Visualizzazione di 3925-3936 di 90860 risultati

Non invano

“Tragicità e meraviglia hanno segnato le mie stagioni, sempre irriducibili sempre insolubili. È il mistero del vivere ad attrarre ogni mio interesse e ogni mio interesse vi si rispecchia, vi trova giustificazione o motivo di consolazione. Il succedere degli avvenimenti, il mutare delle situazioni, il permanere dell’ignoto e dell’indicibile. Non è una opzione ideale, non corrisponde ad uno stimolo sociale, è una necessità carnale e materica riflessa nel paesaggio, scolpita e dipinta, assemblata nelle architetture rurali, civili e religiose. Nutrita di letteratura, di silenzio e di preghiera. E quando niente torna è inutile negarlo. Il passato è ciò che posseggo, il presente è il tempo che mi è concesso, il futuro arriva e mi troverà comunque impreparato. Il mio aiuto, la mia sola forza, sta nell’essere radicato. Una famiglia, una comunità, una terra, una lingua, una religione. Usanze, costumi, modalità dell’essere e dei comportamenti. E tutto sta finendo. Moribondo, quando non già morto.” **

Non credo al lieto fine

**Una scrittrice in cerca del grande amore. Un avvocato disilluso. Un romanzo ancora da scrivere…**
«Cos’è che fa prendere alle storie d’amore una direzione piuttosto che un’altra?»
Nausicaa Bellini cerca di scoprirlo da una vita, con scarsi risultati. I romanzi che ama leggere, e scrivere, hanno tutti una caratteristica in comune: l’assenza del lieto fine.
Ulisse Neri ha potuto sperimentare sulla sua pelle che le donne portano solo guai. E se non avesse così disperatamente bisogno di una baby-sitter per sua figlia, si terrebbe alla massima distanza soprattutto da lei.
Si odiano fin dai tempi del liceo… o forse no?
È facile dimenticarlo quando entra in gioco una potente attrazione…
**Dopo essersi cimentata per noi in due regency, e aver ottenuto grande successo sia di pubblico che critica, Marilena scrive per noi un contemporaneo ambientato nel mondo “libroso”. Siamo sicuri che vi piacerà! Buona lettura.
***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *******
**

Non ci possiamo più permettere uno Stato sociale Falso!

Molti si sono convinti che il nostro welfare è un lusso, che mantenendo certe conquiste sociali abbiamo ‘vissuto al di sopra dei nostri mezzi’, e che è ora di ridimensionarci.Ma siamo sicuri che sia l’unica alternativa possibile?Siamo davvero sicuri che l’Europa è in declino perché statalista e assistenziale?Chi lo ha detto che lo Stato sociale deve essere smantellato? Ascolta l’audio della puntata di Faharenheit su Radio 3 con Federico Rampini (18 settembre 2012) Federico Rampini partecipa a “8 e mezzo” su La 7 (19 settembre 2012) Guarda il video Ascolta l’audio della puntata di 28 minuti Radio 2 con Federico Rampini (20 settembre 2012) Presentazione del libro con Mario Monti e Antonio Martino (20 settembre 2012) **

Non C’è Rosa Senza Spine

Se la vita fosse un giardino, Rose non si concederebbe di fermarsi a respirare il profumo dei fiori; piuttosto, si affannerebbe a estirpare sterpi ed erbacce. Nei suoi trentasei anni, Rose si è sempre sacrificata per gli altri, dimenticandosi di se stessa e dei suoi sogni. Nel momento in cui perde il lavoro, suo padre viene a mancare e il figlio diciottenne se ne va di casa, si sente allora crollare il mondo intorno. Si considera inutile, non sa più reagire, proprio lei che è sempre stata una roccia per tutti.
Finché, ricevuta un’ambigua offerta come dama di compagnia, si ritrova dog-sitter di un viziatissimo volpino dall’agenda fittissima, tra passeggiate al parco, costose toelette e lunghe sessioni fotografiche per arricchire il profilo Instagram del cagnolino. La proprietaria è una ricca manager dispotica e troppo indaffarata che riversa su di lui il solo affetto di cui sia capace e trascura gelidamente la madre settantenne, Colette, sempre chiusa in casa. Mossa a pietà da quella signora fragile e stramba, Rose decide di dedicare a lei le sue cure. Non può immaginare quali verità si celino dietro l’esilio forzato tra quelle pareti dorate, né quante sorprese possa riservare Colette. L’arzilla vecchietta ha già capito, infatti, che chi ha davvero bisogno di aiuto è proprio Rose: è giunto il momento di ricordarle che la vita, nonostante le sue molte spine, è pur sempre una bellissima rosa.
La storia di Rose ci dimostra come anche nell’esistenza più semplice possano scoccare scintille di magia. È una storia di eroi quotidiani e di sentimenti autentici, in cui è possibile riconoscersi – come in tutti i romanzi di Aurélie Valognes: successi che hanno fatto di lei la regina della narrativa francese.
**«La scrittrice più amata di Francia.» – *Le Figaro*
3 milioni di copie vendute**

Noi siamo la rivoluzione. Perché la piazza può salvare la democrazia

“Anche se siamo lontani, la nostra ricerca di democrazia e di libertà è la stessa. Vi prego di stare con Hong Kong, perché la nostra lotta non è ancora finita.” Questa battaglia è cominciata anni fa, quando Joshua Wong era un adolescente. Mentre gli adulti stavano in silenzio, Joshua organizzò la prima protesta studentesca nella storia di Hong Kong per opporsi alla riforma dell’istruzione voluta dal governo filocinese. Da allora, ha guidato la Rivolta degli ombrelli, il grande movimento di resistenza pacifica al braccio sempre più lungo di Pechino sull’ex colonia britannica. Ha fondato un partito politico, Demosist?, e ha attirato l’attenzione della comunità internazionale sulle proteste contro l’ingerenza della Cina nell’autonomia della città. Più di due milioni di persone sono scese nelle piazze e nelle strade di Hong Kong. Joshua è stato ripetutamente in carcere. Per la prima volta racconta la sua storia, che fa rumore ovunque nel mondo e, soprattutto, è la testimonianza di una battaglia che ci riguarda da vicino. La sua è la lotta della libertà contro la censura e dei valori democratici contro il titanismo totalitario della Cina. Joshua Wong è un ribelle ed è un testimone straordinario della sua generazione, perché è ispirato da ideali che portano alla nascita di diritti nuovi. I diritti, infatti, non stanno fermi. La loro area non è definita per sempre. Le trasformazioni della società comportano nuove domande. Ed è proprio questa la trama della democrazia. Una democrazia sempre a rischio, in Oriente come in Occidente. La battaglia di Hong Kong è anche la nostra. Restare in silenzio non è più possibile. **

Neurofinanza

La neurofinanza è un campo innovativo di ricerca che studia le determinanti biologiche e neuronali che incidono sulle scelte economiche degli individui. Grazie a esperimenti di laboratorio e studi sul campo, è possibile infatti identificare le condizioni che influenzano la presa delle decisioni e i relativi network celebrali che si attivano durante tali processi. Inoltre, sempre più operatori e società finanziarie vedono nella neurofinanza un valido strumento per rafforzare la relazione con la clientela attuale e prospettica, nonché per migliorare il processo decisionale legato alla propria operatività interna. Il presente volume, frutto della collaborazione di una pluralità di autori esperti della materia, ha l’obiettivo di rappresentare un punto di riferimento per tutti quei soggetti che vogliono approfondire le tematiche legate al mondo delle neuroscienze applicate alla finanza, offrendo ai lettori una sintesi dei principali risultati raggiunti fi no ad oggi in questo ambito. Il volume è rivolto ad un’ampia platea di lettori, a iniziare dai risparmiatori e dagli investitori retail, che possono comprendere come le determinanti biologiche, e non solo quelle comportamentali, li inducano molto spesso a prendere decisioni diverse da quelle che razionalmente sarebbero ottimali. Anche i professionisti del mondo della consulenza finanziaria e del risparmio gestito potranno trarre dalla sua lettura spunti interessanti di sensibilizzazione e di riflessione, da condividere con i clienti attuali o prospettici.

Nessuno è colpevole

*Nessuno è colpevole* è il terzo romanzo pubblicato da questa casa editrice appartenente alla serie dell’archivista Arthur Jelling della polizia di Boston. Nel primo, *Sei giorni di preavviso* , il timido investigatore uscito dalla penna fertilissima di Giorgio Scerbanenco, impegna la parte prevalente del tempo addirittura in una acrobatica controinchiesta destinata a smontare una tesi investigativa da lui stesso congegnata. Nel secondo, *La bambola cieca* , più che scoprire un assassino, si tratta di fermare la sua arma prima del prossimo delitto, sciogliendo un specie di enigma. Man mano che si procede nella lettura dei suoi gialli, cresce l’impressione che Scerbanenco non sia semplicemente l’arguto e affascinante importatore di gialli investigativi nel Novecento italiano; e nemmeno colui il quale (per mezzo della seconda serie anni Sessanta, con l’ex medico investigatore Duca Lamberti protagonista) introdusse il *noir* in Italia. Si capisce che questo scrittore di tutti i generi, è in realtà un audace sperimentatore. Un autore che ha deciso che, essendo fondamentalmente il giallo un gioco a due che implica il lettore come fosse anche quest’ultimo uno dei personaggi, si possono percorrere liberamente tutte le vie ed è anzi più congruo seguire le variabile più sorprendenti della sfida. Fino, volendo a scardinare il giallo nella sua struttura, fin, quasi, all’ironia dell’ *antigiallo*. «Io no, non dico questo. Anzi dico che l’ha ucciso, ma lo dico senza convinzione»: dichiara Jelling in Nessuno è colpevole. Il caso infatti si presenta subito senza problemi, senza «giallo»: è stato ucciso un uomo durante una partita di caccia, e il suo compagno è reo confesso, senza dubbi, senza tentennamenti, con piena convinzione di tutti, anche di amici e figli. Solo l’archivista dal rossore facile resiste all’acquietamento generale e per dimostrare la sua ragione si intestardisce nella più astrusa delle dimostrazioni per assurdo. Avendo archiviato casi su casi, lui sa benissimo che la realtà supera sempre la fantasia. «Il protagonista, a volte si direbbe la vittima, dei romanzi polizieschi di Scerbanenco – scriveva Oreste Del Buono – si chiamava Jelling, era il più oscuro degli impiegati… era timido, pavido, remissivo, di una gentilezza quasi femminea nei modi, eppure capace di risolvere qualsiasi imbroglio. Un antieroe». Insomma, quanto di più inverosimile come detective: eppure, anche in questa scelta controintuitiva, Scerbanenco si mostra in grado di reggere la sua partita con il lettore.

Nelle sue mani

Elodie è una donna di trent’anni soddisfatta, ama il suo lavoro, ama il marito e il figlio ancora piccolo, e ama la città in cui vive, Parigi. Ma un giorno in tribunale i suoi occhi incrociano lo sguardo penetrante ed enigmatico di un uomo, un collega avvocato, e Elodie sente di non potersene staccare. Quell’uomo, che non avrà mai un nome, la invita a trovarlo a casa perché ha qualcosa da insegnarle. Inizia così a esercitare su di lei un potere irresistibile e assoluto, che per Elodie è fonte di piacere e di sofferenza. Sotto questa specie di magia, lei scopre a poco a poco il suo eros, il bisogno della carne e il potere delle parole, in una relazione ossessiva di pura sottomissione.

Nella balena

Questa è la storia di Herman, figlio della Donna Sirena e dell’Uomo Pesce; è la storia di un bimbo che si fa uomo imparando a lottare dall’Uomo Elefante e allenando all’equilibrio la grande Bird Millman, la poetessa dell’aria: la più straordinaria funambola di tutti i tempi, la prima donna a danzare su una corda sospesa nel vuoto tra due grattacieli. Herman è figlio del circo, il circo classico, quello fatto da “uomini che camminano con la loro bruttezza, fieri di generare meraviglia”.
Ma è anche la storia di Cerro, che invece abita a Novara in una casa troppo grande e troppo vuota perché è rimasto presto senza madre. E anche un po’ senza padre, che insieme alla moglie ha smarrito nei ricordi la sua capacità di amare. Da bambino Cerro contava il tempo in mirtilli: era capace di mangiarne uno al secondo, e portava al guinzaglio CuccioloAlfredo, un cane che sapeva essere dolce solo con lui. Teneva a bada così la solitudine, nutrendosi di piccole gioie. Ma da adulto? Un mirtillo lo farà ancora felice?
Herman e Cerro non s’incontreranno mai, ma avranno per sempre in comune qualcosa di immenso, la più grande attrazione del circo: una balena, Goliath, l’altra protagonista di questa storia. I genitori di Cerro si sono conosciuti proprio davanti a lei, il giorno in cui il circo era di passaggio sulle sponde del lago Maggiore ed Herman guidava il camion su cui viaggiava Goliath. L’amore tra loro è nato nel segno della balena. Ma che cos’è Goliath: un mostro o una meraviglia? E in fondo che cos’è l’amore stesso: un sogno sublime o un incubo spaventoso?
Perché l’irrequieta Marilisa attrae così tanto Cerro? E cosa sono la dedizione e la fede con cui Herman si prende cura per quasi trent’anni della balena? Esiste un amore più giusto di un altro? O forse l’amore è sempre e comunque un esercizio di sottomissione ed elevazione insieme, un’ossessione che ti spacca e ti completa?
Un romanzo potente, poetico e impastato di archetipi, lieve ma capace di scavare in profondità.
Dalla voce unica di Alessandro Barbaglia, una grande storia di abissi ed equilibri sospesi tra le nuvole, di solitudine e incontri prodigiosi, di semi assopiti nella terra che germogliano, miracolosi.

Narcisista Perverso: Guida Essenziale per Riconoscere il Manipolatore Affettivo e Acquisire le Tecniche per Liberarsi da una Relazione Opprimente. Mai più Narcisismo nella tua Vita!

## Hai una relazione complicata con il signore o la signora “Ho sempre ragione io”, vero?
### Ti senti sempre soffocato e confuso a causa del “Signor Manipolatore” o della “Signorina Ti-Faccio-Impazzire”? Ci sono troppi drammi nella tua vita? Potresti avere una relazione con un narcisista.
### ***Fermati un attimo, però.** *
La gente è costantemente a disagio con te? Ti sembrano nervosi o tesi? Allora forse sei all’estremo opposto. Forse sei tu la “Signorina Drammatica” o il “Signor Prepotente”. Sì, questi potrebbero essere i veri nomi che gli altri usano per te quando non stai ascoltando. Forse sei un osservatore esterno che vuole solo informarsi, o magari sei una di quelle persone che c’è dentro fino al collo, con così tante cicatrici di abuso (fisico o altro) che non si possono contare. Questo libro, anche se non può fornire una diagnosi ufficiale, può aiutarti e assisterti verso un percorso di guarigione. Avere a che fare con un **narcisista** non è un’impresa facile. A volte diffidi del tuo giudizio. Ti sentirai come se la tua personalità si stesse deteriorando. Non saltare alle conclusioni e non prendere decisioni affrettate. Comprendi la situazione e pianifica la tua prossima mossa. Una volta acquisite le giuste conoscenze, saprai qual è la cosa migliore da fare. Questo libro ti ricorda che sei degno e che gli abusi a cui sei stato sottoposto non sono colpa tua. Questo libro cercherà di aiutare non solo coloro che hanno deciso di mollare, ma anche coloro che hanno deciso di rimanere. Qualunque sia la tua scelta finale, sei tu che comandi. Hai sofferto abbastanza sotto i dispositivi di controllo di una persona che ha perso la sua psiche molto tempo fa. Non c’è bisogno di girare il coltello nella piaga, continuando a giudicare te stesso per le tue scelte. Puoi leggere questo libro nella privacy di casa tua, ma puoi anche formare una squadra. Trova le altre persone che fanno parte della vita del narcisista. Forse potete progettare un intervento o forse potete semplicemente creare un rifugio sicuro e sano tra di voi. è consigliata anche una visita ad un professionista di salute mentale.
## Imparerai:
* come riconoscere il narcisismo e le sue cause;
* a comprendere la differenza tra i vari tipi e sottotipi di narcisismo, tra cui quelli più pericolosi;
* come descrivere meglio la vostra relazione;
* a vedere attraverso il fumo e gli specchi che a volte accompagnano una relazione co-dipendente e tossica con un narcisista;
* che aspetto ha il narcisismo in vari contesti e relazioni;
* come il desiderio di perfezione del narcisista presenti un enorme problema;
* se un narcisista è in grado di influenzare l’intera famiglia;
* come fare in modo di non cadere mai più nella trappola del narcisismo;
* come iniziare il processo di guarigione e iniziare ad essere una versione più sana e migliore di te stesso.

Per coloro che sospettano di essere loro stessi dei narcisisti, potete anche voi leggere questo libro per conoscere meglio voi stessi e capire che cosa è tutto questo vuoto che sentite. Questo libro è un opuscolo metodico per coloro le cui vite sono state rovinate dal narcisismo. Anche se avrete difficoltà a superare questi problemi nella vostra vita, questo fornisce un’esplorazione approfondita delle possibili cause, sintomi e tipi di narcisismo che si possono incontrare. Ti permette anche di valutare te stesso attraverso un breve quiz vicino verso la fine del libro. Sono inclusi alcuni suggerimenti e promemoria per fornire supporto per la famiglia, gli amici, e gli amanti di narcisisti. Questo libro, inoltre, mira a sostenere il **narcisista** nella sua ricerca di comprensione di sé stesso, prima di perdere tutti coloro che ama. **Vuoi saperne di più? Scorri all’inizio della pagina e clicca sul pulsante** “Acquista ora”!
**