51729–51744 di 68366 risultati

Le Guerre Del Mondo Emerso – 3. Un Nuovo Regno

Le Guerre del Mondo Emerso – 3. Un nuovo regno by Licia Troisi
Dubhe non può più aspettare. Dohor, il despota della Terra del Sole, guida la sua sanguinaria conquista all’intero Mondo Emerso in alleanza con la Gilda degli Assassini. Un’alleanza sempre più pericolosa da quando la setta vuol riportare in vita Aster nel corpo di San, il nipote di Nihal.
La missione del vecchio Ido è proteggerlo a costo della vita, mentre Lonerin e Sennar sono partiti alla ricerca del talismano del potere, l’antico manufatto elfico che ancora una volta potrebbe rovesciare le sorti della guerra.
Ma Dubhe non può aspettare che il re si arrenda: il simbolo della maledizione pulsa sul suo braccio, e l’unico modo per liberarsene è raggiungere Dohor al palazzo e ucciderlo al più presto. Più la Bestia le graffia il petto impaziente di uscire, più la determinazione di Dubhe nella sua missione si fa implacabile. Fino a quando non conosce Learco, il figlio di Dohor, un ragazzo nel cui tormento scorge qualcosa di molto simile al proprio…
L’ultimo emozionante capitolo della saga delle Guerre del Mondo Emerso.

Le Guerre del Mondo Emerso – 2. Le due guerriere

Dopo essere sfuggita alla Gilda degli Assassini, la giovane guerriera Dubhe deve liberarsi dalla maledizione che le è stata inflitta. L’unico che può salvarla è Sennar, il più potente tra i maghi, compagno di Nihal, ritiratosi nelle Terre Ignote.
Intanto la sanguinaria setta ha trovato il modo per riportare in vita Aster il Tiranno, dopo lunghissimi anni di attesa. Manca soltanto la vittima sacrificale, il corpo che dovrà accoglierne la reincarnazione, e il prescelto è San, nipote di Sennar e Nihal. A proteggere il ragazzo dalla caccia feroce degli Assassini è chiamato il vecchio gnomo Ido, antico maestro di Nihal e fiero nemico del corrotto re Dohor.
Nel frattempo Dubhe e il suo compagno di viaggio, il giovane mago Lonerin, sono inseguiti dal più temibile dei nemici: Rekla, la Guardia dei Veleni della Gilda, colei che le ha impresso il sigillo della maledizione, e che deve vendicare la vergogna della sua fuga.
Il destino del Mondo Emerso si gioca nelle misteriose terre oltre il Saar.
Due guerriere se lo disputano.
**
### Sinossi
Dopo essere sfuggita alla Gilda degli Assassini, la giovane guerriera Dubhe deve liberarsi dalla maledizione che le è stata inflitta. L’unico che può salvarla è Sennar, il più potente tra i maghi, compagno di Nihal, ritiratosi nelle Terre Ignote.
Intanto la sanguinaria setta ha trovato il modo per riportare in vita Aster il Tiranno, dopo lunghissimi anni di attesa. Manca soltanto la vittima sacrificale, il corpo che dovrà accoglierne la reincarnazione, e il prescelto è San, nipote di Sennar e Nihal. A proteggere il ragazzo dalla caccia feroce degli Assassini è chiamato il vecchio gnomo Ido, antico maestro di Nihal e fiero nemico del corrotto re Dohor.
Nel frattempo Dubhe e il suo compagno di viaggio, il giovane mago Lonerin, sono inseguiti dal più temibile dei nemici: Rekla, la Guardia dei Veleni della Gilda, colei che le ha impresso il sigillo della maledizione, e che deve vendicare la vergogna della sua fuga.
Il destino del Mondo Emerso si gioca nelle misteriose terre oltre il Saar.
Due guerriere se lo disputano.

GUERRE BATTAGLIE E RIVOLTE NEL MOND

Da millenni crocevia e punto di confluenza di miriadi di civiltà, culture e popoli, il Medioriente rappresenta il terreno di scontro tra entità geopolitiche di volta in volta differenti, ma anche un cantiere sempre aperto di esperimenti politici. Dal disfacimento dell’impero turco la storia bellica del Medioriente passa attraverso l’amministrazione delle grandi potenze e la successiva decolonizzazione, proseguendo con l’ascesa del panarabismo e la sua violenta collisione con il nuovo, dirompente elemento rappresentato dalla nascita dello Stato d’Israele, per arrivare, dopo la prima decade del nuovo millennio, alla catena di rivolte e guerre civili contro i regimi più autocratici. È nell’area mediorientale che si concentra la maggior parte delle guerre e delle battaglie della storia recente; un settore dove i motivi di belligeranza si sovrappongono e si sommano gli uni agli altri senza soluzione di continuità, e dove tanti protagonisti, siano essi presidenti o primi ministri liberamente eletti, dittatori e giunte militari, re e capi religiosi, despoti e ribelli, si confrontano con una tenacia che conosce pochi eguali nella Storia. Da Lawrence d’Arabia a Gheddafi, dalle guerre arabo-israeliane all’occupazione dell’Iraq, fino all’odierna e drammatica guerra civile in Libia, questo libro offre al lettore una chiave di lettura storica indispensabile per comprendere la contemporaneità.
**

Della guerra

Generale prussiano nelle guerre contro Napoleone, Karl, è diventato esponente di una scienza che ha gli stessi anni della civiltà – la polemologia. ‘Della guerra’ è un libro ottocentesco che sembra scritto per l’epoca in cui viviamo, quella dei conflitti mondiali, degli scontri ideologici e morali. Un libro importante per essere letto solo dai militari. Lenin ha scritto che ‘Clausewitz è uno dei più notevoli filosofi e storici della guerra, uno scrittore le cui idee sono incontestabili’. André Glucksmann afferma che ‘alla luce della teoria di Clausewitz scoppiano i mille soli delle esplosioni nucleari…’.

Guerra tra le metropoli

“George Weston passò gli ultimi istanti della sua vita ad aspettare il suo turno, davanti a un chiosco che vendeva panini caldi con salsiccia, in un’affollata strada di Chicago. Aveva appena ordinato i panini – due, senza mostarda quando un grido lo fece voltare… La folla si stava già disperdendo… Una sirena aveva cominciato a suonare… Weston finalmente guardò in su, giusto in tempo per veder discendere l’accecante bagliore… Che assurdità, pensò (perché aveva un certo senso dell’ironia), che assurdità finire così, disintegrato, avendo in mano due panini caldi con salsiccia.” Queste righe con cui, fulmineamente, si apre il romanzo, potrebbero far pensare a *L’anno del diagramma* di Heinlein, a *Lot* di Ward Moore, a *H su Los Angeles* di Williams, o a un altro dei tanti attacchi atomici cui gli USA sono stati sottoposti nella storia della fantascienza. Solo che qui l’attacco non viene dall’URSS, né da Cuba, né da un altro posto così. L’attacco viene da New York.
Copertina di Karel Thole

Guerra sull’Olimpo

> …i missili delle catapulte potevano scendere sibilando e fuimando addosso a uno di noi. E farci precipitare tutti verso la morte.
Eccone uno in arrivo! Eccolo! Un arco alto nel cielo, poi giù… addosso a me! Dritto su di me! Stava per colpirmi, oh Dio, stavo per morire!
*April*

Guerra e pace

###
Da questa parte della barricata ci sei tu, c’è il tuo mondo fatto di sogni e ambizioni, di amori e delusioni, c’è la tua piccola vita che s’intreccia a infinite altre: quella dei tuoi figli, dei tuoi genitori, dei tuoi amici, quella di chi neppure conosci. Dall’altra parte c’è il mondo, c’è la Storia. E la Storia non aspetta, la Storia si fa, tutto crea e tutto distrugge. La Storia ti calpesta, non importa che tu sia ricco, che tu possa scegliere. La Storia si fa e tu sei lì, nel mezzo: con i piedi che affondano nella neve, gli occhi straziati dal dolore, impietosito di fronte a un corpo affamato, sfinito… Che senso ha, allora, il tuo agire? A cosa tende, allora, il tuo volere?
Che senso ha la tua vita, quando la Storia decide di mostrare il suo volto più feroce, quando la Storia diventa guerra, quando è Lei che decide? Nessuno.
O forse un senso c’è, ma sta a te affermarlo. Perché “per vivere con onore bisogna struggersi, turbarsi, battersi, sbagliare, ricominciare da capo e buttar via tutto, e di nuovo ricominciare a lottare e perdere eternamente”.

LA GUERRA DELLE MACCHINE

Secondo l’autore sono tre i motivi per cui una civiltà può autodistruggersi: sete di nuove conquiste, inconscio disgusto di se stessa, esasperazione del progresso. Queste tre condizioni si trovano riunite nel mondo del capitano Morton, un mondo nel quale una paurosa “Eternità” detta legge e distrugge chiunque la ostacoli. Gli uomini di quel mondo sono ridotti alla vita delle formiche: respirano, si muovono, combattono, muoiono nel sottosuolo del pianeta perchè la superficie è in mano alle Macchine, prodotto di una società post-atomica, che si sono ribellate all’uomo e che non ne tollerano la presenza sotto il sole. Gli uomini temono anche il sole, perchè hanno disimparato a conoscerlo, e lo considerano nemico, come le Macchine. Soltanto Morton trova la forza di ribellarsi alla paura secolare per il sole, le Macchine e l’Eternità. E li sfida, trascinando altri con sé, convinto che per gli uomini sia giunto il momento di tornare a vivere alla superficie del pianeta che è loro.

La guerra dei quaranta minuti

È una limpida mattina di aprile a Washington, quando un Jumbo di linea dirottato da terroristi della Jihad islamica viene fatto esplodere con un ordigno nucleare proprio sopra la Casa Bianca. Il Presidente si salva, ma solo per scatenare una erronea e fatale rappresaglia che dà il via a una guerra atomica breve ma micidiale, che solo negli Stati Uniti provoca cinquanta milioni di morti. In Israele, però, c’è ancora qualcuno che è al corrente di un incredibile progetto segreto sepolto sotto le rovine della sede centrale della CIA a Langley, un progetto che potrebbe consentire agli Stati Uniti e al resto del mondo di tornare a vivere in pace. Ha dunque inizio l’operazione Spareggio, e il disperato viaggio di un pugno di uomini pronti a tutto pur di riuscire in una missione dalla quale non vi sono speranze di ritorno.
Copertina di Karel Thole

La guerra degli ormoni. Il diario di Nick Twisp

Nick Twisp è un adolescente geniale e un po’ nerd, con una famiglia incasinata e un’ossessione per il sesso. Quando durante una vacanza conosce Sheeni, se ne innamora perdutamente. Pur di conquistarla è disposto a tutto, anche a commettere una serie di reati – incendio, furto d’auto, truffa, cambio di identità – trasformandosi, proprio lui, un ragazzo perbene, nel teenager più pericoloso d’America.
**

La guerra civile in Francia

Le pagine indirizzate da Marx al proletariato parigino che nel marzo 1871 compie il suo “assalto al cielo” dando vita alla Comune. Pagine in cui troviamo dignità, energia, documentazione e, tracciate in una sintesi magistrale, le principali tendenze del secolo a venire. Nell’Introduzione Engels sottolineerà: “La Comune dovette riconoscere sin dal principio che la classe operaia una volta giunta al potere non può continuare ad amministrare con la vecchia macchina statale.” Lo Stato era divenuto in secoli di storia un organo a sé, “al servizio dei propri interessi particolari” e ciò era evidente “non solo nella monarchia ereditaria, ma anche nella repubblica democratica”. Marx aveva scritto: “La lotta della classe operaia contro la classe capitalistica e il suo Stato è entrata, grazie alla lotta di Parigi, in una nuova fase … un nuovo punto di partenza di importanza storica universale è conquistato”. Un punto di partenza perché, scrive Cervetto, “La Comune di Parigi è durata pochi giorni. Lenin lo sa bene quando restaura la scoperta di Marx, mezzo secolo dopo, e pochi mesi prima che il movimento reale in Russia la riproponga all’ordine del giorno”.
**

Guerra al grande nulla

Father Ruiz-Sanchez is a dedicated man–a priest who is also a scientist, and a scientist who is also a human being. He has found no insoluble conflicts in his beliefs or his ethics . . . until he is sent to Lithia. There he comes upon a race of aliens who are admirable in every way except for their total reliance on cold reason; they are incapable of faith or belief.
Confronted with a profound scientific riddle and ethical quandary, Father Ruiz-Sanchez soon finds himself torn between the teachings of his faith, the teachings of his science, and the inner promptings of his humanity. There is only one solution: He must accept an ancient and unforgivable heresy–and risk the futures of both worlds . . .

Il guardiano di Atlantide

Darius en Kragin è uno spietato guerriero che da oltre trecento anni protegge le porte di Atlantide, uccidendo i mortali che hanno la sventura di attraversare quella barriera. Seducente e bellissimo, ha sempre scatenato la passione nelle sue donne, ma a nessuna ha concesso il proprio cuore. Finché non si ritrova davanti Grace Carlyle, orgogliosa, intrepida, bellissima. Qualcosa gli impedisce di toglierle la vita. E non si tratta tanto del misterioso medaglione che lei porta al collo, quanto piuttosto di una sensazione che un possente uomo-drago come lui non dovrebbe provare…