52321–52336 di 65579 risultati

Il pianeta proibito

Nessuno storico della fantascienza ha mai segnalato William Shakespeare come precursore dei viaggi interplanetari, dei robot, dei mostri extraterrestri. Ma chi —dopo aver letto questo romanzo di Stuart o visto il film che ha lo stesso titolo — leggerà o rileggerà La Tempesta, potrà constatare che tutto ciò era effettivamente contenuto nella stranissima isola in cui si svolge il dramma di Shakespeare. L’isola, lo scopriamo adesso, era in realtà un remoto pianeta; lo spirito benigno Ariel era Robby the Robot; il deforme Caliban era uno degli alieni più singolari e terrificanti che la teratologia, o “mostrologia” fantascientifica abbia mai inventato. Senonché a qualcuno potrebbe venire il dubbio, anch’esso terrificante, che tutto il merito di Stuart consista nell’essersi ispirato a un classico. No. Il lettore stia sicuro che // pianeta proibito, se glielo proponiamo in questa collana, è un perfetto classico di fantascienza per conto suo.

Il pianeta nuovo

Il pianeta nuovo by Oliver Morton
Una flotta di aerei che raggiunge la stratosfera per formare un «velo» di solfati intorno al mondo e riflettere la luce del sole. Navi fabbrica-nubi che seminano nuclei di condensazione sopra gli oceani per ispessire e imbiancare le nuvole, rendendole più riflettenti. Fertilizzanti a base di ferro sparsi nei mari per rinfoltire la presenza di alghe avide di anidride carbonica. Speciali «lenzuola» plastiche che ricoprono i ghiacciai a rischio di scioglimento e i deserti troppo caldi. Tecniche per catturare l’anidride carbonica emessa dagli impianti a energia fossile e immagazzinarla sotto terra. È la geoingegneria climatica: non è fantascienza, ma una possibilità concreta. Che forse si rivelerà inevitabile.I rischi del cambiamento climatico sono accertati e potenzialmente catastrofici, ma gli sforzi per ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera faticano a produrre risultati, o anche solo a essere avviati. La riconversione da un modello di sviluppo alimentato dai combustibili fossili a una società fondata sulle energie rinnovabili sta incontrando forti ostacoli politici, economici e tecnici: ecco perché bisogna rivolgersi alla geoingegneria, non come alternativa salvifica, ma come opzione complementare. In questo libro Oliver Morton, con sensibilità e appassionata competenza, esamina i pro e i contro, i dubbi e le certezze scientifiche, i dilemmi morali e sociali di tale opportunità.Intervenire in modo così deliberato e diretto sul clima globale è un’ipotesi che spaventa molti. Ma è da secoli che gli esseri umani interferiscono più o meno involontariamente con gli equilibri del pianeta che li ospita: le trasformazioni subite dai mari, dai venti, dai suoli, dai grandi cicli dell’azoto e del carbonio sono molto maggiori di quanto si pensi. E allora perché rinunciare al tentativo di sfruttare le grandi conquiste della scienza e della tecnologia per un’azione volontaria, volta a ristabilire un migliore equilibrio tra il mondo umano e il sistema Terra? Il pianeta nuovo non descrive un pianeta ideale, ma un futuro prossimo in cui l’ingegno umano sarà chiamato a prendersi cura del pianeta.

Il pianeta dimenticato

Durante l’esplorazione dell’universo, la ricerca di pianeti abitabili era diventata una necessità di sopravvivenza per gli esseri umani; ma erano troppi quelli su cui la vita non esisteva. E così, intere flottiglie di astronavi pattugliarono lo spazio, per “seminare” la vita su mondi sterili, e creare i presupposti per la successiva colonizzazione umana dell’universo. L’astronave Teti fu la prima ad atterrare sul pianeta senza nome, ma per un curioso incidente, quel pianeta venne dimenticato…anche perché era stato “seminato” solo fino a un certo stadio. Quel mondo al di fuori delle rotte galattiche, al di fuori del consorzio dei mondi civilizzati, era diventato un inferno: un ribollire primordiale di vita nelle sue forme elementari, e su quel pianeta, un giorno, approdarono dei naufraghi dello spazio… un gruppo di esseri umani, provenienti da mondi diversi, armati solo di una disperata volontà di sopravvivenza. Questa è la storia della lotta dei discendenti di quei naufraghi per sopravvivere contro la vita ostile del “pianeta dimenticato”: una storia epica, eroica, affascinante, nella quale gli uomini dovettero scontrarsi contro le incredibili forme di vita di un pianeta che pareva uscito da un incubo…mentre la sola speranza di salvezza si trova nelle sconfinate distese del cosmo!

Il pianeta del silenzio

di cui nonostante tutto non si è riusciti a stabilire con esattezza l’identità né di cui si è riusciti a ripristinare la memoria, Durante una missione di recupero su Titano un pilota cade vittima di un incidente, poco prima dell’inevitabile decesso riesce a mettersi in animazione sospesa nella speranza di poter ricevere soccorso. Molti anni dopo il suo copro viene recuperato e seppur in pessime condizioni viene rianimato grazie ad una tecnologia che al momento del suo decesso era ancora sconosciuta. La nave che lo ha salvato e rianimato ha però una missione ben più importante: raggiungere il pianeta Quinta nel tentativo di stabilire il primo contatto dell’umanità con una civiltà aliena. Il redivivo pilota, si unirà quindi all’equipaggio della storica spedizione.

Il pianeta Berserker

Un pianeta, un intero pianeta… Non si era mai visto niente di simile, neppure ai tempi dell’antichissima guerra che aveva partorito i berserker, le macchine assassine lanciate nello spazio con il compito di distruggere ogni forma di vita, e incuranti del fatto che la loro missione si fosse esaurita qualche millennio addietro… Ma se esisteva davvero un pianeta dei berserker, se la minaccia poteva raggiungere dimensioni così vaste, quale strumento si sarebbe potuto opporre al frenetico programma delle macchine omicide? Ecco un capitolo inedito dell’appassionante saga cibernetica che oggi URANIA è lieta di offrire ai suoi lettori.

Il piacere della vendetta

L’ennesimo affare concluso positivamente. Anche se in circostanze che definire particolari sarebbe poco…
Jack Maguire, pecora nera della famiglia, è stato buttato fuori casa dalla matrigna, interessata solo al patrimonio di suo padre. Ma non ha mai dimenticato quel giorno… così come Sally, la sua sorellastra.
Ora, dieci anni dopo, Jack è tornato per prendersi la rivincita che aspetta da sempre. È un uomo molto diverso da allora: ricco, affascinante e determinato a ottenere ciò che vuole, così come Sally non è più la ragazzina che ricordava, ma una donna fatta, bella e fin troppo desiderabile. Anche per un uomo di mondo come lui.
(source: Bol.com)

Il piacere della conquista

William Tanner è un uomo che ottiene sempre ciò che vuole. E ora desidera trovare una moglie degna di lui e della posizione sociale che è riuscito a conquistare a Vista del Mar. Il suo occhio predatore si posa su Margaret Cole, la nuova assistente. Lei sembra la donna perfetta: bella, elegante e di classe e William è sicuro che, grazie al potere e al denaro di cui dispone, presto cadrà ai suoi piedi. Mai avrebbe pensato che dietro quel viso d’angelo si nascondesse una perfetta tentatrice: il suono di quella voce lo cattura inesorabilmente e William ormai si sente perduto.
**
### Sinossi
William Tanner è un uomo che ottiene sempre ciò che vuole. E ora desidera trovare una moglie degna di lui e della posizione sociale che è riuscito a conquistare a Vista del Mar. Il suo occhio predatore si posa su Margaret Cole, la nuova assistente. Lei sembra la donna perfetta: bella, elegante e di classe e William è sicuro che, grazie al potere e al denaro di cui dispone, presto cadrà ai suoi piedi. Mai avrebbe pensato che dietro quel viso d’angelo si nascondesse una perfetta tentatrice: il suono di quella voce lo cattura inesorabilmente e William ormai si sente perduto.

Phobia

Londra, una fredda notte di dicembre nell’elegante quartiere di Forest Hill. Sarah sta dormendo quando sente rientrare il marito, che sarebbe dovuto restare via per lavoro ancora qualche giorno. Ma l’uomo che trova in cucina intento a prepararsi un panino non è Stephen. Eppure indossa gli abiti di Stephen, ha la sua valigia, ed è arrivato fin lì con l’auto di Stephen, parcheggiata come al solito davanti alla casa. Sostiene di essere Stephen, e conosce particolari della loro vita che solo lui può conoscere. Elemento ancora più agghiacciante, l’uomo ha il volto deturpato da orribili cicatrici. Per Sarah e per Harvey, il figlio di sei anni, incomincia un incubo atroce, anche perché lo sconosciuto scompare così come era apparso e nessuno crede alla sua esistenza. Anche la polizia è convinta che Sarah sia vittima di un forte esaurimento nervoso e che non voglia accettare che il marito sia andato via di casa volontariamente e che presto tornerà. Sola e disperata, Sarah si rivolge all’unica persona che, forse, può aiutarla, il suo amico d’infanzia Mark Behrendt, psichiatra che conosce gli abissi dell’animo umano. Insieme Mark e Sarah iniziano a indagare, mentre il misterioso sconosciuto è sempre un passo avanti a loro e sembra divertirsi a tormentarli, a lasciare piccoli segnali e scomparire. Chi è l’uomo sfigurato? Che cosa vuole da Sarah?

Peyton Place (Versione Italiana)

Peyton Place (versione italiana) by Grace Metalious
Una piccola città del New England, negli anni Quaranta. Gente perbene, famiglie solide, religione e lavoro, educazione e rispetto reciproco. Il volto pulito del sogno americano, una facciata pronta a crollare. Violenza familiare, tradimenti, moralismo e intransigenza, le speranze e le disillusioni degli adolescenti, le sconfitte degli adulti: niente è come sembra, a Peyton Place. Un romanzo che è stato letto di nascosto, scandalizzando milioni di persone e vendendo milioni di copie, e che ha dato vita all’industria dei sequel e degli adattamenti, con due serie televisive e due film leggendari. Tra incesto, morte e passione, oscenità e pettegolezzi, Grace Metalious – «Pandora in blue jeans», come veniva chiamata – ha lasciato un’opera che è al tempo stesso pop e trash, rivoluzionaria e imprescindibile.

Peyton Place

Una piccola città del New England, negli anni Quaranta. Gente perbene, famiglie solide, religione e lavoro, educazione e rispetto reciproco. Il volto pulito del sogno americano, una facciata pronta a crollare. Violenza familiare, tradimenti, moralismo e intransigenza, le speranze e le disillusioni degli adolescenti, le sconfitte degli adulti: niente è come sembra, a Peyton Place. Un romanzo che è stato letto di nascosto, scandalizzando milioni di persone e vendendo milioni di copie, e che ha dato vita all’industria dei sequel e degli adattamenti, con due serie televisive e due film leggendari. Tra incesto, morte e passione, oscenità e pettegolezzi, Grace Metalious – «Pandora in blue jeans», come veniva chiamata – ha lasciato un’opera che è al tempo stesso pop e trash, rivoluzionaria e imprescindibile.

Petrolio

“Ho iniziato un libro che mi impegnerà per anni, forse per il resto della mia vita. Non voglio parlarne, però: basti sapere che è una specie di ‘summa’ di tutte le mie esperienze, di tutte le mie memorie” – Pier Paolo Pasolini, 10 gennaio 1975.
Iniziato durante i primi anni Settanta, durante le crisi petrolifera mondiale, e portato avanti fino alla morte, nel novembre 1975, «Petrolio» è un gigantesco frammento di quello che avrebbe dovuto essere un romanzo-monstruum di circa duemila pagine. Una enciclopedia del racconto, che comprende tutti i registri, bassi e alti, della scrittura. Appunti, annotazioni, una lettera a Alberto Moravia, schizzi e specchietti che compongono un libro «nero», pubblicato, con fedeltà all’autografo, solo nel 1992. Risulta da questi frammenti una disperata archeologia umana, un’esplorazione dei misetri della sessualità e insieme uno spaccato dell’Italia del boom tra oscuri complotti di potere e stragi di stato rimaste impunite.

Petrademone 1. – Il Libro Delle Porte

Petrademone 1. – Il libro delle porte by Manlio Castagna
«Per scrivere un romanzo come questo non basta aver trascorso una vita a leggere, vedere e amare romanzi, film e serie televisive che raccontano il fantastico mondo dell’adolescenza.
Per scrivere un romanzo come questo, così avvincente e ricco, così magico, ci vuole un grande talento da narratore. E Manlio Castagna dimostra di averlo sin dalla prima pagina di questa saga.» IVAN COTRONEO

La peste

Orano è colpita da un’epidemia inesorabile e tremenda. Isolata con un cordone sanitario dal resto del mondo, affamata, incapace di fermare la pestilenza, la città diventa il palcoscenico e il vetrino da esperimento per le passioni di un’umanità al limite tra disgregazione e solidarietà. La fede religiosa, l’edonismo di chi non crede alle astrazioni, ma neppure è capace di “essere felice da solo”, il semplice sentimento del proprio dovere sono i protagonisti della vicenda; l’indifferenza, il panico, lo spirito burocratico e l’egoismo gretto gli alleati del morbo. Scritto da Camus secondo una dimensione corale e con una scrittura che sfiora e supera la confessione, La peste è un romanzo attuale e vivo, una metafora in cui il presente continua a riconoscersi.

Peste

Napoli, 1655. Varcando la soglia di palazzo Guzmán con la sua famiglia di saltimbanchi, per intrattenere gli ospiti del conte, Cecilia non immaginava che la sua vita sarebbe cambiata per sempre. Dopo aver ricevuto gli applausi divertiti degli astanti, si ritrova nel parco del palazzo e assiste, impotente e terrorizzata, a un incontro segreto. Il conte Guzmán e un altro uomo stanno parlando del destino di Napoli e di una congiura che potrebbe riportare la città nelle mani dei francesi. Cecilia non sa nulla di politica, ma comprende subito il pericolo in cui si trova: è l’unica testimone dell’atroce tradimento. Quella stessa notte, infatti, la sua famiglia viene assalita da tre sicari. Lei è la sola a sfuggire al massacro, grazie al provvidenziale intervento di un uomo che le permette di nascondersi in un palazzo deserto e misterioso. Sebastiano Filieri non ha più nulla nella vita, se non la sua pittura. Ha perso la famiglia e gli ideali in pochi giorni, durante la breve, sfortunata rivolta di Masaniello. Quando scopre il segreto di Cecilia, Sebastiano sa che il conte Guzmán non riposerà finché non l’avrà uccisa. La ragazza potrebbe riportarlo a combattere per la sua patria, per i valori che un tempo guidavano la sua esistenza, ma la città di Napoli è minacciata da un nemico più pericoloso della Francia, più infido dei governanti spagnoli: la peste.
(source: Bol.com)

Pessimo fidanzato cercasi

Sua madre. Il suo migliore amico. La barista del pub. Tutti sono decisi a trovare a Nathan Moffatt un compagno. Peccato che sia l’ultima cosa che vuole lui! Ogni giorno, al lavoro, il wedding planner del Granshire Hotel fa in modo che i suoi clienti vivano il loro sogno romantico, ma quando torna a casa, vuole solo stare in pigiama sul divano a guardare serie poliziesche in televisione e mangiare pizza.
Purtroppo non gli crede nessuno, e tutti gli ricordano di continuo che, se andrà avanti così, morirà da solo. Un giorno, però, gli viene un’idea: per essere lasciato in pace ha bisogno che anche i suoi amici e conoscenti comincino a desiderare che resti single. Per convincerli ha bisogno di un pessimo fidanzato, e c’è un solo uomo adatto a quel compito.
A Flynn Delaney non importa che gli abitanti di Ceremony pensino il peggio di lui, ma non sa se vuole anche fregiarsi del discutibile titolo di peggior fidanzato dell’isola. D’altro canto, però, se starà al gioco potrà uscire con il bel Nathan e far arrabbiare i proprietari del Granshire Hotel. È una situazione che gioverebbe a entrambi.
C’è solo un problema. Flynn si rivela un bravo fidanzato, e ora Nathan comincia a chiedersi se abbandonare il divano ogni tanto sia davvero la cosa più brutta del mondo.

Pessimi segnali

Angelo svolge il servizio civile in un paesino del Valdarno, presso la Croce Rossa. È a pochi chilometri da casa, eppure fin dal primo momento gli sembra di essere stato catapultato in un altro mondo, alieno e inquietante. I volontari sono gente rozza e violenta, che passa il tempo a guardare cassette porno e si eccita alla vista del sangue. I vecchi parlano confusamente di riti antichissimi che si celebrano nei boschi circostanti. Perfino le suore del convento si comportano in modo strano. Angelo coglie indizi e segnali che paiono alludere a uno spaventoso complotto. Una rete avvolge tutti, una rete al cui centro sembra essere Augusto, un bambino reso sordo, muto e cieco da un incidente. Solo se capirà cosa sta succedendo, Angelo riuscirà a salvarsi.
**