53009–53024 di 66541 risultati

Quella piccola libreria in fondo alla strada

**Vincitore del concorso Ilmioesordio
L’amore nasce tra le pagine di un libro**
Elise vive a Mills, una cittadina inglese non particolarmente eccitante. Sfugge alla noia e alla solitudine curando con passione i fiori del suo giardino e lavorando in una libreria. La sua vita cambia all’improvviso quando incrocia Sefron Wyler, il nuovo vicino, schivo e taciturno. Basta uno sguardo, infatti, perché Elise e Sefron si riconoscano come simili. Avvicinarsi non sarà facile, ma ad aiutarli ci penserà un vecchio diario che Elise ha trovato per caso nella sua stanza: leggendo quelle pagine i due ragazzi rivivranno le vicende di un amore bellissimo, sbocciato cinquant’anni prima all’ombra degli stessi alberi che ora separano le loro case. Un amore non fortunato, segnato da un destino infelice. È possibile che la storia di quei due amanti si ripeta? Nonostante il sentimento che sta nascendo tra Elise e Sefron, su di loro aleggia infatti lo spettro di un segreto. Un segreto che Sefron custodisce e che lo tormenta, che ha interrotto la sua brillante carriera di violinista. L’amore inaspettato che è sbocciato fra loro riuscirà a liberare Elise e Sefron da un passato scomodo e doloroso?
**Le pagine ingiallite di un diario che racconta un amore lontano accompagnano la nascita di una storia delicata e struggente, capace di vincere segreti e dolore**
«È davvero emozionante leggere di un amore che risorge o che forse non è mai tramontato. Un susseguirsi di vicende che travolge il lettore e lo spinge verso la pagina successiva.»
«La narrazione è curata, lo stile fluido e coinvolgente. Di sicuro una storia che incuriosisce e spinge a leggere fino all’ultima pagina.»
**Camilla D’Amore**
Vive in una piccola città della Campania. Ha frequentato il liceo artistico e poi l’Accademia di Belle Arti a Napoli. Ama leggere storie complicate, guardare serie TV, scrivere all’alba in compagnia di una tazza di caffè e dei buoni biscotti e gironzolare nelle librerie per vivere altre vite.
**
### Sinossi
**Vincitore del concorso Ilmioesordio
L’amore nasce tra le pagine di un libro**
Elise vive a Mills, una cittadina inglese non particolarmente eccitante. Sfugge alla noia e alla solitudine curando con passione i fiori del suo giardino e lavorando in una libreria. La sua vita cambia all’improvviso quando incrocia Sefron Wyler, il nuovo vicino, schivo e taciturno. Basta uno sguardo, infatti, perché Elise e Sefron si riconoscano come simili. Avvicinarsi non sarà facile, ma ad aiutarli ci penserà un vecchio diario che Elise ha trovato per caso nella sua stanza: leggendo quelle pagine i due ragazzi rivivranno le vicende di un amore bellissimo, sbocciato cinquant’anni prima all’ombra degli stessi alberi che ora separano le loro case. Un amore non fortunato, segnato da un destino infelice. È possibile che la storia di quei due amanti si ripeta? Nonostante il sentimento che sta nascendo tra Elise e Sefron, su di loro aleggia infatti lo spettro di un segreto. Un segreto che Sefron custodisce e che lo tormenta, che ha interrotto la sua brillante carriera di violinista. L’amore inaspettato che è sbocciato fra loro riuscirà a liberare Elise e Sefron da un passato scomodo e doloroso?
**Le pagine ingiallite di un diario che racconta un amore lontano accompagnano la nascita di una storia delicata e struggente, capace di vincere segreti e dolore**
«È davvero emozionante leggere di un amore che risorge o che forse non è mai tramontato. Un susseguirsi di vicende che travolge il lettore e lo spinge verso la pagina successiva.»
«La narrazione è curata, lo stile fluido e coinvolgente. Di sicuro una storia che incuriosisce e spinge a leggere fino all’ultima pagina.»
**Camilla D’Amore**
Vive in una piccola città della Campania. Ha frequentato il liceo artistico e poi l’Accademia di Belle Arti a Napoli. Ama leggere storie complicate, guardare serie TV, scrivere all’alba in compagnia di una tazza di caffè e dei buoni biscotti e gironzolare nelle librerie per vivere altre vite.

Quella brava ragazza. La serie omicidi a Stoccolma

Proveniva da una buona famiglia, aveva frequentato le migliori scuole del paese ed era fidanzata da anni con lo stesso uomo. Cathrine Haldeman-Spegel era la tipica brava ragazza e viveva nel quartiere più elegante e tranquillo di Stoccolma. Eppure è stata brutalmente assassinata. Il caso viene affidato al commissario Axel Hake. Non bello ma attraente, poco loquace ma d’intelligenza fine e sempre in compagnia dell’inseparabile bastone a causa di una vecchia ferita al ginocchio, Hake ha seguito numerosi omicidi, ma rimane subito molto colpito dalla morte di Cathrine. Chi può provare una passione tanto violenta per una ragazza all’apparenza così quadrata e ordinaria? Chi si nasconde tra i palazzi del ricco quartiere di Östermalm, spiando i suoi ignari abitanti? Come se le indagini non fossero già abbastanza complicate, anche la vita privata del commissario attraversa una fase molto delicata. Hanna, la compagna da cui ha avuto una bambina ma con cui non convive per esplicita scelta della donna, lo evita e gli mente, pur continuando ad assicurargli il suo amore, e inoltre le frequentazioni della sorella Julia, un’eccentrica veterinaria che vive nei boschi fuori dalla capitale, sono causa di non poche preoccupazioni. Hake e la sua squadra entrano in contatto con persone dalle vite molto diverse dalle loro, persone abituate a fare sempre di testa propria e pronte a tutto pur di coprirsi le spalle con la polizia. Finché la paura di altre morti inizia a scalfire quell’ostinato muro di silenzio…

Quel maledetto giorno di Carnevale

Il cadavere di una giovane donna, sposata a un Procuratore del Re, viene scoperto in una garçonniere nei pressi di piazza Vittorio Veneto. L’uomo condannato per l’omicidio, a due anni dalla sentenza, chiede al commissario Andrea Martini di riaprire il suo caso. Martini indaga in quel mondo torinese, regno dell’eleganza e del lusso, tra ricche signore, stilisti, bellissime modelle e sartine. Deve tornare indietro nel tempo, al giorno del delitto, un giorno di carnevale con la sfilata dei carri allegorici in via Po.

Quel fantastico giovedì (I grandi tascabili Vol. 1256) (Italian Edition)

**John Steinbeck torna nei luoghi di *Vicolo Cannery* per raccontare il mondo allegro di barboni, ubriachi e prostitute che anima le strade di Monterey, California, subito dopo la seconda guerra mondiale. Nel ritratto potente di una scanzonata provincia americana, Steinbeck intesse da maestro una vicenda universale, la ricerca della normalità dopo il trauma della guerra, la voglia di vivere “quel fantastico giovedì” in cui nulla di male può accadere.**
La città saluta con euforia il ritorno del biologo Doc dal fronte, ma i suoi occhi hanno perso la leggerezza del passato, la sua generosità verso gli altri nasconde ora una tristezza da cui cerca di fuggire dedicandosi ai propri studi. Intorno a lui, personaggi vecchi e nuovi si rincorrono tra amori, risate e lacrime: Fauna, la proprietaria del bordello, Hazel, che si esercita da Presidente, e soprattutto la giovane e testarda Susy, che si troverà sospinta tra le braccia di Doc con il difficile compito di fargli tornare il sorriso.
**

Quel che succede da Joe

La promessa del lavoro dei suoi sogni spinge Murphy a trasferirsi in Florida, ma al suo arrivo lo aspetta un brusco risveglio: il progetto è sospeso. Si trova perciò davanti a un bivio: tornarsene in Michigan con la coda tra le gambe o restare per trovare un altro lavoro? Le sue prospettive sembrano migliorare quando entra in un bar e scopre che il proprietario sta cercando qualcuno per ristrutturare l’appartamento al piano superiore. Accetta con gioia l’incarico, per rendersi conto solo in un secondo momento che ha già conosciuto Joe Sterling, il proprietario di Kaffeinate: la prima sera in città lo ha rimorchiato in un club.

Murphy e Joe sono entrambi orgogliosi, passionali e schietti. Nessuno dei due è alla ricerca di una relazione, sebbene non possano negare che le loro personalità si sposino come caffè e ciambelle. Il loro rapporto si incrina quando Joe scopre che Murphy è stato assunto dalla società che ritiene stia cercando di danneggiare le imprese del quartiere e l’ambiente. Finché Murphy continua a lavorare per loro, Joe non vuole avere nulla a che fare con lui, mettendo così a rischio la speranza di un inaspettato lieto fine.

(source: Bol.com)

Quel certo non so che

John e Ava. Lui è un ricco uomo d’affari partito dai bassifondi, lei una donna affascinante dell’alta società che ha conosciuto la povertà e la decadenza. John è segretamente attratto da Ava. Ava è innamorata di John ma non osa dichiararsi, non può essere all’altezza di un uomo di successo come lui. In una New York da sogno, una splendida storia d’amore fra due esseri uguali e diversi, entrambi dotati di Quel certo non so che che distingue la bellezza fine a se stessa dal fascino irresistibile. Un romanzo dolce e sensuale, carico di atmosfere uniche, opera di una delle scrittrici più famose del genere rosa: Elinor Glyn

(source: Bol.com)

Quattro Secondi

Franco, scrittore che ama non sprecare tempo, decide di mettere da parte il suo ultimo romanzo per iniziare a scrivere poesie d

I quattro giusti

Primo romanzo di Edgar Wallace, “I quattro giusti” (1905) fu ceduto dall’autore a un editore londinese per sole settantacinque sterline. Né Wallace né l’editore avrebbero potuto immaginare un successo tanto fulminante: il libro andò a ruba, dando avvio all’incredibile carriera di Wallace, autore di oltre cento romanzi e uno degli scrittori più venduti nella storia dell’editoria. I “quattro giusti” in realtà sono solo tre, integrati in questa loro prima avventura da un “tecnico” reclutato tra la malavita spagnola per portare a termine l’impresa di uccidere di Sir Philip Ramon, ministro degli Esteri di Sua Maestà Britannica, se questi si ostinerà a fare approvare una legge che consenta l’estradizione degli stranieri rifugiatisi in Inghilterra per motivi politici. I “Giusti” non sono nuovi a questo tipo di interventi: convinti che la giustizia si muova troppo lentamente e fra troppi compromessi, i tre, gentiluomini di diverse nazionalità, viaggiano per il mondo per por fine a loro modo a ingiustizie pubbliche e private. Il successo strepitoso de “I quattro giusti” non è stato un caso: già in questo primo romanzo si dispiegano completamente tutte le caratteristiche di Edgar Wallace. In primo luogo l’intelligenza e l’ironia che fanno dello scrittore inglese un acuto osservatore della società del suo tempo. E naturalmente, la costruzione e l’intreccio della trama, perfetti e fantasiosi come si conviene a un maestro del thriller.

Quattro giorni dopo

«*Preparatevi a salpare per una crociera da incubi*».
**Stephen King**
«*Sarah Lotz è una scrittrice inimitabile nel controllare la tensione che cresce inesorabile capitolo dopo capitolo, avviluppando il lettore. Un romanzo coinvolgente,oscuro e originale*».
**The Guardian**
«*Se al timone c’è Sarah Lotz, non vedo l’ora di imbarcarmi sulla prossima diabolica crociera!*»
**The New York Times**
Due anziane vedove, un medico, un blogger spregiudicato, un ex poliziotto, una giovane steward, un marito infedele: ognuno di loro nasconde segreti oscuri. E la verità verrà a galla quando saranno messi di fronte all’impossibile…
Ai tremila passeggeri della *Beautiful Dreamer*, partiti da tre giorni per una crociera nel mar dei Caraibi, sembra davvero di vivere un sogno. Il quarto giorno, però, i motori all’improvviso smettono di funzionare, così come tutti i sistemi di comunicazione. Alla deriva in mezzo all’oceano, con le scorte di cibo e acqua che iniziano a scarseggiare e senza nessuna traccia di una missione di salvataggio, la situazione sembra volgere al peggio. Eppure non è finita. Una donna viene infatti trovata morta nella sua cabina e diverse persone lamentano i primi sintomi di una strana malattia. L’equipaggio cerca di mantenere la calma, tuttavia sempre più passeggeri vengono presi dal panico, mentre qualcuno arriva addirittura a ipotizzare che non ci sia niente di casuale in quell’avaria. Ma chi avrebbe potuto sabotare la nave? E per quale motivo, poi? Una sola cosa è certa: più passa il tempo, più nella mente di tutti si insinua il dubbio che qualcuno – o qualcosa – stia tramando nell’ombra perché nessuno esca vivo di lì…
**
### Sinossi
«*Preparatevi a salpare per una crociera da incubi*».
**Stephen King**
«*Sarah Lotz è una scrittrice inimitabile nel controllare la tensione che cresce inesorabile capitolo dopo capitolo, avviluppando il lettore. Un romanzo coinvolgente,oscuro e originale*».
**The Guardian**
«*Se al timone c’è Sarah Lotz, non vedo l’ora di imbarcarmi sulla prossima diabolica crociera!*»
**The New York Times**
Due anziane vedove, un medico, un blogger spregiudicato, un ex poliziotto, una giovane steward, un marito infedele: ognuno di loro nasconde segreti oscuri. E la verità verrà a galla quando saranno messi di fronte all’impossibile…
Ai tremila passeggeri della *Beautiful Dreamer*, partiti da tre giorni per una crociera nel mar dei Caraibi, sembra davvero di vivere un sogno. Il quarto giorno, però, i motori all’improvviso smettono di funzionare, così come tutti i sistemi di comunicazione. Alla deriva in mezzo all’oceano, con le scorte di cibo e acqua che iniziano a scarseggiare e senza nessuna traccia di una missione di salvataggio, la situazione sembra volgere al peggio. Eppure non è finita. Una donna viene infatti trovata morta nella sua cabina e diverse persone lamentano i primi sintomi di una strana malattia. L’equipaggio cerca di mantenere la calma, tuttavia sempre più passeggeri vengono presi dal panico, mentre qualcuno arriva addirittura a ipotizzare che non ci sia niente di casuale in quell’avaria. Ma chi avrebbe potuto sabotare la nave? E per quale motivo, poi? Una sola cosa è certa: più passa il tempo, più nella mente di tutti si insinua il dubbio che qualcuno – o qualcosa – stia tramando nell’ombra perché nessuno esca vivo di lì…

I Quattro Enigmi Degli Eretici

**Il thriller più geniale dell’anno
Profezie, cospirazioni e delitti nella cupa Roma del tardo Medioevo
Autunno 1342.**
Roma è macchiata da un crimine abominevole. Un cavaliere cinto da una corona con dieci corna uccide un neonato per impedire l’avverarsi di un’inquietante profezia. Il piccolo sembra essere colui che un giorno erediterà uno specchio che porterà sciagure nel mondo. Cinque anni dopo, il giorno di Pentecoste, il tribuno romano Cola di Rienzo esce di prigione con l’intenzione di realizzare una predizione ricevuta in sogno, ma il suo destino si incrocia con un messaggio che giunge dal passato e lo incita a mettersi alla ricerca di uno specchio occulto, lo *Speculum in Aenigmate*. Si tratta di un manufatto realizzato con la pietra incastonata nella corona di Lucifero, prima della caduta, capace di stravolgere le sorti dell’umanità. La sua non è una ricerca solitaria: da secoli due sette cercano di entrarne in possesso ed entrambe tramano alle spalle di Cola per manovrarlo. Cosa sono disposti a fare coloro che cospirano per impossessarsi dell’oscuro oggetto della profezia?
**Una profezia che non deve avverarsi
Un uomo determinato e visionario
Due sette in lotta tra loro da secoli**
«Sì, sì, sei proprio bravo, Armando Comi.»
**Pier Francesco Gasparetto, La Stampa**
«Armando Comi galoppa attraverso i secoli bui.»
**Valerio Massimo Manfredi**
**Armando Comi**
È nato a Catanzaro nel 1978. Laureato in Filosofia e Dottore di ricerca in Storia della Filosofia, si è occupato di millenarismo, profetismo e simbologia. Ha pubblicato diversi saggi relativi a movimenti ereticali e simboli profetici. È stato lessicografo occupandosi di voci religiose, filosofiche e storiche ed è autore di diverse sceneggiature.* I quattro enigmi degli eretici* è il suo primo romanzo storico, dedicato alla controversa storia di Cola di Rienzo.
**
### Sinossi
**Il thriller più geniale dell’anno
Profezie, cospirazioni e delitti nella cupa Roma del tardo Medioevo
Autunno 1342.**
Roma è macchiata da un crimine abominevole. Un cavaliere cinto da una corona con dieci corna uccide un neonato per impedire l’avverarsi di un’inquietante profezia. Il piccolo sembra essere colui che un giorno erediterà uno specchio che porterà sciagure nel mondo. Cinque anni dopo, il giorno di Pentecoste, il tribuno romano Cola di Rienzo esce di prigione con l’intenzione di realizzare una predizione ricevuta in sogno, ma il suo destino si incrocia con un messaggio che giunge dal passato e lo incita a mettersi alla ricerca di uno specchio occulto, lo *Speculum in Aenigmate*. Si tratta di un manufatto realizzato con la pietra incastonata nella corona di Lucifero, prima della caduta, capace di stravolgere le sorti dell’umanità. La sua non è una ricerca solitaria: da secoli due sette cercano di entrarne in possesso ed entrambe tramano alle spalle di Cola per manovrarlo. Cosa sono disposti a fare coloro che cospirano per impossessarsi dell’oscuro oggetto della profezia?
**Una profezia che non deve avverarsi
Un uomo determinato e visionario
Due sette in lotta tra loro da secoli**
«Sì, sì, sei proprio bravo, Armando Comi.»
**Pier Francesco Gasparetto, La Stampa**
«Armando Comi galoppa attraverso i secoli bui.»
**Valerio Massimo Manfredi**
**Armando Comi**
È nato a Catanzaro nel 1978. Laureato in Filosofia e Dottore di ricerca in Storia della Filosofia, si è occupato di millenarismo, profetismo e simbologia. Ha pubblicato diversi saggi relativi a movimenti ereticali e simboli profetici. È stato lessicografo occupandosi di voci religiose, filosofiche e storiche ed è autore di diverse sceneggiature.* I quattro enigmi degli eretici* è il suo primo romanzo storico, dedicato alla controversa storia di Cola di Rienzo.

I quattro canti di Palermo (Narratori italiani)

Primi anni Ottanta. Un giovane cronista di “nera” cerca di sopravvivere nella Palermo della mattanza mafiosa utilizzando le sole armi che ha a disposizione: l’amore e il sesso. Le sue giornate sono in equilibrio tra sangue pubblico – delitti, indagini, scoop – e sentimenti privati – conquiste rapinose, notti di musica, letture. Intorno a lui si dipanano quattro storie crudeli che lo condurranno ai confini di un mondo fatto di violenza, speranze frustrate, illusioni: un mafioso che non vuole diventare killer; una modella impreparata all’urto della vita; un padre immerso nell’odio; una figlia in cerca del proprio onore. Quattro storie che agli occhi del protagonista, “occhi di sonno” per via delle tanti notti perse, diventano “canti” di una città disperata e seducente, dove si combatte una battaglia antica di buona e mala carne. Nello sguardo del narratore c’è l’innocenza di una generazione cresciuta, suo malgrado, durante una guerra, ma che continua a vivere il sogno di una vita libera.
**
### Sinossi
Primi anni Ottanta. Un giovane cronista di “nera” cerca di sopravvivere nella Palermo della mattanza mafiosa utilizzando le sole armi che ha a disposizione: l’amore e il sesso. Le sue giornate sono in equilibrio tra sangue pubblico – delitti, indagini, scoop – e sentimenti privati – conquiste rapinose, notti di musica, letture. Intorno a lui si dipanano quattro storie crudeli che lo condurranno ai confini di un mondo fatto di violenza, speranze frustrate, illusioni: un mafioso che non vuole diventare killer; una modella impreparata all’urto della vita; un padre immerso nell’odio; una figlia in cerca del proprio onore. Quattro storie che agli occhi del protagonista, “occhi di sonno” per via delle tanti notti perse, diventano “canti” di una città disperata e seducente, dove si combatte una battaglia antica di buona e mala carne. Nello sguardo del narratore c’è l’innocenza di una generazione cresciuta, suo malgrado, durante una guerra, ma che continua a vivere il sogno di una vita libera.

I quattro cadaveri: Mary Lester indaga a Douarnenez

È carnevale e le strade della piccola località di Douarnenez sono popolate da maschere di ogni sorta. Mentre il commissario Colin si prepara come ogni anno a godersi la festa, il cadavere di una persona anziana viene rinvenuto in una mansarda. Causa del decesso: iI freddo assassino dell’inverno bretone. Ma se nella stessa stanza i morti sono quattro forse è necessario indagare e chi meglio della piccola Mary Lester può fare luce su un caso così complicato? Ancora una volta il giovane ispettore, che nelle precedenti avventure si è imbattuta in cIochard, cacciatori, marinai e gioiellieri, cercherà di scoprire chi, nel mezzo di quel baccanale festoso e inquietante, porta la maschera della morte.

Un quartiere tranquillo

Un quartiere tranquillo by Caroline Eriksson
**Quali segreti si nascondono dietro la porta accanto?**
Un matrimonio naufragato alle spalle, le aspettative dei fan, le richieste pressanti del suo editore: da quasi due anni Elena, un’affermata scrittrice, si sente prigioniera di un circolo vizioso, in guerra col demone della pagina bianca e senza nemmeno un’idea per il suo prossimo romanzo. Neanche trasferirsi in una deliziosa villetta a schiera in un quartiere tranquillo è servito ad alleggerire la pressione e a farle tornare l’ispirazione. Anzi, Elena si sente sempre più sola e vuota. Rispetto alla sua, le vite degli altri le appaiono molto più interessanti… Perfino quella degli Storm, la noiosa, prevedibile famiglia che abita nella casa accanto alla sua. Ma poi, osservandoli ogni giorno con maggiore attenzione, Elena nota alcuni dettagli stonati e il suo intuito, allenato a scandagliare le profondità dell’animo umano, le suggerisce che il brillante avvocato Filip e la moglie Veronica non sono affiatati e innocenti come vorrebbero far credere all’esterno. Incuriosita, Elena inizia a spiarli e a seguirli anche al lavoro, e le loro vicende quotidiane diventano la fonte d’ispirazione per il suo nuovo romanzo, i loro segreti i suoi colpi di scena. Fino a quando il confine tra realtà e fantasia non diventerà un velo impalpabile ed Elena non si convincerà di essere l’unica in grado di fermare una catena d’eventi che presto sfocerà in una catastrofe…

La quarta scimmia

Da cinque anni l’assassino delle quattro scimmie terrorizza Chicago. Sette cadaveri, tutte giovani donne, di età compresa tra i 17 e i 30 anni. La polizia ha messo in piedi una task force per fermare la mano del killer, ma non è mai riuscita a rintracciare la sua identità. Tutto quello che gli investigatori sanno è che le vittime non sono scelte a caso: le ragazze pagano con la tortura e con la morte le colpe e i reati commessi dai genitori. La svolta arriva sul luogo di un incidente: un uomo investito da un autobus. Con sé aveva una scatola, e dentro la scatola c’era il messaggio finale dell’assassino. È lui il killer delle quattro scimmie? Sam Porter, a capo della squadra speciale, non crede a questa versione, e a confermare i suoi sospetti ci sono le pagine di un diario ritrovato nella tasca della vittima. È a partire da quelle parole che il detective si trova intrappolato nella mente di uno psicopatico, catapultato in un viaggio infernale nell’infanzia dell’assassino, dentro una storia allucinante da cui Porter deve ricavare le tessere mancanti del puzzle per poter fermare quella scia di morte. Se vuole salvare l’ultima ragazza, deve capire con esattezza chi è il suo nemico. Nel solco del grande thriller americano, J.D. Barker ha dato vita a un personaggio destinato a restare nella galleria dei serial killer letterari, e a un romanzo travolgente, sincopato, in cui l’eterna sfida tra il bene e il male si rinnova nello scontro tra un detective vecchio stile e un assassino lucido, freddo, spietato.
(source: Bol.com)