51841–51856 di 81643 risultati

Vita e morte segreta di Mussolini

Questo libro è stato scritto non solamente per documentare ma per fornire motivi di riflessione. Dice Bandini:
«La sostanziale modestia storica del ruolo di Mussolini dipende dal fatto che egli percorse, rumorosamente e digrignando i denti un cammino che era già stato tracciato prima di lui, e che era in un certo modo fatale. Né Mussolini, né altri avrebbero potuto infatti sopperire alle deficienze intrinseche del nostro popolo e della nostra classe dirigente: che potevano essere mascherate e addirittura passare inavvertite nei decenni della politica “del piede in casa” e “delle mani nette”. Ma che sarebbero risultate evidenti non appena fossimo entrati nel “grande gioco”. Mussolini non inventò nulla, non impresse alcun colpo di timone veramente decisivo alla nostra rotta: si limitò a salire su un cavallo già bardato a battaglia, e si lasciò condurre – molto grottescamente e con la giunta di parecchi spropositi personali – dove il cavallo voleva andare.»
Ma al di là dei motivi di riflessione su una condizione e su un ruolo, il volume è interessante in quanto sviluppa un racconto storico che porta nuova luce sul personaggio Mussolini, sulla sua fragilità, sulle sue indecisioni, abilmente mascherate. Bandini, in quest’opera che ha richiesto cinque anni di difficili ricerche, rivela una serie di fatti sorprendenti, fino ad oggi del tutto ignorati, sulla vita e sulla morte di Mussolini. Questi fatti, osservati nella filigrana delle trame segrete dell’ultima guerra, permettono di spiegare tutti quei «misteri» che con altre chiavi interpretative sono rimasti fino ad ora tali.
Franco Bandini, nato a Siena 56 anni fa, giornalista dall’agosto 1945, inviato speciale del «Corriere della Sera», dell’«Europeo», della rivista «Tempo», è uno dei rari studiosi italiani che abbia accoppiato alla serietà della ricerca sugli avvenimenti del passato, soprattutto quelli dell’ultima guerra, una straordinaria sensibilità per la comprensione della loro componente tecnico–militare che non è mai vista, attraverso la sua lente d’ingrandimento, come una quantità puramente materiale, ma come derivante da un motore umano, e, più ancora, intellettuale. Questo accoppiamento, insolito negli scrittori di storia moderna, gli ha permesso di fornire con le sue opere una interpretazione delle vicende, segnatamente di quelle italiane nell’ultimo conflitto, assolutamente originale e tale da capovolgere le convinzioni di comodo comparse negli ultimi tre decenni. Bandini, dopo trent’anni di servizi in tutto il mondo, ora vive a Colle di Val d’Elsa in una fattoria, occupando metà della sua giornata a scrivere, e l’altra metà ad arare, abbattere alberi ed attendere alle viti.

Questo libro è stato scritto non solamente per documentare ma per fornire motivi di riflessione. Dice Bandini:
«La sostanziale modestia storica del ruolo di Mussolini dipende dal fatto che egli percorse, rumorosamente e digrignando i denti un cammino che era già stato tracciato prima di lui, e che era in un certo modo fatale. Né Mussolini, né altri avrebbero potuto infatti sopperire alle deficienze intrinseche del nostro popolo e della nostra classe dirigente: che potevano essere mascherate e addirittura passare inavvertite nei decenni della politica “del piede in casa” e “delle mani nette”. Ma che sarebbero risultate evidenti non appena fossimo entrati nel “grande gioco”. Mussolini non inventò nulla, non impresse alcun colpo di timone veramente decisivo alla nostra rotta: si limitò a salire su un cavallo già bardato a battaglia, e si lasciò condurre – molto grottescamente e con la giunta di parecchi spropositi personali – dove il cavallo voleva andare.»
Ma al di là dei motivi di riflessione su una condizione e su un ruolo, il volume è interessante in quanto sviluppa un racconto storico che porta nuova luce sul personaggio Mussolini, sulla sua fragilità, sulle sue indecisioni, abilmente mascherate. Bandini, in quest’opera che ha richiesto cinque anni di difficili ricerche, rivela una serie di fatti sorprendenti, fino ad oggi del tutto ignorati, sulla vita e sulla morte di Mussolini. Questi fatti, osservati nella filigrana delle trame segrete dell’ultima guerra, permettono di spiegare tutti quei «misteri» che con altre chiavi interpretative sono rimasti fino ad ora tali.
Franco Bandini, nato a Siena 56 anni fa, giornalista dall’agosto 1945, inviato speciale del «Corriere della Sera», dell’«Europeo», della rivista «Tempo», è uno dei rari studiosi italiani che abbia accoppiato alla serietà della ricerca sugli avvenimenti del passato, soprattutto quelli dell’ultima guerra, una straordinaria sensibilità per la comprensione della loro componente tecnico–militare che non è mai vista, attraverso la sua lente d’ingrandimento, come una quantità puramente materiale, ma come derivante da un motore umano, e, più ancora, intellettuale. Questo accoppiamento, insolito negli scrittori di storia moderna, gli ha permesso di fornire con le sue opere una interpretazione delle vicende, segnatamente di quelle italiane nell’ultimo conflitto, assolutamente originale e tale da capovolgere le convinzioni di comodo comparse negli ultimi tre decenni. Bandini, dopo trent’anni di servizi in tutto il mondo, ora vive a Colle di Val d’Elsa in una fattoria, occupando metà della sua giornata a scrivere, e l’altra metà ad arare, abbattere alberi ed attendere alle viti.

Only registered users can download this free product.

LA VITA È BELLA Seguiteci: Un’odissea Familiare in Kayak Da Copenaghen a Istanbul

E tu cosa avresti fatto?
Quando Lars Simonsen ha perso il lavoro e la casa, lui ha scelto il Piano B e ha condotto la sua famiglia nella più lunga spedizione in kayak Hobie mai tentata prima e la più lunga
in kayak con bambini. Lars e la sua compagna Suzi hanno venduto i loro mobili e le loro cose, ritirato i loro figli Tiuri (7 anni) e Liva (5 anni) da scuola e si sono lanciati in acqua. Il piano? Pagaiare e navigare per più di 7000 chilometri, da Copenaghen a Istanbul.
Leggi la storia di Lars e Suzi e incontra le persone di tutta Europa che hanno mostrato a questa famiglia di avventurieri danesi che la vita è veramente bella.

E tu cosa avresti fatto?
Quando Lars Simonsen ha perso il lavoro e la casa, lui ha scelto il Piano B e ha condotto la sua famiglia nella più lunga spedizione in kayak Hobie mai tentata prima e la più lunga
in kayak con bambini. Lars e la sua compagna Suzi hanno venduto i loro mobili e le loro cose, ritirato i loro figli Tiuri (7 anni) e Liva (5 anni) da scuola e si sono lanciati in acqua. Il piano? Pagaiare e navigare per più di 7000 chilometri, da Copenaghen a Istanbul.
Leggi la storia di Lars e Suzi e incontra le persone di tutta Europa che hanno mostrato a questa famiglia di avventurieri danesi che la vita è veramente bella.

Only registered users can download this free product.

Vita dopo vita

«Pochi istanti dopo essere venuta al mondo, il mio cuore ha smesso di battere. A quattro anni, sono annegata nell’oceano. A cinque anni, sono scivolata da un tetto coperto di ghiaccio. A otto anni, ho preso l’influenza spagnola. Quattro volte. A ventidue anni, mio marito mi ha spinto con violenza contro un tavolino, uccidendomi. A trent’anni, sono morta durante un bombardamento tedesco su Londra. E su di me cadevano le tenebre. Ma ho sempre avuto un’altra possibilità.» In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, e nessuno riesce a salvarla. In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, ma il medico di famiglia, giunto proprio all’ultimo istante, lo taglia e permette alla piccola di respirare. Inizia così la vita straordinaria di Ursula Todd, una vita che, nel corso degli anni, verrà spezzata più e più volte, mentre l’umanità si avvia inesorabilmente verso la tragedia della guerra. Vita dopo vita, Ursula troverà la forza di cambiare il proprio destino, quello delle persone che incrocerà e quello del mondo intero? «Vita dopo vita» è uno di quei rari e fortunati casi in cui il talento creativo e la qualità letteraria hanno saputo conquistare anche il grande pubblico. Salutato dalla critica come un capolavoro destinato a rimanere nella storia della letteratura, questo romanzo è da mesi in testa alle classifiche inglesi e americane ed è stato eletto miglior romanzo dell’anno da alcune tra le più prestigiose testate giornalistiche del mondo. VITA DOPO VITA È… «Un miracolo della letteratura.» The Washington Post «Unico.» The New Yorker «Fantastico.» Entertainment Weekly «Meraviglioso.» The Wall Street Journal «Senza precedenti.» The New York Times «Speciale.» USA Today «Indimenticabile.» Time «Una stella nel firmamento della letteratura.» San Francisco Chronicle «Straordinario.» Newsweek «Un capolavoro.» The Guardian Miglior romanzo dell’anno per The New York Times The Guardian Time Barnes&Nobles Waterstone Vincitore del Costa Novel Award Vincitore del Goodreads Choice Award Finalista al Women’s Prize for Literary Fiction

«Pochi istanti dopo essere venuta al mondo, il mio cuore ha smesso di battere. A quattro anni, sono annegata nell’oceano. A cinque anni, sono scivolata da un tetto coperto di ghiaccio. A otto anni, ho preso l’influenza spagnola. Quattro volte. A ventidue anni, mio marito mi ha spinto con violenza contro un tavolino, uccidendomi. A trent’anni, sono morta durante un bombardamento tedesco su Londra. E su di me cadevano le tenebre. Ma ho sempre avuto un’altra possibilità.» In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, e nessuno riesce a salvarla. In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, ma il medico di famiglia, giunto proprio all’ultimo istante, lo taglia e permette alla piccola di respirare. Inizia così la vita straordinaria di Ursula Todd, una vita che, nel corso degli anni, verrà spezzata più e più volte, mentre l’umanità si avvia inesorabilmente verso la tragedia della guerra. Vita dopo vita, Ursula troverà la forza di cambiare il proprio destino, quello delle persone che incrocerà e quello del mondo intero? «Vita dopo vita» è uno di quei rari e fortunati casi in cui il talento creativo e la qualità letteraria hanno saputo conquistare anche il grande pubblico. Salutato dalla critica come un capolavoro destinato a rimanere nella storia della letteratura, questo romanzo è da mesi in testa alle classifiche inglesi e americane ed è stato eletto miglior romanzo dell’anno da alcune tra le più prestigiose testate giornalistiche del mondo. VITA DOPO VITA È… «Un miracolo della letteratura.» The Washington Post «Unico.» The New Yorker «Fantastico.» Entertainment Weekly «Meraviglioso.» The Wall Street Journal «Senza precedenti.» The New York Times «Speciale.» USA Today «Indimenticabile.» Time «Una stella nel firmamento della letteratura.» San Francisco Chronicle «Straordinario.» Newsweek «Un capolavoro.» The Guardian Miglior romanzo dell’anno per The New York Times The Guardian Time Barnes&Nobles Waterstone Vincitore del Costa Novel Award Vincitore del Goodreads Choice Award Finalista al Women’s Prize for Literary Fiction

Only registered users can download this free product.

La vita dopo Dio

Il mondo descritto da Douglas Coupland è un luogo dove non esistono più certezze, dove Dio è scomparso e con lui qualsiasi idea di trascendenza. Le giornate dei giovani protagonisti scorrono scandite da piccoli eventi, incontri, drammi e microdrammi quotidiani. Sotto un cielo indifferente si vive, si lavora, si ama e, talvolta, si muore, cercando di conquistare vittorie temporanee contro la solitudine attraverso gli incontri e la memoria. Con una scrittura asciutta ed essenziale Coupland traccia il ritratto di una generazione che si sforza di crescere senza miti e senza guide.

Il mondo descritto da Douglas Coupland è un luogo dove non esistono più certezze, dove Dio è scomparso e con lui qualsiasi idea di trascendenza. Le giornate dei giovani protagonisti scorrono scandite da piccoli eventi, incontri, drammi e microdrammi quotidiani. Sotto un cielo indifferente si vive, si lavora, si ama e, talvolta, si muore, cercando di conquistare vittorie temporanee contro la solitudine attraverso gli incontri e la memoria. Con una scrittura asciutta ed essenziale Coupland traccia il ritratto di una generazione che si sforza di crescere senza miti e senza guide.

Only registered users can download this free product.

Vita di Luigi Tenco

A cinquant’anni dalla tragica e ancora misteriosa scomparsa del grande cantautore, la sua figura continua ad affascinare e resta un punto di riferimento fondamentale nel panorama della canzone italiana. In questa biografia Aldo Colonna racconta la vita di un personaggio appassionante e scomodo, fiero e disperato, coerente fino in fondo, dalla forte personalità.
Emerge non solo il ritratto del Tenco artista ma anche la storia della sua vicenda esistenziale, fino alle circostanze, analizzate nel dettaglio, della morte violenta. Questa nuova edizione, arricchita da un apparato iconografico che contiene alcune foto inedite, getta luce sul significato di alcune celebri canzoni, a lungo travisate.
**
### Sinossi
A cinquant’anni dalla tragica e ancora misteriosa scomparsa del grande cantautore, la sua figura continua ad affascinare e resta un punto di riferimento fondamentale nel panorama della canzone italiana. In questa biografia Aldo Colonna racconta la vita di un personaggio appassionante e scomodo, fiero e disperato, coerente fino in fondo, dalla forte personalità.
Emerge non solo il ritratto del Tenco artista ma anche la storia della sua vicenda esistenziale, fino alle circostanze, analizzate nel dettaglio, della morte violenta. Questa nuova edizione, arricchita da un apparato iconografico che contiene alcune foto inedite, getta luce sul significato di alcune celebri canzoni, a lungo travisate.

A cinquant’anni dalla tragica e ancora misteriosa scomparsa del grande cantautore, la sua figura continua ad affascinare e resta un punto di riferimento fondamentale nel panorama della canzone italiana. In questa biografia Aldo Colonna racconta la vita di un personaggio appassionante e scomodo, fiero e disperato, coerente fino in fondo, dalla forte personalità.
Emerge non solo il ritratto del Tenco artista ma anche la storia della sua vicenda esistenziale, fino alle circostanze, analizzate nel dettaglio, della morte violenta. Questa nuova edizione, arricchita da un apparato iconografico che contiene alcune foto inedite, getta luce sul significato di alcune celebri canzoni, a lungo travisate.
**
### Sinossi
A cinquant’anni dalla tragica e ancora misteriosa scomparsa del grande cantautore, la sua figura continua ad affascinare e resta un punto di riferimento fondamentale nel panorama della canzone italiana. In questa biografia Aldo Colonna racconta la vita di un personaggio appassionante e scomodo, fiero e disperato, coerente fino in fondo, dalla forte personalità.
Emerge non solo il ritratto del Tenco artista ma anche la storia della sua vicenda esistenziale, fino alle circostanze, analizzate nel dettaglio, della morte violenta. Questa nuova edizione, arricchita da un apparato iconografico che contiene alcune foto inedite, getta luce sul significato di alcune celebri canzoni, a lungo travisate.

Only registered users can download this free product.

Una vita da eroe

‘Immergetevi in questo libro. È grandioso.’
**Financial Times su Una vita da eroe**
‘Uno dei maggiori scrittori irlandesi viventi.’
**la Repubblica**
All’inizio degli anni Cinquanta, dopo un lungo esilio negli Stati Uniti, Henry Smart fa ritorno nella sua Irlanda. Ma l’eroe della guerra di indipendenza, l’impavido combattente che era stato l’uomo di fiducia di Michael Collins, è ormai l’ombra di se stesso. Solo, affranto, con la memoria a brandelli, deve rimettere insieme i ricordi: la sua misera infanzia, il riscatto nelle file dell’IRA e l’incontro con la giovane insegnante rivoluzionaria che sarebbe diventata la donna della sua vita. A dipanare i ricordi lo costringe John Ford, il grande regista di origine irlandese, che ha deciso di ingaggiarlo come co-sceneggiatore per girare un film sulle sue imprese. Si intitolerà Un uomo tranquillo, e la parte del protagonista sarà interpretata da John Wayne. In un crescendo di surreali scambi di opinioni con il regista, Henry si rende conto, però, che le regole di Hollywood impongono di edulcorare la violenza della guerra e trasformano la sua storia in un polpettone sentimentale. Esasperato, preferisce ritirarsi a vivere un’esistenza anonima lavorando come giardiniere e custode in una scuola, senza però rinunciare al sogno di ricongiungersi con la sua famiglia, di cui teme di essere l’unico sopravvissuto. L’illusione di una vita tranquilla si infrange anni dopo, quando Henry Smart per una serie di circostanze fortuite viene ‘scoperto’ dalla stampa e dai nuovi militanti della Provisional IRA, che vedono in lui un eroe dimenticato, da celebrare e da portare in trionfo, tra raduni e comizi, obbligandolo a nuove scelte di campo.
In un romanzo appassionante, intenso e sempre vivacemente ironico, Roddy Doyle affronta temi delicati come la politica, la storia, il mito, il senso di identità nazionale e racconta i profondi mutamenti di un paese alla ricerca di normalità ed equilibrio.
‘Roddy Doyle è una specie di eroe nazionale. È colui che ha fatto conoscere al mondo la realtà dell’Irlanda d’oggi.’
**Irish Independent**
‘Roddy Doyle lascia ogni volta i suoi lettori senza fiato.’
**The Sunday Times**
(source: Bol.com)

‘Immergetevi in questo libro. È grandioso.’
**Financial Times su Una vita da eroe**
‘Uno dei maggiori scrittori irlandesi viventi.’
**la Repubblica**
All’inizio degli anni Cinquanta, dopo un lungo esilio negli Stati Uniti, Henry Smart fa ritorno nella sua Irlanda. Ma l’eroe della guerra di indipendenza, l’impavido combattente che era stato l’uomo di fiducia di Michael Collins, è ormai l’ombra di se stesso. Solo, affranto, con la memoria a brandelli, deve rimettere insieme i ricordi: la sua misera infanzia, il riscatto nelle file dell’IRA e l’incontro con la giovane insegnante rivoluzionaria che sarebbe diventata la donna della sua vita. A dipanare i ricordi lo costringe John Ford, il grande regista di origine irlandese, che ha deciso di ingaggiarlo come co-sceneggiatore per girare un film sulle sue imprese. Si intitolerà Un uomo tranquillo, e la parte del protagonista sarà interpretata da John Wayne. In un crescendo di surreali scambi di opinioni con il regista, Henry si rende conto, però, che le regole di Hollywood impongono di edulcorare la violenza della guerra e trasformano la sua storia in un polpettone sentimentale. Esasperato, preferisce ritirarsi a vivere un’esistenza anonima lavorando come giardiniere e custode in una scuola, senza però rinunciare al sogno di ricongiungersi con la sua famiglia, di cui teme di essere l’unico sopravvissuto. L’illusione di una vita tranquilla si infrange anni dopo, quando Henry Smart per una serie di circostanze fortuite viene ‘scoperto’ dalla stampa e dai nuovi militanti della Provisional IRA, che vedono in lui un eroe dimenticato, da celebrare e da portare in trionfo, tra raduni e comizi, obbligandolo a nuove scelte di campo.
In un romanzo appassionante, intenso e sempre vivacemente ironico, Roddy Doyle affronta temi delicati come la politica, la storia, il mito, il senso di identità nazionale e racconta i profondi mutamenti di un paese alla ricerca di normalità ed equilibrio.
‘Roddy Doyle è una specie di eroe nazionale. È colui che ha fatto conoscere al mondo la realtà dell’Irlanda d’oggi.’
**Irish Independent**
‘Roddy Doyle lascia ogni volta i suoi lettori senza fiato.’
**The Sunday Times**
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Una vita come tante

In una New York fervida e sontuosa vivono quattro ragazzi, ex compagni di college, che da sempre sono stati vicini l’uno all’altro. Si sono trasferiti nella metropoli da una cittadina del New England, e all’inizio sono sostenuti solo dalla loro amicizia e dall’ambizione. Willem, dall’animo gentile, vuole fare l’attore. JB, scaltro e a volte crudele, insegue un accesso al mondo dell’arte. Malcolm è un architetto frustrato in uno studio prestigioso. Jude, avvocato brillante e di enigmatica riservatezza, è il loro centro di gravità. Nei suoi riguardi l’affetto e la solidarietà prendono una piega differente, per lui i ragazzi hanno una cura particolare, una sensibilità speciale e tormentata, perché la sua vita sempre oscilla tra la luce del riscatto e il baratro dell’autodistruzione. Intorno a Jude, al suo passato, alla sua lotta per conquistarsi un futuro, si plasmano campi di forze e tensioni, lealtà e tradimenti, sogni e disperazione. E la sua storia diventa una disamina, magnifica e perturbante, della crudeltà umana e del potere taumaturgico dell’amicizia.
**

In una New York fervida e sontuosa vivono quattro ragazzi, ex compagni di college, che da sempre sono stati vicini l’uno all’altro. Si sono trasferiti nella metropoli da una cittadina del New England, e all’inizio sono sostenuti solo dalla loro amicizia e dall’ambizione. Willem, dall’animo gentile, vuole fare l’attore. JB, scaltro e a volte crudele, insegue un accesso al mondo dell’arte. Malcolm è un architetto frustrato in uno studio prestigioso. Jude, avvocato brillante e di enigmatica riservatezza, è il loro centro di gravità. Nei suoi riguardi l’affetto e la solidarietà prendono una piega differente, per lui i ragazzi hanno una cura particolare, una sensibilità speciale e tormentata, perché la sua vita sempre oscilla tra la luce del riscatto e il baratro dell’autodistruzione. Intorno a Jude, al suo passato, alla sua lotta per conquistarsi un futuro, si plasmano campi di forze e tensioni, lealtà e tradimenti, sogni e disperazione. E la sua storia diventa una disamina, magnifica e perturbante, della crudeltà umana e del potere taumaturgico dell’amicizia.
**

Only registered users can download this free product.

La vita che si ama. Storie di felicità

È inutile chiedersi cosa sia la felicità, o come fare a raggiungerla. Lo scrive un padre ai propri figli nella lettera che apre questo libro: la felicità, spiega, non è una questione d’istanti, ma una presenza costante, che corre parallela a noi. Il problema è saperla intravedere, imparando a non farci abbagliare. Il padre è Roberto Vecchioni. Sono per i suoi figli Francesca, Carolina, Arrigo e Edoardo – i racconti che compongono il volume. Dalle bizzarrie vissute insieme a loro, a episodi comici e drammatici della sua carriera di insegnante; dagli amori perduti o ritrovati fino a un ritratto vivo e passionale di suo padre Aldo, Vecchioni attinge alla propria biografia per costruire un vero e proprio manuale su come imbrigliare la felicità, senza farla scivolare via finché non diventa soltanto un ricordo. Ma ci sono anche le canzoni, scritte in un arco di quasi quarant’anni. Ci sono squarci letterari: un racconto dalle Mille e una notte, la storia di Paolo e Francesca, il mito di Orfeo ed Euridice, un frammento di Saffo. C’è l’amata Casa sul lago, testimone di tanti momenti, alcuni dei quali difficili e persino spaventosi. Roberto Vecchioni ci conduce in un viaggio personale lungo quello che chiama “il tempo verticale”, uno spazio che tiene uniti tra loro passato, presente e futuro, dove nulla si perde. D’altronde “la felicità non è un angolo acuto della vita o un logaritmo incalcolabile o la quadratura del cerchio: la felicità è la geometria stessa”.

È inutile chiedersi cosa sia la felicità, o come fare a raggiungerla. Lo scrive un padre ai propri figli nella lettera che apre questo libro: la felicità, spiega, non è una questione d’istanti, ma una presenza costante, che corre parallela a noi. Il problema è saperla intravedere, imparando a non farci abbagliare. Il padre è Roberto Vecchioni. Sono per i suoi figli Francesca, Carolina, Arrigo e Edoardo – i racconti che compongono il volume. Dalle bizzarrie vissute insieme a loro, a episodi comici e drammatici della sua carriera di insegnante; dagli amori perduti o ritrovati fino a un ritratto vivo e passionale di suo padre Aldo, Vecchioni attinge alla propria biografia per costruire un vero e proprio manuale su come imbrigliare la felicità, senza farla scivolare via finché non diventa soltanto un ricordo. Ma ci sono anche le canzoni, scritte in un arco di quasi quarant’anni. Ci sono squarci letterari: un racconto dalle Mille e una notte, la storia di Paolo e Francesca, il mito di Orfeo ed Euridice, un frammento di Saffo. C’è l’amata Casa sul lago, testimone di tanti momenti, alcuni dei quali difficili e persino spaventosi. Roberto Vecchioni ci conduce in un viaggio personale lungo quello che chiama “il tempo verticale”, uno spazio che tiene uniti tra loro passato, presente e futuro, dove nulla si perde. D’altronde “la felicità non è un angolo acuto della vita o un logaritmo incalcolabile o la quadratura del cerchio: la felicità è la geometria stessa”.

Only registered users can download this free product.

La Vita Che Scelsi

La storia di un uomo che si ritrova a dover ricostruire la sua vita dopo un incidente in macchina a causa di una distrazione.
La vicenda è ambientata nel nostro paese e i riferimenti alla nostra società nel bene o nel male sono molteplici.
Questo è il mio primo lavoro completo che pubblico ed accetto ogni tipo di critica costruttiva per potermi migliorare.

La storia di un uomo che si ritrova a dover ricostruire la sua vita dopo un incidente in macchina a causa di una distrazione.
La vicenda è ambientata nel nostro paese e i riferimenti alla nostra società nel bene o nel male sono molteplici.
Questo è il mio primo lavoro completo che pubblico ed accetto ogni tipo di critica costruttiva per potermi migliorare.

Only registered users can download this free product.

I visitatori

A Lone Pine, Minnesota, c’è un barbiere pieno di pregiudizi e c’è Jerry Conklin, lo studente di scienze forestali che ha deciso di andare a pescare. (Lui pensa che sia un giorno come tutti gli altri.) Poi arriva la tegola che gli fracassa la macchina: decisamente, non è un giorno come gli altri. La tegola è un parallelepipedo nero e opaco caduto dal cielo, alto venti metri e largo duecento, che gli abitanti di Lone Pine sono i primi a vedere. George, il barbiere, è invece il primo a sparargli contro. Ma sarà anche l’ultimo.
(source: Bol.com)

A Lone Pine, Minnesota, c’è un barbiere pieno di pregiudizi e c’è Jerry Conklin, lo studente di scienze forestali che ha deciso di andare a pescare. (Lui pensa che sia un giorno come tutti gli altri.) Poi arriva la tegola che gli fracassa la macchina: decisamente, non è un giorno come gli altri. La tegola è un parallelepipedo nero e opaco caduto dal cielo, alto venti metri e largo duecento, che gli abitanti di Lone Pine sono i primi a vedere. George, il barbiere, è invece il primo a sparargli contro. Ma sarà anche l’ultimo.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

La visita meravigliosa

La visita meravigliosa è un romanzo del 1895 di H.G. Wells. Con un angelo per protagonista – una creatura di fantasia diversa dall’angelo religioso – e ambientato nell’Inghilterra contemporanea, il libro potrebbe essere classificato come un fantasy contemporaneo, benché il genere non fosse riconosciuto al tempo di Wells. La visita meravigliosa affronta anche forti temi di satira, prendendo in giro con gentilezza i costumi e le istituzioni dell’Inghilterra vittoriana altrettanto idealista della ribellione stessa.

La visita meravigliosa è un romanzo del 1895 di H.G. Wells. Con un angelo per protagonista – una creatura di fantasia diversa dall’angelo religioso – e ambientato nell’Inghilterra contemporanea, il libro potrebbe essere classificato come un fantasy contemporaneo, benché il genere non fosse riconosciuto al tempo di Wells. La visita meravigliosa affronta anche forti temi di satira, prendendo in giro con gentilezza i costumi e le istituzioni dell’Inghilterra vittoriana altrettanto idealista della ribellione stessa.

Only registered users can download this free product.

Visioni digitali

Qualcosa di nuovo e straordinariamente vitale ha colonizzato i media digitali e il web negli ultimi dieci anni. Le forme che eravamo abituati a considerare cinema, televisione, giornalismo, editoria, collocandole in campi specifici, oggi non solo tendono a coesistere nello stesso ambiente mediale, ma si incrociano e ibridano in modi inediti e profondi. Dai video di YouTube, Vimeo e Facebook a Instagram, dalle web serie ai tutorial ai film in Realtà Aumentata e al ‘postcinema’… Si tratta di una vera e propria galassia di fenomeni ed esperienze che rifiutano di farsi catalogare in modi tradizionali e che rivelano i caratteri e le tendenze piú sorprendenti della società digitale contemporanea e futura, protagonisti di un sistema economico in tumultuosa espansione nel quale è impensabile prescindere dal software e dagli audiovisivi.
(source: Bol.com)

Qualcosa di nuovo e straordinariamente vitale ha colonizzato i media digitali e il web negli ultimi dieci anni. Le forme che eravamo abituati a considerare cinema, televisione, giornalismo, editoria, collocandole in campi specifici, oggi non solo tendono a coesistere nello stesso ambiente mediale, ma si incrociano e ibridano in modi inediti e profondi. Dai video di YouTube, Vimeo e Facebook a Instagram, dalle web serie ai tutorial ai film in Realtà Aumentata e al ‘postcinema’… Si tratta di una vera e propria galassia di fenomeni ed esperienze che rifiutano di farsi catalogare in modi tradizionali e che rivelano i caratteri e le tendenze piú sorprendenti della società digitale contemporanea e futura, protagonisti di un sistema economico in tumultuosa espansione nel quale è impensabile prescindere dal software e dagli audiovisivi.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

La visione profonda

Per più di trent’anni, in India, un gruppo di persone diverse per formazione, ambiente e professione si è raccolto intorno a J. Krishnamurti. Attraverso la verifica del dialogo, queste persone hanno intrapreso insieme l’esplorazione della struttura e della natura della mente dell’uomo e della sua coscienza, e delle energie che in lui giacciono assopite. “Non è possibile migliorarsi attraverso la conoscenza”, dice Krishnamurti, è necessario “possedere una capacità intuitiva, comprendere in modo immediato”. Nel corso di questi dibattiti vengono sollevate questioni di primaria importanza, che sono i problemi di fondo, psicologici e spirituali, coi quali l’umanità si trova a confronto. Per coloro che hanno già dimestichezza col pensiero di Krishnamurti, le indagini e l’attenta verifica che sono qui messe in atto aiuteranno a chiarire molti temi importanti, cos’egli intenda, per esempio, quando parla della conoscenza di sé, dell’osservare ‘senza l’osservatore’, della dualità, dello stato distico, e della fonte primaria della paura. Altri, che lo leggono per la prima volta, rimarranno colpiti dalla lucidità delle sue intuizioni, e dal messaggio inquietante, provocante, cui danno origine.
**

Per più di trent’anni, in India, un gruppo di persone diverse per formazione, ambiente e professione si è raccolto intorno a J. Krishnamurti. Attraverso la verifica del dialogo, queste persone hanno intrapreso insieme l’esplorazione della struttura e della natura della mente dell’uomo e della sua coscienza, e delle energie che in lui giacciono assopite. “Non è possibile migliorarsi attraverso la conoscenza”, dice Krishnamurti, è necessario “possedere una capacità intuitiva, comprendere in modo immediato”. Nel corso di questi dibattiti vengono sollevate questioni di primaria importanza, che sono i problemi di fondo, psicologici e spirituali, coi quali l’umanità si trova a confronto. Per coloro che hanno già dimestichezza col pensiero di Krishnamurti, le indagini e l’attenta verifica che sono qui messe in atto aiuteranno a chiarire molti temi importanti, cos’egli intenda, per esempio, quando parla della conoscenza di sé, dell’osservare ‘senza l’osservatore’, della dualità, dello stato distico, e della fonte primaria della paura. Altri, che lo leggono per la prima volta, rimarranno colpiti dalla lucidità delle sue intuizioni, e dal messaggio inquietante, provocante, cui danno origine.
**

Only registered users can download this free product.

Virus Cepha

Classificazione del morbo: Parassitosi encefalica.
Agente patogeno: Virus Cepha
Origine: Sconosciuta.
Caratteristiche: Virus capace di impiantarsi parassiticamente su altri virus.
Trasmissione: tutte le forme conosciute di contagio virale.
Periodo di incubazione: sette giorni.
Sintomi: Emicrania, vertigini, prurito, nausea, seguiti a distanza più o meno breve da violente nevralgie con vomito, convulsioni, delirio. Morte per collasso cardiaco o soffocazione da vomito.
Prevenzione: Nessun sistema efficace.
Cure: Nessuna.
Probabilità di sopravvivenza: Zero.
Copertina di Karel Thole

Classificazione del morbo: Parassitosi encefalica.
Agente patogeno: Virus Cepha
Origine: Sconosciuta.
Caratteristiche: Virus capace di impiantarsi parassiticamente su altri virus.
Trasmissione: tutte le forme conosciute di contagio virale.
Periodo di incubazione: sette giorni.
Sintomi: Emicrania, vertigini, prurito, nausea, seguiti a distanza più o meno breve da violente nevralgie con vomito, convulsioni, delirio. Morte per collasso cardiaco o soffocazione da vomito.
Prevenzione: Nessun sistema efficace.
Cure: Nessuna.
Probabilità di sopravvivenza: Zero.
Copertina di Karel Thole

Only registered users can download this free product.