52753–52768 di 74503 risultati

Frullato e mangiato. Succhi, zuppe, dolci e merende crudiste per tutti… in 10 minuti

Succhi e frullati rappresentano la maniera più facile e veloce (e gustosa) di nutrirsi in modo sano e aumentare la percentuale di frutta e verdura crude (piene di sostanze nutritive) nella nostra alimentazione. Possiamo utilizzare le ricette di questo libro per detossificarci, perdere peso, aumentare la nostra energia, combattere l’invecchiamento e lasciare andare lo stress. Per le ricette di questo libro, divise in base alle quattro stagioni per permettere al lettore di usare frutta e verdura fresche, sono sufficienti una centrifuga o un frullatore. In pochi minuti si potranno preparare deliziosi succhi, ma anche saporite zuppe, dolci, merende. Inoltre, nella sezione Ricette speciali per Mente e Spirito, Lucia Giovannini svela i passi da compiere per potenziare al massimo il beneficio di questa alimentazione.

Frontiere di rete. Internet 2001

Portali e servizi al cittadino, banche e trading on-line, collegamenti mobili a banda larga, presente e futuro dei libri elettronici: gli sviluppi più recenti, i settori emergenti e le principali novità nel mondo del Web, illustrati dagli autori di “Internet 2000”, ossia Marco Calvo, Fabio Ciotti, Gino Roncaglia, Marco A. Zela. Completa il volume un divertente e curioso esercizio di anticipazione sull’Internet che ci aspetta fra una decina di anni: un capitolo di ‘Internet 2010’, smarritosi in qualche piega temporale e finito chissà come all’interno di questo libro.

Freising – Il Segreto di Hitler

Nel 1938, Adolf Hitler improvvisamente abbandona Berlino per un piccolo paese della Baviera: Freising. Cosa nasconde questo suo viaggio? E cosa nasconde la sparizione della sua guardarobiera  Elke Hanfstaengl? Ma soprattutto perché Reinhard Heydrich, stretto collaboratore di Himmler, si interessa tanto a questa sua partenza?Della sparizione della guardarobiera viene incaricato il comandante della locale stazione di Polizia, il colonello Hartmann, famoso per aver risolto il caso della cantante Marlene Raabe, archiviato in un primo tempo come suicidio. Lo coadiuva un giovane poliziotto di nome Heiden, voce narrante della storia. Adelaide Byrne dopo aver letto il romanzo della Green, Una strana scomparsa del 1880, ha concepito il romanzo poliziesco che veniamo a presentarvi, che, in un certo senso, possiamo considerare un remake, anche se i protagonisti e le vicende narrate non hanno nulla a che vedere con quelli di Una Strana Scomparsa.

Free (Stardust #1)

Corpo e mente, le due componenti che formano l’essere umano. Natura e tecnologia, le due forze che per molto tempo si sono disputate la Terra. Nella Nuova Era, queste due facce si sono divise, dando luogo a due razze in precario equilibrio tra loro. L’incontro tra un uomo e una donna che non possono accettare le barriere che li separano. Un fuoco che divampa, un figlio che è, con la sua sola esistenza, una speranza di pace. Nessuna società può fermare un amore che non si lascia dividere. E se tutto, in un mondo che si è autodefinito “nuovo”, sembra ostacolarlo, la risposta può forse celarsi in un passato in cui le due razze erano ancora una. Il primo libro di una serie imperdibile che vi trasporterà in un mondo nuovo eppure sempre uguale, che vi farà viaggiare nel tempo sulla scia dello Stardust, la polvere di stelle, a fianco di uomini e donne che non si danno per vinti, determinati a lottare oggi per vincere domani.

(source: Bol.com)

Free

È una notte come tante, a Portland, Oregon, nella Vecchia Era. Tra le ombre dei parchi e le strade poco trafficate si muovono una bambina che cerca l’impossibile, un poliziotto che rischia la vita e un uomo che non sa che cosa fare della sua. Tre persone che non si conoscono, il cui destino si intreccia per non sciogliersi più.
È notte anche a New London, nella Nuova Era. Allistar si trova in un luogo che non gli interessa, circondato da persone da cui si sente sempre più distante. Eppure è in una serata insignificante come quella che fa la scoperta che cambia il corso della sua vita. Un gioco che non è un gioco, una razza che sta cominciando a prepararsi alla guerra.
Free è un uomo, un amico, un ideale. È ciò che spinge un gruppo di Phys e Mepow a lottare per riscattare un pianeta spaccato in due razze diverse ma complementari. È la speranza di un futuro di pace.
Il primo libro di una serie imperdibile che vi trasporterà in un mondo nuovo eppure sempre uguale, che vi farà viaggiare nel tempo sulla scia dello ‪#‎Stardust‬, la polvere di stelle, a fianco di uomini e donne che non si danno per vinti, determinati a lottare oggi per vincere domani.

Free

La piú grande storia mai raccontata su come la musica cominciò a essere piratata, l’industria musicale venne messa in ginocchio e le nostre vite furono definitivamente catapultate online. Tre vicende incredibili e mai esplorate prima. Quella del potente discografico Doug Morris. Di Karlheinz Brandenburg, l’ingegnere tedesco inventore dell’mp3. E soprattutto di Dell Glover, il ‘paziente zero’, il piú grande pirata musicale di sempre. Perché, alla fine, le grandi rivoluzioni sono fatte da una manciata di persone.
Frutto di anni di ricerca e a metà strada tra inchiesta, saggio e romanzo d’azione, Free ripercorre ogni tappa dell’èra della pirateria: dalle prime piattaforme di file-sharing alle indagini dell’Fbi e ai successivi processi, fino a una sorta di legalizzazione che ha permesso a Apple di trasformare in business il mercato clandestino degli mp3, cambiando per sempre il nostro modo di pensare alla musica.
‘Una storia indispensabile raccontata in modo superbo’.
**The Washington Post**
‘Anche per chi non è un fanatico di musica, Free è tra le storie investigative piú appassionanti dell’anno’.
**Vice**
(source: Bol.com)

La freccia di Poseidone

Manca soltanto un ultimo collaudo. Ed è proprio in quel momento che un attentato sanguinario mette fine alla vita del progettista e distrugge il prototipo segreto del Sea Arrow, un nuovo modello di sottomarino, il più veloce, il più silenzioso e il più potente mezzo subacqueo che abbia mai solcato le acque. Se le cose fossero andate secondo i piani e il Sea Arrow fosse stato realizzato, l’America non avrebbe avuto rivali nel dominio dei mari. Ma l’innocente “gita di pesca” di copertura, che avrebbe permesso di mettere a punto le ultime mosse, si è misteriosamente conclusa in tragedia. Solo la Numa può intervenire per recuperare i resti del cabinato da pesca sul quale viaggiava il progettista, ma nemmeno Dirk Pitt e Al Giordino sono consapevoli dell’importanza dell’impresa che stanno per affrontare. Non tarderanno però a rendersene conto, costretti da subito a difendersi dall’attacco di uno spietato commando, pronto a tutto pur di recuperare quello che c’era a bordo. Ma qual era il segreto che si celava in quel cabinato? E come si collega il progetto del Sea Arrow alla scomparsa del sommergibile italiano Barbarico avvenuta nel 1943 al largo dell’oceano Indiano? Affiancato da un’affascinante agente del NCIS, Pitt indaga, mentre i pericoli per lui e per i suoi uomini si moltiplicano e la soluzione del mistero sembra sempre più lontana…
**

Freccia di luce

Una misteriosa organizzazione si muove furtiva tra i ghiacci della Siberia. La squadra sta per mettere a segno l’ennesimo colpo e il bottino è un prezioso microchip. Rivenduto al mercato nero, servirà per finanziare una missione umanitaria in Amazzonia.
Gli eroi di questa storia, animati da ideali comuni e voglia di libertà, tenteranno di raggiungere il loro obiettivo ma, per una strana coincidenza, oltre al chip anche un fascicolo segreto finirà nelle loro mani. Il documento, appartenuto alle SS, porta la firma di Adolf Hitler. Scopriranno che, prima della fine, il dittatore ordinò di cancellare ogni traccia della Freccia di Luce.
Tra mistero e inganni, i protagonisti andranno incontro al loro destino, conosceranno l’amore e si batteranno per giungere alla verità.
*”Un uomo diventa vecchio solo quando non ascolta più la sua curiosità.”*
*Freccia di Luce*, © 2012
Questo è il primo episodio di una trilogia, con:
* *Oltre il Sigillo*
* *L’alba del Tempo*
Dell’autore è anche disponibile:
* *Impulsi Ribelli*
**L’autore**
Nato nel 1974, Francesco Coratti è un ingegnere che progetta sistemi elettronici. Ama la sua famiglia e le persone sincere. Scrive nel tempo libero, intrecciando avventura, mistero e passione. Su Amazon, le sue storie hanno raggiunto più di 40.000 lettori.
**
### Sinossi
Una misteriosa organizzazione si muove furtiva tra i ghiacci della Siberia. La squadra sta per mettere a segno l’ennesimo colpo e il bottino è un prezioso microchip. Rivenduto al mercato nero, servirà per finanziare una missione umanitaria in Amazzonia.
Gli eroi di questa storia, animati da ideali comuni e voglia di libertà, tenteranno di raggiungere il loro obiettivo ma, per una strana coincidenza, oltre al chip anche un fascicolo segreto finirà nelle loro mani. Il documento, appartenuto alle SS, porta la firma di Adolf Hitler. Scopriranno che, prima della fine, il dittatore ordinò di cancellare ogni traccia della Freccia di Luce.
Tra mistero e inganni, i protagonisti andranno incontro al loro destino, conosceranno l’amore e si batteranno per giungere alla verità.
*”Un uomo diventa vecchio solo quando non ascolta più la sua curiosità.”*
*Freccia di Luce*, © 2012
Questo è il primo episodio di una trilogia, con:
* *Oltre il Sigillo*
* *L’alba del Tempo*
Dell’autore è anche disponibile:
* *Impulsi Ribelli*
**L’autore**
Nato nel 1974, Francesco Coratti è un ingegnere che progetta sistemi elettronici. Ama la sua famiglia e le persone sincere. Scrive nel tempo libero, intrecciando avventura, mistero e passione. Su Amazon, le sue storie hanno raggiunto più di 40.000 lettori.

La freccia del tempo

In questa storia raccontata a ritroso, la vita di un criminale di guerra nazista, il dottor Tod T. Friendly, viene narrata a partire dalla sua conclusione, procedendo all’indietro verso l’inizio. Cosí il dottor Friendly muore e in seguito si sente significativamente meglio, rompe con le sue amanti con un gesto che prelude alla loro seduzione; inoltre fa scempio dei propri pazienti prima di mandarli a casa.
Fuggendo dal corpo del medico morente, che aveva lavorato come complice dei nazisti nei campi di concentramento, la coscienza del dottor Friendly inizia a vivere la sua vita dal fondo, consapevole soltanto che quella che sta vivendo è la vita di un uomo orribile in un tempo tremendo.

(source: Bol.com)

Il fratellino

”Quella donna aveva fra trent’anni e un giorno e quarant’anni e una notte. Soprattutto la notte, la notte che le pesava nelle occhiaie di lutto lento, come la sua andatura di corpo che si presumeva poderoso, si presumeva, perché quasi lo occultava sotto un impermeabile da protagonista di un film francese degli anni trenta, un porto, nebbie, Jean Gabin con la tesa del cappello abbassata sugli occhi. Poteva trattarsi anche dell’impermeabile della triste eroina di Milord, supponendo che la protagonista della canzone della Piaf fosse una battona conil soprabito. Carvalho l’aveva sempre immaginata così e si lasciò conquistare da quella donna appena arrivata, le consegnò la sua stanchezza di giornata inutile, sommata ad altre giornate inutili destinate a pedinare mariti infedeli.”

(source: Bol.com)

Fratelli d’Italia

*Fratelli d’Italia* nacque come uno sfrenato «viaggio in Italia» degli anni Sessanta, uno smisurato Grand Tour di ventenni on the road. Quando fu pubblicato nel 1963, era un romanzo di avventure intellettuali e picaresche attraverso le follie del boom economico e le metamorfosi della società e del paesaggio, delle illusioni e dei caratteri. Oggi, reinventato, ci viene incontro come l’opera «totale» di una vita. Così rinasce tutto nuovo questo libro irriverente e imponente, che racconta l’Italia di allora e di oggi più di qualsiasi summa, con l’estro insolente di un autore che ha saputo infondere nella lingua e nella letteratura italiana una leggerezza e una mobilità senza precedenti. Comico ed enciclopedico, spettacolare, efferato, divertentissimo, questo romanzo di formazione, di conversazione e di idee si presenta anche come una ricapitolazione allucinatoria del Novecento europeo: pieno di figure storiche e personaggi reali, di scoperte e polemiche, di peripezie mondane e aneddoti autentici e battute pazzesche. Notti senza fine di giovani che discutono dei loro autori e dei loro amori fino all’alba, progettando grandi opere-sogno letterarie e teatrali e musicali vere o immaginarie o fantastiche. Affetti e utopie e irrisioni e rivolte contro un oppressivo establishment culturale e politico. Ma anche la verve della café society, quando Roma era una capitale cosmopolita e «passavano tutti di qui», e le donne erano «molto più belle e più intelligenti e spiritose e anche più alte degli uomini corrispondenti». E che cosa significa aver vent’anni e molti desideri, nell’Italia di Petronio, di D’Annunzio e di sempre… Sul fondo, mercuriale e struggente, ironicamente nascosto nel proliferare delle trame, un timbro che non si lascia dimenticare, quello di «un gelido orgoglioso disperato romanticismo intellettuale».

I fratelli Ashkenazi

Israel Joshua Singer, fratello di Isaac Singer, affronta il tema dell’ascesa e della decadenza borghese, attraverso le vicende di una famiglia immerse nella storia dell’ebraismo polacco, lungo l’arco di quasi un secolo. Un romanzo di impianto pienamente ottocentesco in cui lo sviluppo borghese si accompagna alla miseria del proletariato, le prime e contraddittorie lotte sociali e la progressiva presa di coscienza da parte dei lavoratori ai dissidi nazionali dell’impero zarista e al suo sfacelo, per arrivare alla rivoluzione e alla costituzione dell’inquieta e caotica repubblica polacca. Singer ricrea in una folla di personaggi, di eventi e di vicende private tutta la fenomenologia culturale, storica e politica di una pagina importante della storia polacca.

I fratelli Ashkenazi

Israel Joshua Singer, fratello di Isaac Singer, affronta il tema dell’ascesa e della decadenza borghese, attraverso le vicende di una famiglia immerse nella storia dell’ebraismo polacco, lungo l’arco di quasi un secolo. Un romanzo di impianto pienamente ottocentesco in cui lo sviluppo borghese si accompagna alla miseria del proletariato, le prime e contraddittorie lotte sociali e la progressiva presa di coscienza da parte dei lavoratori ai dissidi nazionali dell’impero zarista e al suo sfacelo, per arrivare alla rivoluzione e alla costituzione dell’inquieta e caotica repubblica polacca. Singer ricrea in una folla di personaggi, di eventi e di vicende private tutta la fenomenologia culturale, storica e politica di una pagina importante della storia polacca.

La fratellanza del Graal

**Un grande thriller
Un’indagine di Lorenzo Aragona
Persia, anno 0. **Tre magi, sacerdoti e astrologi, scoprono un allineamento planetario che annuncia la nascita di un profeta. Un segno che stavano aspettando. Si metteranno in viaggio per rendere omaggio al bimbo e portare un dono prezioso.
**Ercolano, 40 d.C.** Il ricco patrizio Lucio Calpurnio Pisone ospita nella sua sontuosa villa dei fuggiaschi giudei. Sarà lui ad aiutarli a raggiungere un luogo sicuro.
**Napoli, 1992. **Due giovani ricercatori scoprono, tra i rotoli carbonizzati della Villa dei Papiri di Ercolano, uno straordinario testo che getta una nuova luce sulle origini del Cristianesimo. Un testo pericoloso che innesca una catena di eventi drammatici.
**Isola d’Elba – Francia, 1994. **Un giovane Lorenzo Aragona, in compagnia del marinaio e avventuriero maltese Sante Spiteri, parte da Portoferraio, dove è in vacanza, per una suggestiva e pericolosa caccia al tesoro nel sud della Francia. L’obiettivo è seguire le tracce della più sfuggente reliquia della cristianità: il Santo Graal.
**Martin Rua**
È nato a Napoli dove si è laureato in Scienze Politiche con una tesi in Storia delle Religioni. I suoi studi si sono concentrati particolarmente su Massoneria e alchimia. Dopo un viaggio a Praga e poi a Chartres ha dato vita a Lorenzo Aragona, il personaggio dei suoi romanzi, in bilico tra avventura ed esoterismo. Ha iniziato come scrittore auto pubblicato arrivando a vendere migliaia di copie del suo ebook in poche settimane. *Le nove chiavi dell’antiquario* e *La cattedrale dei nove specchi *sono i primi romanzi della *Parthenope Trilogy*.

La frantumaglia

Questo libro ci porta nel laboratorio di Elena Ferrante, ci permette di lanciare uno sguardo dentro i cassetti da cui sono usciti i suoi due romanzi, *L’amore molesto* e *I giorni dell’abbandono*, offre un esempio di passione assoluta per la scrittura. La scrittrice risponde a non poche delle domande che le hanno fatto i suoi lettori negli ultimi dieci anni. Dice, per esempio, perché chi scrive un libro farebbe bene a tenersi in disparte e lasciare che il testo faccia il suo corso. Dice i pensieri e le ansie di quando un romanzo diventa film. Dice com’è complicato trovare risposte in pillole alle domande di un’intervista. Dice delle gioie, delle fatiche, delle angosce di chi narra una storia e poi la scopre insufficiente. Dice dei suoi rapporti con la psicoanalisi, con le città in cui è vissuta, con l’infanzia come magazzino di mille suggestioni e fantasie, con il femminismo. Le pagine sono densissime. Ci sono le memorie della città natale, Napoli. Ci sono brani narrativi brevi e lunghi che non hanno trovato posto nei romanzi. C’è un modo sorprendente di interrogare la memoria, i libri amati, la vita di tutti i giorni. C’è soprattutto – al centro – lo scrivere, l’affollarsi intono alla pagina di esperienze e letture. *La frantumaglia* è nato in buona parte da alcuni dei materiali che negli anni Elena Ferrante ha inviato alla sua casa editrice: lettere, scritti, risposte a domande di lettori e intervistatori. Il risultato è l’autoritratto narrativamente vivacissimo di una scrittrice al lavoro.

Franny e Zooey

“Tanto per cominciare, Zooey era un giovanotto piccolo, dal corpo estremamente esile. Da dietro (soprattutto dove gli si vedevano le vertebre) sarebbe quasi potuto passare per uno di quegli sparuti bambini di città che ogni estate vengono spediti alle colonie a ingrassarsi e prendere il sole. Visto in primo piano, di faccia o di profilo, era straordinariamente, spettacolosamente bello. La sorella maggiore mi ha pregato di dire che assomigliava all'”esploratore mohicano ebreo-irlandese dagli occhi azzurri che morì tra le vostre braccia al tavolo della roulette di Montecarlo”. A salvare in extremis quel volto dall’eccessiva bellezza, se non addirittura dallo splendore, era un orecchio che sporgeva leggermente più dell’altro.”