreti scottanti che l’hanno spinta ad agire contro di lui. E quando la verità viene a galla, il potente presidente della Maddox capisce di avere solo una scelta.

TRADIMENTO DEL VAMPIRO

Da secoli l’aristocratico William Cuyler Thorne, il più potente vampiro di Savannah, protegge con determinazione gli abitanti della sua città, saziando nel frattempo i propri desideri carnali e la sete di sangue. William gode di grande prestigio agli occhi della società, possiede poteri magici legati al vudù e l’invidiabile buonsenso dato dalla sua lunga esistenza di non-morto… Ma adesso perfino lui trema a causa di un’antica profezia Maya. E prima che accada ciò che teme deve aprire un portale con l’adilà per salvare l’amata Connie, che nel regno dei morti sta per diventare la leggendaria cacciatrice di vampiri. Se Connie morirà prima di diventare cacciatrice conquisterà la pace eterna, mentre se si trasformerà nella cacciatrice diventerà immortale e sarà condannata a essere uno spietato killer. Ma come può Jack uccidere la donna che ama?
**

Tradimenti virtuali

Sono disperata! Le ho provate veramente tutte, ormai.
> Secondo me…ha un’altra!
> E’ chiaro! Non s’interessa più a me, almeno non come una volta.
> All’inizio della nostra storia, lui era sempre alla ricerca di un posto tranquillo dove fare l’amore con me.
> Durante i primi anni di matrimonio, non sostengo che mi cercava ogni sera, ma lo facevamo almeno quattro volte a settimana.

Tradimenti

Kelsey Byden è una donna di ventisei anni, appena uscita da un divorzio e con molta voglia di ricominciare. Ma qualcosa, d’un tratto, sconvolge la sua vita: la comparsa di Naomi Chadwick, sua madre, che lei credeva morta da tempo. La verità è che Naomi per tutti quegli anni ha scontato una pena in carcere per aver ucciso il suo amante. Madre e figlia, nuovamente insieme, decidono di partire per l’allevamento di cavalli di Naomi, dove Kelsey spera di ritrovare la serenità perduta. Ma il mondo dei cavalli le riserva molte sorprese… e nuovi e pericolosi segreti sono in agguato.

Tra orgoglio e passione

Negli otto anni trascorsi da quando Tate Winthrop l’ha salvata dalle morbose attenzioni del patrigno diventando per lei una specie di angelo custode, l’infatuazione da adolescente di Cecily per lui si è trasformata in un vero, grande amore. Ma è un amore senza speranza, poiché Tate, fiero del proprio sangue Sioux, se dovesse sposarsi, sceglierebbe una donna della sua stessa razza. Poi, un giorno, Cecily viene a conoscenza di un segreto in grado di far crollare la determinazione di Tate a resistere all’attrazione che prova per lei… ma in grado anche di distruggere tutte le certezze su cui ha basato la propria esistenza. E Cecily ha giurato di mantenere quel segreto.

Tortura

La condanna non è più unanime. Dopo l’11 settembre i nuovi apologeti della tortura hanno trovato nella “guerra al terrore” il motivo per giustificare una pratica mai dismessa che, negli ultimi anni, sembra dilagare ovunque, nelle democrazie non meno che nei regimi dittatoriali. Ma il “no” opposto dall’indignazione non basta più a difendere la dignità umana offesa. In pagine intense, scritte con il suo stile chiaro e incisivo, Di Cesare offre un quadro critico complessivo della tortura. Ne indica il nesso stretto con il potere, ne mostra la presenza anche nella democrazia.
Come lottare contro la tortura, se a delinquere è lo Stato? Filosofi, scrittori, drammaturghi, registi, poeti vengono interpellati per delineare un’inedita «fenomenologia della tortura» che mira a cogliere la peculiarità di una violenza estrema, sistematica e metodica, dove il carnefice calcola e misura il dolore per scongiurare che la vittima muoia e per esercitare ancora il suo potere sovrano.
La tortura è, per la vittima, la propria morte esperita in vita.
Da Guantánamo ad Abu Ghraib, dal G8 di Genova agli anni di piombo, da Giulio Regeni a tutti quei casi che hanno recentemente allarmato l’opinione pubblica, la tortura viene esercitata in modo sempre più sofisticato per poter essere negata; incombe ovunque un inerme si trovi nelle mani del più forte: nelle carceri, nei reparti psichiatrici, nei campi per gli stranieri, negli ospizi, nei centri per disabili, negli istituti per minori. E l’assenza di un reato la favorisce.
Praticata ancora, dietro le quinte, la tortura rende illegittimo lo Stato e mina dall’interno la democrazia.
Un libro indispensabile per comprendere la questione della tortura in tutta la sua drammatica attualità politica.
**
### Sinossi
La condanna non è più unanime. Dopo l’11 settembre i nuovi apologeti della tortura hanno trovato nella “guerra al terrore” il motivo per giustificare una pratica mai dismessa che, negli ultimi anni, sembra dilagare ovunque, nelle democrazie non meno che nei regimi dittatoriali. Ma il “no” opposto dall’indignazione non basta più a difendere la dignità umana offesa. In pagine intense, scritte con il suo stile chiaro e incisivo, Di Cesare offre un quadro critico complessivo della tortura. Ne indica il nesso stretto con il potere, ne mostra la presenza anche nella democrazia.
Come lottare contro la tortura, se a delinquere è lo Stato? Filosofi, scrittori, drammaturghi, registi, poeti vengono interpellati per delineare un’inedita «fenomenologia della tortura» che mira a cogliere la peculiarità di una violenza estrema, sistematica e metodica, dove il carnefice calcola e misura il dolore per scongiurare che la vittima muoia e per esercitare ancora il suo potere sovrano.
La tortura è, per la vittima, la propria morte esperita in vita.
Da Guantánamo ad Abu Ghraib, dal G8 di Genova agli anni di piombo, da Giulio Regeni a tutti quei casi che hanno recentemente allarmato l’opinione pubblica, la tortura viene esercitata in modo sempre più sofisticato per poter essere negata; incombe ovunque un inerme si trovi nelle mani del più forte: nelle carceri, nei reparti psichiatrici, nei campi per gli stranieri, negli ospizi, nei centri per disabili, negli istituti per minori. E l’assenza di un reato la favorisce.
Praticata ancora, dietro le quinte, la tortura rende illegittimo lo Stato e mina dall’interno la democrazia.
Un libro indispensabile per comprendere la questione della tortura in tutta la sua drammatica attualità politica.
### Dalla seconda/terza di copertina
Donatella Di Cesare è professore ordinario di Filosofi a teoretica alla Sapienza di Roma. È tra le voci filosofi che più impegnate nel dibattito pubblico contemporaneo. Tra i suoi ultimi libri: Grammatica dei tempi messianici (2011), La giustizia deve essere di questo mondo (2012), Se Auschwitz è nulla. Contro il negazionismo (2012), Crimini contro l’ospitalità (2014). Per Bollati Boringhieri ha pubblicato Israele. Terra, ritorno, anarchia (2014), Heidegger & Sons. Eredità e futuro di un filosofo (2015), Heidegger e gli ebrei. I “Quaderni neri” (2014), nuova edizione ampliata (2016).

Tonio Kroger

Scritto nel 1903, il racconto è la storia del lento pervenire del giovane Kröger alla coscienza della propria diversità dai coetanei. In una condizione di totale isolamento la sua sensibilità si dibatte nell’antinomia tra origini borghesi e attrazione per l’arte. Il contrasto fra arte-malattia da un lato e borghesia-normalità dall’altro – matrice della poetica di Thomas Mann – si manifesta nel silenzioso idillio con Ingeborg Holm e nell’incompresa amicizia per Hans Hansen: le due figure che costituiranno per sempre i limiti della solitudine e della gelosia di Tonio. Questo difficile equilibrio viene vissuto con drammatica inquietudine tra Lubecca, dove il giovane scrittore è nato e si è formato, e Monaco, dove diventerà celebre, senza sedare del tutto le proprie angosce.
**

Tomorrow – La rinascita (eLit)

La fine del mondo è solo l’inizio.
La civiltà è scomparsa, la California è infestata dagli zombie e le poche zone libere sono controllate dal regime totalitario dei Ricostruttori. Eppure, dopo aver trovato sua figlia, Cass si è convinta che esista ancora la possibilità di essere felice. Basta l’arrivo dell’inverno, tuttavia, a ricordarle che dopo la felicità è solo un miraggio: nonostante tutti i suoi tentativi di dissuaderlo, Smoke parte, accecato da una sete di vendetta che potrebbe annientarlo anche se riuscisse a tornare da lei. Ferita e delusa, Cass decide allora di lasciarsi tutto alle spalle e di seguire lo spregiudicato e affascinante Dor. Ma quando per caso ritrova Smoke, prigioniero dei Ricostruttori e in fin di vita, i sentimenti che prova per lui riemergono con prepotenza. E in quel momento capisce di dover scegliere se lottare contro l’oscurità che minaccia di travolgerla, o rischiare di perdere per sempre coloro che ama.
Aftertime novels:
Aftertime – il risveglio
Tomorrow – la rinascita
Horizon – l’alba di un nuovo giorno
**
### Sinossi
La fine del mondo è solo l’inizio.
La civiltà è scomparsa, la California è infestata dagli zombie e le poche zone libere sono controllate dal regime totalitario dei Ricostruttori. Eppure, dopo aver trovato sua figlia, Cass si è convinta che esista ancora la possibilità di essere felice. Basta l’arrivo dell’inverno, tuttavia, a ricordarle che dopo la felicità è solo un miraggio: nonostante tutti i suoi tentativi di dissuaderlo, Smoke parte, accecato da una sete di vendetta che potrebbe annientarlo anche se riuscisse a tornare da lei. Ferita e delusa, Cass decide allora di lasciarsi tutto alle spalle e di seguire lo spregiudicato e affascinante Dor. Ma quando per caso ritrova Smoke, prigioniero dei Ricostruttori e in fin di vita, i sentimenti che prova per lui riemergono con prepotenza. E in quel momento capisce di dover scegliere se lottare contro l’oscurità che minaccia di travolgerla, o rischiare di perdere per sempre coloro che ama.
Aftertime novels:
Aftertime – il risveglio
Tomorrow – la rinascita
Horizon – l’alba di un nuovo giorno

Tommyknocker. Le creature del buio

Roberta Anderson, di professione scrittrice, esce un giorno a cercare legna nel bosco dietro casa e inciampa in un oggetto di metallo che sporge dal terreno. Un oggetto strano, assolutamente inamovibile. È così che scopre la cosa sepolta da milioni di anni, che tuttavia vibra ancora debolmente, palpita di una sconosciuta forma di vita. La donna inizia a scavare. Dapprima titubante, poi con accanimento crescente. E mentre lo scavo procede, gli abitanti di Haven cominciano lentamente a cambiare, a fondersi in un’unica entità spaventevole asservita a misteriosi esseri alieni che, notte dopo notte, s’impossessano della loro mente.

Tombe D’Acciaio

Francesco ha una vera e propria fobia per le autostrade, ma il suo lavoro lo costringe a viaggiare ogni giorno. Soffre di allucinazioni, rivede gli incidenti accaduti e rivive le emozioni delle persone che hanno perso la vita sulla strada. Che strano legame c’e tra queste visioni e la morte della moglie avvenuta tre anni prima in un incidente stradale.”

Tomba a sorpresa

Harper e il suo fratellastro Tolliver sono esperti nell’arte di arrivare in una città, farsi pagare e poi andarsene in fretta, perché la gente che assume Harper ha la brutta abitudine di non voler realmente sapere quello che lei ha da dire loro. All’inizio, la piccola città di Sarne, sugli Ozarks, non sembra fare eccezione. Un’adolescente è scomparsa, e Harper capisce quasi immediatamente che la ragazza è morta. Ma i segreti della sua morte, ed i segreti della città, sono così profondi che nemmeno la speciale abilità di Harper può disseppellirli. Vista l’ostilità che si sta accumulando nei loro confronti, lei e Tolliver non desidererebbero altro che proseguire per la loro strada. Ma un’altra donna viene assassinata. E il killer non ha ancora finito…

Tolstoj

*[Trovi un’edizione con copertina alternativa per questo ISBN [qui](https://www.goodreads.com/book/show/36008250-tolstoj)]*
La vita intrecciata all’opera – l’una e l’altra smisurate come il cielo – di Tolstoj.
«La sensazione più seducente, leggendo il libro, è quella di assistere al lavoro di un orafo, di un maestro orologiaio, che nel suo laboratorio silenzioso smonta e rimonta, per la nostra gioia, meccanismi complicati, ingranaggi delicatissimi, senza mai smarrirsi fra le mille rotelle e senza mai disperdere l’incanto immenso che da quelle macchine promana. Un miracolo» (Federico Fellini).