53169–53184 di 63547 risultati

Attrazione fuori regola

I colloqui di lavoro sono sempre prove impegnative, a maggior ragione se dall’altro lato della scrivania c’è uno degli uomini più affascinanti che si siano mai visti. Jenny ha disperatamente bisogno di quell’impiego che le permetterebbe di coniugare un buono stipendio con la sua passione per lo sport, ma quando si ritrova davanti Ethan capisce subito che, se dovesse ottenerlo, il proprio coinvolgimento andrebbe ben oltre l’aspetto lavorativo.
Ethan, procuratore sportivo di successo e di indiscusse capacità, quando incontra quella donna dalle curve sensuali e dall’atteggiamento strafottente desidera solo di poter esplorare il suo corpo celato sotto abiti castigati e chiuderle la bocca con una serie di baci provocanti.
L’attrazione tra i due si rivela subito viscerale e irrinunciabile, e dunque impossibile da tenere a bada. Non si tratta solo di un’incandescente attrazione, ma di una nuova e vera felicità… Jenny sarà disposta a sottostare ai dettami di Ethan?
**
### Sinossi
I colloqui di lavoro sono sempre prove impegnative, a maggior ragione se dall’altro lato della scrivania c’è uno degli uomini più affascinanti che si siano mai visti. Jenny ha disperatamente bisogno di quell’impiego che le permetterebbe di coniugare un buono stipendio con la sua passione per lo sport, ma quando si ritrova davanti Ethan capisce subito che, se dovesse ottenerlo, il proprio coinvolgimento andrebbe ben oltre l’aspetto lavorativo.
Ethan, procuratore sportivo di successo e di indiscusse capacità, quando incontra quella donna dalle curve sensuali e dall’atteggiamento strafottente desidera solo di poter esplorare il suo corpo celato sotto abiti castigati e chiuderle la bocca con una serie di baci provocanti.
L’attrazione tra i due si rivela subito viscerale e irrinunciabile, e dunque impossibile da tenere a bada. Non si tratta solo di un’incandescente attrazione, ma di una nuova e vera felicità… Jenny sarà disposta a sottostare ai dettami di Ethan?

Atterraggio di fortuna

Ritornano i furetti di Richard Bach, i rappresentanti di una civiltà aliena, giunta sulla Terra migliaia di anni fa, che non conosce l’odio, il crimine, laguerra, che ama l’azione e il pericolo, e desidera cimentarsi in imprese impossibili. Dopo le avventure degli intrepidi furetti guardacoste, questa volta tocca ai furetti aviatori, chiamati ad affrontare una tempesta diviolenza soprannaturale. Come accadeva nel “Gabbiano Jonathan Livingston”, anche in questo libro, illustrato con i disegni dell’autore, il vivo senso dell’avventura e la passione del volo, così tipici di Richard Bach, sono arricchiti da una costante attenzione a valori umani come il coraggio, la solidarietà, il bisogno di inseguire un ideale.

Le attenuanti sentimentali

Partiamo dall’inizio. Da quando per sfuggire al traffico sferzante della città, e provare a contrastare l’insonnia, Antonio compra una bicicletta.
La notte, però, continuano ad assalirlo pensieri che si susseguono indisciplinatamente: una sorta di ‘intasamento democratico’ in cui il problema del riscaldamento globale ha lo stesso valore di un bottone dei pantaloni che si stacca. Ma proprio da quel magma prende forma l’idea di girare un documentario sui sentimenti, che mischi neuroscienza, biologia evolutiva e psicologia: C’è chimica tra noi. Perché gli uomini e le donne oggi sembra che in amore si siano scambiati i ruoli? Siamo davanti a una mutazione antropologica? C’entra il fatto che per piú di un milione di anni siamo stati cacciatori- raccoglitori e il sesso non necessitava di estenuanti dichiarazioni? Bisogna intervistare senz’altro Luigi, affidabile libertino e pittore sensibile alle sfumature del cielo, e coinvolgere nel progetto Paola, produttrice single, piena di empatia, il cui ‘languore negli occhi è un tintinnio di malessere’.
Ma il disordine delle notti si ricompone al mattino, quando i figli fanno colazione e tocca accompagnarli a scuola – Brando fissato con il calcio, Marianna alle prese con la creatività e i suoi cascami.
Cominciano cosí giornate fatte di aerei da prendere per lavoro – ogni volta con l’ansia di arrivare troppo tardi, in barba al cliché del meridionale pigro -, consigli di classe dove accapigliarsi sul cibo biologico in mensa e ‘cene bislacche’ in cui giocando ai mimi si finisce per rivelare aspetti terribili del proprio carattere.
Aggiungeteci il funambolico tentativo di tenere a bada gli automatismi da maschio casertano che porterebbero Antonio a corteggiare tutte le donne, e l’avversione viscerale per il fanatismo ecologista. Cosí la realizzazione del documentario si allontana, e quel sentimento dolceamaro della delusione rischia di prendere il sopravvento, perché ‘mica la parola amore rende la vita migliore, no, semmai la rende possibile, migliore certo che no’.
Antonio Pascale compone un caleidoscopio abrasivo, divertentissimo, incastrando alla perfezione scene brillanti e riflessioni sovversive. Ci restituisce cosí la complessità del nostro tempo e dei sentimenti, perché si può parlare dei massimi sistemi raccontando di quanto sia difficile trovare un parcheggio alla propria bici, o al proprio cuore.

(source: Bol.com)

Attenti ai buoni: Truffe e bugie nascoste dietro la solidarietà

Dalle associazioni che si spartiscono le elemosine raccolte davanti alle chiese e agli ospedali alle grandi organizzazioni internazionali (Onu, Fao, ecc.), dai supereventi che ormai si moltiplicano (Partita del Cuore, Telethon), ma su cui raramente ci sono veri controlli, all’allegra gestione delle adozioni a distanza, dalle associazioni che si spartiscono i contributi pubbblici fino alle vergogne della Croce rossa, Mario Giordano alza il velo su una delle ultime ipocrisie del “volemose bene” all’italiana e rivela tutte le truffe nascoste dietro la parola magica “solidarietà”.

Attendi l’arcobaleno

Ha visto il suo matrimonio andare in frantumi, il suo uomo preferire una donna più giovane e ora Dana deve trovare la forza per andare avanti. La sua unica ragione di vita è il figlio Samuel. Ma il passato non fa sconti a nessuno e torna a darle il tormento: Joe, il suo ex marito, è in cerca di vendetta e vuole toglierle l’affidamento del bambino. In una posizione di potere, grazie al suo lavoro e alle sue conoscenze, farà di tutto per metterla in cattiva luce. Dana però non è disposta a rinunciare al suo bene più prezioso e non ha intenzione di arrendersi tanto facilmente. Farà tutto il necessario per proteggere il piccolo e liberarsi da quell’uomo che credeva di conoscere, perché non c’è nulla che possa fermare l’amore di una madre.
* * *
Scopri gli altri ebook della Butterfly Edizioni, ecco gli ultimi pubblicati:
* “Desiderami” di Argeta Brozi
* “Vorrei che fossi felice” di Arianna Di Giorgio
* “Fashion love – anche le commesse sognano” di Sara J. Del Consile
* “Love is… on air” di Valeria Leone
* “L’ultimo bacio” di Alessia D’Oria
* “Ti amo, stupido!” di Cristina Migliaccio
* “Regalami un sorriso” di Antonella Maggio
* “L’amore che ci manca” di Giulia Mancini
* “Una vacanza per amare ancora” di Elena Russiello
* “Dimmi che resterai” di Deborah Fedele
* “Il desiderio nascosto di te” di Sara Purpura
* “Tutta la neve del cuore” di Giovanni Novara
* “I love my girl” di Sadie Jane Baldwin
* “Attraction – io sono tua” di Rujada Atzori
* “Inavvicinabile” di Angela Castiello
* “Tentazione e tormento” di Emme X
* “Nessuno è intoccabile” di Thomas Melis
**
### Sinossi
Ha visto il suo matrimonio andare in frantumi, il suo uomo preferire una donna più giovane e ora Dana deve trovare la forza per andare avanti. La sua unica ragione di vita è il figlio Samuel. Ma il passato non fa sconti a nessuno e torna a darle il tormento: Joe, il suo ex marito, è in cerca di vendetta e vuole toglierle l’affidamento del bambino. In una posizione di potere, grazie al suo lavoro e alle sue conoscenze, farà di tutto per metterla in cattiva luce. Dana però non è disposta a rinunciare al suo bene più prezioso e non ha intenzione di arrendersi tanto facilmente. Farà tutto il necessario per proteggere il piccolo e liberarsi da quell’uomo che credeva di conoscere, perché non c’è nulla che possa fermare l’amore di una madre.
* * *
Scopri gli altri ebook della Butterfly Edizioni, ecco gli ultimi pubblicati:
* “Desiderami” di Argeta Brozi
* “Vorrei che fossi felice” di Arianna Di Giorgio
* “Fashion love – anche le commesse sognano” di Sara J. Del Consile
* “Love is… on air” di Valeria Leone
* “L’ultimo bacio” di Alessia D’Oria
* “Ti amo, stupido!” di Cristina Migliaccio
* “Regalami un sorriso” di Antonella Maggio
* “L’amore che ci manca” di Giulia Mancini
* “Una vacanza per amare ancora” di Elena Russiello
* “Dimmi che resterai” di Deborah Fedele
* “Il desiderio nascosto di te” di Sara Purpura
* “Tutta la neve del cuore” di Giovanni Novara
* “I love my girl” di Sadie Jane Baldwin
* “Attraction – io sono tua” di Rujada Atzori
* “Inavvicinabile” di Angela Castiello
* “Tentazione e tormento” di Emme X
* “Nessuno è intoccabile” di Thomas Melis

L’Atomo e le Particelle Elementari

L’Atomo e le Particelle Elementari: Dalla scienza degli antichi alle superstringhe di oggi – Manuale per studenti e ricercatori by Massimo Teodorani
Il mondo delle particelle elementari in un viaggio entusiasmante e avvincente, dove l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo si intrecciano senza sosta.Atomi che scambiano energia con la radiazione in un universo quantistico, magici legami chimici, inquietanti forze nucleari che si liberano all’improvviso, armoniose interazioni tra le particelle ultime in un universo in continua evoluzione, misteriose trasformazioni di particelle, tutto ciò non può non stupire e incuriosire chiunque sia affascinato da queste realtà e curioso di conoscere i meccanismi che regolano e tengono insieme la materia, ma che possono anche disgregarla e trasformarla.Se un tempo si riteneva che la fisica nucleare fosse una materia complessa, L’Atomo e le particelle elementari contraddice in pieno questa convinzione, grazie alla raccolta e all’esposizione di tutte le più importanti scoperte sul tema in un modo semplice e alla portata di tutti.Massimo Teodorani propone le sue ricerche con grande precisione e rigore, mostrando al contempo il lato misterioso e sorprendente della conoscenza scientifica grazie alla narrazione estremamente coinvolgente.L’autoreMassimo Teodorani, astrofisico di Cesena, ha lavorato presso gli osservatori di Bologna e Napoli occupandosi dal punto di vista osservativo-interpretativo di varie fenomenologie eruttive di tipo stellare, in particolare delle protostelle di tipo FU Orionis e di stelle Nova-like. Successivamente, al radiotelescopio di Medicina del CNR ha svolto ricerche sulla riga spettrale dell’acqua a 22 GHz in candidati pianeti extrasolari.In parallelo alla ricerca astrofisica, Teodorani ha condotto ricerche in fisica dei plasmi atmosferici con particolare interesse per il “fenomeno luminoso di Hessdalen”, dove come direttore scientifico ha svolto diverse missioni sul campo.Massimo Teodorani svolge tuttora ricerche teoriche nel campo del progetto SETI e prosegue la sua ricerca sulla fisica dei fenomeni luminosi anomali.

Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia

“Via Fani è stato il luogo del nostro destino. La Dallas italiana, le nostre Twin Towers. Nel 1978, l’anno di mezzo tra il ’68 e l’89. Tra il bianco e nero e il colore. Lo spartiacque tra diverse generazioni che cresceranno tra il prima e il dopo: il tutto della politica – gli ideali e il sangue – e il suo nulla.” Il sequestro di Aldo Moro ha segnato la fine della Repubblica dei partiti. Marco Damilano torna su quell’istante, le nove del mattino del 16 marzo 1978, in cui il presidente della De fu rapito e gli uomini della sua scorta massacrati. Fu l’inizio di un dramma nazionale e di una lunga rimozione. Un viaggio nella memoria personale e collettiva, nei luoghi, nelle correlazioni con altri protagonisti di quegli anni come Sciascia e Pasolini. Le carte personali di Moro rimaste finora inedite, le foto, i ritagli, gli scambi epistolari con politici, intellettuali, giornalisti, persone comuni. La ricostruzione della sua strategia e della sua umanità, strappata all’immagine di prigioniero delle Brigate rosse e restituita al ruolo politico di chi aveva capito meglio di tutti l’Italia, “il paese dalla passionalità intensa e dalle strutture fragili”, e la debolezza del potere. Dopo l’assassinio di Moro, il 9 maggio, al termine di 55 giorni di tragedia, sono arrivate la morte di Berlinguer, la dissoluzione della Dc, Tangentopoli e la latitanza di Craxi in Tunisia. Fino all’ultima stagione, con la politica che da orizzonte di senso per milioni di italiani si è fatta narcisismo e nichilismo, cedendo alla paura e alla rabbia. Per questo la voce di Moro parla ancora, come aveva previsto lui stesso: “lo ci sarò come un punto irriducibile di contestazione e alternativa”.
**

Atlantis Secret

The Revelation Saga Tradotto in 20 Paesi Oltre 1 milione di copie negli Stati Uniti Un grande thriller Una terribile epidemia si è diffusa sulla Terra – la Peste di Atlantide – uccidendo più di un miliardo di persone e provocando una mutazione genetica nei sopravvissuti. Gli scienziati sono riusciti a sintetizzare un farmaco, l’Orchid, che arresta i sintomi, ma non cura la peste, e gran parte dell’umanità è stata ammassata in distretti dove il farmaco viene distribuito nella speranza di trovare prima o poi una cura definitiva. Tuttavia, un’organizzazione segreta conosciuta come Immari crede che la peste selezionerà la parte migliore e più forte dell’umanità, e, in nome di questa convinzione, è disposta a contrastare la diffusione dell’Orchid e la ricerca di una cura. La dottoressa Kate Warner – accusata ingiustamente di aver diffuso la peste – e David Vale – un soldato resuscitato grazie alla tecnologia aliena –, entrambi fuggiaschi, sono alla ricerca spasmodica di una cura per la malattia mortale. A complicare le cose, la dottoressa Warner e il suo avversario, nonché capo degli Immari, Dorian Sloane, sembrano condividere ricordi del passato di Atlantide, di esseri alieni che hanno manipolato il genoma umano in ere lontane con lo scopo di servirsene in un futuro che sembra ormai sempre più prossimo. Riusciranno Kate e David a salvare la razza umana, risolvendo il mistero del nostro passato e liberando il mondo dalla peste di Atlantide? Tradotto in 20 Paesi Oltre 1 milione di copie negli Stati Uniti «Riddle ha l’immaginazione del grande scrittore, e una scrittura che affascina pagina dopo pagina» «Personaggi affascinanti, colpi di scena mozzafiato, e poi Storia, Genetica, Fantascienza… Credetemi, non riuscirete a smettere di leggere.» «Non vedo l’ora di leggere il terzo libro e di vedere la prossima serie.» «Consigliatissimo ai fan della fantascienza, dei romanzi d’avventura e dei thriller.» «Personaggi tratteggiati alla perfezione, grande storia, interessante sviluppo della trama, e davvero ben scritto.» A.G. RiddleCresciuto in Nord Carolina, da giovane ha fondato la sua prima società con gli amici d’infanzia. Dopo aver lavorato dieci anni in alcune aziende on line, negli ultimi tempi si è dedicato esclusivamente alla sua vera passione: scrivere romanzi. Attualmente vive a Parkland, in Florida. Dopo Atlantis Genesi, Atlantis Secret è il secondo volume di una serie, i cui diritti cinematografici sono stati acquistati dalla CBS.

Atlante delle crisi mondiali

La guerra siriana, la divisione tra sunniti e sciiti e il terrorismo alimentato dall’Islam radicale, l’annosa questione di Israele e della Palestina, la minaccia nucleare della Corea del Nord e la lezione della Baia dei Porci, i rapporti tra Stati Uniti e Cina, la nuova presidenza americana, il difficile cammino dell’Europa verso l’integrazione, i nuovi populismi e le migrazioni innescate dalle guerre e dalle rivoluzioni in Medio Oriente e Nordafrica, l’attivismo imperiale della Russia di Putin: sono le coordinate principali della complessa “mappa del disordine mondiale” che Sergio Romano disegna nelle pagine di questo libro. “Ogni crisi internazionale ha la sua logica e la sua razionalità o, se preferite, la sua assurdità” scrive in apertura alla prefazione, e, con l’acutezza di osservazione a cui ci ha abituato nei suoi articoli, saggi e libri, ci guida alla scoperta dei “fattori che contribuiscono a rendere la società internazionale sempre più litigiosa e insicura”. È una lettura del presente – alla luce del passato e aperta sul futuro – non condizionata dalle ideologie, che permette di interpretare la Storia al di là dei luoghi comuni e di ogni vulgata, e ricca dell’esperienza diretta di chi ha vissuto in prima persona, da diplomatico, molti importanti eventi internazionali. Non a caso, l’Atlante delle crisi mondiali si conclude con una pagina di ricordi, in cui Romano spiega com’è diventato un “patriota europeo”. La sua è un’Europa che, come aveva indicato de Gaulle, non deve includere per forza gli Stati Uniti e la Gran Bretagna: “La politica di coloro che hanno veramente a cuore l’unità dell’Europa dovrebbe essere simile a quella dei Paesi che negli anni della Guerra fredda scelsero per se stessi il ‘non impegno’. Potremo allora fare della Russia il nostro principale partner economico e parlare di una Europa ‘dall’Atlantico agli Urali'”.
**
### Sinossi
La guerra siriana, la divisione tra sunniti e sciiti e il terrorismo alimentato dall’Islam radicale, l’annosa questione di Israele e della Palestina, la minaccia nucleare della Corea del Nord e la lezione della Baia dei Porci, i rapporti tra Stati Uniti e Cina, la nuova presidenza americana, il difficile cammino dell’Europa verso l’integrazione, i nuovi populismi e le migrazioni innescate dalle guerre e dalle rivoluzioni in Medio Oriente e Nordafrica, l’attivismo imperiale della Russia di Putin: sono le coordinate principali della complessa “mappa del disordine mondiale” che Sergio Romano disegna nelle pagine di questo libro. “Ogni crisi internazionale ha la sua logica e la sua razionalità o, se preferite, la sua assurdità” scrive in apertura alla prefazione, e, con l’acutezza di osservazione a cui ci ha abituato nei suoi articoli, saggi e libri, ci guida alla scoperta dei “fattori che contribuiscono a rendere la società internazionale sempre più litigiosa e insicura”. È una lettura del presente – alla luce del passato e aperta sul futuro – non condizionata dalle ideologie, che permette di interpretare la Storia al di là dei luoghi comuni e di ogni vulgata, e ricca dell’esperienza diretta di chi ha vissuto in prima persona, da diplomatico, molti importanti eventi internazionali. Non a caso, l’Atlante delle crisi mondiali si conclude con una pagina di ricordi, in cui Romano spiega com’è diventato un “patriota europeo”. La sua è un’Europa che, come aveva indicato de Gaulle, non deve includere per forza gli Stati Uniti e la Gran Bretagna: “La politica di coloro che hanno veramente a cuore l’unità dell’Europa dovrebbe essere simile a quella dei Paesi che negli anni della Guerra fredda scelsero per se stessi il ‘non impegno’. Potremo allora fare della Russia il nostro principale partner economico e parlare di una Europa ‘dall’Atlantico agli Urali'”.

L’Atlante dell’Invisibile

Ismaele, Dino e Sofia hanno quarantadue anni in tre quando nel 1989, in una sera di fine estate, rapiscono la luna in segno di protesta.

Vivono a Santa Giustina, un lontanissimo paese fatto di baite di legno ai piedi delle Dolomiti che sta per essere sommerso da un lago artificiale, portandosi dietro tutti i loro ricordi, le gare con le lumache, il prato del castagno, i primi baci.

Il progetto della diga risale al 1946. Ai tempi, gli abitanti di Santa Giustina non accettarono di abbandonare le loro case per trasferirsi al ”paese nuovo” e rinunciarono ai benefici promessi nel caso di una resa immediata. Si avvicina però il momento dell’esproprio definitivo.

Proprio negli anni Quaranta si sono conosciuti Elio e Teresa, e precisamente il 19 marzo 1946, in un bar Sport gremito di una folla accalcata per seguire la cronaca radiofonica della prima Milano-Sanremo del dopoguerra.

Senza essersi mai visti né incontrati, Elio e Teresa – ormai anziani e da sempre innamorati l’uno dell’altra e del loro paese vicino a Milano – e i quattordicenni Dino, Ismaele e Sofia sono tormentati dalle stesse domande: ”dove vanno a finire le cose infinite?”, ”dove si nascondono l’infanzia, l’amore o il dolore quando di colpo svaniscono?”.

E se Elio, per rispondere, costruisce mappamondi dalle geografie tutte inventate e sbagliate – descrivendo così la terra magica dove abita l’invisibile e costringendo Teresa a correggere tutto con puntiglioso realismo -, i bimbi di Santa Giustina via via che crescono si allenano a non smettere di scorgere l’invisibile tra le pieghe del reale e a conservarlo a modo loro, in una sorta di gioco segreto.

In una danza fatta di immaginazione, ricordo ed elaborazione del lutto, Teresa incontrerà i bambini diventati adulti nella notte più incredibile delle loro vite: quella durante la quale, per pochi istanti di eternità, riemergerà il paese sommerso di Santa Giustina. E con lui l’amore, il dolore, l’infanzia e tutta la meraviglia che si nasconde nell’invisibile.

In uno stile romantico e inimitabile, capace di portare in poche pagine il lettore dal riso alla commozione più profonda, Alessandro Barbaglia con questo suo secondo romanzo regala a chi lo legge un gioiello che raggiunge straordinarie vette di intensità e poesia.

(source: Bol.com)

Un’assistente molto personale

Melania si è stancata del continuo flirtare del suo capo. Jake, infatti, non perde occasione per stuzzicarla e tra loro è nata una sorta di tacita sfida a chi riuscirà a sedurre l’altro per primo. Melania è decisa a non perdere e a dimostrargli, una volta per tutte, quali sono le sue vere doti.
(source: Bol.com)

L’assistente ideale

Diciamoci la verità, Adel Simon è una persona normale. Drammaticamente normale. In più detesta la sua vita, detesta essere quello che è e detesta il suo lavoro a Lione. Allora perché parlare di Adel? Perché per una volta e per puro caso le viene permesso di vivere per qualche giorno la vita che in realtà vorrebbe e di essere non più la semplice correttrice di bozze della Seine Rouge, ma un’avvenente escort dallo scintillante guardaroba estivo. Antoine Morel è stato chiaro: per tre giorni dovrà essere impeccabile, l’assistente ideale. E dovrà seguire il famosissimo Kilian Lefevre come se fosse un’ombra, questo almeno fin quando non riusciranno a fargli firmare un contratto per la collana Suggestive. Cosa sperare di più? E’ un sogno, ma c’è un però. Già. Un però davvero insopportabile che si chiama Philippe, costretto a seguirla per impedirle di combinare un pasticcio dopo l’altro. E allora che succede? Be’, potreste leggerlo, no? Oppure, se non vi va, so che è uscito l’ultimo della Kleypas. E la Kleypas non tradisce mai! =)
No, scherzi a parte, ci terrei a fare una piccola premessa.
IMPORTANTE IMPORTANTE LEGGERE ATTENTAMENTE CHE POI DITE MA NON LO SAPEVO!
Di norma, nelle sinossi si parla in terza persona. L’autore. Il romanzo. Cose così. Ma io sono solo io e dato che alla tastiera ci sono proprio io, mi fa un po’ senso parlare di me come se a scrivere in questo momento fosse un altro.
Prima considerazione tra tutte, vorrei approfittare di queste poche righe per ringraziare tutti coloro che mi leggono, che mi hanno letta, che mi leggeranno mai e che non conosco. Ci penso tante di quelle volte, non so mai come fare, perché non potete neanche immaginare quanto siate stati importanti per me e per cose molto più serie di una classifica, di una vendita in più. E questa era la prima premessa. Seconda. Questo libro non è recente, in realtà è il primo romanzo rosa che abbia mai scritto. E lo so già da me che c’è differenza tra questo e ciò che scrivo adesso. Sono cresciuta un po’, per fortuna, in gran parte è per merito dei vostri commenti, in parte per chi mi ha seguita fino a oggi e un po’ anche per il mio impegno. Quindi se notate delle differenze, anche se ho fatto il possibile perché fosse all’altezza, vi chiedo scusa già da ora, ma questo è un pezzettino del mio passato che mi è tornato tra le mani e l’alternativa era di chiuderlo nel mio computer. Sì, potevo farlo, ma… Non so, non me la sono sentita. Forse perché è solo merito suo se oggi sono qui. E’ stato il mio primo passo. Quindi nulla, se vi andrà di leggerlo a prescindere, grazie di cuore. E se così non fosse non fa nulla, ci rincontreremo forse altrove, magari in un altro momento.
Ma anche non dovessimo incontrarci mai, nel frattempo vi saluto, e vi auguro buona lettura, qualsiasi sia la copertina, qualsiasi sia il libro, qualsiasi sia l’autore.
Con affetto
Cecile Bertod
**
### Sinossi
Diciamoci la verità, Adel Simon è una persona normale. Drammaticamente normale. In più detesta la sua vita, detesta essere quello che è e detesta il suo lavoro a Lione. Allora perché parlare di Adel? Perché per una volta e per puro caso le viene permesso di vivere per qualche giorno la vita che in realtà vorrebbe e di essere non più la semplice correttrice di bozze della Seine Rouge, ma un’avvenente escort dallo scintillante guardaroba estivo. Antoine Morel è stato chiaro: per tre giorni dovrà essere impeccabile, l’assistente ideale. E dovrà seguire il famosissimo Kilian Lefevre come se fosse un’ombra, questo almeno fin quando non riusciranno a fargli firmare un contratto per la collana Suggestive. Cosa sperare di più? E’ un sogno, ma c’è un però. Già. Un però davvero insopportabile che si chiama Philippe, costretto a seguirla per impedirle di combinare un pasticcio dopo l’altro. E allora che succede? Be’, potreste leggerlo, no? Oppure, se non vi va, so che è uscito l’ultimo della Kleypas. E la Kleypas non tradisce mai! =)
No, scherzi a parte, ci terrei a fare una piccola premessa.
IMPORTANTE IMPORTANTE LEGGERE ATTENTAMENTE CHE POI DITE MA NON LO SAPEVO!
Di norma, nelle sinossi si parla in terza persona. L’autore. Il romanzo. Cose così. Ma io sono solo io e dato che alla tastiera ci sono proprio io, mi fa un po’ senso parlare di me come se a scrivere in questo momento fosse un altro.
Prima considerazione tra tutte, vorrei approfittare di queste poche righe per ringraziare tutti coloro che mi leggono, che mi hanno letta, che mi leggeranno mai e che non conosco. Ci penso tante di quelle volte, non so mai come fare, perché non potete neanche immaginare quanto siate stati importanti per me e per cose molto più serie di una classifica, di una vendita in più. E questa era la prima premessa. Seconda. Questo libro non è recente, in realtà è il primo romanzo rosa che abbia mai scritto. E lo so già da me che c’è differenza tra questo e ciò che scrivo adesso. Sono cresciuta un po’, per fortuna, in gran parte è per merito dei vostri commenti, in parte per chi mi ha seguita fino a oggi e un po’ anche per il mio impegno. Quindi se notate delle differenze, anche se ho fatto il possibile perché fosse all’altezza, vi chiedo scusa già da ora, ma questo è un pezzettino del mio passato che mi è tornato tra le mani e l’alternativa era di chiuderlo nel mio computer. Sì, potevo farlo, ma… Non so, non me la sono sentita. Forse perché è solo merito suo se oggi sono qui. E’ stato il mio primo passo. Quindi nulla, se vi andrà di leggerlo a prescindere, grazie di cuore. E se così non fosse non fa nulla, ci rincontreremo forse altrove, magari in un altro momento.
Ma anche non dovessimo incontrarci mai, nel frattempo vi saluto, e vi auguro buona lettura, qualsiasi sia la copertina, qualsiasi sia il libro, qualsiasi sia l’autore.
Con affetto
Cecile Bertod

L’ assistente Ideale

Diciamoci la verità, Adel Simon è una persona normale. Drammaticamente normale. In più detesta la sua vita, detesta essere quello che è e detesta il suo lavoro a Lione. Allora perché parlare di Adel? Perché per una volta e per puro caso le viene permesso di vivere per qualche giorno la vita che in realtà vorrebbe e di essere non più la semplice correttrice di bozze della Seine Rouge, ma un’avvenente escort dallo scintillante guardaroba estivo. Antoine Morel è stato chiaro: per tre giorni dovrà essere impeccabile, l’assistente ideale. E dovrà seguire il famosissimo Kilian Lefevre come se fosse un’ombra, questo almeno fin quando non riusciranno a fargli firmare un contratto per la collana Suggestive. Cosa sperare di più? E’ un sogno, ma c’è un però. Già. Un però davvero insopportabile che si chiama Philippe, costretto a seguirla per impedirle di combinare un pasticcio dopo l’altro. E allora che succede? Be’, potreste leggerlo, no? Oppure, se non vi va, so che è uscito l’ultimo della Kleypas. E la Kleypas non tradisce mai! =) No, scherzi a parte, ci terrei a fare una piccola premessa. IMPORTANTE IMPORTANTE LEGGERE ATTENTAMENTE CHE POI DITE MA NON LO SAPEVO! Di norma, nelle sinossi si parla in terza persona. L’autore. Il romanzo. Cose così. Ma io sono solo io e dato che alla tastiera ci sono proprio io, mi fa un po’ senso parlare di me come se a scrivere in questo momento fosse un altro. Prima considerazione tra tutte, vorrei approfittare di queste poche righe per ringraziare tutti coloro che mi leggono, che mi hanno letta, che mi leggeranno mai e che non conosco. Ci penso tante di quelle volte, non so mai come fare, perché non potete neanche immaginare quanto siate stati importanti per me e per cose molto più serie di una classifica, di una vendita in più. E questa era la prima premessa. Seconda. Questo libro non è recente, in realtà è il primo romanzo rosa che abbia mai scritto. E lo so già da me che c’è differenza tra questo e ciò che scrivo adesso. Sono cresciuta un po’, per fortuna, in gran parte è per merito dei vostri commenti, in parte per chi mi ha seguita fino a oggi e un po’ anche per il mio impegno. Quindi se notate delle differenze, anche se ho fatto il possibile perché fosse all’altezza, vi chiedo scusa già da ora, ma questo è un pezzettino del mio passato che mi è tornato tra le mani e l’alternativa era di chiuderlo nel mio computer. Sì, potevo farlo, ma… Non so, non me la sono sentita. Forse perché è solo merito suo se oggi sono qui. E’ stato il mio primo passo. Quindi nulla, se vi andrà di leggerlo a prescindere, grazie di cuore. E se così non fosse non fa nulla, ci rincontreremo forse altrove, magari in un altro momento. Ma anche non dovessimo incontrarci mai, nel frattempo vi saluto, e vi auguro buona lettura, qualsiasi sia la copertina, qualsiasi sia il libro, qualsiasi sia l’autore. Con affetto Cecile Bertod