52849–52864 di 72034 risultati

Sofia si veste sempre di nero

Sofia si veste sempre di nero è la nuova prova narrativa di Paolo Cognetti, autore di Manuale per ragazze di successo e Una cosa piccola che sta per esplodere. Nei suoi racconti, cesellati con la finezza di Carver e Salinger, ha saputo rappresentare con sorprendente intensità l’universo femminile. Ed è ancora una donna la protagonista del suo nuovo libro, un romanzo composto da dieci racconti autonomi che la accompagnano lungo trent’anni di storia: dall’infanzia in una famiglia borghese apparentemente normale, ma percorsa da sotterranee tensioni, all’adolescenza tormentata da disturbi psicologici, alla liberatoria scoperta del sesso e della passione per il teatro, al momento della maturità e dei bilanci. Con la sua scrittura precisa e intensa, che nasconde dietro l’apparente semplicità una straordinaria potenza emotiva, Cognetti ci regala il ritratto di un personaggio femminile indimenticabile: una donna torbida e inquieta, capace di sopravvivere alle proprie nevrosi e di sfruttare improvvisi attimi di illuminazione fino a trovare, faticosamente, la propria strada. Un libro avvincente in cui ciascun lettore troverà momenti di bellezza e di dolore, di ansia e di riscatto, che riconoscerà di aver vissuto anche sulla sua stessa pelle.
(source: Bol.com)

Soffocare

Sinossi

Victor Mancini, studente di medicina fallito, ha architettato un fantasioso sistema per pagare le spese ospedaliere della vecchia madre: ogni giorno va a cena in un ristorante diverso e, nel bel mezzo della serata, finge di soffocare per colpa di un boccone andato di traverso. Immancabilmente qualcuno si lancia a salvarlo, e altrettanto immancabilmente diventa una sorta di padre adottivo del protagonista e in occasione dell’anniversario dell’incidente gli invia dei soldi. Dopo anni di questa attività il nostro eroe si trova a ricevere quasi quotidianamente un gruzzolo da persone di cui ormai non ricorda nulla ma che gli sono grate per aver dato un senso alle loro vite.

Soffocare

Victor Mancini, studente di medicina fallito, ha architettato un fantasioso sistema per pagare le spese ospedaliere della vecchia madre: ogni giorno va a cena in un ristorante diverso e, nel bel mezzo della serata, finge di soffocare per colpa di un boccone andato di traverso. Immancabilmente qualcuno si lancia a salvarlo, e altrettanto immancabilmente diventa una sorta di padre adottivo del protagonista e in occasione dell’anniversario dell’incidente gli invia dei soldi. Dopo anni di questa attività il nostro eroe si trova a ricevere quasi quotidianamente un gruzzolo da persone di cui ormai non ricorda nulla ma che gli sono grate per aver dato un senso alle loro vite. Dopo il grande successo di Fight Club , Chuck Palahniuk ci offre ancora una volta un ritratto geniale, sulfureo e divertentissimo della vita, dell’amore, del sesso e della morte nel mondo di oggi.

Un soffio di gelo

È da molto tempo che Meredith Gentry, principessa della corte Unseelie, non torna a Los Angeles. Ora però è costretta a recarsi in città, dove lavorava come detective privata, per difendere le sue guardie del corpo – Rhys, Galen e Abeloec -, che sono state accusate di stupro da Lady Caitrin, una nobildonna della corte Seelie. Se i tre fossero giudicati colpevoli, Faerie ne chiederebbe l’estradizione e li condannerebbe alla tortura eterna. Convinta dell’innocenza dei suoi uomini, Merry sospetta che in realtà il processo sia una trappola ordita da suo zio Taranis, sovrano della Luce e delle Illusioni, per arrivare a lei. Infatti, da quando è venuto a sapere degli straordinari poteri che Merry ha risvegliato nella corte Unseelie, Taranis ha un unico obiettivo: rapire la nipote per poi costringerla a sposarlo. Tuttavia, oltre che su alcuni fedelissimi guerrieri, la principessa può contare anche su un potente alleato: sir Hugh, il capo di un gruppo di nobili Seelie che, disgustato dai folli piani di Taranis, sta tramando per far incoronare Merry unica regina dell’intero mondo di Faerie…
**

Soffiata a Sofia

A Sofia un pezzo grosso del KGB è pronto a defezionare dal blocco sovietico per passare all’Ovest. Non è un traditore qualsiasi: Fedor Storamov è l’organizzatore di un attentato che avrebbe potuto cambiare il corso della Storia. Alla CIA pensano che nessuno sia più indicato di Malko Linge per trasportarlo oltre confine, nascosto nel doppio fondo di un camion. Una missione di tutto riposo, in una lugubre capitale oppressa da una sorveglianza ossessiva, dove le auto nere dei servizi di sicurezza pattugliano le strade e dove chiunque può essere un informatore. Perché in questo crocevia di traffici illegali e guerre segrete, ogni angolo cela un agguato e ogni sorriso prepara un inganno. L’ambiente ideale per dare modo al Principe delle Spie di scoprire una semplice e pericolosa verità. Entrare in Bulgaria è molto più facile che uscirne… vivi. L’autore incoronato dal “New York Times” come il più grande scrittore di spy story del mondo, con oltre 100 milioni di copie vendute! All’interno, il racconto “Le mani di Hussein” di Fabio Novel.

Sodoma: le 120 giornate che hanno distrutto Berlusconi

###
La mattina del 5 giugno 2010, una telefonata al centralino della Questura avverte che in un appartamento al pianterreno di un palazzo di via Villoresi 19, due giovani donne stanno litigando furiosamente. La pattuglia inviata sul posto annota nella relazione di servizio che si tratta di una lite fra tale El Mahroug Karima, di anni 17, e tale Michelle Conceiçao Santos Oliveira, brasiliana di 32 anni. La minorenne coinvolta è nota agli archivi della polizia, nelle discoteche della Riviera Ligure e, soprattutto, a Silvio Berlusconi. Dieci giorni prima il presidente del Consiglio era intervenuto per lei con una telefonata notturna alla Questura di Milano, chiedendo che la giovane fermata con l’accusa di furto, venisse rilasciata al più presto in quanto “nipote del presidente Mubarak”. È l’inizio di uno degli scandali politico-giudiziari più sconvolgenti degli ultimi anni, e forse di tutta la storia dell’Italia repubblicana. Negli uffici della Procura ancora non lo sanno, ma la relazione che da lì a poco arriverà dal Tribunale dei Minori sul caso “della minorenne El Mahroug Karima”, cambierà i destini della Seconda Repubblica, svelando i retroscena inimmaginabili delle feste a luci rosse che si svolgono ad Arcore nella villa del Premier, considerata residenza ufficiale della Presidenza del Consiglio. Un imbarazzante e pericoloso palcoscenico su cui si muovono personaggi noti al grande pubblico televisivo, da Emilio Fede a Lele Mora. Il Rubygate diventa velocemente un caso internazionale.
**

Snake

Da sempre Cassandra è abituata a lasciarsi dietro tutto ciò che la costringe. Per lei la vita è danzare nuda nel vento, e ascoltare la voce che si leva dalle foglie degli alberi. In fuga da una madre ex hippie che cerca di reprimere la sua curiosità, Cassandra approda sulla scena di Los Angeles. Catapultata nelle illusioni elettriche di una città che non dorme mai, scoprirà di essere solo in una nuova prigione, fatta di droga e festini sadomaso. Ma Cassandra è anche colei che sogna, la donna delle visioni che le raccontano il passato e il futuro. È l’arrivo di Luke, misterioso personaggio dagli occhi gialli, killer occasionale e spacciatore di professione, a strapparla alla falsità di L.A. per condurla in direzione dei suoi sogni.
**

Smeraldo

Siamo nel 1944, a Parigi, il D day, il giorno dell’invasione segreta dell’Europa da parte delle forze alleate, è ormai alle porte.”Smeraldo”, ufficialmente spia tedesca ma in realtà al servizio degli anglo-americani, viene scelto per interrogare un prigioniero rinchiuso nel carcere di Vincennes. L’americano può rivelare ai nazisti il luogo e il giorno dello sbarco alleato e rovesciare le sorti della guerra. Per l’agente dagli occhi di ghiaccio, a questo punto, l’alternativa è delle più drammatiche: o indurre l’uomo a confessare un piano falso, o ucciderlo. Molti pericoli circondano Smeraldo, ma l’insidia maggiore è rappresentata da Walter Hoffmann, ufficiale tedesco e abile inquisitore, verso il quale l’agente non riesce a reprimere una naturale simpatia.

Le Smanie Per La Villeggiatura

Questo ebook è un testo di pubblico dominio. Potete trovare il testo liberamente sul web. La presente edizione è stata realizzata per Amazon da Simplicissimus Book Farm per la distribuzione gratuita attraverso Kindle.

Slow Economy

”A Manhattan i primi apparvero anni fa, ma all’inizio erano solo una curiosità, una stravaganza, un esotismo per turisti. I rickshaw o risciò, le carrozzine trainate da un uomo a piedi o che pedala su una bicicletta, sono da due secoli un elemento fisso nel paesaggio urbano in Estremo Oriente, da Hanoi a Pechino. In Asia furono a lungo un simbolo di sfruttamento e oppressione. Ma a New York il loro numero cresce a vista d’occhio e non evocano certo sofferenza fisica: i guidatori di risciò americani sono giovanotti – e spesso anche ragazze – muscolosi e abbronzati. È un impiego part-time che attira gli studenti in un mercato del lavoro stremato dalla recessione. Nella bella stagione all’aria aperta stanno meglio loro dei poveri tassisti intrappolati nella lamiera. Quando iniziano le piogge e il traffico impazzisce, il conducente di risciò indossa impermeabile giallo e galosce, allarga il tettuccio di plastica, e trasforma il suo veicolo in un mezzo ancora più competitivo per chi ha fretta. Nella giungla d’asfalto il risciò supera le auto, s’infila in mezzo alle corsie, prende le scorciatoie. Emissioni di CO2: zero. Inquinamento acustico: zero, i risciò hanno un campanello da bicicletta, il rumore massimo che producono è l’ansimare del conducente che pedala. È un esempio fra tanti di ”consumo frugale” che ci viene dall’Asia.”
Dopo la grande recessione che ha colpito il mondo intero, l’Occidente si trova a fare i conti con un modello di crescita rivelatosi fallimentare, centrato sulla corsa al consumo e sull’indebitamento, che ha precipitato i cittadini nel caos e nella paura. Ma se a vacillare è un intero modello di vita, l’Occidente può forse cogliere un’opportunità di salvezza guardando a Oriente: a Paesi tornati a essere interlocutori imprescindibili, in primo luogo Cina e India, ma non solo. È qui che entra in gioco la Slow Economy: la via a uno sviluppo diffuso e sostenibile. Volgendo sempre lo sguardo a una millenaria saggezza orientale fatta anche di risparmio e frugalità.
Federico Rampini ripercorre i luoghi e le storie in cui Occidente e Oriente si sono lasciati contagiare reciprocamente, in un avvincente viaggio nella memoria e nel futuro. Un cammino intrapreso per avvicinarci a popoli e luoghi tanto remoti e allo stesso tempo un tentativo di trarre da loro qualche suggerimento che ci aiuti a trasformare l’uscita dalla crisi in una autentica rinascita. Come la preziosa lezione del Bhutan, piccolo Stato appollaiato sulle cime dell’Himalaya, che sembra aver trovato un misuratore di benessere ”alternativo” rispetto al PIL, il FIL: la Felicità interna lorda.
(source: Bol.com)

Slob

###
Daniel Edward Flowers Bunkowski, detto Chaingang. Pesa oltre duecento chili. Ha un aspetto repellente e un Q.I. superiore alla norma. E uno psicopatico assassino. Jack Eichord. Poliziotto di Chicago. Ex alcolizzato. Specialista in omicidi seriali. Edie Linch. Suo marito è stato ucciso da Daniel Bunkowsk, è innamorata di Jack Eichord. Ha una figlia di nome Lee Anne. Sylvia Kasikoff, Winslow CharIes Maitland e altre cinquecento persone: vittime di Daniel Bunkowski, ammazzate in mille modi diversi, ma tutti orribili. Rex Miller, uno degli autori piú rappresentativi con John Skip e Craig Spector dello splatterpunk, non è un fine psicologo, è un’esplosione di energia. Fonde le vicende dei suoi personaggi in un magma linguistico repellente e affascinante come il suo protagonista. Crea una favola nera per dementi tristi e disadattati, nella quale l’eterna lotta fra il male puro e il bene (un po’ meno puro) assume le sembianze di un incubo senza risveglio. Eichord e Bunkowski ne sono gli eroi: personaggi simbolo delle ossessioni e perversioni umane, si muovono nelle atmosfere metropolitane e demenziali di un romanzo che spinge l’horror oltre ogni limite.

Slive to Sensation

In un mondo che nega le emozioni e in cui ogni desiderio è bandito, Sascha deve dissimulare le sue reazioni e i suoi sentimenti per non subire la “riabilitazione” cioè la cancellazione psichica totale dell’individuo stesso. La sua precaria situazione si complica ulteriormente quando incontra il changeling Lucas Hunter che sente un odio profondo per gli Psy e per il loro modo di vivere e agire. Subito dal primo incontro Lucas risveglia in lei sensazioni che prima non aveva mai osato provare: passione e lussuria. Lucas però si è prefissato un obiettivo: quello di scoprire chi è il killer Psy che continua ad uccidere numerose donne changelings, ed il suo lasciapassare per la Psy-Net è proprio Sascha. Entrambi però scopriranno presto che la loro attrazione reciproca è più di semplice lussuria, e mentre Lucas vedrà una nuova Sascha dietro quella fredda maschera, sia lui che la sua pantera rimarranno affascinati ed ammaliati da questa Psy capace però di provare emozioni e sentimenti, di essere passionale ed emotiva come una changeling.

Slan

Era uno Slan…
Padre e madre gli erano stati uccisi dagli esseri umani. L’umanità odiava e temeva quelli come lui, li considerava dei mostri creati artificialmente, aveva cercato di sterminarli con guerre feroci.
Questo sapeva Jommy Cross. E pur essendo uguale a qualsiasi persona che gli passava accanto, sapeva di appartenere a una razza diversa, capace di leggere nella mente e di gran lunga superiore, intellettualmente e fisicamente, all’uomo comune. Solo e isolato in una grande metropoli dove rischia costantemente la vita, Jommy Cross inizia così la sua grande ricerca per risolvere i misteri della propria razza: come sono nati e, soprattutto, dove si nascondono gli Slan?
La pubblicazione di SLAN rende nuovamente disponibile uno dei grandi classici della fantascienza degli « anni d’oro », un romanzo che fin dalla sua comparsa è stato salutato come una delle opere fondamentali della fantascienza moderna. Ora A. E. van Vogt ha sottoposto la precedente stesura a una completa revisione, e l’edizione da noi presentata è stata condotta sulla più recente edizione americana approvata dall’autore.

Skeleton

Per Temperance Brennan la verità su un caso di omicidio è scritta nelle ossa dei morti. Abituata a cercare con freddezza, sotto la luce del neon nel suo laboratorio di Montreal, indizi che gli investigatori non riuscirebbero mai a scovare, si trova smarrita quando lo scheletro di una ragazzina, scomparsa da molti anni, riaffiora all’improvviso. Il luogo del ritrovamento, inquietanti coincidenze e un infallibile istinto la portano a pensare che quelle ossa siano i resti di Evangeline Landry, l’amica del cuore sparita nel nulla quando entrambe erano ancora bambine. Angosciata dalle linee d’ombra del passato, Tempe cerca di scoprire il significato delle strane lesioni sulle ossa della bambina muovendosi nel territorio minato della memoria.

Skaith

Skaith è uno dei mondi della Via Lattea dominato dalla casta sacerdotale dei Lord Protettori che proibisce l’immigrazione perché vuole mantenere il suo mondo sotto il dominio delle tradizioni ancestrali che potrebbero essere minate da ogni piccola influenza esterna. Su questo mondo arriva Eric John Stark alla ricerca di Simon Ashton, l’uomo che gli ha salvato la vita e che adesso ha bisogno di lui. Ma su Skaith, il pianeta delle gelide distese di ghiaccio, i Lord Protettori vegliano: vegliano sul popolo dei Figli del Vento, sulle immense distese delle acque, sulle caverne nelle viscere dele montagne, su tutti i popoi e sulle loro tradizioni.