5249–5264 di 82931 risultati

Alien 02 – Aliens Scontro Finale

Dopo 57 anni di ibernazione la prode Ripley, unica sopravvissuta dell’astronave Nostromo, è inviata con una squadra di marines su Acheron, pianeta d’origine dei parassiti alieni, per distruggere la mostruosa Regina Madre.

Alice Nel Paese Delle Meraviglie

La storia è alquanto semplice, e segue sostanzialmente i romanzi di Carrol: infatti, si trovano sia episodi di “Alice nel paese delle meraviglie” si di “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”.

Al Giambellino Non Si Uccide

**TRA GABER E I BANDITI GALANTUOMINI DEL PASSATO, IL DETECTIVE ROGER ZAPPA METTE A NUDO LA FACCIA PIÙ VERA DI MILANO.**
Il detective privato Roger Zappa non ha molto da festeggiare. In un agosto in cui Milano regala il peggio di sé, tra l’asfalto che si scioglie e i negozi ermeticamente chiusi, Roger si trova a fare i conti con l’ennesimo compleanno trascorso con la sola compagnia di sua madre, la *sciura* Elsa, che dopo il carcere è tra i pochi a non averlo abbandonato, e quello che lui definisce il suo pubblico, una manciata di ascoltatori che due volte alla settimana seguono la sua trasmissione, Kriminalia, un’ora e mezzo di storie sulla Milano di un tempo e di oggi. Ci sono giorni in cui, come in questo maledetto Ferragosto, scovare una notizia è pressoché impossibile, e Roger è costretto a svelare uno dei casi di cui si occupa la sua agenzia investigativa. Se non fosse che l’unica indagine ancora in corso è la scomparsa del cane Edo, proprietà di una petulante quanto lucida novantatreenne.
Per questo, quando in redazione giunge un messaggio minaccioso che annuncia l’uccisione di una prostituta quella stessa notte, Zappa decide di costruirci sopra il primo vero mistero del mese. La mattina dopo, però, una donna viene ritrovata morta e su di lui si concentrano indagini di polizia, giornalisti richiamati dalle ferie e un manipolo di ascoltatori allarmati. E l’unico modo per scagionarsi, per Roger, sarà scoprire la verità.

Aforismi per Marie-Louise

Nella Premessa a “La provincia dell’uomo” Canetti rivela che dedicarsi ai quaderni di appunti lo salvò dalla opprimente concentrazione su un’unica opera, “Massa e potere”, e da «un irrigidimento fatale». Una «valvola di sfogo», dunque, che col tempo conquistò tuttavia sempre più spazio, sino a diventare uno dei pilastri della sua opera, giacché l’acutezza e l’intensità di pensiero che vi sono dispiegate annoverano Canetti fra i più grandi autori di aforismi. Si può allora capire quale meraviglia e quale sensazione abbia suscitato la scoperta di un manoscritto autografo dove sono radunati centoventinove ‘aforismi’ risalenti al settembre ottobre 1942: testi non solo in gran parte sconosciuti ma che, come ha notato Jeremy Adler, «contengono già le linee fondamentali della prosa breve di Canetti». Redatto in inchiostro blu scuro, con titoli e dedica in pastello giallo, e rilegato da un cordoncino dorato, il manoscritto fu offerto come dono di compleanno alla pittrice Marie-Louise von Motesiczky, con la quale Canetti aveva avviato in Inghilterra una relazione destinata a durare oltre mezzo secolo. E fu offerto il 24 ottobre 1942, mentre i tedeschi ingaggiavano contro i russi la terribile battaglia di Stalingrado e in Inghilterra – dove Canetti e la Motesiczky erano esuli – giungevano incessanti le notizie delle violenze perpetrate nei paesi occupati. Non stupisce quindi che più esplicitamente, rispetto ad altri testi coevi e già noti, gli “Aforismi per Marie-Louise” ruotino intorno all’orrore della guerra: «Combattono fra le dita dei piedi, nell’ombelico, dentro le narici, combattono nel didietro, sotto le ascelle, dentro le orecchie e in bocca, non c’è luogo nascosto, non c’è palmo, non c’è poro, nelle cui profondità non combattano l’uno contro l’altro all’ultimo sangue».

Affondate la bismarck

Questo libro narra uno dei più drammatici racconti di mare di tutti i tempi: la fine della più moderna e potente nave di battaglia di Hitler. Quando uscì dal porto di Kiel il 18 maggio 1941, la “Bismarck” non aveva avversaria che le potesse tener testa in un combattimento singolo. C.S. Forester ha raccontato gli avvenimenti come sono realmente accaduti. Per documentarsi ha consultato gli archivi dell’Ammiragliato, ha intervistato dozzine di persone che presero parte al combattimento nel quale la “Bismarck” fu affondata e ha ricostruito minuto per minuto l’ultima giornata della maestosa nave. Il risultato delle ricerche è un racconto drammatico che mette in luce, fra l’altro, la follia che aveva colto gli alti comandi tedeschi dopo l’affondamento della “Hood”. Quando Churchill tuonava: «Affondate la Bismarck», aveva già mezza partita vinta: invece di rientrare alla base, la nave da battaglia di Hitler veniva portata allo sbaraglio in Atlantico. È una terribile documentazione dell’assurdità che spesso guida le decisioni in guerra degli alti comandi.
Cecil Scott Forester (1899-1966) è stato uno scrittore inglese che si guadagnò la fama scrivendo racconti di avventura di ambientazione militare sul mare. La sua opera più famosa è la saga del capitano Hornblower (da cui un film ed un fortunato ***** *) ma fu un prolifico autore di romanzi e racconti, oltre che di libri per l’infanzia. Molti i film tratti dai suoi lavori: il più famoso è “La Regina d’Africa” di John Houston, con Humphrey Bogart e Katherine Hepburn.
Da questo romanzo-saggio, nel 1960 Edmund H. North trae la sceneggiatura del “Affondate la Bismarck!”, diretto da Lewis Gilbert.

Adriano: L’Eta D’Oro Dell’impero Romano

Nei ventuno anni in cui resse lo Stato, Adriano operò certo come fondatore di un “impero umanistico” – e cioè tollerante, interessato alla cultura e alla retta amministrazione della giustizia – ma anche mostrò di essere uno stratega privo di scrupoli, un politico tanto sospettoso da leggere la corrispondenza privata degli amici e così disinvolto da simulare dolore per gli omicidi ordinati da lui stesso.

Acqua Storta

Don Antonio è un boss della camorra napoletana. Ai figli ha insegnato i valori della Bibbia, perché la Bibbia “ci dice quello che dobbiamo fare, ci dice quali sono le cose giuste”. E portare rispetto è una di queste. Suo figlio Giovanni i discorsi troppo complicati non li capisce, non è come il padre o come sua moglie Mariasole: la “famiglia” è l’unica realtà che conosce, e non si fa troppe domande. Un periodo al carcere minorile, un matrimonio combinato per mettere pace fra la sua gente e quella di Don Pietro Simonetti, gli affari di famiglia. Poi un giorno Giovanni incontra Salvatore. E in Salvatore si perde: attrazione inattesa, scombussolamento di viscere, fino a non poterne più fare a meno. Ma il loro amarsi è “una bestemmia sull’altare di Santa Chiara”. Con il suo amore Giovanni manca di rispetto a sua moglie e soprattutto alla famiglia. E nel mondo di Don Antonio questo è il peccato più grande. Un peccato che si paga molto caro. E quindi precauzioni, sotterfugi e testimoni eliminati, che non bastano però ad arginare il fiume in piena. A Giovanni sembra che tutti conoscano il loro segreto. Bisogna mettere la cosa a tacere. A ogni costo. Prima che sia troppo tardi. Una storia che inizia a poche ore dall’epilogo, per ricostruire in una carrellata a ritroso gli eventi dei pochi giorni precedenti. Una prosa fluida e inesorabile come il percorso di un proiettile.

A Sip of Rio

Liam Young ha un problema: mesi prima ha prenotato una romantica vacanza a Rio de Janeiro, ma quando ha rotto con il suo ragazzo, tutti i suoi piani sono andati in fumo. Non solo la vacanza dei suoi sogni gli sta sfuggendo dalle mani, ma è stufo marcio di farsi spezzare il cuore.
Blaine Reed ha una soluzione che può salvare i progetti di Liam. Dopo il suo recente divorzio, Blaine ha bisogno di una pausa, e un paio di settimane prive di stress a Rio con un uomo sexy come Liam gli sembrano il paradiso.
Liam e Blaine vanno subito molto d’accordo e diventano buoni amici prima ancora di lasciare Londra. Nonostante si sforzino di ignorare l’attrazione che cresce tra di loro, questa esplode quando si ritrovano a dover dividere una stanza in una delle città più romantiche al mondo.
Stare insieme a Rio è facile ed è esattamente quello di cui Liam ha bisogno: niente sentimenti, niente drammi, e nessuno si farà male.
Almeno, finché qualcuno non si farà male sul serio.
Quando la bolla di felicità della vacanza scoppia, Liam e Blaine devono trovare il modo di stare insieme anche lontano dalla seducente magia di Rio.
**
### Sinossi
Liam Young ha un problema: mesi prima ha prenotato una romantica vacanza a Rio de Janeiro, ma quando ha rotto con il suo ragazzo, tutti i suoi piani sono andati in fumo. Non solo la vacanza dei suoi sogni gli sta sfuggendo dalle mani, ma è stufo marcio di farsi spezzare il cuore.
Blaine Reed ha una soluzione che può salvare i progetti di Liam. Dopo il suo recente divorzio, Blaine ha bisogno di una pausa, e un paio di settimane prive di stress a Rio con un uomo sexy come Liam gli sembrano il paradiso.
Liam e Blaine vanno subito molto d’accordo e diventano buoni amici prima ancora di lasciare Londra. Nonostante si sforzino di ignorare l’attrazione che cresce tra di loro, questa esplode quando si ritrovano a dover dividere una stanza in una delle città più romantiche al mondo.
Stare insieme a Rio è facile ed è esattamente quello di cui Liam ha bisogno: niente sentimenti, niente drammi, e nessuno si farà male.
Almeno, finché qualcuno non si farà male sul serio.
Quando la bolla di felicità della vacanza scoppia, Liam e Blaine devono trovare il modo di stare insieme anche lontano dalla seducente magia di Rio.

A fuoco lento

È noto che in Argentina si rifugiarono, dopo la guerra, molti criminali nazisti. Meno noto invece è che il governo argentino favorì e protesse questa particolare ‘immigrazione’, in linea con le simpatie filonaziste e antisemite di Perón e di molti esponenti del suo governo, vicenda descritta in famosi libri quali “Operazione Odessa” e in film quali “Il maratoneta” di John Schlesinger con Dustin Hoffmann e Laurence Olivier o “Dossier Odessa” di Ronald Neame con John Voight e Maximilian Schell. E proprio “Operazione Odessa” rivela che la politica antisemita del governo argentino si spinse sino a emulare le leggi razziali tedesche e italiane emanando nel 1938 -a firma del ministro degli Affari Esteri José Maria Cantilo- la così detta Direttiva Undici per impedire l’ingresso nel paese di circa 200.000 ebrei fuggiaschi dall’Europa, condannandoli così a morte.
Durante la guerra giravano voci sull’esistenza di un campo di concentramento nelle remote foreste argentine. Secondo l’autore di “Operazione Odessa” diversi ministri argentini avevano richiesto una ‘soluzione’ al problema degli ebrei in Argentina. Non è mai stato confermato che un campo simile sia esistito, e tutti i governi argentini hanno negato l’esistenza formale della Direttiva Undici. Ma è indubbio che proprio in Argentina si rifugiarono migliaia di criminali di guerra nazisti, tra i quali alcuni dei più famosi, inclusi Adolf Heichmann e Joseph Mengele.
È in questo torbido ambiente –ma con numerosi flash back nella Berlino del 1932, la città dell’estrema decadenza morale e della irresistibile ascesa del nazismo, che Kerr conosce così bene- che si svolge “A fuoco lento”, romanzo nel quale Bernie Gunther – il famoso detective antinazista della ‘Trilogia Berlinese’ – si trova a essere cacciatore e preda in un complotto ordito da Juan Perón e dalla moglie Evita per impossessarsi del denaro sequestrato agli ebrei europei sottraendolo al controllo di alcuni criminali nazisti tra i quali Otto Skorzeny, il liberatore di Mussolini dalla prigionia del Gran Sasso, Adolf Heichmann e il dottor Mengele, anch’essi personaggi del romanzo.
Al di là del suo carattere di intrigante fiction, questo romanzo di Philip Kerr ha dunque il valore di una vera e propria denuncia storica del governo argentino dell’epoca.

A Distanza Ravvicinata

Lavagna, estate 1998. Pietro Farné è un giovane maresciallo dei carabinieri, fresco di nomina, incaricato di una strana missione: sorvegliare un’anziana turista di origine tedesca, Frau Gertrud Stingel, e la sua accompagnatrice, Viviana Prestigiacomo. Un compito apparentemente noioso, ma al quale si interessano addirittura i servizi segreti. Mistral Garlet, invece, è una studentessa universitaria, che si è concessa qualche giorno di vacanza perché sente l’esigenza di riflettere sul proprio futuro. Casualmente si ritrova a essere vicina di ombrellone proprio di Gertrud Stingel e resta colpita dalla personalità sfaccettata dell’anziana signora, nonché dal rapporto complesso che sembra esistere tra la tedesca e la sua badante. Nella notte tra l’11 e il 12 agosto, la svolta. Gertrud Stingel viene uccisa nel proprio appartamento e Viviana Prestigiacomo scompare. Il caso appare subito difficile da risolvere. Chi è l’uomo che veniva a trovare Gertrud con una certa regolarità? E dove la accompagnava? Perché aleggia come un fantasma l’ombra di un vecchio criminale nazista? E chi è, invece, l’altro misterioso individuo che sembrava muoversi sottotraccia attorno a Viviana? Ma soprattutto: che fine ha fatto la badante? È ancora viva? È lei l’assassina? Sì, perché una nuova vittima viene ritrovata e la scia di sangue sembra destinata a non fermarsi ancora. Attorno a questi misteri si snodano parallelamente l’inchiesta condotta dal maresciallo Pietro Farné e l’indagine dilettantesca e appassionata di Mistral. Si dipana così un fitto intreccio di scoperte e rivelazioni, che porterà i due a seguire piste differenti ma convergenti, sfiorandosi ripetutamente senza mai realmente incrociarsi davvero, come due pedine mosse da un destino beffardo. Fino al raggiungimento della verità, sullo sfondo dei festeggiamenti per la Torta dei Fieschi: due delitti, due indagini, una sola verità. O nessuna?
**Sabrina De Bastiani,** nata a Genova il 29 febbraio 1972, laureata in Lingue e letterature straniere, redattrice di Thrillernord, per cui cura recensioni e interviste, è autrice di racconti pubblicati sulle riviste “Confidenze” e “B-Magazine” (Bookabit) e su antologie, tra cui *Genovesi per* *sempre* (Edizioni della Sera, 2019), *Sei un mito* *4.0* (Erga Edizioni, 2019).
**Daniele Cambiaso,** nato a Lavagna (GE) il 14 giugno 1969, insegnante, è autore di racconti e romanzi, scritti anche a quattro mani. Tra questi ricordiamo, in particolare, i romanzi *Ombre sul* *Rex* (Fratelli Frilli Editori, 2008); *Off Limits* (21 Editore, 2015); *L’ombra del destino* (Rusconi, 2010) scritto con Ettore Maggi; *La logica del* *burattinaio* (Edizioni della Goccia, 2016); *Nora,* *una donna* (Edizioni Eclissi, 2017) e il romanzo per ragazzi *Lara e il diario nascosto* (Fratelli Frilli Editori, 2018) scritti con Rino Casazza. Insieme hanno pubblicato racconti sulle antologie *Racconti liguri* (Historica Edizioni, 2018), *44 gatti in noir* (Fratelli Frilli Editori, 2018), *Tutti* *i sapori del noir* (Fratelli Frilli Editori, 2019), *Natale a Genova* (Neos Edizioni, 2019) e sono stati finalisti nell’edizione 2019 del contest *Ore* *contate*. Hanno curato le antologie *Genovesi* *per sempre* (Edizioni della Sera, 2019) e *Natale* *a Genova* (Neos Edizioni, 2019

7 dicembre 374: Ambrogio vescovo di Milano

Ambrogio arriva a Milano nel 370: è un funzionario imperiale, nato a Treviri ma educato a Roma secondo i costumi della aristocrazia del tempo, cristiano ma non battezzato. La città, invece, è una delle capitali dell’Impero romano, splendido crocevia di strade tra il Mediterraneo, che è ancora centro del mondo, e il limes nordoccidentale, al di là del quale premono i popoli germanici, mentre da est già urgono nuove e più temibili spinte.
Quattro anni dopo, alla morte del vescovo Aussenzio, il clima in cui il clero e i fedeli della diocesi avrebbero dovuto eleggere il suo successore è infuocato da una polemica teologica che cela un conflitto di poteri. Per prevenire i disordini che molti si aspettano, Ambrogio si reca nella basilica dove l’assemblea è riunita e invita dal presbiterio il popolo alla calma. All’improvviso, secondo la tradizione, si leva un grido: «Ambrogio vescovo!». Forse è uno scherzo, ma viene preso molto sul serio.
Precipitosamente confermato dall’imperatore Valentiniano e battezzato, Ambrogio regge la cattedra mediolanense per quasi un quarto di secolo, con saggezza e rigore inflessibili, senza paura di opporsi neppure al potere imperiale. È l’anima della definitiva vittoria del cristianesimo atanasiano sull’arianesimo e sul paganesimo e s’impone come uno dei fondatori dell’impero cristiano e della cultura dell’Occidente medievale.

50 Super Facile Gluten-Free Vegan & Vegetarian: Guida Pasto Completo: Colazione, Antipasti, Antipasti, Dolci, Bevande E Ricette Fornello Lento Per I Principianti

Se siete pronti per una Gluten-Free, Vegan o esperienza culinaria vegetariana, è assolutamente d’amore le ricette di questo libro!
Vegetariani o vegani possono essere alcuni dei piatti più difficili da mettere insieme, soprattutto senza glutine pasti. No perché è difficile da preparare, ma perché è difficile a venire con idee pasto. Quando ho deciso di provare piatti vegani senza glutine, non avevo idea di quello che stavo facendo. Ho sprecato un sacco di soldi su ingredienti costosi solo per finire con qualcosa che assaggiato orribile ed era immangiabile.
Ero quasi rinunciato fino a quando ho deciso di fare un altro tentativo, ma questa volta ho fatto ricerca prima e praticato ogni giorno fino a quando ho trovato ricette senza glutine che gran gusto! Ho deciso di fare un libro di ricette di tutti i miei piatti preferiti senza glutine vegan o vegetariano da condividere con gli altri che sono alla ricerca di idee pasto completo compreso, torte dolci, biscotti e bevande anche deliziosi.
Spero che ti piace queste meravigliose ricette tanto come faccio io!

45 Esercizi Di Mindfulness Trasformativa: Un Quaderno Di Lavoro – Un

Un quaderno di lavoro, ottimo alleato nei percorsi di cambiamento, terapia o sviluppo. Più di un libro, un PERCORSO articolato in: – I fondamenti teorico-scientifici e di metodo – 45 pensieri di Mindfulness Trasformativa con le relative schede di lavoro – Esercizi riassuntivi settimanali e di fine percorso – Una settimana bonus di esercizi ulteriori Un METODO semplice e pratico per: – sviluppare una mente attenta e flessibile – Vivere in modo centrato e con intenzionalità – Coltivare un atteggiamento aperto e costruttivo – Cogliere e vivere l’essenza di emozioni e relazioni DAI LETTORI: Questo libro è una preziosa risorsa per l’utente finale, così come per il professionista esperto. Offre uno strumento pratico ed efficace, ma non solo: apre numerose prospettive e collegamenti tra differenti discipline integrate. Non aspettatevi il solito libro di Mindfulness, qui si gioca su un altro piano!

21 teoremi matematici che hanno cambiato il mondo

**Un meraviglioso viaggio per scoprire il mondo attraverso teorie scientifiche**
I teoremi matematici interessano solo gli scienziati e le aule universitarie? La risposta di questo libro è: no! E infatti chi leggerà queste pagine si troverà a fare un viaggio appassionante nella storia delle teorie matematiche che hanno cambiato il mondo e che interessano chiunque. Spesso è stata l’esigenza umana di risolvere un problema apparentemente impossibile a dare l’impulso alla formulazione di alcuni dei più celebri teoremi matematici. Altre volte la loro scoperta è stata del tutto casuale o accidentale. La matematica, poi, grazie all’aiuto di altre discipline – la filosofia per prima – è stata in grado di dare un ordine al mondo, così come lo conosciamo, fornendo una spiegazione teorica a tutti i fenomeni che ci circondano. Si può quindi comprendere la bellezza con la teoria dei frattali, misurare la distanza di punti irraggiungibili con il teorema di Talete, o, ancora, calcolare in modo esatto il numero delle perdite riportate dopo una battaglia con il teorema cinese dei resti. Tramite questo libro chiunque lo voglia potrà avvicinarsi a teorie che riteneva distanti e astruse, alle curiosità che le riguardano e alle vite di chi le ha rese note.
**È possibile spiegare il mondo attraverso i teoremi matematici?**
**Il teorema della bisettrice**
I triangoli invadono sempre la geometria 
**Il teorema fondamentale dell’aritmetica**
Numeri naturali che nascondono dei segreti
**Teorema cinese del resto**
I generali cinesi e il conteggio delle truppe
**Teorema di D’Alembert**
Equazioni, scontri, dispute e scoperte
**Teorema fondamentale del calcolo**
Calcolo: infinite divisioni, parti piccole
**Teorema di Rice**
Calcolo computazionale: guerre, spionaggio e talento
**Maria Helena Souza**
È insegnante e autrice di libri didattici. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca a São Paulo, ha lavorato per il canale televisivo TV Cultura e ha collaborato alla redazione dei diritti all’apprendimento del PNAIC (Patto Nazionale per l’Alfabetizzazione alla Giusta Età), promosso dal Ministero dell’Istruzione. **
### Sinossi
**Un meraviglioso viaggio per scoprire il mondo attraverso teorie scientifiche**
I teoremi matematici interessano solo gli scienziati e le aule universitarie? La risposta di questo libro è: no! E infatti chi leggerà queste pagine si troverà a fare un viaggio appassionante nella storia delle teorie matematiche che hanno cambiato il mondo e che interessano chiunque. Spesso è stata l’esigenza umana di risolvere un problema apparentemente impossibile a dare l’impulso alla formulazione di alcuni dei più celebri teoremi matematici. Altre volte la loro scoperta è stata del tutto casuale o accidentale. La matematica, poi, grazie all’aiuto di altre discipline – la filosofia per prima – è stata in grado di dare un ordine al mondo, così come lo conosciamo, fornendo una spiegazione teorica a tutti i fenomeni che ci circondano. Si può quindi comprendere la bellezza con la teoria dei frattali, misurare la distanza di punti irraggiungibili con il teorema di Talete, o, ancora, calcolare in modo esatto il numero delle perdite riportate dopo una battaglia con il teorema cinese dei resti. Tramite questo libro chiunque lo voglia potrà avvicinarsi a teorie che riteneva distanti e astruse, alle curiosità che le riguardano e alle vite di chi le ha rese note.
**È possibile spiegare il mondo attraverso i teoremi matematici?**
**Il teorema della bisettrice**
I triangoli invadono sempre la geometria 
**Il teorema fondamentale dell’aritmetica**
Numeri naturali che nascondono dei segreti
**Teorema cinese del resto**
I generali cinesi e il conteggio delle truppe
**Teorema di D’Alembert**
Equazioni, scontri, dispute e scoperte
**Teorema fondamentale del calcolo**
Calcolo: infinite divisioni, parti piccole
**Teorema di Rice**
Calcolo computazionale: guerre, spionaggio e talento
**Maria Helena Souza**
È insegnante e autrice di libri didattici. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca a São Paulo, ha lavorato per il canale televisivo TV Cultura e ha collaborato alla redazione dei diritti all’apprendimento del PNAIC (Patto Nazionale per l’Alfabetizzazione alla Giusta Età), promosso dal Ministero dell’Istruzione.

15 semplici modi per imparare l’inglese

Avete il desiderio o la necessità di imparare l’inglese e diventare fluenti in poco tempo? Non rinunciate ancora prima di aver acquistato questa guida in cui elenco quindici semplici modi per praticare l’inglese e diventare fluenti. Adottando le mie tecniche quotidianamente, riuscirete a fare dei progressi a vista d’occhio e il più delle volte non avrete bisogno di spendere un centesimo in insegnanti o scuole private.
Il mio metodo è basato su un assorbimento quotidiano e costante, di una full immersion in questa bellissima lingua senza fatica, facendo le cose che vi appassionano normalmente. Proprio in questo modo sono riuscita negli anni a diventare madrelingua e sono sicura che potete riuscirci anche voi. Cambiando il vostro stile di vita unendo l’utile al dilettevole, potete imparare non solo l’inglese ma anche qualsiasi altra lingua usando le stesse tecniche.
Con questo metodo potrete ritrovare la passione per l’apprendimento di una lingua che in fin dei conti non è così difficile come sembra, e neppure così distante. Allenerete la vostra mente, la vostra memoria e otterrete ottimi risultati in poco tempo. **
### Sinossi
Avete il desiderio o la necessità di imparare l’inglese e diventare fluenti in poco tempo? Non rinunciate ancora prima di aver acquistato questa guida in cui elenco quindici semplici modi per praticare l’inglese e diventare fluenti. Adottando le mie tecniche quotidianamente, riuscirete a fare dei progressi a vista d’occhio e il più delle volte non avrete bisogno di spendere un centesimo in insegnanti o scuole private.
Il mio metodo è basato su un assorbimento quotidiano e costante, di una full immersion in questa bellissima lingua senza fatica, facendo le cose che vi appassionano normalmente. Proprio in questo modo sono riuscita negli anni a diventare madrelingua e sono sicura che potete riuscirci anche voi. Cambiando il vostro stile di vita unendo l’utile al dilettevole, potete imparare non solo l’inglese ma anche qualsiasi altra lingua usando le stesse tecniche.
Con questo metodo potrete ritrovare la passione per l’apprendimento di una lingua che in fin dei conti non è così difficile come sembra, e neppure così distante. Allenerete la vostra mente, la vostra memoria e otterrete ottimi risultati in poco tempo.